Il tricorder open source

L'immaginario dispositivo di Star Trek ispira un palmare fai-da-te. Hardware e software con sorgenti liberi, schemi costruttivi scaricabili online

Roma – Il fantascientifico Tricorder del telefilm Star Trek continua ad ispirare dispositivi portatili, più o meno amatoriali, che elaborano diversi tipi di dati. Negli ultimi cinque anni il ricercatore canadese Peter Jansen ha lavorato su una proposta più semplice da replicare, un progetto di palmare open-source basato su sistema Linux “Debian”.

Il Tricorder in questione viene proposto in diverse configurazioni, anche se a livello prettamente estetico ricorda il fantascientifico gadget visto nella serie Star Trek: The Next-Generation , con apertura a conchiglia.

Il più sofisticato dei modelli presentati, denominato Mark 2 , utilizza due touchscreen OLED, il chip ARM 920T (180MHz) e una batteria al litio da 1000mAh. Nel più economico Mark 1 l’alimentazione è invece affidata ad un blocco di sei batterie AAA. I sensori interni possono misurare temperatura, umidità, pressione atmosferica, campi magnetici, luce ambientale, posizione geografica e distanza da una superficie.

Il dottor Jansen ha pubblicato le specifiche tecniche di tutte le sue realizzazioni, con tanto d’istruzioni per l’assemblaggio, direttamente sul suo sito . Gli schemi sono stati rilasciati sotto licenza hardware non commerciale TAPR e l’utilizzo di Linux assicura altrettanta libertà dal punto di vista software. Le spie Klingon sono avvertite.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Piuttosto...
    ...mi riempio il reader con tutti i feed dei giornali che leggo, invece che una ristretta selezione di rubriche e editoriali come ho adesso. Potrei smettere oggi di comprare il cartaceo, anche se poi mamma e suocero si lamenterebbero che non possono leggere la sera e accendere la stufa :p (100% true)
  • Surak 2.0 scrive:
    Bel gruppetto
    Il Sole 24ore= ConfindustriaL'Espresso= Debenedetti-ScalfariMondadori= BerlusconiRCS= la finanza (non le fiamme gialle)Praticamente i classici "ladri di Pisa"E questi si metterebbero insieme per non subire pressioni straniere nella distribuzione in rete?Più facile che il tutto sia messo su per risparmiare...loro.Comunque vedremo quel che faranno, ma di certo da em non vedranno un centesimo (a parte quelli estorti)
    • Gennarino B scrive:
      Re: Bel gruppetto
      Piuttosto che dare soldi a questi "gentiluomini " dó i soldi ad apple..almeno quella qualcosa di buono l'ha portato in questo mondo
  • lock3r scrive:
    Bella iniziativa
    MA a me sembra una buona iniziativa. Se compri il giornale e puoi leggerlo da tutte le piattaforme che ti interessano non è male. Che me ne importa che non lo posso copiare? O dei DRM? Il pdf va benissimo, chiunque può aprire un pdf, ci sono decine di reader gratuiti. L'unica cosa su cui sono d'accordo è la tariffa flat, non sarebbe affatto male. Anche per dire 30 euro al mese (cioé un giornale cartaceo al giorno) sarebbe unaXXXXXta. Poi si vuole pensare al risparmio di carta? Cioé anche se viene riciclata il giornale stesso diventa un rifiuto nel giro di 24 ore! Comunque bella iniziativa. Magari si smuove qualcosa! E poi almeno fai un po' di concorrenza all'app store: su edicola italiana non ci dovrà guadagnare anche apple.....
    • Sgabbio scrive:
      Re: Bella iniziativa
      - Scritto da: lock3r
      MA a me sembra una buona iniziativa. Se compri il
      giornale e puoi leggerlo da tutte le piattaforme
      che ti interessano non è male. Che me ne importa
      che non lo posso copiare? O dei DRM? Il pdf va
      benissimo, chiunque può aprire un pdf, ci sono
      decine di reader gratuiti. L'unica cosa su cui
      sono d'accordo è la tariffa flat, non sarebbe
      affatto male. Anche per dire 30 euro al mese
      (cioé un giornale cartaceo al giorno) sarebbe una
      XXXXXta. Poi si vuole pensare al risparmio di
      carta? Cioé anche se viene riciclata il giornale
      stesso diventa un rifiuto nel giro di 24 ore!
      Comunque bella iniziativa. Magari si smuove
      qualcosa! E poi almeno fai un po' di concorrenza
      all'app store: su edicola italiana non ci dovrà
      guadagnare anche
      apple.....niente copia di backup ?
  • Gennarino B scrive:
    Edicola italiana?
    Un nome una garanzia..per starne alla larga
  • Shu scrive:
    La mia previsione
    - Software dedicato per iOS e Windows Phone, e dopo qualche settimana/mese per Android. Alla faccia del multipiattaforma- Formato proprietario basato su PDF- DRM- Prezzi del 5% (al massimo) inferiori alla versione cartaceaIn pratica: fallimento annunciato.
    • sbertuccia scrive:
      Re: La mia previsione
      - Scritto da: Shu
      - Software dedicato per iOS e Windows Phone, e
      dopo qualche settimana/mese per Android. Alla
      faccia del
      multipiattaformaQuesto è sicuro!
      - Formato proprietario basato su PDFmmm, magari questo no!
      - DRMQualche dubbio?
      - Prezzi del 5% (al massimo) inferiori alla
      versione
      cartaceaforse potrebbero arrivare a 20-30%! Diciamo che il giusto sarebbe un 50-60% in meno!
      In pratica: fallimento annunciato.Tristemente d'accordo!
    • pentolino scrive:
      Re: La mia previsione
      ti dirò che se le premesse sono queste (mi sembra tutto molto plausibile) sarò ben felice che l'iniziativa fallisca!Il DRM sta impestando l'editoria, ma non mi arrendo, hanno ceduto i discografici (nemmeno apple usa più il DRM per la musica...), cederanno anche gli editori di libri e giornali!
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: La mia previsione
      contenuto non disponibile
      • enrico.querci scrive:
        Re: La mia previsione
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Ancora non hanno capito:
        IL FUTURO E' FLAT con prezzi popolari.

