Intel tra Ivy Bridge e Medfield

Spunta online il listino prezzi dei processori che sostituiranno i Sandy Bridge. Mentre al MIT si testano i primi esemplari di smartphone "Intel inside"

Roma – I processori Ivy Bridge realizzati a 22nm, evoluzione dell’architettura Sandy Bridge, ritarderanno fino al secondo trimestre del prossimo anno: ma, nel frattempo, è spuntato online il listino prezzi che Intel applicherà ai fornitori.

Confrontando i due cataloghi si nota che la maggior parte dei prezzi all’ingrosso verrà allineato con le proposte della generazione attuale. La scelta potrà quindi spaziare dai 184 dollari dei modelli di fascia Core i5, fino ad arrivare ai 332 dollari del Core i73770K. Processore da 3.5GHz che propone moltiplicatore sbloccato per l’overclocking.

Come noto, con Ivy Bridge Intel proporrà una serie di modifiche principalmente mirate a ridurre i consumi e a migliorare le prestazioni della GPU integrata. Il potenziamento del core grafico integrato nasce ovviamente in risposta alle APU prodotte da AMD.

In questi giorni si è tornato a parlare anche delle soluzioni Intel a 32 nanometri per dispositivi mobile, denominate Medfield . A quanto pare Intel ha fornito dei prototipi che montano questi system-on-chip ad un team del MIT (Massachusetts Institute of Technology) specializzato in recensioni. I primi test effettuati parlano di buona reattività e prestazioni in linea con i device del momento. Smartphone e tablet Android con SoC Medfield dovrebbero arrivare sul mercato nella prima metà del 2012.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sgabbio scrive:
    Il solito ritardo.
    Questa notizia l'hanno data praticamente lo stesso giorno in cui la universal affermo il diritto di vita o di morte di tutti i video del tubo.
    • sbrotfl scrive:
      Re: Il solito ritardo.
      - Scritto da: Sgabbio
      Questa notizia l'hanno data praticamente lo
      stesso giorno in cui la universal affermo il
      diritto di vita o di morte di tutti i video del
      tubo.SSSSSSSSSSSSSSH Tanto non se ne accorge nessuno
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Mega Song
    [yt]o0Wvn-9BXVc[/yt]P-)
  • unaDuraLezione scrive:
    Come dicevo...
    contenuto non disponibile
    • eleirbag scrive:
      Re: Come dicevo...
      "lo si inibisce per qualche settimana in modo che operi con più cautela."Oppure lo si multi o lo si porti davanti a un giudice.Uhmmm, suona troppo sensato e sopratutto stona troppo con i tanti dindiniche si muovono sia da una parte che dall'altra.Credo che semplicemente questa volta la Major di turno ha superato,e di troppo, il limite del decente e che Google non abbia potuto farea meno di ricordarle che gli accordi si fanno almeno in 2 e in altrettantisi spartiscono i bottini e la decenza.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 dicembre 2011 12.04-----------------------------------------------------------
    • jackoverfull scrive:
      Re: Come dicevo...
      - Scritto da: unaDuraLezione
      OPPURe, come ho già detto più volta, se il
      censore non sa neppure quali sono i contenuti in
      suo possesso e si mette a ranzarli a caso, lo si
      inibisce per qualche settimana in modo che operi
      con più
      cautela.MagariAlmeno un video su 10 di quelli che carico (e sul mio canale al momento ce ne sono 193) viene puntualmente contrassegnato come contenente materiale appartenente a terzi, anche se ovviamente non è così. E io lì a dover perdere tempo per la contestazione (ok, 30 secondi a video, ma comunque sia 30 secondi mal spesi).
Chiudi i commenti