Joost si vende, Hulu pensa a farsi pagare

Tramonta in maniera forse definitiva il sogno della Internet TV dei founder di Skype. Gli asset della società andranno a un'azienda specializzata in marketing e pubblicità. Mentre nemmeno Hulu se la passa tanto bene

Roma – Avrebbe dovuto rivoluzionare il modo di trasmettere i video online e il concetto stesso di “Internet TV”. E invece Joost conclude la sua avventura telematica nel più classico dei modi dell’epoca delle dot.com in liquidazione, vale a dire vendendo gli asset pregiati al miglior offerente . Che in questo caso è la società specializzata in marketing e advertising Adconion Media Group .

Pagando un quantitativo di denaro non meglio specificato, Adconian ha fatto propri il marchio registrato “Joost”, il sito Joost.com e alcune delle tecnologie su cui è basata la piattaforma di “video P2P”. “Il video è una priorità fondamentale per la nostra società” ha dichiarato il CEO Tyler Moebius, “e grazie all’acquisizione degli asset di Joost saremo in grado di fornire ai pubblicitari, ai proprietari dei contenuti e ai publisher di siti web una piattaforma video globale end-to-end oltre a video cross-channel e soluzioni di advertising visivo”.

Joost si è insomma definitivamente convertito all’advertising abbandonando l’idea di essere una rete fatta di contenuti prima di tutto, e anche se l’attuale management e la nuova proprietà rassicurano sul perdurare dei servizi offerti dal sito “joost.com”, le dichiarazioni di intenti di Adconian lasciano poco spazio alla fantasia su quella che diverrà la “mission” della piattaforma.

I “vincitori perdenti” nella capitolazione di Joost sono i due founder Niklas Zennström e Janus Friis, già responsabili del network di P2P KaZaa e della tecnologia di VoIP di Skype. Sempre loro, Zennström e Friis, gli stessi che avevano fatto causa a eBay per violazione di brevetto mettendosi infine d’accordo col colosso dell’ecommerce sulla riacquisizione di una quota di Skype.

Con la cessione ad Adconian, Zennström e Friis incassano quantomeno il capitale iniziale investito in Joost, procedono oltre con la loro attività imprenditorial-tecnologica e dimostrano ancora una volta che il settore del video online sa essere spietato con tutti indipendentemente dalla fama, dall’ambizione del business e dalle qualità intrinseche del prodotto tecnologico commercializzato.

Il video su web non fa sconti a nessuno, men che meno a Hulu : il pupillo degli interessi dei network statunitensi che sarebbe – secondo le solite fonti anonime ben informate sui fatti – in procinto di abbandonare il modello di broadcasting gratuito a base di spot pubblicitari per avventurarsi nella discussa avventura della piattaforma TV Everywhere . Non tutti i protagonisti sono d’accordo sulla conversione al modello basato su sottoscrizione a pagamento, ma se risulteranno veritiere le stime degli analisti che quantificano, nel 2009, una perdita di 33 milioni di dollari , anche a Hulu non rimarrebbe che abbandonare l’agone del webvideo gratuito per cercare profitto altrove.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • syntaris scrive:
    navigazione anonima
    Sapete se c'è in Chrome (come in firefox) la possibilità di avviare il browser DIRETTAMENTE in modalità anonima?Ad es per l'utilizzo "portable" su chiavetta usb da ufficio.
    • Sgabbio scrive:
      Re: navigazione anonima
      Se la usi direttamente su chiavetta...sei già "ANONIMO" :D
    • palloskydat tifoco scrive:
      Re: navigazione anonima
      - Scritto da: syntaris
      Sapete se c'è in Chrome (come in firefox) la
      possibilità di avviare il browser DIRETTAMENTE in
      modalità
      anonima?
      Ad es per l'utilizzo "portable" su chiavetta usb
      da
      ufficio.ti devi guardare i pornazzi eh? :D
      • syntaris scrive:
        Re: navigazione anonima
        No, non posso, i siti "strani" sono già tutti in black list :-)Ad ogni modo grazie, ho già trovato la soluzione googolando un po'.
  • ginopaoli scrive:
    chrome su ubuntu
    da un mesetto+ uso chrome regolarmente su ubuntu e dopo uno degli ultimi aggiornamenti si pianta su qualsiasi pagina. qualcuno ha avuto la medesima esperienza ?
    • PinguinoCattivo scrive:
      Re: chrome su ubuntu
      - Scritto da: ginopaoli
      da un mesetto+ uso chrome regolarmente su ubuntu
      e dopo uno degli ultimi aggiornamenti si pianta
      su qualsiasi pagina. qualcuno ha avuto la
      medesima esperienza
      ?Non è stata rilasciata una build stabile di chrome per linux.Se stai usando una versione beta (o peggio ancora alfa) è normale che non sia stabilissimo...
      • ... scrive:
        Re: chrome su ubuntu
        Certo certo,quando però escono le beta di Windows tutti a criticare... E' TROPPO FACILE LASCIARE PRODOTTI PERENNEMENTE IN BETA... VEDI GMAIL etcetc... e poi dire "E' UNA BETA!"- Scritto da: PinguinoCattivo
        - Scritto da: ginopaoli

