Internet, lezioni di civiltà americana

Così vengono accolte due decisioni legali che in questi giorni hanno sollevato molta polvere in rete. Spammer e pornografi cattura-mouse nei guai


Roma – Riguardo ad Internet, in tempi di Patriot Act e di sorveglianza totale, non sono molte le notizie provenienti dagli Stati Uniti delle quali rallegrarsi. Ma in due casi c’è da fare una eccezione. Si tratta delle scelta dello Stato di New York di perseguire giudizialmente uno spammer e della condanna caduta sulla testa di un gestore di siti pornografici da cui è difficile uscire.

MonsterHut è un generatore di messaggi commerciali che ha tentato di far credere che 500 milioni di tali messaggi erano stati richiesti dagli utenti internet a cui sono stati diretti, affermando che erano frutto di regolari operazioni di opt-in.

Secondo il procuratore generale dello Stato di New York, la difesa di MonsterHut è fasulla perché la stragrande maggioranza degli indirizzi colpiti dallo spam sarebbe stato ottenuto senza il consenso degli interessati. I dati indicano che 750mila utenti hanno chiesto di essere rimossi dalle liste di MonsterHut e che decine di migliaia si sono lamentate di quanto accaduto.

Le email inviate da MonsterHut promuovevano quegli stessi prodotti che gli utenti di tutto il mondo, loro malgrado, hanno iniziato a conoscere molto prima dell’avvento di internet: dalle “diete veloci” alle “creme di virilità”, e via elencando. Ora sulla strada di MonsterHut non c’è solo il provider Paetec, che non vuole più fornire alcun servizio all’azienda, ma anche lo Stato di New York, deciso a chiedere i danni, il rimborso delle spese legali e a sapere come quei milioni di indirizzi sono finiti nel database dello spammatore.

La seconda notizia che rasserena molti è la condanna al pagamento di 1,8 milioni di dollari comminata da un tribunale della Pennsylvania al manager di un network di siti pornografici noto perché caratterizzato da tecniche “cattura-mouse”. In altre parole, l’uomo promuoveva i propri siti presentando link apparentemente innocenti con qualsiasi mezzo a qualunque utente internet e, una volta che questi vi accedeva, rendeva assai complicato chiudere una quantità di finestre pop-up pronte ad aprirsi non appena l’utente avesse tentato di chiudere il browser.

Le azioni di John Zuccarini sono ben note a molti anche perché una parte della sua attività “cattura-utenti” era basata sulla registrazione di nomi a dominio di marchi molto noti e che, in realtà, portavano ai propri siti pornografici e alla loro pubblicità aggressiva. Zuccarini era finito a suo tempo nei guai anche per azioni di cybersquatting, ovvero di accaparramento di nomi a dominio corrispondenti a celebri marchi affermati sul mercato.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    denunciala
    Per Interruzione di pubblico servizio
  • Anonimo scrive:
    telecom, addio
    la mia è stata un'esperienza analoga, ma meno travagliata, come lui, richiesi la disdetta della linea digitale, questo in settembre 2001, dopo oltre 1 mese tutto tace, da allora molte raccomandate ho spedito, telefonate a raffica al 187 ed ai vari responsabili che naturalmente si pallleggiavano il mio problema.ebbene, sono finalmente arrivato alla conclusione di questa vicenda solo a metà aprile.7 mesi di passione per disdire un servizio, roba da voltastomaco.e pensare che invece per attivarlo son bastati 15 giorni, bravi bravi, siamo sempre alle solite, la telecom è sempre la telecom, e dubito che mai cambierà.e per questo li ho abbandonati, d'altra parte ora finalmente si può decidere a chi dare i soldi, e sinceramente i miei la telecom non li rivede più.
  • Anonimo scrive:
    E sentite questa...
    Telefono al 187 per chiedere quando metteranno l'ADSL nella mia centralina, che dal sito Telecom non risulta ancora coperta.L'operatrice verifica che in effetti non c'è copertura nella mia zona, e poi mi chiede di attendere in linea mentre conferisce (forse col capo?) e poi ritorna dicendomi che non si sa quando arriverà - e a me bastava solo un'indicazione di massima: mesi, anni, mai? Il capoluogo di provincia a pochi km dal quale abito l'ADSL ce l'ha. Ma nulla, non sanno o non vogliono dire.E a questo punto tutto finisce con un "va bene, grazie"?Macché! L'operatrice continua con una *martellante* insistenza perché mi mettessi l'ISDN (io ho la linea analogica, e la flat su analogica) che non desisteva neppure ai miei ripetuti "no, grazie, non mi interessa". Ho praticamente dovuto chiuderle il telefono in faccia.
  • Anonimo scrive:
    Questa e' la privatizzazione, rassegnatevi
    Tutto questo e' dovuto alla privatizzazione, ovvero Telecom non e' piu' sotto allo stato, ma e' un'azienda che punta solo al profitto e il cliente va soddisfatto in proporizione a quanto paga. Piu' o meno, visto che lo stato ancora qualcosa fa.Ma diventera' peggio in futuro, perche' gli operatori alternativi arriveranno solo dove vedranno il bizness.Potrebbe succedere, invece, che un domani tolgano a Telecom l'obbligo di seguire anche i piccoli centri (ho sentito di un paese in U.S.A. che sta senza telefono perche' nessun operatore l'ha ritenuto interessante). A questo punto non so se era meglio la Telecom di qualche anno fa (ovviamente non quella di oggi) e il libero mercato che stanno preparando Fastweb e compagnia.Da me, ovviamente, devo accontentarmi dell'ISDN e di una HDSL tariffata a traffico, quindi da usare con parsimonia, attivata poco prima che per problemi di "libera concorrenza" l'HDSL venisse resa attivabile solo dove e' disponibile anche l'ADSL.ciaoMichele
  • Anonimo scrive:
    La Telecom....
    La Telecom fa schifo!!!Tutti ci lamentiamo per la Microsoft che ci ruba i soldi, ma la Telecom? Detta legge sul prezzo delle nostre chiamate, il canone e detta legge soprattutto sulla banda larga.....in Italia se regna ancora Telecom non arriverà mai.Microsoft = Monopolio.... ma fatemi il piacere!
    • Anonimo scrive:
      Re: La Telecom....
      Chissa' quandi computer con accoppiata Winzozz e adsl Telecom che vanno x un motivo o x l'altro 1 giorno si e 6 no!!
  • Anonimo scrive:
    E se chiedessimo tutti un risarcimento?
    Anch'io sto aspettando dal dicembre scorso!!In compenso conosco tutte le persone che lavorano al 187... brave persone... del tutto inutili!!E se ci unissimo in un bel club e facessimo una bella denuncia tutti insieme con una denuncia a questo meraviglioso ex monopolio? Non so... una bella richiesta per danni, visti i fax, le telefonate, le attese inutili??Chi ci sta?
    • Anonimo scrive:
      Re: E se chiedessimo tutti un risarcimento?
      - Scritto da: Becca
      Non so... una bella richiesta per danni,
      visti i fax, le telefonate, le attese
      inutili??
      Chi ci sta?Peccato che i fax, le telefonate e le attese non abbiano alcun valore probatorio.Fate una prova, al posto delle telefonate e dei fax, fate delle belle raccomandate con ricevuta di ritorno. Noterete come il comportamento di Telecom assomiglierà a quello di agnellino che vede la pasqua vicina.
  • Anonimo scrive:
    Un momento...
    L'autore della lettera ha chiesto la disdetta dell'ISDN per avere una linea analogica in cambio. Ma l'ISDN e l'analogica NON viaggiano sugli stessi fili, quindi è possibilissimo che l'utente avesse l'allaccio ISDN ma il collegamento alla centrale per la linea analogica non lo avesse per nulla, per cui alla telecom lo dovessero fare ex-novo.Ciò non toglie che alla Telecom potevano dirgli: guarda che da te non arriva il doppino analogico, se vuoi la linea analogica te lo dobbiamo costruire ex novo, quindi dovrai spendere e aspettare, quindi tienti l'ISDN che almeno ce l'hai già...Se l'utente insisteva per avere l'analogica ad ogni costo, anche se avvisato, almeno sapeva a cosa andava incontro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un momento...
      Sono ormai più di 2 anni che se chiedi una ISDN alla telecom senza specificare nulla in più ti portana una NT1 Plus ovvero 2 plug digitali e 2 analogici, quindi mi sa che qui siamo alle solite con Telecomonnezza
    • Anonimo scrive:
      Re: Un momento...
      Guarda che ISDN e analogica viaggiano sugli stessi fili, tant'è vero che non portano altro che una borchia ISDN che sdoppia le due linee.
  • Anonimo scrive:
    Come volevasi dimostrare
    La Telecom continua ad essere un monopolio. Venduta dallo Stato ai DS con Colaninno a far da testa di legno, traslata da Colaninno a Berlusconi sotto veste di Tronchetti. Da potere a potere, tutto per colpa della Sette, emittente contesa. Ed ora faranno pagare a noi le spese sostenute per impadronirsi dell'unica emittente di opposizione. Tranquilli: ce le avrebbero fatte pagare anche i compagni.In Italia il potere prevarica e il cittadino lo vota. O voti la Francia o voti la Spagna. Ma non si magna. Ti magnano loro.Non ci sono alternative nè politiche nè di costume. E montando sulle fregature, vanno ai "summit" e passano alla Storia. Gli illustrissimi signori.
  • Anonimo scrive:
    MAL COMUNE MEZZO GAUDIO?
    Pensavo di essere l'unico, ma evidentemente mi sbagliavo. Anch'io ho chiesto la trasformazione di linea ISDN in analogica al 191 (cambia il numero chiamato, ma il risultato è esattamente lo stesso...)il 21 marzo scorso. Verso fine aprile ho telefonato diverse volte per chiedere lo stato della pratica. Le risposte sostanzialmente sono state sempre del tipo:"Abbia pazienza, ma ci vanno almeno trenta giorni". Dopo il ponte del primo maggio richiamo piuttosto stizzito (sempre il 191) per chiedere date certe sui tempi d'intervento del tecnico presso la nostra società. Risposta:"Ho preso nota, la richiamiamo tra poco". Il lunedì successivo (13/05/02)ho chiamato veramente arrabbiato ed ho scoperto che dal 27 marzo la mia domanda di trasformazione era bloccata senza alcun motivo noto. Il 14/05 ho mandato una raccomandata minacciando di chiedere i danni e, a tutt'oggi, non ho ancora ricevuto risposta alle mie lamentele. Ho solo avuto assicurazioni (sempre dal fatidico 191) che la settimana prossima verrò contattato da tecnico TELECOM. Voi ci credete? Io ho qualche dubbio...
    • Anonimo scrive:
      Re: MAL COMUNE MEZZO GAUDIO?

      Pensavo di essere l'unico, ma evidentemente
      mi sbagliavo. Anch'io ho chiesto la
      trasformazione di linea ISDN in analogica al
      191 (cambia il numero chiamato, ma il
      risultato è esattamente lo stesso...)il 21
      marzo scorso. Verso fine aprile hoAHAHAHHAAHdilettante :)))sono otto mesi che ho chiesto di TOGLIERMI l'ISDNnon sono bastati- decine di fax (anche con ricevuta d ritorno)- centinaia di telefonatepenso che smettero' di pagare la bolletta finche' non verranno a staccarmi la borchia, prima che la stacchi io con le mie mani e la butti nel cesso..ciao
  • Anonimo scrive:
    Quello che è successo a me
    .. Io avevo da tempo una linea ISDN, finalmente è arrivata l'ADSL e io ho disdetto la linea ISDN a fine dicembre 2001 per una normale linea analogica...Alla prima bolletta con identico canone e con la borchia isdn in casa, ho chiamato il 187 e mi è stato spiegato che avrei dovuto continuare a pagare finchè non avessero tolto la borchia e poi il tutto sarebbe stato rimborsato!Così ho fatto . A fine aprile sono venuti a togliere la borchia, ma hanno pasticciato.. e così il telefono non funzionava.. c'è voluta una settimana di telefonate e arrabbiature per avere di nuovo il telefono funzionante.. mi sono stati segnalati i rimborsi *rimborsabili fra 90 giorni!!* mentre io ho dovuto pagare SUBITO le spese di installazione della nuova linea(non nuovo contrato però).. ho dovuto telefonare al 187 per far rettificare i rimborsi che erano inferiori al dovuto.. pur rimanendo lo stesso il numero, dovrò rifare la domiciliazione bancaria per le bollette..siccome fra 3-4 mesi traslocherò in altro comune ho risposto che, a sto punto, me ne andrò in posta a pagare..risposta.. ok .. addebiteremo altri 20 euro *circa* x' non fate la domiciliazione e poi ve li rimborseremo quando il telefono verrà tolto ...nessun commento ...ciao
  • Anonimo scrive:
    LA SIP CONTINUA E NON SE NE VA!
    NON E' CAMBIATO NIENTE DA 50 ANNI IN QUA. ALICE NE E' UNA PROVA E QUESTA E' UNA DI QUELLE VECCHIE E FAMOSE.A ME HANNO CAMBIATO IL NUMERO DOPO 3 MESI DALLA'ATTIVAZIONE E IO AVEVO APPENA STAMPATO LA CARTA DA LETTERA!!!! NESSUN RISARCIMENTO!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: LA SIP CONTINUA E NON SE NE VA!
      Aspetta e spera...!
    • Anonimo scrive:
      Re: LA SIP CONTINUA E NON SE NE VA!
      - Scritto da: Giò
      A ME HANNO CAMBIATO IL NUMERO DOPO 3 MESI
      DALLA'ATTIVAZIONE E IO AVEVO APPENA STAMPATO
      LA CARTA DA LETTERA!!!! NESSUN
      RISARCIMENTO!!!!!!Risarcimento per la "carta da lettera"?? (che cavolo sarebbe? io conosco la carta da c##o)
  • Anonimo scrive:
    La mia piccola esperienza
    Chiamo un mese fa per farmi attivare una linea analogica a casa nuova. Sembra tutto OK, mi assicurano l'installazione entro 10 gg (lavorativi).Ieri richiamo il 187 e, guarda caso, della mia pratica non si sa nulla. La signorina segue una procedura diversa dal tizio del mese fa, e addirittura mi lascia a fine telefonata il numero di pratica e nientepopodimeno che il mio numero di telefono (naturalmente ancora inattivo). Mi dice che ha segnato la pratica come urgente.Morale: bisogna avere culo e beccare un operatore 187 bravo.
    • Anonimo scrive:
      Re: La mia piccola esperienza
      Io invece avevo chiamato il 187 in quanto avevo reinstallato il S.o. e non avevo più gli IP dei dns x l'ADSl, ma alla parola ip e dns l'operatore non sapeva piu' che pesce pigliare, conclusione: mi ha richiamato un altro tipo + competente nel pomeriggio. Io dico, se quello che ti risponde al 187 dopo che hai premuto i vari tasti per arrivare fino a "Assistenza tecnica adsl" non sa queste cose di base, che dovrebbe sapere???P.S. Alla fine, non so xchè, ho notato che potevo usare l'adsl anche senza i dns...boh? why?? cmq la prima volta li avevo messi, x questo avrei voluto saperli di nuovo, ma vai tu a chiedere qulcs al 187 e mi sai dire!! byez!!
      • Anonimo scrive:
        Re: La mia piccola esperienza
        - Scritto da: Stop 187
        Io invece avevo chiamato il 187 in quanto
        avevo reinstallato il S.o. e non avevo più
        gli IP dei dns x l'ADSl, ma alla parola ip e
        dns l'operatore non sapeva piu' che pesce
        pigliare, conclusione: mi ha richiamato un
        altro tipo + competente nel pomeriggio. Io
        dico, se quello che ti risponde al 187 dopo
        che hai premuto i vari tasti per arrivare
        fino a "Assistenza tecnica adsl" non sa
        queste cose di base, che dovrebbe sapere???

        P.S. Alla fine, non so xchè, ho notato che
        potevo usare l'adsl anche senza i dns...boh?
        why?? cmq la prima volta li avevo messi, x
        questo avrei voluto saperli di nuovo, ma vai
        tu a chiedere qulcs al 187 e mi sai dire!!
        byez!!Il problema è che ci sono tanti di quei geni come te che chiamano il 187, che sparlano dell'insipienza informatica degli operatori, senza mai guardare al nulla che sanno loro.Se tu sapessi qualcosa di più che schiacciare tasti a caso sulla tastiera, avresti:1_ preso nota dei dns PRIMA di reinstallare il SO2_ saputo che non serve a nulla avere i dns dato che la connessione funziona ugualmente
        • Anonimo scrive:
          Re: La mia piccola esperienza
          Ok, ma la prima volta che l'ho installata mi erano stati impostati dei valori del dns, e avevo anche letto da qualche parte (nella documentazione telecom) che bisognava impostarli e ne dava gli ip corretti. Inoltre avevo chiamato il 187 PRIMA che il s.o. fosse già operativo, in quanto mi era venuta in mente questa cosa prima di provarre a collegarmi.Quindi:1- Se non servono (cosa che effettivamente è vera) xchè erano stati impostati, come raccomandava telecom nella documnetazione (o sul cd) fornitomi con il modem??2-Se mi sono scordato di prendere nota dei dns cosa devo fare, spararmi? A che cazzo serve allora il 187? E' una chat line?3-Visto che questi benedetti ip esistono e sono indicati dalla stessa telecom, xchè l'assistenza adsl del 187 non li sa?A te le risposte, furbo della domenica.
          • Anonimo scrive:
            Re: La mia piccola esperienza
            - Scritto da: Stop 187
            Ok, ma la prima volta che l'ho installata mi
            erano stati impostati dei valori del dns, e
            avevo anche letto da qualche parte (nella
            documentazione telecom) che bisognava
            impostarli e ne dava gli ip corretti.
            Inoltre avevo chiamato il 187 PRIMA che il
            s.o. fosse già operativo, in quanto mi era
            venuta in mente questa cosa prima di
            provarre a collegarmi.

            Quindi:
            1- Se non servono (cosa che effettivamente è
            vera) xchè erano stati impostati, come
            raccomandava telecom nella documnetazione (o
            sul cd) fornitomi con il modem??Perche' nel frattempo hanno cambiato la configurazione dei loro access server, ora gli ip del/dei dns vengono inviati dall'access server al tuo pc all'atto della connessione. E' piuttosto semplice da capire e devo dire ormai neanche molto inconsueto (quasi tutti i provider ormai fanno cosi' e mi pare sensato).
            2-Se mi sono scordato di prendere nota dei
            dns cosa devo fare, spararmi? A che cazzo
            serve allora il 187? E' una chat line?Quasi, non foss'altro che se provi a dirgli qualcosa di piu' erudito di un "aho' a me er telefono nun me funziona" cade misteriosamente la linea, mah...
            3-Visto che questi benedetti ip esistono e
            sono indicati dalla stessa telecom, xchè
            l'assistenza adsl del 187 non li sa?Perche' probabilmente non sono indispensabili, basta un minimo d'esperienza per saperlo... Comunue certo che se invece di criticare il 187 te li fossi segnati PRIMA di formattare il disco magari ora non staresti ad ammorbarci qui.
            A te le risposte, furbo della domenica.Tu cosa sei, il furbo del sabato sera? :)
          • Anonimo scrive:
            Re: La mia piccola esperienza



            3-Visto che questi benedetti ip esistono e

            sono indicati dalla stessa telecom, xchè

            l'assistenza adsl del 187 non li sa?

            Perche' probabilmente non sono
            indispensabili, basta un minimo d'esperienza
            per saperlo...
            Comunue certo che se invece di criticare il
            187 te li fossi segnati PRIMA di formattare
            il disco magari ora non staresti ad
            ammorbarci qui.Solo due cose:1- Se allora non sono indispensabili (cosa che è cambiata finchè avevo l'adsl funzionante e quindi non mi sono mai interessato di access server o simili) xchè il tipo del 187 non me l'ha detto e invece, nel panico, mi ha poi fatto richiamare nel pomeriggio da un altro tipo "+ competente" che mi ha dato gli ip ma pur lui non mi ha detto che erano superflui? Non la dovrebbereo avere loro l'"esperienza"? (in che poi?? In sistemistica? Per 2 rognosi ip?)2-Ammorbarci?? Il forum non serve per scambiarsi idee e opinioni? Se lo trovi ammorbante fuori c'e' un mondo pieno di opportunità e divertimenti, non vedo nessuno che richiede espressamente la tua presenza qui.Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: La mia piccola esperienza
            - Scritto da: Stop 187
            Solo due cose:
            1- Se allora non sono indispensabili (cosaSONO indispensabili, solo che se il provider ha messo su un server DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) vengono forniti automaticamente al tuo sistema al momento della connessione. Ma non tutti i sistemi e stack tcp/ip supportano il DHCP, per esempio non lo supporta il winsock di Win95, e anche molti sistemi Unix. In quel caso i server DNS devono essere impostati a mano.
  • Anonimo scrive:
    Nulla per telefono, solo raccomandate!
    Anch'io ho sperimentato l'arroganza Telecom, ma e' spettacolare sentire come cambiano atteggiamento quando usi le raccomandate A.R. Mi raccomando! Le telefonate non sono assolutamente vincolanti per loro, conta solo la raccomandata. Anche se costa 3 euro, sono soldi ben spesi. Se questo non bastasse, fatti passare l'ufficio legale e spiega la tua situazione, sempre indicando l'esistenza di tue raccomandate AR. Quelli sono i tipi veramente capaci di smuovere le cose.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Fai le cose come si deve!
    Manda semplicemente una lettera racomandata dove chiedi l'attivazione del telefono entro un certo termine, oltre al quale passerai per vie legali.Ma non esistono le assicurazioni di protezione giuridica in Italia?Per es. in CH per 80? all'anno hai protezione giuridica con avvocati per ca. 200'000?.Se mi succedesse una cosa cosi' farei una rapida consulenza con la mia assicurazione e non ci metterei 20 secondi a fare causa allo stronzo di turno...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fai le cose come si deve!
      - Scritto da: maurizio
      Per es. in CH per 80? all'anno hai
      protezione giuridica con avvocati per ca.
      200'000?.Noi Svizzeri, che non apparteniamo all'UE, siamo abituati troppo bene :)Dopo 3 giorni dalla telefonata, ho ricevuto ADSL Sunrise. Si scusavano di non avere piu' in magazzino il modem da me segnalato sulla comanda, e per lo stesso prezzo mi hanno mandato il modello superiore :-)Ora capisco perche' abbiamo il 20% degli stranieri: Tutti vogiono vivere qui :-D !
  • Anonimo scrive:
    Dovevi pagare !
    Se avessi pagato quegli sporche carte da mille ora non avresti questi problemi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dovevi pagare !
      - Scritto da: Lozio
      Se avessi pagato quegli sporche carte da
      mille ora non avresti questi problemi.Bel ragionamento. Complimenti.Welcome to the monopoly
      • Anonimo scrive:
        Re: Dovevi pagare !
        cosa dici ?ti danno un servizio.Se lo vuoi paghi altrimenti lasci perdere.Sta a te decidere se la maglietta la vuoi bianca o grigia !
    • Anonimo scrive:
      Re: Dovevi pagare !
      - Scritto da: Lozio
      Se avessi pagato quegli sporche carte da
      mille ora non avresti questi problemi.... il pizzo ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Dovevi pagare !
        - Scritto da: don Carmelo


        - Scritto da: Lozio

        Se avessi pagato quegli sporche carte da

        mille ora non avresti questi problemi.

        ... il pizzo ...pizzo o cotone... i contratti vanno letti prima di mettere la firmetta...
  • Anonimo scrive:
    solidarietà...
    ...al povero ex-utente dell'ex-monopolista neo-oligarchista, che di fatto cambia ben poco le cose...
    • Anonimo scrive:
      Re: solidarietà...
      Mi associo.Che possano sprofondare nell'orrore piu' profondo e anche crollare in borsa.Alla faccia di un'azienda definita "ex monopolista"!!!
  • Anonimo scrive:
    ... W la campagna ...
    Altro problema analogo:abbonato telecom (e con chi altri?) , in zona di campagna, regolarmente allacciato con ISDN. Mi viene voglia di fare un contratto con un carrier alternativo, e magari impostare la preselezione.A questo punto ovviamente per telecom la linea vale solo quanto il canone (anche se poi in effetti il servizio di trasporto lo fa pagare anche al carrier). Che garanzie ho di qualità del servizio? Ovvero all'ennesimo temporale che folgora la borchia ( tutto sommato hanno legato il doppino ai rami degli alberi quindi la cosa non è improbabile, e statisticamente accade almeno 1 o 2 volte l'anno) in che tempo correranno a sistemare il guasto? Ci sono dei livelli minimi di servizio?Grazie a chi mi saprà dare risposta.
    • Anonimo scrive:
      Re: ... W la campagna ...
      Ti posso raccontare la mia ultima esperienza di utente telefonico in campagnaIl sabato 18 sera scopro che la linea è interrotta. La domenica mattina telefono al 187 per segnalare il guasto. Martedì mattina un tecnico viene a controllare il mio impianto e conclude che il guasto è sulla linea.A questo punto non ho più notizie periodicamente telefono al 187 per sollecitare la riparazione. Arrivo al punto che se chiamo indicando il mio numero di telefono la linea cade. Alla fine venerdì 24 mi rispondono che il guasto è stato riparato ed ora è il mio impianto ad avere dei dei problemi. Alla fine martedì 28 un tecnico viene a casa mia e scopre che il suo collega, durante il primo controllo, non aveva ricollegato la borchia correttamente.Mi sono informato sui tempi di risposta, Telecom sul contratto privato come il mio deve intervenire per riparare il guasto entro 48 ore. Nel mio caso visto che il tempo è stato più lungo dovrei iniziare una faraginosa pratica burocratica per farmi rimborsare il canone dei giorni che non sono stato collegato.
      • Anonimo scrive:
        Re: ... W la campagna ...
        La procedura per ottenere il rimborso del canone quando ritardano a sistemare la linea non e' assolutamente complicata: una semplicissima raccomandata all'ufficio rimborsi Telecom della propria citta'(al 187 conoscono gli indirizzi!), e i soldi saranno restituiti nella bolletta successiva. A me e' successo, e' andata benissimo, bisogna provare prima di lamentarsi!
        • Anonimo scrive:
          Re: ... W la campagna ...
          Prima di lamentarsi...Io non mi lamento, faccio solo notare che un'azienda che che fa di un punto di forza l'adozione delle nuove tecnologie, che ha scomodato: Nelson Mandela, Marlon Brando e Woody Allen per convincerci di ciò, pretende che si mandi un fax per richiedere un rimborso di pochi euro.Da un'azienda seria io mi aspetterei che, visti i disagi che mi hanno procurato, calcolasse il rimborso e lo scalasse automaticamente dalla prossima bolletta senza nessuna richiesta. I clienti anche piccoli dovrebbero essere sempre trattati al meglio.Ma in fondo il problema è sempre lo stesso. Abbiamo di fronte un'azienda monopolista (nelle aree non urbane) che non ha nessun beneficio a curare la professionalità dei propri dipendenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: ... W la campagna ...
            Professionalità? Quale? Devi avere la fortuna di abitare in un centro dove lavorano persone serie e sapere come contattarle, così riesci ad avere un buon servizio altrimenti ciccia! I call center (come li chiamano ora) sono un ottimo sistema per dare lo stipendio a chi non ha proprio voglia di fare un c...o e ce lo dimostra apertamente ogni giorno!- Scritto da: Giuseppe Pampararo
            Prima di lamentarsi...

            Io non mi lamento, faccio solo notare che
            un'azienda che che fa di un punto di forza
            l'adozione delle nuove tecnologie, che ha
            scomodato: Nelson Mandela, Marlon Brando e
            Woody Allen per convincerci di ciò, pretende
            che si mandi un fax per richiedere un
            rimborso di pochi euro.

            Da un'azienda seria io mi aspetterei che,
            visti i disagi che mi hanno procurato,
            calcolasse il rimborso e lo scalasse
            automaticamente dalla prossima bolletta
            senza nessuna richiesta. I clienti anche
            piccoli dovrebbero essere sempre trattati al
            meglio.

            Ma in fondo il problema è sempre lo stesso.
            Abbiamo di fronte un'azienda monopolista
            (nelle aree non urbane) che non ha nessun
            beneficio a curare la professionalità dei
            propri dipendenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: ... W la campagna ...
          Ok per i giorni del canone, ma se hai un'attività economica, rimanere isolati per una settimana (come nell'esempio) comporta dei danni. Si puo' fare qualcosa o bisogna accontentarsi?
  • Anonimo scrive:
    Incivile e Scandaloso!!!
    Caro Dario se io fossi Te, manderei una bella letterina su carta intestata del mio avvocato di fiducia a telecom, dove gli intimi l'attivazione della linea telefonica entro e non oltre 30 giorni lavorativi , trascorsi i quali adirai le vie legali. Trovo scandaloso, oltre che insostenibile per un paese che siconsidera civile, ma che evidentemente tanto civile non lo e?, che a un qualsiasi cittadino venga negata la possibilita' di connessione (ricordo che siamo nella cosiddetta era dell'informazione telematica globale) con il resto del mondo. Come se questo non fosse abbastanza grave gia' di per se, gli viene pure negata la possibilita', nei casi di emergenza, di contattare gli organi di soccorso (115,118,113)! Incivile e scandaloso, lo ripeto, sono gli aggettivi che meglio si adattano a descrivere questo caso.Ti auguro una rapida e felice soluzione al tuo problema.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Ma perche' prima di parlare non vi informate?
      - Scritto da: Simplex
      Caro Dario se io fossi Te, manderei una
      bella letterina su carta intestata del mio
      avvocato di fiducia a telecom, dove gli
      intimi l'attivazione della linea telefonica
      entro e non oltre 30 giorni lavorativi ,
      trascorsi i quali adirai le vie legali.Allora, tanto per iniziare, il regolamento di servizio, che sarebbe bene tutti leggeste prima di aprire bocca a sproposito, che il ministero delle telecomunicazioni ha stabilito per telecom italia parla di tempi di attivazione di un nuovo impianto pari a 15 gg. ove non sussistano particolari difficolta'. Quindi non ne servono affatto 30 lavorativi o minacce di "iscriversi ai terroristi", basta leggere, cazzo! E' anche previsto un indennizzo in caso di ritardo da parte di Telecom che comunque deve essere motivato.
      Trovo scandaloso, oltre che insostenibile
      per un paese che si
      considera civile, ma che evidentemente
      tanto civile non lo e?, che a un qualsiasi
      cittadino venga negata la possibilita' di
      connessioneChiacchere... per quanto mi stia sulle OO telecom italia qui nessuno sta negando niente.
      (ricordo che siamo nella
      cosiddetta era dell'informazione telematica
      globale) con il resto del mondo. Come se
      questo non fosse abbastanza grave gia' di
      per se, gli viene pure negata la
      possibilita', nei casi di emergenza, di
      contattare gli organi di soccorso
      (115,118,113)!Ripeto, non credo che Telecom possa permettersi di negare la connettivita', oltretutto non mi pare che nel caso in questione lo stia facendo. E comunque se proprio volessimo puntualizzare i servizi d'emergenza sono raggiungibili da un qualsiasi cellulare anche privo di simcard.
      Incivile e scandaloso, lo
      ripeto, sono gli aggettivi che meglio si
      adattano a descrivere questo caso.Io non credo che si possa parlare di incivilta' anche perche' chi ha scritto questa lettera forse non si rende conto che il contratto che (probabilmente) ha firmato lo legava a Telecom Italia per almeno un anno, non per tre mesi come ha voluto lui... E ripeto che sebbene Telecom Italia mi faccia vomitare devo pero' dire che gli accordi vanno onorati DA ENTRAMBE LE PARTI! Non si puo' pretendere di firmare un contratto annuale e dopo tre mesi, siccome si cambia idea allora non si paga piu' e stop. Se Telecom Italia fosse una azienda seria a questo punto dovrebbe esigere da questo signore i canoni di tutto l'anno, altro che staccargli il telefono per morosita'. Ma si sa che cmq sotto una certa soglia certe aziende ritengono i crediti come inesigibili in quanto costerebbe piu' cercare di recuperarli che altro.
      Ti auguro una rapida e felice soluzione al
      tuo problema.Che a mio avviso e' di natura oculistica. Si vada a rileggere tutte le clausole del contrattino che ha firmato quando le hanno allacciato il telefono. E poi s'e' sempre saputo che Telecom vuole 400.000 lire per un nuovo allaccio, dove sta' la novita' o lo scandalo? Voi direte che era gia' cablato? Benissimo dico io... Provate ad andare per esempio da Fastweb, ditegli che voi il telefono gia' ce l'aveve con telecom italia e che quindi siete cablati, che volete passare a fastweb senza pero' pagare i costi di attivazione. Vediamo cosa vi rispondono...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perche' prima di parlare non vi informate?
        - Scritto da: ~~[STRACUT]
        E poi s'e' sempre
        saputo che Telecom vuole 400.000 lire per un
        nuovo allaccio, [.....]200.000 LIRE :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perche' prima di parlare non vi informate?
          lullabyyyyy....non ti scordar di me.la vita mia darei x te.......io t' AMO sepre piùùùù, la sola donna che amo sei tu....- Scritto da: lullaby


          - Scritto da: ~~
          [STRACUT]

          E poi s'e' sempre

          saputo che Telecom vuole 400.000 lire per
          un

          nuovo allaccio, [.....]

          200.000 LIRE :-)
      • Anonimo scrive:
        Ma perche non taci...
        anzichè dire una marea di stupidaggini... ?.1)La UE (Unione Europea),ha sancito che non possono esistere contratti da " ONORARE " o coercitivi,ma sono tutti liberamente disdicibili con una semplice raccomandata.2)Fastweb fà pagare un costo di installazione perche " POSA...POSA...POSA..stupidotto...,le linee ex novo e stà realizzando una struttura.Nel caso del lettore "mio caro RISTUPIDOTTO DA CORSA",le linee erano chiaramente preesistenti (un bel paio di occhiali per lettura ???).3)Se ami tanto la TELECOM,perchè non vai da Tronchetti Provera e gli dici che i 3.500 esuberi di personale che saranno eliminati a breve,li manterrai tu come gesto di solidarietà alla tua tanto amata azienda...???.Và a lavurà..." STUPIDOTTO A MOLLA " !.Uno che ne sà più di te... .
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perche non taci...
          Ma quanto sei bravo, vorrei vedere a te in una situazione come quella se pensi a leggi e cavilli, te la prendi solo perchè non puoi fare nulla, te la puoi solo prendere in quel posto!Uno che ci e' passato, 8 mesi per passare da isdn a pstn (e 100.000 lire).
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perche non taci...
          Sicuramente lavori o in Telecom o in appalto.Io non so come stiano le cose la dentro,ma ti auguro di trovarti in una situazione simile a quella dell'amico sfigato da questa azienda del tubo.Purtroppo in questo paese,il cliente-schiavo non ha nessuna tutela.E se ne sai piu' di lui,SPIEGAGLI COME CAZZO DEVE MUOVERSI ALLORA,SCIENZIATO CHE NON SEI ALTRO!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perche non taci...
          - Scritto da: Uno che ne sà più di te..
          anzichè dire una marea di stupidaggini... ?.Buongiorno Napoleone...
          1)La UE (Unione Europea),ha sancito che non
          possono esistere contratti da " ONORARE " o
          coercitivi,ma sono tutti liberamente
          disdicibili con una semplice raccomandata.Lo diro anche al proprietario di casa, che il mese prossimo me ne vado senza dargli alcun preavviso..... i contratti da "onorare" sonouno dei fondamenti del diritto, ma la UE secondo te ha deciso che l'anarchia e' meglio!!
          2)Fastweb fà pagare un costo di
          installazione perche "
          POSA...POSA...POSA..stupidotto...,le linee
          ex novo e stà realizzando una struttura.
          Nel caso del lettore "mio caro RISTUPIDOTTO
          DA CORSA",le linee erano chiaramente
          preesistenti (un bel paio di occhiali per
          lettura ???)Boria, boria, boria..Che non sia giusto far pagare il riallaccio e' una cosa, che un nuovo utente paghi l'attivazione non e' cosi' strano. E' un importo per la gestione della pratica ed e' facolta' di ogni impresa applicarlo. Ripeto che poi non sia giusto in questo caso, e' anche mia opinione.
          3)Se ami tanto la TELECOM,perchè non vai da
          Tronchetti Provera e gli dici che i 3.500
          esuberi di personale che saranno eliminati a
          breve,li manterrai tu come gesto di
          solidarietà alla tua tanto amata
          azienda...???.
          Uno che ne sà più di te... .Probabilmente un esperto di espurgo di pozzi neri.Ma il contratto di servizio telecom e' la miglior arma per andare contro la telecom. Poiche' e' pagata per fornire il c.d. "servizio universale" (mi pare si chiami cosi') se il nostro protagonista ha le prove, vada dal giudice di page e giustamente si faccia rifondere tutti i danni possibili da Telecom. Credo che in questo tipo di violazione poi Telecom sia sanzionata anche dagli organismi pubblici di controllo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perche non taci...
          ma vattene a ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perche' prima di parlare non vi informate?
        _ma sti cessi gli hanno detto che la linea non arriva fino da lui e che devono agiungere il filo ma ci siamo capiti a sti bugiardi annate a fanc..
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perche' prima di parlare non vi informate?
        - Scritto da: ~~
        [...]
        E comunque se
        proprio volessimo puntualizzare i servizi
        d'emergenza sono raggiungibili da un
        qualsiasi cellulare anche privo di simcard.
        E allora? Se io non ho il cell. o se non prende o se non mi sta andando a fuoco la casa e non posso perdere tempo a cercarlo?

        Che a mio avviso e' di natura oculistica. Si
        vada a rileggere tutte le clausole del
        contrattino che ha firmato quando le hanno
        allacciato il telefono. E poi s'e' sempre
        saputo che Telecom vuole 400.000 lire per un
        nuovo allaccio, dove sta' la novita' o lo
        scandalo?Nel fatto che non è un nuovo allaccio. Inoltre le clausole del "contrattino contrattino che ha firmato" prevedono che il contratto possa essere disdetto mandando una raccomandata A/R con 60gg di anticipo. Per la modifica valgono le stesse condizioni. Quindi telecom è contrattualmente inadempiente.
        Voi direte che era gia' cablato?
        Benissimo dico io... Provate ad andare per
        esempio da Fastweb, ditegli che voi il
        telefono gia' ce l'aveve con telecom italia
        e che quindi siete cablati, che volete
        passare a fastweb senza pero' pagare i costi
        di attivazione. Vediamo cosa vi
        rispondono...Fastweb ti porta a casa un cavo (in fibra) nuovo sveglione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perche' prima di parlare non vi informate?
        - Scritto da: ~~
        [...]
        E comunque se
        proprio volessimo puntualizzare i servizi
        d'emergenza sono raggiungibili da un
        qualsiasi cellulare anche privo di simcard.
        E allora? Se io non ho il cell. o se non prende o se non mi sta andando a fuoco la casa e non posso perdere tempo a cercarlo?

        Che a mio avviso e' di natura oculistica. Si
        vada a rileggere tutte le clausole del
        contrattino che ha firmato quando le hanno
        allacciato il telefono. E poi s'e' sempre
        saputo che Telecom vuole 400.000 lire per un
        nuovo allaccio, dove sta' la novita' o lo
        scandalo?Nel fatto che non è un nuovo allaccio. Inoltre le clausole del "contrattino contrattino che ha firmato" prevedono che il contratto possa essere disdetto mandando una raccomandata A/R con 60gg di anticipo. Per la modifica valgono le stesse condizioni. Quindi telecom è contrattualmente inadempiente.
        Voi direte che era gia' cablato?
        Benissimo dico io... Provate ad andare per
        esempio da Fastweb, ditegli che voi il
        telefono gia' ce l'aveve con telecom italia
        e che quindi siete cablati, che volete
        passare a fastweb senza pero' pagare i costi
        di attivazione. Vediamo cosa vi
        rispondono...Fastweb ti porta a casa un cavo (in fibra) nuovo sveglione.
      • Anonimo scrive:
        [OT] Ma perche' prima di parlare non vi informate?
        - Scritto da: ~~Quindi non ne servono affatto
        30 lavorativi o minacce di "iscriversi ai
        terroristi", basta leggere, cazzo! AHAHAHAHAH!!! Mario magnotta rulez!! :)www.magnotta.it x chi vuole intendere la splendida citazione e piegarsi dalle risate... :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perche' prima di parlare non vi informate?
        - Scritto da: ~~

        - Scritto da: Simplex

        Caro Dario se io fossi Te, manderei una

        bella letterina su carta intestata del mio

        avvocato di fiducia a telecom, dove gli

        intimi l'attivazione della linea
        telefonica

        entro e non oltre 30 giorni lavorativi ,

        trascorsi i quali adirai le vie legali.

