Intel sforna nuovi SSD professionali

Emergono le specifiche delle nuove serie SSD 710 e 720, prodotte da Intel. Unità a stato solido rivolte alle imprese

Roma – Il chipmaker di Santa Clara continua a spingere sull’argomento SSD, elaborando nuove soluzioni dedicate all’esigente settore enterprise. Forme più compatte, connessioni PCI Express e nuove soluzioni pensate per offrire ancora più cicli di scrittura.

Il sito tedesco Computer Base ha appena pubblicato quelle che dovrebbero essere le specifiche tecniche ufficiali delle due serie in arrivo, 710 “Lyndonville” e 720 “Ramsdale”, confermando alcune delle indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi.

Le SSD della serie 720 proporranno interfaccia PCI Express a 6 Gbps e saranno supportate da 512MB di DRAM. Le prestazioni dichiarate parlano di 2200 MB/s in lettura e 1800 MB/s in scrittura. Prodotte con NAND SLC a 34 nanometri, queste memorie flash saranno disponibili in due tagli, da 200 e 400 gigabyte. La proposta Ramsdale includerà anche la cifratura real-time dei dati, che utilizza l’algoritmo AES con chiavi a 256 bit.

I drive 710 non offriranno le stesse prestazioni in lettura e scrittura delle SSD di fascia alta: si parla infatti di interfaccia Sata a 3Gbps, con 270MB/s in lettura e 210MB/s in scrittura. Le unità Lyndonville potranno però contare su una maggiore longevità, grazie alla lavorazione HET delle NAND MLC prodotte a 25nm . In questo caso i tagli disponibili spazieranno tra 100, 200 e 300GB.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sgabbio scrive:
    archive.org cosa c'entra ?
    secondo me è solo un'azione per ingraziarsi eventuali pelosi governativi, perchè prarticamente hanno meddo sentro siti che con la pirateria non c'entrano nulla.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: archive.org cosa c'entra ?
      - Scritto da: Sgabbio
      secondo me è solo un'azione per ingraziarsi
      eventuali pelosi governativi, perchè
      prarticamente hanno meddo sentro siti che con la
      pirateria non c'entrano
      nulla.In effetti mettere Archive.org in questa lista è come arrestare un responsabile di una biblioteca pubblica perchè cede in prestito dei libri senza far pagare un corrispettivo!Ad ogni modo ringrazio GroupM per aver stilato questa mega-lista, che permetterà agli "scarriconi" di trovare nuove fonti di approvigionamento :D
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Il copyright è dannoso per la Cultura
    Una prova in più che il copyright è molto dannoso per la libera circolazione della Cultura e quindi va eliminato al più presto. ABOLIRE IL COPYRIGHT P-)
    • Mighael scrive:
      Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
      io sono d'accordo con te è giusto far circolare la cultura ma non puoi guadagnarci anche, altrimenti non sei diverso dai signori del copyright.Al max puoi pagartici le spese.
    • Get Real scrive:
      Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
      Continua a sognare, non lo renderà più reale.Il copyright NON verrà abolito, é troppo redditizio per chi conta veramente. La Rete sarà adattata secondo i desideri dei potenti. Non c'é assolutamente nulla che tu o chiunque altro possiate fare.
      • Funz scrive:
        Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
        - Scritto da: Get Real
        Continua a sognare, non lo renderà più reale.
        Il copyright NON verrà abolito, é troppoIl copyright è già abolito, di fatto e a tutti gli effetti pratici.
        redditizio per chi conta veramente. La Rete sarà
        adattata secondo i desideri dei potenti. Non c'é
        assolutamente nulla che tu o chiunque altro
        possiate
        fare.Questo è quello che speri tu, ma io penso che sia più probabile l'estremo opposto: il fallimento e la scomparsa degli editori e delle major. Non è che se chiudono il p2p la gente si ammasserà nei negozi di dischi come orde di zombi...
        • spacevideo scrive:
          Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
          non ci metterei la mano sul fuoco, ti assicuro che per far tornare la gente "normale" basta veramente poco .... ne abbiamo varie riprove, blocca o rallenta per un po' la rete e vedi come il fatturato sale ... il che la dice proprio lunga.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: spacevideo
            non ci metterei la mano sul fuoco, ti assicuro
            che per far tornare la gente "normale" basta
            veramente poco .... ne abbiamo varie riprove,
            blocca o rallenta per un po' la rete e vedi come
            il fatturato sale ... il che la dice proprio
            lunga.Si, il fatturato di Murdok forse.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: spacevideo
            non ci metterei la mano sul fuoco, ti assicuro
            che per far tornare la gente "normale" basta
            veramente poco .... Sì, basta un miracolo.
            ne abbiamo varie riprove,
            blocca o rallenta per un po' la rete e vedi come
            il fatturato sale ... il che la dice proprio
            lunga.Allora, faremo il possibile per farvelo scendere.
          • korn scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: spacevideo
            non ci metterei la mano sul fuoco, ti assicuro
            che per far tornare la gente "normale" basta
            veramente poco .... ne abbiamo varie riprove,
            blocca o rallenta per un po' la rete e vedi come
            il fatturato sale ... il che la dice proprio
            lunga. Detto da uno che di mestiere fa il videotecaro.... proprio un coomento "ad XXXXXXXm"
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: spacevideo
            non ci metterei la mano sul fuoco, ti assicuro
            che per far tornare la gente "normale" basta
            veramente pocoCosé volgare? Chi é morale? Chi, o cosa, la domanda deve essere posta, chi ha lonniscienza per definire la decenza, chi decide quello che può corrompere una coscienza, in quali casi bisogna censurare, su quali basi si opera per evitare che arrivi qualcosa allorecchio della gente, qualcosa che offende, qualcosa di indecente, cosé la parolaccia? Cosé il buongusto? Cosa provoca loffesa, e qualé il linguaggio giusto? No, nessuno può rispondere lo so, nessuno fa le veci dei principi che io ho. Mi riferisco a quegli sbirri incravattati che mi chiamano scurrile e indignati dal mio parlare chiaro, dal mio dire le cose come stanno, e che di tutto fanno per zittirci, incapaci di capirci, il dissenso é risolto, si chiedono ancora cosé andato storto, difensori col fiato corto di un perbenismo morto, e comunque inquisitori, a ragione o torto, chiaro, forte e chiaro mi esprimo, se per me sei XXXXXXX, XXXXXXX ti dico, rifiuta i mezzi termini, combatti chi ti oscura, grida la tua rabbia, e fotti la censura!!!
          • bubba scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            fotti la censura VS Fight Da Faida !:)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: bubba
            fotti la censura VS Fight Da Faida !

            :)Il meglio del rap anni 90. :)
        • Get Real scrive:
          Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
          - Scritto da: Funz
          Il copyright è già abolito, di fatto e a tutti
          gli effetti
          pratici.
          Davvero? Eppure é notizia di ieri (http://torrentfreak.com/torrent-site-throws-in-the-towel-fearing-arrests-110616/) che uno dei più grandi siti di torrent svedesi é stato chiuso per volontà dei suoi stessi fondatori che temono arresti e persecuzioni, a seguito del raid effettuato dalla Polizia tedesca contro XNT.nu.La sai una cosa? Non ne spunteranno cento. Stanno scomparendo, uno dietro l'altro, annientati dalle cause legali, colpiti dalle autorità, o semplicemente chiusi spontaneamente per paura.L'età avanza per tutti. I fondatori di queste comunità hanno sempre più da perdere, le leggi si fanno sempre più severe. La strada é tracciata.Inoltre, i Ministri della Giustizia dell'UE intendono mettere al bando il possesso, la creazione di strumenti software volti alle attività di hackeraggio (http://www.networkworld.com/news/2011/061511-eu-ministers-seek-to-ban.html). Questo significa, di fatto, un controllo FERREO su TUTTI gli strumenti di sviluppo ed é il primo passo verso la registrazione obbligatoria per tutti i programmatori. Come da programma.
          Questo è quello che speri tu, ma io penso che sia
          più probabile l'estremo opposto: il fallimento e
          la scomparsa degli editori e delle major. Non è
          che se chiudono il p2p la gente si ammasserà nei
          negozi di dischi come orde di
          zombi...Sperare? Io non spero proprio nulla e mi piacerebbe che lo cose stessero diversamente.MA NON É COSÌ. Le Major STANNO VINCENDO. Le leggi del mondo intero stanno andando nella direzione da loro imposta. Le Major sono delle autentiche superpotenze, e possono letteralmente dettare leggi a intere nazioni. Lo hanno fatto. Lo stanno facendo. Continueranno a farlo.Quando ai negozi di dischi, sicuramente scompariranno! Perché pagare degli inutili intermediari quando i soldi possono andare direttamente nelle loro tasche? Tutti i nostri dati, i nostri acquisti, tutto sarà nel Cloud e sarà gestito da loro. A pagamento. Per legge.Pensaci bene e disperati: TUTTO apparterrà a loro. Sarai un loro prodotto. Vivrai nei limiti da loro imposti.E non potrai MAI farci nulla. Maledirai il giorno in cui hanno inventato internet. Maledirai gli inventori dei microchip. Ma sarà inutile.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: Funz


            Il copyright è già abolito, di fatto e a tutti

            gli effetti

            pratici.



            Davvero? Eppure é notizia di ieri
            (http://torrentfreak.com/torrent-site-throws-in-th

            La sai una cosa? Non ne spunteranno cento. Stanno
            scomparendo, uno dietro l'altro, annientati dalle
            cause legali, colpiti dalle autorità, o
            semplicemente chiusi spontaneamente per
            paura.
            Vero. Al loro posto ci sono i siti di streaming e hosting.
            L'età avanza per tutti. I fondatori di queste
            comunità hanno sempre più da perdereVero. Infatti, altri fondano comunità di tipo diverso.
            , le leggi si
            fanno sempre più severe. La strada é
            tracciata.Cambia poco. Anche un topo aveva molto da perdere, se entrava in un nido di tirannosauri e mangiava le uova. Infatti, molti topi così sono morti; ma altri topi, giovani e ingenui, non lo sapevano, e sono andati lo stesso; anche loro sono morti... ma intanto, le uova erano rotte, più nessun giovane dinosauro è potuto nascere, e i dinosauri si sono estinti, mentre i topi sono ancora qui.

            Inoltre, i Ministri della Giustizia dell'UE
            intendono mettere al bando il possesso, la
            creazione di strumenti software volti alle
            attività di hackeraggio
            (http://www.networkworld.com/news/2011/061511-eu-m


            Questo è quello che speri tu, ma io penso che
            sia

            più probabile l'estremo opposto: il fallimento e

            la scomparsa degli editori e delle major. Non è

            che se chiudono il p2p la gente si ammasserà nei

            negozi di dischi come orde di

            zombi...

            Sperare? Io non spero proprio nulla e mi
            piacerebbe che lo cose stessero
            diversamente.
            MA NON É COSÌ. Le Major STANNO VINCENDO.Le majors stanno morendo . E niente cresce al loro posto. Prima cadono i piccoli.Tu stesso hai detto che stanno licenziando. Si stanno autocannibalizzando per resistere, ma non possono farlo a lungo.
            Quando ai negozi di dischi, sicuramente
            scompariranno! Perché pagare degli inutili
            intermediari quando i soldi possono andare
            direttamente nelle loro tasche?Infatti: e i soldi sono sempre meno . Per questo hanno tolto gli intermediari: per avere comunque gli stessi incassi. Ma a monte, l'incasso è ridotto, e si ridurrà ancora.Sai, quando si muore, la circolazione del sangue cessa prima nelle parti più esterne del corpo. Ci vorrà un po', prima che le majors, che ne sono il cuore, vengano raggiunte.(riconosci almeno questa citazione?)
            Tutti i nostri
            dati, i nostri acquisti, tutto sarà nel Cloud e
            sarà gestito da loro. A pagamento. Per
            legge.Se sei così stupido da metter ei tuoi dati nel cloud e pagare, te lo meriti. Così, gli stupidi verranno pelati.
            Pensaci bene e disperati: TUTTO apparterrà a
            loro.A loro non apparterrà altro che qualche pezzo di carta (anzi, nemmeno quello, solo un pdf).
            Sarai un loro prodotto. Vivrai nei limiti
            da loro
            imposti.No, me ne sbatterò di loro, e potranno berciare finchè non mancheranno loro le forze a causa della fame.
          • Get Real scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Le majors stanno morendo . E niente cresce
            al loro posto. Prima cadono i
            piccoli.
            Vaneggiamenti. Anche quest'anno i loro profitti sono plurimiliardari. Le loro lamentele sono solo PR volta a suscitare supporto politico per le loro strategie ultrasecuritarie, che sono molto ben viste dai governi.Molto presto, tu non voterai mai più se non su argomenti futili. Il tuo parlamento, presidente e corte suprema sarà un consiglio d'amministrazione.
            Tu stesso hai detto che stanno licenziando. Si
            stanno autocannibalizzando per resistere, ma non
            possono farlo a
            lungo.
            Licenziano da una parte, assumono da un'altra. Non hai capito nulla di quanto scrivevo perché preso evidentemente sei preso dalla rabbia e dal panico di fronte a quanto sta per accadere: i lavoratori sono trattati come merce. I manager, loro sono intoccabili.

            Ma a monte,
            l'incasso è ridotto, e si ridurrà
            ancora.
            Quale parte di "anche quest'anno stanno facendo utili record" non ti é chiara?
            Sai, quando si muore, la circolazione del sangue
            cessa prima nelle parti più esterne del corpo. Ci
            vorrà un po', prima che le majors, che ne sono il
            cuore, vengano
            raggiunte.
            (riconosci almeno questa citazione?)
            Non ci avviciniamo nemmeno ad una situazione del genere. E anche se fosse, ricordi "too big to fail"?
            Se sei così stupido da metter ei tuoi dati nel
            cloud e pagare, te lo meriti. Così, gli stupidi
            verranno
            pelati.
            Non hai capito: NON AVRAI SCELTA.
            No, me ne sbatterò di loro, e potranno berciare
            finchè non mancheranno loro le forze a causa
            della
            fame.Vedo che ti fa piacere illuderti, ma non piangere troppo quando scoprirai che sul tuo campo da giochi stanno costruendo un palazzo. Persino Janosz Boka ha pianto.Riconosci TU la citazione?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: uno qualsiasi



            Le majors stanno morendo . E niente cresce

            al loro posto. Prima cadono i

            piccoli.



            Vaneggiamenti. Anche quest'anno i loro profitti
            sono plurimiliardari. Sono in calo... e dopo i tagli. Se riescono ancora a guadagnare, è solo a spese di quelli che hanno licenziato. E che non potranno licenziare di nuovo.
            Molto presto, tu non voterai mai più se non su
            argomenti futili. Il tuo parlamento, presidente e
            corte suprema sarà un consiglio
            d'amministrazione.E decideranno sul nulla, perchè ci sarà l'anarchia.


            Tu stesso hai detto che stanno licenziando. Si

            stanno autocannibalizzando per resistere, ma non

            possono farlo a

            lungo.



            Licenziano da una parte, assumono da un'altra.Ma dove? Non mi sembra proprio.
            Non hai capito nulla di quanto scrivevo perché
            preso evidentemente sei preso dalla rabbia e dal
            panico di fronte a quanto sta per accadere: i
            lavoratori sono trattati come merce.I lavoratori stanno venendo buttati fuori. Loro sono solo i primi.
            I manager,
            loro sono
            intoccabili.Certo: arrafferanno quello che potranno, e scapperanno su qualche isola tropicale a goderselo. Perchè prendersi altre grane? Quando la nave affonda, ti metti in salvo prima che gli altri se ne accorgano. E a bordo restano solo gli sprovveduti.





            Ma a monte,

            l'incasso è ridotto, e si ridurrà

            ancora.



            Quale parte di "anche quest'anno stanno facendo
            utili record" non ti é
            chiara?Quale parte di "a spese di chi?" non ti è chiara?


            Sai, quando si muore, la circolazione del sangue

            cessa prima nelle parti più esterne del corpo.
            Ci

            vorrà un po', prima che le majors, che ne sono
            il

            cuore, vengano

            raggiunte.

            (riconosci almeno questa citazione?)



            Non ci avviciniamo nemmeno ad una situazione del
            genere. E anche se fosse, ricordi "too big to
            fail"?Certo, non cade: marcisce sul posto. La cancrena è già iniziata: per ora ha solo preso le dita... e l'unica soluzione che hanno trovato, è stata di strapparsi via le dita a morsi.



            Se sei così stupido da metter ei tuoi dati nel

            cloud e pagare, te lo meriti. Così, gli stupidi

            verranno

            pelati.



            Non hai capito: NON AVRAI SCELTA.Certo che ce l'ho. Come puoi impedirmelo?Come puoi costringere qualcuno, ad esempio, ad avere un profilo su facebook?
            Vedo che ti fa piacere illuderti, ma non piangere
            troppo quando scoprirai che sul tuo campo da
            giochi stanno costruendo un palazzo.No, ma riderò quando il palazzo crollerà miseramente, seppellendo chi era dentro.
            Persino
            Janosz Boka ha
            pianto.
            Riconosci TU la citazione?Occhio a non finire nel laghetto...
          • Funz scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            Too big to fail le major? Ridicolo!
          • Funz scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            Te sogni i sogni di uno che ha mangiato pesante :p
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
        - Scritto da: Get Real
        Continua a sognare, non lo renderà più reale.
        Il copyright NON verrà abolito, é troppo
        redditizio per chi conta veramente. La Rete sarà
        adattata secondo i desideri dei potenti.I "potenti" sono tutti anziani. Non dureranno molto (chi ha il cancro, chi l'infarto...). E non c'è nessuno che possa rimpiazzarlo.La pirateria non ha intaccato chi si è già arricchito... ma ha tarpato le ali a chi voleva arricchirsi. In meno di una generazione non ci sarà più nessuno in grado di guadagnare con il copyright.
        • Get Real scrive:
          Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
          - Scritto da: uno qualsiasi
          I "potenti" sono tutti anziani. Non dureranno
          molto (chi ha il cancro, chi l'infarto...). E non
          c'è nessuno che possa
          rimpiazzarlo.
          Oh si che ci sono: ci sono i giovani rampanti (chi se li ricorda, già negli anni '80). Ci sono i manager di 30 anni che aumentano i dividendi licenziando.Quando questa gente avrà le leve del potere in mano, faranno scempio: mentre i loro predeXXXXXri avevano solo una conoscenza parziale delle nuove tecnologie e dovevano affidarsi a consulenti, questi sapranno esattamente dove colpire. Sapranno quali leggi comprare. Conosceranno TUTTI i punti deboli della Rete e ne scardineranno le porte.I vostri dati? Nel Cloud: li controllano loro.I vostri computer? Scatole vuote, senza collegamento a internet non funzioneranno.Pensateci bene: la nostra intera vita dipenderà da un collegamento costante e ininterrotto a internet, da un flusso di dati sul quale noi non avremo alcun controllo. Saremo, letteralmente, loro proprietà.Nessun tiranno nella Storia ha mai osato sognare un potere simile. E sarà loro, in maniera totale e irrimediabile.
          La pirateria non ha intaccato chi si è già
          arricchito... ma ha tarpato le ali a chi voleva
          arricchirsi. In meno di una generazione non ci
          sarà più nessuno in grado di guadagnare con il
          copyright.In meno di una generazione l'internet che conosci sarà InterMarketNet(TM). Quelle che ora chiami "major" saranno il vero, unico, invincibile Governo Mondiale che controllerà ogni cittadino, 24/7, dalla culla alla tomba.Eccolo, il futuro:[yt]http://www.youtube.com/watch?v=lsQ7wWCjHX0 [/yt]
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura

            Oh si che ci sono: ci sono i giovani rampanti
            (chi se li ricorda, già negli anni '80). Ci sono
            i manager di 30 anni che aumentano i dividendi
            licenziando.Lo scopo è quello: spingerli a licenziare, finchè non si troveranno senza personale.

            Quando questa gente avrà le leve del potere in
            mano, faranno scempio:Certo: faranno scempio... del nulla.Non ci saranno più nuove produzioni da mettere sotto copyright (perchè avranno licenziato tutti), e non potranno mettere le vecchie produzioni sotto copyright più restrittive, perchè ormai ce le hanno già tutti.Esempio: se la disney mettesse anche "biancaneve" con drm inattaccabile, e bloccasse tutti i siti da dove si scarica, cosa otterrebbe? ormai, il file ce l'hanno già tutti, e quindi nessuno lo scarica comunque.
            mentre i loro predeXXXXXri
            avevano solo una conoscenza parziale delle nuove
            tecnologie e dovevano affidarsi a consulenti,
            questi sapranno esattamente dove colpire.Si: sulle loro palle.
            Sapranno quali leggi comprare. Conosceranno TUTTI
            i punti deboli della Rete e ne scardineranno le
            porte.Prima che ci riescano, la rete sarà già obsoleta.La storia lo insegna: negli anni 80-90, l'informazione libera arrivava dai satelliti; i potenti non erano in grado di controllarli. E anche la pirateria era lì. Quando hanno trovato il modo di conquistare le tv via satellite, trasformandole in quell'obbrobrio che è sky... ormai la tv via satellite era obsoleta.Sky non è stato craccato... perchè nessuno pensa che ne valga più la pena.

            I vostri dati? Nel Cloud: li controllano loro.Solo i dati dei cretini che li regalano così. Del resto, se lo meritano.
            I vostri computer? Scatole vuote, senza
            collegamento a internet non
            funzioneranno.Basta reinstallare il sistema operativo, mettendone uno diverso.E non venirmi a dire che non hanno abbastanza memoria: per avere un computer usabile, basterebbe anche un 386 con 16 mega di ram (con una distro minimale, ci puoi far andare tutto il software che serve)... e anche il più debole dei netbook, previsto solo per essere usato in rete, ha capacità 100 volte superiori.Certo, se lo manometti il sistema operativo potrebbe bloccarsi... ma tanto lo pialli via e ne metti un altro. E no, il sistema operativo non sarà scritto su rom, dal momento che costa troppo: ormai tutti usano firmware su memoria flash, che quindi si possono togliere e rimpiazzare.
            Pensateci bene: la nostra intera vita dipenderà
            da un collegamento costante e ininterrotto a
            internet, da un flusso di dati sul quale noi non
            avremo alcun controllo.A meno di non scegliere la soluzione sony... e allora "loro" dovrebbero pagare miliardi di danni.
            Saremo, letteralmente,
            loro
            proprietà.

            Nessun tiranno nella Storia ha mai osato sognare
            un potere simile.Certo: sono tutti morti molto prima.
            In meno di una generazione l'internet che conosci
            sarà InterMarketNet(TM).Vero: come la tv via satellite che conoscevo è diventata sky; e InterMarketNet(TM) sarà obsoleta, come adesso è obsoleta sky.Tra l'altro, in realtà, la tv via satellite "pre-sky" esiste ancora, con i canali in chiaro senza abbonamenti: solo, gli abbonati sky con i decoder proprietari non la prendono, e non sanno che esiste; analogamente, i servizi internet diversi dal web (i newsgroup, ad esempio) ci sono ancora, ma molti utenti non se ne ricordano.Internet come la conosciamo sarà dimenticata, in favore magari di sistemi in stile facebook, ma continuerà a esistere, per noi: l'elite. E, visto che saremo in pochi, nessuno farà caso a noi, che potremo fare quello che vogliamo.
            Quelle che ora chiami
            "major" saranno il vero, unico, invincibile
            Governo Mondiale che controllerà ogni cittadino,No, saranno sottoterra.

            Eccolo, il futuro:

            [yt]http://www.youtube.com/watch?v=lsQ7wWCjHX0
            [/yt]Se la tua abilità a postare filmati è pari alla tua abilità di fare previsioni, non mi preoccupo.
          • Get Real scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Se la tua abilità a postare filmati è pari alla
            tua abilità di fare previsioni, non mi
            preoccupo.Sfortunatamente l'editor per commenti di Punto Informatico é davvero pessimo, molto inferiore a quello di un semplice forum.Comunque era la scena di Metropolis (di Fritz Lang) con il cambio di turno degli operai.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            Guarda, intanto ti dedico questo: descrive bene il futuro che tu immagini, e le inevitabili conseguenze.http://www.liberliber.it/biblioteca/g/grasso/2038_la_rivolta/pdf/2038_l_p.pdf
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura

            Internet come la conosciamo sarà dimenticata, in
            favore magari di sistemi in stile facebook, ma
            continuerà a esistere, per noi: l'elite. E, visto
            che saremo in pochi, nessuno farà caso a noi, che
            potremo fare quello che
            vogliamo.Speriamo torni rapidamente quel momento ... !
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: uno qualsiasi


            I "potenti" sono tutti anziani. Non dureranno

            molto (chi ha il cancro, chi l'infarto...). E
            non

            c'è nessuno che possa

            rimpiazzarlo.



            Oh si che ci sono: ci sono i giovani rampanti
            (chi se li ricorda, già negli anni '80). Ci sono
            i manager di 30 anni che aumentano i dividendi
            licenziando.Finché il licenziato non gli recide la giugulare o il rampantone non schiatta per aver sniffato troppa "neve"

            Quando questa gente avrà le leve del potere in
            mano, faranno scempio: mentre i loro predeXXXXXri
            avevano solo una conoscenza parziale delle nuove
            tecnologie e dovevano affidarsi a consulenti,
            questi sapranno esattamente dove colpire.
            Sapranno quali leggi comprare. Conosceranno TUTTI
            i punti deboli della Rete e ne scardineranno le
            porte.

            I vostri dati? Nel Cloud: li controllano loro.Basta non usare il cloud
            I vostri computer? Scatole vuote, senza
            collegamento a internet non
            funzioneranno.Ci terremo le vecchie macchine o ne costruiremo di nuove
            Pensateci bene: la nostra intera vita dipenderà
            da un collegamento costante e ininterrotto a
            internet, da un flusso di dati sul quale noi non
            avremo alcun controllo. Saremo, letteralmente,
            loro
            proprietà.
            Già in varie parti del mondo si stanno svegliando e prima o poi i non violenti cambieranno idea e il "non" sparirà. Il padre poliziotto capirà di star proteggendo dei XXXXXXXX quando si troverà davanti il figlio oltre la transenna, guarderà la sua busta paga e farà dietrofront, l'ago della bilancia è tutto là: le forze dell'ordine, da sempre al servizio del potere visto che il potere non scende mai in campo direttamente a pararsi le chiappe. Se non succede questo allora sì, sarà come dici tu.
            Nessun tiranno nella Storia ha mai osato sognare
            un potere simile. E sarà loro, in maniera totale
            e
            irrimediabile.


            La pirateria non ha intaccato chi si è già

            arricchito... ma ha tarpato le ali a chi voleva

            arricchirsi. In meno di una generazione non ci

            sarà più nessuno in grado di guadagnare con il

            copyright.

            In meno di una generazione l'internet che conosci
            sarà InterMarketNet(TM). Quelle che ora chiami
            "major" saranno il vero, unico, invincibile
            Governo Mondiale che controllerà ogni cittadino,
            24/7, dalla culla alla
            tomba.

            Eccolo, il futuro:

            [yt]http://www.youtube.com/watch?v=lsQ7wWCjHX0
            [/yt]Si vede solo la home di YT devi mettere solo il codice finale
          • Get Real scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: ciccio quanta ciccia
            Finché il licenziato non gli recide la giugulare
            o il rampantone non schiatta per aver sniffato
            troppa
            "neve"Continua a sognare. Non é sucXXXXX, non succederà. La gente ha capito che ribellarsi é futile.
            Basta non usare il cloud
            Non hai capito: NON CI SARANNO ALTERNATIVE.
            Ci terremo le vecchie macchine o ne costruiremo
            di
            nuove
            Prima o poi tutto si rompe e dovrete arrendervi. Quanto a costruirle, non potrete perché non avrete acXXXXX ai componenti.Ma tanto sono solo spacconate, anche tu ti arrenderai quando verrà il momento. Sarà un boccone amaro, ma lo manderai giù. Avrai altro da fare con la tua vita che non lottare per ideali di cui alla maggioranza non interessa proprio nulla.
            Già in varie parti del mondo si stanno svegliando
            e prima o poi i non violenti cambieranno idea e
            il "non" sparirà. Il padre poliziotto capirà di
            star proteggendo dei XXXXXXXX quando si troverà
            davanti il figlio oltre la transenna, guarderà la
            sua busta paga e farà dietrofront, l'ago della
            bilancia è tutto là: le forze dell'ordine, da
            sempre al servizio del potere visto che il potere
            non scende mai in campo direttamente a pararsi le
            chiappe. Se non succede questo allora sì, sarà
            come dici
            tu.
            Proprio per questo sono stati inventati i dispositivi di controllo della folla: la semplice pressione di un pulsante e dovrai andartene, per il dolore causato da un fascio di microonde o altro.E comunque si vede bene come le cose si sono evolute in Gran Bretagna: stai dimostrando (pure con l'autorizzazione)? Arrivano i FITs (Forward Intelligence Teams) della Polizia che fotografano, filmano e identificano i manifestanti. É una tattica efficacissima, che intimidisce i partecipanti e li spinge a tornarsene a casa per evitare di essere "chiamati per rispondere a domande" dalle Autorità.Quando al padre poliziotto e al figlio oltre alla transenna, non preoccuparti: forze di sicurezza private, ben pagate e assolutamente legali, con nessunissimo legame con il territorio.Per ogni "però" che tu hai pronto, loro hanno la risposta. Ovviamente sostenuta dall'assoluto potere del denaro.
            Si vede solo la home di YT devi mettere solo il
            codice
            finaleChiedo venia, come spiegavo prima l'editor di commenti di PI é inferiore a quello del 99% dei forum.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura


            Basta non usare il cloud



            Non hai capito: NON CI SARANNO ALTERNATIVE.Ci sono: posso usare il mio vecchio pc. Posso costruirmene uno. Posso craccare un terminale e trasformarlo in pc. E non puoi vietarlo; sarebbe più fattibile vietare la corrente elettrica.Anzi, se cerchi di vietarlo, nascerebbe subito un mercato nero di pc "non-cloud", gestito dalla mafia. E a quel punto, chi volesse fare degli accertamenti... sparirebbe. E poco dopo, inizierebbero i lavori per gettare le fondamenta di nuovi edifici.
          • Get Real scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Ci sono: posso usare il mio vecchio pc.Per quanto ancora funzionerà? Sii serio, vuoi usare un C64 nel 2020?
            Posso
            costruirmene uno.Con quali materiali? Hai una fabbrica di componenti?
            Posso craccare un terminale e
            trasformarlo in pc.
            Se non hai supporti di memoria come fai?Dai, per favore, tieni i piedi per terra. Non sopravvalutare le tue capacità. Non sei il protagonista di V per Vendetta.

            E non puoi vietarlo; sarebbe più fattibile
            vietare la corrente
            elettrica.
            Non posso vietare le reazioni chimiche e le leggi della balistica: prova a comprare una pistola in Inghilterra.
            Anzi, se cerchi di vietarlo, nascerebbe subito un
            mercato nero di pc "non-cloud", gestito dalla
            mafia.Cosa ci guadagnerebbe la mafia? Ancora una volta, sii serio. Lo so che vuoi continare a sperare, che senti le tue certezze crollare, che devi aggrapparti a qualcosa e mi dispiace davvero dover demolire i tuoi sogni ma LE MAJOR VINCERANNO.Get. Over. It.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Ci sono: posso usare il mio vecchio pc.

            Per quanto ancora funzionerà? Sii serio, vuoi
            usare un C64 nel
            2020?E perchè no? Se le cose andranno come dici tu, sarebbe molto più potente dei terminali "stupidi"


            Posso

            costruirmene uno.

            Con quali materiali? Hai una fabbrica di
            componenti?Posso comprarli. O prenderli da altri apparecchi (visto che, ormai, i proXXXXXri sono sempre più standardizzati)


            Posso craccare un terminale e

            trasformarlo in pc.



            Se non hai supporti di memoria come fai?Li metto nel firmware. Anche se è un sistema con solo il browser... ormai hai presente quanto occupa un browser? Ci posso far stare una intera distro linux minimale, al suo posto.Sai che è possibile mettere un sistema operativo anche su un computer a cui hai tolto l'hard disk? Si riesce a infilarlo nella memoria flash che dovrebbe ospitare il bios.

            Dai, per favore, tieni i piedi per terra. Non
            sopravvalutare le tue capacità.Non le sopravvaluto. Sono realista.

            E non puoi vietarlo; sarebbe più fattibile

            vietare la corrente

            elettrica.



            Non posso vietare le reazioni chimiche e le leggi
            della balistica: prova a comprare una pistola in
            Inghilterra.A che ti serve, quando puoi comprare un fucile?


            Anzi, se cerchi di vietarlo, nascerebbe subito
            un

            mercato nero di pc "non-cloud", gestito dalla

            mafia.

