iTable, oltre Microsoft Surface c'è Windows XP

Ma chi l'ha detto che bisogna attendere Windows 7 per vedere un sistema operativo nativamente compatibile con le interfacce multi-touch?

Se tra le caratteristiche del prossimo Windows 7 ci sarà il supporto nativo ai touch-screen avanzati e Microsoft Surface gira (oggi) su Windows Vista, c’è anche chi non vuole attendere per fruire appieno di interfacce touch di quel tipo. Anzi, chi ha deciso di accedervi tramite Windows XP , con un prodotto presentato al CES di Las Vegas.

La start-up in questione si chiama PQ Labs , il suo package “anti-Surface” si chiama iTablet e fa il verso a Apple ma è appunto basato sul vecchio ma sempre diffusissimo sistema operativo a finestre, uscito oltre 7 anni fa. Più economico e accessibile di Surface, iTablet offre capacità multi-touch comparabili a quelle di iPhone o del suddetto Surface, ma la compatibilità con XP rappresenta la vera caratteristica vincente considerando che basta specificare le chiamate alle API apposite per integrare il multi-touch in qualsiasi applicazione, videogame o quant’altro.

Durante il CES, allo stand di PQ Labs è stato ad esempio possibile osservare in azione Warcraft III , ultima edizione in ordine di tempo del classico degli strategici marcato Blizzard, perfettamente controllabile grazie al tocco su uno schermo LCD montato in verticale. Per quanto non sia ancora disponibile agli sviluppatori, l’SDK di iTablet permette agli autori di appliance di specificare il numero di dita che il software sarà poi in grado di riconoscere attraverso i sensori integrati.

Disponibile in diverse versioni, iTablet costa un minimo di 2.399 dollari (con un LCD da 32″) sino a circa 10mila dollari, includendo un PC pre-configurato per il supporto dei sensori. Si tratta di un prezzo competitivo rispetto a Surface, per un strumento all’avanguardia prodotto da una società che al momento ha i mezzi sufficienti solo per creare installazioni su ordinazione ed esclusivamente per le aziende.

Nondimeno il lavoro di PQ Labs dimostra l’interesse che le interfacce multi-touch stanno conquistando in ogni genere di ambito , essendo iPhone la testa di ponte di una tendenza che non si limita ai dispositivi portatili e men che meno alla corrispondente piattaforma da “showcase” di Microsoft.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • M.R. scrive:
    Garanzia ps3... come lettore Blu Ray
    Considerando poi che la Sony "sconsiglia fortemente" di usare la PS3 come lettore Blu Ray perchè la meccanica è troppo delicata, che per loro la garanzia è di 1 anno (dicono 6 mesi: se una consolle non si rompe entro questo termine di tempo per loro vuol dire semplice usura e non difetti; per "venire incontro" alle norme europee ci onorano di arrivare ad 1 anno), sinceramente quando leggo queste notizie mi viene da ridere.Oggi ho addirittura sentito che dal 2010 LORSIGNORI permetteranno alla "plebaglia" di effettuare UNA ED UNA SOLA COPIA DEI PROPRI BLU RAY (DIRITTO ALLA COPIA PRIVATA RICONOSCIUTO) A PAGAMENTO!!!!!!Possano morire di fame (se non fosse che poi vanno piangendo miseria dallo stato che puntualmente interviene con soldi presi alle tasse dei cittadini)
  • Tony Iommi scrive:
    Blue-ray PS3, che tv acquistare?
    Salve a tutti!Da un pò di tempo mi sorge un dubbio riguardo la tv da acquistare. Posseggo una ps3 e da quanto ne so esce un segnale in HD.Ma secondo voi esce sia per i film blue-ray che per i giochi??In prevalenza ci gioco perciò se questo segnale full-hd non esce preferirei acquistare un hd-ready anche perchè non guardo tanti film in blue-ray.Sono indeciso sulla tv da acquistare se full-hd o hd-ready.Ciao!!
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Blue-ray PS3, che tv acquistare?
      contenuto non disponibile
      • Tony Iommi scrive:
        Re: Blue-ray PS3, che tv acquistare?
        Grazie per la risposta! Allora dici che a questo punto conviene acquistare un tv hd-ready, essendo poca la differenza che si nota...ma la differenza sta nel prezzo, per un full-hd ci vuole il doppio della spesa!!Certo almeno il cavo hdmi lo potevano dare...anche uno scrauso!!!Dovrei quindi andare a vedere le specifiche dei giochi..per vedere quali supportano la risoluzione full...infatti mi pare che alcuni siano a risoluzione hd, per questo ci ho pensato su sull'acquisto della tv!
        • non so scrive:
          Re: Blue-ray PS3, che tv acquistare?
          - Scritto da: Tony Iommi
          Allora dici che a questo punto conviene
          acquistare un tv hd-ready, essendo poca la
          differenza che si notaDipende dalla dimensione della TV. Più è grande e più si può notare la differenza.
          Certo almeno il cavo hdmi lo potevano
          dare...anche uno
          scrauso!!!Non usare cavi scrausi.
  • M.R. scrive:
    Abbassino i prezzi di lettori e supporti
    Se vogliono veramente sostituire il DVD come supporto digitale, allorra devono offrire un prodotto che sia concorrenziale anche in termini di prezzo.Personalmete non comprerò un lettore blu ray fino a quando non scenderanno sotto i cento euro e avranno anche le funzioni degli attuali videorecorder dvd, lettura divx e possibilità di aggiornamento (i primi lettori bluray non erano aggiornabili con le funzioni più evolute).
    • fred scrive:
      Re: Abbassino i prezzi di lettori e supporti
      Siamo molto prossimi a qei prezzi, stanno scendendo notevolmente e costano delle cifre non eccessive anche i masterizzatori, 160 euro per uno in grado di scrivere a 4X , ovvero 25gb in 23 minuti.pero' devono calare anche i film altrimenti siamo al punto di partenza.
  • lol scrive:
    francamente ritengo il blue ray inutile
    francamente ritengo il blue ray inutile, non vedo differenze apprezzabili col dvdOvviamente sto parlando come film
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: francamente ritengo il blue ray inutile
      contenuto non disponibile
    • Radio 1o1 scrive:
      Re: francamente ritengo il blue ray inutile
      - Scritto da: lol
      francamente ritengo il blue ray inutile, non vedo
      differenze apprezzabili col
      dvd

