Immuni: i numeri di download, notifiche e positivi

Compare sul sito ufficiale di Immuni una dashboard con i numeri ufficiali relativi a download, notifiche e positivi forniti dal Ministero.
Compare sul sito ufficiale di Immuni una dashboard con i numeri ufficiali relativi a download, notifiche e positivi forniti dal Ministero.
Guarda 19 foto Guarda 19 foto

I download di Immuni sono fermi a meno di 6,7 milioni, più precisamente 6.679.118 come si apprende dalla dashboard pubblicata sul sito ufficiale del progetto nella nuova sezione Numeri. L’informazione è aggiornata a giovedì 1 ottobre sulla base dei dati forniti dal Ministero della Salute. Occorre fare di più come chiesto tra gli altri dall’OMS.

Immuni a quota 6,7 milioni di download: non basta

Salgono invece a 5.329 le notifiche inviate agli utenti che hanno installato l’app da un totale pari a 338 positivi. Ciò significa che ognuno di coloro che stanno partecipando all’iniziativa di contact tracing, dopo essere venuto a contatto con il virus e aver contratto la malattia, ha trasmesso mediamente 15-16 notifiche sugli smartphone altrui.

I numeri ufficiali di Immuni

Il grafico qui sotto focalizza l’attenzione sull’andamento dei download di Immuni, pressoché lineare nella settimana che va dal 25 settembre all’1 ottobre. Occorre spingere su questo fronte, passando anzitutto da una campagna di informazione e comunicazione in grado di coinvolgere tutti gli organi di stampa. A chiederlo è stato anche Giuseppe Conte in un suo intervento dei giorni scorsi.

 

L'andamento nel numero di download di Immuni

Con la stagione autunnale che inizia ormai a far sentire la propria morsa su gran parte del paese e il ritorno a scuola che ha inevitabilmente moltiplicato le occasioni di contatto, il tracciamento dei contatti può svolgere un ruolo di fondamentale importanza per scongiurare il rischio di quella seconda ondata che una parte della comunità scientifica afferma essere alle porte.

Tornando alla dashboard di Immuni, è certamente positivo poter far riferimento a una sola fonte per comprendere l’evoluzione del progetto. Ci auguriamo sia il primo passo verso un livello di trasparenza ancora più profondo, fino alla possibilità di consultare statistiche dettagliate sulle singole regioni, sulle tipologie di dispositivi impiegati e così via. È bene precisare che il volume di download specificato dal Ministero non tiene conto di chi ha installato l’applicazione più volte né di chi in seguito al setup la mantiene disattiva (ad esempio spegnendo GPS o Bluetooth).

Fonte: Immuni
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti