Incidente di percorso per un drone di Facebook

Un drone Aquila, con cui Facebook vuol portare connettività in luoghi remoti, si è schiantato al suolo durante un volo di prova. Ma il test tutto sommato sembra riuscito

Roma – Problemi di sicurezza per i droni di Facebook per la connettività. Uno degli apparecchi chiamati Aquila , si è schiantato al suolo durante un volo di test vicino a Yuma, Arizona. I precedenti voli dello stesso apparecchio erano avvenuti nel mese di luglio. Secondo l’azienda in tale occasione l’apparecchio avrebbe subito un indebolimento strutturale, all’origine del recente incidente. Lo schianto è avvenuto in fase di atterraggio secondo quanto riportato dalla National Transportation Safety Board senza danni a persone. L’utilizzo dei droni rientra nel progetto con cui Facebook intende portare connettività internet in aree remote del pianeta.

droni

L’azienda di Zuckerberg ha preferito sorvolare sull’incidente avvenuto a fine missione , incidente che non avrebbe impattato negativamente sul risultato dei test. “Siamo felici che il primo test di volo sia andato bene e siamo stati in grado di verificare le performance di diversi componenti inclusi l’aerodinamica, batterie, sistemi di controllo e training dell’equipaggio, senza alcun risultato inaspettato” si legge in una nota stampa.

I droni di Facebook, con un’apertura alare superiore a quella di un Boeing 737 (43 metri) e un peso di poco superiore ai 400 Kg, sono progettati per poter funzionare ad energia solare . In questo modo viene garantita la capacità di rimanere in aria per molto tempo e percorrere se necessario anche lunghi tragitti. I dispositivi volano ad un’altitudine superiore ai 18mila metri e da lassù potranno comunicare con tecnologia laser 10 volte più veloce rispetto alle tecnologie attualmente sul mercato.

Il poter superare le infrastrutture di terra è il vero vantaggio del progetto di connettività proposto anche da altri player. A progetti simili è da sempre interessata ad esempio anche Google (ricordate i palloni aerostatici del Project Loon ?) che alla pari di Facebook ha sperimentato qualche problema tecnico con droni e affini. L’1 maggio 2015 il dispositivo Solara 50 è stato distrutto nel Nuovo Messico per alcuni problemi di controllo mentre volava in un’area di corrente ascensionale.

Oltre alla sicurezza dei dispositivi, un altro nodo da sciogliere è politico. Se alcuni Paesi come l’ Indonesia si sono dimostrati collaborativi e interessati al progetto, diverso è per altri. Un caso di ostracismo ad esempio è rappresentato dall’India che, oltre ad avere espresso dubbi rispetto alle iniziative di Facebook dedicate alla connettività, non sembra interessata a “regalare” il suo cielo ai droni del social network.

Mirko Zago

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ftt7bn scrive:
    Tempismo
    Si sono svegliati un po' tardi. Le eleziononi sono passate e intervenire adesso servirà solo ad aumentare le polemiche, la tensione e a dividere ancora più nettamente gli elettori. Divide et impera.I nostri mezzi di comunicazione sanno gestire molto meglio i tempi. Appena cala la borsa compaiono subito i titoli drammatici: a picco la borsa, tutta colpa del referendum.
    • ftt7bn scrive:
      Re: Tempismo
      P.S. Ho provato a pubblicare un commento sul fatto quotidiano, ma mi hanno censurato.Nel frattempo la propaganda dei giornali andrà avanti e continueranno ad incolpare il no al referendum per i cali di borsa.Vi ricordate che è sucXXXXX pure prima dell'elezione di Trump? Le borse calano e tutti i giornali dicono che la colpa era di alcuni sondaggi in cui Trump era passato in testa. Poi Trump vince e le borse festeggiano, ma come? Non avevano paura di Trump?
      • ftt7bn scrive:
        Re: Tempismo
        Ho riprovato a pubblicare sul fatto, ma oggi anche loro fanno censura dura e pura.
        • Hop scrive:
          Re: Tempismo
          - Scritto da: ftt7bn
          Ho riprovato a pubblicare sul fatto, ma oggi
          anche loro fanno censura dura e
          pura.perché non vai a pubblicarle sulla tazza del XXXXX?
  • panda rossa scrive:
    Establishment al lavoro!
    Ecco a voi un aperitivo di quello che ci aspetta se le'establishment riuscira' a realizzare i suoi brogli anche qui da noi.Nonostante il voto, questi non se ne vogliono andare!Non vogliono mollare la sala dei bottoni in america, non vorranno mollare la sala dei bottoni qua in italia.Non sara' sufficiente il 50%+1 dei NO per mandar via questa gentaglia.Bisognera' raggiungere almeno il 70%.Fate votare NO, e augurate diarrea fulminante a tutti i piddini renziani il giorno del referendum.Difendiamo la costituzione! Difendiamo la liberta'!
    • Verzasoft scrive:
      Re: Establishment al lavoro!
      Sinceramente, hai rotto.Tu e tutti quelli che spammano, in generale, per qualunque motivo.Tu e tutti quelli che vedono nel voto al referendum un mezzo per mandare a casa l'attuale governo e non un voto per quello che è.
      • panda rossa scrive:
        Re: Establishment al lavoro!
        - Scritto da: Verzasoft
        Sinceramente, hai rotto.
        Tu e tutti quelli che spammano, in generale, per
        qualunque
        motivo.
        Tu e tutti quelli che vedono nel voto al
        referendum un mezzo per mandare a casa l'attuale
        governo e non un voto per quello che
        è.Sento puzza di piddino.Sei stato tu?
  • trunzi scrive:
    psicopatici e immaturi: chi vincera?
    "c'è il rischio di leggere motivazioni politiche dietro la sospensione".Ma no!?E' una lotta fra psicopatici, senza esclusione di colpi, un po' come quella italiana, dove a perdere, in un caso o nell'altro, saranno le persone.E i politici che se la ridono, alla faccia degli immaturi che tifano come bambini per il si o per il no, senza vedere la mano nascosta che intanto stringe altre mani e fa ben altro.
    • Il fuddaro scrive:
      Re: psicopatici e immaturi: chi vincera?
      - Scritto da: trunzi
      "c'è il rischio di leggere motivazioni politiche
      dietro la
      sospensione".
      Ma no!?
      E' una lotta fra psicopatici, senza esclusione di
      colpi, un po' come quella italiana, dove a
      perdere, in un caso o nell'altro, saranno le
      persone.

      E i politici che se la ridono, alla faccia degli
      immaturi che tifano come bambini per il si o per
      il no, senza vedere la mano nascosta che intanto
      stringe altre mani e fa ben
      altro.Fidati, se così non fosse non saremmo itaglioti! Hem italiani. :)
Chiudi i commenti