Il robot flessibile cambia colore

Micro-canali in cui far scorrere liquido variamente colorato: capacità mimetiche per i robot flessibili creati un anno or sono

Roma – Tornano i robot di silicone della Harvard University ispirati alle stelle marine e ad altri invertebrati acquatici, questa volta portando in dote un meccanismo di camuffamento e tracciamento basato su microcanali attraverso cui far fluire liquido colorato alla bisogna.

I microsolchi sono stati realizzati grazie alla stampa 3D, e nel complesso i robot flessibili made in USA sono estremamente economici. La capacità mimetica è l’ennesima caratteristica “rubata” agli invertebrati esistenti in natura, dicono i ricercatori, con una colorazione dinamica che offre nuovi spunti di utilizzo a dispositivi già parecchio flessibili di per sé.

Alternando liquidi freddi o caldi sarebbe ad esempio possibile “nascondere” i robot siliconici ai sensori infrarossi, oppure far sì che essi pulsino di luce fluorescente in condizioni di buio assoluto.

Siffatti robot potrebbero essere impiegati per la ricerca di superstiti in seguito a una catastrofe, sostengono i ricercatori, o per “battere” piste fangose che i robot convenzionali – quelli fatti di metallo e “hardware” standard – avrebbero difficoltà a percorrere.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mauri4660 scrive:
    standard HD
    ma qualcuno di voi l ha vista luna vera trasmissione in hd?o guardate SKY e BR? venite in regia una volta a vedere l hd su un monitor serio ,poi ne riparliamo
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: standard HD
      contenuto non disponibile
    • Digi Davidex scrive:
      Re: standard HD
      si, in digitale Gratis c'è RAI 1 e LA7 in full HD, mi sono stupito quando ho provato la prima registraizone HD con il decoder TeleSystem TS6512HD, mi registra Rai1 in fullhd 1920x1080... assurdo, si vede benissimo, peccato che la mia tv è una vecchia Sony Trinitron KV-29C1A tv a tubo catodico che ancora si vede perfetta, ho rifatto una sola volta le saldature al trasformatore di riga e dopo 15 anni ancora funziona... LCD, LED, Plasma? mi ci pulisco... XD
      • Digi Davidex scrive:
        Re: standard HD
        ah, dimenticavo che la registrazione l'ho vista su computer e non su quella TV
        • Joe Tornado scrive:
          Re: standard HD
          Io avevo fatto delle registrazioni con la mia scheda TV ... la risoluzione era ok, ma ricordo un bitrate un po' basso ...
      • Mark scrive:
        Re: standard HD
        - Scritto da: Digi Davidex
        ho rifatto
        una sola volta le saldature al trasformatore di
        riga e dopo 15 anni ancora funziona... LCD, LED,
        Plasma? mi ci pulisco...
        XDTrinitron, quanto l'ho amato! :)Anche la tua bolletta elettrica ci si pulisce con gli LCD e i LED? XD
    • rockroll scrive:
      Re: standard HD
      - Scritto da: mauri4660
      ma qualcuno di voi l ha vista luna vera
      trasmissione in hd?o guardate SKY e BR? venite in
      regia una volta a vedere l hd su un monitor serio
      ,poi ne
      riparliamoSe vuoi ne riparliamo anche subito.Sbagli a parlare di "trasmissione": una cosa è quanto vedi in studio, con tutte le attrezzature e sopratutto gli input a livello professionale del caso (ed in effetti quanto vedi in queste condizioni ottimali ti fa pensare che definizioni superiori sono assolatamente superflue), un'altra è quanto realmente va in onda o meglio viene ricevuto dall'utente, ammesso che quest'ultimo riceva sempre segnale ottimale (sai che goduria quando "squadretta") e sia provvisto di apparecchiature all'altezza.Sai meglio di me che le caratteristiche di compressione e sopratutto il bitrate di trasmissione vengono adeguatamente manipolati per far stare dentro la "banda" prefissata quanta pià roba o peggio quanti più canali è possibile, e saprai anche molto meglio di me che gli input (i contenuti) veramente full HD nativi messi in onda sono ben pochi (inutile trasmettere in Full HD un film di Totò). Ah, ma la "grana" delle pellicole master tradizionali per film permetteva definizioni ben superiori... Si, si, per carità, ma non erano native full HD, e sai benissimo che ogni conversione porta via qualità. Fai conto che sia venuto nel tuo studio, e che ti abbia confermato l'ottima qualità di una situazione di "laboratorio" come da te prospettata, qualità oltre la quale credo proprio che non abbia alcun senso pratico spingersi (a meno che non si abbiano occhi da marziano).
      • pietro scrive:
        Re: standard HD
        - Scritto da: rockroll
        - Scritto da: mauri4660

        ma qualcuno di voi l ha vista luna vera

        trasmissione in hd?o guardate SKY e BR? venite
        in

        regia una volta a vedere l hd su un monitor
        serio

        ,poi ne

        riparliamo

        Se vuoi ne riparliamo anche subito.

        Sbagli a parlare di "trasmissione": una cosa è
        quanto vedi in studio, con tutte le attrezzature
        e sopratutto gli input a livello professionale
        del caso (ed in effetti quanto vedi in queste
        condizioni ottimali ti fa pensare che definizioni
        superiori sono assolatamente superflue), un'altra
        è quanto realmente va in onda o meglio viene
        ricevuto dall'utente, ammesso che quest'ultimo
        riceva sempre segnale ottimale (sai che goduria
        quando "squadretta") e sia provvisto di
        apparecchiature
        all'altezza.
        Sai meglio di me che le caratteristiche di
        compressione e sopratutto il bitrate di
        trasmissione vengono adeguatamente manipolati per
        far stare dentro la "banda" prefissata quanta pià
        roba o peggio quanti più canali è possibile, e
        saprai anche molto meglio di me che gli input (i
        contenuti) veramente full HD nativi messi in onda
        sono ben pochi (inutile trasmettere in Full HD un
        film di Totò). Ah, ma la "grana" delle pellicole
        master tradizionali per film permetteva
        definizioni ben superiori... Si, si, per carità,
        ma non erano native full HD, e sai benissimo che
        ogni conversione porta via qualità.


        Fai conto che sia venuto nel tuo studio, e che ti
        abbia confermato l'ottima qualità di una
        situazione di "laboratorio" come da te
        prospettata, qualità oltre la quale credo proprio
        che non abbia alcun senso pratico spingersi (a
        meno che non si abbiano occhi da
        marziano).è solo un problema di banda, la trasmissione TV su fibra ottica permette risoluzioni full HD già oggi, trasmissioni con questi sistemi invece potrebbero permettere cose ora impensabili:http://radiolawendel.blogspot.it/2012/03/vorticita-delle-onde-segnali-avvitati.html
  • P2P scrive:
    Free and Open
    Free and Open <b
    Theora </b
    http://www.theora.org <b
    WebM </b
    http://www.webmproject.org
    • Andreabont scrive:
      Re: Free and Open
      Qui sta il punto. H.264 ha una data fatidica: 31 dicembre 2015Dopo la MPEG-LA si riserva di far pagare onerose licenze (anche se sembra che lascino la codifica libera per i filmati gratuiti, magra consolazione)
  • axel scrive:
    l' 8k avrà mai un mercato?
    se pensiamo a quanto tempo ci ha messo per affermarsi il full HD, che ancora non può essere definito lo standard "de facto" (viene a tutt'oggi considerato un formato "premium" e non a caso il 720x576 è ancora chiamato "definizione standard");se consideriamo che la miglior risoluzione 4k è 4096 × 3112, quando ad oggi sfido chiunque a distinguere un 720p da un 1080p su uno schermo di medie dimensioni (diciamo 40 pollici?) a due metri di distanza;mi chiedo, dato per scontato che le capacità di risoluzione dell'occhio umano non aumenteranno né in 10 né in 100 anni, se l'8k avrà mai un senso e un mercato. forse sui più grandi schermi cinematografici (ma non ne sono sicuro), certo non per lo streaming di film sul piccolo schermo.diverso il discorso in fase di ripresa e produzione, dove una risoluzione alta è sempre ben accetta per poter intervenire sull'immagine, quindi si potrebbe avere un RAW in 8k per poi avere un output in 4k...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: l' 8k avrà mai un mercato?
      contenuto non disponibile
      • Alfonso Maruccia scrive:
        Re: l' 8k avrà mai un mercato?
        - Scritto da: unaDuraLezione
        sicuramente 4k e sucXXXXXri sono un ben di Dio.
        Ma la maggior parte delle persone oggi può
        godersi un DVD e non necessita di un BR: la
        differenza c'è eccome, ma non è decisiva in fase
        di acquisto. Quindi non vedo come risoluzioni
        così elevate possano far breccia nella massa.
        Sicuramente è una buona cosa per la nicchia
        dell'home
        cinema.Non sono d'accordo: ne dicevo peste e corna del Full HD, poi ho comprato i miei primi Blu-ray (e scaricato i miei primi rip MKV, ehm...) e la differenza l'ho notata eccome :-DTanto che ora ci rimango malissimo se non riesco a trovare un audiovisivo in formato alta definizione (vedi Full Metal Panic!, o una versione doppiata in maniera umana di Black Lagoon)...
        • Uno scrive:
          Re: l' 8k avrà mai un mercato?
          - Scritto da: Alfonso Maruccia
          - Scritto da: unaDuraLezione

          sicuramente 4k e sucXXXXXri sono un ben di
          Dio.

