Italia, un'altra Baia sotto sequestro

Un'altra sponda per accedere a The Pirate Bay è stata resa inaccessibile. Il server, però, in questo caso sembra risiedere in Italia e il sequestro sembra operare a livello di hosting

Roma – A comunicarlo è il sigillo della Guardia di Finanza: labaia.net , che consentiva l’accesso a The Pirate Bay a mezzo proxy, è irraggiungibile. Una delle teste italiane dell’idra della Baia è stata tagliata.

labaianet

Era previsto dall’originaria richiesta del Pubblico Ministero approvata dal GIP di Bergamo nell’agosto 2008, ricordano a Punto Informatico gli avvocati di TPB Giovanni Battista Gallus e Francesco Paolo Micozzi, quando The Pirate Bay era stata per la prima volta tagliata fuori dalla rete italiana. Tutti i “relativi alias e nomi di dominio presenti e futuri, rinvianti al sito medesimo” sarebbero dovuti essere investiti dai provvedimenti inibitori. Era dunque stato imposto ai provider italiani di filtrare a livello DNS numerose variazioni sul tema www.thepiratebay.org , domini che effettuassero il redirect, la cui “libera disponibilità – scriveva il GIP Mascarino – possa aggravare o protrarre le conseguenze delle descritte condotte delittuose”.

Il procedimento , col dipanarsi dei mesi, si è fatto intricato: il ricorso della difesa, la sospensione del provvedimento inibitorio da parte del Tribunale del Riesame, il quale stabiliva che l’inibizione dell’accesso di un sito si potesse ottenere solo in certi casi esplicitamente previsti dalla legge e solo in seguito ad una disposizione del Ministero dell’Interno o dalle amministrazioni statali, e non invece da un Tribunale. La Procura di Bergamo era intervenuta per chiedere il parere della Cassazione, la Suprema Corte ha annullato il dissequestro stabilendo la liceità del procedimento, giustificata da una particolare interpretazione del d.lgs. 70/2003 , con cui l’Italia ha recepito la Direttiva Europea sul commercio elettronico .

Su The Pirate Bay e su una manciata di domini che le facevano da sponda è stato imposto da poche settimane un filtro a livello IP , sono i fornitori di connettività a mettere in atto le disposizioni dell’autorità giudiziaria. Per gli utenti di numerosi ISP il browser non carica la pagina di The Pirate Bay e di siti che permettono di rimbalzarvi e restituisce un timeout: il provider in molti casi filtra, ma non c’è alcun tipo di redirezione su siti che restituiscono informazioni sul provvedimento in corso, né c’è alcun tipo di dirottamento su domini capaci di insospettire i cittadini della rete . Thepiratebay.org non risiede in Italia: il filtro dovrebbe rendere il dominio inaccessibile solo per il traffico che provenga dall’Italia.

Ma labaia.net appare risiedere su un server localizzato nel nostro paese e, a differenza di The Pirate Bay e degli altri domini isolati da filtri IP a favore dei netizen italiani, parrebbe inaccessibile anche rimbalzando attraverso un proxy: è possibile ipotizzare che il provvedimento di sequestro sia avvenuto con il coinvolgimento del servizio di hosting.

I discografici esprimono il proprio plauso: “Soddisfazione di FIMI, la federazione di Confindustria che rappresenta le principali aziende discografiche italiane, per il sequestro del sito labaia.net da parte della Procura e della Guardia di Finanza di Bergamo. Il sito italiano, sul quale campeggia ora il banner della GdF, consentiva – si denuncia in un comunicato – di accedere al portale illegale svedese Pirate Bay in violazione di quanto recentemente disposto dall’autorità giudiziaria italiana che aveva ordinato il blocco di IP e DNS verso il sito svedese a carico di tutti gli ISP”.

Come ricordava nel contesto della Festa dei Pirati l’avvocato Campanelli, difensore della Baia, dalle autorità italiane non è ancora stata formulata alcuna accusa: si è ancora nelle fasi delle indagini preliminari, la violazione del diritto d’autore non è stata contestata nei confronti di alcun cittadino della rete. Il fumus commissi delicti , la probabilità che sia stato commesso reato, continua però ad aleggiare sulla Baia, e si riverbera evidentemente sui siti che alla Baia fanno da sponda.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cesare scrive:
    Finalmente...
    ... qualcuno che si è accorto che le fonti rinnovabili non sono in grado da sole a mandare avanti enormi complessi industriali. Lo sapeva anche Obama, ma c'erano le elezioni di mezzo e doveva dire il contrario per raccattare voti qua e la... ;)
  • Daniele scrive:
    E quando il nocciolo sta per fondere...
    ... premere CTRL+ALT+CANC.;-)Ma dai....
    • Machiavelli scrive:
      Re: E quando il nocciolo sta per fondere...
      Il nocciolo staper fondere?!? KERNEL PANIC!!!!(suona molto più linux però :P)
  • Calma Interiore scrive:
    Bill è un pivello
    Il nostro amatissimo Cav. Berlusconi ha promesso entro tre anni la sconfitta del cancro.Per riuscirci è disposto a mettere la fiducia sul decreto che abolisce l'efficacia della malattia, per evitare gli emendamenti dell'opposizione che vorrebbero che la malattia fosse efficace almeno per lui.Poi chiederà l'elezione popolare del Papa.
  • ruppolo scrive:
    Nessuno che parla di ridurre...
    ...i consumi?I Mac consumano decisamente meno, i portatili meno dei desktop. iPad meno dei portatili.Quei XXXXX che tengono il "serverino" acceso 24/7 a scaricare, abbiano almeno l'accortezza di usare computer che consumano poca energia. E anche voi linari, cercate di non far sopravvivere catorci da 300 watt solo perché con Linux hanno ancora buone prestazioni!A titolo informativo:http://www.apple.com/it/macmini/environment.html
    • polipo scrive:
      Re: Nessuno che parla di ridurre...
      Piantala, col Mac p inevitabile inquinare, grazie al fatto che non sono upgradabili. Vergognati solo di parlare di inquinamento citando apple
      • Cesare scrive:
        Re: Nessuno che parla di ridurre...
        - Scritto da: polipo
        Piantala, col Mac p inevitabile inquinare, grazie
        al fatto che non sono upgradabili.Quoto al 100%
    • uff scrive:
      Re: Nessuno che parla di ridurre...
      che palle che sei.
    • Sborone di Rubikiana memoria scrive:
      Re: Nessuno che parla di ridurre...
      Oddio... :|
    • italiano scrive:
      Re: Nessuno che parla di ridurre...
      - Scritto da: ruppolo
      ...i consumi?

      I Mac consumano decisamente meno, i portatili
      meno dei desktop. iPad meno dei
      portatili.
      Quei XXXXX che tengono il "serverino" acceso 24/7
      a scaricare, abbiano almeno l'accortezza di usare
      computer che consumano poca energia. E anche voi
      linari, cercate di non far sopravvivere catorci
      da 300 watt solo perché con Linux hanno ancora
      buone
      prestazioni!

      A titolo informativo:
      http://www.apple.com/it/macmini/environment.htmlSei veramente patetico
    • italiano scrive:
      Re: Nessuno che parla di ridurre...
      - Scritto da: ruppolo
      ...i consumi?

      I Mac consumano decisamente meno, i portatili
      meno dei desktop. iPad meno dei
      portatili.
      Quei XXXXX che tengono il "serverino" acceso 24/7
      a scaricare, abbiano almeno l'accortezza di usare
      computer che consumano poca energia. E anche voi
      linari, cercate di non far sopravvivere catorci
      da 300 watt solo perché con Linux hanno ancora
      buone
      prestazioni!

      A titolo informativo:
      http://www.apple.com/it/macmini/environment.htmlContinua a cancellare... continuo a dire che sei patetico.
    • attonito scrive:
      Re: Nessuno che parla di ridurre...
      - Scritto da: ruppolo
      ...i consumi?

      I Mac consumano decisamente meno, i portatili
      meno dei desktop. iPad meno dei
      portatili.
      Quei XXXXX che tengono il "serverino" acceso 24/7
      a scaricare, abbiano almeno l'accortezza di usare
      computer che consumano poca energia. E anche voi
      linari, cercate di non far sopravvivere catorci
      da 300 watt solo perché con Linux hanno ancora
      buone
      prestazioni!

      A titolo informativo:
      http://www.apple.com/it/macmini/environment.htmlil portatile P2@350Mhz che sto usando ora per risponderti, ha la tua approvazione?
  • ruppolo scrive:
    Re: Il futuro è nella fusione fredda
    - Scritto da: Flatline
    Ora. Da ricercatore credo che sia fondamentale,
    per l'appunto, ricercare. Preso un bidone
    d'acqua, ficcatoci dentro del palladio si hanno A
    VOLTE (sottolineo, a volte, riproducibilità del
    60% -stimata dagli stessi studiosi di fusione
    fredda, ergo sovrastimata-) dei PICCOLI picchi di
    energia. Curioso, cerchiamo di vedere cosa
    sia.Io proverei a sostituire l'acqua con la CocaCola... giusto per non lasciare niente di intentato :D (del resto la CocaCola ha un ampio spettro di sostanze disciolte... si sa ma che...)
    • Flatline scrive:
      Re: Il futuro è nella fusione fredda
      - Scritto da: ruppolo
      Io proverei a sostituire l'acqua con la
      CocaCola... giusto per non lasciare niente di
      intentato :DLa centrale rutteomotrice? :D
  • ruppolo scrive:
    Bill Gates
    Sta solo cercando di espiare le sue colpe per guadagnarsi un posto in paradiso. Sta restituendo i soldi RUBATI agli utonti PC-Windows.
  • hp suck scrive:
    per window 7?
    passi per vista ... ma i requisiti per far girare window 7 a pieno mi sembrano proprio eccessivi, ora addirittura il nuovo sistema opeativo della microsoft richiede una centrale nucleare nel cortile?
  • Cavallo Pazzo scrive:
    Re: Il futuro è nella fusione fredda
    Il presente invece sono palate di soldi per pagare gli stipendi a fantomatici fisici che girano l'europa a fare conferenze sulla fusione nucleare, a mo' di fenomeni da baraccone, cinque anni fa ho assistito ad una conferenza sul tema e si parlava di tempi di 50 anni, ultimamente ho rivisto la stessa conferenza (con le stesse persone: una scienziata di Roma, uno scienzato giapponese e uno tedesco), ebbene, hanno detto le stesse identiche cose e anche a distanza di cinque anni, si parlava di tempi di 50 anni....
  • fox82i scrive:
    E Rubbia?
    Credo che Rubbia con il suo reattore al Torio sia arrivato tanto prima!Compliementi all'Italia per aver cacciato un luminare!
    • Mr.Pink scrive:
      Re: E Rubbia?
      Rubbia farebbe bene a restare nel suo campo di competenza, la fisica teorica. Per tutto il resto tende a coprirsi di ridicolo.
      • Alessandrox scrive:
        Re: E Rubbia?
        - Scritto da: Mr.Pink
        Rubbia farebbe bene a restare nel suo campo di
        competenza, la fisica teorica. Per tutto il resto
        tende a coprirsi di
        ridicolo.Motivazioni?Ti rendi conto di cio' che scrivi?TI DICE NIENTE QUESTO?http://trasco.lnl.infn.it/basic.htmOvvio che no.....
        • Mr.Pink scrive:
          Re: E Rubbia?
          - Scritto da: Alessandrox
          - Scritto da: Mr.Pink

          Rubbia farebbe bene a restare nel suo campo di

          competenza, la fisica teorica. Per tutto il
          resto

          tende a coprirsi di

          ridicolo.

          Motivazioni?

          Ti rendi conto di cio' che scrivi?

