Intercettazione, un provider denuncia

Succede in Olanda dove il sempreverde XS4ALL pretende che il Governo copra gli oneri in cui incorre per rendere la propria rete accessibile alle forze dell'ordine. Una questione aperta anche qui da noi


L’Aia – Da sempre attento alla privacy dei propri utenti e in prima linea nel difenderla, il provider olandese XS4ALL sta nuovamente tornando alla ribalta con una questione scottante, quella delle intercettazioni delle comunicazioni elettroniche da parte delle forze dell’ordine. Intercettazioni che costano, tanto che ora l’ISP vuole i soldi.

In una nota pubblicata dal provider si legge che XS4ALL ha denunciato lo Stato chiedendo una sostanziale compensazione per i costi sostenuti nel rendere la propria rete suscettibile di intercettazione.

“Sin dalla fine del 2001 – spiega il provider – XS4ALL ha investito quasi mezzo milione di euro per soddisfare i requisiti della legge sulle intercettazioni, una percentuale consistente dell’utile netto”. Ma ora che gli utenti sono aumentati e l’uso di Internet con la banda larga è ulteriormente cresciuto i costi non fanno altro che crescere.

“XS4ALL – continua la nota – ritiene insensato che questi oneri non siano rimborsati dal momento che sono investimenti fatti esclusivamente nell’interesse delle forze dell’ordine e non beneficiano in alcun modo i provider”.

La questione è stranota e riguarda molti paesi, compresa l’Italia. Come si ricorderà proprio da noi gli operatori di telefonia mobile a fine febbraio hanno ufficialmente chiesto un intervento urgente al Governo per definire la copertura dei costi necessari a garantire che le autorità possano mettere sotto controllo molte migliaia di linee telefoniche contemporaneamente in tutto il paese.

Nel caso olandese e relativamente agli ISP, la legge obbliga i provider dal 2001 a garantire questo accesso e copre i soli costi relativi alle singole operazioni compiute mentre trascura completamente gli oneri di manutenzione oltre a quelli amministrativi che devono essere affrontati dagli operatori.

La tesi di XS4ALL è che “se i costi dell’intercettazione non superano i benefici che dalla stessa traggono le forze dell’ordine, allora questo significa che i poteri di intercettazione dovrebbero essere usati con maggiore cautela e non che i costi dovrebbero essere girati ai provider”.

In Europa la situazione è incandescente e a gennaio l’associazione degli operatori europei LINX ha avvertito i paesi della UE che se i costi dei sistemi di intercettazione non graveranno sui bilanci dei singoli stati allora dovranno essere girati sugli utenti , riducendo quindi l’appeal degli abbonamenti di accesso.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    come usare hping per testare il baco.
    basta prendere hping da http://www.hping.orge usare la linea di comando qui sotto:hping -V -c 100 -d 40 -S -k -s 139 -p 139 -a 192.168.0.1 192.168.0.1
  • Anonimo scrive:
    Non e' un bug...
    è una feature.(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non e' un bug...
      - Scritto da: Anonimo
      è una feature.

      (rotfl)Quotohttp://www.geekculture.com/joyoftech/joyimages/619.jpg
    • Anonimo scrive:
      Re: Non e' un bug...
      è una feature.mi sa di si perche il male ti becca se non e ativo il firewal
      • Solvalou scrive:
        Re: Non e' un bug...
        - Scritto da: Anonimo
        è una feature.
        mi sa di si perche il male ti becca se non e
        ativo il firewalcertamente, ma vallo a dire a tutti quelli che usano windows come... brrrrrr.... non riesco a dirlo..... come server e che quindi devono tenere delle porte ben documentate aperte a tutti.
  • Anonimo scrive:
    1997 fuga dalla M$
    Tratto da un Post apparso su isecure.org nel lontano 1997.(http://www.insecure.org/sploits/land.ip.DOS.html)Non servono commenti...GL--------------------------------------------------------------------------------Date: Thu, 20 Nov 1997 19:40:19 -0500From: m3lt To: BUGTRAQ@NETSPACE.ORGSubject: new TCP/IP bug in win95hi, i recently discovered a bug which freezes win95 boxes. here's howit works: send a spoofed packet with the SYN flag set from a host, on an openport (such as 113 or 139), setting as source the SAME host and port(ie: 10.0.0.1:139 to 10.0.0.1:139). this will cause the win95 (machine to lockup.
    • Anonimo scrive:
      Re: 1997 fuga dalla M$
      indi per cui winxpsp2 non è altro che l'ultima versione di win95
      • Anonimo scrive:
        Re: 1997 fuga dalla M$
        - Scritto da: Anonimo
        indi per cui winxpsp2 non è altro che l'ultima
        versione di win95No, ha solo alcune vecchie e pessime caratteristiche.La cosa peggiore è che nel frattempo la M$ ha pureimplementato lo stack tcp/ip all'interno dei loro nuoviprodotti. Ma a quanto pare questo ruberia di un ottimopezzo di codice "libero" non le ha giovato, visto comecontinua a scrive il resto del codice dei loro sistemioperativi :(GL
      • awerellwv scrive:
        Re: 1997 fuga dalla M$
        - Scritto da: Anonimo
        indi per cui winxpsp2 non è altro che l'ultima
        versione di win95vedendo questo sembrerebbe di si... il punto e' che avendo copiato lo stack tcp/ip dai vari bsd mi preoccupa ancora di piu' per il atto che son riusciti anche a fare errori di copiatura, e/o a introdurre i bug in una cosa funzionante... [troll=on]sembra proprio che sia una feature nascosta[/troll]
        • Anonimo scrive:
          Re: 1997 fuga dalla M$
          - Scritto da: awerellwv
          vedendo questo sembrerebbe di si...
          il punto e' che avendo copiato lo stack tcp/ip
          dai vari bsd mi preoccupa ancora di piu' per il
          atto che son riusciti anche a fare errori di
          copiatura, e/o a introdurre i bug in una cosa
          funzionante... Visto che da recenti prove effettuate su vari SO dicasa M$ e' venuto fuori che Solo WinXP con l'SP2e' soggetto a questo baco, e dunque non l'XP senzaSP o con il primo SP1, si puo' dedurre che alla M$ci sono dei code-writer nostalgici che ogni tantorispolverano dei vecchi BUG, magari tenuti incantina, come i vini, per i momenti speciali(SP2) :D
          • Anonimo scrive:
            Re: 1997 fuga dalla M$
            - Scritto da: Anonimo(cut)
            Visto che da recenti prove effettuate su vari SO di
            casa M$ e' venuto fuori che Solo WinXP con l'SP2
            e' soggetto a questo baco, e dunque non l'XP senza
            SP o con il primo SP1, si puo' dedurre che alla M$
            ci sono dei code-writer nostalgici che ogni tanto
            rispolverano dei vecchi BUG, magari tenuti in
            cantina, come i vini, per i momenti speciali
            (SP2) :DNon è un bug, bensi una feature per costr...azz... incoraggiare la migrazione (a pagamento) degli utenti XP verso un sistema stabile e sicuro qual'è Longhorn:D
          • Anonimo scrive:
            Re: 1997 fuga dalla M$

            Non è un bug, bensi una feature per
            costr...azz... incoraggiare la migrazione (a
            pagamento) degli utenti XP verso un sistema
            stabile e sicuro qual'è Longhorn
            :DMi ero dimenticato del disegnino eplicativohttp://www.geekculture.com/joyoftech/joyimages/619.jpg8)
  • Anonimo scrive:
    MS lepre
    Potrei dire volpe, ma ho usato lepre per enfatizzare la velocità con cui MS cura i suoi bachi da seta.Dopo 8 anni la falla è ancora aperta...Fossero le falle maschili, sto windows oltre che di bachi sarebbe pieno di ca--i'aspita!
    • Anonimo scrive:
      Re: MS lepre
      "l'unica versione di Windows XP vulnerabile appare essere l'SP2"come dire che il pacco 2 l'hanno sviluppato sul codice di 8 anni fa....
      • Anonimo scrive:
        Re: MS lepre

        "l'unica versione di Windows XP vulnerabile
        appare essere l'SP2"l'informazione è errata, tutte le versioni di windows sono vulnerabili.
Chiudi i commenti