Kazaa legale in Olanda

La massima corte del paese stabilisce che gli autori di Kazaa non possono essere considerati responsabili se gli utenti sfruttano il software in modo illegale. Discografici all'attacco: sentenza fallace


Amsterdam (Olanda) – Con una decisione che non permette ulteriori appelli, la Corte Suprema dell’Olanda ha stabilito che i creatori di Kazaa non possono essere considerati responsabili per lo scambio illegale di file protetti da parte degli utenti del celebre software di condivisione.

La sentenza, inappellabile in quanto proviene dalla massima corte del paese, riprende in toto le considerazioni che qualche mese fa portarono negli USA alla clamorosa assoluzione degli autori di Morpheus e Grokster, ritenuti anche in quel caso incolpevoli se gli utenti utilizzano quei software per condividere file coperti da diritto d’autore.

Il caso si è sviluppato in Olanda perché è in quel paese che ha sede FastTrack, la società che diede origine a Kazaa prima di cedere il sistema alla Sharman Networks, che ha invece sede in Australia. La Buma Stemra , società che raccoglie in Olanda le royalty per conto dei detentori di diritti similmente alla SIAE italiana, aveva chiesto che gli autori di Kazaa fossero considerati responsabili in solido per aver favorito le attività di pirateria dei propri utenti dediti all’uso del sistema di scambio peer-to-peer.

A scagliarsi immediatamente contro la sentenza della Corte Suprema sono stati gli uomini della IFPI , l’organizzazione internazionale che raccoglie i maggiori discografici, secondo cui “la sentenza di oggi su Kazaa è un giudizio sbagliato sebbene confermi che la maggioranza degli utenti che usano sistemi come quello di Kazaa lo faccia illegalmente, indipendentemente dal paese in cui risiedono”.

La sentenza, dunque, non esclude che in futuro le major possano decidere di perseguire i singoli utenti, pur dovendo rinunciare ad aggredire chi fornisce loro il software di scambio.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' un vostro diritto
    "Noi - ha concluso Sherman - possiamo continuare, e continueremo, a denunciare chi si intrattiene in attività illecite".E' un vostro sacrosanto diritto e dovere. Ma dovete farlo attraverso una terza parte imparziale, cioè un giudice, come tutti noi altri.
  • Anonimo scrive:
    x favore tranquillizzatemi
    nei giorni scorsi ho ricevuto fantomatiche e-mail su indagini nei miei confronti da parte del dipartimento sul download illegale dell'FBI... spero sia una colossale bufala. se qualcuno ne sa qualcosa di più prego mi faccia sapere.......
    • Anonimo scrive:
      Re: x favore tranquillizzatemi
      - Scritto da: Anonimo
      nei giorni scorsi ho ricevuto fantomatiche
      e-mail su indagini nei miei confronti da
      parte del dipartimento sul download illegale
      dell'FBI... spero sia una colossale bufala.
      se qualcuno ne sa qualcosa di più
      prego mi faccia sapere.......ora non vedo il link ma se vai sulla home page di PI in basso a sinistra c'e' SALVAPC, ne hanno parlato li'
      • Anonimo scrive:
        Re: x favore tranquillizzatemi
        CHE SOLLIEVO!!!!!ho passato veramente ore di panico!per chi legge questo commento, aggiorno sul fatto che si tratta del virus "solber" che tira un colpo al cuore di chi scarica files in sharing.... grazie per le indicazioni. chiunque sia stato a indicarmi come scoprirlo.
  • Anonimo scrive:
    finalmente un buona notizia! :D
    :Dciaooooo
  • Anonimo scrive:
    BASTAAAA: il p2p non si può fermare!
    Lo ripeterò fino alla morte. Il p2p NON SI PUO' TECNICAMENTE BLOCCARE.Oggi, RIAA e affini, riescono a recuperare gli ip di chi condivide e tramite questi fanno partire una denuncia.Bene, se rompono ancora i maroni, è naturale che prenderanno piede applicazioni più intelligenti (già ci sono) che fanno due cose:1. Cifrano le connessioni2. Usano come proxy una catena di altri peerAllora: grazie a (1) il provider e nessun'altro al mondo può sapere cosa sto trasmettendo. Grazie a (2) nessuno sa a chi sta trasmettendo e da dove sta ricevendo (il primo peer è un proxy).Quindi, esimi sostenitori del diritto sui "diritti", spiegatemi COME fareste a bloccare una rete così. Se non mi sapete dare una spiegazione tacete per sempre.(in realtà esiste una soluzione esotica, proibire l'uso di applicazioni... o obbligare l'uso di simil-Palladium)Se posso infine dare un'opinione personale, credo che il problema vada rovesciato. Le tecnologie p2p sono una rivoluzione e l'economia basata sulla rendita dei "diritti" non ha più possibilità di esistere. Si rivedano le leggi. Tutte le rivoluzioni comportano drastici cambiamenti su molti cambi della società.Fine.
    • Anonimo scrive:
      Re: BASTAAAA: il p2p non si può fermare!

      Allora: grazie a (1) il provider e
      nessun'altro al mondo può sapere cosa sto
      trasmettendo. Specifico meglio... nè il provider nè nessun'altro al mondo può sapere....
    • Anonimo scrive:
      Re: BASTAAAA: il p2p non si può fermare!

      Quindi, esimi sostenitori del diritto suiNon si tratta di diritti, ma di interessi...soldi in pratica.
      "diritti", spiegatemi COME fareste a
      bloccare una rete così. Una rete così è lenta per sua natura, e anche se in teoria è inattaccabile (a meno di non controllare una buona % dei PC che la compongono), in pratica la sua debolezza sono i vari protocolli di autenticazione: quando accendi il PC e il programma si collega, a chi si collega? (Non certo ad un server, che può venire chiuso con la forza) Come fa il tuo proxy a fidarsi dei nodi a cui si collega? Come fa trovarli? E se per caso risulta collegato ad un numero basso di nodi (che potrebbero essere tutti malevoli) cosa fa? Non scambia?(mi ricordo di avere letto di alcuni possibili exploit per freenet che si basavano su rgionamenti di questo tipo, ma non sono così esperto da averlo capito benissimo, lo ammetto)...diciamo che se aggiungi che:1) ogni pacchetto dati può seguire una catena di proxy differente2) un pacchetto che arriva all'istante x ad un proxy, non ne viene rimbalzato all'istante x+1, ma dopo un tempo variabile3) un pacchetto dati può contenerne 2 o più...da rimbalzare a utenti diversi4) più pacchetti possono essere combinati in uno solo e inviati al proxy successivo5) il pacchetto segue una strada differente dalla chiave per decrittarlo6) il pacchetto è crittato con una chiave diversa ad ogni rimbalzo (concordata tra i due proxy che se lo rimbalzano) ed il contenuto è crittato con una chave che conosce solo il destinatario ultimo7) Cosa il proxy deve fare del pacchetto è crittato dentro il pacchetto stesso (rispedirlo o tenerlo per se)....bè, probabilmente capirci qualcosa diventerebbe una bella gatta da pelare :-)
      (in realtà esiste una soluzione esotica,
      proibire l'uso di applicazioni... o
      obbligare l'uso di simil-Palladium)La seconda che hai detto...e non verrà percepito neanche come obbligo o problema, finchè non sarà tardi.
  • Anonimo scrive:
    Auguri alla RIAA, ne ha bisogno
    Veramente, mai sentito che uno abbia avuto la visita della finanza per aver scaricato mp3 o divx... hanno cose più importanti a cui pensare (es. pedofilia, droga ecc.); eppoi, mi sa che le majors stanno sulle palle anche ai finanzieri i quali non saranno certo contenti di pagare a PESO D'ORO l'ultimo CD di Britney Spears per la loro figliola (22 EURO !) o l'ultimo DVD Disney per il fratellino piccolo di quest'ultima (30 EURO). A proposito, Buon Natale a Verizon!... e auguri alla RIAA, ne ha davvero bisogno.
  • Anonimo scrive:
    Finanza:c'è chi ha avuto la loro visita?
    Non so se cio che sto scrivendo sia inerente all'argomento in maniera stretta, ma qualcuno ha avuto la visita a casa della finanza a causa dello scaricamento da internet di "emmeppitre o divvux" (mp3 o dvx :D) o qualcosa di simile?Non sto parlando di: "si, un mio amico mi ha detto...", opure "ho comprato tramite e-mail..."Qualcuno che scaricando con e-mule o winmix o kazaa, o qualcos'altro simile, ha avuto a che fare con le forze dell'ordine.Una curiosità senza (spero) suscitare polemiche filosofiche/commercialiGrazie;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Finanza:c'è chi ha avuto la loro visita?
      - Scritto da: Anonimo
      Non so se cio che sto scrivendo sia inerente
      all'argomento in maniera stretta, ma
      qualcuno ha avuto la visita a casa della
      finanza a causa dello scaricamento da
      internet di "emmeppitre o divvux" (mp3 o dvx
      :D) o qualcosa di simile?

      Non sto parlando di: "si, un mio amico mi ha
      detto...", opure "ho comprato tramite
      e-mail..."

      Qualcuno che scaricando con e-mule o winmix
      o kazaa, o qualcos'altro simile, ha avuto a
      che fare con le forze dell'ordine.

