IMDb, Amazon contro l'attrice non più giovane

I legali del retailer statunitense respingono le accuse mosse dalla misteriosa star texana. Le policy di IMDb prevederebbero l'archiviazione dei dati personali. La donna vorrebbe censurare il web per motivi frivoli

Roma – Un’azione legale priva di qualsiasi fondamento, nata con l’intento di manipolare il sistema giudiziario statunitense . Questo il parere dei legali del colosso Amazon, recentemente intervenuti in aula per rispedire al mittente le veementi accuse mosse contro il servizio IMDb Pro.

La società di Jeff Bezos era finita nel mirino di una misteriosa attrice del Texas, che aveva sguinzagliato i suoi avvocati contro il celebre archivio cinematografico a stelle e strisce. IMDb avrebbe rovinato la carriera della star di origini asiatiche, con la pubblicazione online della sua data di nascita .

Amazon era stata così accusata di aver trattato in maniera indebita i dati personali della donna, registratasi nel 2008 al servizio per professionisti IMDb Pro . 40 anni, l’attrice avrebbe trovato enormi difficoltà nel prosieguo della sua carriera, perché reputata troppo anziana per certi ruoli.

I legali del retailer statunitense hanno ora sottolineato come le sue richieste – 1 milione di dollari di multa e un risarcimento pari a 75mila dollari – siano del tutto fuori luogo. Il giudice dovrebbe respingere un caso “frivolo”, un autentico abuso delle risorse messe a disposizione dal sistema giudiziario nazionale.

Sempre secondo gli avvocati di Amazon, l’attrice texana vorrebbe ottenere una censura sul web per scopi personali. Le stesse policy di IMDb Pro prevederebbero esplicitamente l’archiviazione di alcuni dati personali appartenenti agli iscritti . Anche attraverso le informazioni relative alle carte di credito delle più o meno giovani star di celluloide.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • GiosueCardu cci scrive:
    Maruccia avevano mica Windows per caso ?
    "non lascia presagire granché di buono per il futuro dei sistemi informatici perennemente connessi"Mah, dipende. Tanto per dire: se ci metti una macchina Linux, perennemente connessa, mi sembra parecchio piu' sicura eh. Ma non poco: PARECCHIO piu' sicura.Non lo vogliamo dire che avevano Windows ? Vabe'.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Maruccia avevano mica Windows per caso ?
      - Scritto da: GiosueCardu cci
      "non lascia presagire granché di buono per il
      futuro dei sistemi informatici perennemente
      connessi"

      Mah, dipende. Tanto per dire: se ci metti una
      macchina Linux, perennemente connessa, mi sembra
      parecchio piu' sicura eh. Ma non poco: PARECCHIO
      piu'
      sicura.
      Non lo vogliamo dire che avevano Windows ? Vabe'.Avevano windows anche su kernel.org?
      • GiosueCardu cci scrive:
        Re: Maruccia avevano mica Windows per caso ?
        - Scritto da: nome e cognome
        Avevano windows anche su kernel.org?E infatti non ho scritto "totalmente" sicuro, ma "parecchio".Due volte.Di cui una in maiuscolo bello grosso.Ti capisco, sarai cosi' stanco a tappare i bachi di Windows che non riesci a leggere bene. :D
        • nome e cognome scrive:
          Re: Maruccia avevano mica Windows per caso ?
          - Scritto da: GiosueCardu cci
          - Scritto da: nome e cognome

          Avevano windows anche su kernel.org?
          E infatti non ho scritto "totalmente" sicuro, ma
          "parecchio".
          Due volte.
          Di cui una in maiuscolo bello grosso.

          Ti capisco, sarai cosi' stanco a tappare i bachi
          di Windows che non riesci a leggere bene.
          :DAh giusto, "parecchio" sicuro in maiuscolo e bello grosso vuol dire che gli ultimi più grossi trapanamenti non sono stati ai danni di siti con kernel linux ...
          • panda rossa scrive:
            Re: Maruccia avevano mica Windows per caso ?
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: GiosueCardu cci

            - Scritto da: nome e cognome


            Avevano windows anche su kernel.org?

            E infatti non ho scritto "totalmente"
            sicuro,
            ma

            "parecchio".

            Due volte.

            Di cui una in maiuscolo bello grosso.



            Ti capisco, sarai cosi' stanco a tappare i
            bachi

            di Windows che non riesci a leggere bene.

            :D

            Ah giusto, "parecchio" sicuro in maiuscolo e
            bello grosso vuol dire che gli ultimi più grossi
            trapanamenti non sono stati ai danni di siti con
            kernel linux
            ...Sei patetico.Windows fa schifo!A prescindere da qualunque fud.
  • panda rossa scrive:
    Windows su sistemi perennemente connessi
    Solo un emerito idiota puo' pensare di mettere windows su un sistema perennemente connesso.Questi sono i risultati.Windows deve girare solo in una virtual machine linux-hosted, dentro una sandbox, e dietro ad un firewall linux-based, e ancora non basta!
    • GiosueCardu cci scrive:
      Re: Windows su sistemi perennemente connessi
      - Scritto da: panda rossa
      Solo un emerito idiota puo' pensare di mettere
      windows su un sistema perennemente
      connesso.

