Intel accelera sui chip a 64 bit

Dopo il flop del primo Itanium, il big di Santa Clara non si perde d'animo e, sulla scia del discreto successo capitalizzato da Itanium 2, si appresta a immettere sul mercato una nuova generazione di CPU a 64 bit. Ecco quali


Santa Clara (USA) – Dopo la profonda crisi attraversata dal mercato dei semiconduttori, Intel sembra sentire odore di ripresa. Il gigante californiano ha infatti deciso di modificare il suo piano dei rilasci e accelerare l’introduzione sul mercato dei suoi futuri modelli di processore a 64 bit.

Secondo la nuova roadmap, Intel anticiperà il rilascio di Madison, il successore degli attuali Itanium 2 McKinley , a questa estate, facendo seguire a breve il debutto di Deerfield, un Itanium 2 a basso consumo progettato per i sistemi a rack e i server blade.

Il nuovo chip a 64 bit sarà simile al suo predecessore, McKinley, ma grazie ad un processo di produzione più avanzato sarà in grado di integrare, su di una superficie di 374 mm quadrati, circa mezzo miliardo di transistor, di cui buona parte saranno dedicati alla generosa cache da 6 MB, tre volte più grande di quella che equipaggia l’attuale generazione di Itanium. Il consumo di elettricità di questo monster-chip toccherà i 130 watt, richiedendo particolari accorgimenti per la dissipazione del calore.

Nell’aggiornata tabellina di marcia di Intel è spuntato anche un nuovo chip: una versione di Madison con ben 9 MB di cache di terzo livello che vedrà la luce durante il 2004.

Nel 2005 sarà poi la volta di Montecito, il primo processore della famiglia Itanium a contenere due unità di calcolo in un singolo pezzo di silicio. Questa tecnica, che rende le soluzioni dual-processor più economiche delle attuali, viene già impiegata da tempo da IBM per i suoi chip Power4 e verrà adottata anche da Sun a partire dagli UltraSparc IV .

Montecito, che secondo i piani iniziali sarebbe dovuto uscire durante il 2004, era stato originariamente progettato come processore a singolo core. A differenza di Madison, Madison II e Deerfield, tutti costruiti con un processo di fabbricazione a 130 nanometri (0,13 micron), Montecito adotterà una tecnologia a 90 nanometri. L’attuale generazione di Itanium, McKinley, conserva invece ancora circuiti da 180 nanometri.

A dimostrazione di come McKinley sia riuscito a guadagnare molto più interesse, sul mercato, rispetto a Merced (la prima generazione di Itanium), Intel sembra decisa a mantenere il nome Itanium 2 anche per la sua prossima generazione di chip, da Madison a Montecito.

Secondo alcune fonti non confermate, Intel avrebbe poi in cantiere un nuovo processore Xeon, chiamato in codice Potomac, che nel giro di un anno o due potrebbe succedere all’attuale famiglia di Xeon Galatin. La nuova CPU trarrebbe vantaggio dal processo produttivo a 90 nanometri e da una cache di proporzioni maggiorate.

Le stesse fonti sostengono poi che Potomac potrebbe addirittura essere il primo processore marchiato Intel ad integrare un’architettura ibrida a 32 e 64 bit, una caratteristica che lo renderebbe molto simile all’ Opteron di AMD. Questa mossa, se venisse confermata, potrebbe giustificarsi con il discreto interesse che l’Opteron, ancor prima di debuttare sul mercato, ha già saputo conquistarsi nell’industria: questo chip, secondo AMD, consente infatti di beneficiare dei vantaggi apportati dalle piattaforme a 64 bit senza rinunciare alle vecchie applicazioni a 32 bit.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Quale distro vincerà sul Desktop ?
    Secondo voi quale distribuzione sarà la più popolare sul Desktop nel giro di 1 anno ?http://www.linuxdesktop.itLinux sul tuo desktop !
    • Anonimo scrive:
      Re: Quale distro vincerà sul Desktop ?
      Red Hat perchè la più completa e lungimirante grazie all'idea mi mandare in edicola una rivista propria con distribuzione e aggiornamenti
  • Anonimo scrive:
    QUANTI PROBLEMI...
    Premetto che sono un linuxaro.Non me ne frega nulla di mandrake, meglio se fallisce!Vi rendete conto che mandrake e la stessa red hat vogliono rimpiazzare microsoft anche nel modo di fare affari?Devono vendere servizi!!!! non i cd.Per cui basta queste manie di protagonismo x cui in redhat il configuratore di X si chiama redhat-xfree-config anzichè XF86Config come è logico che sia chiamato!Boicottiamo RedHat, Mandrake, SuSe e United Linux!Il vero Linux è Slackware o Debian!!!Conquistiamo il mondo, ma facciamolo con stille, ok?
    • Anonimo scrive:
      Re: QUANTI PROBLEMI...
      il problema è che debian e slackware sono ancora al giurassico
      • Anonimo scrive:
        Re: QUANTI PROBLEMI...
        - Scritto da: Anonimo
        il problema è che debian e slackware sono
        ancora al giurassicoSempre bello parlare di cose delle quali non si sa un emerito cazzo, vero ?
        • Anonimo scrive:
          Re: QUANTI PROBLEMI...
          Il tuo sillogismo non tiene.L'informatica agli informatici vero?Ok. Ricordamenlo quando arrivi al pronto soccorso...La medicina ai medici.Che discorsi di merda (e mi becco la X)Allora a che mi serve la Mandrake sul mio PC e un'altra Mandrake su quello di mia moglie?Quando uno/a si fa il mazzo a casa non si vuole votare le scatole per configurare a manina il PC o per impazzire dietro le schermate blu.Vuole un sistema stabile e con qualche cazzatina per ruzzare ok?Come ti sentiresti tu sei io ti prescrivessi i farmaci solo se li conosci alla perfezione: indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali, interazioni e così via?A me piace Mandrake e me la tengo (sono anni che la compro).E se fallisce passo a SuSe, RedHat o Lycoris.O mi vuoi propro far tornare a Windows.
          • Anonymous scrive:
            Re: QUANTI PROBLEMI...
            - Scritto da: ittita
            Il tuo sillogismo non tiene.
            L'informatica agli informatici vero?Si.Se tu vai al pronto soccorso esigi che a curarti sia un vero dottore o no?Che poi ci siano tanti appasionati di informatica o che il computer sia uno strumento che puo' essere anche alla portata di tutti e' un altro discorso, perche' loro _non_ sono informatici.Debian: secondo me fino a prima della versione 3.0 era paleolitica, ottima per i server ma con pacchetti troppo vecchi per un desktop.Ora e' al passo con i tempi ed e' una signora distribuzione.Slackware: paleolitica?? e' l'unica distribuzione contenuta in un solo cd, riuscendo a farci stare tutto il kde, gnome, varie applicazioni e tutto quello che serve per installare un server. E i pacchetti sono sempre aggiornati all'ultima versione, quindi dire che e' giurassica e' una cazzata.Mancano i tool? ti installi kde3 e il sistema lo amministri da li'.Anonymous
          • Anonimo scrive:
            Re: QUANTI PROBLEMI...
            Non hai letto tutto il mio messaggio...
      • KerNivore scrive:
        Re: QUANTI PROBLEMI...
        - Scritto da: Anonimo
        il problema è che debian e slackware sono
        ancora al giurassicoDebian giurassico ?ROTFL !Il giorno che le altre distribuzioni avranno un sistema di pachettizzazione, un gruppo di manutentori/sviluppatori cosi' affiatato e competente, e un numero di pacchetti pari a quello di debian fammi un fischio.
  • Anonimo scrive:
    quanti errori mandrake..
    non puoi far uscire 1 distro e iniziare a venderla 3 mesi dopo averla distribuita gratis su internet!! specialmente se fai uscire una distro nuova ogni 6 mesi!!così perdi un sacco di clienti..consiglio: rallenta un attimo, e sincronizza la distribuzione gratuita su internet con la disponibilità fisica del prodotto da vendere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...

    Tutti i linuxiani non saranno d'accordo ma
    di recente tutte le ditribuzioni linux hanno
    iniziato a farsi PAGARE, e non poco...Sei sicuro tutte? A me non pare che la debian si paghi. Potresti anche dirmi che la debian è molto difficile da usare, io so che non è vero ma non ho intenzione di convincerti, sarebbe una inutile perdita di tempo.
    Strano però che ancora non ho incontrato
    nessuno che abbia solo il kernel installato
    ed usi il suo PC in tal modo! Eppure l'OS è
    quello! (Questo è quello che dite sempre
    voi) :DDDDD Oppure vi serve un browser per
    Internet, un app per navigare il file
    system, e magari anche una calcolatrice!
    ehehheheh
    Scusa ma il browser, la calcolatrice, il desktop, la suite da ufficio, ce le ha anche la freebsd, la debian, la slackware. Strano ma vero, sono gratisse e GPL pure quelle!
  • Anonimo scrive:
    ssslaaaaackwarrrrrrrrrrrrrrrre!!!!!!!!!!
    ssslaaaaackwarrrrrrrrrrrrrrrre!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Come Suse e OpenBSD
    Niente più iso in giro......Se vuoi i cd li compri.Sorgenti ok, installazioni da rete ok. Ma i cd fisici li compri. Almeno così riesci ad avere un minimo di introito.Giulio
    • spino scrive:
      Re: Come Suse e OpenBSD
      - Scritto da: Anonimo

      Niente più iso in giro......
      Se vuoi i cd li compri.
      Sorgenti ok, installazioni da rete ok. Ma i
      cd fisici li compri. Almeno così riesci ad
      avere un minimo di introito.

      GiulioSacrosanto, direi...Open sì, fessi , no! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Come Suse e OpenBSD
        - Scritto da: spino
        - Scritto da: Anonimo



        Niente più iso in giro......

        Se vuoi i cd li compri.

        Sorgenti ok, installazioni da rete ok. Ma
        i

        cd fisici li compri. Almeno così riesci ad

        avere un minimo di introito.



        Giulio

        Sacrosanto, direi...Open sì, fessi , no! :)Quindi quelli che tengono insieme l'infrastruttura debian (che qualunque cosa se ne voglia dire, ha una efficienza e un insieme di funzionalità da fantascienza per un lavoro volontario) sono tutti fessi?
        • spino scrive:
          Re: Come Suse e OpenBSD
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: spino

          - Scritto da: Anonimo





          Niente più iso in giro......


          Se vuoi i cd li compri.


          Sorgenti ok, installazioni da rete ok.
          Ma

          i


          cd fisici li compri. Almeno così
          riesci ad


          avere un minimo di introito.





          Giulio



          Sacrosanto, direi...Open sì, fessi , no!
          :)

          Quindi quelli che tengono insieme
          l'infrastruttura debian (che qualunque cosa
          se ne voglia dire, ha una efficienza e un
          insieme di funzionalità da fantascienza per
          un lavoro volontario) sono tutti fessi?Economicamente e commercialmente parlado, direi proprio di sì...o hanno un fatturato maggiore di redHat, che è una delle poche in attivo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Come Suse e OpenBSD
      - Scritto da: Anonimo

      Niente più iso in giro......
      Se vuoi i cd li compri.
      Sorgenti ok, installazioni da rete ok. Ma i
      cd fisici li compri. Almeno così riesci ad
      avere un minimo di introito.

      GiulioMa debian e slackware sono composti da persone stupide? E freebsd? Mo' non mi dire che pensi che la debian si usi in console e che kde3 c'è solo per mandrake e redhat :)))
  • Anonimo scrive:
    Mdk è francese, Mdk è la migliore!
    Tutti i utilizzatori di Mandrake sperano fortemente che tutte le compagnie di Linux dispariranno.Grazie a questo, Mandrake, la meilleure distro qui jamais, diverrà la compagnia la più forte su il mercato di Linux.Noi speriamo che SuSE, la distro allemand stupide, Redhat, la distro faite par les Américains stupides, ed altre saranno in bancarotta.In un prossimo futuro, Mandrake avrà il monopolio et boutera le cul Microsoft et chaque logiciel américain stupide!VOUS NE VOULEZ PAS DE NOS ROQUEFORT ET NOTRE VIN, MANDRAKE VA VOUS MONTRER CE QU'EST LA QUALITE FRANCAISE: VIVE MANDRAKE, VIVE LA FRANCE !
    • Anonimo scrive:
      Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!
      Ci mancavano pure i troll stranieri!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!
      ma che dici? mdk sarebbe la miugliore solo perche' francese? mi spiace mandare in frantumi la tua bella bolla di sapone ma mdk a parte l'essere user frinedly per il superutonto non ha nulla
    • Anonimo scrive:
      Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!
      i francesi?? ahahahahahaha ma se ancora ve dovete ripiglia da tutte le sveglie che v'ha dato cesare, c'avete talmente tanti complessi che avete dovuto fare un fumetto (asterix) ove stravolgendo la storia eravate voi a vincere ahahahahahaha
      • Anonimo scrive:
        Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!
        m'hai fatto taglia' grande!- Scritto da: Anonimo
        i francesi?? ahahahahahaha ma se ancora ve
        dovete ripiglia da tutte le sveglie che v'ha
        dato cesare, c'avete talmente tanti
        complessi che avete dovuto fare un fumetto
        (asterix) ove stravolgendo la storia eravate
        voi a vincere ahahahahahaha
    • Anonimo scrive:
      Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!
      - Scritto da: Anonimo.....
      VOUS NE VOULEZ PAS DE NOS ROQUEFORT ET NOTRE
      VIN, MANDRAKE VA VOUS MONTRER CE QU'EST LA
      QUALITE FRANCAISE: VIVE MANDRAKE, VIVE LA
      FRANCE !Bah... la Mandrake per un principiante non è male, ma è una distribuzione un po' raffazzonata che cerca di copiare Windows invece di puntare alla qualità e alla stabilità....Lo scopo principale è di facilitare il passaggio da Windows a distribuzioni più serie. Diciamo che fra Lindows è Mandrake io preferisco Mandrake... Ma da quì a dire che Mandrake sia il massimo di Linux.... è lunga... moooolto lunga....Bisogna ammettere però che i troll ignoranti esistono anche nel mondo Linux....
      • Anonimo scrive:
        Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo
        .....

        VOUS NE VOULEZ PAS DE NOS ROQUEFORT ET
        NOTRE

        VIN, MANDRAKE VA VOUS MONTRER CE QU'EST LA

        QUALITE FRANCAISE: VIVE MANDRAKE, VIVE LA

        FRANCE !

        Bah... la Mandrake per un principiante non è
        male, ma è una distribuzione un po'
        raffazzonata che cerca di copiare Windows
        invece di puntare alla qualità e alla
        stabilità....

        Lo scopo principale è di facilitare il
        passaggio da Windows a distribuzioni più
        serie. Diciamo che fra Lindows è Mandrake io
        preferisco Mandrake... Ma da quì a dire che
        Mandrake sia il
        massimo di Linux.... è lunga... moooolto
        lunga....

        Bisogna ammettere però che i troll ignoranti
        esistono anche nel mondo Linux....


        Ma non siete normali!
        • Anonimo scrive:
          Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo

          .....


          VOUS NE VOULEZ PAS DE NOS ROQUEFORT ET

          NOTRE


          VIN, MANDRAKE VA VOUS MONTRER CE
          QU'EST LA


          QUALITE FRANCAISE: VIVE MANDRAKE, VIVE
          LA


          FRANCE !



          Bah... la Mandrake per un principiante
          non è

          male, ma è una distribuzione un po'

          raffazzonata che cerca di copiare Windows

          invece di puntare alla qualità e alla

          stabilità....



          Lo scopo principale è di facilitare il

          passaggio da Windows a distribuzioni più

          serie. Diciamo che fra Lindows è Mandrake
          io

          preferisco Mandrake... Ma da quì a dire
          che

          Mandrake sia il

          massimo di Linux.... è lunga... moooolto

          lunga....



          Bisogna ammettere però che i troll
          ignoranti

          esistono anche nel mondo Linux....







          Ma non siete normali!E quale sarebbe la normalità ?Tu ?LOL !!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!


            Ma non siete normali!


            E quale sarebbe la normalità ?
            Non rispondere a trollate addirittura nazionalistiche... ma secondo te diceva sul serio quello? Secondo te è veramente francese? La normalità sarebbe lasciar perdere....
          • Anonimo scrive:
            Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!
            LOL,lo è sconcertante, eh? sono proprio de coccio..prendila così: è divertente sapere che c'è gente che prende tutto sul serio.guardate che quella era solo una presa per i fondelli ai francesi in generale.. le difficoltà di mandrake sono solo una scusa, non c'entrano un cacchio!! :-))
        • Anonimo scrive:
          Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo

          .....


          VOUS NE VOULEZ PAS DE NOS ROQUEFORT ET

          NOTRE


          VIN, MANDRAKE VA VOUS MONTRER CE
          QU'EST LA


          QUALITE FRANCAISE: VIVE MANDRAKE, VIVE
          LA


          FRANCE !



          Bah... la Mandrake per un principiante
          non è

          male, ma è una distribuzione un po'

          raffazzonata che cerca di copiare Windows

          invece di puntare alla qualità e alla

          stabilità....



          Lo scopo principale è di facilitare il

          passaggio da Windows a distribuzioni più

          serie. Diciamo che fra Lindows è Mandrake
          io

          preferisco Mandrake... Ma da quì a dire
          che

          Mandrake sia il

          massimo di Linux.... è lunga... moooolto

          lunga....



          Bisogna ammettere però che i troll
          ignoranti

          esistono anche nel mondo Linux....







          Ma non siete normali!Francamente il post sembra fatto con babelfish... ridicolo. Inoltrela distribuzione Mandrake Linux non e' francese (casomai lo e' MandrakeSoft) visto che ci collaborano francesi, spagnoli, statunitensi, canadeis, italiani, etc.Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mdk è francese, Mdk è la migliore!
        - Scritto da: Anonimo

        Bisogna ammettere però che i troll ignoranti
        esistono anche nel mondo Linux....Hai appena scoperto una verità assoluta antropologica: non esiste setta, parrocchia, sistema operativo, congrega, disciplina, partito, gruppuscolo, religione, scuola di pensiero o corporazione a cui basta aderire per diventare (o rivelarsi) intelligenti e sapienti. O, per converso, il cui entusiastico supporto dimostri automaticamente, eo ipso, intelligenza e competenza in chi lo sostiene. Ancora, non esiste insieme (sensu latu) di persone, spontaneo e non regolato, che includa esclusivamente superdotati intellettuali - o persone sopra uno standard intellettuale minimo vagamente decente. Vale perfino per la MENS-A... L'eccellenza assoluta di qualsiasi cosa funziona solo fino ad un massimo empirico di dieci persone, non scalabile... da lì in su, corruptio optimi pessima.
    • Anonimo scrive:
      Ma...
      ...va da via ul cù!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Perchè mandrake è morta.
    Mandrake è morta perchè di tutti questi sostenitori di linux o dell'open che bazzicano nei forum e altrove, POCHISSIMI hanno fatto arrivare qualche dollaro a questa società.Quindi prendetevela con i reali responsabili, ovvero gli scrocconi-linuxari (l'accusa è rivolta non a tutti, ma a quelli che scroccano senza contribuire).
    • Tasslehoff scrive:
      Re: Perchè mandrake è morta.
      - Scritto da: Anonimo
      Quindi prendetevela con i reali
      responsabili, ovvero gli scrocconi-linuxari
      (l'accusa è rivolta non a tutti, ma a quelli
      che scroccano senza contribuire).beh, personalmente questa tua "analisi" mi pare quantomeno un tantino superficiale...Io utilizzo quotidianamente sia Linux che Win, no tranquilli, non ho mai usato Linux come OS primario o come OS da workstation, il che imho è irrealistico. Linux è l'OS per i server, fategli fare qualsiasi cosa in questo ambito, web, ftp, dbms, as, e non vi deluderà per flessibilità e facilità (ma soprattutto logicità) nella soluzione di ogni imprevisto (che cmq ci sono sempre con qualsiasi OS, solo che con win non ci sono soluzioni...).E' logico che un'azienda come Mandrake che opera su linux proponendolo come alternativa lato client finisca male, che vi aspettavate???E' la dimostrazione che linux non è ancora pronto per fare anche questo, ma non perchè sia un os inaffidabile e inutilizzabile, anzi, sappiamo tutti (tranne i troll che non lo ammetteranno mai per principio...) che è più affidabile e performante di tutti i win messi insieme. Il problema nasce dalle distribuzioni, finchè non sarà proposto al pubblico un OS unitario e compatto, linux come client sarà sempre un sogno...Ne è la dimostrazione il fatto che a differenza di Mandrake, chi ha puntato su linux come OS x server stia andando a gonfie vele, vedi Red Hat...
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè mandrake è morta.

        messi insieme. Il problema nasce dalle
        distribuzioni, finchè non sarà proposto al
        pubblico un OS unitario e compatto, linux
        come client sarà sempre un sogno...Questo non può avvenire per il principio stessosu cui si basa linux, l'essere open.
        Ne è la dimostrazione il fatto che a
        differenza di Mandrake, chi ha puntato su
        linux come OS x server stia andando a gonfie
        vele, vedi Red Hat...RedHat non sta andando affatto a gonfie vele,è una delle poche in attivo, ma è un attivo veramente misero per una azienda.
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè mandrake è morta.
          - Scritto da: Anonimo


          messi insieme. Il problema nasce dalle

          distribuzioni, finchè non sarà proposto al

          pubblico un OS unitario e compatto, linux

          come client sarà sempre un sogno...

          Questo non può avvenire per il principio
          stesso
          su cui si basa linux, l'essere open.


          Ne è la dimostrazione il fatto che a

          differenza di Mandrake, chi ha puntato su

          linux come OS x server stia andando a
          gonfie

          vele, vedi Red Hat...
          RedHat non sta andando affatto a gonfie vele,
          è una delle poche in attivo, ma è un attivo
          veramente
          misero per una azienda.Giusto un link:http://punto-informatico.it/p.asp?i=42593A dimostrare che sul mercato Linux non tutto va storto c'è Red Hat, il più grande distributore del sistema operativo free: proprio pochi giorni fa l'azienda dal cappello rosso ha infatti registrato per la prima volta dei profitti che, seppur modesti (poco più di 300mila dollari), sono accompagnati da un incoraggiante incremento delle entrate, pari al 14%.Per la prima volta in attivo con poco + di 300000 dollari, ovvero briciole per una azienda già di dimensioni medio-basse.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perchè mandrake è morta.
            Io non capisco il problema... il problema non sussiste!1) Se non compro la versione commerciale di Mandrake non sono uno scroccone... in quanto è nel pieno spirito open-source che la distribuzione non sia pagata!Infatti tu dovresti pagare servizi quli assistenza e menualistica, ma se uno reputa di essere in grado di usare la distro comunque non vedo perchè deve x forza pagare.2) RedHat sta fatturando incassi... Mandrake ok sta fallendo... ma detto francamente anche se mabdrake fallisce cosa cambia?Può anche fallire Red Hat... o anche SuSE... tanto ci sono sempre milioni di distro non commerciali o comunque meno rivolte agli incassi (Debian, Slackware) e spesso migliori delle altre...
          • Anonimo scrive:
            Re: Perchè mandrake è morta.
            Dato che "Gratis" non rende, finche sarà possibile scaricare le distribuzioni ci saranno società che chiuderanno.... chi seguira Mandrake quando non riuscirà più a reggere il gioco?
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè mandrake è morta.
      - Scritto da: Anonimo

      Mandrake è morta perchè di tutti questi
      sostenitori di linux o dell'open che
      bazzicano nei forum e altrove, POCHISSIMI
      hanno fatto arrivare qualche dollaro a
      questa società.
      Quindi prendetevela con i reali
      responsabili, ovvero gli scrocconi-linuxari
      (l'accusa è rivolta non a tutti, ma a quelli
      che scroccano senza contribuire).Dura quanto si vuole, ma è la verità.Pur avendo i CD delle riviste, io ho acquistatotutti i powerpack a partire dalla 8.0(ed uso anche e soprattutto RedHat).Sono gli stolti fautori dell'equazione "Linux=gratis ad ogni costo"ad aver affossato Mandrake.Prospero
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè mandrake è morta.
      - Scritto da: Anonimo

      Mandrake è morta perchè di tutti questi
      sostenitori di linux o dell'open che
      bazzicano nei forum e altrove, POCHISSIMI
      hanno fatto arrivare qualche dollaro a
      questa società.E perchè avrei dovuto? Io uso debian e mi ci trovo bene!
      Quindi prendetevela con i reali
      responsabili, ovvero gli scrocconi-linuxariPerchè scrocconi? La GPL non parla di compensi. Già riportare i bug e aiutare i nuovi utenti nei forum e nelle mailing list (creando gratuitamente una rete di assistenza veramente ben fatta) è collaborare, e comunque nessun autore di free software si aspetta soldi o collaborazioni. Se no non lo farebbe free.
      (l'accusa è rivolta non a tutti, ma a quelli
      che scroccano senza contribuire).Ma che dici? Quindi per il kernel, per gcc, per emacs, per mozilla, per kde, gnome e openoffice, dovrei dare i soldi a mandrake?Non mi pare un ragionamento che fila il tuo. Casomai un ragionamento da fan delle case software che usa GNU perchè ci si trova meglio.
    • sbabbaro scrive:
      Re: Perchè mandrake è morta.
      mandrake è in difficoltà perché fa un errore molto grave: fa una nuova distro ogni 6 mesi, però rende disponibili a tutti gratuitamente e senza nessuna limitazione la sua ultimissima versione quando ancora non è in grado di inscatolarla e di venderla, per cui la gente che sarebbe disposta a comprarla, ad un certo punto rimanda l'acquisto alla versione successiva... insomma, così perdono un sacco di clienti.- Scritto da: Anonimo

      Mandrake è morta perchè di tutti questi
      sostenitori di linux o dell'open che
      bazzicano nei forum e altrove, POCHISSIMI
      hanno fatto arrivare qualche dollaro a
      questa società.
      Quindi prendetevela con i reali
      responsabili, ovvero gli scrocconi-linuxari
      (l'accusa è rivolta non a tutti, ma a quelli
      che scroccano senza contribuire).
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè mandrake è morta.
      Mandrake non é in amministrazione controllata solo perché distribuisce gnu/linux gratuitamente, lo é sopratutto (se leggete anche il loro candido comunicato dove lo ammettono francamente) per la gestione da "yuppies" in cui si é trovata qualche anno fa, in piena bolla speculativa sulle "start-up" e sulla "new economy". Ovvero quello che é successo a un triliardo di aziendine "tecnologiche" che dovevano sfornare milioni di dollari e hanno solo sfornato miliardi di debiti.Detto ciò, non c'e' da rallegrarsi se Mandrake chiude bottega. E' una perdita secca per la comunità OpenSource e secondo me non sarebbe male cercare di darle una mano visto il buon lavoro che hanno fatto.In ogni caso la morte di società che distribuiscono liberamente (sotto licenza GNU) software non é mai lavoro perduto, per il semplice motivo che quello di buono che hanno realizzato potrà essere fatto sopravvivere da altri. E' la differenza fondamentale con le tecnologie proprietarie dove morto il proprietario muore la tecnologia.Speriamo non muoia Mandrake, domani faccio comprare alla ditta la sua distribuzione più cara.Saluti a tuttiMacLinux
  • Anonimo scrive:
    MANDRAKE SOPRAVVIVERA'
    Nonostante i lupi che l' assediano e gli "scrocconi" di tutte le risme.Tornerà risanata e più forte di prima avendo imparato dai propri errori.
    • Anonimo scrive:
      Re: MANDRAKE SOPRAVVIVERA'
      - Scritto da: Anonimo
      Nonostante i lupi che l' assediano e gli
      "scrocconi" di tutte le risme.I lupi sono i creditori e gli scrocconi i clienti ...Che il modello di business sia sbagliato.....
    • Anonimo scrive:
      Re: MANDRAKE SOPRAVVIVERA'

      Nonostante i lupi che l' assediano e gli
      "scrocconi" di tutte le risme.
      Tornerà risanata e più forte di prima avendo
      imparato dai propri errori.quanto l'hai pagata la tua copia di mandrake?e l'abbonamento al mandrake club?scommeto che gli hai anche fatto una donazione affinche' continuasse a vviere...
  • Anonimo scrive:
    la palese inaffidabilità delle societa o
    penche dire e sotto gli occhi di tutti, altro che i soliti urli dei maghi strapagati dell'open con i dischi in testa, per realizzare grossi progetti open c'è bisogno anche del programmatur e questo va pagato e non certo con pezzi di licenza gnuciao babbioni dell'open
    • Anonimo scrive:
      Re: la palese inaffidabilità delle socie
      http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=307091
      • Anonimo scrive:
        Re: la palese inaffidabilità delle socie

        http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?midti ho scoperto.. sei zapcmq, l'eccezione conferma la regola, non la confuta!
    • Anonimo scrive:
      Re: la palese inaffidabilità delle socie
      - Scritto da: Anonimo
      penCazzate. Tutte le aziende che hanno chiuso sono "closed".
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...
    che bella cosa la grammatica, a saperla però...
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...
    - Scritto da: Anonimo
    Ahh per chi decidesse di mandarmi a quel
    paese! sarete tanti, vi consiglio di pensare
    al fatto che le diverse distribuzioni di
    linux non sono neanche piu compatibili tra
    loro e che vi fate anceh battaglia tra di
    voi!!! Che gran bella cosa LINUX!!!!!!!! Vero, meglio essere un organismo mononeurone come te che ragiona con la testa di gates, suppongo.
  • Akiro scrive:
    il problema è...
    Che Bill Gates è troppo forte e per questo le distro fanno i passi più lunghi della gamba...io ho scaricato da poko la Mandrake 9.0 e se veramente merita son disposto pure a pagare...Purtroppo la Microsoft ha già un marchio potente, è appunto con quello che vendono.Speriamo in una fusione tra le varie distribuzioni... unendo gli sforzi magari...
    • Anonimo scrive:
      Re: il problema è...

      Speriamo in una fusione tra le varie
      distribuzioni... unendo gli sforzi magari...Già!Così falliscono tutte in un colpo solo.
  • Anonimo scrive:
    Non è fallita
    Vi faccio presente che Mandrake non è ancora fallita, e che a Parigi ci credono ancora, e in molti, così come ci credono i suoi utenti.Fate un salto presso il Mandrake Club e ve ne renderete conto.Leggete i comunicati di sviluppo verso il futuro e sentirete l'ottimismo trasparire da quei comunicati.E ricordate che è giusto sostenere qualcosa in cui si crede.A coloro che sostengono che Linux è SOLO free consiglio di usare SOLO debian o slack, e di formattare la loro suse (installata via FTP) o RedHat, perchè quelli non sono dei volontari, ma imprenditori, e come tali pretendono di guadagnare con il loro lavoro.Come alla Mandrake.Saluti.
    • Ekleptical scrive:
      Re: Non è fallita

      Vi faccio presente che Mandrake non è ancora
      fallita, e che a Parigi ci credono ancora, e
      in molti, così come ci credono i suoi
      utenti.Un conto è la fantasia e la speranza, un conto la realtà!Il passo intrapreso è l'inizio della strada che porta al fallimento.Se riescono a trovare qualcuno che li finanzi buon per loro, altrimenti la fine è inevitabile!Anche perchè è una cosa endemica e ricorrente! Ogni sei mesi chiedono aiuto agli utenti! Prima o poi doveva succedere. Se i soldi non entrano mica si può andare avanti all'infinito...
      • enzogupi scrive:
        Re: Non è fallita

        ...altrimenti la fine è inevitabile!Beh, la fine della società, ma non della distribuzione che,essendo GPL, troverà sicuramente qualche communityche ne proseguirà lo sviluppo... e chissà, magari unaMandrake totalmente free (come debian) potrebbe essereanche meglio.In ogni caso per un user advanced la debian va benissimo.
        Anche perchè è una cosa endemica e
        ricorrente! Ogni sei mesi chiedono aiuto
        agli utenti! Prima o poi doveva succedere.
        Se i soldi non entrano mica si può andare
        avanti all'infinito...Secondo me MandrakeSoft (la società) dovrebbecalcare di più sulle entrate OEM, cioè sul vendere(con qualche accordo con produttori di HW) dei pccon Mandrake preinstallato. Già viene fatto da alcuniproduttori (Walmart). Forse quelle sono entrate più sicure.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non è fallita

          produttori (Walmart). Forse quelle sono
          entrate più sicure.Wallmart e' una catena di supermercati, non un produttore di PC
          • Anonimo scrive:
            Re: Non è fallita
            - Scritto da: Anonimo

            produttori (Walmart). Forse quelle sono

            entrate più sicure.

            Wallmart e' una catena di supermercati, non
            un produttore di PC
            E comunque Walmart ha PC con preinstallati: Mandrake, Lycoris e Lindows.Saluti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non è fallita
          - Scritto da: enzogupi


          ...altrimenti la fine è inevitabile!

          Beh, la fine della società, ma non della
          distribuzione che,
          essendo GPL, troverà sicuramente qualche
          community
          che ne proseguirà lo sviluppo... e chissà,
          magari una
          Mandrake totalmente free (come debian)
          potrebbe essere
          anche meglio.
          Una mandrake totalmente free (anche sotto altro nome,poiche' il marchio e' registrato) dubito che la vedremomai o se la vedremo, vedremo una release ogni 18anziche' sei mesi, visto che gli sviluppatori vanno anchepagati...e sicuramente se lo devono fare nel tempo libero,avremo i pacchetti aggiornati (e relative patch) una volta ogni tre mesi anziche' bugfix e patch a cadenza settimanale...
          In ogni caso per un user advanced la debian
          va benissimo.la differenza e' che Debian sara' anche ultrastabile ma e'rimasta all'eta' della pietra per disponibilita' di pacchettiaggiornati (non mi citate la sezione testing). Quindi vorreivedere quanto e' sfruttata su una macchina nuova cheti costringe ad esempio kernel patchati per avere l'UDMA funzionante...Mandrake a differenza di altre distribuzioni, ha i pregi disaper piluccare il meglio anche da altre distribuzioni cherimangono più conservative. Per esempio, a parte le solite considerazioni sulla facilita' di installazione, etc., maguardate come sono nominati i pacchetti, con le librerieshared tutte separate, e' una "chicca" di chiara derivazioneDebian. Guardate gli update-menus..., urpmi, etc.La RedHat per esempio non ha mai avuto il coraggiodi fare simili passaggi.


          Anche perchè è una cosa endemica e

          ricorrente! Ogni sei mesi chiedono aiuto

          agli utenti! Prima o poi doveva succedere.

          Se i soldi non entrano mica si può andare

          avanti all'infinito...

          Secondo me MandrakeSoft (la società) dovrebbe
          calcare di più sulle entrate OEM, cioè sul
          vendere
          (con qualche accordo con produttori di HW)
          dei pc
          con Mandrake preinstallato. Già viene fatto
          da alcuni
          produttori (Walmart). Forse quelle sonoquelli ci sono gia', anche se molti grossi distributoripreferiscono RedHat. Quello che non capisco e' la SUNMicrosystem, che si rivolte a RedHat, quando a quest'ultimagli para il culo l'IBM...
          entrate più sicure.
          Guarda che1) Il chapter 11 non significa bancarotta; e' un sistema cheprevede la protezione contro i creditori, in modo dapagare i debiti molto piu' lentamente.In questo modo si puo' concetrare sulle release successivesenza avere il fiato sul collo dei "lupi"...E' chiaro che i debiti devono diminuire, ma se guardatei grafici negli ultimi tempi, sotto il nuov CEO, sono gia' stati dimezzati.2) La distribuzione come vendite e' andata sempre in salita,in quanto dal 1999 in avanti ha avuto un +424%, +18%,e +31%. Vogliamo vedere quanti nell'ultimo anno hanno manifestato crescite del 31%? O vogliamo vedere a quanto stanno le azionidelle societa' che vantano distribuzioni piu' chiuse? Quantovalgono le azioni della Caldera?Purtroppo i debiti per 4M derivano da errori di quando alla MandrakeSoft si erano messi nelle mani dei "grandi manager"...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è fallita

      Fate un salto presso il Mandrake Club e ve
      ne renderete conto.Qua inizia a sembrare simil apple... meglio di no ok?
      Leggete i comunicati di sviluppo verso il
      futuro e sentirete l'ottimismo trasparire da
      quei comunicati.Anche il pilota aereo prima di schiantarsi annuncia che è tutto a posto :)
      E ricordate che è giusto sostenere qualcosa
      in cui si crede.Appunto il free software. Troppa gente fa leva su facili entusiasmi per dire "sostieni il free software, compra la mia distribuzione". Non ha senso. Tutto ciò che ha di buono il free software è venuto da gente che ha capito che il modo di guadagnarci non è vendere alle masse.
      A coloro che sostengono che Linux è SOLO
      free consiglio di usare SOLO debian o slack,Infatti già lo faccio
      e di formattare la loro suse (installata via
      FTP) o RedHat, perchè quelli non sono dei
      volontari, ma imprenditori, e come tali
      pretendono di guadagnare con il loro lavoro.Infatti non ho la suse nè la redhat. Se no non ne sarei un detrattore scusa, ma secondo te?
      Come alla Mandrake.
      Saluti.Amen
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...

    A casa gente!!!!!!
    Iniziate a farvi pagare per il lavoro fatto!
    Iniziate a farvi pagare per il vostro OS e
    fore non farete certe figuracce....
    MI CHIEDO COME MAI IL MODERATORE NON ABBIA CENSURATO QUESTA EMAIL PIENA DI INSULTI.........BENE BENE INIZIAMO BENE LA GIORNATA!!!!!!P.S.: UNIX è MORTO,NON LO DICO IO, LO DICE IBM :D
  • lordauberon scrive:
    Re: Viva Linux...

    Volete un vero OS, usate UNIX!!!!Unix? Fighetti dell'ultima ora! Chi vuole un *vero* sistema operativo che ha un uptime di ANNI, sceglie un sistema VMS! :)
    • maks scrive:
      Re: Viva Linux...

      Unix? Fighetti dell'ultima ora!
      Chi vuole un *vero* sistema operativo che ha
      un uptime di ANNI, sceglie un sistema VMS!
      :)o un AS/400
      • Anonymous scrive:
        Re: Viva Linux...
        - Scritto da: maks

        un uptime di ANNI, sceglie un sistema VMS!

        :)

        o un AS/400Belli, e la gente che se ne fa a casa di un sistema cosi'?Ci tiene i db dei divx e degli mp3 scaricati?Anonymous
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva Linux...
      - Scritto da: lordauberon


      Volete un vero OS, usate UNIX!!!!

      Unix? Fighetti dell'ultima ora!
      Chi vuole un *vero* sistema operativo che ha
      un uptime di ANNI, sceglie un sistema VMS!
      :)bellooo.... ora me lo istallo.grazie. PERFORM AGGIORNATI UNTIL OS='LINUX' .
  • Anonimo scrive:
    Consiglio spassionato
    A tutti coloro che sostengono il mondo GNU/Linux e open-source io consiglio di proporre modelli di business più efficaci magari partendo direttamente da questo forum. Non lo dico con polemica, credo che continuare a dire che le altre distro sono in attivo o cose simili dopo continue batoste come queste sia non voler vedere la realtà.La signora MS l'ultimo anno ha fatturato (se non ricordo male) 24,8 MI di dollari denunciando un attivo di 11!!! Io capisco che il monopolio non sia una bella cosa ma chi può biasimare il Sig. Bill Gates per eserci riuscito? La verità è che il monopolio esiste perchè Windows era l'UNICA alternativa fino a qualche anno fa, tutto il resto sono storie da telenovele.Se vogliamo veramente affrontare con successo il potere di MS ci vuole più concretezza, non litigi da bar.Come diceva qualcuno: FATTI.. NON PUGNETTE!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Consiglio spassionato
      - Scritto da: Anonimo
      A tutti coloro che sostengono il mondo
      GNU/Linux e open-source io consiglio di
      proporre modelli di business più efficaci
      magari partendo direttamente da questo
      forum. Secondo me le distribuzioni non dovrebbero rincorrere i profitti della M$: non ce la possono fare. RedHat l'ha capito in tempo, Mandrake no. Infatti quando la Mandrake a cominciato di crescere a dismisura i raggio d'azione mi dava l'impressione che esagerasse. Era troppo presto..
      Non lo dico con polemica, credo che
      continuare a dire che le altre distro sono
      in attivo o cose simili dopo continue
      batoste come queste sia non voler vedere la
      realtà.Ti do ragione su un punto: tutte le aziende (a base Linux o no) devo essere concrete..
      La signora MS l'ultimo anno ha fatturato (se
      non ricordo male) 24,8 MI di dollari
      denunciando un attivo di 11!!! Io capisco
      che il monopolio non sia una bella cosa ma
      chi può biasimare il Sig. Bill Gates per
      eserci riuscito? Beh ci sarebbe da biasimare.. Il fatto che colpisce e` che una volta avviato un monopolio non lo ferma piu` nessuno: per es. puoi comprarti le rivali (vedi Corel)! E poi puoi finanziare i politici (vedi Bush.. e quasi conseguente appello favorevole a M$) per proprio tornaconto.. In questo modo nemmeno l'anti-trust puo` limitare i danni classici dei monopoli: prezzi esagerati, qualita` modesta del prodotto fornito da un'unica azienda.Hai letto cosa ne pensano i produttori di software gestionali/amministrativi del monopolio M$? (La M$ sta cercando di penetrare nel loro mercato.. In tutti i mercati direi!)
      La verità è che il
      monopolio esiste perchè Windows era l'UNICA
      alternativa fino a qualche anno fa, tutto il
      resto sono storie da telenovele.OS/Warp non era da meno.. e mi ricordo quando usci Windows 95 molti vendevano pc con OS/Warp.. ma gia` troppo tardi!
      Se vogliamo veramente affrontare con
      successo il potere di MS ci vuole più
      concretezza, non litigi da bar.Sicuramente! Il bello (o, secondo te, il problema?) del mondo open source e` che chiunque puo` dire la sua! S.L.
    • Anonimo scrive:
      Re: Consiglio spassionato
      Sti pinguini non si sono ancora resi conto che la gente per qualcosa che gli garba è disposta a pagare anche molti quattrini. Bill è esempio e loro continuano ancora a dirmi che il sorgente è open e che tutto (o quasi) è aggratis.Chi se ne frega!Di questo passo Linux non so quanto possa entrare nel mercato consumer in modo significativo.Ma forse è meglio così, che stiano lontano dal consumer, ingrassando pure noi che viviamo sull'indotto di Bill.Pinguini Vi Amo, continuate così.
      • Anonimo scrive:
        Re: Consiglio spassionato
        - Scritto da: Anonimo
        Sti pinguini non si sono ancora resi conto
        che la gente per qualcosa che gli garba è
        disposta a pagare anche molti quattrini.
        Bill è esempio e loro continuano ancora a
        dirmi che il sorgente è open e che tutto (o
        quasi) è aggratis.scusa ma non sei obiettivo! IBM e altre aziende ci credono, linux conquisterà anche grazie ad apache il mondo server, e piano piano arriverà anche al desktop, se no come fai a giustificare la paura di bill??? ti pare????
        • Anonimo scrive:
          Re: Consiglio spassionato

          scusa ma non sei obiettivo! IBM e altre
          aziende ci credono, linux conquisterà anche
          grazie ad apache il mondo server, e piano
          piano arriverà anche al desktop, se no come
          fai a giustificare la paura di bill??? ti
          pare????voi veramente credete che MS abbia paura di linux?non lo dico per partigianeria, ma perche' e' evidente che le ultime lusinghe di MS a linux come valido avversario, sono solo una mossa di marketing.MS spera che linux abbia successo, perche' gli togliera' dai piedi avversari ben piu' temibili, come Solaris, AIX e i mainframe IBM.Oggi il problema di MS e' che dove non c'e' un x86 non ci puo' essere windows.Ed e' molto piu' difficile convincere gli utenti a cambiare HW che a cambiare SW.Con l'arrivo di linux e dei piu' economici ibm compatibili come server, MS avra' vita piu' facile a penetrare in quel mercato.IMHO
          • Anonimo scrive:
            Re: Consiglio spassionato

            voi veramente credete che MS abbia paura di
            linux?
            non lo dico per partigianeria, ma perche' e'
            evidente che le ultime lusinghe di MS a
            linux come valido avversario, sono solo una
            mossa di marketing.
            MS spera che linux abbia successo, perche'
            gli togliera' dai piedi avversari ben piu'
            temibili, come Solaris, AIX e i mainframe
            IBM.
            Oggi il problema di MS e' che dove non c'e'
            un x86 non ci puo' essere windows.
            Ed e' molto piu' difficile convincere gli
            utenti a cambiare HW che a cambiare SW.
            Con l'arrivo di linux e dei piu' economici
            ibm compatibili come server, MS avra' vita
            piu' facile a penetrare in quel mercato.

            IMHOscusa ma non sono per niente d'accordo, linux avanzerà in tutti i settori tecnologici,anche nei cellulari, e non credo che IBM sia un'azienda fessacchiota da farsi fregare in questo modo, così come non è vro che è difficile far cambiare sw alle persone! se tu ad un'impresa gli dici che può risparmiare vedrai che il Sw lo cambia, lo cambia, così come tieni presente il fatto che a questo mondo c'è ancora tanta ignoranza informatica, se tu istruisci una persona ad utilizzare kde piuttosto che winwoz vedrai che il gioco è fatto :), non sono d'accordo con la tua opinione.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Consiglio spassionato
            i pentium 4 non supportano il funzionamento in multi processore ! haha gli xeon si, ma i p4 no ! come gli athlon XP e MP...ora che inizia a sentirsi bisogno di sistemi multiprocessor le case hanno differenziato questi prodotti, ignobili, pure l' 8088 puo' andare a multiprocessore.... hehe tra l' altro athlon XP e' un MP con un microfusibile bruciato, che basta risaldare con uno stagnatore e lo converti a MP ... pero' l' MP originale costa 2 volte tanto, sono dei ladri !
          • Anonimo scrive:
            Re: Consiglio spassionato

            i pentium 4 non supportano il funzionamento
            in multi processore ! haha gli xeon si, ma i
            p4 no ! come gli athlon XP e MP...
            ora che inizia a sentirsi bisogno di sistemi
            multiprocessor le case hanno differenziato
            questi prodotti, ignobili, pure l' 8088 puo'
            andare a multiprocessore.... hehe tra l'
            altro athlon XP e' un MP con un
            microfusibile bruciato, che basta risaldare
            con uno stagnatore e lo converti a MP ...
            pero' l' MP originale costa 2 volte tanto,
            sono dei ladri !si vabbe'.. ma che c'entra...?un P4 Xeon e' sempre un p4...e' come dire che una fiesta non puo' andare a gasolio, devi comprare una fiesta diesel... non e' sempre una fiesta????? cambia solo il modello ci...non vi incartate in cazzate...
      • Anonimo scrive:
        Re: Consiglio spassionato
        http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=307091
      • JosaFat scrive:
        Re: Consiglio spassionato
        La tua frase finale è di una stupidità allarmante: sarebbe come a dire che son contento che la FIAT fallisca, perchè ho un'officina che vende macchine VW (anche se in questa ipotesi VW fa effettivamente prodotti migliori)
        • Anonimo scrive:
          Re: Consiglio spassionato
          - Scritto da: JosaFat
          La tua frase finale è di una stupidità
          allarmante: sarebbe come a dire che son
          contento che la FIAT fallisca, perchè ho
          un'officina che vende macchine VW (anche se
          in questa ipotesi VW fa effettivamente
          prodotti migliori)La concorrenza è sempre un'ottima cosa...Ma non bisogna vederla solo in ottica cliente....Potrebbe sempre succedere che M$ dica: tu rivenditore di PC con Win preinstallato, per ogni licenza ti prendi una miseria, devi però dare assitenza al cliente, la garanzia del (mio) prodotto ricade infatti su di te. Inoltre se il cliente non gli interessa Windows preinstallato sul portatile e pretende il risarcimento non stare a scocciarmi: la licenza c'era, l'etichetta adesiva pure e anche se l'EULA dice che è rimborsabile i soldi li metti tu. Se non ti sta bene non ti do più Windows OEM... Vai tu poi a spiegare ai tuoi clienti come mai i tuoi PC sono del 20% più cari....Ovviamente questi esempi sono del tutto ipotetici....
    • Anonimo scrive:
      Re: Consiglio spassionato
      - Scritto da: Anonimo
      A tutti coloro che sostengono il mondo
      GNU/Linux e open-source io consiglio di
      proporre modelli di business più efficaci
      magari partendo direttamente da questo
      forum. Non lo dico con polemica, credo che
      continuare a dire che le altre distro sono
      in attivo o cose simili dopo continue
      batoste come queste sia non voler vedere la
      realtà.

      La signora MS l'ultimo anno ha fatturato (se
      non ricordo male) 24,8 MI di dollari
      denunciando un attivo di 11!!! Io capisco
      che il monopolio non sia una bella cosa ma
      chi può biasimare il Sig. Bill Gates per
      eserci riuscito? La verità è che il
      monopolio esiste perchè Windows era l'UNICA
      alternativa fino a qualche anno fa, tutto il
      resto sono storie da telenovele.

      Se vogliamo veramente affrontare con
      successo il potere di MS ci vuole più
      concretezza, non litigi da bar.

      Come diceva qualcuno: FATTI.. NON PUGNETTE!!Ma tu non sei normale.
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...
    - Scritto da: Anonimo....
    E' impensabile che societa che investono
    migliardi di ore di lavoro per sviluppare
    S/W possano distribuirlo gratuitamente!.....Peccato che nessuna società distribuisca gratuitamente un dizionario....
  • Anonimo scrive:
    Ma avete provato a installare Lindows?
    Vabbe' che e' una Debian, ma hanno operato un tuning perfetto, si installa in un attimo senza alcun intervento , riesce ad individuare hw anche complesso e quasi obsoleto .In pratica e' molto piu' facile installare Lindows che un MS Windows. Inoltre le applicazioni chiave ci sono tutte ed il sistema e' dummyproof ! No virus, no manomissioni, che si vuole di piu' per un utilizzo tipico in enti, scuole, uffici a quel prezzo?Io personalmente uso una Suse, che come tuning e' sicuramente migliore, ma e' anche un altra cosa ai fini dell'amministrazione del sistema.Commenti e confronti sull'argomentosono benvenuti.FP
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma avete provato a installare Lindows?
      Non ho mai provato ha installare Lindows... ma non penso neanche che lo farò...Ho installato il mio Mandrake 9.0 comprato e comprerò anche il 9.1 (se ad Aprile mdk esiste ancora!)in ogni caso sicuramente Lindows è una delle distro più user-friendly, anche perchè è nata per essere una distribuzione che vuole contrastare il buggoso win prosprio in una fascia di mercato che sicuramente, a livello di marketing, è la più importante: quella home.Penso che grazie a Lindows, molti utenti di computer poco informati/interessati all'argomento verranno a conoscenza dell'esizenza delle distro linux come valido alternativo a win e penso che questo potrebbe portare qualche vantaggio allo sviluppo del pinguino... maturalmente se molti di quest compreranno i cd o si iscriveranno ai vari club/servizi online offerti dalle varie case...Voi cosa ne pensate?Ciao,Lo
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma avete provato a installare Lindow
        Se posso dire la mia su lindows, velocissimamente, a me fa schifo un sistema unix che si usa da root.Non ti protegge dai virus (capitano falle come quella di gs, che con un pdf fatto apposta fanno eseguire codice arbitrario con l'utente di turno, nel caso root, il che significa stesso difetto di win9x).Lindows in generale sembra a prova di utonto semplicemente perchè ha pochi programmi per la configurazione (neanche qualcosa dove modificare il refresh del monitor ad esempio).Se uno poco poco vuole configurarlo deve editare a mano i file di testo. Direte voi, come con debian. Si allora dico, perchè non direttamente debian? :)))Scusate il tono polemico, assolutamente non vuole esserlo solo che ho fretta e l'imac in facoltà aveva deciso bene di non mostrare il tasto "invia il commento" quindi ho dovuto riscrivere qui a casa :PPPPPPX
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ma avete provato a installare Lindows?

        Penso che grazie a Lindows, molti utenti di
        computer poco informati/interessati
        all'argomento verranno a conoscenza
        dell'esizenza delle distro linuxIo penso che CHIUNQUE si interessi minimamente di computer sappia dell'esistenza di Linux, visto che regalano distro a pioggia su qualsiasi rivista informatica e gli articoli su Linux si sprecano anche sui quotidiani e le riviste non di settore!!Chi non lo conosce è un utente saltuario, che usa il computer poco ed è contento di usarlo il meno possibile!Linux ha già la sua penetrazione massima! Tutti i suoi potenziali utenti hanno una distro a casa, arrivata dall'edicola o da amici.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma avete provato a installare Lindows?
          - Scritto da: Ekleptical
          Linux ha già la sua penetrazione massima!
          Tutti i suoi potenziali utenti hanno una
          distro a casa, arrivata dall'edicola o da
          amici.penetrazione massima ? chissà che goduria
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma avete provato a installare Lindow
      - Scritto da: Anonimo
      Vabbe' che e' una Debian, ma hanno operato
      un tuning perfetto, si installa in un attimo
      senza alcun intervento , riesce ad
      individuare hw anche complesso e quasi
      obsoleto .

      In pratica e' molto piu' facile installare
      Lindows che un MS Windows. Inoltre le
      applicazioni chiave ci sono tutte ed il
      sistema e' dummyproof ! Il fatto e' che la gran parte degli utenti Windowsnon smanettoni non ha mai installato Windows, bensi' lo ha trovato preinstallato quando ha acquistato il PC.

      No virus, no manomissioni, che si vuole di
      piu' per un utilizzo tipico in enti, scuole,
      uffici a quel prezzo?forse qualcuno che te lo installi aggratis l posto tuo?

      Io personalmente uso una Suse, che come
      tuning e' sicuramente migliore, ma e' anche
      un altra cosa ai fini dell'amministrazione
      del sistema.

      Commenti e confronti sull'argomentosono
      benvenuti.

      FPCredo che clonare gli sfondi di Windows XP non sia sufficienteper farla apparire come una grande distribuzione Linux...Se Mandrake Linux e' entrata nelle BIG5 (RedHat, SUSE,Slackware, Debian e appunto Mandrake, in nessun particolareordine), qualche merito lo avra' no?Il fatto e' che oramai quasi tutte le distribuzioni recenti oramairiconoscono quasi tutto l'hardware attuale senza particolaripatemi. Il problema sorge con l'hardware nuovissimo oparticolare o di bassa lega(es. schede video, chipset, stampanti, o ancora fotocamere, etc),in quanto non supportato dal kernel, o parzialmente supportato da XFree (leggi schede Radeon 9500/9700/Parhelia), che richiedono per esempio driver proprietari e instabili (per esempio compilati coipiedi su vecchie RedHat 6.2 con l'egcs 1.1.X)...Per chiunque possegga tale hardware che non e' supportatodalle distribuzioni, ecco che Linux sucks...e su questo non c'e' distribuzione che tenga.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Isolati e lontani dal business vero ?
    Altre distribuzioni stano cominciando a produrre profitti sempre piu' crescenti (vedi Red Hat), ma piu' che la distribuzione in se vendono i servizi di consulenza : possibile grazie ad una collaborazione stretta con IBM e altri produttori hardware.Le altre distribuzioni (Suse, ecc.) si sono unite in UnitedLinux per offrire un modello di business simile a Red Hat.C'e' spazio per una distribuzione totalmente gratis (e GPL) per l'utente "casalingo" come Mandrake in questo contesto ? Io credo di si, ma ovviamente ridimensionata , perche' esclusa dal business vero prodotto dai primi 2 grandi gruppi. Vedo peggio iniziative tipo Lindows, che offre piu' o meno la stessa cosa ma solo a pagamento.Diciamo che la funzione di Mandrake e' stata un bello stimolo a tutte le altre distribuzioni per migliorare la cura del desktop, e per questo rimarra' sempre una pietra miliare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Isolati e lontani dal business vero
      Forse hai ragione tu nel dire che Mandrake deve ridimensionarsi: l'aver spinto sugli utenti significa per forza di cosa trovare qualcosa per farsi pagare che non siano i servizi di assistenza: gli utenti desktop, vedi copie di Microsoft piratare, non sono certo propensi a pagare per il solo software. Lancio un'idea: Mandrake potrebbe proporsi come distribuzione per studenti in generale, per le scuole, sviluppando documentazione in questa direzione e fornendo servizi alle stesse istituzioni scolastiche.Non dobbiamo dimenticare Debian e Slackware che alla fine sono le disribuzioni più apprezzate in quanto a stabilità, sicurezza e performance.United Linux può avvantaggiarsi molto rispetto a Red Hat grazie a Conectiva (molto forte nel mercato dell'America Latina che potrebbe avere dei forti tassi di crescita per l'open source visti i recenti mutamenti politici in Brasile) e Suse, piccola azienda ma con una distribuzione molto apprezzata.
    • Ekleptical scrive:
      Re: Isolati e lontani dal business vero ?

      Altre distribuzioni stano cominciando a
      produrre profitti sempre piu' crescenti
      (vedi Red Hat)SOLO Red Hat! Le altre distro hanno perso profitti quest'anno!!!! La SuSE è calata del 10-15%, idem Mad In Linux e altre!!!E' il modello che è traballante! Forse c'è spazio solo per una distro commerciale!
      C'e' spazio per una distribuzione totalmente
      gratis (e GPL) per l'utente "casalingo" come
      Mandrake in questo contesto ?Io credo di no! ^_^L'utente casalingo dell'assistenza se ne frega alla grande e anzi non ne vuoel proprio sapere. Se ci son problemi chiama l'amico esperto o riporta il computer al negozio per farlo sistemare. In entrambi i casi incasso Mandrake (o Microsoft) zero!L'utente professionale di piccoli studi o uffici, idem come sopra. Si appoggia al negozio o alla piccola società di servizi. Anche in questo caso incasso per supporto Mandrake (o Microsfot), zero!Il modello di business di Linux è molto limitato nella sua applicabilità! Vale solo per aziende attorno alle dimensioni medie. E l'incasso per chi il software lo produce tende cmq a essere molto scarso. Ci si rivolge al consulente, non al supporto della distro!Mi sembra un castello di carta....e infatti i dati lo dimostrano...
    • Anonimo scrive:
      Re: Isolati e lontani dal business vero

      Diciamo che la funzione di Mandrake e' stata
      un bello stimolo a tutte le altre
      distribuzioni per migliorare la cura del
      desktop, e per questo rimarra' sempre una
      pietra miliare.Questo è vero. Riconosciamo merito al merito, e francamente spero anche che mandrake si riprenda. E pur essendo io debianista, non capisco perchè la debian abbia riscritto il (pur molto superiore) installer (PGI)X
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...

    E' impensabile che societa che investono
    migliardi di ore di lavoro per sviluppareLa lettura del tuo post e' terminata a questa riga...
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...
    hai detto un sacco di cose inesatte trollino
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva Linux...
      non sono l'autore del messaggio.......ma.....te lavoreresti gratis?Rispondimi a questa domanda.Se la risposta e' si :SCRIVIMI che ho un po' di lavoro x teSe la risposta e' no :Capirai dove stanno sbagliando le varie aziende linuxare :)sciao belo
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva Linux...
        - Scritto da: Anonimo
        non sono l'autore del messaggio.......ma.....

        te lavoreresti gratis?
        Rispondimi a questa domanda.

        Se la risposta e' si :
        SCRIVIMI che ho un po' di lavoro x te

        Se la risposta e' no :
        Capirai dove stanno sbagliando le varie
        aziende linuxare :)

        sciao beloMa allora siete duri di comprendonio ...Le aziende che vendono distribuzioni Linux non lavoranogratis: VENDONO servizi, essenzialmente, software, personalizzazioni, manuali, ecc. L'essenza di Linux NON E' l'essere gratuito, ma di esserea sorgente aperto, cosa che ne comporta molto spessola gratuità, ma non ne è l'essenza.Infatti molte distribuzioni SONO IN VENDITA ... chiaro!?Se anche domani tutte le distribuzioni Linux diventasseroa pagamento questo non cambierebbe l'essenza di Linux:il fatto che il sorgente sia aperto comporta automaticamenteuna forte concorrenza e l'impossibilità di monopoli o abusi da parte di una società. Inoltre consente una illimitata possibilitàdi personalizzazione e modifica da parte dell'utente.Resta poi il fatto che le la maggior parte di distribuzionisono gratuite (per forza, guadagnando sui servizi la diffusioneè una cosa positiva) prima fra tutte RedHat, della quale va dimoda parlar male ma che ha fatto una gran bel lavoro con la8.0 e che è gratuita aò 100% (scaricabile o sulle riviste).Ciò che ha fregato Mandrake è paradossalmente il fattoreche ne ha determinato la diffusione: il suo essere molto orientataall'uso desktop individuale ha nuociuto alla sua possibile diffusionenell'ambito server (e in effetti, soprattutto alcune passate versioni mi sono sembrate un po' "leggerine") e i servizi più proficui provengono proprio dall'ambito server o aziendale.Non per niente RedHat ha chiuso il 2002 con un utile, anche semolto ridotto.Semplicemente il moello open source deve stabilizzarsi ed ha untempo di "incipit" economico maggiore (prima di diventare redditiziosu vasta scala). Che sia globalmente fallimentare deve ancora essere dimostrato.E poi, prima di spararare stron@ate, avete idea di quante societàsoftware sono fallite dal 2000 ad oggi?Prospero
        • Anonimo scrive:
          Re: Viva Linux...

          L'essenza di Linux NON E' l'essere gratuito,
          ma di essere
          a sorgente aperto, cosa che ne comporta
          molto spesso
          la gratuità, ma non ne è l'essenza.
          Infatti molte distribuzioni SONO IN VENDITA
          ... chiaro!?ci sono due cose da chiarirela prima linux non e' SOLO a sorgente aperto, linux e' GPLil che vuol dire che OGNI distribuzione linux puo' essere liberamente copiata N volte e installata N voltene compro una la installo su 1000 pcla seconda, le distribuzioni linux possono anche diventare a pagamento, ma i sorgenti dovranno sempre essere a disposizione, per cui, io potro' sempre avere una distribuzione in sorgenti gratuita
          • Anonymous scrive:
            Re: Viva Linux...
            - Scritto da: Anonimo
            la seconda, le distribuzioni linux possono
            anche diventare a pagamento, ma i sorgenti
            dovranno sempre essere a disposizione, per
            cui, io potro' sempre avere una
            distribuzione in sorgenti gratuitaE quando avrai i cd di sorgenti della distribuzione andrai giu' di ./configure, make e make install, cosi' quando alla fine avrai un sistema completo sara' gia' ora di cambiare versione della distribuzione :)Basta guardare Gentoo: se scegli di ricompilare il sistema base, gli stessi sviluppatori ti consigliano di avere una playstation sotto mano per far passare il tempo :)E che essendo un sistema base non richiede poi cosi' tante ore.. Quando cominci la compilazione?Anonymous
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            Quando cominci la compilazione?

            Anonymousin 48 ore massimo ho un sistema funzionante e aggiornabile da rete...in fondo le distro si differenziano solo per gli installer, poi i pacchetti sono o rpm o deb e si scaricano dai siti ufficialiuna volta che ho i binari, li masterizzo ed ecco pronta la distronon mi sembra sto lavorone...
          • Anonymous scrive:
            Re: Viva Linux...
            - Scritto da: Anonimo
            in 48 ore massimo ho un sistema funzionante
            e aggiornabile da rete...
            in fondo le distro si differenziano solo per
            gli installer, poi i pacchetti sono o rpm o
            deb e si scaricano dai siti ufficiali
            una volta che ho i binari, li masterizzo ed
            ecco pronta la distro
            non mi sembra sto lavorone...haha, non ti sembra sto lavorone??A parte che si parlava di mandrake e quindi l'utenza e' (o si presume) di un certo tipo.Poi, spiegami da dove inizieresti a compilare il sistema che sono curioso.Ti ci vorranno 12 ore solo per risolvere le dipendenze del sistema _base_, tralasciando magari gli errori che potresti commettere in fase di compilazione.Dire non mi sembra un lavoraccio mi sembra poco.Sai usare il chroot? crearti le divice? e crearti /proc e un /proc "virtuale" chroottato per avere almeno una shell da cui iniziare?Anonymous
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            haha, non ti sembra sto lavorone??lo so che l'esempio e' estremo...considerato che lo fai una volta sola e poi c'hai il sistema pronto... e che il tuo lavoro puo' essere liberamente redistribuito..volevo sottolineare che *in pratica* GPL==gratis in ogni casomagari a volte bisogna un po' sudarsela, ma alla fine e' cosi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            Quando cominci la compilazione?basta comprare una copia, fare la iso e metterla da scaricare da qualche parte...se e' tutto software GPL lo posso fare
          • Anonymous scrive:
            Re: Viva Linux...
            - Scritto da: Anonimo

            Quando cominci la compilazione?

            basta comprare una copia, fare la iso e
            metterla da scaricare da qualche parte...
            se e' tutto software GPL lo posso fareQuesto era chiaro, io puntavo il dito contro chi diceva che con i cd dei sorgenti si puo' fare tutto lo stesso, parlandone come se fosse una cosa alla portata di tutti.Anonymous
  • AdessoBasta scrive:
    Perché... (?)
    ... mi chiedo, nessuna delle varie distribuzioni Linux, vede al di la del proprio naso? Sono tutti col paraocchi lì a mettere insieme la propria versione di Linux, versione che viene scaricata in quattro e quattr'otto in ogni angolo del mondo, viene distribuita in edicola dai periodici del settore, si copia dall'amico all'amico con la serenità di chi non conosce la BSA, offrono un servizio all'intera umanità, ma che cosa si aspettano in cambio?Nessuna di esse si dichiara ONLUS (detto all'italiana) o comunque senza fine di lucro, sono tutte splendide dot com, quotate in borsa e con aspirazioni di fatturato a quanto pare in grado di attirare finanziatori. Nessuna di esse organizza Telethon per raccogliere fondi e con lo sviluppo di Linux permettere al terzo mondo di colmare il Digital Divide creato da Windows. Quindi vogliono guadagnare, ma come intendono farlo? Posso forse anticipare la formazione e i grandi appalti ma l'analisi lunga e complessa su altre voci di guadagno spero la faccia qualcun altro che mi legge. Devo dare atto ai francesi di aver realizzato quella che secondo me è la migliore distribuzione di Linux, quella che, nonostante ricalchi lo stereotipo ormai universalmente accettato della distribuzione Linux, ha saputo amalgamare gli stessi ingredienti aggiungendo un tocco veramente personale nella configurabilità e nella semplicità di utilizzo che lo ha avvicinato più di ogni altra distribuzione ai profani di Linux. Nonostante che altre distribuzioni fossero più blasonate e che probabilmente oggi non è più tanto evidente il gap che separa le altre distro dalla Mandrake, è stata la prima ad avere le idee e la capacità per distinguersi dalle altre. Per questo mi dispiace che alle spalle di uno staff 'tecnico' sicuramente molto valido, non si è altrettanto distinta nell'individuazione di obbiettivi che le avrebbero permesso di stare sul mercato.Io lavoro quotidianamente all'interno di piccole e medie aziende, fornendo consulenza, assistenza tecnica e formazione. Conosco molto (forse troppo) bene Windows e Office e dico che nessuno a lavoro si spaventa ad utilizzare strumenti relativamente complessi come fax, fotocopiatrici, cellulari, calcolatrici o si spaventava ad usare le ormai quasi scomparse macchine da scrivere elettriche. Ma il PC, Windows e Office in particolare rappresentano sempre una minaccia alla salute psicofisica di impiegate e impiegati (di qualunque ordine e grado). Un primo approccio è sicuramente quello della formazione, l'alfabetizzazione informatica è veramente a livelli tragici in Italia, ma, Santo Cielo, dico io, siamo passati dalle valvole e nastri perforati fino ad una interfaccia user friendly con mouse e finestre, vogliamo per forza aspettare (la ormai prossima) successiva, rivoluzione informatica sognando guanti e mondi virtuali e riconoscimento e sintesi vocale, oppure vogliamo ammettere che già oggi possiamo fare un ulteriore piccolo passo nel concetto di sviluppo del software?Se si guarda in particolare alle distribuzioni di Linux, ci si accorge che dentro c'è veramente tutto quello che serve a qualunque azienda e anche di più. Tutti, però, si sono preoccupati solo di dare a questi strumenti la forma e a volte la sostanza di una bellisssima brutta copia di Windows, ma assolutamente niente di più. Averli installati sui propri PC, indifferentemente l'uno dall'altro è la stessa cosa che possedere degli stupendi stalloni con l'indole di un mulo e le zampe di vetro.Per qualcuno, peggio ancora, inserire il PC in ufficio è proprio come portare dentro le proprie mura un cavallo di legno come quello di Troia. Inutile se non per mostrare a tutti la propria grandezza e permettere a cracker della domenica e virus di distruggere i propri dati.Si potrebbe polemizzare per ore sia contro utenti che produttori, ma quello a cui tengo veramente, in conclusione è che nessuno e dico nessuno sembra aver pensato a sviluppare come applicativo per PC, ma anche meglio come embedded su macchine simil fax, una sistema per rendere veramente semplice da usare la posta elettronica, alla portata di tutti né più né meno di un fax e a spingerle pesantemente sul mercato. Nessuno ha mai provato a interrogarsi su che cosa succede quando su MS Office per esempio, si lasciano toolbar, personalizzazioni e configurazioni varie nelle mani degli utenti finali inesperti e l'applicativo diventa una specie di deserto del Gobi dove i menu spariscono senza lasciare traccia oppure si raggiunge un sovraffollamento stile Tokio nell'ora di punta. Nessuno si interroga sul numero delle persone che si sono tolte la vita a seguito del vano tentativo di impostare la giusta spaziatura tra le linee in stampa.Nessuno ha mai saputo spiegare la differenza negli effetti tra un virus e un driver dopo che ha tentato di installarlo da solo.Se volessi cucire addosso ad una azienda una rete informatica in grado di tenere in considerazione e facilitare ogni parte del lavoro con Linux, flessibile e personalizzabile dall'utente senza correre il rischio di compromettere il funzionamento, occorrerebbero molti mesi e uno staff competente, ma sarebbe possibile, fattibile oggi, e con un livello di integrazione e innovazione ancora per me sconosciuti, nonostante costringa i miei clienti lavorare in maniera da simulare simile sistema integrato di rete e applicativi, non mi è dato di avere esempi concreti sulla piazza che perseguano questo obbiettivo. Se una distribuzione Linux come Mandrake fosse sensibile nel risolvere a livello di distribuzione il grande numero di problematiche citate e non, sicuramente avrebbe la possibilità di proporsi agli installatori come me con un prodotto vincente, quelli nella mia situazione possono trovare il cliente, fare il resto del lavoro di installazione, configurazione e personalizzazione e si farebbero pagare per questo. Con un prodotto come dico io tra le mani pagherei oro per la consulenza e i servizi di qualunque produttore di distro Linux, salvando gli utenti finali dal pagamento del SW e rispettando le licenze.Vorrei essere perdonato per la macata brevità e chiarezza, ma si tratta di un argomento complesso e che mi tocca da vicino come tocca da vicino tutti coloro che sperano di poter lavorare e guadagnare con Linux.
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...

    applicazioni. Ed avete ragione il KERNEL di
    Linux è free!
    Strano però che ancora non ho incontrato
    nessuno che abbia solo il kernel installato
    ed usi il suo PC in tal modo! Eppure l'OS è
    quello! (Questo è quello che dite sempre
    voi) :DDDDD Oppure vi serve un browser per
    Internet, un app per navigare il file
    system, e magari anche una calcolatrice!Tutta "roba" che si trova con i sorgenti quindi la puoi scaricare dalla rete gratuitamente per poi installarla (prevvia compilazione, qualche volta).Una distribuzione serve solo per eliminare la "noia" di sistemare il tutto.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Viva Linux...

    Esempio Red Hat (2): nonostante vengano
    smerciate dovunque copie gratuite di tale
    distro, l'azienda rimane stabile sempre e
    comunque;Ma se ha chiuso in positivo (di poco) per la PRIMA volta in vita sua quest'ultimo trimestre!! Me lo chiami essere stabili?Ti stati candidando a braccio destro di Tremonti? :P
    Che intendi per compatibili? se significa
    che uno stesso file binario gira ovunque,
    allora esiste ancora la JVM. Altrimenti hai
    sempre la "temibile" chance della
    ricompilazione...Bah, non credo che il tizio di cui sopra abbia mai usato Linux...

    Volete un vero OS, usate UNIX!!!!Ne tantomeno qualche Unix! :P
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva Linux...
      http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=307091
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva Linux...

        http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?midcerto, certo...anche la Fiat potrebbe essere comperata da GM, magari cambiare nome, e continuare a fare le auto.Il problema non e' la distro, che puo' anche morire, ma la gente che perde il posto di lavoro.....e' tanto difficle da capire?
        • Anonimo scrive:
          Re: Viva Linux...

          Il problema non e' la distro, che puo' anche
          morire, ma la gente che perde il posto di
          lavoro.....
          e' tanto difficle da capire?se le persone che lavorano all mandrake sono competenti, e iuo credo che lo siano dato che usano linux sapranno benissimo trovasi un altro lavoro :) ci sono tante ocasioni di lavorare nell'informatica e tanta gente che ne è totalemente ignara...inoltre se sono bravi e competenti lavoreranno per ciò che valgono enon per uno che li paga a modo suo :o)
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            se le persone che lavorano all mandrake sono
            competenti, e iuo credo che lo siano dato
            che usano linux sapranno benissimo trovasi
            un altro lavoro :) ci sono tante ocasioni di
            lavorare nell'informatica e tanta gente che
            ne è totalemente ignara...inoltre se sono
            bravi e competenti lavoreranno per ciò che
            valgono enon per uno che li paga a modo suo
            :o)certo, certo, come no????ma intanto Mr. Mandrake e' diventato miliardario grazie a loroinvece loro ora rischiano la disoccupazoine, per colpa di Mr.Mandrakee ricordati che una societa' come mandrake e' fatta al 30-40% di persone che possono cambiare lavoro quando voglionogli altri sono generici impiegati, segretarie, persone che stanno in amministrazoine a imbustare fatture...ma dove vivete, sulla luna?
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            ma intanto Mr. Mandrake e' diventato
            miliardario grazie a loro
            invece loro ora rischiano la disoccupazoine,
            per colpa di Mr.Mandrake
            e ricordati che una societa' come mandrake
            e' fatta al 30-40% di persone che possono
            cambiare lavoro quando vogliono
            gli altri sono generici impiegati,
            segretarie, persone che stanno in
            amministrazoine a imbustare fatture...
            ma dove vivete, sulla luna?ascolta, invece di insultare mi spieghi la storia e l'organigramma societario della mandrake? lo conosci? come fai a parlar del 30-40% di perosne esperte? portami i dati e le fonti da cui hai attinto e poi ne riparliamo!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            ascolta, invece di insultare mi spieghi la
            storia e l'organigramma societario della
            mandrake? lo conosci? come fai a parlar del
            30-40% di perosne esperte? portami i dati e
            le fonti da cui hai attinto e poi ne
            riparliamo!!!chi ti ha insultato?se tu conosci l'organirgamma, sono prontissimo a dire che mi sono sbagliato.Io parlo in generale di una societa' di quel tipo.Chi puo' cambiare lavoro facilmente e' a) il dirigente milardario con agganci e amicizie (li le capacita' contano poco)b) il programmatore/tecnico ultra skillato di cui non puoi fare a menogli altri sono tutti sostituibili... e avranno difficolta'...e le figure a e b nelle societa' (specie in quelle medio grandi) spesso non raggiungono il 20% dell'organico totale.questa e' solo una stima personale basata sulla mia esperienza.Se tu hai dati per smentirmi, ben vengano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            Chi puo' cambiare lavoro facilmente e'
            a) il dirigente milardario con agganci e
            amicizie (li le capacita' contano poco)
            b) il programmatore/tecnico ultra skillato
            di cui non puoi fare a meno

            gli altri sono tutti sostituibili... e
            avranno difficolta'...
            e le figure a e b nelle societa' (specie in
            quelle medio grandi) spesso non raggiungono
            il 20% dell'organico totale.
            scusami ma non mi hai convinto, ho fatto una rcerca frugale ma non ho dati da poterti esporre, so che la mandrake è nata nel 1988 da un giovane, credo invece che la struttura sia sinile a quella di società operanti nel mondo open source piuttosto che a società classiche con il magnate, economi e relativi schiavetti a lavorare e produrre.....ripeto è una mia considerazione :o)
          • Vaira scrive:
            Re: Viva Linux...
            Oddio, adesso ricominciano come negli anni '70Mandrake alla catena di montaggio!
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...
            inoltre se sono
            bravi e competenti lavoreranno per ciò che
            valgono enon per uno che li paga a modo suo
            :o)Ma dove vivi?
  • Anonimo scrive:
    MODELLO DI BUSINESS DI MANDRAKE
    Nuovo MODELLO DI BUSINESS di MANDRAKESOFT:1. Vendere software gratuito2. ??????3. Bancarotta!!
    • Anonimo scrive:
      Re: MODELLO DI BUSINESS DI MANDRAKE
      http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=307091
    • Anonimo scrive:
      Re: MODELLO DI BUSINESS DI MANDRAKE
      - Scritto da: Anonimo
      Nuovo MODELLO DI BUSINESS di MANDRAKESOFT:

