Ingenuity completa anche il settimo volo marziano

Ingenuity completa anche il settimo volo marziano

Ingenuity ha completato con successo anche il settimo volo su Marte, toccando la superficie del pianeta rosso in una zona inesplorata.
Ingenuity ha completato con successo anche il settimo volo su Marte, toccando la superficie del pianeta rosso in una zona inesplorata.

La NASA ha comunicato che il settimo volo marziano di Ingenuity è stato completato con successo. Stavolta l'agenzia spaziale statunitense non ha fornito molti dettagli, ma tutto è andato secondo i piani. Non si è quindi ripetuto il problema riscontrato con il volo precedente. Rimanendo in tema spazio, la NASA ha pubblicato le prime due immagini di Ganimede scattate dalla sonda Juno.

Ingenuity stupisce ancora

Il piccolo drone doveva essere abbandonato dopo cinque test di volo ma, in seguito al successo delle missioni, Ingenuity è stato promosso, passando dalla fase dimostrativa a quella operativa. L'obiettivo originario era verificare la possibilità di volare su Marte. A partire dal sesto volo, l'elicottero viene invece utilizzato come supporto al rover Perseverance. Il suo compito è quello di effettuare sopralluoghi aerei delle zone da esplorare.

Il settimo volo è avvenuto domenica 6 giugno. Come anticipato, i primi dati sono arrivati oggi. Ingenuity ha percorso circa 106 metri in direzione sud, volando per 62,8 secondi. Per la seconda volta l'elicottero ha toccato il suolo marziano in un luogo ignoto (non individuato nei precedenti voli). Le immagini della base di arrivo sono state inviate dalla fotocamera HiRISE del Mars Reconnaissance Orbiter. Nel tweet si vede lo scatto effettuato dalla fotocamera in bianco e nero posizionata sotto l'elicottero.

Nello spazio ci sono altre navicelle della NASA, tra cui Juno, una sonda lanciata nel 2011 per studiare Giove. Ieri le fotocamere a bordo della sonda hanno scattate due spettacolari immagini di Ganimede, la luna più grande di Giove nonché dell'intero sistema solare e l'unico satellite naturale con un campo magnetico.

Ganimede

La foto, scattata da una distanza di 1.038 Km, mostra la superficie ghiacciata e gli enormi crateri di Ganimede.

Fonte: NASA JPL
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 06 2021
Link copiato negli appunti