Kernel Linux, pochi lo fanno gratis

La comunità che lavora al kernel Linux è sempre più nutrita: sono le grandi aziende a spingerne lo sviluppo e a foraggiare gli sviluppatori

Roma – Lavorare al kernel Linux come volontari? Una realtà che appartiene sempre più al passato: gli sviluppatori sono sempre più spesso lavoratori foraggiati dalle grandi corporation. E sono sempre di più.

A tracciare il quadro della comunità che lavora al kernel Linux è una ricerca pubblicata da The Linux Foundation che esplora gli ultimi tre anni di sviluppo del codice, dal rilascio della versione 2.6.11, a cui hanno lavorato 483 programmatori e 71 aziende, ai 1057 programmatori e alle 186 aziende che si sono affaccendati sulla versione 2.6.24.

Ogni giorno si aggiungono al kernel 3621 righe di codice, se ne rimuovono 1550, se ne modificano 1425, dal 2005 il kernel è cresciuto stabilmente del 10 per cento l’anno : ciò si deve alla necessità di fornire costantemente supporto hardware aggiornato, all’aumento delle funzioni e alla sempre più nutrita comunità di sviluppatori.

Il numero dei programmatori è raddoppiato negli ultimi tre anni, ed esiste uno zoccolo duro di sviluppatori alacri: dieci di loro hanno contribuito ad apportare il 15 per cento di cambiamenti sul codice, i trenta sviluppatori più attivi sono responsabili del 30 per cento delle modifiche.

A supportare il lavoro degli sviluppatori, nella larga maggioranza dei casi, ci sono le aziende: il 13,9 per cento dei developer si concentra sul kernel Linux per impiegare il proprio tempo libero mentre il 74,1 per cento smanetta sul codice a favore dell’azienda per cui lavora. Alla frotta di programmatori Linux stipendiati dalle grandi imprese si può attribuire il 70 per cento dello sviluppo del kernel : in testa c’è la community foraggiata da Red Hat (11,2 per cento dei contributi), seguita da quella di Novell (8,9 per cento), in terza posizione IBM (8,3 per cento).

Ogni azienda che opera su Linux ha buone ragioni per farlo, spiegano gli autori dello studio: c’è chi lavora sulla compatibilità con l’hardware che vende, c’è chi compete sulle distribuzioni, ci sono aziende, da Nokia a Volkswagen, che spingono per l’evoluzione del codice perché Linux anima i dispositivi che propongono sul mercato. Ma non sono solo le grandi società a spingere per lo sviluppo del kernel: esiste altresì una long tail di piccole imprese che contribuisce in modo sostanziale ad apportare modifiche al codice.

Se il kernel Linux continuerà ad essere pubblicato sotto licenza GPL2 per volere del padre Linus Torvalds, sulla scena open source le adesioni alla controversa licenza GPL3 sono di peso: Trolltech ritiene che l’ultima versione della General Public Licence redatta da FSF non sia di ostacolo allo sviluppo di un ecosistema aziendale e ha rilasciato sotto licenza GPL3 le librerie alla base di KDE. OpenOffice migrerà alla versione 3.0 di LGPL.