      Una curiosità senza (spero) suscitare
      polemiche filosofiche/commerciali

      Grazie;)aime' no... ci speravo tanto.. sono arrivato fino a dichiare su questo sito (in un forum precedente) che scaricavo a man bassa di tutto e di piu'.Purtroppo la verita' e' che non mi interessano i dvx e gli mp3... difendo il p2p per una questione di principio... si vede che se ne sono accorti! :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Finanza:c'è chi ha avuto la loro visita?
      Veramente, mai sentito che uno abbia avuto la visita della finanza per aver scaricato mp3 o divx... hanno cose più importanti a cui pensare (es. pedofilia, droga ecc.); eppoi, mi sa che le majors stanno sulle palle anche ai finanzieri i quali non saranno certo contenti di pagare a PESO D'ORO l'ultimo CD di Britney Spears per la loro figliola (22 EURO !) o l'ultimo DVD Disney per il fratellino piccolo di quest'ultima (30 EURO)A proposito,Buon Natale a Verizon!... e auguri alla RIAA, ne ha davvero bisogno.
  • Anonimo scrive:
    FINIRA COME....
    quel ladro di macchine che per difendersi in giudizio ha citato la sentenza Collins del 1875 per "uso momentaneo di calesse con cavalli" .....ne vedremo delle belle.......Giò
  • Anonimo scrive:
    Emmo'
    mo' lo possiamo dire: RIAA ma vaffan...
  • Anonimo scrive:
    Dovevano spostarsi in Italia...
    Qui sembra che le grandi copagnie abbiano sempre vinto e stravinto.Anche se a dire il vero la causa l'hanno persa contro un'altra grande compagnia e non contro un "debole" privato cittadino qualsiasi. :|
  • Gallone scrive:
    Ekleptical dove sei?
    Ti aspettiamo con ansia e con calore natalizio :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ekleptical dove sei?
      - Scritto da: Gallone
      Ti aspettiamo con ansia e con calore
      natalizio :DDopo Kazaa in Olanda e Verizon ho sentito di un tentativo di suicidio mettendo la testa nella tazza del ce##o.... :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ekleptical dove sei?
      mmmmm.... ritengo probabile un cambio di nick.....troppo sputtanamento per il vecchio :D
    • avvelenato scrive:
      Re: Ekleptical dove sei?
      - Scritto da: Gallone
      Ti aspettiamo con ansia e con calore
      natalizio :Dsecondo me è andato in questura a denunciarci tutti :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ekleptical dove sei?
        - Scritto da: avvelenato
        - Scritto da: Gallone

        Ti aspettiamo con ansia e con calore

        natalizio :D

        secondo me è andato in questura a
        denunciarci tutti :Dno no milanesott lo ho visto stamattina pero' con una confezione di "tavor" piu' grande di quella che usa di solito! :D
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ekleptical dove sei?

        secondo me è andato in questura a
        denunciarci tutti :DVeramente ero semplicemente in montagna a sciare con un'amica... :P
  • Anonimo scrive:
    non è cambiato nulla
    a me pare che non sia cambiato proprio nulla.come dicono quelli della RIAA in centro articolo, loro continueranno a fare quel che facevano denunciando, ma senza preavvisare.sai che bel miglioramento
    • Anonimo scrive:
      Re: non è cambiato nulla
      - Scritto da: Anonimo
      a me pare che non sia cambiato proprio nulla.

      come dicono quelli della RIAA in centro
      articolo, loro continueranno a fare quel che
      facevano denunciando, ma senza preavvisare.

      sai che bel miglioramentoSì però adesso dovranno farsi tutta la trafila dalla magistratura (cioè +soldi e +tempo) e soprattutto dovranno stare attenti a chi denunciano. Se denunciano uno che invece non ha fatto niente, rischiano una (costosa) controquerela.
      • Anonimo scrive:
        Re: non è cambiato nulla
        Aggiungo:E una controquerela se va in porto (specie se in America) da possibilita' di spillare un mare infinito di soldi.Zalut'Carlo Vacca
        • Anonimo scrive:
          Re: non è cambiato nulla
          - Scritto da: Anonimo
          Aggiungo:

          E una controquerela se va in porto (specie
          se in America) da possibilita' di spillare
          un mare infinito di soldi.

          Zalut'
          Carlo VaccaQuindi addio major del disco?
      • Anonimo scrive:
        Re: non è cambiato nulla

        Sì però adesso dovranno farsi tutta la
        trafila dalla magistratura (cioè +soldi e
        +tempo) e soprattutto dovranno stare attenti
        a chi denunciano. Se denunciano uno che
        invece non ha fatto niente, rischiano una
        (costosa) controquerela.Ma, scusa, non basta che semplicemente vadano dalla polizia con un elenco di ip dai quali hanno loro stessi scaricato materiale protetto da diritto di autore?Il fatto che non possano più dare un nome e cognome alle persone è un bene, perchè toglie molto impatto alla loro campagna di FUD..non possono più dire: "sappiamo chi sei, sappiamo dove abiti, se vogliamo veniamo li e ti roviniamo"Questa è stata una vittoria del buonsenso sulla prepotenza, ma non risolve il problema chiave: l'attuale legge sul copyright è inapplicabile ad un mondo con internet libero ed esseri umani non ideali, d'altra parte chi produce qualcosa di valido deve poter essere remunerato per questo.Forse servirebbero più tolleranza e maggiore rigore (e non è un controsenso se ci pensate un attimo), ma io non vedo passi in questo senso (vedo solo leggi generiche, vaghe, repressive,inapplicabili, interpretabili,esagerate).
        • Anonimo scrive:
          Re: non è cambiato nulla
          Ma, scusa, non basta che semplicemente
          vadano dalla polizia con un elenco di ip dai
          quali hanno loro stessi scaricato materiale
          protetto da diritto di autore?sì ma poi la polizia per entrare a casa tua deve andare dal magistrato a farsi dare un mandato
          • Anonimo scrive:
            Re: non è cambiato nulla
            - Scritto da: Anonimo
            Ma, scusa, non basta che semplicemente

            vadano dalla polizia con un elenco di ip
            dai

            quali hanno loro stessi scaricato
            materiale

            protetto da diritto di autore?

            sì ma poi la polizia per entrare a casa tua
            deve andare dal magistrato a farsi dare un
            mandatoE perchè mai sarebbe così difficile ottenerlo? (presentando un elenco di ip LUNGO)
        • Anonimo scrive:
          Re: non è cambiato nulla

          Ma, scusa, non basta che semplicemente
          vadano dalla polizia con un elenco di ip dai
          quali hanno loro stessi scaricato materiale
          protetto da diritto di autore?ehm loro non sono la polizia ... non sono un magistrato ... e' la loro parola contro la tua .... o la loro parola vale di piu ? le prove che roccolgono loro se non davanti ad un magistrato non valgono niente ... o almeno cosi dovrebbe essere ....credo .... sempre che tutti abbiano pari diritti ....ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: non è cambiato nulla

            ehm loro non sono la polizia ... non sono un
            magistrato ... e' la loro parola contro la
            tua .... o la loro parola vale di piu ? le
            prove che roccolgono loro se non davanti ad
            un magistrato non valgono niente ... o
            almeno cosi dovrebbe essere ....
            Guarda che anche tu (se ad esempio fai il programmatore) puoi dire: da questo ip ho scaricato alla tal ora il mio programma crakkato, utilizzando il tal programma di p2p.Insomma, sporgi denuncia. Se poi sporgi denuncia con un elenco LUNGO di ip è probabile che almeno un controllo dovrebbero farlo.Come ho già detto, non è un problema di poterlo o no fare, il problema è che le leggi attuali non sono applicabili senza fare un disastro.
  • Anonimo scrive:
    chi erano gli altri provider?
    bisognerebbe vedere chi erano gli altri provider che NON si sono opposti e chiudere immediatamente tutti i contratti con loro: è ovvio che al primo vento si tratta di delatori.
  • Anonimo scrive:
    prima o poi la pacchia finisce
    Il 99,9% della gente usa il p2p solo per scopi illegali e prima o poi questo fenomeno verrà fermato come è giusto che sia.La gente deve rendersi conto che le leggi vanno rispettate, se la legge si ritiene sbagliata si tenta di cambiarla non di trasgredirla di nascosto.Pensate che la legge sia sbagliata? Pensate che la maggiorparte della gente sia d'accordo con il vostro punto di vista? Allora iniziate a raccogliere firme per un referendum o comunque attivatevi in modo da far conoscere i lati negativi della legge sul diritto d'autore e di come potrebbe essere cambiata. Se tutti la pensano come voi avrete un largo consenso e probabilmente prima o poi raggiungerete il vostro scopo. Pensate invece che la legge non sia un problema ma che i cd siano troppo cari? Allora non comprateli e organizzate manifestazioni davanti ai negozi di dischi nel centro della vostra città in modo da attirare i mezzi di informazione sull'argomento.Ma non fate le cose di nascosto perché andrà tutto a svantaggio della comunità. Evitate di fregare il vostro nemico con mezzi illegali perché così passerete dalla parte del torto e sarete sempre vulnerabili.firmato un anonimo codardo
    • Anonimo scrive:
      Re: prima o poi la pacchia finisce