        da un mesetto+ uso chrome regolarmente su ubuntu

        e dopo uno degli ultimi aggiornamenti si pianta

        su qualsiasi pagina. qualcuno ha avuto la

        medesima esperienza

        ?

        Non è stata rilasciata una build stabile di
        chrome per
        linux.
        Se stai usando una versione beta (o peggio ancora
        alfa) è normale che non sia
        stabilissimo...
        • PinguinoCattivo scrive:
          Re: chrome su ubuntu
          - Scritto da: ...
          Certo certo,
          quando però escono le beta di Windows tutti a
          criticare... E' TROPPO FACILE LASCIARE PRODOTTI
          PERENNEMENTE IN BETA... VEDI GMAIL etcetc... e
          poi dire "E' UNA
          BETA!"[...]Infatti Google non ha mai rilasciato alcuna release di Chrome per Linux.Ergo: ok con il tuo discorso (in linea di principio), ma in questo contesto è un tantino fuori luogo... ;)
          • pabloski scrive:
            Re: chrome su ubuntu
            che poi paragonare le beta di google con quelle di ms è una scempiagginechrome in beta funzionava meglio di ie 7 finalnon c'è altro da dire credoriguardo chrome per linux è tutto un problema di forza lavoro non disponibile....per ora stanno dando l'assalto a ie e credo che saranno occupati per un bel pòla versione linux arriverà tramite chromeos
          • PinguinoCattivo scrive:
            Re: chrome su ubuntu
            - Scritto da: pabloski[...]
            la versione linux arriverà tramite chromeosGià. Però mi resta il sospetto che non la stiano rilasciando per evitare che qualche furbacchione crei una mini-distro ad-hoc rubando mercato a chromeos prima ancora del lancio :)
          • pabloski scrive:
            Re: chrome su ubuntu
            effettivamente per google chrome per linux si chiama chromeose poi c'è il nodo del market share di linux che non è certo stellaresenza contare che google ha reso disponibile chromium e penso che voglia lasciare lo sviluppo di un browser basato su chromium alla comunità
  • cursore scrive:
    domanda sulle password
    che sappiate in Chrome è possibile salvare le password in modo criptato come fa FF con la master password ?
  • PinguinoCattivo scrive:
    Buona notizia
    Le estensioni erano - effettivamente - qualcosa di cui in Chrome si sentiva la mancanza.Certo che farebbe piacere anche una versione stabile per Linux... anche se a quanto sembra l'unica disponibile sarà quella incapsulata in ChromeOS.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Buona notizia
      Spero che non paghi lo stesso prezzo che per Firefox e derivati, per l'estensioni.
    • albert scrive:
      Re: Buona notizia
      - Scritto da: PinguinoCattivo
      Le estensioni erano - effettivamente - qualcosa
      di cui in Chrome si sentiva la
      mancanza.