La diffidenza degli sviluppatori è ancora palpabile: sono oltre 2042 i progetti che si avvalgono della GPL3, riferisce Palamida . Ad un ritmo di adozione di 1000 progetti ogni 4 mesi e mezzo, entro la fine del 2008 potrebbero essere 5mila i progetti rilasciati sotto GPL3.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ExtraT scrive:
    banca uccisa?
    una medaglia, anzi, un carretto di medaglie se hanno ucciso una banca! per chi non lo sapesse, in questi chiari di luna sono solo le banche (in Italia) che guadagnano... vedi i mutui, i prestiti, le ipergaranzie (con la scusa di Basilea 2)...La minaccia reale: o rispetti i tuoi clienti (forzati, prova te a pagare le tasse se non passi per banca con F23 o F24... @^) o ti uccido! mitico.
  • pippo scrive:
    violazione di contratto
    Quindi:- hanno agito in esecuzione del contratto e sono stati denunciati- d'altronde se non avessero fatto i test, si sarebbero resi colpevoli di violazione di contratto e a fronte di un attacco reale gli avrebbero pure potuto richiedere i danniE' proprio una storia demenziale che denota l'inadeguatezza del sistema giudiziario italiano, che quando si trova davanti a problematiche "tecniche" perde ogni straccio di buonsenso.Non resta che vergognarsi per coloro che permettono il verificarsi di queste vicende allucinanti.
    • Cryon scrive:
      Re: violazione di contratto
      mhà.. dato che non avremo mai quel contratto in mano sarà difficile sapere quali erano gli accordi ma in ogni contratto ci sono dei vincoli e delle direttive che vanno rispettati.se i due avessero rispettato il contratto nessuno avrebbe potuto fare nessuna denuncia.. evidentemente qualcosa di "diverso" l'hanno fatto ^^per esempio potrebbero aver provato a bucare dei server che non erano da testare.. è un esempio banalissimo che però farebbe scattare la denuncia sicuramente.faccio un esempio pratico.. se ho un sito cosidetto "in produzione" e devo garantire dei servizi molto importanti normalmente non farò fare i test su quello ma su uno replicato proprio per non dare disservizi.. al limite se si volesse fare bisogna farlo in giorni prestabiliti in cui si avviseranno gli utenti dei possibili disservizi stessi(rari casi ma è successo)anche mancare a questi accordi fa scattare sicuramente una denuncia ^^
      • Red scrive:
        Re: violazione di contratto
        Bhè...probabilmente i tecnici sono stati leggermente avventati.Insomma...si tratta di una Banca che opera solamente Online...ciò significa che se non è una banca tecnicamente sicura è una banca finita.Se ti dicono "testa quanto sono sicuro, ma aspetta che finisco di blindarmi" e te cominci a "lavorare" senza attendere un loro "ok" dopodichè rendi noto che Fineco come banca online non è sicura bhè...anche fosse vero...hai ucciso una banca.Magari è andata così...magari no.
  • Mik scrive:
    fatemi capire
    io lavoro per la Sun, il compito assegnatomi è quella di testare la sicurezza di Fineco, lo faccio e vengo accusato di violazione di sistema informatico?poi i log di fineco che c'entrano?qualsiasi logfile può essere modificato in qualsiasi momento, anche con notepad.chi garantisce che chi accusa non abbia taroccato i suoi log?
    • henryg scrive:
      Re: fatemi capire
      Nessuno, e questo succede anche nella giustizia "normale", cioè al di fuori dei reati informatici.C'est l'Italie... dall'altra lato, per fortuna che :1) che non si va in galera a meno di non aver sgozzato la famiglia (anche se poi si riesce..) 2) che va tutto in prescrizione perchè per fare i processi ci mettiano 50 anni 3) ogni tanto fanno l'indulto (questo reato x es. sarebbe rientrato nell'indulto, quindi anche in caso di condanna sarebbe stato un nulla di fatto e soldi buttati).
      • Mik scrive:
        Re: fatemi capire
        si. purtroppo indulti e prescrizioni riguardano pure coloro che fanno sparire milionate di euri ai risparmiatori, i contribuenti ecc.
        • henryg scrive:
          Re: fatemi capire
          Eh lo so !Ma, visto che il sistema non pare migliorabile, anzi va sempre peggio, quanto meno...ci garantisce se qualche idiota una mattina ci denuncia per cosa assurde ed inesistenti, come questa.. magra, magrissima consolazione, che famo, la rivoluzione ?La vedo dura...
          • Mau scrive:
            Re: fatemi capire
            Non è tanto il fatto di "non andare in cella", ma il fatto che avrò la fedina penale sporca, o avrò perso tempo prezioso per difendermi, avrò speso soldi, sarò stato diffamato ...Tutto per l'ignoranza (o mala fede) di alcuni....
    • Agne scrive:
      Re: fatemi capire
      beh i log iniziano ad essere importanti se li si gestisce in modo da averli tali e quali quando il sistema li ha creati!
  • zen scrive:
    i complimenti...
    complimenti ai due cosidetti tecnici sun che con la loro cosidetta posizione privilegiata avrebbero potuto fare qualunque cosa (ad essere anche un po pazienti...) ed si sono fatti beccare.complimenti alla fineco per essere stata tanto miope da non portare il corpo del reato in causa.ed complimenti a tutti gli spacciatori di "security" oggi presenti in Italia. (non mi riferisco alla gente seria alla quale va la mia stima per un lavoro difficile da far capire nel nostro paese ed apprezzare).Adesso vado ad aprirmi un conto su fineco perchè... mi da "sicurezza"
  • gnjghjghn scrive:
    eh???
    cioe' questi erano stati condannati in primo grado basandosi solo su una generica accusa senza uno straccio di prova?
    • anonimo scrive:
      Re: eh???
      - Scritto da: gnjghjghn
      cioe' questi erano stati condannati in primo
      grado basandosi solo su una generica accusa senza
      uno straccio di
      prova?Dovevano provare a "bucare" fineco per contratto, ma il cliente non aveva ancora firmato, tutto qua. Essendo zelanti e vogliosi di provare le loro capacità, lo bucarono prima che i tipi firmassero (c'era stato un "go" ufficioso ma non ufficiale) ed i tipi, che evidentemente pensavano di essere molto più protetti di quanto fossero in realtà, ci rimasero malino.La cosa triste, è che il management non li ha protetti. Ovviamente sono felice per loro, sono due ottimi tecnici e non meritavano assolutamente una condanna personale per questa cazzata: aver fatto troppo bene il loro lavoro.
      • ryhdfgnbdxf scrive:
        Re: eh???
        si ma, a prescindere da come si son svolti i fatti, la cosa incredibile e' che in sede processuale non e' stato presentato lo straccio d'una prova e nonostante questo gli inputati son stati condannati
  • rotfl scrive:
    F1n3co
    Per verificare la sicurezza di una password, basta inserirla in qualsiasi motore di ricerca online (es. Google) e, se restituisce meno di 10 risultati, significa che è una buona password.Esempi: pippo = 767.000 -
    pessima password05Fineco = 30 -
    buona passwordF1n3co = nessuno -
    ottima(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Mik scrive:
      Re: F1n3co
      sei off topicper bucare un sistema nella maggior parte dei casi non si usano passwordF1n3co non è una buona password, 6 caratteri sono pochisei proprio il solito sedicente esperto di sicurezza,e il tuo nick dice tutto
      • rotfl scrive:
        Re: F1n3co
        - Scritto da: Mik
        sei off topic