      Pensate che la legge sia sbagliata? Pensate
      che la maggiorparte della gente sia
      d'accordo con il vostro punto di vista?La maggior parte della gente non ha l'informazione o la cultura o la preparazione per potersi interessare con cognizione di causa di ciascun argomento del vivere civile.Penso che pochi conoscano il p2p e meno ancora abbiano riflettuto sul problema del diritto d'autore e sull'impatto che su questo abbia il consumnismo dell'innovazione e le nuove tecnologie.Penso che il democratico referendum, con un quorum da raggiungere, sia uno strumento inapplicabile in un mondo in cui la formazione diventa sempre più settoriale e l'informazione è sempre più un riempitivo tra uno spot e l'altro perchè è in mano, economicamente, a chi paga gli spot, non al destinatario del contenuto che dovrebbe scegliere di seguire e pagare esplicitamente e non in modo nascosto tramite ricarichi sui prodotti e servizi, un canale informativo a seconda del suo grado di interesse, competenza, completezza, imparzialità.Siamo in un mondo di scimmie consumiste schizofreniche, ognuna isolata dal potere nel suo mondo privato per poterla spremere il più possibile senza che se ne renda conto, nascondendo le voci di costo dietro pubblicità, vaporware, crack.
      Allora iniziate a raccogliere firme per un
      referendum o comunque attivatevi in modo da
      far conoscere i lati negativi della legge
      sul diritto d'autore e di come potrebbe
      essere cambiata.No, che magari poi se la legge non va bene a chi ha il potere, anche davanti a sentenze sino a livello della corte costituzionale questo continua a fare i suoi porci comodi, o peggio, "trova" da qualche parte delle armi di distruzione di massa e mette a tacere una intera nazione non allineata con le sue!
    • Gallone scrive:
      Re: prima o poi la pacchia finisce
      - Scritto da: Anonimo
      Il 99,9% della gente usa il p2p solo per
      scopi illegaliverissimo
      e prima o poi questo fenomeno
      verrà fermato come è giusto che sia.mmm la vedo molto dura. almeno guardando come stanno le cose adesso
      La gente deve rendersi conto che le leggi
      vanno rispettate, se la legge si ritiene
      sbagliata si tenta di cambiarla non di
      trasgredirla di nascosto.Non è di nascosto, lo sanno anche i muri ormai che se non si vuole o non si hanno i soldi per comprare un cd (cosa che a me personalmente mi succede spesso) si può scaricarlo dalla rete.
      Pensate che la legge sia sbagliata? Pensate
      che la maggiorparte della gente sia
      d'accordo con il vostro punto di vista?
      Allora iniziate a raccogliere firme per un
      referendum o comunque attivatevi in modo da
      far conoscere i lati negativi della legge
      sul diritto d'autore e di come potrebbe
      essere cambiata. In Italia le raccolte di firme hanno funzionato rarissimamente.E poi i babbazzi che comprano anche la merda ci saranno sempre quindi secondo me non si risolve nulla con questi metodi, almeno nel breve periodo.Se tutti la pensano come
      voi avrete un largo consenso e probabilmente
      prima o poi raggiungerete il vostro scopo.

      Pensate invece che la legge non sia un
      problema ma che i cd siano troppo cari?
      Allora non comprateli e organizzate
      manifestazioni davanti ai negozi di dischi
      nel centro della vostra città in modo da
      attirare i mezzi di informazione
      sull'argomento.Ripeto: i babbazzi modaioli che comprano anche la merda a 50 euri ci saranno sempre, perchè in Italia è così e lo è sempre stato, non solo nel campo della musica.

      Ma non fate le cose di nascosto perché andrà
      tutto a svantaggio della comunità.Ripeto: NON E' DI NASCOSTO, lo sa anche il mio cane che si può scaricare da internet la musica che si vuole o quasi.
      Evitate di fregare il vostro nemico con mezzi
      illegali perché così passerete dalla parte
      del torto e sarete sempre vulnerabili.Beh da qui al fatto di essere vulnerabili, ce ne vuole un po'... soprattutto leggendo la notizia di oggi :)

      firmato
      un anonimo codardoSaluti, non è che per caso sei della SIAE?
    • Anonimo scrive:
      Re: prima o poi la pacchia finisce

      Il 99,9% della gente usa il p2p solo per scopi illegali e prima
      o poi questo fenomeno verrà fermato come è giusto che sia. E come?Sai cosa succederà se si avrenno raffiche di denunce?Che usciranno programmi che supportano crittografia e tecniche di tunneling per rafforzare l'anonimato, oltre che punteggi di fiducia per i peer della rete di scambio.Questa, in un certo senso è una rivoluzione, e come tale scardina la consuetudine.Ti faccio notare che il peer2peer è uno strumento straordinario di scambio di informazioni poichè in un certo senso si può considerare tutto come informazione.Le industrie discografiche e cinematografiche avevano cominciato a tirare troppo la corda, aumentando i prezzi.Se non ci fossero i programmi di file sharing sai quanto costerebbe un cd?Senza parlare del fatto che le industrie sfruttano la loro forza commerciale con la politica, come in america dove, per salvare la redditività del personaggio di topolino, hanno allungato a 70 anni il copyright.Per salvare topolino sai quante opere che sarebbero state di pubblico dominio rimarranno utilizzabili solo pagando royalties?Questa è giustizia?Chi per propri interessi, che vanno contro a quelli della maggioranza delle persone e dei cittadini, fa cambiare le leggi non merita nulla.Quando milioni e milioni di persone, trasversalmente in paesi lingue e culture e reddito, utilizzano un software io non lo definirei rato tanto facilmente.Le tue obiezioni possono essere giuste ma non realistiche.La protesta è sulla rete, non davanti ai negozi.
    • Akiro scrive:
      Re: prima o poi la pacchia finisce
      e quale governo al mondo pensi che tenga conto dell'opinione del popolo???(linux)
    • Adriano Meis scrive:
      Re: prima o poi la pacchia finisce
      Concordo quasi totalmente su quello che hai scritto. Solo agendo tramite la legge potranno essere mutate le basi su cui si erge questa splendida democrazia... già, democrazia, che non è altro che il miglior compromesso di civiltà e convivenza a cui il pernicioso animo umano può aspirare. Giustamente auspichi moti propositivi, come la raccolta firme, peccato appunto che solo una minoranza di persone sente il peso e l'importanza di quanto si vorrebbe cambiare. Certo, dovremmo operare ad una opera di sensibilizzazione, una presa di coscienza... Purtroppo, davvero purtroppo, sta avvenendo una rottura senza rimedio. Come ha scritto saggiamento una persona prima di me, "questa in un certo senso è una rivoluzione, e come tale scardina la consuetudine". Nella storia ne sono avvenute molte, ma mai con questa nuova strana forma, e quindi stentiamo a riconoscerla. - Scritto da: Anonimo
      Il 99,9% della gente usa il p2p solo per
      scopi illegali e prima o poi questo fenomeno
      verrà fermato come è giusto che sia.
      La gente deve rendersi conto che le leggi
      vanno rispettate, se la legge si ritiene
      sbagliata si tenta di cambiarla non di
      trasgredirla di nascosto.
      Pensate che la legge sia sbagliata? Pensate
      che la maggiorparte della gente sia
      d'accordo con il vostro punto di vista?
      Allora iniziate a raccogliere firme per un
      referendum o comunque attivatevi in modo da
      far conoscere i lati negativi della legge
      sul diritto d'autore e di come potrebbe
      essere cambiata. Se tutti la pensano come
      voi avrete un largo consenso e probabilmente
      prima o poi raggiungerete il vostro scopo.

      Pensate invece che la legge non sia un
      problema ma che i cd siano troppo cari?
      Allora non comprateli e organizzate
      manifestazioni davanti ai negozi di dischi
      nel centro della vostra città in modo da
      attirare i mezzi di informazione
      sull'argomento.

      Ma non fate le cose di nascosto perché andrà
      tutto a svantaggio della comunità. Evitate
      di fregare il vostro nemico con mezzi
      illegali perché così passerete dalla parte
      del torto e sarete sempre vulnerabili.

      firmato
      un anonimo codardo==================================Modificato dall'autore il 22/12/2003 11.06.32
    • Pentawa scrive:
      Re: prima o poi la pacchia finisce
      - Scritto da: Anonimo
      Il 99,9% della gente usa il p2p solo per
      scopi illegali e prima o poi questo fenomeno
      verrà fermato come è giusto che sia.
      La gente deve rendersi conto che le leggi
      vanno rispettate, se la legge si ritiene
      sbagliata si tenta di cambiarla non di
      trasgredirla di nascosto.Domanda, se la maggioranza della popolazione pensasse che scambiare musica è legale, questo non dovrebbe diventare un Diritto?[snip]

      Pensate invece che la legge non sia un
      problema ma che i cd siano troppo cari?
      Allora non comprateli e organizzate
      manifestazioni davanti ai negozi di dischi
      nel centro della vostra città in modo da
      attirare i mezzi di informazione
      sull'argomento.Io penso e ritemgo che la Pirateria sotto ogni forma (e non la contraffazione) sia l'unica vera alternativa al cartello dei prezzi della major, se posso scegliere scelgo, io scelgo di non dare i miei soldi a questa gente.
      Ma non fate le cose di nascosto perché andrà
      tutto a svantaggio della comunità. Evitate
      di fregare il vostro nemico con mezzi
      illegali perché così passerete dalla parte
      del torto e sarete sempre vulnerabili.Anche Robespierre aveva torto nei confronti della Monarchia, fatto sta che la Monarchia fu distrutta e nacque la repubblica, noi si deve distruggere le major e rendere la cultura musicale libera, ma per farlo le armi legali non bastano, occorre una Rivoluzione.
    • avvelenato scrive:
      Re: prima o poi la pacchia finisce
      - Scritto da: Anonimo
      Il 99,9% della gente usa il p2p solo per
      scopi illegali e prima o poi questo fenomeno
      verrà fermato come è giusto che sia.
      La gente deve rendersi conto che le leggi
      vanno rispettate, se la legge si ritiene
      sbagliata si tenta di cambiarla non di
      trasgredirla di nascosto.
      Pensate che la legge sia sbagliata? Pensate
      che la maggiorparte della gente sia
      d'accordo con il vostro punto di vista?
      Allora iniziate a raccogliere firme per un
      referendum o comunque attivatevi in modo da
      far conoscere i lati negativi della legge
      sul diritto d'autore e di come potrebbe
      essere cambiata. Se tutti la pensano come
      voi avrete un largo consenso e probabilmente
      prima o poi raggiungerete il vostro scopo.

