Italia, ancora un sequestro per i siti pirata

È ancora la Procura di Roma a coordinare l'operazione di oscuramento di 41 domini ritenuti in violazione delle norme sul diritto d'autore. Diffondevano film ed eventi sportivi

Milano – L’hanno soprannominata “Odissea 3”, questo l’appellativo scelto dalla Guardia di Finanza e in particolare dal suo Nucleo Speciale per la Radiodiffusione e l’Editoria che ha convinto il GIP della Procura di Roma ad emettere un’ordinanza di sequestro preventivo per 41 siti ritenuti in violazione dell’articolo 171 della legge 633/41: quella che regola il diritto d’autore.

Secondo gli investigatori, attraverso questi siti venivano distribuiti i film appena usciti al cinema e veniva consentito di seguire in diretta eventi sportivi , come le partite delle principali competizioni calcistiche europee nonché altri contenuti fruibili esclusivamente a pagamento come i tornei del Grande Slam di tennis o le gare di F1 e MotoGP. Tra i titoli citati dal comunicato della GdF figurano anche “Ghostbusters”, “I Magnifici 7” e “Oceania”: titoli recenti che per lo più sono disponibili sulle piattaforme pay-tv, o che addirittura sono ancora presenti nelle sale e non ancora distribuiti per l’home-video.

Sono due le strade seguite dagli investigatori per arrivare a questi sequestri. Innanzi tutto, tecnica consolidata, si attua un approccio “follow the money” risalendo alle fonti di guadagno garantite dalla pubblicità ai siti oggetto delle indagini. L’altro approccio, “follow the hosting”, punta a scavalcare l’architettura complessa che prova a porre una serie di ostacoli per risalire alla collocazione effettiva del server che eroga i contenuti: spesso i siti risultano all’estero pur essendo gestiti dall’Italia, e la GdF ha sviluppato una metodologia di indagine che le consente di aggirare quella che chiama “anonimizzazione” garantita da sistemi di hosting cloud e VPS .

Il nuovo approccio della Guardia di Finanza pare dare i suoi frutti: il comunicato riporta che negli ultimi 90 giorni sono stati eseguiti oltre 290 sequestri preventivi , a testimonianza dell’efficacia dei metodi investigativi adottati e del crescente impegno delle Forze dell’Ordine nel contrasto di questo tipo di attività illecite. Non ultimo, il fenomeno della trasmissione dei canali a pagamento attraverso piattaforme online: è di pochi giorni fa la notizia di un intervento su ben tre “centrali di trasmissione” che sono state chiuse, con quattro denunce a carico di altrettanti soggetti e sequestri di migliaia di euro ritenuti frutto dell’attività degli indagati.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • aphex_twin scrive:
    OT Bello avere sempre ragione (cit.)
    http://www.tio.ch/News/Estero/Cronaca/1132777/Promise-il-cellulare-meno-caro-del-mondo-arrestatoToh , io dicevo che , a quel prezzo , non avrebbe mai visto la luce .... invece é andata anche peggio. 8)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 febbraio 2017 10.46-----------------------------------------------------------
  • Garson Pollo scrive:
    Se il prezzo è buono...
    ... me ne compro uno.Ed anche se non impazzisco per Samsung, anzi.
    • ... scrive:
      Re: Se il prezzo è buono...
      E stiXXXXX!
    • Pensieroso scrive:
      Re: Se il prezzo è buono...
      - Scritto da: Garson Pollo
      ... me ne compro uno.

      Ed anche se non impazzisco per Samsung, anzi. anche io pollo con un cover di Grisu il drago pompiere ma bisogna trovare un importatore [img]http://intermarketandmore.finanza.com/files/2014/08/Grisu-draghi-mario-pompiere-300x225.jpg[/img]
  • Maddog scrive:
    Darei ancora credito se...
    Io e la moglie avevamo un S2, dopo molti dubbi e ripensamenti siamo passati al S5 Neo.La batteria la voglio removibile, troppe volte un freeze poteva venir risolto solo staccando fisicamente la batteria...Per un bel po' restermo così poi vedremo che succederà.
    • Max scrive:
      Re: Darei ancora credito se...
      Di solito nei cellulari senza batteria rimovibile si può fare hard reset con una combinazione di tasti. Cosa cambia rispetto allo staccare la batteria?
      • Mao99 scrive:
        Re: Darei ancora credito se...
        - Scritto da: Max
        Di solito nei cellulari senza batteria rimovibile
        si può fare hard reset con una combinazione di
        tasti. Cosa cambia rispetto allo staccare la
        batteria?Ma le batterie se non possono essere facilmente staccate (come secondo me dovrebbe essere) sono saldate? Anche io non compro mai un cellulare con batteria fissa (ne compro uno ogni 6/7 anni, a volte ogni 10), ogni 2 anni compro in negozio una batteria nuovo (data di fabbricazione recente) e la cambio. Se fosse saldata dovrei impegnarmi di più, non dico che sia difficile, ma cmq non è una cosa diretta e per la maggioranza delle persone che invece di cambiare batteria cambia il cellulare è una scusa in più per non farlo.Seconda cosa, si è vero che ha il reset con combinazione (come tutti credo), ma se si blocca il telefono in maniera pesante, non c'è la possibilità che nemmeno la combinazione di tasti funzioni?
  • Mao99 scrive:
    Info
    Io possiedo S3, ho perso fiducia nella Samsung a partire dall'S6 che non mi piaceva e non mi convinceva, l'S7 ancora meno (senza che uscisse il problema della batteria del Note).Ora devo prenderne 1 per famiglia prenderò Huawei o altra marca Android (non spendo molti soldi per un cellulare).In futuro anche se uscirà un S8 strepitoso, se lo potranno tenere...
Chiudi i commenti