Il Wii Fit porta all'homo tecnologicus

Fa bene al corpo. Aiuta nelle riabilitazioni motorie. Fioriscono i giochi pronti a sfruttare la Balance Board. Con qualche sorpresa piccante e qualche video virale. L'ossessione è rettangolare e ci si agita sopra
Fa bene al corpo. Aiuta nelle riabilitazioni motorie. Fioriscono i giochi pronti a sfruttare la Balance Board. Con qualche sorpresa piccante e qualche video virale. L'ossessione è rettangolare e ci si agita sopra

Tenersi in forma senza staccarsi neppure un momento dall’ universo geek . Questo promette la Wii Balance Board , che assieme ai software appositamente studiati spopola online tra gli appassionati. La novità è che ora riceve anche il plauso dei medici e dei fisioterapisti, che vedono nello strumento ludico un mezzo per rimettere in pista chiunque: atleti compresi.

“Stiamo studiando il modo di integrare Wii Fit nelle sale di allenamento come strumento per la riabilitazione post-operatoria per ginocchia e caviglie” racconta la professoressa Sue Stanley-Green , del Florida Southern College . Secondo l’accademica, lo strumento ideato dalla Nintendo ha “buone potenzialità” in questo settore, e può senz’altro costituire uno spunto motivazionale per i pazienti.

I giochi che si concentrano sulla parte bassa del corpo, come quelli che utilizzano ad esempio la Balance Board, secondo Stanley-Green possono aiutare appunto i pazienti che hanno subito un infortunio o un intervento in quella zona. Ma anche i giochi più “tradizionali”, come il tennis contenuto nel pacchetto Wii Sport, possono essere utili: giocando lentamente e senza esagerare, possono aiutare a rimettere in moto i legamenti delle articolazioni superiori, anche dopo aver subito danni che hanno richiesto la via chirurgica.

Il divertimento, insomma, può aiutare tutti (grandi e piccini, sottolinea la studiosa) a rimettersi in forma : un’attività ripetitiva può fiaccare l’ardore dei pazienti e degli atleti, mentre un’attività varia, con degli obiettivi chiari e alla portata di tutti, costituisce uno stimolo irresistibile per chiunque. Senza dimenticarsi, conclude Stanley-Green, che chi gioca troppo può sempre andare incontro a qualche problema , e che l’attività all’aperto resta sempre meglio di qualsiasi videogioco. Pur se salutare.

In rete comunque, è già partita la gara a chi usa di più e meglio la pedana di Nintendo. I blogger sono entusiasti dei risultati ottenuti grazie alla Balance Board, che gli consente di perdere chili ma soprattutto di ricominciare a prendersi cura del proprio corpo: “Ho avuto una tessera della palestra per anni e non l’ho usata negli ultimi 3: Wii Fit è molto più coinvolgente di qualsiasi palestra, e comprarlo costa meno di un mese di abbonamento” scrive Daniel, che confessa un passato da atleta professionista che si è lasciato andare davanti al computer, e che ora annuncia al mondo che sta tornando in forma grazie al videogame.

Sulla scia di Daniel, molti altri blogger si sono lanciati in una dieta a base di Wii Fit e un po’ più di attenzione a quel che si mangia. Un movimento che ha attirato l’attenzione dell’industria videoludica, che si sta attrezzando per fare fronte alla domanda.

Nel frattempo, comunque, quella della Balance Board è una vera e propria moda : la cyber-playmate dell’anno Jo Garcia dispensa pillole di video-training su Playboy.com , ma non mancano video amatoriali che stanno facendo il giro della rete sotto forma di contenuto virale. Creando problemi agli omonimi dei protagonisti e regalando agli interpreti i consueti quindici minuti di celebrità .

Luca Annunziata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 06 2008
Link copiato negli appunti