      Pensate invece che la legge non sia un
      problema ma che i cd siano troppo cari?
      Allora non comprateli e organizzate
      manifestazioni davanti ai negozi di dischi
      nel centro della vostra città in modo da
      attirare i mezzi di informazione
      sull'argomento.

      Ma non fate le cose di nascosto perché andrà
      tutto a svantaggio della comunità. Evitate
      di fregare il vostro nemico con mezzi
      illegali perché così passerete dalla parte
      del torto e sarete sempre vulnerabili.

      firmato
      un anonimo codardoda quando è stato eletto bush jr. (e sanno tutti benissimo come: facendo finta che un intero stato di votanti non esistesse).. beh non credo molto alla democrazia.le leggi poi.. la stupidata del "cambiare le leggi in maniera legale" è una delle ipocrisie reazionarie sparate da chi non ha alcuna intenzione che la legge cambi, con l'intento di criminalizzare chi la legge non può che violarla per forza.i sistemi legislativi attuali sono costituiti in modo da essere molto conservativi, e lasciare un margine infinitesimale per i cambiamenti, in realtà insignificante tranne per l'appunto per accusare chi desidera un cambiamento di violazione della legge, con la menata "la legge la puoi cambiare.". E come?coi referendum?non farmi ridere, ad oggi il rapporto tra i votanti e gli aventi diritto al voto sono in diminuzione, soprattutto negli US, è impensabile fare un referendum in questo clima di sfiducia su una questione così tecnica. chi sà cos'è un pc? Tra questi, chi sa cos'è un download? Chi distingue chiaramente tra sito, email, p2p? Chi può discernere tra un download proveniente da un sito, da un server mail, tramite un programma p2p da chissà quante persone alla volta..?è un referendum troppo tecnico, non ha senso. Si spererebbe che fossero persone tecnicamente competenti a prendere decisioni, ma purtroppo la dirighenzia attuale è piegata al volere dei soldi.si rischia di fare la stessa fine che fecimo al referendum del nucleare. Proprio ieri sono stato a Rho(mi), città denuclearizzata. Ci sono tante raffinerie di petrolio da rendere l'aria nera... ma che importa.. loro sono denuclearizzati .... lol :D avvelenato che non crede nel sistema politico attuale ==================================Modificato dall'autore il 22/12/2003 14.09.29
      • Anonimo scrive:
        Re: prima o poi la pacchia finisce
        - Scritto da: avvelenatocut
        si rischia di fare la stessa fine che fecimo
        al referendum del nucleare. Proprio ieri
        sono stato a Rho(mi), città denuclearizzata.
        Ci sono tante raffinerie di petrolio da
        rendere l'aria nera... ma che importa.. loro
        sono denuclearizzati.... lol :D


        avvelenato che non crede nel sistema
        politico attuale

        ==================================
        Modificato dall'autore il 22/12/2003 14.09.29A parte il "fecimo" questa e' la cosa giusta che hai scritto nel post ;-)ciao milanesott...
    • Anonimo scrive:
      Re: prima o poi la pacchia finisce
      - Scritto da: Anonimo
      Pensate invece che la legge non sia un
      problema ma che i cd siano troppo cari?
      Allora non comprateli e organizzate
      manifestazioni davanti ai negozi di dischi
      nel centro della vostra città in modo da
      attirare i mezzi di informazione
      sull'argomento.
      firmato
      un anonimo codardoNo no, continuo a scaricarli, comunque grazie del consiglio :D
    • Anonimo scrive:
      Re: prima o poi la pacchia finisce
      - Scritto da: Anonimo
      Il 99,9% della gente usa il p2p solo per
      scopi illegali e prima o poi questo fenomeno
      verrà fermato come è giusto che sia.
      La gente deve rendersi conto che le leggi
      vanno rispettate, se la legge si ritiene
      sbagliata si tenta di cambiarla non di
      trasgredirla di nascosto.Vallo a dire a Luigi XIV, anche lui pensava che fosse illegale tagliargli la testa eppure lo hanno ghigliottinato. Quando è il popolo in massa ad agire non c'e' legge che tenga.
      Pensate che la legge sia sbagliata? Pensate
      che la maggiorparte della gente sia
      d'accordo con il vostro punto di vista?Sicuramente la maggior parte della gente che naviga su Internet. L'altra non può essere nè d'accordo nè in disaccordo per manifesta ignoranza. Ma dal momento che tra pochi anni la percentuale di chi usa internet sopravanzerà quella di chi non la usa io inizierei a preccuparmi sul consenso della maggioranza a proposito delle correnti leggi sul copyright.
      Allora iniziate a raccogliere firme per un
      referendum o comunque attivatevi in modo da
      far conoscere i lati negativi della legge
      sul diritto d'autore e di come potrebbe
      essere cambiata. Se tutti la pensano come
      voi avrete un largo consenso e probabilmente
      prima o poi raggiungerete il vostro scopo. E secondo te le lobby accetterebbero che tale referendum venisse ammesso?
      Pensate invece che la legge non sia un
      problema ma che i cd siano troppo cari?
      Allora non comprateli e organizzate
      manifestazioni davanti ai negozi di dischi
      nel centro della vostra città in modo da
      attirare i mezzi di informazione
      sull'argomento.Alla Sony music non frega un ca**o dei picchetti di fronte ai negozi, gli importa solo degli utili in fondo al loro spreadsheet (neanche della musica, a dispetto del nome) e quindi bisogna colpirla dove è sensibile, nel portafogli. Personalmente non mi interessa se la gente si astiene dal comprare CD scaricando musica da internet oppure semplicemente non ascoltando nuovi dischi, ho iniziato il mio sciopero dei consumi nel 1999 e, P2P o no, continuerò fino a quando le major non la smetteranno con questi loro metodi arroganti e predatori che infangano i nostri diritti.
      Ma non fate le cose di nascosto perché andrà
      tutto a svantaggio della comunità. Evitate
      di fregare il vostro nemico con mezzi
      illegali perché così passerete dalla parte
      del torto e sarete sempre vulnerabili.Lo sai come diceva Churchill vero? "Se un uomo fuma sotto un cartello vietato fumare lo multo, se in cinque fumano sotto quel cartello li multo ancora, se lo fanno quaranta persone tolgo il cartello". Morale della favola, le major non possono riconvertirci all'acquisto di CD da 20 euro a forza di cause, stavolta dovranno venire a patti con i loro utenti e ridefinire vendita e distribuzione in modo più equo.Alberto
      • Anonimo scrive:
        Re: prima o poi la pacchia finisce
        - Scritto da: Anonimo
        Vallo a dire a Luigi XIV, anche lui pensavaScusate, era sedicesimo, lapsus in numeri romani...:-9Alberto
    • Anonimo scrive:
      La pacchia non finirà MAI!

      Il 99,9% della gente usa il p2p solo per
      scopi illegali e prima o poi questo fenomeno
      verrà fermato come è giusto che sia.Ok ok, hai ragione, ma.... come fai a fermarlo?Lo sai che è tecnicamente impossibile?O meglio oggi, volendo tramite denuncia si risale all'ip ecc ecc, ma basta usare qualche applicazioncina più furba cifrata e multiproxata e NESSUNO, ripeto NESSUN PROVIDER può sapere cosa stai facendo. Non c'è modo.Spiegatemi, per favore, una volta per tutte, spiegatemi come fareste, o voi grandi difensori dello stato di diritto, a bloccare questi "delinquenti".IMHO, il p2p è una rivoluzione e le leggi e l'economia di chi guadagni "sui diritti" dovranno adeguarsi.
      firmato
      un anonimo codardoIdem
      • Anonimo scrive:
        Re: La pacchia non finirà MAI!
        - Scritto da: Anonimo

        Il 99,9% della gente usa il p2p solo per

        scopi illegali e prima o poi questo
        fenomeno

        verrà fermato come è giusto che sia.

        Ok ok, hai ragione, ma.... come fai a
        fermarlo?
        Lo sai che è tecnicamente impossibile?

        O meglio oggi, volendo tramite denuncia si
        risale all'ip ecc ecc, ma basta usare
        qualche applicazioncina più furba cifrata e
        multiproxata e NESSUNO, ripeto NESSUN
        PROVIDER può sapere cosa stai facendo. Non
        c'è modo.

        Spiegatemi, per favore, una volta per tutte,
        spiegatemi come fareste, o voi grandi
        difensori dello stato di diritto, a bloccare
        questi "delinquenti".

