Italia, denunce per download illegale

La Polizia Postale ha portato a termine un'operazione contro un sito che offriva il download di materiale protetto, in particolare film e software. Perquisizioni e sequestri
La Polizia Postale ha portato a termine un'operazione contro un sito che offriva il download di materiale protetto, in particolare film e software. Perquisizioni e sequestri

Reggio Calabria – 14 personal computer desktop e 3 notebook, 8 hard disk e migliaia di CD e DVD contraffatti già allestiti e pronti per la vendita sul mercato nero: questo è quanto hanno sequestrato gli uomini della Polizia Postale di Reggio nell’ambito di una inchiesta sullo smercio di materiale illegale.

Ciò che colpisce dell’organizzazione che è stata smantellata dagli agenti è l’attività che veniva prodotta attraverso un sito internet: da qui, accedendo ad un’area riservata con password, i contraffattori potevano disporre di vaste librerie di opere cinematografiche e software illegalmente distribuito. Scaricandolo, potevano ottenere facilmente copie senza blindature, pronte per essere masterizzate e diffuse illecitamente.

Il sito che offriva questo particolare download era gestito da due persone, entrambe campane, che sono state denunciate per violazione del diritto d’autore. Ma le perquisizioni che hanno portato a quei sequestri sono state 17 in dieci diverse regioni.

Anche il sito è evidentemente finito sotto sequestro e oltre ai due webmaster sono indagati tutti gli utenti che avevano accesso all’area protetta. Il fatto che per accedervi vi fosse bisogno di una password rappresenterà con ogni probabilità un’aggravante per gli utenti, il cui numero rimane per ora da accertare.

A tutti, compresi i webmaster, viene contestata la violazione degli artt. 171 bis e 171 ter della legge sul diritto d’autore, due articoli dedicati in modo specifico a reprimere gli abusi contro il diritto d’autore finalizzati al profitto.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 07 2006
Link copiato negli appunti