Il supercomputer da 750 Raspberry Pi

Il supercomputer basato su ARM acquistato dal laboratorio di Los Alamos garantisce costi e consumi nettamente inferiori rispetto ad altri sistemi di High Performance Computing. Il suo scopo principale? Servire da banco di prova per gli sviluppatori, lasciando così liberi gli altri HPC per test e simulazioni

Roma – Il laboratorio nazionale di Los Alamos ha presentato alla conferenza SuperComputing 17 il suo nuovo supercomputer costruito utilizzando 750 Raspberry Pi . L’HPC in questione è basato su un rack composto da cinque moduli prodotti da BitScope Designs , a loro volta costituiti da 150 Raspberry Pi ciascuno: il risultato finale è una piattaforma di ben 3.000 core dai consumi relativamente esigui se paragonati agli altri supercomputer basati su architetture differenti già in possesso del laboratorio, come Trinity e Crossroads.

cluster bitscope

Gary Grider, leader della divisione del laboratorio dedicata ai computer ad alte prestazioni, ha dichiarato che l’obiettivo del progetto è quello di fornire agli sviluppatori una piattaforma in grado di aiutarli durante le fasi di sviluppo , evitando così l’utilizzo di supercomputer aventi costi e consumi ben maggiori che verranno quindi dedicati quasi esclusivamente a test e simulazioni.

modulo bitscope

Il supercomputer basato su Raspberry è in grado di offrire le stesse capacità di parallelismo degli altri supercomputer , a fronte di costi e consumi – ed ovviamente prestazioni – molto minori: un supercomputer basato su architettura x86 costa centinaia di milioni di dollari e consuma MegaWatt di elettricità, oltre a richiedere infrastrutture specifiche per il suo raffreddamento; un singolo rack composto da 150 Raspberry Pi costa tra i 18 e i 20mila dollari e consuma circa 600 Watt. Il costo di ogni nodo è decisamente più alto di quello di un Raspberry disponibile sul mercato, in quanto ciascun di essi è configurato appositamente, in hardware e in software, per lavorare in parallelo all’interno di un supercomputer.

Stando a quanto dichiarato dalla Raspberry Pi Foundation il laboratorio di Los Alamos intende potenziare ulteriormente il suo nuovo supercomputer: l’obiettivo del prossimo anno è quello di arrivare a ben 40.000 core.

Elia Tufarolo

Fonte Immagini: 1 , 2

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Daniela Petrucci scrive:
    danielapetrucci07@gmail.com
    Ciao,Questo messaggio è rivolto a individui, poveri, aziende, aziende e tutti coloro che hanno bisogno di un prestito particolare per portare a termine i loro progetti o per far rivivere le vostre attività o altri. 2%, qualunque sia l'importo richiesto. Prestiti da 3.000 a 900.000 Il periodo di rimborso è da 1 anno a 25 anni. Si prega di essere soddisfatti in 72 ore.Mail: danielapetrucci07@gmail.comCiao,Questo messaggio è rivolto a individui, poveri, aziende, aziende e tutti coloro che hanno bisogno di un prestito particolare per portare a termine i loro progetti o per far rivivere le vostre attività o altri. 2%, qualunque sia l'importo richiesto. Prestiti da 3.000 a 900.000 Il periodo di rimborso è da 1 anno a 25 anni. Si prega di essere soddisfatti in 72 ore.Mail: danielapetrucci07@gmail.comCiao,Questo messaggio è rivolto a individui, poveri, aziende, aziende e tutti coloro che hanno bisogno di un prestito particolare per portare a termine i loro progetti o per far rivivere le vostre attività o altri. 2%, qualunque sia l'importo richiesto. Prestiti da 3.000 a 900.000 Il periodo di rimborso è da 1 anno a 25 anni. Si prega di essere soddisfatti in 72 ore.Mail: danielapetrucci07@gmail.com
  • xte scrive:
    Due motivazioni
    la prima fiscale, in USA (e non solo) beneficenza == sgravi fiscali, la seconda di opportunità: oggi certe aziende vogliono diventare il deus ex machina che governa il mondo, devono aver una faccia buona per questo.Consiglierei quando ci si vuol rilassare una serie canadese "Continuum" che racconta di un mondo del futuro governato appunto delle maggiori aziende, dalla III serie s'è un po' persa ma le prime rappresentano molto bene la società verso cui stiamo andando e le risposte, sbagliate, che può scatenare.
  • 9cc0fd8e2bb scrive:
    Notare che ...
    Notare che tutte queste tutte le grandi cifre pubblicate nell'articolo sono spalmate su un gran numero di anni. Poi se si va a fare il confronto cin il budget annuale che un'azienda di queste dimensioni spende in pubblicità si scopre che sono briciole.E' la tendenza degli ultimi anni, siccome non si può più stupire il pubblico con effetti speciali si tirano fuori i grandi numeri, poi c'è sempre la diciture in piccolo "in TOT anni"
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Notare che ...
      Hai ragione! Devono donare tutta la loro liquidità in beneficenza, guai vivere e guadagnare !
      • 53ab8561e48 scrive:
        Re: Notare che ...
        - Scritto da: Sg@bbio
        Hai ragione! Devono donare tutta la loro
        liquidità in beneficenza, guai vivere e
        guadagnare!Classico straw man argument, invece di rispondore estremizzare l'argomento proposto per poterlo criticare. Il commento in alto fa solo notare che loro donano solo gli spiccioli che sono anche meno di quello che spendono in pubblicità, non pretende che le corporations donino tutti gli utili. (Magari i 13 miliardi di Euro che il governo irlandese ha generosamente donato ad Apple scontandoli dalle tasse).
        • panda rossa scrive:
          Re: Notare che ...
          - Scritto da: 53ab8561e48
          - Scritto da: Sg@bbio