        Prima lo capiranno, meno fallimenti subiranno.Io non credo che il futuro debba essere solo flat.Guardiamo il mercato degli e-books, ci sono molti prodotti gratuiti (soprattutto quelli per cui i diritti d'autore sono scaduti) e altri prodotti non gratuiti.Ci vogliamo rendere conto che le case editrici non sono degli enti no-profit, come qualsiasi azienda ?Come pensate che l'azienda per cui lavorate vi paghi lo stipendio, facendo della beneficenza ?Dietro la pubblicazione di un libro, di un giornale, di un disco, ..., anche elettronici, c'è del lavoro di persone, quindi d'accordo che un libro o un giornale non devono costare cifre iperboliche, ma nemmeno essere a gratis ...Sono d'accordissimo sul fatto che il 10% in meno è ridicolo, diciamo che uno sconto accettabile non dovrebbe essere meno del 40% ?
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: La mia previsione
          contenuto non disponibile
          • Gennarino B scrive:
            Re: La mia previsione
            Non ci arrivano, é incredibile sembra di parlare coi sassi
          • enrico.querci scrive:
            Re: La mia previsione
            Forse hai capito che io lavoro per l'editoria ma non è così.Forse ho capito male io, ma cosa volevate dire, che pagando una certa cifra si possano leggere tutti i giornali ?
          • Sgabbio scrive:
            Re: La mia previsione
            - Scritto da: enrico.querci
            Forse hai capito che io lavoro per l'editoria ma
            non è
            così.

            Forse ho capito male io, ma cosa volevate dire,
            che pagando una certa cifra si possano leggere
            tutti i giornali
            ?Esattamente.
          • enrico.querci scrive:
            Re: La mia previsione
            Non la vedo semplicissima ...
          • Sgabbio scrive:
            Re: La mia previsione
            - Scritto da: enrico.querci
            Non la vedo semplicissima ...Non la vedi semplice perchè in italia hanno un modo tutto loro di vedere il "mercato"
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: La mia previsione
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Ancora non hanno capito:
        IL FUTURO E' FLAT con prezzi popolari.

        Prima lo capiranno, meno fallimenti subiranno.- Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: enrico.querci


        Io non credo che il futuro debba essere solo
        flat.

        megaupload era flatEra flat su cose dove non aveva i diritti, non puoi paragonarlo con Netflix.Anche Napster era flat. Non parlo del software p2p, ma dell'azienda che ha comprato il marchio e per una cifra irrisoria ti permetteva di scaricare tutte le tracce che volevi tra le milioni di canzoni disponibili.Il risultato? Un flop pazzesco
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: La mia previsione
          contenuto non disponibile
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: La mia previsione
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Irrilevante.
            Dimostra semplicemente che la gente vuole flat,
            legale o
            meno.
            Se il prezzo è basso, meglio legale.
            Chiaro?E Uno Qualsiasi o Panda Rossa dove li metti?

            Ovvio.
            *A DIFFERENZA DEI FILM* lo streaming musicale ha
            senso solo in determinate circostanza, perché le
            canzoni che si amano si vogliono ascoltare
            centinaia di volte ed in ogni luogo/momento,
            anche dove non c'è connessione oppure è troppo
            costosa.


            Non capire queste banalità (e tu hai appena
            dimostrato di essere uno dei tanti che) porta al
            fallimento.Quale parte di *SCARICARE* non hai capito?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La mia previsione
            contenuto non disponibile
        • Gennarino B scrive:
          Re: La mia previsione
          Hey vecchio rottame mai sentito di spotify? Prova a cercarlo su Google e dimmi se quello é un flop
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: La mia previsione
            - Scritto da: Gennarino B
            Hey vecchio rottame mai sentito di spotify? Prova
            a cercarlo su Google e dimmi se quello é un
            flopCapisci la differenza tra Streaming e scaricare?
          • Gennarino B scrive:
            Re: La mia previsione
            Centra un razzo ti metti a cavillare perché stai all'angoloIl flat é un sucXXXXXLe tue preistoriche convinzioni sono un flop pazzesco
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: La mia previsione
            - Scritto da: Gennarino B
            Centra un razzo ti metti a cavillare perché stai
            all'angoloCerto certo ;)
        • Freedom scrive:
          Re: La mia previsione

          Era flat su cose dove non aveva i diritti, nonMa chi se ne frega!Era flat, guadagnava. Il modello va bene. Emulatelo e smettete di frignare.
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: La mia previsione
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Ancora non hanno capito:
        IL FUTURO E' FLAT con prezzi popolari.

        Prima lo capiranno, meno fallimenti subiranno.Io sarei più propenso alla formula "micro-pagamenti", ma anche un abbonamento flat non sarebbe da scartare, purchè ovviamente ad un prezzo ragionevole!
Chiudi i commenti