      Questi sono i risultati.Cacchio lo abbiamo scritto contemporaneamente :DPerennemente ? Io Windows non lo connetto ad internet neanche per un minuto, punto e basta.
      Windows deve girare solo in una virtual machine
      linux-hosted, dentro una sandbox, e dietro ad un
      firewall linux-based, e ancora non
      basta!No, non basta.Deve girare su una macchina scollegata fisicamente da internet, che si usa solo per i videogiochi.
      • krane scrive:
        Re: Windows su sistemi perennemente connessi
        - Scritto da: GiosueCardu cci
        Deve girare su una macchina scollegata
        fisicamente da internet, che si usa solo
        per i videogiochi.Quotissimo, l'unico uso che si puo' fare con quel giocattolo di SO.(giusto stamani sto litigando con 7)
        • gnammolo scrive:
          Re: Windows su sistemi perennemente connessi
          scoppia il mondo appena attacchi la presa LAN a una macchina win!
        • Rover scrive:
          Re: Windows su sistemi perennemente connessi
          Tu pensa che appena l'ho conensso in rete con win 7, il PC è esploso e mi si è incendiato il case, e ho dovuto spegnere il tutto con l'estintore a polvere! un vero macello.....
      • sbrotfl scrive:
        Re: Windows su sistemi perennemente connessi
        - Scritto da: GiosueCardu cci
        - Scritto da: panda rossa

        Solo un emerito idiota puo' pensare di mettere

        windows su un sistema perennemente

        connesso.



        Questi sono i risultati.
        Cacchio lo abbiamo scritto contemporaneamente :D
        Perennemente ? Io Windows non lo connetto ad
        internet neanche per un minuto, punto e
        basta.



        Windows deve girare solo in una virtual machine

        linux-hosted, dentro una sandbox, e dietro ad un

        firewall linux-based, e ancora non

        basta!
        No, non basta.
        Deve girare su una macchina scollegata
        fisicamente da internet, che si usa solo per i
        videogiochi.E per i giochi online? D:
        • krane scrive:
          Re: Windows su sistemi perennemente connessi
          - Scritto da: sbrotfl
          - Scritto da: GiosueCardu cci

          - Scritto da: panda rossa


          Solo un emerito idiota puo' pensare di
          mettere


          windows su un sistema perennemente


          connesso.





          Questi sono i risultati.

          Cacchio lo abbiamo scritto
          contemporaneamente
          :D

          Perennemente ? Io Windows non lo connetto ad

          internet neanche per un minuto, punto e

          basta.






          Windows deve girare solo in una virtual
          machine


          linux-hosted, dentro una sandbox, e
          dietro ad
          un


          firewall linux-based, e ancora non


          basta!

          No, non basta.

          Deve girare su una macchina scollegata

          fisicamente da internet, che si usa solo per
          i

          videogiochi.

          E per i giochi online? D:I giochi online non esistono (rotfl)(rotfl) Al limite in LAN scollegata da internet.
    • Fiber scrive:
      Re: Windows su sistemi perennemente connessi
      - Scritto da: panda rossa
      Solo un emerito idiota puo' pensare di mettere
      windows su un sistema perennemente
      connesso.

      Questi sono i risultati.

      Windows deve girare solo in una virtual machine
      linux-hosted, dentro una sandbox, e dietro ad un
      firewall linux-based, e ancora non
      basta!adesso dicci come mai al Mondo NON ci sono 1,6 miliardi Pc con Windows e connessi in rete tutti con del software malware a bordose come blateri il problema fosse Windows a prescindere tutti i circa 1,6 miliardi di pc Wintel al mondo dovrebbero essere impestati invece no , quelli sempre impestati sono circa un 2-3%spiega a tutti come mai se una cosa sarebbe fallata di natura , falla solo per un 2-3% di utenza mondiale e non al 100% della stessa .. sii veloce ad inventare altre solite XXXXXXte ..non pensarci troppo (rotfl)..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 novembre 2011 18.01-----------------------------------------------------------
      • panda rossa scrive:
        Re: Windows su sistemi perennemente connessi
        - Scritto da: Fiber

        adesso dicci come mai al Mondo NON ci sono 1,6
        miliardi Pc con Windows e connessi in rete
        tutti con del software malware a
        bordoCerto che ci sono.Vuoi le prove?Prova a guardare nella cartella SPAM del tuo client di posta e chiediti che sistema operativo gira sulle macchine che hanno inviato quella roba.
        • Fiber scrive:
          Re: Windows su sistemi perennemente connessi
          - Scritto da: panda rossa
          Certo che ci sono.
          Vuoi le prove?
          Prova a guardare nella cartella SPAM del tuo
          client di posta e chiediti che sistema operativo
          gira sulle macchine che hanno inviato quella
          roba.cosa c'entra lo spam con un software malevolo installato sul sistema?e' come se mi paragonassi il phishing Os indipendente ad un software malevolo che come ripeto ancora NON tocca il 97% di quei circa 1,6 miliardi di pc Wintel ..software malevolo che nei meandri della rete si puo' far installare in 100 modi diversi torna al prossimo giro .. a questo la solita balla non ti e' uscita bene :D
          • Rover scrive:
            Re: Windows su sistemi perennemente connessi
            io trovo che tra spam e trolol ci sia una certa assonanza.....
      • Funz scrive:
        Re: Windows su sistemi perennemente connessi
        Sono tutti impestati di virus, solo che ancora non lo sapete! :p
    • nome e cognome scrive:
      Re: Windows su sistemi perennemente connessi

      Windows deve girare solo in una virtual machine
      linux-hosted, dentro una sandbox, e dietro ad un
      firewall linux-based, e ancora non
      basta!Che linux non basti è noto...
      • krane scrive:
        Re: Windows su sistemi perennemente connessi
        - Scritto da: nome e cognome

        Windows deve girare solo in una

        virtual machine linux-hosted, dentro

        una sandbox, e dietro ad un firewall

        linux-based, e ancora non basta!
        Che linux non basti è noto...BSD e passa la paura.
Chiudi i commenti