          TI DICE NIENTE QUESTO?
          http://trasco.lnl.infn.it/basic.htm

          Ovvio che no.....basta vedere il sito per farsi due risatehttp://trasco.lnl.infn.it/Questo progetto ha 10 anni ma a parte gli autori del tutto sconosciuti che si autoreferenziano, nessuno nel web ne parla. Vorrà dire qualcosa? ;)
      • fox82i scrive:
        Re: E Rubbia?
        Ti ha fregato un'idea dato che parli così?
      • ... scrive:
        Re: E Rubbia?
        gia infatti ha preso il nobel per un esperimento...inoltre in spagna zapatero gli ha dato carta bianca sul solare termodinamico, ora stanno iniziando ad usarlo...io mi domando perché in italia c'è tanto astio verso gli scienziati, che c'è, da voi solo calciatori, veline e pluripregiudicati/condannati/inquisiti/mafiosi? il resto da buttare
        • Mr.Pink scrive:
          Re: E Rubbia?
          - Scritto da: ...
          gia infatti ha preso il nobel per un
          esperimento...
          inoltre in spagna zapatero gli ha dato carta
          bianca sul solare termodinamico, ora stanno
          iniziando ad
          usarlo...
          io mi domando perché in italia c'è tanto astio
          verso gli scienziati, che c'è, da voi solo
          calciatori, veline e
          pluripregiudicati/condannati/inquisiti/mafiosi?
          il resto da
          buttareButta un occhio su quanto solare termico a concentrazione fanno in Spagna, grazie alle brillanti idee di questo genio. Guarda l'eolico in confronto e rabbrividisci.Rubbia, grazie al cielo, ha fatto ben più di un "esperimento", ma se oggi tanta gente nel nostro paese lo esalta per qualunque sciocchezza detta, è proprio per una totale mancanza di cultura scientifica.
          • ... scrive:
            Re: E Rubbia?

            Rubbia, grazie al cielo, ha fatto ben più di un
            "esperimento", ma se oggi tanta gente nel nostro
            paese lo esalta per qualunque sciocchezza detta,
            è proprio per una totale mancanza di cultura
            scientifica.mancanza? pensare che ho visto la camera a fili di Rubbia proprio al CERN durante una visita universitarianon tutti fanno scienza leggendo focus eh...c'è anche chi lo fa di lavoro
  • the brain scrive:
    termo-nucleare?
    ehm...c'é un errore nell'articolo...un reattore a fissione non ha niente a che fare con le reazioni termonucleari...quelli sono i reattori a fusione...
    • Dettagli scrive:
      Re: termo-nucleare?
      Forse ti sfuggono alcuni dettagli sul funzionamento di una centrale termoelettrica nucleare a fissione....Non è che infili due fili nell'uranio ed esce la corrente.In buona sostanza sono come delle centrali termoelettriche normali, solo che al posto di bruciare il combustibile per ottenere il calore si utilizza la fissione dei nuclei che genera anch'essa energia sotto forma di calore.
  • ... scrive:
    Re: Il futuro è nella fusione fredda
    la fusione fredda per ora è fantascienza, basta fare 2 calcoli banali di fisica nucleare per capire che servono energie assurde...tutti i paper esistenti che parlano di queste cose non fanno MAI un banalissimo conto, ovvero forza di repulsione elettromagnetica vs forza di interazione forte (quella che tiene insieme il nucleo), e si capisce subito che la fusione fredda, almeno per ora, non si può fare, il resto è speculazione per vendere libriprobabilmente quando si avranno più risultati, sia numerici che teorici, dalla QCD che descrive l'interazione nei nuclei atomici a livello di particelle elementari, si saprà fare qualcosa, per ora se volete "credere" nella fusione fredda come se fosse una religione, siete liberissimi di farlo, ma sappiate che non ha nessun supporto scientifico, e non si tratta di complottismo, i conti potete farli anche voi, almeno ad un primo ordine quantitativo sono banalissimiil problema è che con le parole purtroppo non si possono aggirare i modelli della fisica, soprattutto quando questi modelli danno predizioni molto accurate, ovviamente per motivi che non sto ad elencare con la QCD possiamo fare ancora "poco", ma non ci sono chissà quanti indizi su come fare la fusione fredda senza invocare star trek
    • Jo Pa scrive:
      Re: Il futuro è nella fusione fredda
      Anche la meccanica classica dava risultati soddisfacenti, ma poi ci si è accorti che per studiare l'atomo non andava bene. Il fatto è che per studiare certi fenomeni certi modelli non sono adatti. Non dimentichiamoci inoltre che stiamo parlando di modelli e non di leggi. Modelli precisi quanto si vuole, ma pur sempre modelli e come tali suscettibili di revisione. Per cui da qui a bollare come assurdità scientifica il fenomeno della fusione fredda ce ne passa. Specialmente quando a metterci la faccia ci sono personaggi illustri del mondo accademico interanzionale, come Yoshiaki Arata, uno dei padri del nucleare avanzato nipponico e delle ricerche sulla fusione calda. Questo attempato signore di 86 anni, in un pubblico esperimento del 2008 ad Osaka, con pochi grammi di palladio ha mosso un motore a pistoni Stirling. Un reattore in parte realizzato anche con le idee di Francesco Celani e del suo gruppo di Frascati-Infn. Per cui tanto campata in aria la teoria della fusione fredda non è. Quello su cui dover riflettere è invece la sproporzione di denaro che i due filoni di ricerca fanno muovere, e quando ci sono in ballo interessi planetari, ci andrei piano anche a scartare un ipotesi di complotto. Del resto certi settori della comunità scientifica di "tendenza", vedi la climatologia, ci hanno abituati a colpi di scena clamorosi.
    • giucam scrive:
      Re: Il futuro è nella fusione fredda
      guarda che non è vero che non esistono teorie che spiegano la fusione fredda. esiste l' elettrodinamica quantistica coerente (CQED), elaborata da Giuliano Preparata, che spiega perfettamente tutto il fenomeno, almeno nel sistema Palladio-Deuterio, e che ha permesso inoltre al gruppo di Del Giudice di ottenere la riproducibilità del 100%. Quindi non solo spiega ma ha anche predetto alcuni fenomeni poi verificatisi.Oltretutto anche se non esistesse nessuna teoria mi pare che l'esperimento vinca sulla teoria, no? altrimenti cadiamo nella speculazione e filosofia, con tutto il rispetto per queste, ma non è più scienza.
      • ... scrive:
        Re: Il futuro è nella fusione fredda
        quella che stai facendo te è fantascienza...ma che è l'elettrodinamica quantistica coerente?? ma per favore...le forze nucleari (che entrano in gioco nella fusione nucleare) si descrivono con la QCD attualmente, il resto è fuffa per vendere librima che si deve sentire...ma sai almeno la differenza tra qed e qcd? non è solo una lettera ehinoltre non è che se un tizio una volta ha visto 2 fotoni e mezzo neutrone uscire da una "fusione fredda", allora ha prodotto energia, ma andiamo suil 99% sono lavori portati avanti da pseudo-fisici falliti che in 5 anni non hanno capito niente di quello che hanno studiato
      • ... scrive:
        Re: Il futuro è nella fusione fredda
        per scrupolo ho visto il sito dei tuoi amici...i soliti complottisti che non hanno capito niente dalla vita e sono convinti che i matti sono gli altri, peccato che la fisica non si faccia così :)poi oh, se voi volete fare di ogni cosa una religione, contenti voi, almeno vi sentite parte di qualcosama ci sono molte cose misteriose per davvero nella fisica, senza inventarsi la memoria biologica dell'acqua o passaggi di pseudo-filosofia orientale per descrivere l'indeterminazione quantistica, cioè...ma ce ne vuole di fantasia
  • Comunardo scrive:
    Se la centrale funziona come Vista...
    Siamo spacciati ancora prima che entri in funzione.
  • Africano scrive:
    Re: Il futuro è nella fusione fredda
    - Scritto da: Ternos
    Proprio non riesco a capire questi investimenti
    sui reattori nucleari "tradizionali". Sono
    progetti con costi estremamente elevati e dalla
    resa quanto meno
    dubbia.Detta così sembra che il nucleare abbia rischi che si possano quantificare in costi. Credi che sarebbe possibile quantificare Chernobyl?
    • gerry scrive:
      Re: Il futuro è nella fusione fredda
      - Scritto da: Africano
      - Scritto da: Ternos

      Proprio non riesco a capire questi investimenti

      sui reattori nucleari "tradizionali". Sono

      progetti con costi estremamente elevati e dalla

      resa quanto meno

      dubbia.

      Detta così sembra che il nucleare abbia rischi
      che si possano quantificare in costi. Credi che
      sarebbe possibile quantificare
      Chernobyl?Forse è più facile che quantificare i costi dell'energia prodotta da idrocarburi fossili.
      • Africano scrive:
        Re: Il futuro è nella fusione fredda
        - Scritto da: gerry
        - Scritto da: Africano

        - Scritto da: Ternos


        Proprio non riesco a capire questi
        investimenti


        sui reattori nucleari "tradizionali". Sono


        progetti con costi estremamente elevati e
        dalla


        resa quanto meno


        dubbia.



        Detta così sembra che il nucleare abbia rischi

        che si possano quantificare in costi. Credi che

        sarebbe possibile quantificare

        Chernobyl?

        Forse è più facile che quantificare i costi
        dell'energia prodotta da idrocarburi
        fossiliE magari fossile e fissile differiscono solo per una vocale.
    • painlord2k scrive:
      Re: Il futuro è nella fusione fredda
      60 morti in totale, in 20 anni. Tutti causati direttamente dall'incidente.Riconosciuti ufficialmente dall'organismo dell'ONU dedicato alla cosa.Per il resto sono 25 anni che aspettiamo (come in altri incidenti nucleari adesso dimenticati) che saltino fuori le fantomatiche morie per leucemia, tumori di questo o quel tipo, etc.L'altro giorno, negli US è saltata una centrale a gas (quelle che ai verdi piacciono tanto) e ha fatto più morti di Chernobyl in un solo giorno. Ma non fa notizia per più di un paio di giorni.
      • Africano scrive:
        Re: Il futuro è nella fusione fredda
        - Scritto da: painlord2k
        60 morti in totale, in 20 anni. Tutti causati
        direttamente
        dall'incidente.
        Riconosciuti ufficialmente dall'organismo
        dell'ONU dedicato alla
        cosa.
        Per il resto sono 25 anni che aspettiamo (come in
        altri incidenti nucleari adesso dimenticati) che
        saltino fuori le fantomatiche morie per leucemia,
        tumori di questo o quel tipo,
        etc.Be mi pare che non manchi niente per dimostrare quelle tesi, perché non te ne vai a vivere là?

        L'altro giorno, negli US è saltata una centrale a
        gas (quelle che ai verdi piacciono tanto) e ha
        fatto più morti di Chernobyl in un solo giorno.E negli altri ventimila anni si sa che fa quel gas? Diciamo quasi niente.
        Ma non fa notizia per più di un paio di
        giorni.A parte che il gas non contamina per non si sa quanto, ma in base alla persistenza di una notizia si dovrebbe valutare la convenienza dei reattori?
  • ubos scrive:
    depleted...
    Certo... uranio ESAURITO! La traduzione dall'inglese di depleted sarebbe impoverito.Ma ovviamente non si tratta di questo. Sarà uranio naturale semmai, mischiato con mox.E poi... dare il la è senza accento!!!
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: depleted...
      precisazione più che corretta, provvediamograzie :)
    • contenuto scrive:
      Re: depleted...
      - Scritto da: ubos
      Certo... uranio ESAURITO! La traduzione
      dall'inglese di depleted sarebbe
      impoverito.
      Ma ovviamente non si tratta di questo. Sarà
      uranio naturale semmai, mischiato con
      mox.

      E poi... dare il la è senza accento!!!Come no... ma lo sai con che cosa funzionano le centrali?Pensi che basti scavare per trovare l'uranio e metterlo in un reattore?L'uranio che si trova in natura non basta per una centrale, va centrifugato e ne serve parecchio!E comunque le centrali producono scorie, sia nella produzione delle barre per alimentarle, che dopo, oltre al pericoli di morire tutti quanti, o bruciati vivi o di cancro.Bella roba.A proposito, non dimentichiamoci che è stato messo al bando il nucleare con un referendum anni fa.Il governo berluscazza vuole rimettere di nuovo le centrali, infischiandosene dell'opinione della gente, del referendum e dei morti che ci sono stati in passato.Viva berluscazza...
  • Marco Del Vecchio scrive:
    Re: Il futuro è nella fusione fredda
    Concordo con Flatline... la Fusione Fredda non è la soluzione, anche perchè nessuno ha dimostrato niente ancora!!Ripeto: Fusione Nucleare Calda!!
    • painlord2k scrive:
      Re: Il futuro è nella fusione fredda
      IEC fusion e molti altri progetti di ricerca (almeno altri 3-4) in corso stanno dando risultati con un decimo dei soldi già spesi per ITER (tutti insieme avranno speso/raccolto finanziamenti per meno di 100 milioni di $, ITER costerà più di 15 miliardi e ne hanno spesi già un bel po') . In pochi anni sapremo se quei progetti possono portare a reattori commerciali o ad altre applicazioni.
    • Africano scrive:
      Re: Il futuro è nella fusione fredda
      http://it.wikipedia.org/wiki/Avvelenamento_da_radiazione"Negli Stati Uniti d'America è stata elaborata la tavola "ALI" (Annual Limit on Intake), o "Limite Annuo nella Dose" che è un limite derivato per la quantità di materiale radioattivo assorbito dal corpo di un lavoratore adulto sia per inalazione che per ingestione in un anno.ALI è il valore più piccolo ammissibile di ingestione di un determinato radionuclide durante un anno, assunto dall'uomo di riferimento, che provocherebbe un danno equivalente a quello di una dose di irraggiamento unico totale di 5 rem (0,05 Sievert) o un danno equivalente all'irraggiamento di un singolo organo con 50 rem (0.5 Sievert), per qualsiasi organo o tessuto specifico. [1] 000gliLe dosi-equivalenti attualmente sono specificate in sievert (Sv):0,001 a 0,01 Sievert (0,1 a 1 rem) [modifica]Si calcola che fisiologicamente il corpo è esposto a 0,1 milli-rem in 24 ore (pari a circa 0,036 rem in un anno), questa è la dose ineliminabile, che emana l'indispensabile potassio-40 radioattivo, presente all'interno di ogni cellula umana, irradiando quotidianamente tutto il corpo dall'interno [2] [3]. Eliminando il potassio si provocherebbe morte per edema congestizio, ipertensione e debolezza muscolare, oltre a insufficienza cardiaca.Ogni ora di volo in aerei di linea [4] [5], alla quota massima usuale di 10.000 m, sottopone l'organismo a radiazioni da 0,3 a 1 milli-rem per ora (massime nel Concorde che vola a 20.000 m.), e dunque 10 ore di volo intercontinentale fanno 3 milli-rem, e in 100 voli/anno si totalizzano 0,300 rem/anno [6]. La dose è frazionata, e dunque dovrebbe indurre meno rotture cromosomiche e meno stress da radicali liberi dell'ossigeno.0,05 a 0,2 Sievert (5 a 20 rem) [modifica]Nessun sintomo. Potenziale sviluppo di cancro e mutazione genetica, secondo il modello lineare senza soglia: attualmente questo concetto è oggetto di dispute (Nota: vedi ormesi [7]). Alcuni ricercatori sostengono che piccole dosi di radiazioni possano essere benefiche.[8][9][10]Negli Stati Uniti esiste un limite federale annuo di 50 milli-sievert, che è stato specificato per i lavoratori esposti a sostanze e procedure radioattive. Nel Regno Unito il limite annuo per un lavoratore classificato come "operatore con radiazione" è di 20 mSv. In Canada e in Brasile, il limite annuo massimo è di 50 mSv (5.000 millirems), ma la dose massima che si può assumere in 5 anni è specificata a soli 100 mSv. Di solito i limiti specificati dalle compagnie private sono molto più stretti, in modo di evitare qualsiasi violazione casuale dei limiti federali.[11]0,2 a 0,5 Sv (20 a 50 rem) [modifica]Nessun sintomo apparente. Il numero dei globuli bianchi diminuisce temporaneamente.0,5 a 1 Sv (50 a 100 rem) [modifica]Malattia da raggi lieve con cefalea e un lieve aumento del rischio di infezione causata da alterazioni al sistema immunitario. Possibile la sterilità maschile temporanea.1 a 2 Sv (100 a 200 rem) [modifica]L'"avvelenamento radioattivo lieve", comporta un 10% di mortalità dopo 30 giorni (LD 10/30). I sintomi tipici includono nausea da lieve a moderata (con un 50% di probabilità a 2 Sv), con vomito occasionale, che comincia da 3 a 6 ore dopo l'irraggiamento e permane per circa un giorno. Questo episodio è seguito da una fase latente che dura da 10 a 14 giorni, quando appaiono sintomi lievi di spossatezza e malessere generale (con un 50% di probabilità ai 2 Sv). Il sistema immunitario va incontro a depressione, cosa che provoca un periodo di convalescenza esteso per molte infezioni comuni e un aumento del rischio di infezione opportunistica. Nel sesso maschile è comune la sterilità temporanea. L'aborto spontaneo oppure l'aumento di incidenza del parto prematuro di verifica comunemente nelle donne incinte.2 a 3 Sv (200 a 300 rem) [modifica]L'"avvelenamento radioattivo moderato" , che comporta una mortalità del 35% dopo 30 giorni (LD 35/30). La nausea continua è comune (nel 100% dei pazienti a 3 Sv), con un rischio del 50% di vomito continuo a 2,8 Sv. I sintomi cominciano da 1 a 6 ore dopo l'irraggiamento e durano da 1 a 2 giorni. Dopo di questo, esiste una fase latente che dura da 7 a 14 giorni, che termina con la comparsa dei seguenti sitomi: perdita di capelli e pelo su tutto il corpo (con il 50% di probabilità a 3 Sv), stanchezza e malessere generale. Si verifica una perdita massicia di globuli bianchi, che aumenta molto il rischio di infezione (paragonabile alla fase più grave dell'AIDS. Esiste la possibilità di sterilità permanente nel sesso femminile. La convalescenza, per una possibile ed eventuale guarigione necessita di alcuni mesi.3 a 4 Sv (300 a 400 rem) [modifica]L'"Avvelenamento radioattivo grave", implica un 50% di mortalità dopo 30 giorni (LD 50/30). Presenta sintomi minori (come la perdita di capelli e pelo) simili a quelli della dose da 2 a 3 Sievert, ma a questi si aggiungono un emorragia incontrollabile dalla bocca, emorragie sotocutanee (petecchia) ed emorragie renali (con un 50% di probabilità a 4 Sv), dopo la breve fase latente.Anatoly Dyatlov ricevette una dose di 390 rem durante il disastro di Cernobyl del 1986. Muore per collasso cardiaco nel 1995, effetti postumo causato dalla intensa radioattività.4 a 6 Sv (400 a 600 rem) [modifica]L'"avvelenamento Acuto da radiazioni", comporta un 60% di mortalità dopo 30 giorni (LD 60/30). La mortalità passa dal 60% a 4,5 Sv fino a 90% a 6 Sv (a meno che al paziente si applichi una terapia medica intensiva ). Gli intensi sintomi cominciano da circa un'ora a due ore dopo irradiazione e durano fino a 2 giorni. Dopo questo, esiste una fase latente che dura da 7 a 14 giorni, dopo che appaiono sintomi simili a quelli dell'irraggiamento di 3–4 Sv, con un'aumentata intensità. La sterilità femminile definitiva è molto comune a questo punto. La convalescenza necessita da alcuni mesi fino ad un anno. La principale causa di morte (in genere da 2 a 12 settimane dopo l'irradiazione) sono le infezioni e l'emorragia interna.Harry K. Daghlian, un fisico nucleare armeno-americano, di 24 anni, venne irradiato con 510 rem (5,1 Sv) di radiazione il 21 agosto del 1945, durante un esperimento di massa critica. Allo stesso tempo lavorava nel Los Alamos National Laboratory del New Mexico. La irradiazione provocò la morte dello scienziato 28 giorni dopo.6 a 10 Sv (600 a 1.000 rem) [modifica]L'"avvelenamento acuto di radiazioni", comporta un 100% di mortalità dopo 14 giorni (LD 100/14). La sopravvivenza dipende dalla terapia intensiva medica. Il midollo osseo è totalmente distrutto, dunque per garantire una discreta chance di vita è indispensabile il trapianto di midollo osseo. I tessuti gastrici e intestinali risultano severamente danneggiati. I sintomi cominciano 15 a 30 minuti dopo l'irradiazione e durano fino a 2 giorni. In seguito si ha una fase latente che dura da 5 a 10
      • painlord2k scrive:
        Re: Il futuro è nella fusione fredda
        http://a-place-to-stand.blogspot.com/2010/03/low-level-radiation-evidence-that-it-is.htmlNotare, per favore, come il grafico dei tumori nelle cavie diminuisce all'aumentare dei raggi gamma assorbiti fino ad un -40% a 100 radshttp://estropico.blogspot.com/2010/02/ormesi-radioattiva.htmlNotare come il tasso di mortalità per tumori si riduca del 96,4% con una esposizione media di 74mSv all'anno per una durata tra i 9 e i 20 anni. E non su un campione di 10 persone, ma di 10.000. Cioè, quelle 10.000 persone hanno avuto, in media 3 morti per tumore ogni 100 nella popolazione non irradiata. Negli USA il massimo consentito per una abitazione è di 15mSv in tutta la vita.Che fine a fatto l'epidemia di mucca pazza? Quella di AIDS? l'Aviaria? la suina? Il riscaldamento globale? La teoria che il rischio cresce linearmente con la dose di radiazioni è una palla senza prove. I pochi studi fatti supportano l'ormesi. Infatti, anche parecchi medici se ne rendono conto. Ma non si può dire in pubblico, senza essere molestati dai verdi.
        • painlord2k scrive:
          Re: Il futuro è nella fusione fredda
          In generale? Si.Altrimenti facciamo gli africani e restiamo nella capanna di fango nella foresta.Personalmente sono strastufo della gente che con la scusa del "pensiamo ai bambini", "principio di precauzione", "non rischiamo", etc. poi lasciano che le cose vadano in malora.Lo studio taiwanese mostra come, ad un livello medio di esposizione di 75 mSv/anno, la mortalità per cancro diminuisca di 30 volte rispetto a quella della popolazione non irradiata. E non è nemmeno l'unico nell'ultimo secolo e mezzo. Ci saranno stati almeno un migliaio di articoli e studi vari che danno indicazioni del genere.Ci sono degli effetti collaterali? Parrebbe di no.Devo stare senza far nulla quando vedo un simile vantaggio e non viene dimostrato nessun svantaggio particolare?Ogni anno, solo in Italia, muoiono centinaia di migliaia di persone per cancro, con costi sia monetari che emotivi enormi. Se anche solo la metà di questi casi venisse eliminata, si risparmierebbero decine di miliardi in costi sanitari ogni anno. La gente vivrebbe di più e sarebbe più sana.Non faccio nulla perché...? perché?Perché non so valutare cosa succede se aumentano un po' le mutazioni?Ma sei sicuro che aumentano realmente a quel livello di cui sto parlando e non a livelli molto più elevati?Dimostra, porta fatti, spiegali. A chiacchiere sono buoni tutti a non far nulla.La realtà è che vi piace controllare la vita degli altri, per sentirvi importanti e utili. In realtà servite praticamente a nulla. Al massimo a produrre CO2 per le povere piante, che ne hanno poca a disposizione.
          • painlord2k scrive:
            Re: Il futuro è nella fusione fredda
            Io ho degli studi scientifici che provano le mie tesi.Tu che hai? Chiacchiere, paranoie, paure infondate e indimostrate.Torna quando hai fatti concreti, non estrapolazioni senza fondamento.
  • painlord2k scrive:
    Reattore a onde moventi?
    Reattore a onde moventi? Il nome mi piace e mi ricorda qualche cosa!
  • MAH scrive:
    Brunetta pronto all'acquisto
    Presto centrali nucleari windows based sotto casa vostra
    • ruppolo scrive:
      Re: Brunetta pronto all'acquisto
      - Scritto da: MAH
      Presto centrali nucleari windows based sotto casa
      vostraUn nome, una garanzia.
    • contenuto scrive:
      Re: Brunetta pronto all'acquisto
      - Scritto da: MAH
      Presto centrali nucleari windows based sotto casa
      vostraChe imbecillata che hai detto.Gates non ha piu nulla a che fare con lo sviluppo di Windows e ammenicoli vari.Solo i macachi ancora insistono con queste noiose repliche. :-o
  • cocacola pepsicola ossoduro.. . scrive:
    Qualcuno dica a Bill...
    ...che se il reattore va in crash, non basterà riavviare il sistema...
    • lellykelly scrive:
      Re: Qualcuno dica a Bill...
      o diminuisce la popolazione o il nucleare e l'ogm ci manterranno in vita.
      • Redpill scrive:
        Re: Qualcuno dica a Bill...
        - Scritto da: lellykelly
        o diminuisce la popolazione o il nucleare e l'ogm
        ci manterranno in
        vita.Fino a che fra 50 anni, con il reattore in oggetto, ma molti meno con quelli che verranno costruiti nel paese della "monnezza" (Italia) non sapremo dove mettere le scorie nucleari.Ps: già non sappiamo dove mettere le scorie che ci da la Francia per l'energia che acquistiamo prodotta dalle loro centrali nucleari.A quel punto OGM o no avremo campi inquinati perché la mafia avrà seppellito lì le scorie.E il sole continua a irrorarci di energia gratuita inutilizzata, e il vento fa altrettanto, e le maree pure, e l'acqua dei fiumi idem... e si continua a dire che il nucleare è la scelta giusta.
        • cocacola pepsicola ossoduro.. . scrive:
          Re: Qualcuno dica a Bill...
          - Scritto da: Redpill
          - Scritto da: lellykelly

          o diminuisce la popolazione o il nucleare e
          l'ogm

          ci manterranno in

          vita.

          Fino a che fra 50 anni, con il reattore in
          oggetto, ma molti meno con quelli che verranno
          costruiti nel paese della "monnezza" (Italia) non
          sapremo dove mettere le scorie
          nucleari.Fra 50 anni avremo il reattore a fusione, sempre che qualche ecologista non si inventi motivi per frignare anche su quello.
          • Flatline scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: cocacola pepsicola ossoduro.. .
            Fra 50 anni avremo il reattore a fusione, sempre
            che qualche ecologista non si inventi motivi per
            frignare anche su
            quello.Già fatto: http://en.wikipedia.org/wiki/ITER#CriticismPurtroppo la gente che non sa e non si informa si fa abbindolare facilmente.
          • MeX scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            ne abbiamo già uno a 8 minuti
          • Palmipedone scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: MeX
            ne abbiamo già uno a 8 minuti8 minuti?solo la luce viaggia alla velocità della luce
          • Palmipedone scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            in ogni caso mi pare non abbia dato troppi problemi negli ultimi 2000 anni
          • MeX scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            esatto, infatti in 8 minuti veniamo irraggiata dall'energia di questa centrale a fusione... quindi, si trova a 8 minuti.
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: MeX
            esatto, infatti in 8 minuti veniamo irraggiata
            dall'energia di questa centrale a fusione...
            quindi, si trova a 8
            minuti.sarebbe più esatto se usassi le unità di misura corrette.Il minuto si usa per misurare il tempo.Per misurare le distanze si usa, tra le varie unità di misura, il minuto luce .Quel reattore si trova ad 8 minuti luce
          • MeX scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            non esiste il minuto luce come unitá di misura.Esiste l'anno luce, che é un'unitá di misura che misura la distanza, pur essendo definita dal tempo che la luce di mette a percorrere una certa distanza.Calcolati quanti anni luce sono 8 minuti
          • a n o n i m o scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: MeX
            non esiste il minuto luce come unitá di misura.

            Esiste l'anno luce, che é un'unitá di misura che
            misura la distanza, pur essendo definita dal
            tempo che la luce di mette a percorrere una certa
            distanza.

            Calcolati quanti anni luce sono 8 minuti8 MINUTI LUCE SONO "SPAZIO PERCORSO DALLA LUCE IN 8 MINUTI", SONO UN'UNITÀ DI MISURA PIÙ CHE VALIDA.PS: OGGI È IL COBOL-DAY, SCUSATE IL CAPS-LOCK :$
          • MeX scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            ah hai ragione :)Mi auto EPIC FAIL da solo:http://it.wikipedia.org/wiki/Minuto_luce
          • Iii scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            La data viene periodicamente posticipata. 50 anni fa sembrava di essere a un passo dalla fusione controllata, poi han detto "tra 20 anni", poi "tra 30 anni" e ora si dice "tra 50"..non puoi fidarti ciecamente.Inoltre, nel frattempo ci serve energia, e da qualche parte bisognerà pur prenderla. Non elencatemi le rinnovabili, grazie, le conosco già; il problema è che non è sufficiente. La scelta migliore è il mix energetico, non una sola tecnologia, quindi è corretto investire anche nella fissione. Tra l'altro, si fanno passi avanti anche sulla fissione, i futuri (si, futuri, ma più vicini al presente rispetto alla fusione) saranno più sicuri e produrranno meno scorie..non è per niente male
          • ces scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: Iii
            La data viene periodicamente posticipata. 50 anni
            fa sembrava di essere a un passo dalla fusione
            controllata, poi han detto "tra 20 anni", poi
            "tra 30 anni" e ora si dice "tra 50"..non puoi
            fidarti
            ciecamente.
            Inoltre, nel frattempo ci serve energia, e da
            qualche parte bisognerà pur prenderla. Non
            elencatemi le rinnovabili, grazie, le conosco
            già; il problema è che non è sufficiente. La
            scelta migliore è il mix energetico, non una sola
            tecnologia, quindi è corretto investire anche
            nella fissione. Tra l'altro, si fanno passi
            avanti anche sulla fissione, i futuri (si,
            futuri, ma più vicini al presente rispetto alla
            fusione) saranno più sicuri e produrranno meno
            scorie..non è per niente
            malequoto, è una vita che ci parlano di fusione controllata, la data di 50 anni è più un auspico che una certezza. Si può continuare a finanziare la ricerca puntando però sulle enrgie rinnovabili.Tanto non si butta niente :D
          • nessuno scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...

            Non elencatemi le rinnovabili, grazie, le conosco
            già; il problema è che non è sufficiente. La
            scelta migliore è il mix energetico, non una sola
            tecnologia, quindi è corretto investire anche
            nella fissione. non è sufficiente per l' uomo occidentale viziato non disposto a cambiare le proprie abitudini (e tra poco l' ex terzo mondo che vorrà rivendicare anche lui di fare tutto quello che sta facendo l' occidente). Il primo sistema per creare energia è quello di risparmiarla, o meglio ottimizzarla.
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: nessuno
            non è sufficiente per l' uomo occidentale viziatoGuarda, un razzista.
            non disposto a cambiare le proprie abitudiniInizia te a smettere di usare internet, l'energia elettrica, i frigoriferi, etc. E anche medicinali e ospedali. Automobili e treni.Siete tutta scena e niente fatti.
            (e
            tra poco l' ex terzo mondo che vorrà rivendicare
            anche lui di fare tutto quello che sta facendo l'
            occidente).E se riesce a produrre abbastanza da poterselo permettere, bene fa.Tu, nel frattempo, torna nelle caverne. Noi gente civilizzata e progredita non sentiremo la tua mancanza.Se c'è un motivo per volere la tecnologia adatta a vivere e viaggiare nello spazio è quello di poter lasciare quelli come voi dietro.Il problema è che a gente come voi, che non siete dissimili dai fanatici islamici o dai marxisti, l'idea che esista qualcuno che sfugge al vostro controllo e vive in modo differente è insopportabile.
          • Marco Del Vecchio scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            Quella sarebbe la vera RIVOLUZIONE ENERGETICA. L'energia nucleare basata sulla fissione è comunque destinata a durare ancora per poco, visto le scorte non proprio abbondati di materiale fissile sulla Terra. E poi c'è la questione delle scorie... chi le vuole sotto casa?!
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: Marco Del Vecchio
            Quella sarebbe la vera RIVOLUZIONE ENERGETICA.
            L'energia nucleare basata sulla fissione è
            comunque destinata a durare ancora per poco,
            visto le scorte non proprio abbondati di
            materiale fissile sulla Terra. E poi c'è la
            questione delle scorie... chi le vuole sotto
            casa?!Io.Mai sentito parlare di ormesi (hormesis) radioattiva?
          • Redpill scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: painlord2k
            - Scritto da: Marco Del Vecchio

            Quella sarebbe la vera RIVOLUZIONE ENERGETICA.

            L'energia nucleare basata sulla fissione è

            comunque destinata a durare ancora per poco,

            visto le scorte non proprio abbondati di

            materiale fissile sulla Terra. E poi c'è la

            questione delle scorie... chi le vuole sotto

            casa?!

            Io.
            Mai sentito parlare di ormesi (hormesis)
            radioattiva?LOL, mai sentito parlare di Italia?Non riusciamo a stoccare nemmeno le scorie derivanti dalla medicina nucleare. Lo sai cosa sono in confronto a quelle di una centrale?
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            No, non hai mai sentito parlare di ormesi radioattiva.Un aiutinohttp://estropico.blogspot.com/2010/02/ormesi-radioattiva.htmlUna centrale nucleare produce 1 m3 di scorie da stoccare a lungo termine ogni anno. Non mi pare che sia tanto difficile trovare dove conservarle. Anche perché i reattori ibridi le possono usare come carburante.
          • pietro scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            evidentemente non avete chiaro cosa siano le scorie nucleari, non ci sono solo le scorie primarie quelle da riprocessamento ci sono anche quelle secondarie cioè tutto quello che si usa per riprocessare il materiale radioattivo, strumenti, macchinari, contenitori e quelli sono tonnellate e tonnellate all'anno, non si possono incenerire, non si possono fondere non si possono dimenticare da qualche parte, gli USA li mettono in bidoni e li lasciano nel deserto a migliaia tutti belli allineati.
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            (rotfl)Il diavolo, ti dico che è il diavolo!!!!!!Moriremo tutti!!! @^ @^ @^Classico esempio di tecnica del "bersaglio mobile".Ogni volta che si dimostra a un sinistrato che le sue obiezioni sono balenghe, questo si inventa un' altro problema.Se il problema è l'acciaio irradiato, la soluzione migliore è quella di fonderlo, un po' alla volta, con dell'acciaio normale. Diluire la concentrazione fino a che la radioattività è accettabile. Idem con tutto il resto.
          • pietro scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: painlord2k
            (rotfl)
            Il diavolo, ti dico che è il diavolo!!!!!!
            Moriremo tutti!!!
            @^ @^ @^

            Classico esempio di tecnica del "bersaglio
            mobile".
            Ogni volta che si dimostra a un sinistrato che le
            sue obiezioni sono balenghe, questo si inventa
            un' altro
            problema.

            Se il problema è l'acciaio irradiato, la
            soluzione migliore è quella di fonderlo, un po'
            alla volta, con dell'acciaio normale. Diluire la
            concentrazione fino a che la radioattività è
            accettabile. Idem con tutto il
            resto. sei un genio, così dopo aver già sottoposto la popolazione ad un ecXXXXX di radiazioni per radiografie tac etc, aggiungiamo un altro pò di radioattività gratis per tutti, per fortuna che gli americani lo lasciano nel deserto, e con il materiale organico, plastiche carta etc che facciamo lo bruciamo così si disperde nell'atmosfera e si DILUISCE?Comunque non è che si inventano problemi nuovi è che l'argomento non è semplice e ha molte facce, non ci sono soluzioni semplici, per esempio: Sellafield prova ad informarti un po' di che si tratta
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: painlord2k
            sei un genio, così dopo aver già sottoposto la
            popolazione ad un ecXXXXX di radiazioni per
            radiografie tac etc,EcXXXXX in che senso?Un ecXXXXX implica un danno. Se ho preso una botta in testa seria, una TAC ha senso anche se nel 99% dei casi non trovano nulla.L'1% delle volte che trovi qualche cosa salvi qualcuno da problemi importanti, tipo la morte o la paralisi o peggio.Poi, la quantità di radiazioni che uno assorbe con una TAC sono tante solo se te ne fai una al giorno. Le radiografie al torace, per esempio, devi fare un abbonamento giornaliero per arrivare a assorbire la quantità di radiazioni di una TAC.Come dice la mamma, si rompono più caviglie cadendo dai tacchi che cadendo dalle scale.
            aggiungiamo un altro pò di
            radioattività gratis per tutti,Visto che abbiamo trovato, scientificamente, che riduce del 90+% la mortalità per tumore, perché no? Per tenere alta la mortalità per tumore?Sei mica come quei verdi che non vogliono il grano OGM e non vogliono far sapere che metà della produzione di grano in Italia è inadatta al consumo umano (per legge - salvo deroghe) perché è inquinata dalla XXXXX di un insetto parassita del grano naturale? Inadatta, perché la piralide produce una tossina che è cancerogena.Magna el grano naturale, tu. Io preferisco gli OGM.
            per fortuna che
            gli americani lo lasciano nel deserto, e con il
            materiale organico, plastiche carta etc che
            facciamo lo bruciamo così si disperde
            nell'atmosfera e si
            DILUISCE?Esistono inceneritori per questo che possono produrre energia bruciando completamente questi rifiuti. Addirittura gli ultimi impianti utilizzano una tecnologia al plasma che decompone anche le molecole più resistenti (tipo le diossine). Ma gli ecologisti come te gli inceneritori / termovalorizzatori non li vogliono; meglio la monnezza nelle strade.
            Comunque non è che si inventano problemi nuovi è
            che l'argomento non è semplice e ha molte facce,
            non ci sono soluzioni semplici, per esempio:
            Sellafield prova ad informarti un po' di che si
            trattahttp://en.wikipedia.org/wiki/Sellafield#Cancer_risksLa wikipedia inglese (covo di parecchi ecologisti e attivisti di sinistra che hanno tempo da perdere) ha una sezione al riguardo di Sellafield.
          • pietro scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            E in base a quale meccanismo le radiazioni riducono l'incidenza del tumore?Se fosse vero faremmo trattamenti radioattivi preventivi come si fa con il fluoro per i denti.Comunque Sellafield non è una centrale nucleare ma un impianto di ritrattamento del materiale fissile, io non valuto i risultati delle inchieste e delle analisi, si sa che i governi tendono sempre a sottovalutare i problemi, io valuto la quantità di materiale pubblicato sull'argomento materiale sia accusatorio che in difesa del sistema , più ce n'è e più è probabile che ci sia realmente un problema e su Sellafield hanno scritto di più che su tutti gli altri siti.Ultima cosa quando affermano che i casi di tumore vicino alla centrale sono inferiori a quelli in altri luoghi inficiano completamente lo studio fatto perchè:1) se non ci sono fuoriuscite di radiazioni (come dovrebbe essere) non c'è motivo per cui i casi di tumore dovrebbero essere diversi da quelli in altri luoghi2) se i casi di tumore sono inferiori per quel meccanismo strano di cui dicevi sopra vuol dire che ci sono stati casi fuoruscite radioattive importanti e che quindi gli impianti non sono sicuri. Io delle affermazioni dei governi non mi fido, aspetto almeno i risultati delle commissioni di indagini parlamentari. (dove ci sono componenti sia della maggioranza in carica sia dell'opposizione)
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: pietro
            E in base a quale meccanismo le radiazioni
            riducono l'incidenza del tumore?radiation hormesis - Google Scholar http://bit.ly/dok6TXhttp://it.wikipedia.org/wiki/Ormesi Ormési, dal verbo greco ormao, che significa stimolare è una relazione dose/risposta caratterizzata da un effetto bifasico: molti organismi/sistemi biologici esposti ad unampia gamma di stimoli mostrano risposte opposte a seconda della dose; lormesi viene considerata una funzione adattativa (Amendola, Cerioli, Migliore, 2006, 2008). http://bjr.birjournals.org/cgi/content/abstract/78/925/3Abstract Low doses in the mGy range cause a dual effect on cellular DNA. One is a relatively low probability of DNA damage per energy deposition event and increases in proportion to the dose. At background exposures this damage to DNA is orders of magnitude lower than that from endogenous sources, such as reactive oxygen species. The other effect at comparable doses is adaptive protection against DNA damage from many, mainly endogenous, sources, depending on cell type, species and metabolism. Adaptive protection causes DNA damage prevention and repair and immune stimulation. It develops with a delay of hours, may last for days to months, decreases steadily at doses above about 100 mGy to 200 mGy and is not observed any more after acute exposures of more than about 500 mGy. Radiation-induced apoptosis and terminal cell differentiation also occur at higher doses and add to protection by reducing genomic instability and the number of mutated cells in tissues. At low doses reduction of damage from endogenous sources by adaptive protection maybe equal to or outweigh radiogenic damage induction. Thus, the linear-no-threshold (LNT) hypothesis for cancer risk is scientifically unfounded and appears to be invalid in favour of a threshold or hormesis. This is consistent with data both from animal studies and human epidemiological observations on low-dose induced cancer. The LNT hypothesis should be abandoned and be replaced by a hypothesis that is scientifically justified and causes less unreasonable fear and unnecessary expenditure.
            Se fosse vero faremmo trattamenti radioattivi
            preventivi come si fa con il fluoro per i
            denti.C'e gente come te che si batte contro questa pratica.Altri si battono contro le vacinazioniAltri ancora credono che sia stata la CIA e Bush a fare gli attentati del 11/09/2001Il punto in comune è che di procve scientifiche ce ne sono tra poche e niente - più verso il niente.
            Comunque Sellafield non è una centrale nucleare
            ma un impianto di ritrattamento del materiale
            fissile, Ignorante, nel senso che ignora quello di cui sta parlando.http://www.tfd.com/sellafieldSellafield(Placename) the site of an atomic power station and nuclear reprocessing plant in NW England, in W Cumbria Former name Windscale
            io non valuto i risultati delle
            inchieste e delle analisi, si sa che i governi
            tendono sempre a sottovalutare i problemi,Prima XXXXX, nel senso di perla negativaI governi di solito sottovalutano quello che pensano gli convenga, in quel momento sottovalutare.All'inverso, sopravvalutano quello che gli conviene sopravvalutare, in quel momento.Quindi, se il governo di allora spingeva per le centrali nucleari aveva una ragione per sottovalutare i rischi delle centrali; se quelli di adesso spingono per le tecnologie "ecologiche" ( (rotfl) ) avranno una ragione per sopravvalutare i rischi.
            io
            valuto la quantità di materiale pubblicato
            sull'argomento materiale sia accusatorio che in
            difesa del sistema , più ce n'è e più è probabile
            che ci sia realmente un problema e su Sellafield
            hanno scritto di più che su tutti gli altri
            siti.Seconda XXXXX.Quindi, secondo te, se uno viene accusato ingiustamente da un articolo negativo e ne riceve 100 di discolpa (ogni uno scientificamente attendibile) vuol dire che ha ragione quello che è stato provato come falso.
            Ultima cosa quando affermano che i casi di tumore
            vicino alla centrale sono inferiori a quelli in
            altri luoghi inficiano completamente lo studio
            fatto perchè:
            1) se non ci sono fuoriuscite di radiazioni (come
            dovrebbe essere) non c'è motivo per cui i casi di
            tumore dovrebbero essere diversi da quelli in
            altri luoghiTerza XXXXX.La radiazione di fondo della zona dipende da molti fattori. Ad esempio, Roma ha una radiazione di fondo molto elevata dovuta al gas radon emesso dalle rocce vulcaniche della zona (tufo in articolare).I tumori sono causati da molti fattori. Ad esempio un numero di tumori elevato può essere causato da un (vero) ecXXXXX di radiazioni oppure da inquinamento chimico o batteriologico. Il lavoro non facile di un epidemiologo è anche quello di risalire alle cause e provare che c'è una correlazione causale e non solo casuale.Ad esempio, quando 20 anni fa la gente si lamentava dei mal di testa davanti al monitor, tutti parlavano di radiazioni; dopo un decennio si è scoperto che era dovuto ad una minuscola quantità di gas emesso da alcuni monitor (non tutti) quando erano accesi. Ma tutti gli intelligentoni erano li a dire "radiazioni" quando nemmeno si immaginavano che ci fosse un gas che veniva respirato. Ovviamente la teoria era "logica" ma infondata.
            2) se i casi di tumore sono inferiori per quel
            meccanismo strano di cui dicevi sopra vuol dire
            che ci sono stati casi fuoruscite radioattive
            importanti e che quindi gli impianti non sono
            sicuri.A Sellafield, se non ricordo male, hanno avuto una fuoriuscita di acqua radioattiva, 30 anni fa. Altrimenti non sarebbe famosa. Ma, dopo tanti anni, di tumori, leucemie, etc. praticamente uguale o meno della media.
            Io delle affermazioni dei governi non mi fido,
            aspetto almeno i risultati delle commissioni di
            indagini parlamentari. (dove ci sono componenti
            sia della maggioranza in carica sia
            dell'opposizione)Io delle affermazioni di chi spara tante pirle, scusa, ma non mi fido.Dimostri scarsa capacità logica, scarsa congruenza e praticamente nessuna prova.Perché la gente non impara a postare link a qualche ricerca pubblicata su qualche rivista scientifica e non agli articoli di Novella 2000?E no, gli articoli pubblicati sulle riviste dei Dipartimenti che contengono "Studies" a "Sciences" non li prendo in considerazione (quei dipartimenti sono il rifugio degli incompetenti e dei politicizzati - almeno negli US e in UK).
        • alexjenn scrive:
          Re: Qualcuno dica a Bill...
          - Scritto da: Redpill
          - Scritto da: lellykelly

          o diminuisce la popolazione o il nucleare e
          l'ogm

          ci manterranno in

          vita.

          Fino a che fra 50 anni, con il reattore in
          oggetto, ma molti meno con quelli che verranno
          costruiti nel paese della "monnezza" (Italia) non
          sapremo dove mettere le scorie
          nucleari.
          E il Gran Sasso che ci sta a fare?
          Ps: già non sappiamo dove mettere le scorie che
          ci da la Francia per l'energia che acquistiamo
          prodotta dalle loro centrali
          nucleari.

