Internet café, lettera a Pisanu

Il titolare di un internet point in Sardegna scrive una missiva idealmente rivolta al ministro dell'Interno e a chi ha appoggiato le nuove norme anti-terrorismo. Non mi sento - dice - un poliziotto


Roma – Scrivo alla vostra testata in qualità di titolare di un internet caffè, sì uno di quei locali dove nasce e si propaga il terrorismo internazionale. Il mio locale si trova in una piccola cittadina, Nuoro, ma le dimensioni dell’attività non sono da provincia, anzi possiamo dire di essere uno dei più grandi della Sardegna e con riferimento al S.O. uno dei più grandi d’Italia. Il tutto costruito dopo numerosi anni di gavetta alle dipendenze, sacrifici economici e familiari di tutti i tipi.

Idealmente, in un ambiente difficile come la nostra realtà, ho voluto creare qualcosa di diverso, qualcosa che eliminasse le barriere tra l’informatica e la gente comune, posso affermare che l’iniziativa ha, oltre allo scopo economico un fine sociale. Ma veniamo alle note dolenti, il famigerato Decreto Pisanu ora divenuto legge e il suo ormai tristemente famoso Art. 7 in cui si citano le attività uguali o simili alla mia come attività pericolose e quindi assoggettate al controllo giudiziario nell’attività anti-terroristica. Non sono in possesso di dati che giustifichino la pericolosità di questo tipo di locali o del computer in genere, così come non conosco i consiglieri tecnici che hanno spinto il Ministro a fare riferimento alle nostre realtà imprenditoriali, come attività da controllare e reprimere.

Mi viene da sorridere circa la competenza tecnica in materia informatica e forse anche anti-terroristica.

Ho provato ad immaginare un possibile terrorista sprovveduto o meglio una mente terroristica sprovveduta, non sapendo se esistano veramente, un imbranato che va in giro con uno zaino pieno di esplosivo, documenti che non si sognerebbe di falsificare, in quanto incapace e che spedisce e-mail a destra e manca dagli internet caffè o internet point di varia natura impartendo o ricevendo ordini, chiedendo consigli su come si usa un Mac rispetto a un Win o Linux, con a fianco il manuale del perfetto terrorista in bella vista, nemmeno tradotto in arabo.
Imprendibile, sfuggente, non individuabile dai nostri strapagati servizi segreti. O più realisticamente esiste una regia che magari di informatica se ne intende un pochino, ha un minimo di conoscenza su cosa sia la crittografia e gli strumenti software per ottenerla, sappia come nascondere il proprio indirizzo IP ed altre piccole sottigliezze informatiche che chiunque per “lavoro”, come loro, possono venirne a conoscenza in men che non si dica.

Cigliegina sulla torta, questi pericolosi terroristi li dobbiamo controllare noi, io la titolare, e la ragazza di turno alle mie dipendenze, ed allo stesso tempo preparagli un cappuccino con pasta alla crema, compilare un registro dopo che questi mi ha fornito un bel documento, magari in arabo o in brasiliano o cinese, o registrare come Il Grande Fratello, ciò che ha scritto e se crittografato decrittarlo e magari consegnarlo all’autorità competente.

Il tutto applicato anche all’ignaro cittadino italiano, quello che al massimo della sua trasgressività entra nel sito di PlayBoy. E gli Hot-Spot pubblici, quelli presenti negli aereoporti, in alcuni paesi, negli alberghi di lusso, nei Fast-Fud, e che dire circa la presenza di accessi pubblici in tutta l’America, patria dell’anti-terrorismo, dove non esiste l’esibizione di alcun documento, dove a San Francisco nelle piazze, nei parchi universitari ci si collega come si vuole e quando si vuole e gratis.

Ma mi faccia il piacere sig. Ministro e tutti i deputati che hanno sostenuto l’iniziativa a destra e sinistra, centro incluso. Dove sono finiti gli slogan, “internet dappertutto”, “incentivi a Baristi e Tabaccai per diffondere il verbo digitale” “comprate Computer sono il futuro”, ma che messaggio capiscono i giovani se i giornali, la classe politica, scrive solo di terrorismo informatico, di pedofilia e pornografia di truffe, di P2P, di tutto quanto di negativo tramite la rete si può fare, formeremo una nuova classe di ignoranti terrorizzati dai nuovi mezzi di comunicazione, impauriti dalla possibilità che toccando una tastiera essa possa produrre un’esplosione.

Oggi sono gli internet caffè, domani saranno gli utenti domestici ad essere spiati perché possibili fiancheggiatori di terroristi. Non vi sa di medioevo, di caccia alle streghe, di voler abolire la cultura e l’informazione e restaurare l’ignoranza generalizzata, come se non bastasse già quella presente in quantità?

Se poi si facesse una trasposizione, potremo chiedere ai rispettivi ministri di sfornare i relativi decreti inerenti per esempio il trasporto aereo, perché su certe rotte, viaggi in Indonesia, Cuba,Brasile, Santo Domingo, Romania ecc. l’80% è turismo sessuale, sfruttamento della prostituzione e pedofilia, visto che ci siamo chiudiamo anche le agenzie viaggi, quelle via internet comprese.

Chiudiamo anche le armerie, perché alimentano la criminalità, e vietiamo gli alcolici che fanno più morti di tutti i terroristi messi assieme. Non sarebbe meglio impiegare le forze dell’ordine nei compiti di prevenzione e controllo individuale, invece di perdere tempo e risorse nell’analisi di milioni di messaggi sms-mms-e.mail ecc..

Potrei dilungarmi, ma penso di essere stata chiara nello sfogo e nella tristezza che questi pensieri mi creano. Io amo l’informatica, e quando giornalmente riesco a dare un consiglio, un aiuto sulla materia, questo mi far star bene, è importante, è cultura.

Pina Congiargiu
“Smile” Internet Caffè
Nuoro

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ve ne dico una ridicola ...
    15 anni fa (circa)ho indirettamente lavorato per il sismi ...avevano un sistema che registrava tutti i telegiornali e alcune radio "particolari"....ebbene si ci sono macchine che rgistrano TG tutti uguali ...da cui i "servizi" traggono informazioni importantissime !!!quasi ai livelli degli inglesi che creanoun dossier per le armi di distruzione di massa ...dalla tesi di un giovane laureando ...ROTFL il nepotismo e la corruzzione ha portato il comunismo alla catastrofe ....il nepotismo e la corruzzione porterà il capitalismo alla catastrofe !!!:|
  • Anonimo scrive:
    Decreto Legge 27 Luglio 2005 n. 144
    " Misure urgenti per il contrasto del terrorismo internazionale"Art. 6 comma 1: I dati del traffico conservati oltre i limiti previsti dall'articolo 132 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, possono essere utilizzati esclusivamente per le finalita' del presente decreto,



    salvo l'esercizio dell'azione penale per i reati comunque perseguibili.
    con esclusione,comunque, di oneri per il bilancio dello Stato.
    • AnyFile scrive:
      Re: Decreto Legge 27 Luglio 2005 n. 144
      La scritta "senza oneri per lo stato" e' presente praticamente in tutte le leggi.Il motivo e' che se non ci fosse la legge stessa dovrebbe dire da dove far provenire i soldi. (l'unica eccezione a questa regola e' per la legge finanziaria ...?!?!?).Per cui per far prima si scirve questa frase ....... chi paga allora: ma e' ovvio Pantalone!!!!!Tra l'altro le poche volte che mettono la fonte cadono nel tragicomoico: ad esempio cui secondo loro i finanziamenti per i corsi per i patentitni dei ciclomotori andavano finanziati con i soldi delle multe inflitte a chi guidava senza patentino, peccato che le multe partivano da 9 mesi dopo che dovevano partire i corsi!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Decreto Legge 27 Luglio 2005 n. 144
      in Italia vien chiesto solo il log del traffico.......ip di partenza,ip di connessione, ora giorno e nome di chi è registrato in genere log simili a "netstat -n" con ora e nome intestatario...non il monitoraggio dei contenuti della connessione.Dover archiviare il log di un server non è oneroso, si devono solo definire delle politiche informatico-organizzative per la loro gestione il resto è gia disponibile sulla totalità dei programmi in circolazione.Il log preso in questo modo generalmente non da molto aiuto se prima non ci sono altri indizi atti ad identificare per altra via l'utente o l'ip. Ecco il motivo della richiesta di intercettazione digitale globale della polizia olandese.
      • Anonimo scrive:
        Re: Decreto Legge 27 Luglio 2005 n. 144
        Sono il tizio che ha inizato questo thread...
        in Italia vien chiesto solo il log del
        traffico....
        ...ip di partenza,ip di connessione, ora giorno e
        nome di chi è registrato Quale log? Dove sta scritto "IP" nel decreto???Un log VERO è una URL su HTTP, un "from/ to" su SMTP un "from" su POP3 e così via di seguito.Sapere che ti sei connesso all'IP "x.y.z.k" non ti serve a nulla se poi l'hosting su quell'IP è una macchina con 3000 vhosts o, peggio, se èun proxy server!Quello che DI FATTO andrebbe fatta è un'analisi PROTOCOLLO PER PROTOCOLLO, altrimenti l'unica cosa che tracciano è P2P!!!Non dimentichiamoci poi (già la voce circola...) che i logs vanno STAMPATI SU REGISTRI precedentemente controfirmati.... chi paga carta, toner e tempo perso per sbrigare la pratica????Sai che aprendo anche solo UNA url ci almeno 3 o 4 IP di connessione diversi? (IP dei contenuti e dei circuiti pubblicitari)....
        in genere log simili a "netstat -n" con ora e
        nome intestatarioLa fai facile....
        ...non il monitoraggio dei contenuti della
        connessione.
        Vedi sopra per quanto riguarda i "contenuti" dello stream dati...
        Dover archiviare il log di un server non è
        oneroso, si devono solo definire delle politiche
        informatico-organizzative per la loro gestione il
        resto è gia disponibile sulla totalità dei
        programmi in circolazione.SE e SOLO SE si tratta di IP (secondo me NON è come dici tu)

        Il log preso in questo modo generalmente non da
        molto aiuto se prima non ci sono altri indizi
        atti ad identificare per altra via l'utente o
        l'ip. Appunto.
        Ecco il motivo della richiesta di intercettazione
        digitale globale della polizia olandese.Non è strano che loggano cose "inutili"? Non credi che invece sia un "intanto piazziamo le macchine, poi il software di monitoraggio lo decidiamo in seguito"????Non so se hai la macchina.... ma se paghi la benzina sappi che le accise che ci sono sopra servono ufficialmente a coprire ancora la guerra in Eritrea e in Somali... non ti pare che siano fine da un bel pezzo???Ricordati che se ti abituano ad una cosa è NORMALE che poi "ti ci abitui".... però le CONSEGUENZE LE PAGHI!Ciao
    • chef scrive:
      Re: Decreto Legge 27 Luglio 2005 n. 144
      - Scritto da: Anonimo
      Mentre in Olanda almeno lo Stato da una mano
      (poco, ma la da) qui si paga zitti e muti. ):@Non ti scordare che siamo in italia. Se il governo si mettesse a "ricompensare il disturbo" saremmo tutti li ad aprire ISP fasulli per intascarci il rimborso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Decreto Legge 27 Luglio 2005 n. 144

        in Italia vien chiesto solo il log del traffico.......ip di partenza,ip di connessione, ora giorno e nome di chi è registratoin genere log simili a "netstat -n" con ora e nome intestatario...non il monitoraggio dei contenuti della connessione.forse non ti sei informato abbastanza sull'argomento.. dato che già le forze dell'ordine stanno creando "squadre" addestrate per il data retention e l'analisi dei dati provenienti dai vari providers.. già.. perchè saranno i providers a fornire i dati e non le forze dell'ordine a ritirarli.. e forse non sai che non avranno bisogno di un mandato per poter fare questo.. ma tantè.. in italia le cose vengono dette a pressappoco e chi ci rimette è sempre chi i pressapochisti li odia.. tanto loro non capiscono.. ne tantomeno si rendono conto della gravità della situazione..
  • Anonimo scrive:
    5 --
    Certa gente starebbe meglio dentro i cessi della stazione di Luino.
  • Anonimo scrive:
    9 --
    Il resto intercettati... bel paese...
  • Anonimo scrive:
    Stacippa !!!!
    13 euro piu 26 all'ora????ma x cosa?x i log o per una "derivazione" da orecchia pelosa?P.S. Io sono anni che saluto le orecchi pelose quando sono alla cabina o faccio telefonate verso luoghi strani...Vorrei vedere la faccia chi chi trascrive (°se c'e'!!!!)
  • Anonimo scrive:
    Ragazzi è tutto vero !
    "Tutto questo, naturalmente, cancella le problematiche di maggiore rilievo, ad esempio il diritto degli utenti ad una garanzia sostanziale e non solo formale della riservatezza della propria corrispondenza o delle proprie telefonate. Come noto l'Olanda è, dopo l'Italia, il paese europeo dove più alto è il numero di intercettazioni eseguite dalle forze dell'ordine sulle comunicazioni dei cittadini."Ci spiano! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragazzi è tutto vero !