          Ma la maggior parte delle persone oggi può

          godersi un DVD e non necessita di un BR: la

          differenza c'è eccome, ma non è decisiva in
          fase

          di acquisto. Quindi non vedo come risoluzioni

          così elevate possano far breccia nella massa.

          Sicuramente è una buona cosa per la nicchia

          dell'home

          cinema.

          Non sono d'accordo: ne dicevo peste e corna del
          Full HD, poi ho comprato i miei primi Blu-ray (e
          scaricato i miei primi rip MKV, ehm...) e la
          differenza l'ho notata eccome
          :-D

          Tanto che ora ci rimango malissimo se non riesco
          a trovare un audiovisivo in formato alta
          definizione (vedi Full Metal Panic!, o una
          versione doppiata in maniera umana di Black
          Lagoon)...Il problema reale del fullhd è che diventa fruibile quando i contenuti sono coerenti con la tecnologia, quindi il mercato che può godere della risoluzione più alta si restringe...Esempio me piace woody allen e vedere un dvd o bluray di un film di woody allen...non cambia molto
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: l' 8k avrà mai un mercato?
          contenuto non disponibile
        • axel scrive:
          Re: l' 8k avrà mai un mercato?
          - Scritto da: Alfonso Maruccia
          - Scritto da: unaDuraLezione

          sicuramente 4k e sucXXXXXri sono un ben di
          Dio.

          Ma la maggior parte delle persone oggi può

          godersi un DVD e non necessita di un BR: la

          differenza c'è eccome, ma non è decisiva in
          fase

          di acquisto. Quindi non vedo come risoluzioni

          così elevate possano far breccia nella massa.

          Sicuramente è una buona cosa per la nicchia

          dell'home

          cinema.

          Non sono d'accordo: ne dicevo peste e corna del
          Full HD, poi ho comprato i miei primi Blu-ray (e
          scaricato i miei primi rip MKV, ehm...) e la
          differenza l'ho notata eccome
          :-D

          Tanto che ora ci rimango malissimo se non riesco
          a trovare un audiovisivo in formato alta
          definizione (vedi Full Metal Panic!, o una
          versione doppiata in maniera umana di Black
          Lagoon)...ma vedi la differenza su schermi di quale dimensione e a quale distanza?e poi... sei sicuro che la differenza la faccia la risoluzione e non piuttosto la qualità globale dell'immagine, il contrasto, i neri, la profondità dei colori...
          • radar scrive:
            Re: l' 8k avrà mai un mercato?
            dai ragazzi la differenza tra dvd e br è abissale... anche su un 32" ... tra l'altro solo guardare le olimpiadi su rai hd (720p) o su rai 2 (sd) c'è stata una bella differenza...
        • Teo_ scrive:
          Re: l' 8k avrà mai un mercato?
          - Scritto da: Alfonso Maruccia
          Non sono d'accordo: ne dicevo peste e corna del
          Full HD, poi ho comprato i miei primi Blu-ray (e
          scaricato i miei primi rip MKV, ehm...) e la
          differenza l'ho notata eccome
          :-DIo credo che non noterei la differenza per quanto riguarda i dettagli. Ho uno schermo da 88 pollici e se ci vedessi alla perfezione non riuscirei a risolvere una proiezione a 1920x1080 pixel se il punto di osservazione fosse oltre i 3,74 metri.Essendo il divano a 3,2 metri, non mi accorgerei dellaumento di risoluzione. Diverso se aumentano anche la profondità dei colori.
        • gnammolo scrive:
          Re: l' 8k avrà mai un mercato?
          sisi... come no... i cartoni animati in HD... di Brazzers però (rotfl)
        • Decco scrive:
          Re: l' 8k avrà mai un mercato?
          Grande Alfonso :)
      • axel scrive:
        Re: l' 8k avrà mai un mercato?
        - Scritto da: unaDuraLezione
        sicuramente 4k e sucXXXXXri sono un ben di Dio.
        Ma la maggior parte delle persone oggi può
        godersi un DVD e non necessita di un BR: la
        differenza c'è eccome, ma non è decisiva in fase
        di acquisto. Quindi non vedo come risoluzioni
        così elevate possano far breccia nella massa.
        Sicuramente è una buona cosa per la nicchia
        dell'home
        cinema.anche ella nicchia dell'home cinema non sono certo che l'8k sarà mai utile...ora bisognerebbe far dei calcoli, ma sarebbe interessante capire quale sia il limite di distanza/dimensioni dello schermo oltre il quale non si distinguono tra loro le diverse risoluzioni...sei sicuro che al cinema, diciamo anche sul grande schermo di un multisala, un 8k sia distinguibile da un 4k? io no.sono invece certo che in produzione avere un input a 8k può essere utile, anche se poi esci con un "misero" 1080...
    • bradipao scrive:
      Re: l' 8k avrà mai un mercato?
      - Scritto da: axel
      se consideriamo che la miglior risoluzione 4k è
      4096 × 3112, quando ad oggi sfido chiunque a
      distinguere un 720p da un 1080p su uno schermo di
      medie dimensioni (diciamo 40 pollici?) a due metri di
      distanza;
      mi chiedo, dato per scontato che le capacità di
      risoluzione dell'occhio umano non aumenteranno né
      in 10 né in 100 anni, se l'8k avrà mai un senso e
      un mercato. Hai centrato in pieno il punto.Se prendiamo a riferimento il concetto di "retina display" dell'iPhone, i limiti dell'occhio umano sono 300dpi a 25cm di distanza. Se ti porti a 2.5 metri scendono ovviamente a 30dpi. Ed è facile quindi rendersi conto che le attuali televisioni FullHD sono tutte "retina display", ed è quindi completamente inutile avere più risoluzione.Piuttosto per la tv sarebbe da migliorare il contrasto (tecnologia pannelli) e ridurre gli artefatti dei formati digitali in casi di sfondi scuri e uniformi (tecnologia dei codec).Invece, rifacendo grossolanamente i conti per il cinema, per passare i limiti della retina effettivamente servono i 4k.
      • axel scrive:
        Re: l' 8k avrà mai un mercato?
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: axel