          Hai ragione! Devono donare tutta la loro

          liquidità in beneficenza, guai vivere e

          guadagnare!

          Classico straw man argument, invece di rispondore
          estremizzare l'argomento proposto per poterlo
          criticare.


          Il commento in alto fa solo notare che loro
          donano solo gli spiccioli che sono anche meno di
          quello che spendono in pubblicità,Donano fino alla massima quota deducibile dalle tasse.Non lo fanno per beneficenza. Lo fanno per ridurre l'imponibile.
          • 52fbf3e5dec scrive:
            Re: Notare che ...

            Donano fino alla massima quota deducibile dalle
            tasse.
            Non lo fanno per beneficenza. Lo fanno per
            ridurre
            l'imponibile.Altro tentativo di cambiare discorso.Il perchè o il per come richiede di indagare e cercare altre informazioni. Ma fare semplicemente attenzione al vero valore delle cifre pubblicate puo aprire immediatamente gli occhi. Visto che i fatturati e gli utili di queste multinazionali sono nell'ordine di di decine o centinaia di miliardi di dollari è facile per loro e per i giornalisti prezzolati mettere cifre a suon di milioni come se fossero lustrini. Il trucco poi di moltiplicare le cifre riportandole su più anni è la ciliegina sulla torta per il lavoro dell'imbonitore.
          • iRoby scrive:
            Re: Notare che ...
            Ma infatti giocano sulla cattiva percezione delle proporzioni da parte del pubblico.In Italia non si fa che parlare delle ruberie dei politici nostrani, e degli sperperi della P.A. ma in realtà se si va a guardare le cifre totali confrontandole con cosa ci costa realmente di più si scopre che la voce maggiore delle uscite dal paese sono i trattati europei.[img]http://www.byoblu.com/wp-content/uploads/CostiPoliticaVSCeLoChiedeLEUROPA490.jpg[/img]
          • ... scrive:
            Re: Notare che ...
            Certo, e se lo dice byoblu è sicuramente vero.Sparati.
          • panda rossa scrive:
            Re: Notare che ...
            - Scritto da: iRoby
            Ma infatti giocano sulla cattiva percezione delle
            proporzioni da parte del
            pubblico.

            In Italia non si fa che parlare delle ruberie dei
            politici nostrani, e degli sperperi della P.A. ma
            in realtà se si va a guardare le cifre totali
            confrontandole con cosa ci costa realmente di più
            si scopre che la voce maggiore delle uscite dal
            paese sono i trattati
            europei.
            Il che non giustifica che il padre di una ex ministra mai eletta sia un bancarottiere.Quindi se da una parte ci sono questi esborsi perche' "ce lo chiede l'europa", dall'altra carcere duro per i politici corrotti a prescindere da quanto poco incida la loro corruzione sul bilancio dello stato.
          • 56bff305daf scrive:
            Re: Notare che ...
            Il primo tentativo di cambiare discorso fallisce, il secondo si fa con le XXXXXXX che sono un'offesa all'intelligenza dei lettori.
    • ma neanche morto scrive:
      Re: Notare che ...
      ti sei dimenticato i rettilanei
      • ma neanche morto scrive:
        Re: Notare che ...
        - Scritto da: ma neanche morto
        ti sei dimenticato i rettilaneiho sbagliato a postare era riferito al msg di xte
  • prova123 scrive:
    Si si ... beneficienza per bontà d'animo
    L'articolo non è nuovo ma le leggi a questo riguardo non sono state cambiate ... chi l'avrebbe mai detto:http://espresso.repubblica.it/internazionale/2013/03/11/news/i-ricchi-filantropi-hanno-il-loro-tornaconto-1.51535
Chiudi i commenti