      Ovviamente sto parlando come filmChissà perché però quando si parla di digitale terrestre o di digitale satellitare, sono tutti ad inveire per la mancanza di decoder in alta definizione.
      • fred scrive:
        Re: francamente ritengo il blue ray inutile
        Io sto aspettando una, dico una sola trasmissione hd sul satellite o sul digitale terrestre; da quando ho preso la scheda dvb/s e dvb/t che supporta l'alta definizione la rai non ha tramesso piu' una sola volta in HD sui canali dedicati (o semlicemente me le sono perse?) e su hotbird non ci sono canali HD gratuiti; se non fsse corretto mi farebbe piacere che qualcuno mi fornisse le informazioni necessarie.
    • Davide Impegnato scrive:
      Re: francamente ritengo il blue ray inutile
      L'occhio umano è fatto in modo tale da compensare i disturbi video, mentre i disturbi audio, ad esempio, sono molto più fastidiosi.Avere un'immagine in qualità DVD o HD è sicuramente diverso, ma dipende anche da quello che uno veramente desidera: l'industria ci dice che desideriamo l'HD...Personalmente, uso ancora il terrestre analogico, l'HD l'ho visto solo in negozio, quindi non posso esprimermi pro o contro; certamente la qualità dell'immagine è diversa, ma la user experience è quella che conta, ed è soggettiva.Pensa te, io sono talmente sgraziato da non capire la differenza tra un audio in qualità CD ed un MP3 (rotfl)
    • mirkojax scrive:
      Re: francamente ritengo il blue ray inutile
      se non hai una TV HD e non affitti/compri i blueray ovvio... in caso contrario dovresti vedere un po' di differenza.Poi se hai una TV HD i dvd normali si vedono molto peggio, quindi...
    • ma dai scrive:
      Re: francamente ritengo il blue ray inutile
      Bhe perchè non ai mai visto u film su uno schermo Full HD...
    • AlessioC scrive:
      Re: francamente ritengo il blue ray inutile
      - Scritto da: lol
      francamente ritengo il blue ray inutile, non vedo
      differenze apprezzabili col
      dvd