        per bucare un sistema nella maggior parte dei
        casi non si usano
        password

        F1n3co non è una buona password, 6 caratteri sono
        pochi

        sei proprio il solito sedicente esperto di
        sicurezza,
        e il tuo nick dice tuttoComplimenti, tu si che capisci l'ironia al volo... ahahahaha. E' vero, e' una pessima password e cercare la password in Google (che invia in chiaro) e' veramente un'idea demenziale. Mome ti hanno fatto notare, non lo dico io, lo dice FINECO SUL SUO SITO! E non commento neanche sul nick: detto da uno come te che non e' in grado neanche di capire quando un post e' PALESEMENTE IRONICO (con tanto di faccine rotfl)...
        • rotfl scrive:
          Re: F1n3co
          - Scritto da: rotfl
          Mome ti hanno fatto notare, non lo dico io, lo
          dice FINECO SUL SUO SITO!E quando dico "lo dice FINECO SUL SUO SITO" intendo che proprio le spaccia come ottime pratiche di sicurezza e dice che "F1n3co" e' un'ottima password... (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • miooooooooo o scrive:
            Re: F1n3co
            non è che si capisse molto che eri ironico, io le faccinele hointerpretate come: so figo so figo!
          • Mik scrive:
            Re: F1n3co
            - Scritto da: miooooooooo o
            non è che si capisse molto che eri ironico, io le
            faccinele hointerpretate come: so figo so
            figo!pure ioil riso abbonda sulla bocca degli stolti, per questo ho trascurato le sue faccine
    • simo scrive:
      Re: F1n3co
      se avessi un'azienda che si occupa di sicurezza informatica ti assumerei...come giardiniere.
      • Armando scrive:
        Re: F1n3co
        direi che non avete capito l'ironia del postquello che ha scritto il nostro amico e' quanto scrive FINECO nel suo sito...http://online.fineco.it/public/scopri/consiglisicurezza.aspQuindi prima di sparare a raffica, magari un controllino prima sarebbe opportuno... o no??
        • MegaJock scrive:
          Re: F1n3co
          - Scritto da: Armando
          direi che non avete capito l'ironia del post
          Per capire e apprezzare l'ironia bisogna essere dotati di intelligenza.Il lettore medio di PI è un ignorante con l'età media mentale di 11 anni che, col pugno alzato e la bava alla bocca, pensa di essere un genio.
          • Mik scrive:
            Re: F1n3co
            il lettore medio di PI è più intelligente di chi ha bisogno di clonarsi per darsi ragione
          • Armando scrive:
            Re: F1n3co
            "il lettore medio di PI è più intelligente di chi ha bisogno di clonarsi per darsi ragione"Non capisco il senso di quello che scrivi.Forse faresti meglio a dire "scusa sono stato un po' avventato" piuttosto che perseverare.
    • m.aicardi scrive:
      Re: F1n3co
      - Scritto da: rotfl
      Esempi: pippo = 767.000 -
      pessima password
      05Fineco = 30 -
      buona password
      F1n3co = nessuno -
      ottimaAttualmente F1n3co restituisce 28 risultati ;-)Marco
Chiudi i commenti