        IMHO, il p2p è una rivoluzione e le leggi e
        l'economia di chi guadagni "sui diritti"
        dovranno adeguarsi.


        firmato

        un anonimo codardo

        Idemil trionfo del bun senso! :-)
  • Anonimo scrive:
    Rimborseranno i danni ora ? :-)
    A tutte le persone che hanno perso la privacy.E spero che sia un risarcimento maggiore delle multe che hanno pagato e che abbia uguale o maggiore risonanza.
    • ryoga scrive:
      Re: Rimborseranno i danni ora ? :-)
      - Scritto da: Anonimo

      A tutte le persone che hanno perso la
      privacy.
      E spero che sia un risarcimento maggiore
      delle multe che hanno pagato e che abbia
      uguale o maggiore risonanza.I vertici della RIAA hanno detto che sara' Babbo Natale in persona a portare i soldi che sono stati estorti finora dalla societa'. :)
  • Anonimo scrive:
    La RIAA ha finito di rompere !
    Adesso voglio proprio vedere se continueranno a fare denunce alla cieca !La situazione che si prospetta loro è difficile direi... l'unica cosa che possono fare è denunciare direttamente gli indirizzi ip incriminati senza sapere chi è la persona che commette illeciti. Questo vuol dire aprire tantissimi processi... e sinceramente non credo che potranno andare avanti per molto tempo in questo modo!Anche perchè rischiano di portare in tribunale ragazzini o anziani come già successo, magari anche innocenti, facendo figure molto brutte.Poi non parliamo della situazione italiana... in un paese dove ci sono milioni di evasori del canone rai e nessun giudice si sogna di fare mandati di perquisizione, figuriamoci se ci può essere qualche giudice che si preoccupa del P2P!
    • Anonimo scrive:
      Re: La RIAA ha finito di rompere !
      - Scritto da: Anonimo
      Anche perchè rischiano di portare in
      tribunale ragazzini o anziani come già
      successo, magari anche innocenti, facendo
      figure molto brutte.
      o peggio ancora i figli di quei deputati che li proteggono e che hanno approvato il DMCA.
    • Anonimo scrive:
      Re: La RIAA ha finito di rompere !
      Concordo perfettamente!!!! (win) winmx
  • Anonimo scrive:
    SI!. Ma i segàti?
    ora però vorrei sapere ai poveretti che sono stati incriminati fino ad ora e che hanno dovuto sborsare migliaia di dollari (in via forfettaria, bontà loro, alla riaa) ... che faranno?se dovessi sborsare IO 3000 euro oggi, finirei nella merda totale.e loro?:-(
  • Anonimo scrive:
    Italia!
    Ricordiamoci che siamo in ITALIA e non è una nostra vittoria. Se la RIAA, inizia una campagna nel nostro paese, saranno sequestri su sequestri, oltre quelli che ci saranno con l'inizio del nuovo anno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia!
      - Scritto da: Anonimo
      Ricordiamoci che siamo in ITALIA e non è una
      nostra vittoria. Se la RIAA, inizia una
      campagna nel nostro paese, saranno sequestri
      su sequestri, oltre quelli che ci saranno
      con l'inizio del nuovo anno.Appunto, ricordati che siamo in Italia e quindi la RIAA non puo' iniziare una campagna qui.Sarebbe come se la SIAE andasse a fare causa agli USA perche' piratano Laura Pausini...
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia!
        - Scritto da: Anonimo
        Appunto, ricordati che siamo in Italia e
        quindi la RIAA non puo' iniziare una
        campagna qui.La BSA esiste anche in Italia e la RIAA può sempre segnalare alle forze dell'ordine italiane chi andare a buttare giù dal letto alle 6 di mattina.
        • Anonimo scrive:
          Re: Italia!
          - Scritto da: Anonimo

          La BSA esiste anche in Italia e la RIAA può
          sempre segnalare alle forze dell'ordine
          italiane chi andare a buttare giù dal letto
          alle 6 di mattina.Con che prove?Arriva la RIAA, telefona in questura e dice:Pronto sono la RIAA. Ho questo IP che condivideva una canzone di Madonna, dovreste scoprire l'indirizzo ed andare ad arrestarlo!TU TU TU TU TUPronto? Pronto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo
            Con che prove?
            Arriva la RIAA, telefona in questura e dice:In Italia non servono prove. Te lo possono dire in molti compreso il sottoscritto, non essere così ottimista, basta una segnalazione!
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Con che prove?

            Arriva la RIAA, telefona in questura e
            dice:

            In Italia non servono prove. Te lo possono
            dire in molti compreso il sottoscritto, non
            essere così ottimista, basta una
            segnalazione!Si, una segnalazione per crimini gravi.Per un teenager che condivide Eminem secondo me le forze dell'ordine di ridono in faccia.Magari mi sbaglio eh....
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            Ci vuole la segnalazione di reato, e ci vogliono UN BEL PO' di indagini, nonchè un'autorizzazione del magistrato. Non è mica così breve la cosa !Saluti,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!

            In Italia non servono prove. Te lo possono
            dire in molti compreso il sottoscritto, non
            essere così ottimista, basta una
            segnalazione!Ma che dici!!!Ma quando mai un giudice darà il mandato per kazaa!!!!E tutti gli evasori rai, allora?!?Ma andiamo, su!!!! torniamo un po' sulla terra...
          • Anonimo scrive:
            AHAHAHAH
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Con che prove?

            Arriva la RIAA, telefona in questura e
            dice:

            In Italia non servono prove. Te lo possono
            dire in molti compreso il sottoscritto, non
            essere così ottimista, basta una
            segnalazione!Ma chi sei, adriano celentano ????AHAHAHAHAH
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Con che prove?

            Arriva la RIAA, telefona in questura e
            dice:

            In Italia non servono prove. Te lo possono
            dire in molti compreso il sottoscritto, non
            essere così ottimista, basta una
            segnalazione!Forse tui stai parlando di qualche staterello del sud america, perche' qui da noi vige, nonostante tutto, ancora lo stato di diritto.Se credi che una delazione sia sufficiente a convincere il magistrato a firmare un ordine di perquisizione del domicilio vuol dire che ignori i termini del codice e del diritto stesso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!

            Forse tui stai parlando di qualche
            staterello del sud america, perche' qui da
            noi vige, nonostante tutto, ancora lo stato
            di diritto.
            Se credi che una delazione sia sufficiente a
            convincere il magistrato a firmare un ordine
            di perquisizione del domicilio vuol dire che
            ignori i termini del codice e del diritto
            stesso.forse anche tu ignori come realmente funzionano ste cose.....:
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo
            Con che prove?
            Arriva la RIAA, telefona in questura e dice:

            Pronto sono la RIAA. Ho questo IP che
            condivideva una canzone di Madonna, dovreste
            scoprire l'indirizzo ed andare ad
            arrestarlo!
            TU TU TU TU TU
            Pronto? Pronto?:-))) Hai presente quella scenetta di "Bianco, Rosso e Verdone"? "Pronto ACI?? Sono un vostro socio, tessera numero 43448, avrei da porle il seguente quesito: dal momento che tra circa sette minuti e mezzo mi metterò in marcia per raggiungere Roma ed è prevista un perturbazione in arrivo da nord ad una velocità di circa 30km orari, procedendo ad una velocità diciamo di circa 80, 90 km di media oraria ce la faccio a lasciarmi alle spalle la perturbazione diciamo dalle parti di Viterbo?"...."Ma va a caghèr..."....."pronto???.. pronto ACI???":-)))))))))))
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Con che prove?

            Arriva la RIAA, telefona in questura e
            dice:



            Pronto sono la RIAA. Ho questo IP che

            condivideva una canzone di Madonna,
            dovreste

            scoprire l'indirizzo ed andare ad

            arrestarlo!

            TU TU TU TU TU

            Pronto? Pronto?


            :-))) Hai presente quella scenetta di
            "Bianco, Rosso e Verdone"?

            "Pronto ACI?? Sono un vostro socio, tessera
            numero 43448, avrei da porle il seguente
            quesito: dal momento che tra circa sette
            minuti e mezzo mi metterò in marcia per
            raggiungere Roma ed è prevista un
            perturbazione in arrivo da nord ad una
            velocità di circa 30km orari, procedendo ad
            una velocità diciamo di circa 80, 90 km di
            media oraria ce la faccio a lasciarmi alle
            spalle la perturbazione diciamo dalle parti
            di Viterbo?"

            ....

            "Ma va a caghèr..."

            .....

            "pronto???.. pronto ACI???"

            :-)))))))))))
            Si, ma il numero di tessera era: 917655/UT come Udine Torino... ;)
          • Skaven scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo
            Si, ma il numero di tessera era: 917655/UT
            come Udine Torino... Inoltre si è dimenticato il pezzettino in cui dice che la perturbazione in arrivo gli provoca un leggero mal di testa.. "daltronde è il prezzo che dobbiamo pagare noi metereopatici":)
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            Mitico Carlo Verdone!!!!! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            La BSA esiste anche in Italia e la RIAA
            può

            sempre segnalare alle forze dell'ordine

            italiane chi andare a buttare giù dal
            letto

            alle 6 di mattina.

            Con che prove?Purtroppo ha ragione. Siamo in Italia e qui se sei un poveraccio non serve nessuna prova per farti finire nella merda.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con le vaccate!
            - Scritto da: Anonimo



            La BSA esiste anche in Italia e la
            RIAA


            può



            sempre segnalare alle forze
            dell'ordine



            italiane chi andare a buttare giù
            dal


            letto



            alle 6 di mattina.





            Con che prove?



            Purtroppo ha ragione. Siamo in Italia e
            qui

            se sei un poveraccio non serve nessuna
            prova

            per farti finire nella merda.

            Ma dico la vogliamo smettere di dire
            stupidaggini a raffica del tipo: siamo in
            Italia e le prove non servono...
            Le prove servono eccome !!!!E che prove c'erano all'epoca dell'Italian Crackdown? Le vogliamo ricordare le decine di persone che hanno subito gravissimi danni economici grazie all'idiozia di 2 giudici e qualche finanziere?Senza contare casi ben piu' gravi come quel poveraccio che si e' fatto 5 anni di galera per una accusa di stupro poi rivelatasi completamente infondata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con le vaccate!
            - Scritto da: Anonimo
            Senza prove certe nessun giudice ti fa il
            mandato... c'è poco da fare !Io mi trovo nei guai per un caso che nulla ha a che fare con la pedofilia e con la pirateria. Ma è bastata una stupidissima denuncia senza prove, perchè il PM preparasse il decreto di sequestro! La vaccata è dire che in Italia senza prove non si fa nulla.. si fa, tranquillo, puoi scommetterci e te lo posso dimostrare CON LE CARTE IN MANO.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con le vaccate!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Senza prove certe nessun giudice ti fa il

            mandato... c'è poco da fare !

            Io mi trovo nei guai per un caso che nulla
            ha a che fare con la pedofilia e con la
            pirateria. Ma è bastata una stupidissima
            denuncia senza prove, perchè il PM
            preparasse il decreto di sequestro!