      Ovviamente sto parlando come filmCome ti hanno scritto in tanti, probabilmente non hai mai visto con attenzione un film in BD su un buon televisore. Personalmente ho "solo" un HD-Ready ma la visione di The Dark Knight in BD, con accompagnamento sonoro adeguato, è la migliore esperienza cinematografica che abbia mai vissuto (non solo in ambito domestico!). Poi, ovviamente, de gustibus...
    • fred scrive:
      Re: francamente ritengo il blue ray inutile
      Se hai tutto il materiale corretto la differenza e' notevole e si vede.Di per contro un buon film con una buona storia si apprezza bene anche su un tv normale senza tanti effetti e uno dei grossi problemi dell'industria cinematografica e' proprio quello (ma anche di quella discografica).
  • The Winner scrive:
    Affidabilità dei BD registrabili
    I DVD regitrabili sono una delle truffe più grandi nella storia dell'informatica.Vengono venduti come supporti eterni se ben conservati, invece, essendo fatti di materiale organico se va bene bene durano 7-8 d'anni. Così l'utente medio ci registra sopra le proprie foto e i propri video, quando non peggio, non curandosi di tenerne una copia. Per i BD la storia si ripete?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Affidabilità dei BD registrabili
      contenuto non disponibile
      • Stein Franken scrive:
        Re: Affidabilità dei BD registrabili
        Più facile di quanto credi...Se uno è davvero ossessionato, deve puntare i nastri. Da li non si scappa.Per gli HD: No, il RAID non è una soluzione. E neanche avere 3-4 dischi in parallelo per copiare le stesse cose.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Affidabilità dei BD registrabili
          contenuto non disponibile
          • The Winner scrive:
            Re: Affidabilità dei BD registrabili
            Ti quoto, anchi'io infatti uso un hd esterno per i dati importanti, al momento a livello home user è l'unica soluzione accettabile.Questi discorsi valgono però per gente che un minimo ci macina.Quello che volevo sottolineare è come i cd-dvd e forse adesso anche BD, vengono venduti come supporti eterni, cosa che induce l'utonto classico ad affidare a questi supporti dati importanti e ricordi. Naturalmente vi lascio immaginare quando arrivano da me col supporto bacato.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Affidabilità dei BD registrabili

          Per gli HD: No, il RAID non è una soluzione. E
          neanche avere 3-4 dischi in parallelo per copiare
          le stesse
          cose.Per l'utente casalingo un bel raid 1 software è più che sufficiente, 100 euro per due dischi da 500 GB e passa ogni paura.Occhio ai controller raid delle motherboard (infinitamente + probabile della rottura di due dischi contemporanea), non essendoci uno standard se vi si fuma la MB o ne comprate una identica o il raid non lo leggete +.
        • sk000ks scrive:
          Re: Affidabilità dei BD registrabili
          - Scritto da: Stein Franken
          Più facile di quanto credi...

          Se uno è davvero ossessionato, deve puntare i
          nastri. Da li non si
          scappa.io con i nastri ho perso una marea di dati, ma dico una marea, che se ci penso mi viene ancora male...
    • fred scrive:
      Re: Affidabilità dei BD registrabili
      sono curioso anch'io di sapere;per ora ho provato a scrivere dei bd-r con materiale non critico (solo dati archiviati con recovery record) ma non so come testarne la qualita' immediatamente e a distanza di tempo perche' non esistono le scansioni con lettura dei PI/PO per valutarne la qualita'; mi limito ad usare i tdk che dicono essere i migliori in questo periodo e li compro nel paese del sol levante dove costano meno; i prezzi non sono ancora competitivi ma adesso per me e' importante valutarne l'affidabilita' per un futro uso massiccio come mezzo di backup, altrimenti non avrei mai preso il materiale a questi prezzi; in sostanza ne sto scrivendo alcuni per valutare fra dei mesi o fra qualche anno come si comporteranno.Lo stesso problema l'ho avuto con i dvd; la situazione attuale e' che ho riversato tutti sui verbatim scrivendoli a 4X e cambiando il masterizzatore ogni 300/400 scritture e mantenendo un vecchio modello (praticamente nuovo) sul cassetto per avere un mezzo sempre uguale per far le scansioni PI/PO nelle stesse condizioni; dopo le scritture a campione facevo una scansione degli errori e prendevo uno snapshot; a distanza di due anni ho comincato a comparali per valutarne il degrado e direi che il risultato e' soddisfacente ovvero dureranno anni, tuttavia anche questi supporti sono diventati economici e se volete che durino occorre fare una scansione PI/PO dopo la scrittura per rifare quelli che vengono peggio (direi uno ogni venti o trenta o quaranta).Andando a vedere quelli di varie marche usati in precedenza i risultati sono statti quanto piu' vari; avere lo stesso brand no nsignifica che siano della stessa qualita'; alcuni bulk si sono comportati bene altri schifosamente come ci sono stati dei fallimenti in lettura anche di brand che dovrbbero essere sicuri ma sono riuscito a stabilire che meta' dei problemi e forse anche di piu' non dipendono dai supporti usanti ma dalla qualita' di scrittura stessa che dipende sia dal masterizzatore utilizzato che dal suo stato che dalla velocita' di scrittura; una variabile che erroneamente viene presa raramente in considerazione ma i risultati parlano charo.In particolare raccomando di cambiare il masterizzatore appena avete la percezione che ha lavorato abbastanza perche' il degrado dovuto alla non buona scrittura lo scoprite a mesi o anni di distanza e perche' ormai costano pochissimo.
      • fred scrive:
        Re: Affidabilità dei BD registrabili
        Ah, dimenticavo, i dati comprimenteli e incluedete un abbondante recovery record o volumi di parita'; se si tratta di dati importantissimi non voluminosi create solo volumi di parita' in misura superiore di 3 5 o 10 volte i dati stessi; nel peggiore dei casi vi bastera' riuscire a leggere una sola parte di essi per avere i dati perfettamente sani;conservare i dati su HDD non mi sembra una buona idea, rimanendo fermi a lungo possono avere dei problei alla riaccensione e se si rompono si perde tutto in un colpo solo.Se decidete di usare HDD fate doppia copia su dischi diversi assolutamente di marche differenti e possibilmente comprando per pochi euro extra i dischi destinati all'enterprise (guardate sui siti dei produttori di hdd per distinguerli).
    • lol scrive:
      Re: Affidabilità dei BD registrabili
      anche con i cd registrabili è stato lo stesso.Ho dei cd di 10 anni da che sono inutilizzabili, sotto hanno una patina che li rende illegibili
    • mirkojax scrive:
      Re: Affidabilità dei BD registrabili
      Si vero, mi piacerebbe avere un formato per archivi sicuri nel tempo... oltre ad un altro hardisk che c'e'?cmq per la cronaca.. giusto ieri ho tirato fuori un cd verbatim masterizzato nel 1994 abbastanza rigato, pero' sono riuscito ancora a estrarre dei dati. Pero' quando nel 94 i masterizzatori costavano ancora 10milioni e la persona che mi fece il cd mi disse che questi cd erano buoni che sarebbere durati per anni e me li faceva pagare mi pare 50mila lire l'uno (solo il cd).Dal cd ho copiato dei file di 3dstudio 3 che usavo sotto dos per importarti nel mio nuovo cheetah 3d.. dentro il cd avevo anche win31, software shareware di simtel e wintel, il gioco preistorik!!Se riesco, faccio una copia cosi per altri 14 anni sono apposto.
      • Fringuello scrive:
        Re: Affidabilità dei BD registrabili
        Usate direttamente hard disk e non in raid ovviamente...si tratta di trovare sistemi non di backup (cioè di duplicazione salvataggio dati) ma di "storage".ogni settimana attaccate il vostro hard disk INTERNO, non quelle XXXXXte usb che non sono altro che degli scarti ide reinterfacciati (che scaldano come dannati indipendentemente che siano in piatti di alluminio con uno gnomo che ci soffia sofra) e copiate a nastro tutti i gb di cui vi volete sbarazzare... fine dei problemi...gli hard disk oggi grazia all'inutile (almeno per ora) tecnologia in arrivo non costano niente... magari non prendete hard disk da un TB ma 3 da 320gb che anche se costano un poco di piu' avete un migliore frazionamento del rischio.Dvds, cds, bluerays, hddvds non li considerate nemmeno.. il concetto dello storage è che ogni "5" anni cambiate supporto:sara' piu' facile riversare 1000cds o 100dvds o 20bluerays o semplicente 3 hard disks su un terzo supporto?
    • Zoolander scrive:
      Re: Affidabilità dei BD registrabili
      Basta comprare dei supporti di qualità.Giusto in questi giorni sto travasando vecchi cd su dvd, e tutti, compresi quelli con più di 10 anni, sono ancora in perfette condizioni.Tutti tranne uno, marca ignota (non l'ho comprato io, mi è stato dato), che era in condizioni pessime già pochissimi anni dopo la scrittura.Mi ricordo ai tempi dei primi cd, che c'erano addirittura alcune marche ignobili che duravano pochi mesi (e che evitavo come la peste, ma qualche mio conoscente no).Per quanto riguarda i DVD, non so dove hai letto che sono eterni; mi sembra che la loro durata di vita stimata sia intorno ai 10 anni, ma anche molto meno se di marche ignote, e di più se di qualità.Comunque per i dati importanti (soprattutto quelli non ricreabili, come foto/video e documenti) è sempre meglio avere almeno 2 copie di backup (su hard disk e/o supporto ottico). Inoltre quelli salvati su supporto ottico (ovviamente di qualità) è meglio tenerli in un posto ben conservato (niente luce o caldo) ed ogni tanto rifarli.
  • zidagar scrive:
    Ok ma...com'è la situazione su Linux?
    Scusate l'OT, ma è da un pò che sto pensando di comprarmi un lettore Blu-ray.Volevo sapere se qualcuno aveva già fatto prove nel mondo Linux. A me interessa riuscire a vedere film HD da Blu-ray Disc ed eventualmente masterizzare dati su questi supporti.Quindi, la mia domanda è, funziona tutto questo su Linux o no?
    • rock3r scrive:
      Re: Ok ma...com'è la situazione su Linux?
      Non credo sia stata ancora implementato in linux un qualcosa tipo deaacs/debdplus (come era il decss per i dvd). Avevo letto qualcosa tempo fa qui su pi, prova a cercare...- Scritto da: zidagar
      Scusate l'OT, ma è da un pò che sto pensando di
      comprarmi un lettore
      Blu-ray.
      Volevo sapere se qualcuno aveva già fatto prove
      nel mondo Linux. A me interessa riuscire a vedere
      film HD da Blu-ray Disc ed eventualmente
      masterizzare dati su questi
      supporti.
      Quindi, la mia domanda è, funziona tutto questo
      su Linux o
      no?
      • zidagar scrive:
        Re: Ok ma...com'è la situazione su Linux?
        - Scritto da: rock3r
        Non credo sia stata ancora implementato in linux
        un qualcosa tipo deaacs/debdplus (come era il
        decss per i dvd). Avevo letto qualcosa tempo fa
        qui su pi, prova a
        cercare...Grazie delle info, proverò a fare una ricerca ;)
    • fred scrive:
      Re: Ok ma...com'è la situazione su Linux?
      Bisogna estrarre il video prima dal lato windows usando i comuni programmi di sprotezione, recuperare in sostanza quel singolo grande file con estensione .bdmv di dimensione 10,20,30gb in mezzo a tanti piccoli files similari e piazzarlo su un disco accessibile da linux, poi una volta avviato quest'ultimo puo' essere riprodotto con i classici players avendo i codec necessari; attenzione alla potenza di calcolo cpu richiesta.
      • zidagar scrive:
        Re: Ok ma...com'è la situazione su Linux?
        - Scritto da: fred
        Bisogna estrarre il video prima dal lato windows
        usando i comuni programmi di sprotezione,
        recuperare in sostanza quel singolo grande file
        con estensione .bdmv di dimensione 10,20,30gb in
        mezzo a tanti piccoli files similari e piazzarlo
        su un disco accessibile da linux, poi una volta
        avviato quest'ultimo puo' essere riprodotto con i
        classici players avendo i codec necessari;
        attenzione alla potenza di calcolo cpu
        richiesta.Capito, una bella smaronata...poi, non avendo neanche windows il problema si complica. Uff, spero che ci saranno presto degli aggiornamenti a riguardo...tnx ;)
        • fred scrive:
          Re: Ok ma...com'è la situazione su Linux?
          siamo alle solite, c'e' un problema di licenze, ci sono protezioni, etc;bisogna, o che venga prodotta una versione di player softare commerciale che gira sotto linux o che ne venga adattato uno per bypassare le protezioni;ricordo infatti che lo stsso problema sussisteva anche per i dvd fino a che non venne fuori il famoso caso di DVD John che estrasse lalgoritmo per implementarlo sotto linux e dovette combattere una lunga battaglia i ntribunale; se lavesse persa leggere i dvd sotto linux senza un player autorizzato sarebbe tuttora illegale, da notare comunque che le distribuzioni gratuite come opensuse si installano senz ail materiale necessario e che questo deve essere aggiunto in seguito manualmente.
    • cicici scrive:
      Re: Ok ma...com'è la situazione su Linux?
      si può fare tutto da linux e non è particolarmente complesso, quando verrà creato un plugin di decrittazione al volo per mplayer sarà ancora più facile:https://help.ubuntu.com/community/RestrictedFormats/BluRayAndHDDVD
    • MAH scrive:
      Re: Ok ma...com'è la situazione su Linux?
      Hai toccato un tasto dolente zigadar.L'ho scritto quihttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=2512900esattamente il 1 gennaio.Il 2009 sarà l'anno del bluraye Linux è del tutto impreparato ad affrontarlo.Fossi nei linari,temerei il bluray più di Windows Seven.
      • zidagar scrive:
        Re: Ok ma...com'è la situazione su Linux?
        - Scritto da: MAH
        Hai toccato un tasto dolente zigadar.

