Intel taglia i watt con Silverthorne

Sulla futura CPU mobile emergono nuovi e golosi dettagli, tra i quali alcune delle caratteristiche dell'architettura. Cala invece ogni velo di Skulltrail, la nuova piattaforma desktop hi-end di Intel. E si parla anche di Tukwila

San Francisco (USA) – In occasione della International Solid State Circuits Conference ( ISSCC ) di San Francisco, in programma fino a giovedì, Intel ha svelato qualche dettaglio in più su Silverthorne , il suo primo processore espressamente progettato per i dispositivi ultraportatili, e ha presentato ufficialmente Skulltrail , una nuova piattaforma indirizzata agli utenti desktop più esigenti, come gli hardcore gamer e gli appassionati di multimedia. Intel ha annunciato anche le specifiche di Tukwila , la sua prossima CPU Itanium.

Come era già noto, Silverthorne si rivolgerà al mercato dei PC ultramobili (UMPC) e dei Mobile Internet Device (MID), consumerà non più di una manciata di watt, avrà le dimensioni di un francobollo (anche grazie alla tecnologia di processo high-k metal gate a 45 nanometri), e dovrebbe fornire all’incirca le stesse performance di un Pentium M di prima generazione (anno 2003).

Ora Intel ha rivelato che Silverthorne avrà 512 KB di cache ed utilizzerà un front-side bus a 533 MHz . Le frequenze di clock non sono ancora note, ma il chipmaker si aspetta di riuscire a spingere il proprio chip almeno fino a 2 GHz.

Caratteristica peculiare del nuovo chip a basso consumo di Intel sarà l’architettura con elaborazione delle istruzioni in ordine , anziché fuori ordine come quella adottata dalla stragrande maggioranza delle CPU x86 oggi sul mercato. Sebbene l’esecuzione fuori ordine, adottata da Intel a partire dal Pentium Pro, garantisca maggiori performance, quella in ordine riduce il consumo energetico . A bilanciare in parte il deficit di performance introdotto da questa soluzione è il supporto alla rediviva tecnologia Hyper-Threading , che consentirà a Silverthorne di lavorare sue due thread di istruzioni contemporaneamente.

L’architettura di Silverthorne, che sarà pienamente compatibile con quella dei Core 2 Duo, utilizzerà una pipeline a 16 stadi (dunque appena un po’ più lunga di quella a 14 stadi di Core) e diversi accorgimenti per minimizzare i consumi, tra i quali l’implementazione della modalità di risparmio energetico Deep Power Down (C6). L’obiettivo di Intel è riuscire a produrre versioni di questa CPU in grado di consumare mediamente meno di 1 watt .

Il più diretto rivale di Silverthorne sarà il giovane processore Isahia di VIA , che ad 1 GHz di clock ha un thermal design power di 1 watt. Rispetto alla CPU di Intel, però, Isahia vanta un un front-side più veloce, una maggiore quantità di cache, e un’architettura con esecuzione delle istruzioni fuori ordine, che almeno sulla carta dovrebbe garantirgli un certo vantaggio prestazionale. Un approfondito confronto tra i due chip sarà tuttavia possibile solo con la pubblicazione dei primi benchmark indipendenti, che consentiranno di valutare con attenzione il rapporto tra prezzo, prestazioni e consumi di ciascuno dei due processori.

Uno dei punti di forza delle soluzioni di Intel è quello di fornire ai produttori di hardware una piattaforma completa, comprendente processore, chipset, motore grafico e modulo wireless. Da questo punto di vista Silverthorne non farà eccezione: questo chip sarà infatti parte integrante della futura piattaforma mobile Menlow , che il prossimo anno rimpiazzerà McCaslin , nota commercialmente come Ultra Mobile Platform 2007. Intel sostiene che Menlow abbatterà i consumi energetici fino a 10 volte rispetto alla prima generazione di UMPC, e la piattaforma che le succederà, Moorestown , farà altrettanto rispetto a Menlow. Quest’ultima supporterà tutte le principali tecnologie wireless, incluse WiFi, reti mobili 3G e WiMax.

Quello appena iniziato sarà anche l’anno del debutto di Montevina , una nuova generazione della piattaforma Centrino che succederà all’attuale Santa Rosa . Montevina avrà nel proprio cuore una versione a basso consumo di Penryn con thermal design power (TDP) di 25 watt e, per la prima volta, un modulo wireless capace di supportare il giovane standard WiMax. La nuova piattaforma Skulltrail , sulle cui caratteristiche si speculava ormai da molti mesi, è costituita da una scheda madre con doppio processore quad-core (otto core totali) e supporto ad un massimo di quattro schede video PCI Express 16x . Basta questo per capire che un PC basato su Skulltrail avrà, software permettendo, una potenza di calcolo degna di una workstation grafica.

La scheda madre progettata da Intel per Skulltrail è la D5400XS, che ospita due socket LGA771, quattro slot PCIe 16x e quattro slot di memoria DIMM a 240 pin. Le sue dimensioni sono piuttosto generose, pari a 33 x 30,5 centimetri, e necessitano di un case di proporzioni adeguate. I due “cervelli” della scheda sono il northbridge 5400 MCH e il southbridge 6321ESB ICH: il primo supporta fino a 16 GB di memoria DDR2667/800 Fully-Buffered (FB), il secondo fornisce dieci porte USB, due porte FireWire, sei connettori SATA II, due porte eSATA, una porta ATA, e un adattatore di rete Gigabit Ethernet.

La caratteristica di maggior rilievo di Skulltrail è quella di supportare sia la tecnologia multi-GPU di Nvidia, SLI, che quella di AMD, Crossfire . Nonostante questo, per il momento Nvidia ha concesso in licenza ad Intel solo il supporto a configurazioni dual-card. Attualmente non si hanno informazioni sul livello di supporto a CrossfireX, ma è possibile che la versione finale della piattaforma consentirà di montare fino a 3 o 4 schede Radeon di ultima generazione. Sarà tuttavia sempre possibile installare due schede Radeon HD 3870×2 ed ottenere così un sistema a 4 GPU.

Skulltrail è stata pensata per fare coppia con i Core 2 Extreme quad-core, ma è pienamente compatibile anche con i Core 2 standard e con gli Xeon: queste ultime CPU potrebbero ad esempio essere utilizzate in un sistema di classe workstation, dunque più orientato a compiti “seriosi” come l’elaborazione grafica e multimediale.

Nei primi test condotti su Skulltrail dai laboratori indipendenti, emerge che questa piattaforma ha una grande fame di energia e fornisce, almeno nell’attuale design di riferimento, performance non sempre all’altezza delle aspettative : gli esperti giustificano il problema con il fatto che il software consumer, nella maggioranza dei casi, è oggi ancora incapace di sfruttare a fondo un sistema ad otto vie. Eppure i PC basati su Skulltrail, attesi verso la fine di questo trimestre, costeranno cari: ciò li relegherà probabilmente ad una piccola nicchia di mercato , più o meno la stessa a cui tempo fa AMD dedicò la propria piattaforma Quad FX , che con quella Skulltrail ha diversi punti in comune.

Tukwila
Quando arriverà sul mercato, verso la fine del prossimo anno, potrebbe essere il primo a raggiungere quota 2 miliardi di transistor. Si tratta del processore Itanium di prossima generazione, noto come Tukwila , le cui specifiche parlano di quattro core (ciascuno in grado di elaborare due thread simultaneamente), una cache da 30 MB e frequenze di clock fino a 2 GHz. Come le altre CPU della famiglia Itanium, anche Tukwila è destinato a prendere posto sui server ad elevate performance e sulle workstation di fascia più alta.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nilok scrive:
    Non c'è futuro...
    Ave.La "game's console" è un "hardware ibrido" destinaro a svanire.Il "PC" era, è e sarà la piattaforma per i games.Inuitile spendere tutti quei soldi per la console ed i giochi "dedicati" quando posso collegare il pc alla TV e, con quei soldi prendermi una scheda video MASSICCIA ed avere lo stesso livello qualitativo, sia grafico che dinamico.A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
    • patrik scrive:
      Re: Non c'è futuro...
      - Scritto da: Nilok
      Ave.

