Il Wii Fit porta all'homo tecnologicus

Fa bene al corpo. Aiuta nelle riabilitazioni motorie. Fioriscono i giochi pronti a sfruttare la Balance Board. Con qualche sorpresa piccante e qualche video virale. L'ossessione è rettangolare e ci si agita sopra

Roma – Tenersi in forma senza staccarsi neppure un momento dall’ universo geek . Questo promette la Wii Balance Board , che assieme ai software appositamente studiati spopola online tra gli appassionati. La novità è che ora riceve anche il plauso dei medici e dei fisioterapisti, che vedono nello strumento ludico un mezzo per rimettere in pista chiunque: atleti compresi.

“Stiamo studiando il modo di integrare Wii Fit nelle sale di allenamento come strumento per la riabilitazione post-operatoria per ginocchia e caviglie” racconta la professoressa Sue Stanley-Green , del Florida Southern College . Secondo l’accademica, lo strumento ideato dalla Nintendo ha “buone potenzialità” in questo settore, e può senz’altro costituire uno spunto motivazionale per i pazienti.

I giochi che si concentrano sulla parte bassa del corpo, come quelli che utilizzano ad esempio la Balance Board, secondo Stanley-Green possono aiutare appunto i pazienti che hanno subito un infortunio o un intervento in quella zona. Ma anche i giochi più “tradizionali”, come il tennis contenuto nel pacchetto Wii Sport, possono essere utili: giocando lentamente e senza esagerare, possono aiutare a rimettere in moto i legamenti delle articolazioni superiori, anche dopo aver subito danni che hanno richiesto la via chirurgica.

Il divertimento, insomma, può aiutare tutti (grandi e piccini, sottolinea la studiosa) a rimettersi in forma : un’attività ripetitiva può fiaccare l’ardore dei pazienti e degli atleti, mentre un’attività varia, con degli obiettivi chiari e alla portata di tutti, costituisce uno stimolo irresistibile per chiunque. Senza dimenticarsi, conclude Stanley-Green, che chi gioca troppo può sempre andare incontro a qualche problema , e che l’attività all’aperto resta sempre meglio di qualsiasi videogioco. Pur se salutare.

In rete comunque, è già partita la gara a chi usa di più e meglio la pedana di Nintendo. I blogger sono entusiasti dei risultati ottenuti grazie alla Balance Board, che gli consente di perdere chili ma soprattutto di ricominciare a prendersi cura del proprio corpo: “Ho avuto una tessera della palestra per anni e non l’ho usata negli ultimi 3: Wii Fit è molto più coinvolgente di qualsiasi palestra, e comprarlo costa meno di un mese di abbonamento” scrive Daniel, che confessa un passato da atleta professionista che si è lasciato andare davanti al computer, e che ora annuncia al mondo che sta tornando in forma grazie al videogame.

Sulla scia di Daniel, molti altri blogger si sono lanciati in una dieta a base di Wii Fit e un po’ più di attenzione a quel che si mangia. Un movimento che ha attirato l’attenzione dell’industria videoludica, che si sta attrezzando per fare fronte alla domanda.

Nel frattempo, comunque, quella della Balance Board è una vera e propria moda : la cyber-playmate dell’anno Jo Garcia dispensa pillole di video-training su Playboy.com , ma non mancano video amatoriali che stanno facendo il giro della rete sotto forma di contenuto virale. Creando problemi agli omonimi dei protagonisti e regalando agli interpreti i consueti quindici minuti di celebrità .

