IFTTT dice no alla migrazione dell'account Nest

Il team di IFTTT avvisa che effettuando la migrazione dell'account Nest in quello Google le Applet fin qui create smetteranno di funzionare.
Il team di IFTTT avvisa che effettuando la migrazione dell'account Nest in quello Google le Applet fin qui create smetteranno di funzionare.

Abbiamo scritto più volte della convergenza tra la linea di dispositivi Nest dedicati alle smart home e il catalogo dei prodotti a marchio Google. Oggi torniamo sulla questione dando voce all’appello di IFTTT, celebre servizio che permette di configurare il funzionamento delle apparecchiature presenti in casa attraverso funzioni chiamate Applet.

IFTTT: l’appello rivolto agli utenti Nest

Il team di IFTTT consiglia agli utenti di non migrare il loro account di Nest all’interno di quello Google, altrimenti le Applet create e fino ad oggi operative smetterebbero di funzionare, come riportato anche sulle pagine del supporto ufficiale. Questo perché ciò comporterebbe l’impossibilità di affidarsi alla tecnologia Works with Nest (lanciata nel 2014) per controllare i device connessi nello spazio domestico.

Di recente Google ha annunciato un cambiamento significativo per i suoi prodotti Nest. Con la volontà di portare le soluzioni smart home sotto l’ombrello dell’Assistente Google, il programma Works with Nest è stato abbandonato. Ciò significa che le Applet di IFTTT per Nest Thermostat, Nest Protect e Nest Cam smetteranno di funzionare. C’è però un modo per evitarlo.

Il processo non è reversibile, dunque una volta compiuto il grande salto verso l’account Google, gli utenti Nest non potranno più tornare indietro. Ecco dunque quanto consiglia IFTTT per non perdere la possibilità.

  • Non effettuare la migrazione dell’account Nest verso l’account Google;
  • non disconnettere Nest da IFTTT dopo il 31 agosto (anche se non si effettua la migrazione).

La volontà di bigG è quella di spingere verso l’Assistente Google, rendendo la propria IA il fulcro centrale delle interazioni all’interno delle smart home. Chi però ha già configurato i propri impianti e le proprie apparecchiature potrebbe trovare scomodo dover affrontare una sorta di reset imposto dall’alto.

Il gruppo di Mountain View, accolte richieste e lamentele, ha affermato di aver messo in cantiere la realizzazione di un sistema che consentirà di poter continuare a far leva sulle potenzialità di IFTTT anche dopo aver effettuato la migrazione dell’account. Al momento non è però dato a sapere con quali tempistiche verrà messo a disposizione né se ci saranno limitazioni in termini di funzionalità.

Fonte: IFTTT
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti