iOS4, aggiornamento in corso

Dopo meno di 24 ore in Rete si moltiplicano impressioni e resoconti. Qualche problema riportato col backup, sconsigliato l'upgrade in caso di Melafonino sbloccato
Dopo meno di 24 ore in Rete si moltiplicano impressioni e resoconti. Qualche problema riportato col backup, sconsigliato l'upgrade in caso di Melafonino sbloccato

Sono due i principali capitoli attorno a cui si concentrano le lamentele delle prime ore : tra chi ha effettuato già l’upgrade del proprio iPhone o iPod Touch alla release 4.0 del firmware si contano qualche smartphone bloccato, alcune procedure di upgrade che durano ore, e parecchi mugugni tra i possessori del modello 3G finiti senza sfondi.

Innanzi tutto, è ormai chiaro che (come nei casi precedenti) è assolutamente sconsigliabile l’upgrade alla 4.0 in presenza di Jailbreak : ovvero, chi avesse proceduto a sbloccare operatore e/o software del proprio Melafonino, magari per installare applicazioni che non passano attraverso AppStore, dovrà pensarci due volte prima di aggiornare senza aver ripristinato il sistema a una condizione di verginità . Il rischio è rimetterci completamente la funzionalità del cellulare.

Per quanto attiene gli altri casi, il principale ricorrente motivo di lamentela pare legato ai tempi di upgrade : come era prevedibile il download è risultato piuttosto lento dai server Apple (quasi 400MB l’aggiornamento), probabilmente a causa del traffico, ma sono stati riportati alcuni casi in cui le procedure di aggiornamento del firmware – che comprendo tra l’altro un backup dell’unità – sono durate fino a oltre tre o quattro ore. In alcuni sfortunati casi, pare che la procedura non si sia conclusa con successo, lasciando lo sfortunato proprietario con un iPhone “piantato” in Recovery Mode .

Per coloro che siano riusciti a completare il procedimento, invece, pare che i fastidi maggiori si concentrino su vecchi modelli: iPod Touch di seconda generazione e iPhone 3G, già esclusi da multitasking e accessori bluetooth , si sono visti tagliati fuori anche dagli sfondi della schermata Home . La motivazione di tale scelta pare sia legata sempre alle limitazioni hardware di questi “vecchi” apparecchi, che a detta di Apple non sarebbero in grado di gestire le nuove animazioni e la grafica più appariscente che si porta in dote il nuovo firmware. Qualche difficoltà la incontrerebbero anche applicazioni native come quella iPod, o quella della Rubrica che si perderebbe per strada in certi casi la lista completa dei contatti.

Nel complesso, pare che comunque la migrazione al nuovo iOS stia procedendo entro limiti accettabili . In taluni casi, sia per gli utenti finali che per quelli enterprise , ci dovrebbero essere alcune novità interessanti: le prove effettuate in redazione non hanno evidenziato per il momento alcun problema significativo su un esemplare 3GS, e anzi nel complesso lo smartphone di Cupertino appare in qualche modo più reattivo e fluido nel funzionamento.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 06 2010
Link copiato negli appunti