      sulle comunicazioni dei cittadini."

      Ci spiano! :@Ma no, ma dai... ma da quando?!
      • NSA scrive:
        Re: Ragazzi è tutto vero !
        ll bello è che nessuno sta facendo niente, la amassa è disorganizzata e gli isp non lotta per la liberta ma per pagare di meno....
        • Anonimo scrive:
          Re: Ragazzi è tutto vero !
          - Scritto da: NSA
          ll bello è che nessuno sta facendo niente, la
          amassa è disorganizzata e gli isp non lotta per
          la liberta ma per pagare di meno....Almeno è qualcosa, invece in italia non fanno manco quello :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Ragazzi è tutto vero !
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: NSA

            ll bello è che nessuno sta facendo niente, la

            amassa è disorganizzata e gli isp non lotta per

            la liberta ma per pagare di meno....

            Almeno è qualcosa, invece in italia non fanno
            manco quello
            :(Per quello che capiscono i 'controllori' in italia, l'ISP medio puo' arraffazzonare un bel cumulo di dati falsi alla bisogna senza starsi troppo a sforzare... Ma scherziamo? Vogliamo aggiungere che tutti i log di questo mondo per la giurisprudenza valgono carta da culo e possono essere usati al massimo per le indagini?
    • marcoweb scrive:
      Re: Ragazzi è tutto vero !
      - Scritto da: Anonimo
      "Tutto questo, naturalmente, cancella le
      problematiche di maggiore rilievo, ad esempio il
      diritto degli utenti ad una garanzia sostanziale
      e non solo formale della riservatezza della
      propria corrispondenza o delle proprie
      telefonate. Come noto l'Olanda è, dopo l'Italia,
      il paese europeo dove più alto è il numero di
      intercettazioni eseguite dalle forze dell'ordine
      sulle comunicazioni dei cittadini."

      Ci spiano! :@Sopratutto tu :)Cmq non vedo l'utilita di spiarci... a parte intercettare comunicazione di terroriste che parlano di come cucinare una torta. :D
      • AnyFile scrive:
        Re: Ragazzi è tutto vero !
        Infatti, limitandomi a parlare delle intercettazioni telefoniche, cidicono che sono essenziali per le indagini anche se costano parecchio (sapete quanto spendono a far intercettare una linea? E quelle su cellulari costano anche di piu'! (e tra parentesi chissa' perche'))Non dico che non siano utili, ma visto che in Italia bisogna fare a meno di moltissime cose che sarebbero ben utili non basta dire che sono utili per farle rientrare nelle cose che non bisogna discutere.Lo stato, checche' ne dica chi lo sta governando. e' talemnte in crisi che non riesce a pagare (anche per colpa di molti sprechi) tutte le cose che sarebbero essenziali. Pertanto visto che bisogna fare una scelta anche tra le cose essenziali anche tra queste andrebbe fatta una scelta.Anche perche' cosa serve spendere soldi per fare intercettazioni se poi una volta individuato un illecito il processo va a finire in niente perche' a furia di rinvi (alcuni dei quali dovuti a problemi economici della magistratura) si finisce in prescrizione?Ovviamnete con questo non chiedo un abolizione totoale: chiedo soltanto che si usi di piu' il "buon senso del padre di famiglia" (termine che io non so cosa vuol dire, ma spero che lo sappia chi scrive le legge in cui c''e scritto questa frase e soprattutto chi deve giudicare in base a tali leggi)
Chiudi i commenti