            La vaccata è dire che in Italia senza prove
            non si fa nulla.. si fa, tranquillo, puoi
            scommetterci e te lo posso dimostrare CON LE
            CARTE IN MANO.Ti consiglio allora di cambiare avvocato.Sei tu che sei lasciato sopraffare illecitamente.Se poi eri colpevole e gli hai messo in mano le prove che non avevano, non me ne vanterei.Se non avevano prove, non avrebbero potuto legalmente sequestrarti nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con le vaccate!
            - Scritto da: Anonimo
            Ti consiglio allora di cambiare avvocato.
            Sei tu che sei lasciato sopraffare
            illecitamente.Non è così semplice, finchè non ci sei dentro non puoi capire come funziona esattamente.
            Se poi eri colpevole e gli hai messo in mano
            le prove che non avevano, non me ne
            vanterei.Io non gli ho messo in mano nessuna prova, un coglione mi ha denunciato per qualcosa che non ho fatto, solo che invece di verificare se quello che il denunciante ha dichiarato fosse vero, il PM ha preferito mandarmi la polizia a casa.
            Se non avevano prove, non avrebbero potuto
            legalmente sequestrarti nulla.Non servono le prove, non servono! Entrano in casa e prendono tutto quello che gli pare. E l'indagato non ha neanche il diritto di sapere cosa c'è scritto nella denuncia fino a quando al PM non gli gira di concedere questo "privilegio"..In pratica sono arrivato a capire chi mi ha denunciato solo per intuito.. altrimenti saprei solo che una mattina mi hanno svegliato e sequestrato il compuer.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con le vaccate!
            Avari almeno denunziato il "coglione" per calunnia, spero !Saluti,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con le vaccate!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Senza prove certe nessun giudice ti fa
            il


            mandato... c'è poco da fare !



            Io mi trovo nei guai per un caso che nulla

            ha a che fare con la pedofilia e con la

            pirateria. Ma è bastata una stupidissima

            denuncia senza prove, perchè il PM

            preparasse il decreto di sequestro!



            La vaccata è dire che in Italia senza
            prove

            non si fa nulla.. si fa, tranquillo, puoi

            scommetterci e te lo posso dimostrare CON
            LE

            CARTE IN MANO.

            Ti consiglio allora di cambiare avvocato.Che c'entra l'avvocato ? Secondo te alle 6 di mattina l'avvocato e' li' a difenderti ?Questi sono problemi diffusi e si risolvono con le pubbliche denunce, con la partecipazione, con la politica non con l'azione dei singoli (che in questi casi porta a qualcosa solo se il singolo in questione e' il potente di turno).Tu, con le tue sciocchezze, non fai altro che il gioco di chi si mette lo stato di diritto sotto i piedi ogni santo giorno. L'unica mia speranza e' che un giorno tu possa renderti conto di persona cosa puo' succedere al singolo cittadino a causa dell'idiozia di qualche funzionario.Nel frattempo leggiti "Il processo" di Kafka che e' un libro ancora attualissimo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con le vaccate! (rai3)

            Questi sono problemi diffusi e si risolvono
            con le pubbliche denunce, con la
            partecipazione, con la politica non con
            l'azione dei singoli (che in questi casi
            porta a qualcosa solo se il singolo in
            questione e' il potente di turno).Con "pubbliche denunce" intendi tipo "Mi manda Rai3"?
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con le vaccate! (rai3)
            - Scritto da: Anonimo

            Questi sono problemi diffusi e si
            risolvono

            con le pubbliche denunce, con la

            partecipazione, con la politica non con

            l'azione dei singoli (che in questi casi

            porta a qualcosa solo se il singolo in

            questione e' il potente di turno).

            Con "pubbliche denunce" intendi tipo "Mi
            manda Rai3"?Giornali, petizioni, radio, tutto fa brodo."Mi manda Rai3" e' una delle dimostrazioni piu' lampanti di come avvocaticchi e grandi aziende smettono subito di fare la voce grossa quando le loro porcherie vengono poste all'attenzione dell'opinione pubblica.
        • Anonimo scrive:
          Re: Italia!

          La BSA esiste anche in Italia e la RIAA può
          sempre segnalare alle forze dell'ordine
          italiane chi andare a buttare giù dal letto
          alle 6 di mattina.Oddio che risate...Dormi tranquillo, la bsa non conta un belino e figurati se ti vengono in casa perchè c'hai kazaa...Te l'immagini andare a chiedere al giudice un mandato di perquisizione in casa tua perchè sei sospettato di scambiare filmaggi su reti p2p...Non lo fanno manco con gli evasori totali, trappoco... figurati!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia!

        Appunto, ricordati che siamo in Italia e
        quindi la RIAA non puo' iniziare una
        campagna qui.Giusto!!!Qui non c'è nessun dmca su cui appoggiarsi per chiedere nomi e cognomi...E se un signore della riaa un giorno bussa alla vostrta porta solo per il fatto di essere uno della riaa, voi siete autorizzati a ridergli in faccia e a sbatterci contro la porta... e a godere del vostro operato!!!! *evil grin*:):):)Ps: nel caso qualcuno si voglia occupare qui di quelli che fanno p2p, sarebbe mooolto meglio per la sua faccia (posto che ne abbia una!...) che pensasse prima a tutti gli evasori fiscali totali che ci sono!!...
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia!

      su sequestri, oltre quelli che ci saranno
      con l'inizio del nuovo anno.Cioè? Sai qualcosa che noi non sappiamo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia!
        - Scritto da: Anonimo
        Cioè? Sai qualcosa che noi non sappiamo?No! Sei tu che non sai quello che tutti sanno! Ovvero la quantità assurda di sequestri di computer, che avviene in Italia...
        • Anonimo scrive:
          Re: Italia!

          No! Sei tu che non sai quello che tutti
          sanno! Ovvero la quantità assurda di
          sequestri di computer, che avviene in
          Italia... Sì, vanno in covi e cantine di pirati proffesionisti, con migliaia di cd fatit al giorno, che tutti sanno benissimo dove sono e che fanno...Figurati se ti vengono a casa per il p2p... seeeeeeeeeeee...
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo

            No! Sei tu che non sai quello che tutti

            sanno! Ovvero la quantità assurda di

            sequestri di computer, che avviene in

            Italia...
            Sì, vanno in covi e cantine di pirati
            proffesionisti, con migliaia di cd fatit al
            giorno, che tutti sanno benissimo dove sono
            e che fanno...
            Figurati se ti vengono a casa per il p2p...
            seeeeeeeeeeee...Purtroppo non è così, in Italia la smania di protagonismo delle forze dell'ordine è uguagliata solo dalla loro incompetenza in materia informatica, e la cronaca è piena di esempi di questa micidiale miscela, se tu non ne sei a conoscenza è un altro discorso. Sappi che la polizia è capace di buttarti giù dal letto alle 6 del mattino, di sequestrati anche le mutante e lasciarti in cambio un bel avviso di garanzia per ricettazione se solo CREDE che tu stia scambiando software commerciale, senza avere necessariamente le prove di quanto sostiene. Sembra quasi che in Italia l'onere della prova ricada sulla difesa e non sull'accusa. Sei colpevole, fino a quando non dimostri il contrario. Ricordati della distruzione di Fidonet nel 1994, decine di BBS eliminate, decine di computer sequestrati ed altrettanti sysop denunciati, per cosa? Perché un magistrato aveva erroneamente associato la realtà assolutamente no profit di Fidonet a qualche BBS pirata. E tutti i sequestri degli ultimi anni? La gente denunciata per ricettazione per aver comprato un giochino copiato o, peggio, per essersi scambiata software shareware? Non so quando la polizia postale inizierà a sparare alla cieca contro gli utenti del P2P ma sta sicuro che un giorno lo farà, ci sono le major e la SIAE che spingono tutti i giorni per avere leggi sempre più repressive e per far scattare sequestri e denunce allo scopo di offrire un "esempio" a chi osa intaccare i loro lauti guadagni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo
            E tutti i
            sequestri degli ultimi anni? La gente
            denunciata per ricettazione per aver
            comprato un giochino copiato o, peggio, per
            essersi scambiata software shareware? Qualche fonte o riferimento piu' preciso?Altrimenti e' solo FUD.
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            E tutti i

            sequestri degli ultimi anni? La gente

            denunciata per ricettazione per aver

            comprato un giochino copiato o, peggio,
            per

            essersi scambiata software shareware?

            Qualche fonte o riferimento piu' preciso?
            Altrimenti e' solo FUD.Sì, certo, vai in it.comp.software.emulatori e chiedigli dell'operazione AMOS. 67 appassionati di emulazione denunciati perchè arbitrariamente associati ad un tale chiamato Amos che vendeva giochi pirata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo
            Sì, certo, vai in it.comp.software.emulatori
            e chiedigli dell'operazione AMOS. 67
            appassionati di emulazione denunciati perchè
            arbitrariamente associati ad un tale
            chiamato Amos che vendeva giochi pirata. Immagino che con i loro emulatori usassero solo software originale...
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Sì, certo, vai in
            it.comp.software.emulatori

            e chiedigli dell'operazione AMOS. 67

            appassionati di emulazione denunciati
            perchè

            arbitrariamente associati ad un tale

            chiamato Amos che vendeva giochi pirata.

            Immagino che con i loro emulatori usassero
            solo software originale...Se non hai argomenti non renderti ridicolo facendo finta di non capire ....
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Sì, certo, vai in

            it.comp.software.emulatori


            e chiedigli dell'operazione AMOS. 67


            appassionati di emulazione denunciati

            perchè


            arbitrariamente associati ad un tale


            chiamato Amos che vendeva giochi
            pirata.



