L’intelligenza artificiale inganna Google con le sue immagini

L’intelligenza artificiale inganna Google con le sue immagini

Le immagini di Israel Kamakawiwoʻole con la chitarra (e non l'ukulele) dimostrano che l'arte AI si sta infiltrando nei motori di ricerca.
L’intelligenza artificiale inganna Google con le sue immagini
Le immagini di Israel Kamakawiwoʻole con la chitarra (e non l'ukulele) dimostrano che l'arte AI si sta infiltrando nei motori di ricerca.

Le immagini create dall’intelligenza artificiale sono sempre più realistiche e difficili da distinguere da quelle reali. Un esempio recente è quello di Israel Kamakawiwoʻole, il celebre cantante hawaiano scomparso nel 1997. Chi cerca il suo nome su Google si imbatte in una foto che sembra autentica, ma in realtà è stata generata da un algoritmo.

La foto è stata notata da Ethan Mollick, un professore della Wharton School dell’Università della Pennsylvania, che domenica ha pubblicato uno screenshot su X.

Non credete più a quello che vedete online. Creare falsi è facile. Non si riesce a riconoscere la differenza”, ha commentato.

Chiunque può fare una semplice verifica. Basta digitare il nome del cantante. La prima foto che vedrà, Kamakawiwoʻole con la chitarra (e non l’ukulele), è stata generata dall’intelligenza artificiale e compare ancora tra i primi risultati di ricerca di Google.

Tuttavia, le foto non sono perfette. Noah Giansiracusa, un professore della Bentley University, ha osservato su X che le foto generate dall’AI ritraggono Kamakawiwoʻole mentre impugna una chitarra. Il musicista era famoso per suonare l’ukulele.

Google deve fare di meglio per evitare che l’AI si infiltri tra i primi risultati come è accaduto in questo caso”, ha scritto Giansiracusa.

Kamakawiwoʻole era conosciuto per la sua versione acustica e toccante di “Over the Rainbow” di Judy Garland.

Google non è immune alle immagini false

Non è la prima volta che Google mostra immagini false generate dall’intelligenza artificiale tra i primi risultati del suo motore di ricerca.

A settembre, 404media ha segnalato che una foto falsa dello sconosciuto rivoltoso di Piazza Tienanmen era in cima ai risultati di ricerca di Google e proveniva dalla comunità Midjourney di Reddit. La foto inventata mostrava l’uomo noto come Tank Man che si faceva un selfie davanti a un carro armato. Il giorno dopo Google ha eliminato la foto falsa dai risultati di ricerca.

Anche chi cerca i famosi artisti Edward Hopper e Johannes Vermeer ha trovato foto false generate dall’intelligenza artificiale tra i primi risultati, secondo quanto riportato da Futurism. A maggio Google ha annunciato l’introduzione di uno strumento che fornisce maggiori informazioni sui risultati delle ricerche di immagini, in modo che gli utenti possano distinguere più facilmente le immagini vere da quelle false.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 27 nov 2023
Link copiato negli appunti