          A quel punto OGM o no avremo campi inquinati
          perché la mafia avrà seppellito lì le
          scorie.

          E il sole continua a irrorarci di energia
          gratuita inutilizzata, e il vento fa altrettanto,
          e le maree pure, e l'acqua dei fiumi idem... e si
          continua a dire che il nucleare è la scelta
          giusta.È l'energia giusta per lucrare, ovvio.
          • Thescare scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: alexjenn
            - Scritto da: Redpill

            - Scritto da: lellykelly


            o diminuisce la popolazione o il nucleare e

            l'ogm


            ci manterranno in


            vita.



            Fino a che fra 50 anni, con il reattore in

            oggetto, ma molti meno con quelli che verranno

            costruiti nel paese della "monnezza" (Italia)
            non

            sapremo dove mettere le scorie

            nucleari.



            E il Gran Sasso che ci sta a fare?Scorie nucleari in area altamente sismica??? Diciamo le cose come stanno, l'unica regione d'Italia adatta per centrali, e discarica scorie e' la Sardegna.
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            Scommetto che non sei sardo.Io sono veneto e, dato che hanno trovato 4 siti adatti per le centrali, supporto l'idea che costruiscano una centrale per ogni sito (così non fanno torto a nessuno).L'energia elettrica venduta nelle regioni con delle centrali nucleari dovrebbe essere prezzata in proporzione al prezzo dell'energia prodotta, mentre quelle che non ne hanno dovrebbero pagare l'energia elettrica ad un prezzo proporzionale al costo delle centrali che ospita. In breve, se metti eolico lo paghi 5-10 volte quello che costa il nucleare o il carbone. Idem se metti centrali a gas.Non vedo perché, io che accetto la centrale nucleare dovrei sovvenzionare dei fighetti che non la vogliono. Se vogliono fare i fighetti, che paghino di tasca loro.
          • Thescare scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            Non sono sardo. La mia era una semplice supposizione guardando le zone sismiche in Italia.
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            La mia, invece, era una semplice supposizione basandomi sul fatto che, in Italia (ma anche da altre parti) alla gente, dietro casa, non va mai bene niente.Credo di essere l'unico che non ha problemi ad avere una centrale nucleare vicino a casa (se costruita e gestita correttamente, ovvio).
          • Thescare scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: painlord2k
            Credo di essere l'unico che non ha problemi ad
            avere una centrale nucleare vicino a casa (se
            costruita e gestita correttamente,
            ovvio).E' li il problema. Siccome siamo in Italia.... A parte che i progetti per le centrali nucleari mi sembrano come quelli per il ponte sullo stretto, una buffonata.
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            Una buffonata solo perché in Italia si parla tanto e si riesce a fare poco e lentamente.La soluzione è che se c'è gente come quelli della "no TAV" che interrompe i lavori "per protestare", bisogna che la polizia li tratti come i criminali che dimostrano di essere. E se resistono all'arresto, giù legnate o peggio (a seconda di quanto resistono).Come si fa a lavorare se qualcuno decide che quello che fai non gli piace e, praticamente impunemente, può impedirti di lavorare?Dove sta la libertà, in questo.A fucilate bisogna prenderli, altro che.
          • Thescare scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: painlord2k
            Una buffonata solo perché in Italia si parla
            tanto e si riesce a fare poco e
            lentamente.
            La soluzione è che se c'è gente come quelli della
            "no TAV" che interrompe i lavori "per
            protestare", bisogna che la polizia li tratti
            come i criminali che dimostrano di essere. E se
            resistono all'arresto, giù legnate o peggio (a
            seconda di quanto
            resistono).
            Come si fa a lavorare se qualcuno decide che
            quello che fai non gli piace e, praticamente
            impunemente, può impedirti di
            lavorare?
            Dove sta la libertà, in questo.
            A fucilate bisogna prenderli, altro che.Pensavo fossi una persona ragionevole, invece... Io la chiudo qui.
          • Undertaker scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: painlord2k
            Non vedo perché, io che accetto la centrale
            nucleare dovrei sovvenzionare dei fighetti che
            non la vogliono. Se vogliono fare i fighetti, che
            paghino di tasca
            loro.bravissimo, straquotohttp://www.giorgioprinzi.it/nucleare/rilli/tabella.pdf
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            grazie dellink
        • painlord2k scrive:
          Re: Qualcuno dica a Bill...
          Se non hai capito, quel reattore non ha scorie nucleari; o meglio ha l'1% delle scorie nucleari attuali e solo quelle a vita breve. Il fatto che possa andare avanti per tanto tempo senza ricarica significa che brucia tutto il combustibile, non il 30% come i reattori attauli.Possiamo aggiungere che il reattori a fusione allo studio attualmente (no non quella monneza dell'ITER) anche se non dovessero essere usabili per produrre energia direttamente potrebbero essere usati per accellerare il decadimento delle scorie (perché con determinate reazioni producono neutroni che accellerano la fissione). Per un progetto che costa poco, finanziato dalla US Navy e che darà risultati entro un paio di anni cerca "IEC Fusion" con Google. Non come l'ITER che costerà 10-20 miliardi e forse tra 20 anni darà dei risultati.In realtà, un concetto simile a quello di questo reattore è quello di usare un ibrido fissione-fusione. Il reattore a fusione, sebbene non sia in grado di produrre abbastanza energia per alimentarsi, produrrebbe neutroni che farebbero spezzare gli atomi del combustibile fissile.Il vantaggio in entrambi i casi è che si parte con U238 (che è stabile), lo si trasforma sul posto in Pu239 che viene subito fatto scindere per produrre energia. Niente produzione di plutonio in impianti esterni, niente possibilità che quel plutonio sia usato per produrre armi o che possa essere rubato da terroristi.
          • Flatline scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: painlord2k
            Possiamo aggiungere che il reattori a fusione
            allo studio attualmente (no non quella monneza
            dell'ITER) anche se non dovessero essere usabili
            per produrre energia direttamente potrebbero
            essere usati per accellerare il decadimento delle
            scorie (perché con determinate reazioni producono
            neutroni che accellerano la fissione). Vero, parecchi fusionisti iniziano a pensare di "unire l'utile al dilettevole", ovvero affiancare ai reattori a fissione dei tokamak per "bruciare le scorie" e nel frattempo continuare la ricerca...
            Per un
            progetto che costa poco, finanziato dalla US Navy
            e che darà risultati entro un paio di anni cerca
            "IEC Fusion" con Google. Non come l'ITER che
            costerà 10-20 miliardi e forse tra 20 anni darà
            dei
            risultati.Veramente non è che l'IEC sia eccessivamente promettente per ora... Q factor (rapporto potenza out/potenza in) 0.1, ITER dovrebbe arrivare senza problemi a 1, alcuni sperano di spingerlo a 10.Sul fatto che ITER potesse essere fatto meglio non c'è dubbio. Il problema è stato il gioco delle tre carte che hanno fatto gli USA...Certo l'IEC essendo sponsorizzato dai militari un po' mi fa sperare comunque...
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            Il punto di IEC è che i prototipi costruiti fino ad ora servivano a validare l'idea. Infatti noterai che mano a mano sono diventati più grandi.Infatti, se non ricordo male, l'output scala con il cubo o pentuplo delle dimensioni lineari.Il problema di ITER è che anche lui dovrebbe scalare in grandezza. Quindi l'impianto reale dovrebbe costare 100-200 miliardi di euro. E funziona a reazioni D-D (deuterio). Quindi emette una botta di neutroni che irradiano il materiale circostante in modo assurdo. Non c'è materiale che possa sopportare un simile bombardamento. E se anche ci riuscisse, dove lo smaltiamo, dato che diventa paurosamente radioattivo?ITER è il classico progetto che governi burocratici ed elefantiaci approvano. E che fallisce proprio perché è elefantiaco e burocratico.
          • Flatline scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: painlord2k
            Il punto di IEC è che i prototipi costruiti fino
            ad ora servivano a validare l'idea. Infatti
            noterai che mano a mano sono diventati più
            grandi.
            Infatti, se non ricordo male, l'output scala con
            il cubo o pentuplo delle dimensioni
            lineari.A quanto so è l'IEC in costruzione ora da parte dei militari USA ad avere un Q di 0.1...
            Il problema di ITER è che anche lui dovrebbe
            scalare in grandezza. Quindi l'impianto reale
            dovrebbe costare 100-200 miliardi di euro. E
            funziona a reazioni D-D (deuterio). Quindi emette
            una botta di neutroni che irradiano il materiale
            circostante in modo assurdo. Non c'è materiale
            che possa sopportare un simile bombardamento. E
            se anche ci riuscisse, dove lo smaltiamo, dato
            che diventa paurosamente
            radioattivo?Impreciso. I materiali sono in studio (costruzione di una facility in Giappone) e materiali "futuribili" ti servono solo se vuoi lavorare in continuo e non in pulsato (cosa che ancora non si sa bene). L'IEC, giusto per sottolineare, funzione per costruzione in pulsato.Per quanto riguarda i fattori di scala ti confondi. Il "Q" è un rapporto tra potenza out e potenza in. In altri termini "quanto guadagno in potenza". Se Q
            1 significa che sto prendendo più energia di quanta ne butti nella reazione. Stime dicono che, considerando tutti i consumi energetici di una possibile centrale, per avere un buon rendimento si parla di Q
            10. Un tokamak può teoricamente arrivare a Q=infinito (in funzionamento non pulsato), ovvero spari un po' di energia, "accendi" la reazione, ogni tanto pompi un po' di gas e quello va avanti ad oltranza. Esempio di Q=infinito: il sole.In parole povere il concetto di "scalare" non c'entra col rendimento della macchina, che è sostanzialmente un "guadagno", ma con la capacità massima dell'impianto. In altri termini una macchina con Q=10 significa che ti dà 10 volte quello che immetti. Una macchina Q=10 di dimensione x supporta y watt in ingresso e dà in uscita 10*y watt.Che è l'identico problema che ha IEC (anzi, strutturalmente IEC è molto più complesso di un Tokamak, che è poco più di una ciambella sottovuoto e un po' di avvolgimenti magnetici :D)
            ITER è il classico progetto che governi
            burocratici ed elefantiaci approvano. E che
            fallisce proprio perché è elefantiaco e
            burocratico.Vero anche questo. E' elefantiaco e burocratico. MA è il meglio che si è riusciti a strappare ai politicanti. E aggiungo, il problema principale è che è un oggetto pensato e costruito da fisici invece che da ingegneri, ovvero pensato e costruito per cercare il pelo nel retto della particella xyz, non per produrre energia elettrica (come era stato pensato il "vecchio" ITER).
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: Flatline
            A quanto so è l'IEC in costruzione ora da parte
            dei militari USA ad avere un Q di
            0.1...Stanno iniziando a raccogliere fondi per la progettazione dell'impianto pilota da 100 MWhttp://www.emc2fusion.org/http://iecfusiontech.blogspot.com/http://nextbigfuture.com/2010/03/nebel-comments-and-attempts-to-clarify.htmlDiciamo che dubito che vogliano costruire un impianto pilota con Q di 0.1 o di 1. Q=10 mi pare più realistico.Un Q di 0.1 per 100 MW di output significherebbe 1 GW di input. Cioè una centrale nucleare solo per provarlo. Ne dubito fortemente.
            Che è l'identico problema che ha IEC (anzi,
            strutturalmente IEC è molto più complesso di un
            Tokamak, che è poco più di una ciambella
            sottovuoto e un po' di avvolgimenti magnetici
            :D)Perché, allora Nebel & Co. vanno più velocemente e spendono meno della gente dell'ITER?Comunque, il fatto è che più grande li fai, più diventano efficienti.Nel caso dell'IEC le perdite di elettroni/ioni diminuiscono notevolmente.Quindi Q tende ad aumentare con le dimensioni100 M di $ per costruire un impianto pilota in 4 anni (e vedere se e come funziona o perché non funziona) mi pare molto meglio di 20 anni 10-20 miliardi di euro per avere solo un prototipo (neanche l'impianto pilota).E non è l'unico progetto in competizione con ITER che ha buone speranze di riuscire:http://cosmiclog.msnbc.msn.com/archive/2010/03/23/2237165.aspx
        • Tetsuia scrive:
          Re: Qualcuno dica a Bill...
          da dove hai tirato fuori che la francia ci da scorie radioattive da smaltire? noi semmai non abbiamo mai smaltito le nostre di scorie perchè qualunque soluzione trovata, compresa quella di darle a chi le smaltiva per noi (Gran Bretania)non è piaciuta ai verdi che le preferiscono nelle vasche delle centrali dismesse dove dovrebbero starci solo pochi mesi (sono li da 20 anni e più). il problema italiano è che noi vogliamo tutto senza mai pagare il conto; vogliamo buttare via l'immondizia senza differenziare e senza badare alla quantità, pagare poco o niente e sopratutto non avere discariche davanti a casa, meglio se sono davanti a casa di altri. Vale lo stesso per l'elettricità, ci sono regioni che non hanno centrali e altre che ne hanno più del loro fabbisogno e quando si parla di fare centrali dove non ci sono sorgono proteste. La verità e che se vuoi sXXXXXre poi pulisci, se vuoi fare immondizia poi ti becchi la discarica vicino a casa, se vuoi la luce ti becchi la centrale o stai al buio. in ogni caso se in Germania il costo per le centrali solari è stato alto come descritto in un articolo pochi giorni fa e il ritorno così poco, se i pannelli oggi durano pochi anni, se per una produzione sufficiente al nostro fabbisogno in crescita dovresti coprire l'intera Italia e se solo il 30% di tale energia che non è prodotta in maniera continuativa può essere immessa nel circuito alla fine come risolviamo il problema? onestamente a me di tornare al 1800 con illuminazione a Gas o olio e niente telefono, tv internet etc va anche bene ma a voi?
          • shevathas scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            QUOTONE INTEGRALE
          • Redpill scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: Tetsuia
            da dove hai tirato fuori che la francia ci da
            scorie radioattive da smaltire? noi semmai non
            abbiamo mai smaltito le nostre di scorie perchè
            qualunque soluzione trovata, compresa quella di
            darle a chi le smaltiva per noi (Gran
            Bretania)non è piaciuta ai verdi che le
            preferiscono nelle vasche delle centrali dismesse
            dove dovrebbero starci solo pochi mesi (sono li
            da 20 anni e più). il problema italiano è che noi
            vogliamo tutto senza mai pagare il conto;
            vogliamo buttare via l'immondizia senza
            differenziare e senza badare alla quantità,
            pagare poco o niente e sopratutto non avere
            discariche davanti a casa, meglio se sono davanti
            a casa di altri. Vale lo stesso per
            l'elettricità, ci sono regioni che non hanno
            centrali e altre che ne hanno più del loro
            fabbisogno e quando si parla di fare centrali
            dove non ci sono sorgono proteste. La verità e
            che se vuoi sXXXXXre poi pulisci, se vuoi fare
            immondizia poi ti becchi la discarica vicino a
            casa, se vuoi la luce ti becchi la centrale o
            stai al buio. in ogni caso se in Germania il
            costo per le centrali solari è stato alto come
            descritto in un articolo pochi giorni fa e il
            ritorno così poco, se i pannelli oggi durano
            pochi anni, se per una produzione sufficiente al
            nostro fabbisogno in crescita dovresti coprire
            l'intera Italia e se solo il 30% di tale energia
            che non è prodotta in maniera continuativa può
            essere immessa nel circuito alla fine come
            risolviamo il problema? onestamente a me di
            tornare al 1800 con illuminazione a Gas o olio e
            niente telefono, tv internet etc va anche bene ma
            a
            voi?Allora meno male che dopodomani avremo già le centrali. Anzi no, c'è il Berlusca, lui le fa anche domani. E sarà energia economica (non pagheremo mica nessuno per la costruzione delle centrali nei prossimi 20 anni!) e soprattutto saranno l'ultima tecnologia, la più pulita e funzionale. Mica mettiamo quella vecchia, costosa e inutile in Italia (si invece).Oltretutto con le nostre illimitate scorte di combustibile sarà una passeggiata.Ah un impianto fotovoltaico dura pochi anni è vero, 25/30 circa.Poi torniamo al discorso della discarica sotto casa. Immagino che tu ti offra volontario per avere le scorie in cantina, perché le centrali che avremo noi di scorie ne produrranno.E veniamo allo smaltimento, i verdi rompono eh? Dovremmo dare le scorie alla G.Bretagna o magari ai cugini francesi, visto che loro le vanno a seppellire in Siberia:http://www.aamterranuova.it/article3902.htmhttp://www.giann.net/?p=533http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=28466
          • gerry scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: Redpill