            Immagino che con i loro emulatori usassero

            solo software originale...

            Se non hai argomenti non renderti ridicolo
            facendo finta di non capire ....Io vado su un forum di emulatori e dico"guarda che bene che riesco a fare andare questo programma", oppure "il tal gioco non mi funziona con l'emulatore X, ma con l'Y si".Non e' che le forze dell'ordine possono avere qualche sospetto che il software che faccio girare sia piratato?Dove li compro i giochi per l'Amiga o per lo Spectrum?
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo
            Dove li compro i giochi per l'Amiga o per lo
            Spectrum?Hai perso un'altra ottima occasione per non renderti ridicolo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Dove li compro i giochi per l'Amiga o per
            lo

            Spectrum?

            Hai perso un'altra ottima occasione per non
            renderti ridicolo!Vabbe', saro' un po' corto.Mi spieghi di cosa si parla sul forum?
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo
            Immagino che con i loro emulatori usassero
            solo software originale...Non è questo il punto, il sequestro si fondava su una teoria del tutto errata, infatti sul mandato c'era scritto "per aver acquistato software commerciale, nella fattispecie giochi per la PlayStation". Poi certo che non usavano solo ROM di pubblico dominio per i loro emulatori, ma d'altraparte chi è che non ha un programma o un gioco copiato a casa? E non parliamo di roba vecchia di vent'anni. Rimane il fatto che senza sapere neanche di cosa si trattava o dove andavano a parare la polizia postale ha fatto irruzione nelle case di 67 cittadini con una denuncia infondata, figurati poi se avevano le prove, infatti il caso è stato archiviato. Intanto però 67 persone si sono viste svuotare casa quella mattina ed hanno dovuto sborsare milioni per i rispettivi avvocati per dimostrare che non erano colpevoli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!

            il sequestro si
            fondava su una teoria del tutto errata,
            infatti sul mandato c'era scritto "per aver
            acquistato software commerciale, nella
            fattispecie giochi per la PlayStation". Poi
            certo che non usavano solo ROM di pubblico
            dominio per i loro emulatori, Personalmente credo che il diritto d'autore e di sfruttamento commerciale su un videogame o sw in genere debba essere molto più breve che in altri campi data la rapidità dell'obsolescenza dei prodotti e delle piattaforme.Comunque questa è una opinione, anche se ragionevole, anche se probabilmente condivisa dalla maggioranza delle persone che si sono poste il quesito, rimane un'opinione, non è legge.Nella normative attuale il mancato guadagno provocato ad un venditore viene considerato un guadagno illecito da parte del consumatore, quindi che il gioco sia copiato gratuitamente oppure comprato il reato rimane identico per il consumatore, la denuncia non era formulata formalmente bene, ma sostanzialmente era inattaccabile.Allo stesso modo il fornitore ha dei guai sia che venda sia che lasci copiare, in quanto in entrambe i casi contravviene almeno alle norme sulla pubblicazione ( = fornire disponibilità al pubblico), certo che nel primo caso ci sono in più anche altre figure di reato.Anche per i giochi di 20 anni fa, è necessario sapere chi detiene i diritti oggi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo
            Personalmente credo che il diritto d'autore
            e di sfruttamento commerciale su un
            videogame o sw in genere debba essere molto
            più breve che in altri campi data la
            rapidità dell'obsolescenza dei prodotti e
            delle piattaforme.Sono dell'idea che ste' major del software si devono dare una calmata anche perchè proprio con l'obsolescenza dei prodotti e delle piattaforme si genera un investimento a vuoto per il singolo. Esempio: gioco comprato anni fa a £ 99,000 (mica bruscolini) e ora pari a zero perchè il caro WinXp non lo fa più partire. Per assurdo, un libro anche se vecchio posso sempre leggerlo e lo pago di meno. Questo vuol dire che il software va visto in un'ottica sua e non in quella classica di tutti gli altri prodotti. Inoltre bisogna considerare una cosa, secondo me importante, se non c'è più corrente, i pc e tutti quei costosi SW non valgono più nulla. Stesso discorso per la musica a meno di saper suonare una chitarra e cantarsele da sè.
            Comunque questa è una opinione, anche se
            ragionevole, anche se probabilmente
            condivisa dalla maggioranza delle persone
            che si sono poste il quesito, rimane
            un'opinione, non è legge.
            Nella normative attuale il mancato guadagno
            provocato ad un venditore viene considerato
            un guadagno illecito da parte del
            consumatore, quindi che il gioco sia copiato
            gratuitamente oppure comprato il reato
            rimane identico per il consumatore, la
            denuncia non era formulata formalmente bene,
            ma sostanzialmente era inattaccabile.
            Allo stesso modo il fornitore ha dei guai
            sia che venda sia che lasci copiare, in
            quanto in entrambe i casi contravviene
            almeno alle norme sulla pubblicazione ( =
            fornire disponibilità al pubblico), certo
            che nel primo caso ci sono in più anche
            altre figure di reato.
            Anche per i giochi di 20 anni fa, è
            necessario sapere chi detiene i diritti
            oggi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!

            Nella normative attuale il mancato guadagno
            provocato ad un venditore viene considerato
            un guadagno illecito da parte del
            consumatore, quindi che il gioco sia copiato
            gratuitamente oppure comprato il reato
            rimane identico per il consumatore, la
            denuncia non era formulata formalmente bene,
            ma sostanzialmente era inattaccabile.Non hai centrato il punto: la denuncia era campata in aria, infatti nessuno è stato condannato quella volta, ma le vittime hanno comunque avuto un danno economico notevole dalla faccenda (soldi spesi per avvocati, mancato utilizzo del proprio PC per mesi).Il punto è che è assurdo sia così facile far partire un sequestro e praticamente impossibile esserne risarciti se il sequestro era sbagliato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo
            denuncia non era formulata formalmente bene,
            ma sostanzialmente era inattaccabile.Scusa se ti contraddico, ma quale formalmente inattaccabile!Sono venuti a casa di 67 persone pensando che avessero comprato giochi pirata della PlayStation per posta ed era esattamente su questo che si basava il supposto reato di ricettazione! Fino a quando sei tu in persona a copiare un software il reato di ricettazione non può scattare (semmai scattano altre sanzioni, ma non il reato penale), perciò deve essere dimostrato che il software copiato che hai lo hai ricevuto o comprato da qualcuno, non puoi venire a casa mia, portarmi via tutto e accusarmi di aver acquistato/ricevuto giochi commerciali senza avere prove.
            Anche per i giochi di 20 anni fa, è
            necessario sapere chi detiene i diritti
            oggi...In molti casi non li detiene nessuno, le software house sono fallite quindi nessuno li puo' reclamare, i programmatori, se intervistati, sono quasi tutti d'accordo col rendere le loro antiche creazioni di pubblico dominio e in effetti i giochi dello spectrum sono stati tutti resi pubblici, così come una buona parte di quelli del Commodore 64. Certo, poi ci sono produttori che non mollerebbero la presa neanche morti perché per loro è una questione di principio, tipo Nintendo, però ho saputo che proprio il Congresso americano si sta convincendo che il software per macchine non più in commercio non deve essere tutelato come quello regolarmente in vendita, infatti non sarà più reato trovare metodi per copiarlo (in pratica, un'eccezione al DMCA). Leggi qui:http://www.copyright.gov/1201/"On October 28, 2003, the Librarian of Congress, on the recommendation of the Register of Copyrights, announced the classes of works subject to the exemption from the prohibition against circumvention of technological measures that control access to copyrighted works. The four classes of works exempted are:..." (3) Computer programs and video games distributed in formats that have become obsolete and which require the original media or hardware as a condition of access. A format shall be considered obsolete if the machine or system necessary to render perceptible a work stored in that format is no longer manufactured or is no longer reasonably available in the commercial marketplace."
          • Locke scrive:
            Re: Italia!
            - Scritto da: Anonimo

            Immagino che con i loro emulatori usassero
            solo software originale...Non è questo il punto, Lurko su ICSE e conosco la storia.L'operazione AMOS era inizialmente nata per sequestri di giochi della Playstation copiati. E' stato un caso (o un errore) che ci finisse dentro anche chi vendeva roms, ma attenzione: non vendeva un cd a 20 ?, si facevano pagare il prezzo del supporto e le spede si spedizione... 2 ? al max, anzi a quei tempi si parlava ancora in lire. Non c'era lo scopo di lucro ma solo la volontà di aiutare i patiti dell'emulazione.Si vede che uno di questi vendeva anche giochi della PSX e allora è iniziata la reazione a catena, la Polizia Postale ha anche sequestrato i PC di chi aveva "comprato" le roms. Ma l'intento iniziale NON era quello.
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia!
      - Scritto da: Anonimo
      Ricordiamoci che siamo in ITALIA e non è una
      nostra vittoria. Se la RIAA, inizia una
      campagna nel nostro paese, saranno sequestri
      su sequestri, oltre quelli che ci saranno
      con l'inizio del nuovo anno.chi cazzo è la riaa?se l'FBI ti cerca, a te frega qualcosa?preoccupati della digos, dei sisde, della siae, della polizia e dei carabinieri ... non metterti a preoccuparti anche delle polizie degli altri stati
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia!