      1. Vendere software gratuito
      2. ??????
      3. Bancarotta!!
      I soliti detrattori. Secondo voi se non si fanno i verifurbi (del tipo non distribuire le immagini ISO, come fala SUSE, o tenersi ben nascosti i manuali) si finisce comeal punto 3? Stando a questo non sarebbe mai nataMandrakeLinux...
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...
    Chi è beatrice? Una utility?
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...
    - Scritto da: leonardo()

    Esempio Red Hat: la distro probabilmente più
    usata al mondo, sul primo numero della sua
    nuova rivista ha offerto la 8.0 in 3 cd. Sul
    secondo numero c'erano due cd
    d'aggiornamenti et similia. il tutto a 6
    euro a bimestre. Non mi sembra molto.
    Esempio Red Hat (2): nonostante vengano
    smerciate dovunque copie gratuite di tale
    distro, l'azienda rimane stabile sempre e
    comunque; questo perchè nell'azienda hanno
    riposto molta meno fiducia nella vendita di
    Linux e si son buttati su settori affini,
    del tipo assistenza tecnica. In più
    l'azienda viene quotata in borsa, e gli
    azionisti se la passano abbastanza bene...Red Hat incamera $ da IBM, la quale al 99% ricava i suoi profitti da del "ferro" (il quale non mi risulta ancora sotto GPL et similia...) ... non mi sembra sia l'esempio più calzante... Red Hat senza IBM finisce col culo per terra alla velocità della luce...
  • Zeross scrive:
    Re: Viva Linux...
    - Scritto da: Anonimo

    Nel mercato Linux c'e' concorrenza c'e'
    innovazione
    c'e' progresso e' c'e' il rischio di fallire
    ...........
    in quello M$ ...........
    solo obsolescenza programmata per i
    boccalobi di turno ...
    basta dare un'occhiata seria a XP per
    accorgersene ....
    dalla gestione degli account ai permessi per
    citarne solo 2.........
    Se lasciavano win2000 non facevano nessun
    danno
    a chi con un OS .....ci lavora !!!!
    Abbiamo fumato pesante eh stasera... suvvia, vedrai che prima o poi ti passa...Zeross
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva Linux...
      - Scritto da: Zeross
      - Scritto da: Anonimo

      basta dare un'occhiata seria a XP per

      accorgersene ....

      dalla gestione degli account ai permessi
      per

      citarne solo 2.........

      Se lasciavano win2000 non facevano nessun

      danno

      a chi con un OS .....ci lavora !!!!




      Abbiamo fumato pesante eh stasera... suvvia,
      vedrai che prima o poi ti passa...
      E' ormai evidente che partecipi agli utili delle vendite di XP.Nessuno con un minimo di pudore e onestà verso se stesso può affermare (credendoci) che XP non sia l'ennesima "sòla" di M$, neanche degno di baciare le chi@ppe di win2000 che già non era un 'sto granché...

      ZerossWatashi wa Quattross desu
      • Anonymous scrive:
        Re: Viva Linux...
        - Scritto da: Anonimo
        Nessuno con un minimo di pudore e onestà
        verso se stesso può affermare (credendoci)
        che XP non sia l'ennesima "sòla" di M$,
        neanche degno di baciare le chi@ppe di
        win2000 che già non era un 'sto granché...WinME era un sòla.Win2000 e' un notevole salto di qualita', e' un ottimo sistema.WinXP e' la sua evoluzione, migliore, anche se troppe cazzatine a prima vista lo rendono insopportabile a chi e' abituato a lavorare con un desktop pulito senza tanti frozoli.Quando reisci a portare l'aspetto di winxp simile a quello di win2k, ti accorgi delle differenze..Notevole, niente da dire.Se poi tu preferisci redhat o altri sistemi operativi ok, ma non ti piace != sòla :)E te lo dice uno che usa quasi solo slackware.L'obiettivita' e' una cosa che purtroppo manca a chi come te si fa portavoce di una fantomatica guerra tra sistemi operativi. CiaoAnonymous
        • TeX scrive:
          Re: Viva Linux...
          - Scritto da: Anonymous....
          Quando reisci a portare l'aspetto di winxp
          simile a quello di win2k, ti accorgi delle
          differenze.......Quali sono queste differenze ? Lo chiedo senza polemiche. Conosco relativamente Win 2000 ma non ho mai provato XP, ed ho sentito opinioni contrastanti in merito.
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...
            A parte il fatto che mi fa il boot in meno di un minuto (contro i 5 di win2000), inoltre non si blocca mai ed è molto veloce.
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...
            concordo.. windows xp e' 10 volte avanti rispetto a win 2000. idem .NET server.. fanno il boot in uno sputo di tempo. poi a stabilita' sono davvero massicci..poi ci sono tutta una serie di cazzatine, magari meno importanti, ma che comunque fanno piacere e sveltiscono il tutto (tipo il posizionamento automatico delle icone dentro a una fantomatica griglia sullo schermo, comodo invece che fare il solito "Line up icons"). non ci sono solo queste cose, anche molte altre, comunque e' davvero un passo avanti (anche il firewall integrato e configurabile per ogni connessione).Alex
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...
            a behhh l'allineamento automatico delle icone è una innovazione che ci mancava. Per fortuna che me l'hai detto: adesso corro subito da quelli della Mandrake e gli dico che per farsi pagare le licenze come Microsoft basta fare una piccola modifica a Gnome!!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...
            Scusa....ma se volevano farsi pagare, lo facevano e basta, invece di gridare al FREE OS, FREE OS, FREE OS.Il lavoro va pagato.E' ovvio che se qualcuno si offre a lavorare gratis, questi muore di fame :)Cmq mi dispiace x MandrakeSoft, mi era molto + simpatica della RH
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...
            non intendevo dire che mandrake per forza di cose non deve farsi pagare (anche perchè i pack li produce e li vende facedoli pagare) ma che purtroppo nessuna impresa linux potrà mai farsi pagare quello che chiede e ottiene microsoft.
          • Tasslehoff scrive:
            Re: Viva Linux...
            - Scritto da: Anonimo
            concordo.. windows xp e' 10 volte avanti
            rispetto a win 2000. idem .NET server..
            fanno il boot in uno sputo di tempo. poi a
            stabilita' sono davvero massicci..
            poi ci sono tutta una serie di cazzatine,
            magari meno importanti, ma che comunque
            fanno piacere e sveltiscono il tutto (tipo
            il posizionamento automatico delle icone
            dentro a una fantomatica griglia sullo
            schermo, comodo invece che fare il solito
            "Line up icons"). non ci sono solo queste
            cose, anche molte altre, comunque e' davvero
            un passo avanti (anche il firewall integrato
            e configurabile per ogni connessione).beh, francamente se questi sono i miglioramenti di Xp mi pare un po' pochino...Innanzitutto la famosa griglia desktop ha fatto saltare i nervi a un bel po' di persone visto che in men che non si dica si ha lo schermo pieno zeppo di icone, tutte belle distanziate tra loro ma proprio per questo occupano 3 volte lo spazio che occupavano in win2k.Chiamare firewall quel coso integrato in Xp poi è tutto un dire, c'era anche in win2k e anche in quel caso era l'essenza dell'inutilità e flessibile come un paracarro di ghisa, imparare da iptables cos'è un firewall...La questione della velocità è l'unica su cui ti posso dare ragione, salvo per il fatto che se su una macchina con 256 Mb di ram Xp parte veloce ma swappa come un dannato, e anche con 512 Mb di ram, quando ha un po' di applicativi che occupano i loro bei Gb di spazio il sistema diventa a dir poco pachidermico, aumentando in maniera esponenziale i tempi per fare la cosa più banale, come visualizzare una directory.NB: Win2k nella stessa condizione ma con la metà della ram gira come un pascià...E poi ci sarebbe la questione stabilità, tu dici che è stabilissimo, io sinceramente Xp l'ho usato un paio di settimane, e ho sperimentato almeno 5-6 blocchi di sistema (con sistema aggiornatissimo tramite winupdate...). Con Win2k sono andato avanti per mesi senza mai avere un freeze ne problemi di sorta, poteva capitare che un'applicazione andasse a banane, però sono sempre riuscito a killarla tranquillamente dal task manager...Non ti parlo poi dei problemi che ho avuto con i drivers della Creative e i sistemi audio multicanale, oppure del fantastico supporto di schede di rete pcmcia wireless, un'inferno dantesco....Imho l'unica cosa vantaggiosa di Xp rispetto a 2k è il contratto di licenza, se hai già una licenza 2k puoi utilizzare la licenza Xp anche per installare 2k o qualsiasi altro os Microsoft precedente. Come vedi per trovare miglioramenti bisogna proprio andare a cavillare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            beh, francamente se questi sono i
            miglioramenti di Xp mi pare un po'
            pochino...Colui a cui rispondi non conosce XP
            Innanzitutto la famosa griglia desktop ha
            fatto saltare i nervi a un bel po' di
            persone visto che in men che non si dica si
            ha lo schermo pieno zeppo di icone, tutte
            belle distanziate tra loro ma proprio per
            questo occupano 3 volte lo spazio che
            occupavano in win2k.Non dire stro,,,te
            Chiamare firewall quel coso integrato in Xp
            poi è tutto un dire, c'era anche in win2k e
            anche in quel caso era l'essenza
            dell'inutilità e flessibile come un
            paracarro di ghisa, imparare da iptables
            cos'è un firewall...Strumenti di amministrazione-
            Impostazione protezione locale-
            Criteri di protezione IP su computer locale... (non e' zone alarm, ma e' meglio di Kerio o OutPost)
            La questione della velocità è l'unica su cui
            ti posso dare ragione, salvo per il fatto
            che se su una macchina con 256 Mb di ram Xp
            parte veloce ma swappa come un dannato, e
            anche con 512 Mb di ram, quando ha un po' di
            applicativi che occupano i loro bei Gb di
            spazio il sistema diventa a dir poco
            pachidermico, aumentando in maniera
            esponenziale i tempi per fare la cosa più
            banale, come visualizzare una directory.
            NB: Win2k nella stessa condizione ma con la
            metà della ram gira come un pascià...Ho 512M, ho attivo SQL, winamp, ServU, Kaaza, sto guardando Italia 1 con la Pinnacle PCTV SAT e sto' interagendo nelle praterie del W3 con OperaMemoria allocata = 230CPU = 46%Swap = 300
            E poi ci sarebbe la questione stabilità, tu
            dici che è stabilissimo, io sinceramente Xp
            l'ho usato un paio di settimane, e ho
            sperimentato almeno 5-6 blocchi di sistema
            (con sistema aggiornatissimo tramite
            winupdate...). Con Win2k sono andato avanti
            per mesi senza mai avere un freeze ne
            problemi di sorta, poteva capitare che
            un'applicazione andasse a banane, però sono
            sempre riuscito a killarla tranquillamente
            dal task manager...Forse l'unica cosa vera che hai detto
            Non ti parlo poi dei problemi che ho avuto
            con i drivers della Creative e i sistemi
            audio multicanale, oppure del fantastico
            supporto di schede di rete pcmcia wireless,
            un'inferno dantesco....Ho un' Audigy con casse Megaworks..., megli di un impianto BOSS, nessun problema
            Imho l'unica cosa vantaggiosa di Xp rispetto
            a 2k è il contratto di licenza, se hai già
            una licenza 2k puoi utilizzare la licenza Xp
            anche per installare 2k o qualsiasi altro os
            Microsoft precedente. Prova a fare un port scanner con win2k in un filettino batch..._______________@echo offset a=%1set b=%2set c=%3set d=%4if defined %2 (goto cia) else (goto mia):ciaset b=1:miaif defined %3 (goto ciao) else (goto miao):ciaoset c=254:miaofor /L %%i in (%b%,1,%c%) do ping %a%%%i -n 1 -w 500 |find "TTL"
            nul && netsh diag connect iphost %a%%%i %d% |find "[%d%]"
            nul && echo PORTA %d% ATTIVa SU %a%%%i || echo %%iendlocalset a=set b=set c=set d=____________o a terminare/aprire processi su server remoti, o a connetterti al terninal services di un server, o gestire active directory o a mastrizzare un cd o a configurare una rete wireless o... e ca,,o studiatelo xp
            Come vedi per trovare
            miglioramenti bisogna proprio andare a
            cavillare...scusa, non voglio polemizzare, ma che ca,,o parli a fare non sai quel che dici?
          • Anonymous scrive:
            Re: Viva Linux...
            - Scritto da: TeX
            Quali sono queste differenze ? Lo chiedo
            senza polemiche. Conosco relativamente Win
            2000 ma non ho mai provato XP, ed ho sentito
            opinioni contrastanti in merito.Io purtroppo windows lo uso poche volte e solo come desktop, non conosco a fondo il sistema.Le migliorie piu' importanti che ho riscontrato riguardano la velocita' generale del sistema operativo e del boot, supporto pppoe nativo, supporto masterizzatori nativo (anche se preferisco i programmi ad hoc) e l'ho visto come un sistema piu' multimediale rispetto a win2000.La stabilita' e' rimasta pressoche' invariata, tanto era gia' stabilissimo pure il suo predecessore, mentre il firewall integrato se lo potevano risparmiare anche se per chi non ha particolari esigenze e' ottimo.Altra cosa che ho apprezzato e' che finalmente finita l'installazione di windows hai un sistema usabile, non come prima che poi arrivava la parte piu' noiosa, quella in cui bisognava inserire i vari cd e ogni cd un reboot.Per l'uso che faccio io di windows, l'xp e' il migliore.Anonymous
          • maks scrive:
            Re: Viva Linux...

