Italiani, navigatori senza rete

A internet preferiscono ancora il telecomando e il telefonino. E nonostante la crescita della diffusione di PC, per la banda larga sono ancora il fanalino di coda d'Europa

Roma – L’ultimo rapporto ISTAT “Cittadini e Nuove tecnologie” evidenzia qualche passo avanti dell’Italia per quanto riguarda la diffusione di PC, Internet e Banda Larga . Ma, nonostante questo, si tratta di un Paese che resta ancora indietro rispetto alla media europea.

Rispetto al 2010 cresce lievemente la quota delle famiglie in possesso di un PC (dal 57,6 al 58,8 per cento), e un po’ di più quelle che hanno l’accesso a Internet (dal 52,4 al 54,5 per cento) e quelle con una connessione a banda larga (dal 43,4 al 45,8 per cento): numeri comunque non eccezionali, soprattutto se si guarda al resto d’Europea.

Considerando, infatti, le famiglie con almeno un componente tra i 16 e i 74 anni che possiede un accesso a Internet da casa, a fronte di una media europea pari al 73 per cento, l’Italia si posiziona solo al ventiduesimo posto, con un valore pari al 62 per cento ed equivalente a quello registrato per la Lituania . Le maggiori differenze si possono individuare tra nuclei con capofamiglia operai o dirigenti: 24 i punti percentuali di distinzione a favore di questi ultimi. Fattore di spinta per la connessione di un nucleo familiare è poi soprattutto la presenza di almeno un minorenne : di queste famiglie è l’84,4 per cento ad avere un PC, il 78,9 ad avere accesso a Internet e il 68 connessione a banda larga.

Le famiglie delle regioni del Centro e del Nord Italia si confermano maggiormente connesse: il 61 per cento di queste hanno un PC e il 56 una connessione Internet (e il 49 la banda larga), rispetto al 53 per cento delle famiglie del Sud che hanno un PC, il 48,6 con una connessione e appena il 37,5 con banda larga. Anche guardando solo alla frazione delle famiglie con minorenni, tuttavia, i numeri per quanto positivi e in miglioramento stonano ancora con i numeri del televisore (che ha una penetrazione del 96) e del digitale terrestre che, nonostante sia arrivato da poco, è già presente nel 67 per cento delle case: queste due tecnologie insieme al cellulare (che ha un tasso di penetrazione del 91,6 per cento) rappresentano ancora incontrastate i device tecnologici maggiormente apprezzati dagli italiani.

Diversi i motivi che tengono gli Italiani lontani dalla Rete: “Il 41,7 per cento delle famiglie – si legge nel Rapporto ISTAT – dichiara di non possedere l’accesso a Internet perché non ha le competenze per utilizzarlo; il 26,7 per cento considera Internet inutile e non interessante, il 12,7 per cento non ha accesso a Internet da casa perché accede da un altro luogo, l’8,5 per cento perché considera costosi gli strumenti necessari per connettersi e il 9,2 per cento perché ritiene eccessivo il costo del collegamento”.

Per quanto riguarda invece chi utilizza Internet, negli ultimi tre mesi costoro hanno utilizzato la Rete prevalentemente per spedire o ricevere email (80,7 per cento) e per cercare informazioni su merci e servizi (68,2), ed è cresciuta rispetto al 2010 la quota di coloro che usano Internet per leggere news o giornali online (più 7 punti percentuali).

In generale nel 2011 il 53,8 per cento ha consultato un wiki per acquisire informazioni, il 48,1 per cento ha creato un profilo utente, inviato messaggi o altro su Facebook o Twitter. I social network sono stati poi utilizzati anche come strumento di informazione e comunicazione su temi sociali o politici (22,8 per cento). Minoritario, ancora, l’utilizzo del Web per partecipare a consultazioni o votazioni su problemi sociali o politici, come ad esempio per firmare una petizione (8,6 per cento), o per partecipare a network professionali come LinkedIn e Xing (8,3).

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • say no scrive:
    mica facile craccare ...
    per tutti quelli che non capiscono o sottovalutano la portata del "problema":http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=11873
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: mica facile craccare ...
      - Scritto da: say no
      per tutti quelli che non capiscono o
      sottovalutano la portata del
      "problema":
      http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=11Questo dimostar solo due cose:1. che il TPM non protegge in modo efficace i tuoi dati se ti rubano il PC, molto megli a quel punto usare un software come truecrypt2. Che il TPM non serve ad un tubo per proteggere contenuti multimediali, in quanto alla fine per quanto difficoltoso od oneroso ci sarà sempre qualcuno pronto a diffondere i dati su internet.
  • uno qualsiasi scrive:
    C'è già, e non serve a una ceppa
    Le normali schede SD (quelle delle macchine fotografiche) supportano un sistema DRM a livello hardware. E non serve a niente, visto che su di esse vengono continuamente salvati film, mp3 ecc...Il drm fatto così serve solo se il file da proteggere viene fornito criptato: se ho il file in chiaro, il drm hardware resta inerte. E se l'utente può scegliere tra avere il file con drm, pagando, o il file in chiaro, copiabile ovunque, e gratis, cosa sceglierà?
    • MacGeek scrive:
      Re: C'è già, e non serve a una ceppa
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Il drm fatto così serve solo se il file da
      proteggere viene fornito criptato: se ho il file
      in chiaro, il drm hardware resta inerte. E <b
      se
      l'utente può scegliere </b
      tra avere il file con drm,
      pagando, o il file in chiaro, copiabile ovunque,
      e gratis, cosa sceglierà?Infatti non penso che la major vorranno per sempre lasciarti la possibilità di questa scelta!!
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: C'è già, e non serve a una ceppa
        - Scritto da: MacGeek
        - Scritto da: uno qualsiasi

        Il drm fatto così serve solo se il file da

        proteggere viene fornito criptato: se ho il
        file

        in chiaro, il drm hardware resta inerte. E
        <b

        se

        l'utente può scegliere </b
        tra avere
        il file con
        drm,

        pagando, o il file in chiaro, copiabile
        ovunque,

        e gratis, cosa sceglierà?

        Infatti non penso che la major vorranno per
        sempre lasciarti la possibilità di questa
        scelta!!Quello che le majors vogliono o non vogliono è del tutto irrilevante, perchè non influisce su ciò che si può o non si può fare tecnicamente.
        • Get Real scrive:
          Re: C'è già, e non serve a una ceppa
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Quello che le majors vogliono o non vogliono è
          del tutto irrilevanteI governi non la pensano così, visto che si affrettano a promulgare leggi su loro ordine.
          perchè non influisce su
          ciò che si può o non si può fare
          tecnicamente.La tecnologia sta dalla parte di chi ha più mezzi: le major ne hanno di più. Quello che ha ostacolato finora il loro incontrastato dominio è stata l'inerzia insita nelle grandi organizzazioni.Ora le cose sono cambiate.Gli utenti pagheranno anche solo per pensare ai contenuti. L'intero mondo sarà rifatto per volontà e ordine della Grande Economia.
          • Sgabbio scrive:
            Re: C'è già, e non serve a una ceppa
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Quello che le majors vogliono o non vogliono
            è

            del tutto irrilevante

            I governi non la pensano così, visto che si
            affrettano a promulgare leggi su loro
            ordine.


            perchè non influisce su

            ciò che si può o non si può fare

            tecnicamente.

            La tecnologia sta dalla parte di chi ha più
            mezzi: le major ne hanno di più. Quello che ha
            ostacolato finora il loro incontrastato dominio è
            stata l'inerzia insita nelle grandi
            organizzazioni.

            Ora le cose sono cambiate.

            Gli utenti pagheranno anche solo per pensare ai
            contenuti. L'intero mondo sarà rifatto per
            volontà e ordine della Grande
            Economia.(troll1)(troll)(troll)(troll)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: C'è già, e non serve a una ceppa

            I governi non la pensano così, visto che si
            affrettano a promulgare leggi su loro
            ordine.E a disfarle pochi giorni dopo.


            perchè non influisce su

            ciò che si può o non si può fare

            tecnicamente.

            La tecnologia sta dalla parte di chi ha più
            mezziMa dove l'hai sentita questa idiozia?
            : le major ne hanno di più. Quello che ha
            ostacolato finora il loro incontrastato dominio è
            stata l'inerzia insita nelle grandi
            organizzazioni.Più grossi sono, più rumore fanno cadendo. Hanno scelto una direzione, e non possono fermarsi in tempo per evitare di cadere nel baratro.

            Ora le cose sono cambiate.Già: ora guadagnano di meno, e il loro potere è destinato a decrescere.

            Gli utenti pagheranno anche solo per pensare ai
            contenuti. Allora puoi stare tranquillo: tu non pagherai nulla, visto che il tuo pensiero è il vuoto totale.
            L'intero mondo sarà rifatto per
            volontà e ordine della Grande
            Economia.Come fai a vivere, con questa angoscia?
    • Nonsen Esce scrive:
      Re: C'è già, e non serve a una ceppa
      E' un cifratura in cui le chiavi di decifrazione devono essere dentro tutti i device di lettura. Una protezione perfetta in questi casi è impossibile come ha già dimostrato il caso di deCSS.Inoltre poiché il contenuto deve arrivare agli occhi o alle orecchie il modo di copiarlo si trova per forza, anche se la chiave di cifratura fosse personalizzata per il singolo acquirente (prima o poi ci si arriverà con la produzione all'istante del supporto e una legge che richieda l'identificazione obbligatoria dell'acquirente).
      • MacGeek scrive:
        Re: C'è già, e non serve a una ceppa
        - Scritto da: Nonsen Esce
        E' un cifratura in cui le chiavi di decifrazione
        devono essere dentro tutti i device di lettura.
        Una protezione perfetta in questi casi è
        impossibile come ha già dimostrato il caso di
        deCSS.I DVD hanno le chiavi di cifratura nel DVD stesso (nascoste). In più sono riusciti a scoprire l'algoritmo da un lettore che permetteva acXXXXX al suo codice di decodifica (cosa che tipicamente non è).Qui, come detto in altri post, la situazione è ben diversa.
  • Enjoy with Us scrive:
    alla redazione...
    ... ma sta pubblicità così invasiva è proprio indispensabile?Io non credo proprio che possa interessare un qualsivoglia lettore, anzi caso mai lo infastidisce e lo spinge a cambiare sito e a non comprare il prodotto reclamizzato!La pubblicità che dovreste mettere è non una pubblicità generalista invasiva, ma dei banner non invasivi ma ben visibili di prodotti del panorama informatico!
    • claudio scrive:
      Re: alla redazione...
      usa AdBlock
    • Attonito scrive:
      Re: alla redazione...
      provoxy e adblock e glielo dai tranquillamente in XXXX a PI/libero epubblicita' varia.
    • doc allegato velenoso scrive:
      Re: alla redazione...
      Ma c'è pubblicità su PI?Boh... io non vedo nulla :pNon tanto per la pubblicità ma per non venir tracciati instalaltave anche questohttp://www.ghostery.com/disponibile come estensione per tutti i browser anche per quella ciofeca di InterDet ExploDer :D
      • panda rossa scrive:
        Re: alla redazione...
        - Scritto da: doc allegato velenoso
        Ma c'è pubblicità su PI?
        Boh... io non vedo nulla :pDevi usare IE.
        disponibile come estensione per tutti i browser
        anche per quella ciofeca di InterDet ExploDer
        :DNon ci credo, non e' possibile!!!!
        • doc allegato velenoso scrive:
          Re: alla redazione...
          Devi credermi, ci ho provato a usare IE ma il medico me lo ha proibito.Dice che l'XXXXXXXtura mi fa salire la pressione.
          • panda rossa scrive:
            Re: alla redazione...
            - Scritto da: doc allegato velenoso
            Devi credermi, ci ho provato a usare IE ma il
            medico me lo ha
            proibito.
            Dice che l'XXXXXXXtura mi fa salire la pressione.E allora non puoi vedere i banner pubblicitari invasivi.Mi spiace per te.Comunque, se puo' esserti di consolazione, pure io ho il tuo stesso problema e sono costretto a rinunciare ai banner.
          • doc allegato velenoso scrive:
            Re: alla redazione...
            Mal comune mezzo gaudio :D
          • doc allegato velenoso scrive:
            Re: alla redazione...
            Anzi... mal comune TUTTO gaudio!
          • Pino scrive:
            Re: alla redazione...
            - Scritto da: doc allegato velenoso
            Anzi... mal comune TUTTO gaudio!Banner??? quali banner???
    • Nonsen Esce scrive:
      Re: alla redazione...
      AdBlock + NoScript.NoScript ha anche il beneficio che ti/mi/ci toglie la voglia di commentare a c... su PI e tanti altri siti. Quasi sempre infatti i commenti funzionano solo con javascript abilitato e così devi prima cliccare nel menu di NoScript per dargli il permesso temporaneo di far girare gli script del sito.Qui adesso gli ho dato l'ok per quelli di PI ma non stanno girando quelli di doubleckick, libero, imrworldwide e google analytics che normalmente PI richiede. E questo è un sito che carica pochi javascript, dovreste vedere techcrunch!
      • panda rossa scrive:
        Re: alla redazione...
        - Scritto da: Nonsen Esce
        AdBlock + NoScript.

        NoScript ha anche il beneficio che ti/mi/ci
        toglie la voglia di commentare a c... su PI e
        tanti altri siti. Quasi sempre infatti i commenti
        funzionano solo con javascript abilitato e così
        devi prima cliccare nel menu di NoScript per
        dargli il permesso temporaneo di far girare gli
        script del
        sito.

        Qui adesso gli ho dato l'ok per quelli di PI ma
        non stanno girando quelli di doubleckick, libero,
        imrworldwide e google analytics che normalmente
        PI richiede. E questo è un sito che carica pochi
        javascript, dovreste vedere
        techcrunch!E solo questione di qualche giorno, poi li individui tutti, i siti invasivi.Flagghi come non fidato, e sei a posto per sempre.Poi un giorno ne spunta un altro, guardi cos'e', e metti in black list pure quello.Si fa in fretta ad abituarsi ad un web pulito, essenziale e senza robaccia invasiva, tanto che quando capita di accedere da un altro computer senza filtri uno si chiede "ma che sito e' questo?"
  • Enjoy with Us scrive:
    Che cosa inutile...
    Anzi controproducente per loro, in pratica con il loro sistema chi compra legalmente un film si trova vincolato a vederlo solo su determinate piattaforme già predefinite dal produttore, mentre il pirata, si scricherà da internet dei file "puliti" che poi potrà gestire come meglio crede... perchè mai a quel punto uno dovrebbe pagare per avere la copia "legale"?Qualità sovrapponibile, costo ben più elevato e dulcis in fundo visione limitata ai dispositivi predeterminati dal produttore?Tanto il Bluray è già stato craccato, HDMI è già stato craccato, quindi anche se non dovessero craccare quest'ultimo sistema di cifratura (cosa piuttosto improbabile), il film verrà comunque copiato e reso disponibile sui normali canali p2p....Ma guarda come spendono male i loro soldi!
    • panda rossa scrive:
      Re: Che cosa inutile...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Anzi controproducente per loro, in pratica con il
      loro sistema chi compra legalmente un film si
      trova vincolato a vederlo solo su determinate
      piattaforme già predefinite dal produttore,
      mentre il pirata, si scricherà da internet dei
      file "puliti" che poi potrà gestire come meglio
      crede... perchè mai a quel punto uno dovrebbe
      pagare per avere la copia
      "legale"?
      Qualità sovrapponibile, costo ben più elevato e
      dulcis in fundo visione limitata ai dispositivi
      predeterminati dal
      produttore?
      Tanto il Bluray è già stato craccato, HDMI è già
      stato craccato, quindi anche se non dovessero
      craccare quest'ultimo sistema di cifratura (cosa
      piuttosto improbabile), il film verrà comunque
      copiato e reso disponibile sui normali canali
      p2p....
      Ma guarda come spendono male i loro soldi!Esattamente come per i games.Uno compra il game, poi si rende conto che ha un sacco di limitazioni: deve tenere il disco nel lettore, deve avere la connessione alla rete, deve fare questo e quello...E allora dopo aver acquistato, si procura il crack.Col gioco successivo si procura direttamente il crack.
      • Ozymandias scrive:
        Re: Che cosa inutile...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Anzi controproducente per loro, in pratica
        con
        il

        loro sistema chi compra legalmente un film si

        trova vincolato a vederlo solo su determinate

        piattaforme già predefinite dal produttore,

        mentre il pirata, si scricherà da internet
        dei

        file "puliti" che poi potrà gestire come
        meglio

        crede... perchè mai a quel punto uno dovrebbe

        pagare per avere la copia

        "legale"?

        Qualità sovrapponibile, costo ben più
        elevato
        e

        dulcis in fundo visione limitata ai
        dispositivi

        predeterminati dal

        produttore?

        Tanto il Bluray è già stato craccato, HDMI è
        già

        stato craccato, quindi anche se non dovessero

        craccare quest'ultimo sistema di cifratura
        (cosa

        piuttosto improbabile), il film verrà
        comunque

        copiato e reso disponibile sui normali canali

        p2p....

        Ma guarda come spendono male i loro soldi!

        Esattamente come per i games.
        Uno compra il game, poi si rende conto che ha un
        sacco di limitazioni: deve tenere il disco nel
        lettore, deve avere la connessione alla rete,
        deve fare questo e
        quello...
        E allora dopo aver acquistato, si procura il
        crack.

        Col gioco successivo si procura direttamente il
        crack.Anche perché a volte il DRM addirittura impedisce al gioco (originale) di partire. vedi i casi di Westwood e Blizzard con Starcraft II...
  • Fetente scrive:
    eccome no, come l'HDMI di Intel...
    ...che manco ha fatto in tempo a diffondersi come standard definitivo, e già lo hanno stracraccato...ridicoli
  • hal scrive:
    copia punto a punto
    vorrei capire come faranno ad impedirla...visto che presumo le "stamperanno" in serie, o per ognuna scrivono contenuto diverso per la cifratura?
    • say no scrive:
      Re: copia punto a punto
      - Scritto da: hal
      vorrei capire come faranno ad impedirla...visto
      che presumo le "stamperanno" in serie, o per
      ognuna scrivono contenuto diverso per la
      cifratura?fanno che usano un sistema drm/tc: nei dispositivi (sia di lettura che di riproduzione) c'è un chip crittografico che contiene la chiave (che è praticamente ILLEGGIBILE)... non serve a nulla copiare il supporto o interporsi tra lettore e riproduttore: l'unica cosa che si ottiene è un bel pacco di bit criptati...
      • MacGeek scrive:
        Re: copia punto a punto
        Sai dirmi meglio come funziona questo sistema?Quindi la chiave la mettono direttamente nel chip?Ma è sempre la stessa o cambia dinamicamente? E in questo caso come si sincronizzano i vari chip?
        • krane scrive:
          Re: copia punto a punto
          - Scritto da: MacGeek
          Sai dirmi meglio come funziona questo sistema?
          Quindi la chiave la mettono direttamente nel chip?
          Ma è sempre la stessa o cambia dinamicamente? E
          in questo caso come si sincronizzano i vari
          chip?http://www.no1984.org/Talkhttp://archives.govt.nz/advice/continuum-resource-kit/continuum-publications-html/f18-trusted-computing-tc-and-digital-right
      • Non Me scrive:
        Re: copia punto a punto
        Mi pare proprio che sia il sistema di PS3...
  • Attonito scrive:
    Scusate, ma....
    impedire la copia? ma se io compro il film su blu ray, il cd audio o altro, alla fine lo *DEVO* vedere col sistema di Acquisizione Immagine Modello 1 & 2 - meglio noto come "occhio" e "orecchio" -, giusto? Ora, tra uscita video (cavo monitor/altoparlante) ed ingresso video/audio (occhio/orecchio) chi mi impedisce di interporre uno strumento di registrazione*, come si faceva con i duplicatori di cassette anni fa?* telecamera puntata sul monitor, oppure una interfaccia di duplicazione segnale video, etc etc
    • MacGeek scrive:
      Re: Scusate, ma....
      - Scritto da: Attonito
      Ora, tra uscita video (cavo
      monitor/altoparlante) ed ingresso video/audio
      (occhio/orecchio) chi mi impedisce di interporre
      uno strumento di registrazione*, come si faceva
      con i duplicatori di cassette anni
      fa?Si, ma fa schifo come qualità.
      • hal scrive:
        Re: Scusate, ma....
        non è alla portata di tutti ma se interponi un apparecchio che cattura il flusso audio/video registri tutto senza problemi. una cosa "visionabile" è per forza "copiabile", quello che cambia è la complessità dell'operazione.
        • MacGeek scrive:
          Re: Scusate, ma....
          - Scritto da: hal
          non è alla portata di tutti ma se interponi un
          apparecchio che cattura il flusso audio/video
          registri tutto senza problemi. E' proprio quello che hanno bloccato con l'HDMI. Il flusso è criptato.
          una cosa
          "visionabile" è per forza "copiabile", quello che
          cambia è la complessità
          dell'operazione.Dipende. Il punto debole delle criptazioni per ora è dove "nascondono" le chiavi. La criptazione in sé non la crakki. Non sono al corrente degli ultimi sviluppi in merito, ma se trovano un sistema migliore per le chiavi una DRM praticamente incrakkabile penso sia sicuramente possibile.
          • say no scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: hal