        se consideriamo che la miglior risoluzione 4k è

        4096 × 3112, quando ad oggi sfido chiunque
        a

        distinguere un 720p da un 1080p su uno schermo
        di

        medie dimensioni (diciamo 40 pollici?) a due
        metri
        di

        distanza;

        mi chiedo, dato per scontato che le capacità di

        risoluzione dell'occhio umano non aumenteranno


        in 10 né in 100 anni, se l'8k avrà mai un senso
        e

        un mercato.

        Hai centrato in pieno il punto.

        Se prendiamo a riferimento il concetto di "retina
        display" dell'iPhone, i limiti dell'occhio umano
        sono 300dpi a 25cm di distanza. Se ti porti a 2.5
        metri scendono ovviamente a 30dpi. Ed è facile
        quindi rendersi conto che le attuali televisioni
        FullHD sono tutte "retina display", ed è quindi
        completamente inutile avere più
        risoluzione.

        Piuttosto per la tv sarebbe da migliorare il
        contrasto (tecnologia pannelli) e ridurre gli
        artefatti dei formati digitali in casi di sfondi
        scuri e uniformi (tecnologia dei
        codec).

        Invece, rifacendo grossolanamente i conti per il
        cinema, per passare i limiti della retina
        effettivamente servono i
        4k.appunto, sul lato fruizione vedo poca utilità, mentre ne vedo di più sul lato produzione
    • JackRackham scrive:
      Re: l' 8k avrà mai un mercato?
      - Scritto da: axel4k e 8k già da qualche tempo vengono utilizzati nei cinema (opportunamente attrezzati), ma solo in occasioni "speciali".Ho visto "Ritorno Al Futuro" un paio di anni fa quando lo hanno ridato al cinema per l'anniversario in 8k... Decente, ma il film è troppo vecchio per beneficiare dell'UltraHDE poi ho visto "The Blues Brothers" qualche mese fa, sempre al cinema per l'anniversario, in 4k... Assolutamente inutile per il genere di film.--JackRackham
    • iRoby scrive:
      Re: l' 8k avrà mai un mercato?
      Ma poi con che workstation video lo manipolano un 8k?Mi chiedo anche come si faranno i rendering dei film d'animazione a quelle risoluzioni.
      • federicco scrive:
        Re: l' 8k avrà mai un mercato?
        - Scritto da: iRoby
        Ma poi con che workstation video lo manipolano un
        8k?

        Mi chiedo anche come si faranno i rendering dei
        film d'animazione a quelle
        risoluzioni.Noi lavoriamo in 4k imax usando normalissime workstation linux.Non e' molto piu' complicato perche' durante la lavorazione il video viene scalato a 2k e soltanto il rendering finale si fa in 4k.Aumentare la risoluzione alla fine significa soltanto aumentare i tempi di rendering, o dividere il task su piu' macchine, ma il lavoro che c'e' dietro e' pressoche' lo stesso.
    • pietro scrive:
      Re: l' 8k avrà mai un mercato?
      bè questi sono invece convinti che l'8K sarà il futuro:http://www.pcauthority.com.au/News/301353,8k-tv-now-broadcasting-in-japan.aspx
      • Rover scrive:
        Re: l' 8k avrà mai un mercato?
        La realtà è indietro di 2 turni, quasi 3. Mi sembra un GAP notevole. Intanto mettono le mani avanti
        • pietro scrive:
          Re: l' 8k avrà mai un mercato?
          - Scritto da: Rover
          La realtà è indietro di 2 turni, quasi 3. Mi
          sembra un GAP notevole. Intanto mettono le mani
          avantiquello che c'è nei laboratori oggi sarà sul mercato tra 10 anni (e anche meno se c'è odore di business), ma già in Italia la programmazione non si estende mai oltre i due anni..
          • pietro scrive:
            Re: l' 8k avrà mai un mercato?
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: Rover