            Allora meno male che dopodomani avremo già le
            centrali. Anzi no, c'è il Berlusca, lui le fa
            anche domani. Ma non in Puglia, che ci sono le elezionihttp://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/bari/notizie/politica/elezioni_puglia2010/notizie/berlusconi-centrali-nucleari-puglia-non-ne-ha-bisogno-1602711845478.shtml

            Poi torniamo al discorso della discarica sotto
            casa. Immagino che tu ti offra volontario per
            avere le scorie in cantina, perché le centrali
            che avremo noi di scorie ne
            produrranno.Questa è una fallacy. Il discorso è sempliceVuoi l'energia? Paghi i costi. Fine.L'unico modo di non avere scorie, fumi, fanghi, ceneri e quant'altro e rinunciare all'energia.L'equazione la scoria è brutta = non si deve aprire la centrale è fallace, stai tacendo il punto nodale che se non apri la centrale devi restare al buio.Un discorso sensato è 1) quanta energia ci serve2) da dove la prendiamo e quanto ci costa ogni metodo, dove costa non si riferisce solo ai soldi ma anche ai problemi che causerà la tecnologia. Dalle scorie ai brutti mulini a vento che deturpano il paesaggio.
        • nunno scrive:
          Re: Qualcuno dica a Bill...
          - Scritto da: Redpill
          - Scritto da: lellykelly

          o diminuisce la popolazione o il nucleare e
          l'ogm

          ci manterranno in

          vita.

          Fino a che fra 50 anni, con il reattore in
          oggetto, ma molti meno con quelli che verranno
          costruiti nel paese della "monnezza" (Italia) non
          sapremo dove mettere le scorie
          nucleari.

          Ps: già non sappiamo dove mettere le scorie che
          ci da la Francia per l'energia che acquistiamo
          prodotta dalle loro centrali
          nucleari.

          A quel punto OGM o no avremo campi inquinati
          perché la mafia avrà seppellito lì le
          scorie....Così avremo risolto anche un altro problema...
          E il sole continua a irrorarci di energia
          gratuita inutilizzata, e il vento fa altrettanto,
          e le maree pure, e l'acqua dei fiumi idem... e si
          continua a dire che il nucleare è la scelta
          giusta.Bravo metti il ventilatore in balcone e fatti funzionare il PC con il vento, metti due uova al sole del tuo balcone e fatti cuocere il pranzo, metti la macchina nel fiume e fatti una bella gita...
          • per ridere scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...

            Bravo metti il ventilatore in balcone e fatti
            funzionare il PC con il vento, metti due uova al
            sole del tuo balcone e fatti cuocere il pranzo,
            metti la macchina nel fiume e fatti una bella
            gita...cleverness fail!!non basta il sarcasmo per dimostrare intelligenza
      • Africano scrive:
        Re: Qualcuno dica a Bill...
        - Scritto da: lellykelly
        o diminuisce la popolazioneSembra che ciò dipenda dal grado di benessere e che il futuro potrebbe presentare proprio il problema opposto, oltre che recenti teorie mostrano che c'è un limite naturale alla sovrappopolazione, forse già in atto.
        o il nucleare e l'ogm
        ci manterranno in
        vita.Hai presente l'opposto? Giusto quello penso. Il sole da già tutto il nucleare che potrebbe servire, a distanza conveniente, con quello nostro riusciamo a farci male per migliaia di anni, anzi non sembra che si sia trovato niente di più micidiale e pericoloso così quando sento parlare di nucleare a fini energetici penso che non si conoscano le radiazioni.Il guaio degli ogm è che sono prodotti industrialmente con criteri di sfruttamento industriale delle risorse, anche se i campi non sono joint venture, e che per esigenze industriali devono rinunciare alla diversità e le coltivazioni uguali cancellerebbero le diversità più naturali, che per la natura è sinonimo stesso di ricchezza, e non solo per la natura. E mi fido molto meno di laboratori di industrie quotate in borsa con speculazioni di scommettitori su speculazioni di altri scommettitori che del vino del contadino.Imho, noi sfruttiamo la natura per farle seguire i nostri mercati mentre dovremmo far produrre alla natura al meglio in ogni posto e il mercato seguire la natura.
        • Tetsuia scrive:
          Re: Qualcuno dica a Bill...
          il sole oggi non può darci l'energia che ci serve, domani probabile ma oggi non può a meno di coprire il pianeta intero di pannelli solari che per tua informazioni sono inquinanti nel ciclo di produzione. Bella cosa l'energia solare ma forse tra 50 anni e fino ad allora come ci vuoi andare? a gasolio?
          • Eretico scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            Basterebbe che uno stato serio si impegnasse a provvedere che in ogni casa venissero installati i pannelli fotovoltaici. Sarebbe un'investimento per il futuro perchè ridurrebbe notevolmente la richiesta di energia e di conseguenza verrebbe ridotta anche l'importazione di energia dall'estero. Sarebbe già un bel passo avanti. Le tecnologie ci sono, basta usarle. Poi fra 50 anni vedremo come saremo messi con i reattori a fusione e se sarà il caso di usarli. Attualmente il nucleare in Italia è un'assurdità estremamente pericolosa. L'abbiamo già sperimentato e si sono visti i risultati. Meglio seguire altre strade. Magari più lunghe, ma di sicuro più sicure.
          • shevathas scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: Eretico
            Basterebbe che uno stato serio si impegnasse a
            provvedere che in ogni casa venissero installati
            i pannelli fotovoltaici. Sarebbe un'investimento
            per il futuro perchè ridurrebbe notevolmente la
            richiesta di energiaPurtroppo la situazione non è così rosea, potrebbe ridurla parzialmente in estate nelle giornate soleggiate in cui si usano molto i condizionatori. Per il resto il solare è inaffidabile nel senso che non hai una potenza erogata costante nel tempo; per questo motivo non puoi coprire più di un 2%/3% di richiesta. Di più avresti una rete instabile con troppi sbalzi di tensione che si tradurrebbero anche nell'uso di generatori di emergenza e di accumulatori. Ed entrambi hanno un impatto ecologico abbastanza pesante.
            fusione e se sarà il caso di usarli. Attualmente
            il nucleare in Italia è un'assurdità estremamente
            pericolosa. L'abbiamo già sperimentato e si sono
            visti i risultati. Meglio seguire altre strade.
            Magari più lunghe, ma di sicuro più
            sicure.le fobie per chernobyl ? in italia siamo circondati da reattori, l'enel li sta piazzando anche in croazia. Come al solito basta non vederli per far finta che non ci siano.
          • ad_maiora scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            Giusto per ricordare che i pannelli solari non cadono dal cielo già pronti, bisogna costruirli e quindi consumare energia, bisogna smaltire le scorie derivanti dalla produzione in impianti di trattamento e neutralizzazione (che producono fanghi inerti da stoccare o riutilizzare altrimenti) e che richiedono altra energia.Bisogna ricordarle queste cose altrimenti si generano nelle persone false illusioni.Inoltre di sera il rendimento dei pannelli fotovoltaici è nullo e quindi se non vogliamo restare al buio, ecc. l'energia elettrica da qualche altra parte dobbiamo ottenerla.Suggerirei qualche lettura come questahttp://www.ilgiornale.it/interni/il_grande_flop_fotovoltaico/22-03-2010/articolo-id=431445-page=0-comments=1al posto dei proclami dei soliti eco-talebani. La verità sta sempre nel mezzo.Un saluto a tutti
          • Redpill scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: ad_maiora
            Giusto per ricordare che i pannelli solari non
            cadono dal cielo già pronti, bisogna costruirli e
            quindi consumare energia, bisogna smaltire le
            scorie derivanti dalla produzione in impianti di
            trattamento e neutralizzazione (che producono
            fanghi inerti da stoccare o riutilizzare
            altrimenti) e che richiedono altra
            energia.Piccola aggiunta, la costruzione dei pannelli avviene riciclando parti di circuiti elettronici ormai da rottamare.
            Bisogna ricordarle queste cose altrimenti si
            generano nelle persone false
            illusioni.Un po' come il nucleare come energia pulita, illimitata e soprattutto sicura. Ti ricordo che nel nostro paese vengono seppelliti rifiuti di ogni tipo in campi e finisce tutto nelle falde acquifere.
            Inoltre di sera il rendimento dei pannelli
            fotovoltaici è nullo e quindi se non vogliamo
            restare al buio, ecc. l'energia elettrica da
            qualche altra parte dobbiamo
            ottenerla.
            Ciò che produciamo di giorno non è necessariamente usato al 100% e la sovrapproduzione finisce in accumulo che si può usare di notte. Certo questo con un consumo intelligente che non sappiamo fare.
            Suggerirei qualche lettura come questa

