Il telefonino che ti capisce

Sony Ericsson starebbe per brevettare una tecnologia che consentirà ai cellulari di interpretare l'umore di una persona. Ma non è l'unica
Sony Ericsson starebbe per brevettare una tecnologia che consentirà ai cellulari di interpretare l'umore di una persona. Ma non è l'unica

Un brevetto richiesto all’inizio dell’anno da Sony Ericsson potrebbe dotare il gruppo nippo-svedese di una tecnologia per realizzare uno smartphone controllabile attraverso l’alterazione dell’espressione del viso cui si potrebbe associare un player musicale capace di indovinare l’umore di chi lo utilizza . E di restituire, pescando dal database del dispositivo, i brani giudicati più adatti al momento.

Un sistema del genere potrebbe funzionare sia riconoscendo lo stato d’animo individuando specifiche caratteristiche del volto sia paragonando l’immagine intera del viso a dei modelli già esistenti. Inoltre Sony Ericsson ha dichiarato che potrebbe essere utilizzata la fotocamera del dispositivo per realizzare brevi filmati utili a carpire gli stati emozionali.

Il riconoscimento delle espressioni facciali era stato già preso in considerazione per implementare misure di sicurezza invalicabili, per sorvegliare i ristoranti e come tema di studio da un laureando di San Diego.

Tuttavia il file 20090124286 presentato da Sony Ericsson, che si intitola Generating music playlist based on facial expression , ricalca per molti versi un’altra richiesta di brevetto presentata nel 2004 da tale David S. Bill. Non è dunque sicuro se il signor Bill, inventore residente a San Francisco, rimarrà in silenzio o chiederà al big della telefonia delle delucidazioni in merito.

Giorgio Pontico

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 05 2009
Link copiato negli appunti