            La realtà è indietro di 2 turni, quasi 3. Mi

            sembra un GAP notevole. Intanto mettono le
            mani

            avanti
            quello che c'è nei laboratori oggi sarà sul
            mercato tra 10 anni (e anche meno se c'è odore
            di business), ma già in Italia la programmazione
            non si estende mai oltre i due
            anni..ecco quello che c'è sul mercato oggi:http://video.repubblica.it/tecno-e-scienze/84-pollici-per-la-tv-piu-grande-del-mondo/103525/101905?ref=HREV-5proviamo ad immaginare quello che c'è nei laboratori.
    • rockroll scrive:
      Re: l' 8k avrà mai un mercato?
      Perfettamente d'accordo con Axel. Chi non lo, o è proprio malato di tecnologia limite per non dire superflua, oppure è un marziano con un potere risolutivo triplo del nostro nei suoi occhietti...(Oppure si è fatto "upgradare" le retine dei suoi occhietti nei laboratori della potentissima megamultinazionale "Umbrella Corporation Tecnologies")
    • pietro scrive:
      Re: l' 8k avrà mai un mercato?
      - Scritto da: axel
      se pensiamo a quanto tempo ci ha messo per
      affermarsi il full HD, che ancora non può essere
      definito lo standard "de facto" (viene a
      tutt'oggi considerato un formato "premium" e non
      a caso il 720x576 è ancora chiamato "definizione
      standard");
      se consideriamo che la miglior risoluzione 4k è
      4096 × 3112, quando ad oggi sfido chiunque a
      distinguere un 720p da un 1080p su uno schermo di
      medie dimensioni (diciamo 40 pollici?) a due
      metri di
      distanza;
      mi chiedo, dato per scontato che le capacità di
      risoluzione dell'occhio umano non aumenteranno né
      in 10 né in 100 anni, se l'8k avrà mai un senso e
      un mercato. forse sui più grandi schermi
      cinematografici (ma non ne sono sicuro),tu non hai idea di quanto equivalga in termini di risoluzione digitale un film IMAX
      • axel scrive:
        Re: l' 8k avrà mai un mercato?
        - Scritto da: pietro
        - Scritto da: axel

        se pensiamo a quanto tempo ci ha messo per

        affermarsi il full HD, che ancora non può
        essere

        definito lo standard "de facto" (viene a

        tutt'oggi considerato un formato "premium" e
        non

        a caso il 720x576 è ancora chiamato
        "definizione

        standard");

        se consideriamo che la miglior risoluzione
        4k
        è

        4096 × 3112, quando ad oggi sfido
        chiunque
        a

        distinguere un 720p da un 1080p su uno
        schermo
        di

        medie dimensioni (diciamo 40 pollici?) a due

        metri di

        distanza;

        mi chiedo, dato per scontato che le capacità
        di

        risoluzione dell'occhio umano non
        aumenteranno


        in 10 né in 100 anni, se l'8k avrà mai un
        senso
        e

        un mercato. forse sui più grandi schermi

        cinematografici (ma non ne sono sicuro),

        tu non hai idea di quanto equivalga in termini di
        risoluzione digitale un film
        IMAXdovrebbe essere un 10000X7000 se non sbaglio... ma l'imax è pellicola da 70mm. non credo che il valore aggiunto dell'imax stia tanto nella risoluzione quanto nella qualità dell'immagine intesa in senso più ampio. poi ripeto, se proietti su un grandissimo schermo ti lascio il beneficio del dubbio, è l'idea dell'8k per lo streaming che non mi dice nulla
        • pietro scrive:
          Re: l' 8k avrà mai un mercato?
          - Scritto da: axel
          - Scritto da: pietro..