            http://www.ilgiornale.it/interni/il_grande_flop_fo

            al posto dei proclami dei soliti eco-talebani. La
            verità sta sempre nel
            mezzo.

            Un saluto a tuttiSe cerchi verità non leggere il Giornale per favore. Nemmeno l'Unità, intendiamoci.
          • ad_maiora scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: Redpill

            Se cerchi verità non leggere il Giornale per
            favore. Nemmeno l'Unità,
            intendiamoci.Normalmente non leggo né l'uno né l'altra ma seguo con interesse il lavoro di Franco Battaglia e del quale ho trovato questo articolo via Google.Personalmente non mi interessa conoscere il colore politico delle persone ma quello che pensano (sempre se lo pensano e non ripetono frasi fatte).Ciao
          • Eretico scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: ad_maiora
            Giusto per ricordare che i pannelli solari non
            cadono dal cielo già pronti, ...Pannelli fotovoltaici, non solari.
            ...bisogna costruirli ...Anche le centrali devi costruirle.
            ... e
            quindi consumare energia, bisogna smaltire le
            scorie derivanti dalla produzione in impianti di
            trattamento e neutralizzazione (che producono
            fanghi inerti da stoccare o riutilizzare
            altrimenti) e che richiedono altra
            energia.Appunto, come le centrali.
            Bisogna ricordarle queste cose altrimenti si
            generano nelle persone false
            illusioni.Certo, le tue...Spiegami dove e come intendi smaltirle le scorie. Sentiamo...
            Inoltre di sera il rendimento dei pannelli
            fotovoltaici è nullo e quindi se non vogliamo
            restare al buio, ecc. l'energia elettrica da
            qualche altra parte dobbiamo
            ottenerla.FAIL ! Di notte utilizzi l'energia della rete normale.Infatti non ho detto che elimini il consumo di energia. Ho detto che la riduci e non di poco.
            Suggerirei qualche lettura come questa

            http://www.ilgiornale.it/interni/il_grande_flop_fo

            al posto dei proclami dei soliti eco-talebani. La
            verità sta sempre nel
            mezzo.

            Un saluto a tuttiMa chi li ha fatti i proclami ?!! La verità sta nel mezzo ? Ma se confondi i pannelli solari con quelli fotovoltaici e poi pretendi di dire a me di andare ad informarmi ?!! Ma se non sai nenache come funzionano. Basta leggere l'assurdità che hai scritto in merito alla notte. Ma informati tu piottosto. Non distingui due cose e poi vuoi le centrali nucleari. Bene. Fattene costruire una sotto casa tua visto che ci tieni tanto. Tra le altre cose confondi un eco-talebano, che non sono, con uno che cerca di usare il cervello.Ma fammi il piacere va...
          • ad_maiora scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: Eretico
            - Scritto da: ad_maiora

            Giusto per ricordare che i pannelli solari non

            cadono dal cielo già pronti, ...

            Pannelli fotovoltaici, non solari.Giusto. Allora pannelli solari fotovoltaici. Così va meglio?


            ...bisogna costruirli ...

            Anche le centrali devi costruirle.
            Infatti. Come sempre conta il bilancio energetico [energia prodotta nel ciclo di vita] -[energia utilizzata per la costruzione] -[energia utilizzata per la conduzione/manutenzione dell'impianto] -[energia per lo smaltimento]Quello di una centrale mi risulta essere superiore a quello dei pannelli solari fotovoltaici.

            ... e

            quindi consumare energia, bisogna smaltire le

            scorie derivanti dalla produzione in impianti di

            trattamento e neutralizzazione (che producono

            fanghi inerti da stoccare o riutilizzare

            altrimenti) e che richiedono altra

            energia.

            Appunto, come le centrali.Certo. Ma siccome qualcosa bisogna fare, facciamolo ottenendo il massimo risultato possibile e non sperperiamo le risorse che sono comunque limitate.

            Bisogna ricordarle queste cose altrimenti si

            generano nelle persone false

            illusioni.

            Certo, le tue...Io non sono illuso che con le energie rinnovabili si possa soddisfare il fabbisogno mondiale. Mi pare che da un pò di tempo a questa parte, invece, ci stiano "inculcando" questa idea compresa quella del riscaldamento globale

            Basterebbe che uno stato serio si impegnasse a provvedere che in ogni

            casa venissero installati i pannelli fotovoltaici.mi sembra che l'illuso non sia io
            Spiegami dove e come intendi smaltirle le scorie.
            Sentiamo...Come vengono smaltite ora

            Inoltre di sera il rendimento dei pannelli

            fotovoltaici è nullo e quindi se non vogliamo

            restare al buio, ecc. l'energia elettrica da

            qualche altra parte dobbiamo

            ottenerla.

            FAIL ! Di notte utilizzi l'energia della rete
            normale.
            Infatti non ho detto che elimini il consumo di
            energia. Ho detto che la riduci e non di
            poco.Di quanto? Il termine "poco" non è molto preciso.Inoltre la gestione della rete elettrica non è così semplice come si possa pensare. Occorre mantenere comunque attive le centrali come backup in caso di diminuzione della potenza erogata dai pannelli perché altrimenti ci sono continui black-out dovuti alle fluttuazioni.


            Suggerirei qualche lettura come questa




            http://www.ilgiornale.it/interni/il_grande_flop_fo



            al posto dei proclami dei soliti eco-talebani.
            La

            verità sta sempre nel

            mezzo.



            Un saluto a tutti

            Ma chi li ha fatti i proclami ?!! La verità sta
            nel mezzo ? Ma se confondi i pannelli solari con
            quelli fotovoltaici e poi pretendi di dire a me
            di andare ad informarmi ?!! Ma se non sai nenache
            come funzionano. Invece ne conosco bene sia il funzionamento che i processi produttivi.
            Basta leggere l'assurdità che
            hai scritto in merito alla notte. Ma informati tu
            piottosto. Non distingui due cose e poi vuoi le
            centrali nucleari. Ecco un altro depositario delle verità assolute
            Bene. Fattene costruire una
            sotto casa tua visto che ci tieni tanto.Perché no. Così magari iniziamo a pagare l'energia come negli altri paesi sviluppati.


            Tra le altre cose confondi un eco-talebano, che
            non sono, con uno che cerca di usare il
            cervello.

            Ma fammi il piacere va...Nessuno ti ha detto questo. Mi riferivo in generale a chi per partito preso ci vuol far credere che con le energie rinnovabili risolveremo tutti i nostri problemi energetici.
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            Quale parte di "inerti" non capisci?Se i fanghi sono inerti, vuol dire che non sono inquinanti.A Marghera c'erano due navi che li caricavano ogni giorno per scaricarli nell'Adriatico. Questo per un paio di decenni, almeno.I fanghi inerti hanno solo il problema di occupare un mucchio di spazio.Inquinano quanto la creta o la sabbia, per il resto.
          • painlord2k scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: ad_maiora
            Giusto per ricordare che i pannelli solari non
            cadono dal cielo già pronti, bisogna costruirlibisogna anche installarli.E della gente deve salire sui tetti per farlo.E alcuni cadranno da quei tetti mentre li installano.Questi li mettiamo in conto come "morti causati dall'energia solare" oppure no? Ovviamente non vanno sui giornali e non fanno notizia, ma morti e menomati restano.
          • Funz scrive:
            Re: Qualcuno dica a Bill...
            - Scritto da: Tetsuia
            il sole oggi non può darci l'energia che ci
            serve, domani probabile ma oggi non può a meno di
            coprire il pianeta intero di pannelli solari che
            per tua informazioni sono inquinanti nel ciclo di
            produzione. Bella cosa l'energia solare ma forse
            tra 50 anni e fino ad allora come ci vuoi andare?
            a
            gasolio?Non è affatto buia come pensi, informati un po' meglio... prova a guardare il progetto Desertec tanto per iniziare
    • alexjenn scrive:
      Re: Qualcuno dica a Bill...
      - Scritto da: cocacola pepsicola ossoduro.. .
      ...che se il reattore va in crash, non basterà
      riavviare il
      sistema...Cambieranno il comando CTRL+ALT+DEL in CTRL+DEL+ALTPer forza.
    • sylvaticus scrive:
      Re: Qualcuno dica a Bill...
      facile ma fantastica!
  • disilluso scrive:
    usa=cancro,tumori,ec..
    perchè se la prendono sempre con gli iraniani?e non venitemi a raccontare che vogliono bombardare israele!?! (farebbero bene)
    • Internetcrazia scrive:
      Re: usa=cancro,tumori,ec..
      - Scritto da: disilluso
      perchè se la prendono sempre con gli iraniani?
      e non venitemi a raccontare che vogliono
      bombardare israele!?! (farebbero
      bene)non solo ti quoto ma...il nucleare è il futuro? Peccato! dovrò buttare il mio caricabatterie solare..
    • painlord2k scrive:
      Re: usa=cancro,tumori,ec..
      - Scritto da: disilluso
      perchè se la prendono sempre con gli iraniani?
      e non venitemi a raccontare che vogliono
      bombardare israele!?! (farebbero
      bene)Guarda, un antisemita.
      • ciccio pasticcio scrive:
        Re: usa=cancro,tumori,ec..
        Ma perchè ogni volta che si critica israele salta fuori l'antisemitismo?Spero che il tuo fosse sarcasmo... in caso contrario sappi che israele != razza ebraica
        • attonito scrive:
          Re: usa=cancro,tumori,ec..
          - Scritto da: ciccio pasticcio
          Ma perchè ogni volta che si critica israele salta
          fuori
          l'antisemitismo?
          Spero che il tuo fosse sarcasmo... in caso
          contrario sappi che

          israele != razza ebraicacredevo fossimo tutti parte della razza umana....Regolina: se Soggetto_A si accoppia con Soggetto_B e generano figli a loro volta in grado di generare figli, allora Soggetto_A e Soggetto_B fanno parte della stessa razza.
Chiudi i commenti