Italia, meno libri e più Internet

L'ultima rilevazione Istat si concentra sul tempo libero degli italiani: raddoppiato il consumo esclusivo di Internet. Mentre Eurispes e Telefono Azzurro sono preoccupati per i giovani internauti

Roma – Cambiamenti nei tempi di vita e attività del tempo libero: si intitola così l’ultima rilevazione Istat volta a fotografare le varie modalità con cui gli italiani sfruttano il proprio tempo nell’arco della giornata. Un’analisi partita da un campione di circa 40mila soggetti intervistati tra il 2008 e il 2009.

Il tempo medio dedicato alla navigazione su Internet è praticamente raddoppiato rispetto ad alcuni anni fa: l’8 per cento del tempo libero degli studenti tricolore è assorbito in maniera esclusiva dall’uso di PC e browser . Una percentuale cresciuta di circa 5 punti dal biennio 2002-2003.

I valori di Istat si riferiscono però allo sfruttamento totalizzante del web. Il tempo medio è infatti destinato ad aumentare – 28,7 per cento – se Internet viene considerato come attività di fondo, ovvero in contemporanea con lo studio, i videogiochi o la lettura di libri .

Proprio il consumo di libri è tra le attività in declino nel tempo libero degli italiani, insieme allo studio (19 minuti medi in meno), ai passatempi e al dormire (rispettivamente 8 e 11 minuti in meno al giorno). La televisione resta però saldamente al comando nella classifica delle modalità più frequenti di svago, in particolare per occupati e anziani.

L’ultimo rapporto Eurispes sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza ha infatti sottolineato come il 52 per cento dei giovani del Belpaese guardi meno la televisione in seguito al boom di Internet . Scendono al contempo attività come la lettura di libri (il 46 per cento legge di meno) o quelle all’aria aperta (21 per cento). Mentre il 42,5 per cento dei giovani italiani controlla con insistenza la propria casella di posta elettronica o l’account su Facebook , nella speranza che qualcuno abbia inviato un messaggio. Quasi il 20 per cento dei teenager tricolore ha ammesso di sentirsi irrequieto e nervoso (addirittura triste) quando non può accedere ai vasti meandri del web.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • krane scrive:
    e allora?
    tanto io uso mupdf
  • asdf scrive:
    Adobe reader ha rotto il XXXXX!
    bugs bugs bugs! non se ne puo' piu'! ciao ciao Adobe reader, ne trovo a trovo a cataste meglio di te!
  • enriker scrive:
    per Windows quale alternativa?
    per Windows quale alternativa mi consigliate per Adobe Reader? Il software alternativo deve avere le funzioni essenziali come la possibilità dell'utilizzo dei pdf che si possono compilare o l'inserimento di note, evidenziatore..ecc.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: per Windows quale alternativa?
      Prima di passare a linux, io su windows usavo Cool Pdf Reader.Non so se ha tutto quello che ti serve, ma è molto più leggero e veloce di adobe.
    • uno scrive:
      Re: per Windows quale alternativa?
      E' un po' che uso foxit reader e mi trovo bene.Si deve solo fare un po' di lavoro manuale per mettere l'interfaccia in italiano.
    • tardis scrive:
      Re: per Windows quale alternativa?
      usate la versione 8
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: per Windows quale alternativa?
      http://www.tracker-software.com/product/pdf-xchange-viewerAssolutamente il migliore pdf reader x Windows, con molte + funzioni del reader ufficiale.
      • Islama Bad scrive:
        Re: per Windows quale alternativa?
        - Scritto da: Fai il login o Registrati
        http://www.tracker-software.com/product/pdf-xchang

        Assolutamente il migliore pdf reader x Windows,
        con molte + funzioni del reader
        ufficiale.Sottoscrivo e aggiungo che tra le tante opzioni aggiuntive ce ne sono parecchie anche per l'editing!
    • fgthnhgnty scrive:
      Re: per Windows quale alternativa?
      sumatra pdf per la leggerezza
  • calunnioso scrive:
    Adobe Reader sotto attacco
    Adobe Reader sotto attacco.[img]http://www.surfersam.com/funny-pictures/funny-pictures-titanic.jpg[/img]
  • topolinik scrive:
    La domanda è sempre quella...
    ...dico io: se il PDF è ormai un formato aperto e lettori ne esistono oggi a bizzeffe (tutti di dimensioni contenute), perché diavolo questo di adobe deve avere un payload di 36 Mega??? Non conosco altri lettori così pesanti, che cappero ci sta dentro?Ti credo che il pezzo di codice da bucare lo trovi, se l'applicazione è un mastodonte e sicuramente si porta dietro anche codice di vent'anni fa (microsoft insegna)...E poi chi mi dice che è tutto e soltanto codice del Reader e non ci sta dentro nient'altro???
    • calunnioso scrive:
      Re: La domanda è sempre quella...
      - Scritto da: topolinik
      ...dico io: se il PDF è ormai un formato aperto e
      lettori ne esistono oggi a bizzeffe (tutti di
      dimensioni contenute), perché diavolo questo di
      adobe deve avere un payload di 36 Mega???36 mega? get.adobe.com/reader/ -
      Adobe Reader X (10.1.1) ( <b
      65.44 MB </b
      )
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: La domanda è sempre quella...
      - Scritto da: topolinik
      E poi chi mi dice che è tutto e soltanto codice
      del Reader e non ci sta dentro
      nient'altro???La differenza tra close ed open sta tutta qua, infatti...
  • MacGeek scrive:
    Anteprima
    Per fortuna su OS X c'è l'eccellente "Anteprima". Veloce, leggero e senza BUCHI!!!!
    • ginillo scrive:
      Re: Anteprima
      o su linux uso prevalentemente lettori alternativi, quelli che nessuno si prende la briga di attaccare perché poco usati
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: Anteprima
        - Scritto da: ginillo
        o su linux uso prevalentemente lettori
        alternativi, quelli che nessuno si prende la
        briga di attaccare perché poco usatiOltretutto, Okular riproduce perfettamente anche i PDF più complessi ed è nettamente più veloce di Adobe Reader.
        • Piero scrive:
          Re: Anteprima
          Peró né Okular né Evince riescono.a gestire bene i PDF con le form (per es. Il modulo di richiesta degli assegni familiari dell'Inps), in quel caso il lettore di Adobe é il migliore di tutti. Ma solo in quel caso...
          • Carlo scrive:
            Re: Anteprima
            - Scritto da: Piero
            Peró né Okular né Evince riescono.a gestire bene
            i PDF con le form (per es. Il modulo di richiesta
            degli assegni familiari dell'Inps), in quel caso
            il lettore di Adobe é il migliore di tutti. Ma
            solo in quel
            caso...In genere li edito con openoffice
          • Piero scrive:
            Re: Anteprima
            Uhm, proveròdenghiu
Chiudi i commenti