          tu non hai idea di quanto equivalga in
          termini
          di

          risoluzione digitale un film

          IMAX

          dovrebbe essere un 10000X7000 se non sbaglio...
          ma l'imax è pellicola da 70mm. si con l'ordine di grandezza ci siamo
          non credo che il
          valore aggiunto dell'imax stia tanto nella
          risoluzione quanto nella qualità dell'immagine
          intesa in senso più ampio. la qualità inizia dalla risoluzione, poi certo anche le lenti in ripresa hanno la loro importanza ma se non puoi rappresentare tutte le sfumature servono a poco
          poi ripeto, se
          proietti su un grandissimo schermo ti lascio il
          beneficio del dubbio, è l'idea dell'8k per lo
          streaming che non mi dice
          nullalo streaming di oggi con l'ADSL non va bene neanche per il full HD, ma già con la fibra le cose sono diverse.
  • antani scrive:
    VHS ultraAig DefiNition
    io torno alle VHSfanXXXX nerd!
  • markit scrive:
    altro standard chiuso dai brevetti
    E' ora di finirla con "standard" che servono solo a frenare lo sviluppo e incatenare gli utenti a pagare il pizzo per creare o visualizzare contenuti video.Bisogna imporre che qualunque standard sia liberamente e totalmente implemetnabile da chiunque, e abolire finalmente e definitivamente i brevetti sulle idee implementate via software.Questi brevettano l'alfabeto e se vogliamo scrivere dobbiamo dipendere da loro, pagare il pizzo ed ottenere il loro permesso, è inamissibile!Basta danneggiare i cittadini e frenare lo sviluppo solo per il beneficio di pochi, non siamo più nel medio evo (dove vogliono cacciarci)!
    • Zago scrive:
      Re: altro standard chiuso dai brevetti
      certo e poi chi è che investirebbe in tecnologia se poi chiunque potrebbe arrivare e usufruire del tuo lavoro a gratis
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: altro standard chiuso dai brevetti
        contenuto non disponibile
        • Nome e Cognome scrive:
          Re: altro standard chiuso dai brevetti
          La solita risposta che date sempre: il C IL C IL CMa non c'entra nulla. Perché è un settore diverso. Dimmi una cosa equivalente nel mondo dei media, dei contenuti. Dove girano necessariamente soldi. E non nel mondo del web e di internet dove è normale che possano nascere progetti open. Quindi non rispondete mele per pere grazie. Tu hai fatto esempi che col mondo dei contenuti non c'entra nulla. Il tuo discorso applicato ai media e ai contenuti ammazzerebbe il settore, la tecnologia e la creatività. Da questo punto di vista MOLTO MEGLIO I BREVETTI che garantiscono la concorrenza e l'innovazione più di quanto si pensi. Ma gridare contro la multinazionale e il sistema dei brevetti è facile. Lo comprendo.
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: altro standard chiuso dai brevetti
            - Scritto da: Nome e Cognome
            Dimmi una cosa equivalente nel mondo dei media,
            dei contenuti. Dove girano necessariamente soldi.
            E non nel mondo del web e di internet dove è
            normale che possano nascere progetti open.non confondere il contenuto con il contenitore
          • MeX scrive:
            Re: altro standard chiuso dai brevetti
            è quello che fate voi pensando che la musica può essere duplicata a piacere perché contenuta in un MP3
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: altro standard chiuso dai brevetti
            - Scritto da: MeX
            è quello che fate voi pensando che la musica può
            essere duplicata a piacere perché contenuta
            in un
            MP3tanto per cominciare evita di attribuirmi affermazioni che non mi pare di aver mai fatto.A parte questo, il discorso sui diritti d'autore che tanto ti è "caro" non ha nulla a che vedere con la discussione in corso.Si parla di formati, quindi di contenitori, non di contenuti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 agosto 2012 14.04-----------------------------------------------------------
          • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
            Re: altro standard chiuso dai brevetti

            la musica può essere duplicata a piacere
            perché è contenuta in un MP3No, la musica può essere duplicata a piacere perchè nessuno è proprietario dell'Informazione. <b
            ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
            p)
          • ruppolo scrive:
            Re: altro standard chiuso dai brevetti
            Cosa c'entra la musica con l'informazione?In ogni caso, la musica suonatela e l'informazione vattela a trovare da te, a tue spese.
          • Sgabbio scrive:
            Re: altro standard chiuso dai brevetti
            - Scritto da: ruppolo
            Cosa c'entra la musica con l'informazione?buona notte, ruppolo....
            In ogni caso, la musica suonatela e
            l'informazione vattela a trovare da te, a tue
            spese.Buona notte, ruppolo x2
          • Giuda scrive:
            Re: altro standard chiuso dai brevetti
            - Scritto da: ruppolo
            Cosa c'entra la musica con l'informazione?COMPLIMENTIIIIIII!!!!!!A lei non è conXXXXX pensare mentre respira, la sua capacità cerebrale non è cosi evoluta

            In ogni caso, la musica suonatela e
            l'informazione vattela a trovare da te, a tue
            spese.La avevamo già avvertita che non è in grado di pensare mentre respira, perchè si ostina a farlo?
          • sbrotfl scrive:
            Re: altro standard chiuso dai brevetti
            - Scritto da: Giuda
            - Scritto da: ruppolo

            Cosa c'entra la musica con l'informazione?

            COMPLIMENTIIIIIII!!!!!!
            A lei non è conXXXXX pensare mentre respira, la
            sua capacità cerebrale non è cosi
            evoluta




            In ogni caso, la musica suonatela e

            l'informazione vattela a trovare da te, a tue

            spese.

