Indonesia, manette per il porno-parlamentare?

Il deputato Arifinto rischia fino a tre anni di prigione per aver guardato in Parlamento un filmato pornografico su iPad. Dimessosi per il bene del partito, il parlamentare rischia una pena stabilita da una legge dai lui stesso adottata

Roma – “Sono un essere umano. Commetto degli errori, come chiunque altro. Ho detto questo alla gente e al partito. Hanno capito”. Così ha parlato il parlamentare indonesiano Arifinto, recentemente intervenuto a commentare la sua fuoriuscita dal Partai Keadilan Sejahtera (PKS), partito di matrice islamica guidato da Luthfi Hasan Ishaaq.

Le sue dimissioni sono giunte inevitabili, dopo che lo stesso parlamentare era stato immortalato da un fotografo in attività forse troppo pruriginose. Un’immagine che aveva mostrato al mondo un deputato intento a visionare un filmato pornografico sul tablet di Apple iPad .

Alla foto ha fatto seguito il caos , con Arifinto inizialmente arroccato sulla difensiva: il parlamentare indonesiano avrebbe semplicemente cliccato su un link ricevuto a mezzo posta elettronica . Altre fotografie scattate in Parlamento hanno però mostrato una cartella aperta sul tablet di Arifinto, da cui proverrebbe il filmato incriminato.

Una vera e propria grana per il deputato indonesiano, che ora rischia fino a tre anni di carcere per detenzione di materiale pornografico . Ironia della sorte, Arifinto potrebbe essere incriminato secondo i dettami di una legge da lui stesso adottata . La stessa legge che ha condannato – sempre a tre anni di prigione – la rockstar locale Nazril Ariel.

Ariel era infatti stato protagonista di un piccante video che aveva sconvolto l’Indonesia, girato a livello amatoriale dalla rockstar insieme a due altrettanto popolari modelle e conduttrici televisive. Il video era finito subito in Rete, attirando il fuoco incrociato delle autorità di Giacarta.

Arifinto ha ora presentato le sue dimissioni, sottolineando come nessuno lo abbia costretto. La decisione sarebbe stata presa per il bene supremo del partito. Il parlamentare rischierà dunque fino a tre anni di carcere, a meno che non si riesca a dimostrare che la visione sia stata accidentale, frutto di un link troppo piccante.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Apple FAIL
    Come prevedibile, gli abbonamenti in-app non se li ca*a nessuno a parte questi qui di Bloomberg, che non si capisce bene perché siano disposti a sottostare alle condizioni capestro di Apple...Prevedo un glande sucXXXXX :p
  • MeX scrive:
    PI epic fail...
    "Per giunta l'abbonamento all'app è gratuito per chi sottoscrive quello cartaceo: possibilità che sembrava invece esclusa da quanto prescritto nelle nuove regole di Apple."ma come??? troppo presi dalla trollagine e dagli articoli flame di Maruccia non avevate nemmeno capito come fossero le regole????Apple aveva detto chiaramente che fintanto che c'è un'offerta in iTunes l'editore può offrire la fruizione della rivista su iPad grauitamente... l'importante è che l'offerta di abbonamento su iTunes abbia prezzo uguale o inferiore a quello cartaceo.Svegliatevi!
    • FinalCut scrive:
      Re: PI epic fail...
      - Scritto da: MeX
      Apple aveva detto chiaramente che fintanto che
      c'è un'offerta in iTunes l'editore può offrire la
      fruizione della rivista su iPad grauitamente...
      l'importante è che l'offerta di abbonamento su
      iTunes abbia prezzo uguale o inferiore a quello
      cartaceo.?? ti sei spiegato male ... perché non l'ho capito nemmeno io....(apple)(linux)
      • MeX scrive:
        Re: PI epic fail...
        se offri una fruizione sotto forma di abbonamento e la vuoi offrire gratuitamente a chi ha sottoscritto l'abbonamento carteceo, sei libero di farlo, fintanto che esista un'opzione di abbonamento con inApp purchase in iTunes il cui prezzo deve essere uguale o inferiore all'offerta di abbonamento cartacea.Meglio? :DCom'è Final Cut X ?
  • Talking Head scrive:
    Non colgo...
    ... in che senso sarebbe conveniente. Costa praticamente quanto l'abbonamento fisico.I numeri costano 4.99? Certo, ma l'abbonamento sconta l'85%. https://w1.buysub.com/pubs/BW/BWK/1110_BB_Landing_US.jsp?cds_page_id=91450&cds_mag_code=BWK&id=1302693031715&lsid=11030610317037210&vid=1&cds_response_key=I1101HI03Per un totale di 40$ per un anno. Contro i 36$ l'anno dell'abbonamento iPad. Ah, dimenticavo: l'abbonamento fisico regala anche l'abbonamento per iPad.Non vedo come questo "sconto" sia un passo avanti per ridistribuire agli utenti un po' del dividendo digitale. Sull'abbonamento, le riviste non guadagnano, i costi di stampa sono intorno al totale. Viene fatto per le pubblicità, per fidelizzare, etc etc.Se prima producevo a 40 e vendevo a 40, e ora i costi vanno a 0, o a quanto chiede l'Apple su 0, non vedo come vendere a 36 sia un importante sconto.Forse è miopia mia.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Non colgo...


      Se prima producevo a 40 e vendevo a 40, e ora i

      costi vanno a 0,

      I costi vanno a zero? E con quale magia?Spesa per la carta: zeroSpesa per il trasporto: zeroe così via.
      • pietro scrive:
        Re: Non colgo...
        - Scritto da: uno qualsiasi


        Se prima producevo a 40 e vendevo a 40, e ora
        i


        costi vanno a 0,



        I costi vanno a zero? E con quale magia?

        Spesa per la carta: zero
        Spesa per il trasporto: zero

        e così via.si mai costi maggiori sono per il personale di redazione e utili per gli azionisti e quelli rimangono tutti
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Non colgo...


          e così via.

          si mai costi maggiori sono per il personale di
          redazione e utili per gli azionisti e quelli
          rimangono
          tuttiE si azzereranno, visto che, che gli piaccia o no, il giornale è duplicabile a costo zero.
Chiudi i commenti