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Paolino scrive:
    Ecco la class action italiana
    La class action in salsa italiana, approvata grazie ad un errore (in Senato passò con un solo voto di scarto, quello del senatore di Fi Roberto Antonione che sbagliò pulsante), non ha nulla a che vedere con quella americana. E che la causa, una volta ammessa, non produce una sentenza esecutiva perché stabilisce un danno ma non lo quantifica.Non lo dico io, ma Repubblica di oggi.In pratica era una schifezza di legge che non porta a nulla di concreto.Averla così equivale a non averla, dato che stabilire il danno senza quantificarlo equivale al mancato risarcimento. Vinta la causa se ne dovrebbe poi fare un'altra per quantificare il danno. Una cazzata che solo un errore di Roberto Antonione e di tutto il PD poteva creare.
  • privacy prima di tutto scrive:
    leggi urgenti
    abolire le intercettazionicancellare i processi del pdcsalvare rete4abolire la class actionsi! l'Italia ha proprio bisogno di questo!!!!!!!
  • luigi azzariti scrive:
    ma quale class action
    La class action alla amatriciana è una presa per il culo.Le associazioni dei consumatori - che altro non sono che i nuovi sindacati della sinistra che dalla difesa della classe operaia è passata alla "difesa??" dei consumatori - si sono fatti belli belli la loro leggina che - a loro dire - dovrebbe tutelare i deboli.Non è altro, invece, che uno strumento per affermare il loro potere politico e per fare soldi alle spalle dei diritti dei consumatori.Si dovrebbe capire che una class action non ancorata ad una condanna punitiva come è previsto negli States, e esercitabile solamente attraverso alcune categorie di "operatori", e non da qualsiasi avvocato, perde ogni forza e ragione.
    • Paolino scrive:
      Re: ma quale class action
      - Scritto da: luigi azzariti
      La class action alla amatriciana è una presa per
      il
      culo.Bastava farne una decente, invece di cancellare tutto.Aspetteremo la nuova class action come la cordata per alitalia...pazienza :DDopotutto se la Marcegaglia si rallegra della cancellazione, e' evidente che le faccia comodo... Non penso proprio si preoccupi dei consumatori :D
      • luigi azzariti scrive:
        Re: ma quale class action
        Ma davvero pensi che alle associazioni dei consumatori stiano a cuore i diritti dei consumatori? Dietro alla battaglia ideologica si nascondono sempre gli stessi interessi : potere politico e soldi.Varrebbe la pena di chiedere a Renzi e soci che fine abbiamo fatto tutte quelle sbandierate cause contro enti, società e multinazionali , magari finite con transazioni pagate fior di soldoni ...che fine hanno fatto quei soldi, sono finite nelle tasche dei consumatori????
  • Franco scrive:
    Questa notizia
    meriterebbe la prima posizione negli articoli di domani.Non tanto il sondaggio,quando il voler rimandare l'entrata in vigore della class action.Facciamo vedere a tutti cos'è realmente questo Governo!!!
    • Sgabbio PDL scrive:
      Re: Questa notizia

      meriterebbe la prima posizione negli articoli di
      domani.
      Non tanto il sondaggio,quando il voler rimandare
      l'entrata in vigore della class
      action.
      Facciamo vedere a tutti cos'è realmente questo
      Governo!!!L'unico motivo per cui tolgono questa class action è perché fa c@g@re.Con tutto il rispetto, non ha nulla a che vedere con la class action americana: è una presa per i fondelli all'italiana, messa come un articolo in una legge finanziaria dove non c'entrava assolutamente un c@zz0.Chiarito questo e chiarita la totale inutilità della Class Action "all'italiana", l'intenzione del governo è di eliminare questo ennesimo fallimento e sostituirlo con una Class Action vera, con una sua legge e le sue regole.
      • Joliet Jake scrive:
        Re: Questa notizia
        Si si.E gli asini volano, i soldi crescono sugli alberi e Berlusconi è onesto e altissimo...(ghost)
      • leo scrive:
        Re: Questa notizia
        - Scritto da: Sgabbio PDL

        meriterebbe la prima posizione negli articoli di

        domani.

        Non tanto il sondaggio,quando il voler rimandare

        l'entrata in vigore della class
        Con tutto il rispetto, non ha nulla a che vedere
        con la class action americana: è una presa per i
        Chiarito questo e chiarita la totale inutilità
        della Class Action "all'italiana", l'intenzione
        del governo è di eliminare ...
        ... e sostituirlo con una Class Action verasara' stampa di sinistra e comunista che non riporta la notizia intera, ma io leggo solo che volgiono RINVIARE la class action. sostituirla? nuova legge? dove? quando? fatti non Pu9nette! se e' una pu9nett@ allora la modifichi e non la rinvii. dicci tu dove trovare la nuova proposta
      • Paolino scrive:
        Re: Questa notizia
        - Scritto da: Sgabbio PDL[cut]
        Chiarito questo e chiarita la totale inutilità
        della Class Action "all'italiana", l'intenzione
        del governo è di eliminare questo ennesimo
        fallimento e sostituirlo con una Class Action
        vera, con una sua legge e le sue
        regole.Si,si... mi ricorda la cordata di Alitalia :DAspettiamo la Class Action vera... per sempre... come la cordata che si e' smaterializzata :D
Chiudi i commenti