        L'ho scritto qui
        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2512900
        esattamente il 1 gennaio.

        Il 2009 sarà l'anno del bluray
        e Linux è del tutto impreparato ad affrontarlo.

        Fossi nei linari,
        temerei il bluray più di Windows Seven.Già, il blueray sta iniziando un bel cammino commerciale, e linux ora è fuori dal mirino del laser blue...
      • h725 scrive:
        Re: Ok ma...com'è la situazione su Linux?

        Il 2009 sarà l'anno del bluray
        e Linux è del tutto impreparato ad affrontarlo.Uhmm, dici? Com'è che Debian 5.0 verrà rilasciata anche su bd?http://lists.debian.org/debian-devel-announce/2009/01/msg00002.htmlInoltre sei così sicuro che il 2009 sarà lanno del bluray, perchè la sensazione che si ha è che il dvd rimarrà ancora mel molto a lungo.
  • Andrea Sperelli scrive:
    Perché questo pessimismo con il BluRay?
    Capisco che è uno standard "antipatico" per via delle protezioni e delle royalty a Sony, capisco che adesso è ancora costosetto sopratutto in tempo di crisi. Ma sul fatto che avrà sucXXXXX non c'è dubbio è l'unico standard HD in un panorama che vede ancora lontano il digital delivery su larga scala.Non credere nel BluRay significa non credere nel sucXXXXX del HD... e su questo forse potreste avere ragione. Ma il problema allora non è il BluRay ma l'HD ;)
    • fred scrive:
      Re: Perché questo pessimismo con il BluRay?
      Beh, l'ultimo aggiornamento delle protezioni ha resistito 10 giorni; vengono abbattute ancora prima che arrivino nei negozi italiani;anche questo contribuisce alla diffusione come il fatto che la ps3 attualmente e' inviolata ne causa una diffusione inferiore rispetto alle console concorrenti.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Perché questo pessimismo con il BluRay?
        E inviolata perchè i supporti vergini e i masterizzatori blue ray costano ancora molto.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Perché questo pessimismo con il BluRay?
      contenuto non disponibile
  • Fringuello scrive:
    Mah veramente...
    ... diciamo le cose come stanno sull'usufruire realmente di un prodotto HD in HD (1920x1080).E' sufficiente avere (in un pc):una scheda video (ati o nvidia che sia) che supporti l'accelerazione dxva1 sotto Xp (anche le 8300gs ce l'hanno),un vecchio monitor pc che tocchi i 2048x1536 (da settare a 72hz x i 24p alla faccia di quel 80% di tv Hdready o hdfull che non supportano i 72/96/120hz x il 24p),il lettore blueray a meno di 100euro lg h220 (sata),un qualsiasi powerdvdultra recente che supporti l'accelerazione gpu x il decoding vc-1/h264/mpeg2.anydvdhd per decrittare il blueray (senno' la protezione aacs del blueray rilevata da powerdvd mandera' in downsampling il video).(testato su un pentium4 socket 478 con scheda video 8600gts256mbddr3 windows xp sp2 con il blueray di bladerunner)La cosa è fattibile cmq anche sotto Vista...Non si tratta di una spesa folle, o meglio per chi ha gia' un pc è molto probabile si tratti di spedere quei 100euro x il lettore lg e basta... va anche detto che gli hddvd non sono come i blueray... ve li prendete ovunque (ebay/amazon) a meno di 7 euro l'uno spesso in blocco a prezzi competitivi come se non piu' dei dvd (basta vedere la differenza di costo fra il blueray di bladerunner e il corrispettivo hddvd).A leggere i vari articoli sparsi x il globo invece pare che:1) sia necessaria una cosa inutile chiamata HDMI (che oltre a essere inutile è persino dannosa in quanto non è per niente vero che le varie versioni di hdmi 1.0
    1.3 non si creino rogne fra loro, specie nel passaggio scheda video
    tv lcd)2) sia necessario un player standalone (tipo ps3 che non è necessariamente in grado di fornire sempre l'output richiesto)3) sia necessaria una tv lcd hdready o hdfull (un po' come dire: meglio usare una Hdready x le console che hanno giochi prettamente 720p o una 1080p compliant x filmati blueray/hddvd)Ora invece, sperare di rifilare delle tv LCD neppure in grado di visualizzare un 24p correttamente (o un 50i a seconda dell'authoring), un impianto home theatre per il dtshd o il dolbytruehd e un lettore pacco è un po' eccessivo
    • claudio scrive:
      Re: Mah veramente...
      le schede video prodotte oggi hanno l'hdmi, quindi non c'è bisogno di scaricare anydvdhd che è anche a pagamento.
      • Fringuello scrive:
        Re: Mah veramente...
        Le schede video prodotte hanno solitamente o 2xdvi o 2xhdmi o 1xhdmi 1xdvi cio' non toglie che un monitor lcd a 1920x1080 o 1920x1200 non è necessariamente una spesa leggera (e soprattutto che diamine ci fai apparte per l'hd?)... se rileggi quello che ho scritto dovresti piu' intenderlo nell'ottica "per vedere l'hd in hd basta un lettore sata a meno di 100 euro per il pc" non "è necessario bypassare la porta hdmi o dvi x motivi religiosi". Se avessi avuto un monitor a 1920x1200 o 1920x1080 22''+ mi facevo un 25% di problemi in meno...Anydvdhd puo' essere usato a scopo dimostrativo e non è a pagamento x 30 giorni...
      • spa scrive:
        Re: Mah veramente...
        anydvd hd è pensato anche per fare la copia di backup del film che hai appena acquistato a 70
    • rockroll scrive:
      Re: Mah veramente...
      - Scritto da: Fringuello
      ... diciamo le cose come stanno sull'usufruire
      realmente di un prodotto HD in HD
      (1920x1080).

