La Corea cova il soldato del futuro

Nella terra dove i robot già pattugliano le frontiere, i militari in carne e ossa fanno un passo in più verso l'integrazione della tecnologia. In anticipo rispetto ad amici e nemici

Roma – Neanche in un videogame se n’era mai vista una più sofisticata. È tecnologicamente avanzatissima, raffinata, per certi versi persino stilosa . E non si tratta di una giacca da sera, ma di un’uniforme da guerra: la nuova uniforme dell’esercito sudcoreano.

come sarà l'uniforme coreana La concentrazione di tecnologia all’interno della divisa è impressionante. Il corpetto, realizzato con materiali di nuova concezione, promette protezione contro gli attacchi biologici, chimici e persino nucleari, mentre il casco antiproiettile alloggia navigatori GPS, supporti per la trasmissione video e altri dispositivi di networking.

Per quanto riguarda le tecnologie di attacco, ai soldati sarà affidato un fucile dotato di mirino a ricerca termica dell’obiettivo, laser per l’azione notturna e sistema per il calcolo automatico della distanza dal target. Un perfetto connubio con la dotazione robotica che le forze coreane vantano ormai già da tempo, nel paese che più di altri ha espresso il suo affetto incondizionato per tutto quello che fa robotica.

A raccontare la vicenda al Korea Times è stata una fonte anonima dell’Agenzia per lo Sviluppo della Difesa, l’ente sudcoreano deputato alla realizzazione delle nuove tecnologie militari. Stando alla testimonianza , lo sviluppo materiale della nuova uniforme dovrebbe iniziare nel 2009. In anticipo sulle mosse di nemici e game developers .

Giovanni Arata

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • I. Bellini scrive:
    soluzione contro legge cassinelli
    Io la soluzione ce l'avrei. Per far valere i diritti dei bloggers bisogna colpire grossi interessi economici Ci vorrebbe una mobilitazione generale: se questa dannata legge dovesse passare, tutti i bloggers, indistintamente dovrebbero disdire immediatamente i loro abbonamenti a internet. Le compagnie telefoniche non ci starebbero a perdere miliardi di euro e si schiererebbero contro.L'unico sistema è colpire dove fa loro più male: il portafogli.
  • assia waller scrive:
    goisto
    così si elimineranno del tutto i rossi dalla scena politica
  • valter carraro scrive:
    Identificativo per la Rete dalla nascita
    Su l'EPolis-Il Mestre a pag. 23 l'articolo: "Neonati e già in Web, la password è gratis". Da gennaio tutti i nuovi nati nel Comune di Venezia avranno l'identità digitale. Assieme al certificato di nascita, verrà rilasciato (ovviamente a loro insaputa) anche user e password con cui gratuitamente, potranno (o è meglio dire dovranno ?), accedere a Internet per tutta la loro vita. Ecco che la Registrazione al R.O.C. passa in secondo piano. Così, in un sol colpo, si è registrati dalla nascita per qualsiasi connessione. Invito la comunità informatica a mobilitarsi affinchè si fermi questo ulteriore tentativo di 'censimento' che non mancherà di fare proseliti visti gli interessi in gioco.N.B. EPolis non ha la possibilità di linkare gli articoli, quindi non vogliatemene se per l'intera lettura del post vi rimando al mio bloghttp://XPRESS.ilcannocchiale.it/post/2111933.htmlL'articolo integrale in .pdf (184 kb)può essermi richiesto a xpress.blog@gmail.com - Verrà inviato gratuitamente::
  • Un Internauta scrive:
    Quesiti posti all'On. Cassinelli.