        preoccupati della digos, dei sisde, della
        siae, della polizia e dei carabinieri ...
        non metterti a preoccuparti anche delle
        polizie degli altri statie mi permetto di aggiungere... della gdf
  • Anonimo scrive:
    Calma e gesso
    Ok, questa è stata una (splendida) batosta a quei prepotenti della RIIA.Faccio notare un paio di cose:1) Probabilmente la RIIA continuerà ugualmente a denunciare gente (solo, adesso non può più ricattarla privatamente chiedendole dei soldi per lettera...si limiterà a denunciare l'ip e chiedendo sequestri e perquisizioni)2) I giudici hanno fatto anche presente che la situazione di aperta violazione del copyright va gestita...ma da qui al varo di una legge sul copyright meno delirante e più tollerante ce ne passa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Calma e gesso
      - Scritto da: Anonimo
      1) Probabilmente la RIIA continuerà
      ugualmente a denunciare gente (solo, adesso
      non può più ricattarla privatamente
      chiedendole dei soldi per lettera...si
      limiterà a denunciare l'ip e chiedendo
      sequestri e perquisizioni)Il problema per la RIAA e' la legislazione americana.Se si mette a fare causa ad utenti random, prima o poi ne perdera' una e questo potra' essere usato come precedente in altri processi. :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Calma e gesso

        Il problema per la RIAA e' la legislazione
        americana.
        Se si mette a fare causa ad utenti random,
        prima o poi ne perdera' una e questo potra'
        essere usato come precedente in altri
        processi. :DBisogna vedere PERCHE' ne perderà una...se ne perde una perchè ha denunciato una vecchietta di 95 anni che non sa neanche cos'è un PC, non credo che sia applicabile al caso dell'utente che effettivamente ha mp3 e altro materiale copiato sul PC... mi sembra che prima di poter parlare di precedenti applicabili si dovrebbe vedere una sconfitta della RIAA in questo secondo caso (auspicabile, ma improbabile IMHO)
  • Anonimo scrive:
    SON FELICE !!
    HA HA HA !(win)(linux)(apple):D8)
    • Anonimo scrive:
      Re: SON FELICE !!
      Siamo in due!!! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: SON FELICE !!
      anch'io sono felicissimo... soprattutto alla faccia di coloro che ci davano solo 3 mesi di libertà e dopo, tutti in galera.... come si chiamava? Eklep..... boh.... ;)
    • bacarozz83 scrive:
      Re: SON FELICE !!
      BUAHHAHAHAHAHA TIIEEEEEEE MAJOR DEI MIEI STIVALI!
    • Anonimo scrive:
      Re: SON FELICE !!
      Anch'io! Finalmente una tutela anche sui diritti degli utenti, non solo delel major.Credo che ci sia una sola strada che le major possano percorrere per arginare la pirateria: abbassare il costo dei cd.Ricordo il primo cd che ho comprato: "Wish you were here" dei pink floyd, era il 1986.Lo pagai 16.000 lire.Allora il supporto costava caro, erano i primi anni di diffusione; adesso il supporto non costa più nulla, ma i cd costano 20 euro e passa.Dove vanno tutti questi soldi?Se costassero la metà, molta più gente comprerebbe cd originali!
      • Anonimo scrive:
        Re: SON FELICE !!
        - Scritto da: Anonimo
        Anch'io!
        Finalmente una tutela anche sui diritti
        degli utenti, non solo delel major.
        Credo che ci sia una sola strada che le
        major possano percorrere per arginare la
        pirateria: abbassare il costo dei cd.

        Ricordo il primo cd che ho comprato: "Wish
        you were here" dei pink floyd, era il 1986.
        Lo pagai 16.000 lire.
        Allora il supporto costava caro, erano i
        primi anni di diffusione; adesso il supporto
        non costa più nulla, ma i cd costano 20 euro
        e passa.
        Dove vanno tutti questi soldi?
        Se costassero la metà, molta più gente
        comprerebbe cd originali!stai scherzando ??? 16.000 lire dell'1986 non valgono certo quelle di oggi
      • Anonimo scrive:
        Re: SON FELICE !!
        Come fai a paragonare 16.000 Lire del 1986 a 20 Euro di oggi? Puoi farlo, ma considera l'inflazione e fai i tuoi conti sul potere di acquisto di 16.000 allora e 20 Euro oggi: magari un CD appunto :-)Ma veramente basta dire il prezzo è alto (e bada bene sono d'accordo che è alto) per sentirsi giustificati a rubare musica online?Ciao!- Andy
        • Anonimo scrive:
          Re: SON FELICE !!
          Amen fratello! ;)
        • MaurizioB scrive:
          Re: SON FELICE !!
          - Scritto da: Anonimo
          Come fai a paragonare 16.000 Lire del 1986 a
          20 Euro di oggi? Puoi farlo, ma considera
          l'inflazione e fai i tuoi conti sul potere
          di acquisto di 16.000 allora e 20 Euro oggi:
          magari un CD appunto :-)Forse dovresti anche non paragonare un prodotto innovativo nel 1986 ed un prodotto di vent'anni oggi.Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: SON FELICE !!
            Infatti, dall'86 a oggi i prezzi alla produzione dei supporti sono crollati. La diffusione del mezzo e' aumentata in maniera esponenziale, questi due fattori da soli porterebbero al crollo del prezzo, e invece ci ritroviamo a conti fatti con un prodotto che si costera' meno dell'86 contando inflazione e tutto il resto, ma che resta palesemente alto considerando che il mercato si e' espanso, e le tecnologie hanno abbattuto i prezzi.
          • MaurizioB scrive:
            Re: SON FELICE !!
            - Scritto da: Anonimo
            Infatti, dall'86 a oggi i prezzi alla
            produzione dei supporti sono crollati. La
            abbattuto i prezzi.Quindi? Non è chiaro cosa tu voglia dire...Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: SON FELICE !!
          E veramente si può dire che chi scarica sta rubando la musica?Ti faccio notare che rubare significa, in linguaggio popolare, sottrarre qualcosa a qualcuno.Se io scarico una canzone che altrimenti non avrei comprato, sei sicuro che faccio un furto?Sicuramente potrai obiettare, ma la questione non è banale.Certo la legge lo vieta, ma è anche vero che quando milioni di persone commettono un reato, non percependolo come tale, la questione non è banale.Nessun altro "reato" penso abbia diffusione del genere, forse l'infrazione del lomite di velocità, ma non è penale.L'evasione fiscale potrebbe essere un altro candidato ma mi permetto di muovere alcune differenze:difficilmente non è percepito come reato (il dentista che evade sa di commettere un reato), e soprattutto si fa un danno alla comunità.Scaricando da internet, si fa danno alle industrie discografiche, che checchè se ne dica, con i soldi che ricavano non costruiscono ne scuole ne ospedali.E anche a dire che si fa danno alla musica ce ne vuole e ti spiego il perchè:la stragrande maggioranza degli artisti vive di concerti ed esibizioni più che di cd venduti (che su 20 euro un cantante, a seconda del suo "peso", riceve dagli 1 ai 3 euro in media).Allora ti chiedo, siamo sicuri che, se le canzoni fossero una promozione per i concerti, il modello sarebbe poi cosi sbagliato?Sottolineo anche che negli utlimi anni i cd venduti sono calati, ma l'afflusso di fan ai concerti è aumentato.Tu dirai, si e i dipendenti?Ok, forse è l'unica cosa che mi spinge a dispiacermi se le majors dovessero ridimensionarsi. Ma è anche vero che di persone occupate nella musica ci sarebbe comunque bisogno.Dall'altro lato, i vantaggi per la gente sarebbero enormi, musica gratis (che costituirebbe la pubblicità per i concerti o le esibizioni).Quindi io andrei piano aparlare di furto con tanta leggerezza, come se si stesse rubando la pensione a una povera vecchia, che è quello che vogliono far credere le industrie discografiche.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: SON FELICE !!
            - Scritto da: Anonimo
            Se io scarico una canzone che altrimenti non
            avrei comprato, sei sicuro che faccio un
            furto?se non ho un'euro ma rubo una ferrari non l'ho rubata? Non l'avrei comprata, altrimenti....
          • Anonimo scrive:
            Re: SON FELICE !!

            se non ho un'euro ma rubo una ferrari non
            l'ho rubata? Non l'avrei comprata,
            altrimenti....se ti accontenti di una utilitaria, puoi venire a copiare la mia auto, così ce ne abbiamo una a testa...o forse due a testa, visto che di testa se fai questi discorsi copiare=rubare...maestra, pierino mi ha rubato il compito... copiato luigina, si dice copiato
          • Anonimo scrive:
            Re: SON FELICE !!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Se io scarico una canzone che altrimenti
            non

            avrei comprato, sei sicuro che faccio un

            furto?

            se non ho un'euro ma rubo una ferrari non
            l'ho rubata?Spero che tutti quelli che alla fine si riducono a fare SEMPRE LO STESSO ESEMPIO DELLA FERRARI siano in realta' la stessa persona perche' altrimenti significa che davvero "dall'altra parte" ci sono solo dei cloni decerebrati.
          • Anonimo scrive:
            Re: SON FELICE !!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Se io scarico una canzone che
            altrimenti

            non


            avrei comprato, sei sicuro che faccio
            un


            furto?



            se non ho un'euro ma rubo una ferrari non

            l'ho rubata?

            Spero che tutti quelli che alla fine si
            riducono a fare SEMPRE LO STESSO ESEMPIO
            DELLA FERRARI siano in realta' la stessa
            persona perche' altrimenti significa che
            davvero "dall'altra parte" ci sono solo dei
            cloni decerebrati.Deduzione "suggestiva" .. e non priva di qualche "fascino" :D
          • Anonimo scrive:
            Re: SON FELICE !!

            se non ho un'euro ma rubo una ferrari non
            l'ho rubata? Non l'avrei comprata,
            altrimenti....Ma come? e l'esempio "vengo a casa tua apro il frigo ecc ecc.) non lo fai :-DSarebbe bello trovare qualcuno che critica il p2p senza dare l'impressione di essere un sordo o un pappagallo.....
        • Anonimo scrive:
          Re: SON FELICE !!
          basta e avanza......
Chiudi i commenti