      La "game's console" è un "hardware ibrido"
      destinaro a
      svanire.

      Il "PC" era, è e sarà la piattaforma per i games.

      Inuitile spendere tutti quei soldi per la console
      ed i giochi "dedicati" quando posso collegare il
      pc alla TV e, con quei soldi prendermi una scheda
      video MASSICCIA ed avere lo stesso livello
      qualitativo, sia grafico che
      dinamico.
      questo vale solo per i titoli multipiattafoma. per le esclusive che fai?
    • Daniele scrive:
      Re: Non c'è futuro...
      però con una console ci giochi per anni senza problemi di upgrade, con un pc se vuoi giocare alle amssime rpestazioni devi upgradare ogni 6-12 mesi...
    • Pinco Panco scrive:
      Re: Non c'è futuro...
      - Scritto da: Nilok
      Ave.

      La "game's console" è un "hardware ibrido"
      destinaro a
      svanire.

      Il "PC" era, è e sarà la piattaforma per i games.

      Inuitile spendere tutti quei soldi per la console
      ed i giochi "dedicati" quando posso collegare il
      pc alla TV e, con quei soldi prendermi una scheda
      video MASSICCIA ed avere lo stesso livello
      qualitativo, sia grafico che
      dinamico.

      A presto.
      Nilok
      http://informati.blog.tiscali.it/
      http://it.youtube.com/Nilok1959La scheda video MASSICCIA funziona anche senza tutti gli altri componenti? Non lo sapevo...
    • Questa è bella! scrive:
      Re: Non c'è futuro...
      Come no...peccato che per una scheda video massiccia come dici tu spendi almeno 300-320 € ... per una cpu media altre 180-250 €...per un alimentatore decente che li tenga entrambi un altro 100 €...per una piastra madre che non sia una sottomarca spendi almeno altre 80-100 €....e con questo botto di soldi sei anche certo che fra 6 mesi stai già una generazione indietro...ovviamente dimenticavo anche i costi delle ram, di un hard disk e quanto meno di un masterizzatore dvd.......senza considerare ovviamente i costi di licenza di windows...Qualsiasi console acquisti stai certo invece che almeno per 3 - 4 anni spendendo quasi o anche meno di una scheda video "massiccia" e con una immediatezza di fruizione che il pc collegato al televisore si è dimenticato da un bel pezzo.Che le console siano le piattaforme dedicate al gaming del futuro lo sanno benissimo anche i produttori di giochi e tutti gli sviluppatori, forse l'unico che ancora non lo ha capito sei tu!!!
      • lallo asd scrive:
        Re: Non c'è futuro...
        - Scritto da: Questa è bella!
        Come no...peccato che per una scheda video
        massiccia come dici tu spendi almeno 300-320
        € ... per una cpu media altre 180-250
        €...per un alimentatore decente che li
        tenga entrambi un altro 100 €...per una
        piastra madre che non sia una sottomarca spendi
        almeno altre 80-100 €....e con questo botto
        di soldi sei anche certo che fra 6 mesi stai già
        una generazione indietro...ovviamente dimenticavo
        anche i costi delle ram, di un hard disk e quanto
        meno di un masterizzatore
        dvd....
        ...senza considerare ovviamente i costi di
        licenza di
        windows...

        Qualsiasi console acquisti stai certo invece che
        almeno per 3 - 4 anni spendendo quasi o anche
        meno di una scheda video "massiccia" e con una
        immediatezza di fruizione che il pc collegato al
        televisore si è dimenticato da un bel
        pezzo.