    Onorevole Cassinelli,Chi le scrive si occupa professionalmente di Internet dal 1992, ossia sin quasi dagli albori della Rete in Italia.Desidero porgerle alcune domande che possono spero anche fornire degli spunti di riflessione utili anche per lei.(1) Se una struttura ha diversi siti che fanno capo a un solo dominio di secondo livello, deve fare tante registrazioni quanti sono i siti stessi? Esempio: robertocassinelli.blogspot.com è un sito che sta "sotto" blogspot.com, che è il dominio di secondo livello. Sarebbe l'AZIENDA "blogspot" tenuta a dichiarare TUTTI i vari "robertocassinelli" (sono migliaia...) che stanno "sotto" blogspot.com?(2) Il limite di due "redattori" e relativa "soglia di profitto" (chiarire sarebbe utile.. un grafico è un "redattore"? Un sistemista è un "redattore"? Chi si occupa della gestione della posta è un "redattore"? E si può continuare...) deve intendersi per AZIENDA o per SITO? La cosa rileva non poco, come ella può ben intendere.(3) "Non disturbare il can che dorme" vale anche nel mondo "virtuale". La Rete funziona benissimo, cresce tanto, e PRODUCE POSTI DI LAVORO VERI, SENZA CHIEDERE UNA LIRA (CENTESIMO) DI SUSSIDIO ALLO STATO, anche in tempi di recessione quali quelli che viviamo.Le pare OPPORTUNO "nuocere" questo "cane", di questi tempi? Vogliamo continuare a farci del male e regalare assets strategici ai nostri "amici" europei e non solo, che si guardano bene dal "toccare" la Rete?Francamente temo il peggio, ma sarei ben felice di essere smentito dai fatti.Sarebbe bene infine "tener a mente" che i bit sono "immateriali" e si possono far partire da qualunque parte del mondo. Certo, occorre anche emigrare e spostare la propria Azienda, ma se si viene COSTRETTI si fa anche questo.A quel punto, per questo nostro benedetto Bel Paese avremmo una perdita TRIPLA: meno PIL, meno posti di lavoro e meno "cervelli".In tempi come questi, nei quali TUTTI chiedono AIUTI E SOVVENZIONI, la Rete chiede SOLO DI ESSERE LASCIATA IN PACE. E' chiedere troppo?Mi è infine grata l'occasione per porgerle i miei più cordiali saluti e auguri per le prossime festività.
  • carlo fierro scrive:
    modificata la proposta
    Cari amici,Vi informo che Cassinelli ha modificato la Sua proposta accogliendo afferma molti dei suggerimenti ricevuti dalla rete. Bisogna che qualche esperto però legga e chiarisca alla luce delle modifiche apportate al testo una cosa molto semplice: se un gruppo di amici vuole fare critica politica, sociale, sindacale e si mette a scrivere quotidianamente raggiungendo un certo ascolto tale da attirare le inserzioni pubblicitarie, questo fa del sito un quotidiano da registrare?la nuova proposta a mio avviso ha di molto migliorato la regolamentazione ma NON ha stabilito incontrovertibilmente un principio: ciascuno può scrivere sul web tutto quanto gli pare rispondendo ovviamente alle Leggi. Può ospitare anche più voci e banners pubblicitari senza obbligo di registrazione se il sito non è professionale.Io questo NON lo scorgo ad una prima lettura del nuovo testo: http://www.robertocassinelli.it/pdl%20blog%20v.%202.pdfsaluti
  • Stefano Russo scrive:
    Giu le mani da internet
    Cari appassionati e non..chiedo un vostro consenso x fermare questi tentativi di MONOPOLIZZARE internet.Hanno gia le televisioni e fanno vedere cio che vogliono,ci hanno provato con le emittenti radio e sembra non ci son riusciti e ora provano anche con internet.Allora dopo la frase sentita in radio GIU LE MANI DALLA RADIO,io dico GIU LE MANI DA INTERNET!!!!!!Augh
  • NINO MILAZZO scrive:
    legge anti-bloggers? no grazie
    La democrazia e la legge hanno bisogno di testimoni che possano raccontare liberamente ed in verità i fatti di cui vengano a conoscenza e che possano confutare, smentire,confermare o commentare ogni fatto. LA RETE E' IL MIGLIOR MODO PER ESERCITARE QUESTO DIRITTO/DOVERE DI LIBERTA' E IL MIGLIOR MODO PER IL CITTADINO DI TESTIMONIARE E CONFRONTARSI CON TUTTI ANCHE CON IL POTERE.