      E' sufficiente avere (in un pc):
      una scheda video (ati o nvidia che sia) che
      supporti l'accelerazione dxva1 sotto Xp (anche le
      8300gs ce
      l'hanno),
      un vecchio monitor pc che tocchi i 2048x1536 (da
      settare a 72hz x i 24p alla faccia di quel 80% di
      tv Hdready o hdfull che non supportano i
      72/96/120hz x il
      24p),
      il lettore blueray a meno di 100euro lg h220
      (sata),
      un qualsiasi powerdvdultra recente che supporti
      l'accelerazione gpu x il decoding
      vc-1/h264/mpeg2.
      anydvdhd per decrittare il blueray (senno' la
      protezione aacs del blueray rilevata da powerdvd
      mandera' in downsampling il
      video).

      (testato su un pentium4 socket 478 con scheda
      video 8600gts256mbddr3 windows xp sp2 con il
      blueray di
      bladerunner)

      La cosa è fattibile cmq anche sotto Vista...

      Non si tratta di una spesa folle, o meglio per
      chi ha gia' un pc è molto probabile si tratti di
      spedere quei 100euro x il lettore lg e basta...
      va anche detto che gli hddvd non sono come i
      blueray... ve li prendete ovunque (ebay/amazon) a
      meno di 7 euro l'uno spesso in blocco a prezzi
      competitivi come se non piu' dei dvd (basta
      vedere la differenza di costo fra il blueray di
      bladerunner e il corrispettivo
      hddvd).


      A leggere i vari articoli sparsi x il globo
      invece pare
      che:
      1) sia necessaria una cosa inutile chiamata HDMI
      (che oltre a essere inutile è persino dannosa in
      quanto non è per niente vero che le varie
      versioni di hdmi 1.0
      1.3 non si creino rogne fra
      loro, specie nel passaggio scheda video
      tv
      lcd)
      2) sia necessario un player standalone (tipo ps3
      che non è necessariamente in grado di fornire
      sempre l'output
      richiesto)
      3) sia necessaria una tv lcd hdready o hdfull (un
      po' come dire: meglio usare una Hdready x le
      console che hanno giochi prettamente 720p o una
      1080p compliant x filmati
      blueray/hddvd)

      Ora invece, sperare di rifilare delle tv LCD
      neppure in grado di visualizzare un 24p
      correttamente (o un 50i a seconda
      dell'authoring), un impianto home theatre per il
      dtshd o il dolbytruehd e un lettore pacco è un
      po'
      eccessivoTi quoto completamente oer la tua competenza in merito, ed il tuo messaggio merita d iessere riprtutto integralmente sopratutto avendo il merito di sfatare quall'aureola di inarrivabilità e di non disponibilità di alternative per la visione HD che l'industria vuol far credere agli sprovveduti. Complimenti anche a Fred che ha interloquito più avanti con te puntualizzando alcuni dettagli.Ho spesso fatto capire su queste pagine che esiste la possibilità concreta di usufruire via PC di Alta Definizione titale senza problemi e sopratutto a costi ben diversi da quelli che l'industria vorrebbe imporci facendoci credere che non esistono alternative, e se avessi avuto le competenze necessarie avrei da tempo voluto scrivere io tali informazioni, di cui farò tesoro, sperando che siano in molti a capire la cosa e cogliere l'opportunità, alla faccia dei caimani che vogliono i nostri soldi.Ancora grazie a Fringuello e Fred per le informazioni postate.
    • Andrea Sperelli scrive:
      Re: Mah veramente...
      - Scritto da: Fringuello
      ... diciamo le cose come stanno sull'usufruire
      realmente di un prodotto HD in HD
      (1920x1080).