            non è alla portata di tutti ma se interponi
            un

            apparecchio che cattura il flusso audio/video

            registri tutto senza problemi.

            E' proprio quello che hanno bloccato con l'HDMI.
            Il flusso è criptato.appunto...

            una cosa

            "visionabile" è per forza "copiabile",
            quello che
            cambia è la complessità

            dell'operazione.certo... ti puoi copiare un bel pacco di inutili bit criptati
            Dipende. Il punto debole delle criptazioni per
            ora è dove "nascondono" le chiavi. La criptazione
            in sé non la crakki. Non sono al corrente degli
            ultimi sviluppi in merito, ma se trovano un
            sistema migliore per le chiavi una DRM
            praticamente incrakkabile penso sia sicuramente
            possibile.lo è già: i sistemi drm/tc tengono la/le chiave/i su un chip, ed è praticamente illeggibile... l'unico "problema" è la diffusione: occorre che tutti i dispositivi "condividano" il sistema, ma è qualcosa a cui si arriverà molto ma molto presto (già tutto quello che è in vendita -memorie, computer, telefoni, tv ecc. ecc.- ha su qualcosa del genere...)
          • enjoy non loggato scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: hal

            non è alla portata di tutti ma se interponi
            un

            apparecchio che cattura il flusso audio/video

            registri tutto senza problemi.

            E' proprio quello che hanno bloccato con l'HDMI.
            Il flusso è
            criptato.


            una cosa

            "visionabile" è per forza "copiabile",
            quello
            che

            cambia è la complessità

            dell'operazione.

            Dipende. Il punto debole delle criptazioni per
            ora è dove "nascondono" le chiavi. La criptazione
            in sé non la crakki. Non sono al corrente degli
            ultimi sviluppi in merito, ma se trovano un
            sistema migliore per le chiavi una DRM
            praticamente incrakkabile penso sia sicuramente
            possibile.Peccato che tale cifratura sia stata craccata e che ora basti un semplice programmino (niente hardware dedicato e costoso) per consentire la copia diretta da HDMI, se già non bastassero i vari Clone DVD che già consentono di ripare anche i BluRay....
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: enjoy non loggato
            Peccato che tale cifratura sia stata craccata e
            che ora basti un semplice programmino (niente
            hardware dedicato e costoso) per consentire la
            copia diretta da HDMI, se già non bastassero i
            vari Clone DVD che già consentono di ripare anche
            i
            BluRay....Hanno crakkato la CIFRATURA o hanno trovato il modo di tirare fuori le chiavi?Io ero rimasto alla seconda...Se mettono queste chiavi in un chip inaccessibile (come pare) invece che sul supporto accessibile a tutti (come oggi sul bluray) io penso che possano davvero fare un sistema inrakkabile.
          • Guybrush scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: enjoy non loggato

            Peccato che tale cifratura sia stata
            craccata
            e

            che ora basti un semplice programmino (niente

            hardware dedicato e costoso) per consentire
            la

            copia diretta da HDMI, se già non bastassero
            i

            vari Clone DVD che già consentono di ripare
            anche

            i

            BluRay....

            Hanno crakkato la CIFRATURA o hanno trovato il
            modo di tirare fuori le
            chiavi?
            Io ero rimasto alla seconda...

            Se mettono queste chiavi in un chip inaccessibile
            (come pare) invece che sul supporto accessibile a
            tutti (come oggi sul bluray) io penso che possano
            davvero fare un sistema
            inrakkabile.Perfavore, l'italiano: usalo.vedere lo sproposito di K usate al posto delle C mi mette tristezza e fa pensare di avere davanti una persona ignorante.Nulla e'.Se pure fosse non sarebbe conoscibile.Se pure fosse conoscibile non sarebbe comunicabile.Questo diceva un filosofo di nome Gorgia da Leontini circa 30 secoli fa.Se io "so" qualcosa e questo qualcosa non e' comunicabile a terzi, allora non esiste.Una informazione per esistere DEVE essere conoscibile E comunicabile.Se una di queste due condizioni viene meno, l'informazione cessa di esistere.Pensaci un po' su, ma ti assicuro che il discorso funziona.Ribadisco: non e' niente di nuovo, si tratta di un fatto arcinoto da piu' di 3000 anni.Roba decisamente VECCHIA.Da questo enunciato ne consegue che se ho la tecnologia anticopia perfetta, qualunque informazione prodotta e diffusa con una simile tecnologia sarebbe, per definizione, inaccessibile.Se esiste anche solo un modo per accedere a quelle informazioni, allora la crittografina NON e' perfetta e puo' essere bucata.E' solo questione di tempo.Nella testa di chi produce 'sta roba il discorso e' proprio questo.Si, ok, gli smanettoni smanettano e fanno danno, ma se impiegano abbastanza tempo, diciamo 3-4 anni nel frattempo possiamo uscire con un altro sistema crittografico per il quale ci vorra' lo stesso tempo.Nel frattempo chi usa il vecchio sistema potra' usare anche il nuovo solo per un altra generazione, poi cambiamo tutto (vedi Playstation) e lo costringiamo a ricomprare tutto quanto.E' che non so quanto puo' essere intenzionato un utonto a cascare due volte nella stessa trappola.Se e' poco tonto, la seconda volta ci pensera' parecchie volte prima di cascarci.Se e' tonto... be' se lo merita.GT
          • krane scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: Guybrush
            - Scritto da: MacGeek

            - Scritto da: enjoy non loggato


            Peccato che tale cifratura sia stata

            craccata

            e


            che ora basti un semplice programmino
            (niente


            hardware dedicato e costoso) per consentire

            la


            copia diretta da HDMI, se già non
            bastassero

            i


            vari Clone DVD che già consentono di ripare

            anche


            i


            BluRay....



            Hanno crakkato la CIFRATURA o hanno trovato il

            modo di tirare fuori le

            chiavi?

            Io ero rimasto alla seconda...



            Se mettono queste chiavi in un chip
            inaccessibile

            (come pare) invece che sul supporto accessibile
            a

            tutti (come oggi sul bluray) io penso che
            possano

            davvero fare un sistema

            inrakkabile.

            Perfavore, l'italiano: usalo.
            vedere lo sproposito di K usate al posto delle C
            mi mette tristezza e fa pensare di avere davanti
            una persona
            ignorante.

            Nulla e'.
            Se pure fosse non sarebbe conoscibile.
            Se pure fosse conoscibile non sarebbe
            comunicabile.
            Questo diceva un filosofo di nome Gorgia da
            Leontini circa 30 secoli
            fa.

            Se io "so" qualcosa e questo qualcosa non e'
            comunicabile a terzi, allora non
            esiste.
            Una informazione per esistere DEVE essere
            conoscibile E
            comunicabile.
            Se una di queste due condizioni viene meno,
            l'informazione cessa di
            esistere.
            Pensaci un po' su, ma ti assicuro che il discorso
            funziona.
            Ribadisco: non e' niente di nuovo, si tratta di
            un fatto arcinoto da piu' di 3000
            anni.
            Roba decisamente VECCHIA.

            Da questo enunciato ne consegue che se ho la
            tecnologia anticopia perfetta, qualunque
            informazione prodotta e diffusa con una simile
            tecnologia sarebbe, per definizione,
            inaccessibile.

            Se esiste anche solo un modo per accedere a
            quelle informazioni, allora la crittografina NON
            e' perfetta e puo' essere
            bucata.
            E' solo questione di tempo.

            Nella testa di chi produce 'sta roba il discorso
            e' proprio
            questo.
            Si, ok, gli smanettoni smanettano e fanno danno,
            ma se impiegano abbastanza tempo, diciamo 3-4
            anni nel frattempo possiamo uscire con un altro
            sistema crittografico per il quale ci vorra' lo
            stesso
            tempo.
            Nel frattempo chi usa il vecchio sistema potra'
            usare anche il nuovo solo per un altra
            generazione, poi cambiamo tutto (vedi
            Playstation) e lo costringiamo a ricomprare tutto
            quanto.

            E' che non so quanto puo' essere intenzionato un
            utonto a cascare due volte nella stessa
            trappola.
            Se e' poco tonto, la seconda volta ci pensera'
            parecchie volte prima di
            cascarci.
            Se e' tonto... be' se lo merita.

            GTMa se e' tonto da ricascarci o era ricchissimo o ha gia' finito i soldi... C'e' crisi...
          • Guybrush scrive:
            Re: Scusate, ma....
            [...il quoting, questa disciplina. ...]
            Ma se e' tonto da ricascarci o era ricchissimo o
            ha gia' finito i soldi... C'e'
            crisi...Se ha finito i soldi non puo' ricascarci.Per definizione.
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            Uso le 'k' solo con la parola CRACK (che non è italiana)!E comunque l'hardware di quel dispositivo ovviamente deve accedere a quella chiave, ma se non è una procedura implementata via software ma solo via hardware e il tuo OS semplicemente non ha acXXXXX a quell'hardware, con il cavolo che la puoi tirare fuori...Insomma le debolezze dei DRM di oggi (per cui sono stati crakkati) è che le chiavi erano NASCOSTE da qualche parte nell'informazione stessa (sul disco nel caso dei bluray, nel file nel caso del DRM di iTunes, ecc). Ma quando anche la chiave è in un dispositivo hardware inaccessibile le cose CAMBIANO.E risparmiaci i tuoi richiami filosofici fuori luogo, please.
          • panda rossa scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek

            E risparmiaci i tuoi richiami filosofici fuori
            luogo,
            please.E' una dimostrazione comprensibile, e nient'affatto fuori luogo.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            Uso le 'k' solo con la parola CRACK (che non è
            italiana)!

            E comunque l'hardware di quel dispositivo
            ovviamente deve accedere a quella chiave, ma se
            non è una procedura implementata via software ma
            solo via hardware e il tuo OS semplicemente non
            ha acXXXXX a quell'hardware, con il cavolo che la
            puoi tirare
            fuori...

            Insomma le debolezze dei DRM di oggi (per cui
            sono stati crakkati) è che le chiavi erano
            NASCOSTE da qualche parte nell'informazione
            stessa (sul disco nel caso dei bluray, nel file
            nel caso del DRM di iTunes, ecc). Ma quando anche
            la chiave è in un dispositivo hardware
            inaccessibile le cose
            CAMBIANO.

            E risparmiaci i tuoi richiami filosofici fuori
            luogo,
            please.http://punto-informatico.it/3001277/PI/News/crack-hdcp-ora-software.aspxl'HDMI è stato craccato, in passato era necessario un hardware aposito anche se facilmente reperibile e dal costo inferiore ai 200 euro, oggi lo si fa via software.Hai capito o hai bisogno di qualche altra spiegazione?Quanto ai sistemi di cifratura, possono essere relativamente sicuri quando il materiale codificato è poco, ma quando si tratta di materiale video, di cui poi sono note determinate specifiche (tipo di compressione, risoluzione lingua ecc), la decodifica può avvenire anche per semplice forza bruta in tempi ragionevoli con un sistema di computer adeguato (specie utilizzando batterie di GPU) e si può perfino arrivare ad identificare la chiave privata di cifratura.
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: MacGeek

            Insomma le debolezze dei DRM di oggi (per cui

            sono stati crakkati) è che le chiavi erano

            NASCOSTE da qualche parte nell'informazione

            stessa (sul disco nel caso dei bluray, nel
            file

            nel caso del DRM di iTunes, ecc). Ma quando
            anche

            la chiave è in un dispositivo hardware

            inaccessibile le cose

            CAMBIANO.

            http://punto-informatico.it/3001277/PI/News/crack-

            l'HDMI è stato craccato, in passato era
            necessario un hardware aposito anche se
            facilmente reperibile e dal costo inferiore ai
            200 euro, oggi lo si fa via
            software.
            Hai capito o hai bisogno di qualche altra
            spiegazione?Io sì, tu?Hanno trovato (non si sa come) la master key.Quindi non è che hanno crakkato il sistema di criptazione, che è praticamente impossibile.Come detto, se riescono davvero a mettere queste chiavi in posti sicuri (come un chip inaccessibile), il sistema di criptazione non lo crakki.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Scusate, ma....

            Come detto, se riescono davvero a mettere queste
            chiavi in posti sicuri (come un chip
            inaccessibile), il sistema di criptazione non lo
            crakki.Se non lo cracchi lo aggiri. Ci sono molti modi per farlo.Tanto, sia Apple che Google hanno già mostrato qual'è l'unico modo per evitare che un software (proprietario, ovviamente) venga piratato: non distribuirlo. Infatti, molti dei loro programmi sono disponibili sono "in the cloud"
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Tanto, sia Apple che Google hanno già mostrato
            qual'è l'unico modo per evitare che un software
            (proprietario, ovviamente) venga piratato: non
            distribuirlo. Infatti, molti dei loro programmi
            sono disponibili sono "in the
            cloud"Soprattutto farlo pagare poco.Se un'App mi costa 79 centesimi non è che mi sbatto molto per piratarla...Però le major questo ancora tanto bene non l'hanno tanto capito.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Tanto, sia Apple che Google hanno già
            mostrato

            qual'è l'unico modo per evitare che un
            software

            (proprietario, ovviamente) venga piratato:
            non

            distribuirlo. Infatti, molti dei loro
            programmi

            sono disponibili sono "in the

            cloud"

            Soprattutto farlo pagare poco.
            Se un'App mi costa 79 centesimi non è che mi
            sbatto molto per
            piratarla...Se un'app costa 79 centesimi nel 99% dei casi non fa nulla che non si possa fare con un programma gratuito.
            Però le major questo ancora tanto bene non
            l'hanno tanto
            capito.Calma, parliamo di app o di film e musica?Perchè molte app sono poi costituite da pochi comandi in croce (tipo l'applicazione torcia... si tratta di accendere un led; o l'applicazione specchio, che consiste semplicemente nell'acquisire una immagine dalla videocamera frontale e girarla)
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Se un'app costa 79 centesimi nel 99% dei casi non
            fa nulla che non si possa fare con un programma
            gratuito.Mica vero. Ci sono bellissime applicazioni e giochi a 79 centesimi (magari qualche volta in offerta a quel prezzo). Ma, insomma, anche 2-3 che è il prezzo medio nell'AppStore è sempre poco.
            Calma, parliamo di app o di film e musica?In generale, se vuoi che sia un prodotto di massa, ti basta farlo pagare anche 2-3. Se hai qualche milione di persone che lo scaricano diventi ricco lo stesso.Il grosso sucXXXXX di iTunes (lato musica) è stato soprattutto perché Jobs è riuscito ad imporre alle major un prezzo di 0,99$ per i brani musicali. A quei livelli l'acquisto è impulsivo, non ti fai problemi.
            Perchè molte app sono poi costituite da pochi
            comandi in croce (tipo l'applicazione torcia...Ci sono giochi deliziosi a 79 centesimi. E i loro programmatori sono diventati ricchi.Uno su tutti: Angry Birds (anche se il mio preferito è Cut the Rope).Non sono giochi affatto banali.Oggi ho preso (in offerta) anche RealRacing 2 HD a 79centesimi che è il miglior gioco di auto su iOS.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Scusate, ma....

            Il grosso sucXXXXX di iTunes (lato musica) è
            stato soprattutto perché Jobs è riuscito ad
            imporre alle major un prezzo di 0,99$ per i brani
            musicali.

            A quei livelli l'acquisto è impulsivo, non ti fai
            problemi.Con youtube posso averlo a prezzo zero. Quindi, perchè usare itunes?


            Perchè molte app sono poi costituite da pochi

            comandi in croce (tipo l'applicazione
            torcia...

            Ci sono giochi deliziosi a 79 centesimi. E i loro
            programmatori sono diventati
            ricchi.Uguali ai giochini in flash a zero centesimi.
            Uno su tutti: Angry Birds (anche se il mio
            preferito è Cut the
            Rope).Ce l'ho, angry birds, su android. Ed è gratuito.E c'è anche la versione in javascript, per qualsiasi computer, anch'essa gratis.
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Con youtube posso averlo a prezzo zero. Quindi,
            perchè usare
            itunes?uguale, uguale...

            Uguali ai giochini in flash a zero centesimi.
            E certo, uguali uguali...

            Uno su tutti: Angry Birds (anche se il mio

            preferito è Cut the

            Rope).

            Ce l'ho, angry birds, su android. Ed è gratuito.
            E c'è anche la versione in javascript, per
            qualsiasi computer, anch'essa
            gratis.Ma con la pubblicità...Comunque capisco che non tutti apprezzano la qualità. Non siamo tutti uguali.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Scusate, ma....
            La pubblicità c'è solo se hai la connessione aperta
          • pignolo scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            Io sì, tu?
            Hanno trovato (non si sa come) la master key.
            Quindi non è che hanno crakkato il sistema di
            criptazione, che è praticamente
            impossibile.http://punto-informatico.it/2992666/PI/News/hdcp-key-giusta.aspx
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: Enjoy with Us

            - Scritto da: MacGeek


            Insomma le debolezze dei DRM di oggi
            (per
            cui


            sono stati crakkati) è che le chiavi
            erano


            NASCOSTE da qualche parte
            nell'informazione


            stessa (sul disco nel caso dei bluray,
            nel

            file


            nel caso del DRM di iTunes, ecc). Ma
            quando

            anche


            la chiave è in un dispositivo hardware


            inaccessibile le cose


            CAMBIANO.




            http://punto-informatico.it/3001277/PI/News/crack-



            l'HDMI è stato craccato, in passato era

            necessario un hardware aposito anche se

            facilmente reperibile e dal costo inferiore
            ai

            200 euro, oggi lo si fa via

            software.

            Hai capito o hai bisogno di qualche altra

            spiegazione?

            Io sì, tu?
            Hanno trovato (non si sa come) la master key.
            Quindi non è che hanno crakkato il sistema di
            criptazione, che è praticamente
            impossibile.

            Come detto, se riescono davvero a mettere queste
            chiavi in posti sicuri (come un chip
            inaccessibile), il sistema di criptazione non lo
            crakki.Non continuare a menare il can per l'aria, il risultato è quello che conta sia HDMI che blu ray non sono più in grado diproteggere nulla, quindiintrodurre un nuovo DRM per le memorie quando glia ltri sistemi di distribuzione sono già compromessi è semplicemente folle!
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: MacGeek
            Non continuare a menare il can per l'aria, il
            risultato è quello che conta sia HDMI che blu ray
            non sono più in grado diproteggere nulla,
            quindiintrodurre un nuovo DRM per le memorie
            quando glia ltri sistemi di distribuzione sono
            già compromessi è semplicemente
            folle!Qui si fa un passo avanti fondamentale che forse molti non capiscono.RENDONO INACCESSIBILE la chiave.Nei DRM precedenti era solo NASCOSTA nel supporto o nel documento stesso!!
          • pignolo scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: Guybrush
            Nulla e'.
            Se pure fosse non sarebbe conoscibile.
            Se pure fosse conoscibile non sarebbe
            comunicabile.
            Questo diceva un filosofo di nome Gorgia da
            Leontini circa 30 secoli
            fa.

            Se io "so" qualcosa e questo qualcosa non e'
            comunicabile a terzi, allora non
            esiste.
            Una informazione per esistere DEVE essere
            conoscibile E
            comunicabile.
            Se una di queste due condizioni viene meno,
            l'informazione cessa di
            esistere.
            Pensaci un po' su, ma ti assicuro che il discorso
            funziona.
            Ribadisco: non e' niente di nuovo, si tratta di
            un fatto arcinoto da piu' di 3000
            anni.
            Roba decisamente VECCHIA.

            Da questo enunciato ne consegue che se ho la
            tecnologia anticopia perfetta, qualunque
            informazione prodotta e diffusa con una simile
            tecnologia sarebbe, per definizione,
            inaccessibile.

            Se esiste anche solo un modo per accedere a
            quelle informazioni, allora la crittografina NON
            e' perfetta e puo' essere
            bucata.
            E' solo questione di tempo.Quoto. Partire da un concetto filosofico per arrivare a spiegare un concetto informatico lo trovo semplicemente geniale. E chi lo trova fuori luogo... vuol dire che non ha capito niente!
          • orsopazzo scrive:
            Re: Scusate, ma....
            ad esempio per registrare dal decoder sky dalla uscita HDMI è possibile?- Scritto da: enjoy non loggato
            - Scritto da: MacGeek

            - Scritto da: hal


            non è alla portata di tutti ma se
            interponi

            un


            apparecchio che cattura il flusso
            audio/video


            registri tutto senza problemi.



            E' proprio quello che hanno bloccato con
            l'HDMI.

            Il flusso è

            criptato.




            una cosa


            "visionabile" è per forza "copiabile",

            quello

            che


            cambia è la complessità


            dell'operazione.



            Dipende. Il punto debole delle criptazioni
            per

            ora è dove "nascondono" le chiavi. La
            criptazione

            in sé non la crakki. Non sono al corrente
            degli

            ultimi sviluppi in merito, ma se trovano un

            sistema migliore per le chiavi una DRM

            praticamente incrakkabile penso sia
            sicuramente

            possibile.

            Peccato che tale cifratura sia stata craccata e
            che ora basti un semplice programmino (niente
            hardware dedicato e costoso) per consentire la
            copia diretta da HDMI, se già non bastassero i
            vari Clone DVD che già consentono di ripare anche
            i
            BluRay....
      • Wolf01 scrive:
        Re: Scusate, ma....
        Hanno craccato l'HDMI, almeno mi risulta.
    • say no scrive:
      Re: Scusate, ma....
      - Scritto da: Attonito
      impedire la copia? ma se io compro il film su blu
      ray, il cd audio o altro, alla fine lo *DEVO*
      vedere col sistema di Acquisizione Immagine
      Modello 1 & 2 - meglio noto come "occhio" e
      "orecchio" -, giusto? Ora, tra uscita video (cavo
      monitor/altoparlante) ed ingresso video/audio
      (occhio/orecchio) chi mi impedisce di interporre
      uno strumento di registrazione*, come si faceva
      con i duplicatori di cassette anni fa?nessuno te lo impedisce... se sia il dispositivo di ingresso audio/viedo che quello di uscita funzionano elaborando in tempo reale un segnale *criptato* (con un chip HARDWARE di cifratura integrato che contiene in modo *inaccessibile* la chiave di cifratura... si chiamno sistemi DRM/TC...) che transita sui relativi collegamenti a/v, l'unica cosa che riusciresti a registrare sarebbe il suddetto segnale *criptato*, ovvero un bel pacco di bit del tutto inintelleggibili...
      * telecamera puntata sul monitor, oppure una
      interfaccia di duplicazione segnale video, etc
      etctelecamera sul monitoe e microfonino? questa sarebbe una copia?puah...
      • hal scrive:
        Re: Scusate, ma....
        una volta decodificato il segnale dovrà arrivare alla tv no? in quel momento il flusso è copiabile...
        • say no scrive:
          Re: Scusate, ma....
          - Scritto da: hal
          una volta decodificato il segnale dovrà arrivare
          alla tv no? in quel momento il flusso è
          copiabile...no. drm/tc universale vuol dire che sia il lettore (es. lettore dvd) che il riproduttore (es. tv) hanno modo di usare lo stesso sistema crittografico hardware di codifica/decodifica: dal lettore il segnale viaggia criptato alla tv, ed è solo lì che viene decriptato... per cui il flusso è sì copiabile, ma è un flusso criptato...
          • Ego scrive:
            Re: Scusate, ma....
            se lo posso riprodurre in chiaro sul mio computer lo posso duplicare
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: Ego
            se lo posso riprodurre in chiaro sul mio computer
            lo posso duplicareCerto. La cosa funziona solo quando tutti i devices utilizzano lo stesso sistema.Ma se al prossimo cambio di formato tutti i produttori si metteranno d'accordo non potrai più vedere i contenuti codificati in quel modo sul tuo computer, se Intel&Microsoft non implementeranno anche loro lo stesso sistema.Già oggi Apple si è tirata indietro e non ha voluto supportare il DRM del Bluray (ormai crakkati) e per questo non li mette sui suoi computer e non puoi vedere film bluray sui Mac (anche se metti un lettore esterno).
          • Funz scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: Ego

            se lo posso riprodurre in chiaro sul mio
            computer

            lo posso duplicare

            Certo. La cosa funziona solo quando tutti i
            devices utilizzano lo stesso
            sistema.

            Ma se al prossimo cambio di formato tutti i
            produttori si metteranno d'accordo non potrai più
            vedere i contenuti codificati in quel modo sul
            tuo computer, se Intel&Microsoft non
            implementeranno anche loro lo stesso
            sistema.E perdi la compatibilità con i lettori vecchi, e non è che puoi introdurre sul mercato un nuovo formato ogni anno e pretendere che tutti cambino il lettore ogni volta.
            Già oggi Apple si è tirata indietro e non ha
            voluto supportare il DRM del Bluray (ormai
            crakkati) e per questo non li mette sui suoi
            computer e non puoi vedere film bluray sui Mac
            (anche se metti un lettore
            esterno).Ma no, scherzi? (rotfl)Posso capire Linux che non inserisce certe tecnologie di blindatura sotto royalty per restare libero e gratuito, ma il campione del closed Apple che non supporta i bluray, è penoso e ridicolo (rotfl)
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: Funz
            Ma no, scherzi? (rotfl)
            Posso capire Linux che non inserisce certe
            tecnologie di blindatura sotto royalty per
            restare libero e gratuito, ma il campione del
            closed Apple che non supporta i bluray, è penoso
            e ridicolo (rotfl)"Bluray is a bag of hurts"ipse dixit (Steve Jobs)
          • Funz scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: Funz

            Ma no, scherzi? (rotfl)

            Posso capire Linux che non inserisce certe

            tecnologie di blindatura sotto royalty per

            restare libero e gratuito, ma il campione del

            closed Apple che non supporta i bluray, è
            penoso

            e ridicolo (rotfl)

            "Bluray is a bag of hurts"
            ipse dixit
            (Steve Jobs)ah, adesso Jobs è come Aristotele, quindi continuerete per i prossimi 20 secoli a credere che il Sole gira intorno alla Terra? :p
          • panda rossa scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: Funz

            ah, adesso Jobs è come Aristotele, quindi
            continuerete per i prossimi 20 secoli a credere
            che il Sole gira intorno alla Terra?
            :pSe la terra gira intorno alla mela, e' plausibilissimo che il sole giri intorno alla terra.
          • say no scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: Ego
            se lo posso riprodurre in chiaro sul mio computer
            lo posso duplicaresi si, accomodati
          • Attonito scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: say no
            - Scritto da: Ego

            se lo posso riprodurre in chiaro sul mio
            computer

            lo posso duplicare

            si si, accomodatiovvio che possono alzare l'asticella, ma non potranno mai fare nulla contro quancuno veramente determinato: ne basta UNO SOLO abbastanza XXXXXXXto per incularsi la protezione e dirlo agli altri.
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: Attonito
            ovvio che possono alzare l'asticella, ma non
            potranno mai fare nulla contro quancuno veramente
            determinato: ne basta UNO SOLO abbastanza
            XXXXXXXto per incularsi la protezione e dirlo
            agli altri.Possono, possono.Ok che questi hacker capaci di crakkare quasi tutto ci hanno un po' viziato, ma... in questo caso io non ci metterei proprio la mano sul fuoco che è come dici tu.Quando i sistemi sono tutti hardware non è che puoi fare miracoli con il software.
          • gerry scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            Quando i sistemi sono tutti hardware non è che
            puoi fare miracoli con il
            software.il problema è che sono intrisencamente molto deboli, grossomodo per tre motivi:1) il crack invalida l'intera tecnologia, vanificando di conseguenza eventuali investimenti profusi nello sviluppo (che possono anche essere ingenti)2) anche se tecnicamente valido, ci sono altri modi per aggirarlo (non da ultimo, lo spionaggio industriale per avere una chiave valida)3) funziona solo se <b
            tutti </b
            gli attori entrano in gioco coerentemente, se anche uno solo resta fuori non serve a nulla.Per i primi due punti e per il fatto che comunque molti attori sono in concorrenza fra di loro e per motivi commerciali non si voglio mettere d'accordo, difficilmente si arriva a una tecnologia condivisaEDIT: aggiungo un quarto punto, comunque è una tecnologia che può "costare" utenti, infatti gli utenti onesti alla fine devono accettare il fastidio della presenza della tecnologia. Il che significa che un rischio di perdere clientela, anche fosse una piccola fetta, scoraggia ancora l'ingresso di tutti i player.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 dicembre 2011 17.06-----------------------------------------------------------
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            Se però non hai alternative o è così o salti dalla finestra.Le Major del video e della musica sono poche, e non ci mettono poi tantissimo a mettersi d'accordo su un nuovo formato (con il bluray per la prima volta c'è stata una iniziale divisione e penso che questo gli sia costato un bel po' e non ripeteranno l'errore).Comunque non dico che non sia crakkabile anche una protezione hardware.Ma mi posso immaginare una che non lo sia. Non so bene i dettagli di quella in questione.
          • gerry scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            (con il bluray per
            la prima volta c'è stata una iniziale divisione e
            penso che questo gli sia costato un bel po' e non
            ripeteranno
            l'errore).La prima volta? Il dividersi è già sucXXXXX col Betamax (1975) anche se per altri motivi, non mi sembra abbiano imparato molto nel frattempo.
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: gerry
            La prima volta? Il dividersi è già sucXXXXX col
            Betamax (1975) anche se per altri motivi, non mi
            sembra abbiano imparato molto nel
            frattempo.Sony ha perso anche perché all'epoca NON era una delle Major.Il formato lo decide chi mette i contenuti non chi fa l'hardware. Sony faceva solo l'hardware.Poi ha imparato (si è buttata sui contenuti anche lei acquistando una della major).
          • panda rossa scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: gerry

            La prima volta? Il dividersi è già sucXXXXX
            col

            Betamax (1975) anche se per altri motivi,
            non
            mi

            sembra abbiano imparato molto nel

            frattempo.

            Sony ha perso anche perché all'epoca NON era una
            delle
            Major.
            Il formato lo decide chi mette i contenuti non
            chi fa l'hardware. Sony faceva solo
            l'hardware.
            Poi ha imparato (si è buttata sui contenuti anche
            lei acquistando una della
            major).E' per questo che viene sempre scelto il formato peggiore.Se lasciassero ai tecnici l'incombenza di decidere quale deve essere il formato standard invece che a degli incompetenti, non saremmo qui a discutere di drm e altre XXXXXXXte.Formati liberi, semplici, chiari e comprensibili, esenti da royalties e con dati liberamente e facilmente copiabili, diffondibili e distribuibili.Le major pensassero solo a fare i film che a distribuirli e guardarli ci pensiamo noi!(e comunque la sony deve schiattare!)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            Se però non hai alternative o è così o salti
            dalla
            finestra.

            Le Major del video e della musica sono poche, e
            non ci mettono poi tantissimo a mettersi
            d'accordo su un nuovo formato (con il bluray per
            la prima volta c'è stata una iniziale divisione e
            penso che questo gli sia costato un bel po' e non
            ripeteranno
            l'errore).
            Possono mettersi d'accordo sul nuovo formato, ma non possono imporlo al pubblico.Tanto per dirne una: non mi risulta che le majors abbiano scelto di distribuire i film su chiavetta USB o su hd esterno... eppure, perchè esistono un mucchio di film che circolano in tale formato (tanto che adesso molti televisori hanno direttamente l'attacco USB dietro per leggerli)?La diffusione di film su chiavette USB è ormai quasi uno standard, nonostante che le majors non li distribuiscano così.Già in passato è sucXXXXX lo stesso con i lettori MP3 (che si stavano diffondendo ben prima che comparisse iTunes: Apple ha solo cavalcato l'onda); prima di iTunes quasi nessuno distribuiva la musica su MP3... eppure, gli MP3 erano così diffusi che i produttori di hardware hanno trovato conveniente produrre dispositivi dedicati per l'ascolto di musica in mp3.Le majors non hanno più il potere di decidere il supporto; hanno perso questo potere da anni.
            Comunque non dico che non sia crakkabile anche
            una protezione
            hardware.
            Ma mi posso immaginare una che non lo sia. Una pellicola in celluloide? Ma anche quella si può duplicare.
          • Bigia scrive:
            Re: Scusate, ma....
            Io un'idea l'avrei...Con Audacity registro l'audio, con un programma di acquisizione video da schermo (Vedi, che so, Fraps tanto per dirne uno) prendo il video.Tanto male l'idea?
          • Ego scrive:
            Re: Scusate, ma....
            aggiungo anche smartphone, se lo posso vedere su uno smartphone lo posso duplicare
          • hal scrive:
            Re: Scusate, ma....
            scusa se lo riproduco sul pc e collego un registratore digitale tramite vga e ingresso audio jack non riesco a registrarlo???
          • say no scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: hal
            scusa se lo riproduco sul pc lo riproduci dove vuoi a patto che l'aparrecchiatura che riproduce abbia sopra il sistema drm/tc...
            e collego un
            registratore digitale tramite vga e ingresso
            audio jack non riesco a
            registrarlo???il segnale è tutto e sempre criptato: viene decodificato solo sul/nel dispositivo che riproduce e che deve quindi essere in grado di eseguire la decodifica, ovvero deve supportare lo specifico sistema drm/tc (= chip TC hardware con annessa chiave di cifratura) del caso
          • hal scrive:
            Re: Scusate, ma....
            mi risulta che il segnale vga sia analogico...
          • krane scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: hal
            mi risulta che il segnale vga sia analogico...Infatti: per questo ormai gli apparecchi imbottiti di DRM non cel'hanno piu'.Non l'avevi notato ???
          • hal scrive:
            Re: Scusate, ma....
            e sì ok, e se volgio usare un proiettore non posso? devo spendere migliaia di euro per uno nuovo con hdmi?poi si chiedono perchè uno scarica...
          • krane scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: hal
            e sì ok, e se volgio usare un proiettore non
            posso? devo spendere migliaia di euro per uno
            nuovo con hdmi?Esattamente.
            poi si chiedono perchè uno scarica...Infatti...
          • panda rossa scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: hal
            e sì ok, e se volgio usare un proiettore non
            posso? devo spendere migliaia di euro per uno
            nuovo con
            hdmi?

            poi si chiedono perchè uno scarica...Il mio player ha la scart e le uscite analogiche.Me lo tengo ben stretto!
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: hal
            scusa se lo riproduco sul pc e collego un
            registratore digitale tramite vga e ingresso
            audio jack non riesco a registrarlo???Non potrai riprodurlo sul tuo PC se non avrà anche lui quel sistema.E se ha quel sistema i segnali non passeranno certo su VGA e audio analogico.Non sono così idioti quelli che fanno questi sistemi, eh!!!
          • hal scrive:
            Re: Scusate, ma....
            ma non ha senso! quanti pc e portatili ci sono senza hdmi? tantissimi! quindi non potrai collegarli a schermi/proiettori esterni senza avere una uscita/ingresso hdmi???inoltre se faranno questa o aboliscono i blu ray o questi saranno preferibili in quanto copiabili senza grossi problemi...
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: hal
            ma non ha senso! quanti pc e portatili ci sono
            senza hdmi? tantissimi! quindi non potrai
            collegarli a schermi/proiettori esterni senza
            avere una uscita/ingresso hdmi???Più che altro i dati non potranno essere elaborati/passare per il tuo computer.Far uscire i dati non criptati che sono già nel tuo computer non dovrebbe essere un problema.
            inoltre se faranno questa o aboliscono i blu ray
            o questi saranno preferibili in quanto copiabili
            senza grossi problemi...Già... Ma non è che sia una cosa proprio improbabile, eh?Hanno fatto tante volte in passato cose simili (cambio di formati).Comunque per un po' il problema certamente non si pone.
          • gerry scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            Già... Ma non è che sia una cosa proprio
            improbabile,
            eh?
            Hanno fatto tante volte in passato cose simili
            (cambio di
            formati).
            Comunque per un po' il problema certamente non si
            pone.Un altro problema è quello, il tempo non gioca a loro favore.Per far entrare a regime il sistema servono tempi lunghi, anni probabilmente, dovuti comunque al tempo fisiologico necessario per il ricambio della tecnologia.Il crack invece è un "disastro" istantaneo, vedi HDMI che è stato craccato più o meno quando lo standard stava riuscendo ad imporsi.
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: gerry
            - Scritto da: MacGeek
            Il crack invece è un "disastro" istantaneo, vedi
            HDMI che è stato craccato più o meno quando lo
            standard stava riuscendo ad
            imporsi.E certo, se usano "master keys", basta che la trovi è fatta.Se riuscissero invece da utilizzare chiavi sempre differenti (tipo sistema RSA delle banche o un ente che fornisce chiavi tutte diverse ai produttori di schede), a questo punto anche la compromissione di una singola chiave sarebbe un danno molto minore.Insomma non penso che sia impossibile fare un sistema praticamente incraccabile. Un giorno forse ci riusciranno.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Scusate, ma....

            E certo, se usano "master keys", basta che la
            trovi è
            fatta.

            Se riuscissero invece da utilizzare chiavi sempre
            differenti (tipo sistema RSA delle banche o un
            ente che fornisce chiavi tutte diverse ai
            produttori di schede), a questo punto anche la
            compromissione di una singola chiave sarebbe un
            danno molto
            minore.Vero.... ma nemmeno gli utenti autorizzati sarebbero più in grado di accedere ai contenuti.Infatti, c'è una piccola differenza tra una banca e un film (o un brano di musica): la banca ti dà un codice che cambia di continuo, ma <b
            anche il codice nel computer della banca cambia di continuo </b
            , così sono sincronizzati.Un film su bluray o simili, invece, non cambia: resta sempre uguale a sè stesso.... e quindi anche la chiave per leggerlo deve rimanere uguale.

            Insomma non penso che sia impossibile fare un
            sistema praticamente incraccabile. Un giorno
            forse ci
            riusciranno.L'unico sistema non craccabile è lo spettacolo dal vivo, visto che non si possoo creare copie dei cantanti e degli attori.Altrimenti... se posso vederlo, posso copiarlo. E mi basta riuscirci una volta sola, poi la mia copia sarà craccata, e copiabile per sempre.
          • MacGeek scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Vero.... ma nemmeno gli utenti autorizzati
            sarebbero più in grado di accedere ai
            contenuti.

            Infatti, c'è una piccola differenza tra una banca
            e un film (o un brano di musica): la banca ti dà
            un codice che cambia di continuo, ma <b

            anche il codice nel computer della banca cambia
            di continuo </b
            , così sono
            sincronizzati.Potrebbe farlo anche il chippetto sul PC/device questa sincronizzazione, cosa pensi abbia la banca dall'altra parte? O avere un archivio interno di chiavi distribuite in una rom (anche se questa dovrebbe essere enorme quindi forse non praticabile). Oppure dei set di chiavi che cambiano per ogni giorno di produzione (le card prodotte in un certo giorno hanno un certo set di chiavi differenti da quelle prodotte altri giorni), ecc.Insomma sono ipotizzabili dei sistemi per evitare l'unico punto di fallimento (la master key).
            Un film su bluray o simili, invece, non cambia: Infatti la notizia riguarda memorie flash che hanno uno specifico chip per la codifica. Questo chip potrebbe contenere una di quelle cose scritte sopra e il sistema, penso, sarebbe davvero incraccabile.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Scusate, ma....

            Potrebbe farlo anche il chippetto sul PC/device
            questa sincronizzazione, cosa pensi abbia la
            banca dall'altra parte? O avere un archivio
            interno di chiavi distribuite in una rom (anche
            se questa dovrebbe essere enorme quindi forse non
            praticabile). Oppure dei set di chiavi che
            cambiano per ogni giorno di produzione (le card
            prodotte in un certo giorno hanno un certo set di
            chiavi differenti da quelle prodotte altri
            giorni),
            ecc.La parte software sarebbe comunque un programma che gira sul computer, e che potrebbe essere craccato. Certo, potrei scoprire la chiave solo per un giorno, ma mi basta per estrarre il file in chiaro.

            Insomma sono ipotizzabili dei sistemi per evitare
            l'unico punto di fallimento (la master
            key).Non è l'unico punto di fallimento: metti che, ad esempio, io usi un sistema virtualizzato: avrei a disposizione delle master key mie, che conosco, e che quindi posso aprire.


            Un film su bluray o simili, invece, non
            cambia:


            Infatti la notizia riguarda memorie flash che
            hanno uno specifico chip per la codifica. Questo
            chip potrebbe contenere una di quelle cose
            scritte sopra e il sistema, penso, sarebbe
            davvero
            incraccabile.No, perchè la parte di decodifica sarebbe software, e quindi craccabile
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Scusate, ma....
            Per ora i fatti danno ragione a me
          • gerry scrive:
            Re: Scusate, ma....
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: gerry

            - Scritto da: MacGeek

            Il crack invece è un "disastro" istantaneo,
            vedi

            HDMI che è stato craccato più o meno quando
            lo

            standard stava riuscendo ad

            imporsi.

            E certo, se usano "master keys", basta che la
            trovi è
            fatta.

            Se riuscissero invece da utilizzare chiavi sempre
            differenti (tipo sistema RSA delle banche o un
            ente che fornisce chiavi tutte diverse ai
            produttori di schede), a questo punto anche la
            compromissione di una singola chiave sarebbe un
            danno molto
            minore.C'è differenza fra un sistema simmetrico come HDCP e uno a chiave pubblica come RSA. Effettivamente questo sembra basato sull'idea della chiave pubblica, però ha uno svantaggio, i sistemia chiave pubblica sono personalizzati. Cioè ogni destinatario deve avere una copia personalizzata dei dati, che è diversa dalla copia di un altro a seconda della chiave in suo possesso.Il problema sarebbe comunque proteggere la chiave pubblica del destinatario, IMHO è un bel problema visto che ne devi de facto distribuire milioni (se non miliardi), una per ogni device. Un buchino in un device e tutti i dati lì sopra sono compromessi.Banalmente: c'è un metodo molto più semplice e senza sbattimenti, non lasciare all'utente nessun prodotto. I prodotti si rilasciano solo in streaming, in questo modo assomiglia davvero a una sessione di home banking molto controllabile.
        • enjoy non loggato scrive:
          Re: Scusate, ma....
          - Scritto da: hal
          una volta decodificato il segnale dovrà arrivare
          alla tv no? in quel momento il flusso è
          copiabile...Ah no! E' tutta la filera che gestisce un flusso criptato, è un apposito chip di decodifica che lo ritrasforma in un segnale utile solo a livello del televisore... peccato che tale cifratura sia stata bucata e che oggi basti un programmino su un PC interfacciato via HDMI alla sorgente per copiare il tutto senza tanti problemi.
  • Guybrush scrive:
    Veramente...
    ...già adesso è possibile, onorevole signor Yoshiuki.Gia' adesso è possibile vedere tutto quello che ci pare in scioltezza su ogni dispositivo possible e immaginabile.E' difficile, per usare il vostro modo di esprimervi, che mi si convinca a pagare per qualcosa che già *POSSIEDO*.In compenso temo che per la vostra azienda questo si traduca in un ulteriore esborso economico: le royalties sui sistemi DRM sono piuttosto costose, se volete restare competitivi non potrete scaricare tutto il costo dei nuovi dispositivi sull'utenza finale e quindi otterrete meno profitti di chi invece non adottera' il vs sistema.La disparità di acXXXXX porterà gli utenti del vs sistema crittografico a ricercare un modo per AGGIRARE il limite inutilmente imposto.Il vs. sistema e' universale per definizione. Il metodo di aggiramento sara' altrettanto universale e, giocoforza, rendera' universalmente inutile il blocco.Investite quel denaro in cose che non si possono copiare, per esempio SERVIZI A VALORE AGGIUNTO, certi che non verranno copiati/utilizzati in modalita' diverse da quelle da voi previste.Le ricordo, onorevole signore, che nella maggior parte dei paesi occidentali la proprieta' è considerata un DIRITTO e regolamentata in modalità che si trovano in condizione di totale conflitto rispetto al vs metodo di crittografia.Non e' improbabile che venga vietata la commercializzazione di un simile dispositivo.Cordiali SalutiGuybrush ThreepwoodTEMIBILE pirata
    • eeeeeep scrive:
      Re: Veramente...
      Chapeau.
    • panda rossa scrive:
      Re: Veramente...
      [img]http://wwwcdn.net/ev/assets/images/vectors/afbig/handshake.jpg[/img]
    • Izio01 scrive:
      Re: Veramente...
      Grande!
    • vac scrive:
      Re: Veramente...
      QUOTONE!!
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Veramente...
      - Scritto da: Guybrush
      ...già adesso è possibile, onorevole signor(cut)
      pirataquoto tutto... ma è pura utopia :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 dicembre 2011 11.37-----------------------------------------------------------
    • say no scrive:
      Re: Veramente...
      - Scritto da: Guybrush
      E' difficile, per usare il vostro modo di
      esprimervi, che mi si convinca a pagare per
      qualcosa che già *POSSIEDO*.ti rispondereanno, con quel modo di esprimersi, che tu lo possiedi solamente ma che la "proprietà intellettuale" la detengono loro...
      In compenso temo che per la vostra azienda questo
      si traduca in un ulteriore esborso economico: le
      royalties sui sistemi DRM sono piuttosto costose,
      se volete restare competitivi non potrete
      scaricare tutto il costo dei nuovi dispositivi
      sull'utenza finale e quindi otterrete meno
      profitti di chi invece non adottera' il vs
      sistema.lo credi davvero? loro sanno benissimo che ai loro clienti va benissimo di pagare lo stesso... ten'è che c'è tenta gente disposta a fare file di giorni per pagare a peso d'oro dei "gadget" blindati su cui non hanno alcun controllo e che in più che li tracciano e li spiano continuamente...
      La disparità di acXXXXX porterà gli utenti del vs
      sistema crittografico a ricercare un modo per
      AGGIRARE il limite inutilmente imposto.
      Il vs. sistema e' universale per definizione. Il
      metodo di aggiramento sara' altrettanto
      universale e, giocoforza, rendera' universalmente
      inutile il blocco.la fai facile ma non lo è per nulla... più presto che tardi i sistemi DRM + TC saranno molto ma molto ma molto difficilmente aggirabili per la massa dei clienti comuni (e non solo)...ma è più comodo pensare che tanto si aggira tutto lo stesso, piuttosto che riprendersi, con le buone o le cattive, nel mondo reale e materiale, la propria libertà
      Investite quel denaro in cose che non si possono
      copiare, per esempio SERVIZI A VALORE AGGIUNTO,
      certi che non verranno copiati/utilizzati in
      modalita' diverse da quelle da voi previste.non lo faranno mai: il valore aggiunto di cui parli sarebbe per i clienti, e non per loro... a questi signori invece interessano soltanto potere e profitti
      Le ricordo, onorevole signore, che nella maggior
      parte dei paesi occidentali la proprieta' è
      considerata un DIRITTO e regolamentata in
      modalità che si trovano in condizione di totale
      conflitto rispetto al vs metodo di crittografia.così ti dai la zappa sui piedi...loro ti rispondereanno, sempre con quel loro modo di esprimersi, che è verissimo che la proprietà è un diritto regolamentato: infatti esiste la (cosiddetta) "proprietà intellettuale" che loro detengono e ci sono le leggi per "proteggerla"...il fatto che esista la proprietà non è la soluzione, è il problema!!! il più grande dei problemi, che sta alla radice di tutti i problemi della gran parte delle persone (e, contemporaneamente, alla radice del potere politico ed economico che è in mano a pochissime persone che opprimono tutto il resto del mondo, paesi cosiddetti "democratici" inclusi)
      Non e' improbabile che venga vietata la
      commercializzazione di un simile dispositivo.al contrario: sarà, appunto, incoraggiata dalle leggi a difesa del "diritto di proprietà" di pochi...invece, non improbabile (ma anzi certo) sarà che chi "piraterà" dispositivi e materiali "protetti" finirà dritto dritto in galera (come già del resto succede...)
      • Guybrush scrive:
        Re: Veramente...
        - Scritto da: say no[...]
        ti rispondereanno, con quel modo di esprimersi,
        che tu lo possiedi solamente ma che la "proprietà
        intellettuale" la detengono
        loro...Non mi riferisco al contenuto, qui si parla del "contenitore".[...]
        lo credi davvero? loro sanno benissimo che ai
        loro clienti va benissimo di pagare lo stesso...
        ten'è che c'è tenta gente disposta a fare file di
        giorni per pagare a peso d'oro dei "gadget"
        blindati su cui non hanno alcun controllo e che
        in più che li tracciano e li spiano
        continuamente...E quando parlo di "servizi a valore aggiunto" secondo te, a cosa mi riferisco? iPad, PSP, wii, XboX e tutti gli altri oltre a blindarti dentro ad un walled garden ti offrono dei servizi. Offrono qualcosa che gli altri NON hanno. A te resta comunque il DIRITTO sacrosanto di craccare l'hardware, buttare via il software e metterci su altro (o di usare lo stesso HW come fermaporta o sottobicchiere) senza incorrere nei rigori della legge.