            Cosa ci guadagnerebbe la mafia? Cosa ci guadagnava con gli alcolici durante il proibizionismo?
            Ancora una volta,
            sii serio. Lo so che vuoi continare a sperare,Non spero. Sono sicuro
            che senti le tue certezze crollare, Le mie certezze sono salde. Quelle delle majors no.
            che devi
            aggrapparti a qualcosa e mi dispiace davvero
            dover demolire i tuoi sogni ma LE MAJOR
            VINCERANNO.Le majors stanno già perdendo. Tra un po' forse sentirai pure quelli che si sono buttati dalla finestra per aver perso tutto.
          • Get Real scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Le majors stanno già perdendo. Tra un po' forse
            sentirai pure quelli che si sono buttati dalla
            finestra per aver perso
            tutto.Ho capito che devi essere ancora molto giovane e ingenuo. Tieniti le tue vane speranze e vai pure incontro all'inevitabile delusione.Però sii prudente, non vorrei che venissi ucciso in qualche scontro a fuoco con la polizia privata di qualche potente.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il copyright è dannoso per la Cultura

            Ho capito che devi essere ancora molto giovane e
            ingenuo.Ho capito che devi essere molto vecchio e confuso.
            Tieniti le tue vane speranze e vai pure
            incontro all'inevitabile
            delusione.Non so se tu ci sarai ancora....Quanti anni hai? 90? Non te ne restano molti, davanti.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
        - Scritto da: Get Real
        Continua a sognare, non lo renderà più reale.
        Il copyright NON verrà abolito, é troppo
        redditizio per chi conta veramente.Chi è che "conta veramente", Maria Antonietta d'Asburgo?Faranno la sua stessa fine.
        La Rete sarà
        adattata secondo i desideri dei potenti.La rete non è adattabile in quel modo, perché è stata strutturata in modo che siano i singoli utenti a dare a tutti gli altri i contenuti. Se volevano fare la rete come un enorme televisore l'avrebbero fatto. Adesso è troppo tardi per tornare indietro. Fare quello che dici prevederebbe l'abolizione totale dell'IP e del TCP/IP. Peccato che questi protocolli siano ormai pubblici e quindi anche in questo caso una nuova rete modello tv non se la cagherebbe nessuno e la gente continuerebbe a intessere contatti basandosi sul TCP/IP.La rete è nata per resistere a disastri nucleari. Significa che è stata fatta APPOSTA (e non da fuorilegge hacker, ma dalla Difesa USA) in modo che ogni singolo utente contasse esattamente quanto tutti gli altri e che non esista nessun "nodo centrale" modello tv. Quindi, la rete sono gli utenti e sono quindi gli utenti a deciderne i contenuti. Qualunque tentativo di contrapporsi a questo principio è destinato a fallire miseramente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2011 21.41-----------------------------------------------------------
    • Bastian scrive:
      Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
      Questo comporterebbe che nessun manager ma anche nessun artista potrebbe farlo per lavoro... dovrebbero tutti farlo per hobby e quindi cercarsi un alto lavoro.Ve le immaginate le grandi rock star, i grandi scrittori e i famosi registi e attori di Hollywood che si mettono a lavorare in ufficio per vivere?Realizzerebbero qualcosa a basso costo "fatto in casa" solamente quando (e se) saltasse fuori un po' di tempo libero.La cultura a disposizione nel mondo diminuirebbe.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
        come al solito vedi le cose dall'altro opposto estremo.
      • panda rossa scrive:
        Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
        - Scritto da: Bastian
        Questo comporterebbe che nessun manager ma anche
        nessun artista potrebbe farlo per lavoro...
        dovrebbero tutti farlo per hobby e quindi
        cercarsi un alto lavoro.Nessuno proibisce di fare spettacoli dal vivo, sai.
        Ve le immaginate le grandi rock star, i grandi
        scrittori e i famosi registi e attori di
        Hollywood che si mettono a lavorare in ufficio
        per vivere?A parte il fatto che non c'e' proprio niente da vergognarsi nel lavorare, un artista puo' benissimo campare della propria arte, se performa dal vivo.Sono le registrazioni che non devono piu' essere fonte di lucro.Sicuramente non lo devono piu' essere per tutta la trafila di intermediari.
        Realizzerebbero qualcosa a basso costo "fatto in
        casa" solamente quando (e se) saltasse fuori un
        po' di tempo
        libero.
        La cultura a disposizione nel mondo diminuirebbe.La cultura non diminuisce. Potrebbe diminuire solo quando si dava fuoco alle biblioteche nel medioevo.La cultura puo' solo crescere, perche' quello che c'e' resta, e tutto cio' che arriva di nuovo concorre alla crescita.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Il copyright è dannoso per la Cultura
        - Scritto da: Bastian
        Questo comporterebbe che nessun manager ma anche
        nessun artista potrebbe farlo per lavoro...
        dovrebbero tutti farlo per hobby e quindi
        cercarsi un alto
        lavoro.

        Ve le immaginate le grandi rock star, i grandi
        scrittori e i famosi registi e attori di
        Hollywood che si mettono a lavorare in ufficio
        per
        vivere?
        Magari....
        Realizzerebbero qualcosa a basso costo "fatto in
        casa" solamente quando (e se) saltasse fuori un
        po' di tempo
        libero.
        La cultura a disposizione nel mondo diminuirebbe.Assolutamente no. Al massimo, rimarrebbe invariata.Per diminuire dovresti togliere qualcosa. Invece, nessuno toglie, tutti aggiungono. Quindi, la cultura a disposizione può solo salire.
Chiudi i commenti