            La avevamo già avvertita che non è in grado di
            pensare mentre respira, perchè si ostina a
            farlo?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: altro standard chiuso dai brevetti

            In ogni caso, la musica suonatela La suoniamo con un lettore mp3
            l'informazione vattela a trovare da te, a tue
            spese.Faccio già così.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: altro standard chiuso dai brevetti
            contenuto non disponibile
        • radar scrive:
          Re: altro standard chiuso dai brevetti
          nessuno ti vieta di inventare il tuo codec e regalarlo...
      • rover scrive:
        Re: altro standard chiuso dai brevetti
        In media stat virtus (maccheronico...)
      • bradipao scrive:
        Re: altro standard chiuso dai brevetti
        - Scritto da: Zago
        certo e poi chi è che investirebbe in tecnologia
        se poi chiunque potrebbe arrivare e usufruire del
        tuo lavoro a gratisIn realtà è un po' diverso. La storia ha dimostrato che il formato H.264 della MPEG-LA è coperto da licenze non tanto per riprendere i soldi del proprio lavoro, ma per impedire ad altri di competere nello stesso campo.
      • P2P scrive:
        Re: altro standard chiuso dai brevetti
        <i
        Theora </i
        e <i
        WebM </i
        sono free, open e decisamente meglio di quel <b
        XXXXX </b
        di h.264... <b
        Theora </b
        http://www.theora.org <b
        WebM </b
        http://www.webmproject.org
      • Rover scrive:
        Re: altro standard chiuso dai brevetti
        Brevettare uno standard mi lascia perplesso. D'altronde c'è il problema degli elevati costi di ricerca, ecc. Ma non credo che sia il brevetto la streada migliore.
      • rockroll scrive:
        Re: altro standard chiuso dai brevetti
        - Scritto da: Zago
        certo e poi chi è che investirebbe in tecnologia
        se poi chiunque potrebbe arrivare e usufruire del
        tuo lavoro a
        gratisChi investirebbe in ricerca vorrai dire, perchè in tecnologia puoi investire benissimo, anzi ancora meglio se sei libero di utilizzare tutte le conoscenze che dovrebbero essere patrimonio dell'Umanità senza incocciare in assurdi "diritti" del cavolo e senza pagare pizzi e tangenti a destra e a manca!Ora ti chiedo, lo scopo unico della ricerca e fare soldi? Allora tanto vale fare qualcosa di molto meno nobile, faticoso ed incerto ma molto più redditizio e più sicuro (magari proprio il "patent troll", se son soldi sporchi poco importa, "pecunia non olet"). I veri ricercatori non sono commercianti, come credi tu!
        • pietro scrive:
          Re: altro standard chiuso dai brevetti
          - Scritto da: rockroll
          - Scritto da: Zago

          certo e poi chi è che investirebbe in
          tecnologia

          se poi chiunque potrebbe arrivare e
          usufruire
          del

          tuo lavoro a

          gratis

          Chi investirebbe in ricerca vorrai dire, perchè
          in tecnologia puoi investire benissimo, anzi
          ancora meglio se sei libero di utilizzare tutte
          le conoscenze che dovrebbero essere patrimonio
          dell'Umanità senza incocciare in assurdi
          "diritti" del cavolo e senza pagare pizzi e
          tangenti a destra e a
          manca!

          Ora ti chiedo, lo scopo unico della ricerca e
          fare soldi? Allora tanto vale fare qualcosa di
          molto meno nobile, faticoso ed incerto ma molto
          più redditizio e più sicuro (magari proprio il
          "patent troll", se son soldi sporchi poco
          importa, "pecunia non
          olet").

