Intel e il futuro del PC

Santa Clara pianifica la roadmap dei chip per computer desktop. Ivy Bridge prende tempo fino al secondo trimestre 2012
Santa Clara pianifica la roadmap dei chip per computer desktop. Ivy Bridge prende tempo fino al secondo trimestre 2012

Grazie ad una serie di slide interne finite sul web è possibile dare uno sguardo alla pianificazione Intel del prossimo anno, per quanto riguarda il settore PC. Il colosso di Santa Clara sta lavorando a numerosi progetti e deve giostrare al meglio la data d’uscita di queste proposte, anche per evitare una paradossale concorrenza interna.

I collaudati processori Sandy Bridge si sono comportati benissimo, portando profitti record nelle tasche dell’azienda. Per questo motivo, probabilmente, i processori Ivy Bridge realizzati a 22nm ritarderanno ancora un po’. La nuova data da attendere è collocata in un lasso di tempo tra aprile e giugno. L’evoluzione dell’architettura Sandy Bridge era inizialmente attesa entro la fine del primo trimestre 2012.

I primissimi Ivy Bridge in arrivo, chiamati serie 3000, includono l’entry-level Core i3 3200 e il Core i5 3470S, un dual core con TDP pari a 35 watt. In cima alla lunga lista c’è il potente Core i7 3770K, un quad-core che lavora alla frequenza di 3,5 GHz con TDP di 77 watt. La nuova super GPU integrata, invece, potrà essere la Intel HD 2500 o la HD 4000.

Le soluzioni in elenco sono indirizzate ai PC desktop di domani ma alla disponibilità di questa nuova ed efficiente architettura, caratterizzata da un consumo energetico più ridotto, è anche strettamente legata la prossima generazione di Ultrabook , quei super-portatili fortemente voluti da Intel.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 12 2011
Link copiato negli appunti