  • Luca G.Soave scrive:
    ... SCRIVIAMOLA INSIEME!
    Roberto Cassinelli dice sul suo blog "SCRIVIAMOLA INSIEME!"http://robertocassinelli.blogspot.com/2008/11/legge-salva-blog-scriviamola-insieme.html... in seguito dice "RISPONDO A TUTTI"http://robertocassinelli.blogspot.com/2008/11/rispondo-tutti.html... quello che segue e' stato il mio contributo e spero vivamente che contribuisca chiunque !==========================================================Apprezzabile tentativo, ma le modifiche proposte paiono comunque ancora troppo restrittive per poter soddisfare lesigenza di sviluppo che incombe sul paese.Perche infatti un blogger professionista doverebbe icontrare ulteriori limitazioni alla propria attivita? ( vedi pag 3 di 5 della nuova propostahttp://www.robertocassinelli.it/pdl%20blog.pdf ) Come se non bastasse la lettera di assunzione di responsabilita che deve sottoscrivere chiunque apre un sito sul dominio .it e che e gia una limitazione del tutto italiana ? Qusta MICROECONOMIA che negli altri paesti ( a parte forse la cina ) e gia scontata, produce oggi un forte sviluppo economico dovuto allautoimpiego.Considerate che una persona che tenta di fare il blogger di mestiere apre di solito svariate decine di domini in un anno, prima di realizzarne uno che possa rendere qualcosa in pubblicita. Questi soggetti di solito sono studenti, o persone che provano a ricollocarsi, a realizzare un sogno e dovrebbero iscrivere ogni sito registrato al tribunale ? Registrare un sito .com negli Stati Uniti costa 8 dollari e si e On Line in tempo reale. Provate a registrare un sito .it in italia senza laiuto di uno staff tecnico !NON SCHERZIAMO. Cosi facendo perderemo una considerevole possibilita di sviluppo e di autoimpiego, perderemo sicuramente competitivita tecnologica nei confronti di paesi piu liberali. In seguito, perderemo anche le future generazioni in termini demografici, poiche nessun giovane italiano sufficentemente brillante sara disposto a vivere in Italia e a farsi tappare la bocca. Perche un brillante studente italiano di 20 anni dovrebbe essere disposto a perdere la possibilita di inventare un nuovo MySpace o un nuovo FaceBook, o uno qualsiasidei Blog di tendenza emergente nel panorama internazionale ? A meno che chiudiate anche i confini nazionali, preparatevi ad avere una prossima generazione di Italiani di basso livello culturale e competitivo, perche gli altri, sposteranno la loro residenza altrove !Non si tratta di anarchia di Internet, si tratta di competere con culture piu dinamiche e liberali della nostra ! Buona fortuna ItaliaLuca G.Soave==========================================================
    • valter carraro scrive:
      Re: ... SCRIVIAMOLA INSIEME!
      Luca C. Soave, concordo pienamente. Non c'è niente da scrivere. Non credo inoltre sia il caso di dare alcun terreno di 'negoziazione' a nessun politico, di nessun schieramento. Crollano le scuole, la ricerca è spazzata via. I licenziamenti sono a numero illimitato. I redditi sono inconsistenti. Se in Parlamento, invece di continue risse, vedessimo persone che stanno lavorando per leggi serie e costruttive sarebbe meglio. Occuparsi di Internet, invece di seri interventi per il Paese, è terreno facile per chi non sa o non vuole occuparsi d'altro. Ho il forte dubbio che sarebbe troppo impegnativo. E' necessario far capire a questi latori di leggi improvvisate, che Internet è lo strumento di comunicazione ed informazione mondiale, che non riusciranno mai a far tacere. E perciò credo sia il momento di organizzare comunicati rivolti a tutta la comunità scientifica internazionale per diffondere ciò che sta avvenendo a discapito di Internet in Italia.