        La disparità di acXXXXX porterà gli utenti[...]

        inutile il blocco.

        la fai facile ma non lo è per nulla...
        più presto che tardi i sistemi DRM + TC saranno
        molto ma molto ma molto difficilmente aggirabili
        per la massa dei clienti comuni (e non
        solo)...NOn hai capito.Adesso le care vecchie (si vecchie) memorie flash si limitano a dare acXXXXX in lettura e scrittura. Domani avranno un sistema crittografico integrato per cui potrai salvarci e scriverci SOLO quello che un soggetto terzo ti permette di salvare.HINT: una fotocamera sony potra' usare SOLO memori card sony, per esempio.Ci avevano gia' provato con le memory stick: schede SD con form factor differente.Dal punto di vista commerciale e' grandioso, ma per l'utente? Vede che le SD di altre marche, meno costose, non funzionano e gli tocca comprare quelle sony. Se ha appena 1 minimo di sale in zucca cosa fara' secondo te? Cerchera' in rete un modo per aggirare questo fastidioso problema, ti pare?
        ma è più comodo pensare che tanto si aggira tutto
        lo stesso, piuttosto che riprendersi, con le
        buone o le cattive, nel mondo reale e materiale,
        la propria
        libertàContinui a non capire.Stiamo parlando di leggi economiche di peso pari a quello delle leggi fisiche. Non puoi sperare di forzare la "domanda" di un bene introducendo artifici atti a mantenere elevato il prezzo.Nel medio e lungo periodo finirai con lo spendere piu' di quello che hai guadagnato e ci rimetterai.
        non lo faranno mai: il valore aggiunto di cui
        parli sarebbe per i clienti, e non per loro... a
        questi signori invece interessano soltanto potere
        e profittiSbagli ancora.Chiedilo a Microsoft(sezione Videogiochi), ad Apple, a Nintendo (tacci loro), Blizzard, TomTom, Facebook, Google eccetera.Loro hanno creato sistemi in cui il cliente non solo si lascia intrappolare, ma e' pure contento di farlo perche' ottiene in cambio qualcosa che NON HA o pensa di non poter avere se non a quelle condizioni.Un chippino di memoria... be', posso averlo anche SENZA DRM.E chi produce chip senza DRM spende meno perche' ha una cosa in meno da mettere dentro il dispositivo.Il prezzo finale, a parita' di gigabyte, e' piu' basso.
        così ti dai la zappa sui piedi...Aridaje.
        loro ti rispondereanno, sempre con quel loro modo
        di esprimersi, che è verissimo che la proprietà è
        un diritto regolamentato: infatti esiste la
        (cosiddetta) "proprietà intellettuale" che loro
        detengono e ci sono le leggi per
        "proteggerla"...Quindi possono entrare in "casa mia" (leggi: il mio domicilio informatico) e dire cosa posso e non posso salvare dentro la memoria ACQUISTATA REGOLARMENTE?Ti ricordo che l'acquisto (a titolo originario) e' uno dei modi di acquisizione del diritto di proprieta'.
        il fatto che esista la proprietà non è la
        soluzione, è il problema!!! ROTFLASC, sei piu' datato dei dinosauri che propugnano il copyright a oltranza.
        il più grande dei
        problemi, che sta alla radice di tutti i problemi
        della gran parte delle persone (e,
        contemporaneamente, alla radice del potere
        politico ed economico che è in mano a pochissime
        persone che opprimono tutto il resto del mondo,
        paesi cosiddetti "democratici"
        inclusi)Molto semplicemente: abbiamo delle aziende che hanno deciso di inserire un sistema DRM direttamente nelle memorie che esse producono. Cosi' facendo i loro costi di produzione aumenteranno e saranno insidiati dalle aziende al di fuori del loro cartello, queste ultime potranno, senza investire un solo centesimo, produrre memorie ad un prezzo concorrenziale e, anzi, avranno tutto l'interesse a bucargli il DRM per poter mettere le loro schede SD anche sui dispositivi "protetti" o, addirittura, se i concorrenti investiranno in sviluppo e ricerca, produrre allo stesso prezzo memorie piu' performanti e/o economiche.
        al contrario: sarà, appunto, incoraggiata dalle
        leggi a difesa del "diritto di proprietà" di
        pochi...Rotflmao, allora riformiamo tutto il diritto romano e buttiamo nel XXXXX 2000 anni di giurisprudenza gia' che ci siamo.
        invece, non improbabile (ma anzi certo) sarà che
        chi "piraterà" dispositivi e materiali "protetti"
        finirà dritto dritto in galera (come già del
        resto
        succede...)L'articolo del Maruccia parla di qualcosa che investira' TUTTI i dispositivi che usano memorie flash come sistemi di archiviazione.Pensi davvero che il resto dei produttori di HW restera' a guardare questi signori che gli rubano un pezzo consistente di mercato senza intervenire? Guarda che legnate che si danno Apple e Samsung e questo solo per 1 dispositivo (iPad versus Galaxy).GT
    • hal scrive:
      Re: Veramente...

      Non e' improbabile che venga vietata la commercializzazione di un simile dispositivo.... sì magari... dovrebbe valere la stessa cosa per tutti i drm, ma non è così.
    • Ace Gentile scrive:
      Re: Veramente...
      Condivido in pieno ma...- Scritto da: Guybrush
      Il vs. sistema e' universale per definizione. Il
      metodo di aggiramento sara' altrettanto
      universale e, giocoforza, rendera' universalmente
      inutile il
      blocco.questo presuppone che ci siano più consumatori consapevoli/utenti skillati della realtà :(
      • Guybrush scrive:
        Re: Veramente...
        - Scritto da: Ace Gentile
        Condivido in pieno ma...[...]
        questo presuppone che ci siano più consumatori
        consapevoli/utenti skillati della realtà
        :(Au contraire mon ami, l'utente esperto non compra proprio 'sta roba, o sa gia' come aggirare il blocco. Il fesso compra una fotocamera sony (o toshiba) e poi ci mette dentro una delle sue SD typeVI pagate a caro prezzo e... d'oh la fotocamera gli risponde "picche" perche' incompatibile col sistema PKI.Un po' arrabbiato l'utonto va a vedere quanto costano le nuove SD type VI compatibili.Ancora piu' arrabbiato torna a casa e chiede all'amico smanettone se esiste un modo per usare le sue vecchie-ma-costose SD sulla nuova macchina fotografica/fotocamera/telefonino/tablet.In questo preciso momento si e' creata una "domanda" sul mercato.Puoi fare come l'altro furbacchione di cui sopra e dire "le cosiddette SD compatibili violano la proprieta' intellettuale di sony, toshiba, sandisk eccetera" e ingaggiare una battaglia legale.Ottimo.mettiti pero' dalla parte di chi quella fotocamera l'ha pagata profumatamente e non puo' usarla/deve spendere ancora altro denaro per usarla.Qualunque sia la risposta della legge, a quel punto, va a rimetterci (stiamo parlando di un utonto eh? Quello capisce solo "riesco a fare le foto/non riesco") a prescindere.Se deve craccare il dispositivo perde la garanzia.Se si ritrova costretto ad usare schede proprietarie spende ancora piu' denaro, quasi quanto ricomprare la macchina nuova, ma DRM Free.(la macchina fotografica e' solo un esempio, al posto di macchina fotografica mettici qualunque altro dispositivo che usa schede di memoriadischi a stato solido).Guarda cos'e' sucXXXXX col proibizionismo: ben lungi dall'essere rispettato gli americani hanno continuato a tracannare come e piu' di prima e gli unici che si sono realmente arricchiti sono stati i criminali che favorivano la vendita di alcoolici, non certo i fabbricanti dei medesimi che, anzi, si sono ritrovati con due cappi al collo.Se vuoi ridurre le copie pirata ed il tuo intento e' effettivamente quello di ridurre le copie pirata, devi OFFRIRE QUALCOSA DI MEGLIO.Se ti limiti ad introdurre dei sistemi ad hoc per risolvere il problema, sta pur certo che NON DURERANNO. GT
        • Bigia scrive:
          Re: Veramente...
          Più o meno quello che sta succedendo in ambito Gaming.La cosa "in più" rispetto al pirata è l'online (e nemmeno per tutti, vedi Hamachi o server non ufficiali, o ancor meglio la Wii che fa andare i tarocchi pari pari agli originali, infatti non so perchè accusi Nintendo...io avrei detto più Steam che quando spegnerà i server ci metteremo a ridere!), col pirata 9 volte su 10 l'online non lo hai.Che poi ci siano utenti (come me) che di questo se ne fregano e vanno avanti per la loro strada, è un altro paio di maniche.
        • Wolf01 scrive:
          Re: Veramente...
          - Scritto da: Guybrush
          mettiti pero' dalla parte di chi quella
          fotocamera l'ha pagata profumatamente e non puo'
          usarla/deve spendere ancora altro denaro per
          usarla.In fondo è proprio così che funziona il "mercato", creare un bisogno dove non serve, per poter vendere qualcosa per colmarlo.Come dire, vado al Polo Nord a mettere impianti fotovoltaici (sole per 6 mesi) e con questi alimento scaldabagni, poi vendo anche frigoriferi per tenere al fresco le cose visto che ho sciolto il ghiaccio con gli scaldabagni.
Chiudi i commenti