          I veri ricercatori non sono commercianti, come
          credi
          tu!i veri ricercatori li pagano con soldi fotocopiati, ma son felici così..
        • Rover scrive:
          Re: altro standard chiuso dai brevetti
          Sì, ma almeno vuoi dare un tetto, un pranzo e una cena a lui a famiglia?Roba normale, non da riccastri....
    • Andreabont scrive:
      Re: altro standard chiuso dai brevetti
      - Scritto da: markit
      E' ora di finirla con "standard" che servono solo
      a frenare lo sviluppo e incatenare gli utenti a
      pagare il pizzo per creare o visualizzare
      contenuti
      video.
      Bisogna imporre che qualunque standard sia
      liberamente e totalmente implemetnabile da
      chiunque, e abolire finalmente e definitivamente
      i brevetti sulle idee implementate via
      software.
      Questi brevettano l'alfabeto e se vogliamo
      scrivere dobbiamo dipendere da loro, pagare il
      pizzo ed ottenere il loro permesso, è
      inamissibile!
      Basta danneggiare i cittadini e frenare lo
      sviluppo solo per il beneficio di pochi, non
      siamo più nel medio evo (dove vogliono
      cacciarci)!Non dico di cancellare questi formati dalla faccia del pianeta, ma sono d'accordo sul smettere di definirli "standard".Sono dei formati commerciali a pagamento, dire che son standard è un vero e proprio abuso di posizione dominante, che va a ledere la concorrenza.Non capisco come mai l'antitrust non sia ancora intervenuto.
  • analtarzan scrive:
    LINUX ASPETTA E SPERA
    sicuramente un aumento di definizione non può che esser uba bella notizia specie se si regiona nel segemnto dei maxschermi utilizzabili nell advanced information.peccato che come sempre linux dovrà aspettare qualche anno per vederle implementata in modo decente. se si pensa che una distro linux contemporanea out of the. box gestisce solo una risoluzione 640 x 480 anche se lo schermo e da 50 pollici....la dice lunga
    • paolo pino scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      io ho una macchina debian che gestisce il full hd senza problemi su un televisore 46...
    • Cecco Zalone scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      - Scritto da: analtarzan
      peccato che come sempre linux dovrà aspettare
      qualche anno per vederle implementata in modo
      decente. se si pensa che una distro linux
      contemporanea out of the. box gestisce solo una
      risoluzione 640 x 480 anche se lo schermo e da 50
      pollici....la dice
      lungaL'importante è che ne sei convinto tu! Mi sembri un windows fan e butta fango su linux senza conoscerlo.Hai sentito questo nome i tuoi capi ti hanno detto odialo perchè altrimenti non ci saranno più versioni di windows craccate e tu per paura che il tuo computer diventa inutile viene qui si PI e scrivi cavolate appena puoi su linux
    • Lallo scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      ma di che parli? Non si capisce...
    • Miker scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      - Scritto da: analtarzan
      sicuramente un aumento di definizione non può che
      esser uba bella notizia specie se si regiona nel
      segemnto dei maxschermi utilizzabili nell
      advanced
      information.

      peccato che come sempre linux dovrà aspettare
      qualche anno per vederle implementata in modo
      decente. se si pensa che una distro linux
      contemporanea out of the. box gestisce solo una
      risoluzione 640 x 480 anche se lo schermo e da 50
      pollici....la dice
      lungaBeh, saresti così gentile da spiegarmi cos'è Linux(?) Di cosa si tratta?
    • Zago scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      - Scritto da: analtarzan
      sicuramente un aumento di definizione non può che
      esser uba bella notizia specie se si regiona nel
      segemnto dei maxschermi utilizzabili nell
      advanced
      information.

      peccato che come sempre linux dovrà aspettare
      qualche anno per vederle implementata in modo
      decente. se si pensa che una distro linux
      contemporanea out of the. box gestisce solo una
      risoluzione 640 x 480 anche se lo schermo e da 50
      pollici....la dice
      lungaperchè non ti spari che fai più bella figura che sparare ste XXXXXXX?
    • Giuda scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      - Scritto da: analtarzan
      sicuramente un aumento di definizione non può che
      esser uba bella notizia specie se si regiona nel
      segemnto dei maxschermi utilizzabili nell
      advanced
      information.

      peccato che come sempre linux dovrà aspettare
      qualche anno per vederle implementata in modo
      decente. se si pensa che una distro linux
      contemporanea out of the. box gestisce solo una
      risoluzione 640 x 480 anche se lo schermo e da 50
      pollici....la dice
      lungaho una puppy su un vecchio pentium4 che gestisce HD su un televisore da 60 pollici, se sicuro di avere idea di cosa scrivi?
    • Utente Linux da 1 anno scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      winzozziano di XXXXX, non sai cos'è linux, stai zitto, Slacko Puppy Linux(una minidistro leggerissima per vecchi pc anni '90 con hardware datato), ti legge filmati anche superiore a 1920x1080 con una scheda video e un proXXXXXre decente... pensa a giocare a minecraft e stai zitto che 'forse' fai più bella figura... tutti offendono linux, ma non sanno che i virus sono rarissimi e ce ne saranno pochi e che linux viene usato nei server pubblici (youtube, google..) proprio perchè sono difficilmente attaccabili, al contrario di windows e macintosh che devi avere antivirus, antirootkit... tutta roba che occupa spazio, proXXXXXre e ram
    • federicco scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      Scusa ma i contenuti per sfruttare quella risoluzione con quale sistema credi che vengano creati?
    • rockroll scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      Cosa c'entra mai Linux?A parte l'OT e l'evidente "trollata", sei ben sicuro di cosa vai dicendo? Io sono morbido e comprensivo delle passioni e delle debolezze umane, ma non credo che altri te la faranno passare liscia...
    • rockroll scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      osa c'entra mai Linux?A parte l'OT e l'evidente "trollata", sei ben sicuro di cosa vai dicendo? Io sono morbido e comprensivo delle passioni e delle debolezze umane, ma non credo che altri te la faranno passare liscia...
    • Andreabont scrive:
      Re: LINUX ASPETTA E SPERA
      Ti rendi conto delle cagate che stai scrivendo?
Chiudi i commenti