  • guido spanedda scrive:
    VOGLIONO PRENDERSI ANCHE IL WEB!!!!!!!!!
    ma è poswsibile che ci debbano trattare come delle capre, che possano violasre in continuo i principi costituzionali senza che nessuno possa impedirlo!!!!! è possibile che l'italia non sia ancora scesa in piazza davanti a tutte quelle facce di MERDA per far sentire la propria voce AFFAMATA e INCAZZATA!!!! diamoci una mossa o anchè l'ultimo strumento che ci permette di diffondere la vera informazione, a breve, sarà nelle loro fetide mani!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Politici e blocco dei blog... ignorano!
    Caro puntoinformatico... qua, in umbria la situazione è drammatica. Mi pubblico come anonimo per mantenere la linea con i nostri politici locali: hanno creato un blog e lo mantengono anonimo... non vogliono rischiare la faccia.A questo punto, mi viene spontaneo chiedere a LORO (POLITICI) cosa ne pensano di una legge che vuole chiudere i blog, quando loro stessi per far politica hanno aperto un blog ANONIMO...C'è da dire che la popolazione locale, curiosa di sapere chi ha scritto cosa ha anche cercato di individuare la password per l'accesso alla posta e al blog... ovviamente, il posto è piccolo, la gente si conosce e i furbi che hanno cercato di accedere a questo blog... hanno chiesto consiglio alle persone sbagliate...Comunque il fatto è che "NORCIA LIBERA (IL BLOG IN OGGGETTO) è contraria e critica verso tutto ciò che possa limitare le libertà individuali" MA NON DICONO DI ESSERE CONTRARI AD UN DECRETO SIMILE. Anzi prima affermano:"Crediamo che l'attuale Governo abbia grossomodo dato una lettura molto simile alla nostra al ddl Prodi-Levi"Ragazzi, blogger, cittadini e italiani tutti... qua siamo nei casini. LORO USANO I BLOG e VOGLIONO IMPEDIRE AGLI ALTRI DI USARLI... perlomeno con facilità.Poi, anche tra gli stessi politici ce ne sono alcuni che "IGNORANO" dicendo:"Quanto a sta legge Levi-Prodi non so manco cosa sia."COME FA UN POLITICO CHE USA IL BLOG A NON CONOSCERE QUESTA LEGGE? Fino a ieri usava la macchina da scrivere e questa mattina gliel'hanno sostituita con un pc? O mette la scimmietta a scrivere al suo posto?Grazie per chi avrà compassione della nostra realtà.http://norcialibera.blogspot.com/2008/11/attacco-norcia-libera-nessuna-denuncia.html#comments
  • Pasquino Romano scrive:
    leggi
    Oggi legge ha il suo tranello,non certo per i politici...salutiP. R.
  • valter carraro scrive:
    DdL Cassinelli
    Segnalo il blog del deputato Cassinelli http://robertocassinelli.blogspot.com/ che usa per fare la sua propaganda politica e la pagina che vale la pena di leggere tutta, dove compare la frase "A chi mi ha scritto internet deve essere libero, non servono leggi: ancora una volta, scusatemi, non sono daccordo. Libertà non significa anarchia. Proprio per dare ad internet tutta la credibilità e lautorevolezza che merita è necessario regolamentarlo in modo equilibrato e serio..." E altre amenità del genere, peraltro pericolosissime e subdole. Nella stessa pag. vi è il link per Il Testo integrale del suo DDL. Mi chiedo se non sia il caso di diffondere la notizia di questi attentati ad internet all'estero e soprattutto ai padri fondatori della Rete che rinunciarono al copyright, mentre qui in Italia i politici vogliono trarre profitto dasll'attività di tutti. Un invito a tutta la comunità della Rete a non mollare. Valter.
