Iran: attaccati da Stars, il figlio di Stuxnet

Gli ufficiali iraniani rivelano: un nuovo virus diretto verso le infrastrutture del paese è stato individuato. La denuncia è parca di dettagli, mentre gli esperti internazionali storcono il naso dubbiosi

Roma – Le infrastrutture informatiche iraniane vittime di un cyber-attacco conosciuto col nome in codice “Stars”. Dopo l’ affaire Stuxnet e la relativa girandola di speculazioni, accuse e controaccuse , il paese mediorientale sarebbe stato di nuovo “bombardato” da una cyber-arma al soldo di potenze nemiche, un attacco ben diretto ma dai contorni alquanto sfumati. E sin qui non confermati da osservatori terzi.

Stars sarebbe il secondo worm a prendere di mira specifici sistemi informatici iraniani nel giro di pochi mesi , dicono gli ufficiali, una continuazione della presunta cyber-guerra perpetrata nei confronti dell’Iran dopo l’attacco distruttivo di Stuxnet alle centrifughe impiegate nel programma nucleare del paese.

“Certe caratteristiche del worm Stars sono state identificate – dicono le autorità iraniane – inclusa la compatibilità con i sistemi colpiti”. L’attacco Stars sarebbe insomma una quasi-derivazione diretta della complessa operazione Stuxnet, anche se la scarsità di dettagli forniti dall’Iran non permette di formulare ipotesi specifiche a riguardo.

A rendere ancora più dubbia la nuova “storiella” telematica raccontata dall’Iran è l’impossibilità, per gli esperti di sicurezza internazionali, di verificare le accuse di cyber-attacco per mancanza oggettiva di sample analizzabili del malware in oggetto.

La statunitense McAfee dice di non saperne assolutamente niente , mentre la finlandese F-Secure dubita della reale “novità” di Stars e ipotizza che gli “esperti” iraniani abbiamo semplicemente individuato un “comune worm per Windows”. Nulla a che vedere con un cyber-attacco mirato, a ogni modo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Demolitions scrive:
    Ottimo timing
    Credo sia il momento più giusto per Sony per pubblicizzare il servizio di cloud Qriocity, che come sappiamo, è down per una falla di sicurezza abbastanza imponente.http://punto-informatico.it/3144585/PI/News/playstation-network-chiuso-cracker.aspx
  • deactive scrive:
    La sony e' geniale
    ad abbracciare l'ultima moda in fatto di sistemi operativi per attrarre audience, per poi irrimediabilmente sottrarti features per paura degli 'hacher' e fare pensa un po', quel razzo che le pare.Commento trolloso lo so, ma la sony non sepovvede' e i suoi tablet sinceramente li vedo bene solo in una discarica nei pressi di lahore in pakistan.
    • acid junkie s scrive:
      Re: La sony e' geniale
      Ecco perché molti pakistani odiano l'occidente, gli portiamo la monnezza. :D
    • ddd ddd scrive:
      Re: La sony e' geniale
      - Scritto da: deactive
      Commento trolloso lo so, meno male che te lo dici da solo
      • Deactive non loggato scrive:
        Re: La sony e' geniale
        Tono a parte, ti senti di negare quanto ho detto?
        • mmmm scrive:
          Re: La sony e' geniale
          belli o brutti è soggettivo, e che feature pensi tolgano da qui? Qui non ci sono hacker che creano danni perchè su l'ennesimo dispositivo non è possibile far andare linux al massimo... E' già linux android...
        • il signor rossi scrive:
          Re: La sony e' geniale
          - Scritto da: Deactive non loggato
          Tono a parte, ti senti di negare quanto ho detto?io sì, me la sento.
Chiudi i commenti