      E' sufficiente avere (in un pc):
      una scheda video (ati o nvidia che sia) che
      supporti l'accelerazione dxva1 sotto Xp (anche le
      8300gs[....]
      Ora invece, sperare di rifilare delle tv LCD
      neppure in grado di visualizzare un 24p
      correttamente (o un 50i a seconda
      dell'authoring), un impianto home theatre per il
      dtshd o il dolbytruehd e un lettore pacco è un
      po'
      eccessivonon entro nel merito di quello che hai scritto, che però sarà sicuramente corretto. Ti facco solo notare che le soluzioni che tu descrivi sono di nicchia, per il 99% dell'umanità HD=BluRay.
      • fred scrive:
        Re: Mah veramente...
        rispondo io: hddvd o bluray non fa differenza, i codec sono quelli e i metodi sono quelli; il masterizzatore bluray della LG legge anche gli hddvd e usa lo stesso player e lo stesso filesystem udf2.5 su entrambi i supporti, i metodi elencati nei post di questo thread quindi valgono in entrambi i casi.Siamo in una situazione molto simile a quella di dvd+r contro dvd-r in cui le differenze sono piu' fisiche che altro ma in aggiunta qui vi sono le protezioni differenti.L'unico vero inghippo sta nel supporto del codec vc1: non esistono codec software abbastanza potenti (problemi di oscurita' del formato e/o di brevetti???) e l'hardware nvidia non lo supporta.
      • aktarus scrive:
        Re: Mah veramente...
        Bè io non me ne intendo tanto. Comunque tutta la spesa e la difficoltà dipende credo dalla necessità di leggere il supporto e decodificare il formato.Ovvero basterebbe un pc e una scheda grafica accelerata per riprodurre un video ad alta definizione.Ma quelli riescono a far fare cortocircuito ai cervelli della gente. sai già di avere una scheda grafica che esce a 2000 e passa per 1000 e passa, sai che è accelerata, sai che i film stanno su file e sono indipendenti dal supporto. Sai anche che se ti colleghi a vimeo vedi l'alta risoluzione in streaming (ok non 1900 etc per questioni di banda ora).Sai anche quindi che potrebbero fornirci i film a pagamento via internet a prezzi molto inferiori che sui supporti.Eppure loro riescono a convincere tutti che HD è una specie di magia, che ci vuole un nuovo supporto, un nuovo lettore costosissimo. E che è il futuro.Invece è il passato. il supporto sparirà anche per il video come è già quasi accaduto per la musica.Nel frattempo i produttori han deciso di spremerci il più possibile convincendoci di cose false. Tutto qui. Se dovessi riassumere la strategia del mercato sulle nuove tecnologie di questo decennio è stata quella di venderci vecchie tecnologie perchè più costose e proficue invece di puntare ai nuovi sistemi.
    • The Raptus scrive:
      Re: Mah veramente...



      vecchio monitor pc che tocchi i 2048x1536??? Vecchio monitor ???Ok, non bisogna prenderti alla lettera ma oggi per 150 euro trovo un pur ottimo 22' da 1650 in orizzontale, un 1980x1200 almeno 300 eurozzi (peccato che il primo ha solo l'ingresso standard 15 pin ...).Per il resto mi trovi daccordo. Ma ci vuole un po' di tempo perchè uno standard si affermi!
      • DarkSchneider scrive:
        Re: Mah veramente...
        - Scritto da: The Raptus



        vecchio monitor pc che tocchi i 2048x1536

        ??? Vecchio monitor ???

        Ok, non bisogna prenderti alla lettera ma oggi
        per 150 euro trovo un pur ottimo 22' da 1650 in
        orizzontale, un 1980x1200 almeno 300 eurozzi
        (peccato che il primo ha solo l'ingresso standard
        15 pin
        ...).
        Ti assicuro che anche avere il primo monitor che hai citato non schifa per niente! Ha un solo difetto: ti fa odiare il formato DiVX e puoi dimenticarti di mettere i video di Youtube a pieno schermo. Resta il fatto che il vecchio CRT da 17" che avevo prima faceva i 1600x1200 già nel 2000 e senza battere ciglio.
        Per il resto mi trovi daccordo. Ma ci vuole un
        po' di tempo perchè uno standard si
        affermi!
    • Stein Franken scrive:
      Re: Mah veramente...
      CoreAVC nel caso di sistemi più deboli :)
Chiudi i commenti