            Quali sono queste differenze ? Lo chiedo
            senza polemiche. Conosco relativamente Win
            2000 ma non ho mai provato XP, ed ho sentito
            opinioni contrastanti in merito.a parte l'aspetto grafico e il supporto migliorato per le appliaczioni "vecchie" o in modalita' MSDOSqui ci sono tutte le modifiche fatte al kernelhttp://msdn.microsoft.com/msdnmag/issues/01/12/XPKernel/default.aspxciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...
            - Scritto da: maks


            Quali sono queste differenze ? Lo chiedo

            senza polemiche. Conosco relativamente Win

            2000 ma non ho mai provato XP, ed ho
            sentito

            opinioni contrastanti in merito.

            a parte l'aspetto grafico e il supporto
            migliorato per le appliaczioni "vecchie" o
            in modalita' MSDOS
            qui ci sono tutte le modifiche fatte al
            kernel

            http://msdn.microsoft.com/msdnmag/issues/01/1
            comunque gli ultimi post sono off topic!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            comunque gli ultimi post sono off topic!!!!!!e quindi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...
            - Scritto da: Anonimo

            comunque gli ultimi post sono off
            topic!!!!!!

            e quindi?e quindi visto che ci sono delle regole almeno metterci il segno OT davanti al post, o meglio spostarlo da un'altra parte! scusa ci sono delle regole?, dovrebbero valere per tutti, o mi sono perso qualcosa?....
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            e quindi visto che ci sono delle regole
            almeno metterci il segno OT davanti al post,
            o meglio spostarlo da un'altra parte! scusa
            ci sono delle regole?, dovrebbero valere per
            tutti, o mi sono perso qualcosa?....la cara vecchia elasticita' mentale..mi chiedo che fine abbia fatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...

            la cara vecchia elasticita' mentale..
            mi chiedo che fine abbia fatto.io invece mi chiedo dove sia finito il rispetto.....che è + importante.....:o)
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...


            la cara vecchia elasticita' mentale..

            mi chiedo che fine abbia fatto.

            io invece mi chiedo dove sia finito il
            rispetto.....che è + importante.....:o)ma .... rispetto per cosa?non mi pare che il post sopra abbia offeso qualcuno..ok, era OT, ma comunque era un post informativo, di interesse generale...sono molto piu' fastidiosi quelli che dalla mattina alla sera postano cazzate pro/contro linux o windows senza mai dire nulla di interessante, pu rimanendo in temae con questo chiudo, perche' perdiamo tempo e siamo OT
          • Anonimo scrive:
            Re: Viva Linux...
            netsh ti dice niente?
      • Zeross scrive:
        Re: Viva Linux...
        - Scritto da: Anonimo[SPAZZATURA]
        Watashi wa Quattross desuPovero ignorante... mi fai compassione...Zeross
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...
    e se anche pagassi...?IO pago 100 e ho un sistema operativo... MIO... ci faccio quel cazzo che mi pare, usarlo, modificarlo.. anche rivenderlo...TU paghi 500 e hai in mano una LICENZA....quindi.. vacci tu a casa, IDIOTA...
  • Anonimo scrive:
    a tutti i troll
    La Mandrakkia affonda perché nell'era dot.bomb alcuni saccenti executive "ora vi insegno io come funziona la niù economy" hanno sperperato una paccata di $ per investire nell' elearning (pare sia roba molto hot tra i gestionali) accumulando un mare di debiti. Le società coinvolte in queste avventure sono anch'esse finite nei guai e vogliono che MDK onori le penalità cui è incorsa troncando questa bischerata trascinandola a sua volta sull'orlo del fallimento. Tutto questo significa che mentre MDK ha aumentato i profitti di 3~4 volte nel suo core business (cioè Linux... avete presente quella cosa da sfigato smanettone mezzo comunista ;) nel complesso è messa malissimo e si è messa in amministrazione controllata.Comunque, anche se dovesse fallire MandrakeSoft, la distro potrebbe continuare a vivere tranquillamente visto che è tutta completamente GPL e chiunque è legalmente autorizzato a mantenerla in vita (al massimo è probabile che cambi nome).
    • Anonimo scrive:
      Re: a tutti i troll
      Scusa la domanda idiota......ma è sotto GPL anche la procedura di installazione? Dove posso scaricare il codice sorgente?Sto sviluppando un clone di partition magic per Linux e magari mi farebbe comodo vedere il codice di MDK per alcune dritte! :)
      • godzilla scrive:
        Re: a tutti i troll
        questo dovrebbe aiutarti:http://www.openbrick.org/Members/jp/mandrake/install-mdk.stx/view(è il primo link presentato da google cercando "mandrake installer". certe volte ho l'impressione che google mi legga nel pensiero!)
    • Anonimo scrive:
      Re: a tutti i troll

      La Mandrakkia affonda perché nell'era
      dot.bomb alcuni saccenti
      executive "ora vi insegno io come funziona
      la niù economy" hanno
      sperperato una paccata di $ per investire
      nell' elearning (pare sia
      roba molto hot tra i gestionali) accumulando
      un mare di debiti. Le si ok, ma che c'entra?e' ovvio che un settore poco remunerativo come il packaging di software gratuito debba per forza di cose essere intergrato da qualcosa a piu' alto rendimento.Quindi, o si trovano investitori (come Redhat) che ti danno soldi a uffo, o ti fai pahgare a peso d'oro la consulenza (ma mandrake aveva un target poco disposto a spendere.. l'utenza finale e scimmia) oppure diversifichi, alla Microsoft per intenderci, perdo su Xbox, ma ricopro con i soldi di office...hanno sbagliato settore, ma non il modo di agire...
      società coinvolte in queste avventure sono
      anch'esse finite nei guai e
      vogliono che MDK onori le penalità cui è
      incorsa troncando questa
      bischerata trascinandola a sua volta
      sull'orlo del fallimento. Tutto
      questo significa che mentre MDK ha aumentato
      i profitti di 3~4 volte i profitti?casomai il fatturato...se stanno in amminisrtazione controllata vuol dire che di profitti non ce ne sono proprio....
      nel suo core business (cioè Linux... avete
      presente quella cosa da
      sfigato smanettone mezzo comunista ;) nel
      complesso è messa malissimo e
      si è messa in amministrazione controllata.
      Comunque, anche se dovesse fallire
      MandrakeSoft, la distro potrebbe
      continuare a vivere tranquillamente visto
      che è tutta completamente GPL
      e chiunque è legalmente autorizzato a
      mantenerla in vita (al massimo è
      probabile che cambi nome).e questo potrebbe essere un bene...ma il problema rimane.Come si fa a far fruttare una distro consumer?
      • Anonimo scrive:
        Re: a tutti i troll
        ma hai letto? la mdk ha piu' che triplicato il fatturato per quello che riguarda il suo core business (linux), per rispondere alla tua domanda, basta che una societa' del genere si occupi solo di linux, senza impelagarsi in investimenti su cose che possono portare a quello che purtroppo e' successo alla mdk
        • Anonimo scrive:
          Re: a tutti i troll

          ma hai letto? la mdk ha piu' che triplicato
          il fatturato per quello che riguarda il suo
          core business (linux), per rispondere alla
          tua domanda, basta che una societa' del
          genere si occupi solo di linux, senza
          impelagarsi in investimenti su cose che
          possono portare a quello che purtroppo e'
          successo alla mdkio ho lettoe continuo a non confondere fatturato e profittimdk e' potuta nascere perche' ha fatto investimenti (finanziati) anche in altri settori oltre a linux.Poi e' arrivato il momento in cui i finanziatori hanno battuto cassa e con i soldi fatti con linux, non hanno ricoperto nulla...ecco il vero dramma qual e' stato.Che l'attivita' linux, seppur in progresso, e' stata finanziata dall'esterno.Non si e' autofinanziata....E neanche basta a fare profitti tale da ripagare l'investimento iniziale...mi sembra palese...ma la cosa piu' imbarazzante e' che tutte queste distro desktop, non hanno raggiunto una massa critica di utenti paganti tale da camparci.Sono tutti pronti a scaricare e installare qualsiasi distro, ma poi quando gli viene chiesto di contribuire, solo una piccola parte lo fa... e non basta.Tanto, morta una distro, se ne scarica un'altra...
          • Anonimo scrive:
            Re: a tutti i troll
            - Scritto da: Anonimo

            ma hai letto? la mdk ha piu' che
            triplicato

            il fatturato per quello che riguarda il
            suo

            core business (linux), per rispondere alla

            tua domanda, basta che una societa' del

            genere si occupi solo di linux, senza

            impelagarsi in investimenti su cose che

            possono portare a quello che purtroppo e'

            successo alla mdk
            io ho letto
            e continuo a non confondere fatturato e
            profitti
            mdk e' potuta nascere perche' ha fatto
            investimenti (finanziati) anche in altri
            settori oltre a linux.non e' assolutamente vero, gli investimenti sballati son stati fatto DOPO che mdk era gia' bella che avviata.
          • Anonimo scrive:
            Re: a tutti i troll
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            ma hai letto? la mdk ha piu' che

            triplicato


            il fatturato per quello che riguarda il

            suo


            core business (linux), per rispondere
            alla


            tua domanda, basta che una societa' del


            genere si occupi solo di linux, senza


            impelagarsi in investimenti su cose che


            possono portare a quello che purtroppo
            e'


            successo alla mdk

            io ho letto

            e continuo a non confondere fatturato e

            profitti

            mdk e' potuta nascere perche' ha fatto

            investimenti (finanziati) anche in altri

            settori oltre a linux.

            non e' assolutamente vero, gli investimenti
            sballati son stati fatto DOPO che mdk era
            gia' bella che avviata.Concordo. Mandrake e' nata dal NULLA vendendoi suoi box (e siglando accordi per venderli)e sostenendosi con questi, non certo finanziata da venture capitalist...
    • FDG scrive:
      Re: a tutti i troll
      - Scritto da: Anonimo
      La Mandrakkia affonda perché nell'era
      dot.bomb...Ottimo e abbondante. Ma purtroppo di ibecilli che leggono soltanto i titoli degli articoli, quando non è sufficiente leggere uno o due articoli per informarsi adeguatamente, ne è pieno il mondo. Come dice il proverbio? "A lavar la testa all'asino si perde il ranno ed il sapone"?Forza Mandrake, le mie due power pack edition sono in bella mostra in ufficio. Spero vivamente che ce la facciate.
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva Linux...
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=42769cos'è che non torna rispetto a quello che affermi ?????
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva Linux...

      http://punto-informatico.it/p.asp?i=42769
      cos'è che non torna rispetto a quello che
      affermi ?????torna tutto...e' l'eccezione che conferma la regola tanto e' vero che nel link che hai dato, si dice che tutte le altre sono al collasso o quasi...
Chiudi i commenti