        Allora, tanto per iniziare, il regolamento
        di servizio, che sarebbe bene tutti leggeste
        prima di aprire bocca a sproposito, che il
        ministero delle telecomunicazioni ha
        stabilito per telecom italia parla di tempi
        di attivazione di un nuovo impianto pari a
        15 gg. ove non sussistano particolari
        difficolta'. Haaa e' per questo, allora, che sono trascorsi tre (dico 3) mesi, ovvero oltre 90 giorni, prima che un tecnico di mamma Telecom si decidesse a rispondere a il Sig. Guido!!! Quindi non ne servono affatto
        30 lavorativi o minacce di "iscriversi ai
        terroristi", basta leggere, cazzo! Questo vale x Te, vero???
        E' anche
        previsto un indennizzo in caso di ritardo da
        parte di Telecom che comunque deve essere
        motivato. Speriamo glie lo diano sto indennizzo, ma credo che su questo punto ...

        Trovo scandaloso, oltre che insostenibile

        per un paese che si

        considera civile, ma che evidentemente

        tanto civile non lo e?, che a un qualsiasi

        cittadino venga negata la possibilita' di

        connessione

        Chiacchere... per quanto mi stia sulle OO
        telecom italia qui nessuno sta negando
        niente. Gia' Vero, oltre 90 giorni di tempo prima di ricevere una rispota equivale non equivale a farsi negare! Ma probabilmente Tu sarai abituato cosi!

        (ricordo che siamo nella

        cosiddetta era dell'informazione
        telematica

        globale) con il resto del mondo. Come se

        questo non fosse abbastanza grave gia' di

        per se, gli viene pure negata la

        possibilita', nei casi di emergenza, di

        contattare gli organi di soccorso

        (115,118,113)!

        Ripeto, non credo che Telecom possa
        permettersi di negare la connettivita',
        oltretutto non mi pare che nel caso in
        questione lo stia facendo. E comunque se
        proprio volessimo puntualizzare i servizi
        d'emergenza sono raggiungibili da un
        qualsiasi cellulare anche privo di simcard. Pagare 400.000 delle vecchi lire, solo perche? il tecnico allacci la linea nella centrale (visto che la linea fisicamente gia' esiste), sinceramente a me, sembrano tante. Comunque, evidentemente, e' solo una questione di disponibilita' economica. Per Te 400.000 lire , non sono un problema, ma per il Sig. Guido evidentemente SI! (a parte le questioni di principio). Per quel che riguarda il cellulare, esistono innumerevoli motivi che possono impedirne il suo utilizzo durante una situazione d?emergenza. Senza contare il fatto, che a quanto ne so io, non esiste nessuna legge dello stato italiano che ne imponga il possesso.

        Incivile e scandaloso, lo

        ripeto, sono gli aggettivi che meglio si

        adattano a descrivere questo caso.

        Io non credo che si possa parlare di
        incivilta' anche perche' chi ha scritto
        questa lettera forse non si rende conto che
        il contratto che (probabilmente) ha firmato
        lo legava a Telecom Italia per almeno un
        anno, non per tre mesi come ha voluto lui... Vero, ma forse Ti sfugge che il Sig. Guido non voleva rescindere dal contratto, ma semplicemente, cambiarne la tipologia (Pangando le eventuali penali s'intende).
        E ripeto che sebbene Telecom Italia mi
        faccia vomitare devo pero' dire che gli
        accordi vanno onorati DA ENTRAMBE LE PARTI! Difatti le vecchie bollette sono state pagate tutte.
        Non si puo' pretendere di firmare un
        contratto annuale e dopo tre mesi, siccome
        si cambia idea allora non si paga piu' e
        stop.
        Se Telecom Italia fosse una azienda
        seria a questo punto dovrebbe esigere da
        questo signore i canoni di tutto l'anno,
        altro che staccargli il telefono per
        morosita'. Ma si sa che cmq sotto una certa
        soglia certe aziende ritengono i crediti
        come inesigibili in quanto costerebbe piu'
        cercare di recuperarli che altro.


        Ti auguro una rapida e felice soluzione al

        tuo problema.

        Che a mio avviso e' di natura oculistica. Si
        vada a rileggere tutte le clausole del
        contrattino che ha firmato quando le hanno
        allacciato il telefono. E poi s'e' sempre
        saputo che Telecom vuole 400.000 lire per un
        nuovo allaccio, dove sta' la novita' o lo
        scandalo? Voi direte che era gia' cablato?
        Benissimo dico io... Provate ad andare per
        esempio da Fastweb, ditegli che voi il
        telefono gia' ce l'aveve con telecom italia
        e che quindi siete cablati, che volete
        passare a fastweb senza pero' pagare i costi
        di attivazione. Vediamo cosa vi
        rispondono... Stai parlando di due cose completamente diverse! Telecom e' l'ex monopolista (diciamo che sia ex!) che gestisce tutte le infrastrutture dell' ex SIP. Fastweb e' un operatore nuovo, senza nessun obbligo di fornitura di servizio! Telecom invece e' obbligata, proprio in favore della sua eredita', alla fornitura dei servizi di telefonia di base a qualsiasi utente! Stammi bene
  • Anonimo scrive:
    L'impotenza...
    Ecco cosa grava sull'utente: l'impotenza: A volte viane voglia di afferrare un dirigente telecom e fargli ingoiare un paio di telefoni. Che schifo!!
  • Anonimo scrive:
    MI VIENE DA VOMITARE,PENSANO SOLO AL PROFITTO
  • Anonimo scrive:
    [OT] In campagna siamo tutti "monopolizzati".
    In campagna siamo tutti "monopolizzati" da Telecom.NIENTE ADSL.Con ISDN, metà degli operatori alternativi ti dà il pacco, "hai ISDN non ti vogliamo!".Molte volte NON HAI NEMMENO ISDN.Unbundling? HAHAHAHA!!!Fastweb? MUAHAHAHAHAH!!!In pratica si vive in una zona di scarso interesse commerciale, soprattutto per gli altri operatori alternativi. Telecom dal suo punto di vista, approfitta delle linee risalenti agli anni '50 per salassarti per benino, per lei non vivi proprio in una zona di poco interesse, ma non le interessi abbastanza perchè ti porti l'ADSL.Condoglianze per la triste vicenda.
Chiudi i commenti