      Certo che farebbe piacere anche una versione
      stabile per Linux... anche se a quanto sembra
      l'unica disponibile sarà quella incapsulata in
      ChromeOS.Be, per Ubuntu esiste Chromium aggiornata giornalmentehttp://yep.it/chomium not so bad!
  • angros scrive:
    E ChromeOS?
    Avrà anche le estensioni? Magari le applicazioni in locale (qualcuna ci vorrà) saranno implementate così?
    • pabloski scrive:
      Re: E ChromeOS?
      non pensole estensioni sono in javascript e non penso che quelli di google siano dei folliper le applicazioni ci saranno altre carte da giocare, altrimenti col cavolo che riusciranno a portare l'opengl dentro il browser
      • imki scrive:
        Re: E ChromeOS?
        - Scritto da: pabloski
        per le applicazioni ci saranno altre carte da
        giocare, altrimenti col cavolo che riusciranno a
        portare l'opengl dentro il
        browserVeramente progetti con implementazioni di opengl già ci sono, e indovina un pò? Sono implementati in javascript ;)http://code.google.com/intl/it/apis/o3d/http://punto-informatico.it/2708991/PI/News/3d-webgl-entra-webkit.aspxLe applicazioni web possono inoltre essere utilizzate anche offline con html5, e i limiti di javascript possono essere superati da tecnologie come native client http://code.google.com/p/nativeclient/Come vedi i problemi sono pochi, il futuro è online IMHO
        • angros scrive:
          Re: E ChromeOS?
          Quello che mi aspetto, in particolare (e l' opengl è indispensabile per questo), è che implementino Google Earth: non avrebbe senso, per Google, investirci tanti soldi, e poi lasciarlo indietro sul loro stesso sistema operativo.Forse lo metteranno solo all' ultimo momento, visto che probabilmente sarà software proprietario (avevano già detto che non potevano nè rilasciarne i sorgenti, nè permettere ad altri di usare i loro dati con software aperti).
        • pabloski scrive:
          Re: E ChromeOS?
          esatto, proprio a native client mi riferivowebgl dal canto suo usa javascript per lo scripting, ma è lo stesso che usare python per creare i livelli di un videogioco, nel senso che usi javascript solo per richiamare funzioni molto complesse ( scritte in c magari ) che fanno un mucchio di calcoli e ambaradan varijavascript si riduce ad un banale mezzo d'interfacciapoi vabbè v8 ha cambiato totalmente le carte in tavola e dalvik ha fatto lo stesso per java, quindi è una balla quello che molti dicono e cioè che google avrà problemi con le performance di javascript....per ora l'unico ad avere questi problemi è ie
    • imki scrive:
      Re: E ChromeOS?
      Chrome OS è Chrome quindi tutto quello che c'è (e ci sarà su Chrome), sarà disponibile anche su Chrome OS... Estensioni comprese
  • mah scrive:
    Era anche ora
    cdt, era ora che BigG facesse questo passo
    • Matteo scrive:
      Re: Era anche ora
      Io già uso AdBlock+, SmoothScroll, Password Generator (sfrutta SHA1) e Youtube Downloader :DL'unico "contro" è che diventa un po' esoso di ram
      • Matteo scrive:
        Re: Era anche ora
        Dimenticavo: Però è possibile vedere (Maiusc+ESC) l'esatto quantitativo di RAM richiesto da ogni singola estensione, in questo modo si può fare una valutazione sulla sua efficienza :)Es: AdBlock+ 7652K, Shockwave (Flash) 9252KSto aspettando con tanta impazienza la versione per Linux. Chrome è davvero il meglio.ver. attuale: 4.0.249.11
Chiudi i commenti