        Che le console siano le piattaforme dedicate al
        gaming del futuro lo sanno benissimo anche i
        produttori di giochi e tutti gli sviluppatori,
        forse l'unico che ancora non lo ha capito sei
        tu!!!Vero. Solo lui non se ne é accorto. Basta vedere i dati di vendita di cod4 su pc e quelli per console.Manco bisognerebbe sprecarsi a dirlo.
  • kattle87 scrive:
    Appena esce per linux lo compro!
    Sì riesce a tirare benissimo basta mettere una interfaccia basilare, azzerare tutti i servizi che vuoi e in pratica il PC è tutto x UT3 :Daltro che Vista che ti riempie la memoria con Office perchè sa che appena entra il capo e ti sbecca che giochi chiudi e passi a word 2007, così sembra che stai già lavorando da ore (alias: office è già aperto, vuol dire che hai acceso il PC almeno da un'ora altrimenti stava ancora caricando :P)PS: Spero d non generare flame vuole essere un commento scherzoso :P
    • eaman1 scrive:
      Re: Appena esce per linux lo compro!
      E nel frattempo giochiamo a tremulous :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Appena esce per linux lo compro!
      .. ma quando mai si sono letti qui flames?
    • svitol3 scrive:
      Re: Appena esce per linux lo compro!
      - Scritto da: kattle87
      Sì riesce a tirare benissimo basta mettere una
      interfaccia basilare, azzerare tutti i servizi
      che vuoi e in pratica il PC è tutto x UT3
      :DNo ma dico vuoi davvero mettere UT3 in una distro afro io-per-te? No perche' io ti consiglio come minimo un windows vista piratato con sp3 di windows 2000 piu' un windows installer '98: te lo giuro, l'ho provato ed e' un po' instabile ma quando sei nella modalità Domination riesci persino a vedere da dietro le texture la casa del Grande Fratello...

      altro che Vista che ti riempie la memoria con
      Office perchè sa che appena entra il capo e ti
      sbecca che giochi chiudi e passi a word 2007,
      così sembra che stai già lavorando da ore (alias:
      office è già aperto, vuol dire che hai acceso il
      PC almeno da un'ora altrimenti stava ancora
      caricando
      :P)Devi essere furbo, te apri il link www.gogle.com e vedrai che ti si riempirà il desktop di vogliose, il tuo capo nei casi migliori ti fara' i complimenti proponendoti uno scambio di video e nei casi peggiori se la prende con bill che con tutte quelle tette di fuori rallentano il lavoro e fanno sembrare le scrivanie dei dipendenti come le vecchie citta' romane bordellomane...

      PS: Spero d non generare flame vuole essere un
      commento scherzoso
      :PMa no ascolta last man standing, su UT3 hai completamente ragione anche se in diverse parti ti do' torto...;)
      • openarena scrive:
        Re: Appena esce per linux lo compro!

        No ma dico vuoi davvero mettere UT3 in una distro
        afro io-per-te? No perche' io ti consiglio comeno, mettila in una distro tutto-per-lui. che il grande fratello lì sia di casa già lo sappiamo :)quando n gioco è nativo per una piattaforma non rimpiangi le altre, qualunque sia la piattaforma, risucchiamenti di office a parte
        • kattle87 scrive:
          Re: Appena esce per linux lo compro!
          avevo una distro sabaion con dentro la demo di quake4 tra le opzioni di boot... Lol a livello di velocità di caricamento era anche migliore di una Console... Peccato gli effetti grafici nessuno usa davvero appieno le OpenGL da quando M$ le ha azzoppate...Per chi volesse criticare prima si documenti sulle OpenGL 2.1 (hardware DX9) e sulle OpenGL 3 (Hardware DX10) grazie :DNessuno su PC intendo... su PS3, MacOS, Wii, usano tutto OpenGL xD
          • Encelo scrive:
            Re: Appena esce per linux lo compro!
            Le OpenGL2 supportano anche le funzionalità delle DX10...Un rapido esempio:[encelo@photon ~]$ glxinfo | grep geometry GL_EXT_geometry_shader4, GL_NV_geometry_shader4
Chiudi i commenti