James Webb Space Telescope: specchio primario aperto

James Webb Space Telescope: specchio primario aperto

La NASA ha completato l'apertura dello specchio principale del JWST e ora effettuerà la lunga procedura di allineamento delle ottiche (circa tre mesi).
La NASA ha completato l'apertura dello specchio principale del JWST e ora effettuerà la lunga procedura di allineamento delle ottiche (circa tre mesi).

La NASA ha comunicato che lo specchio principale del James Webb Space Telescope è stato completamente aperto. I due pannelli laterali sono stati fissati nella posizione finale. A distanza di due settimane dal lancio, il telescopio ha assunto quindi la sua forma definitiva. Ora inizierà la lunga fase di allineamento delle ottiche e di calibrazione della strumentazione scientifica.

JSWT: completato l'assemblaggio nello spazio

Lo specchio principale del James Webb Space Telescope (largo 6,5 metri) è formato da 18 segmenti esagonali realizzati in berillio e ricoperti da un sottile strato di oro e silice amorfa (vetro). Per inserire il telescopio all'interno del razzo Ariane 5 sono stati piegati sei segmenti (tre a destra e tre a sinistra). L'apertura del pannello sinistro è avvenuta venerdì, mentre ieri è stato aperto il pannello destro. L'operazione finale è iniziata alle 14:53 (ora italiana) ed è terminata alle 19:17, quando gli ingegneri della NASA hanno ricevuto la conferma dai sensori.

Durante i prossimi tre mesi verrà eseguita un'altra importante operazione, ovvero l'allineamento delle ottiche. Dietro ognuno dei 18 segmenti dello specchio ci sono sette attuatori (quindi 126 in totale) che permetteranno di cambiare la posizione e la curvatura dei singoli segmenti.

JSWT - attuatori specchio

La procedura di allineamento, che inizierà l'11 gennaio secondo la roadmap attuale, prevede l'uso di un stella molto luminosa come riferimento. Verranno scattate 18 foto, una per ogni segmento. Gli ingegneri della NASA sfrutteranno quindi specifici algoritmi per determinare il corretto allineamento dei segmenti. Prima di raggiungere la destinazione finale (secondo punto di Lagrange), il telescopio riceverà i comandi per l'ultima delle tre correzioni di traiettoria.

Fonte: NASA
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 01 2022
Link copiato negli appunti