  • MaxDZ8 scrive:
    W ItaGLia
    Ecco un'altro esempio di informatica all'Italiana. Mentre negli altri stati si creano migliaia di posti di lavoro ad alta tecnologia, a lungo termine e stipendiati, ecco cosa se ne fa qui da noi.Iniziato con l'Olivetti decenni fa.Continuato dalle università che persino oggi continuano a battere sull'informatica industriale e a trascurare altri settori ben più redditizi, manifestando solo quando alla fine sono i fondi ad essere tagliati.Mi dicono il primo ministro inglese si fosse detto "preoccupato" qualche settimana fa quando la EA ha tagliato 500 posti di lavoro. Da noi invece, grazie a loro, quei posti di lavoro non sono nemmeno mai stati creati in primo luogo... ... quindi ... tutto va bene!Mi chiedo se sarà sufficiente rilocare tutto quanto in un'altro stato.
  • cucigno scrive:
    legge ammazza blog
    I tiranni cercano di salvare i loro privilegi e orticelli usando e svuotando il valore della parola libertà
  • Frank scrive:
    x Ross Cont
    Ross Cont. Sicuro che tu capisca qualcosa? Hai fatto le differenziate?
  • Criss scrive:
    solo in Italia
    Solo in italia possono nascere queste proposte di legge. Ma se nel resto del mondo Internet è libera, perchè da noi c'è qualcuno che introduce norme con le quali può controllare, limitare e censurare?Forse il guaio è che chi scrive queste leggi non ci rappresenta proprio, tanto è che questo Cassinelli non è stato eletto da nessun cittadino.E poi, queste norme tipicamente producono un effetto boomerang, contrario a quello voluto...
  • Francesco Scala scrive:
    commenti alla notizia
    Già è messa male l'ITALIA...... non si può andare avanti così! ci vuole un rinnovo di tutta la classe politica... ma soprattutto degli aiuti per inserire di più noi giovani!
  • utente medio scrive:
    FERMARE QUESTA LEGGE
    anche beppe ha scritto un commento:http://www.beppegrillo.it/2008/11/dallammazzablogger_alla_fottiblogger.html
  • Salvatore scrive:
    Facciamo qualcosa!Non dobbiamo mollare!
    I nostri oligarchi hanno paura di internet perchè sanno che la Rete gli tirerà le poltrone da sotto al sedere.Non dobbiamo mollare! Facciamo qualcosa!presto ne parlerò nel blog della mia associazione:http://flumen.wordpress.com/Venite a trovarci, penso sarà l'intervento della prossima settimana
  • artu scrive:
    spegnamo mediaset
    facciamo mancare loro il potere economico che gli deriva dalla pubblicita', facciamolo!!!!207756
    • utente medio scrive:
      Re: spegnamo mediaset
      Sono anni che non guardo Mediaset, nemmeno per sbaglio.
      • lucio scrive:
        Re: spegnamo mediaset
        Mai aperto mediaset, da quando esiste. Tuttavia nessuno se n'è accorto. Ci sono milioni di italiani che la guardano perché non vedono l'ora di vedere le "veline"
  • bobo scrive:
    non ti azzardare a toccare la rete
    rete
  • bobo scrive:
    rete
    non ti azzardare a toccare la rete
  • marco ferrara scrive:
    cassinelli ma chi te lo ha ordinato?
    i blog fanno parte di un vasto mondo di informazione non ancora controllato dai potenti o prepotenti divulgatori di notizie false e di parte..........semplice!.......no?
  • federico marotta scrive:
    politica degenerata
    Italiani, dove siete?Non ditemi che siete tutti allo stadio.Guardate che c'è una classe politica da svecchiare.Mandiamoli in pensione, sono stanchi e confusi, poverini.Discutono di materie che non son loro.Essi si possono occupare di fascismo e comunismo, concetti morti e stramorti.Noi vogliamo occuparci del futuro, non del passato.
  • ArtistaDeRo ma scrive:
    Ma questi rimangono svegli di notte ?
    Ma questi rimangono svegli di notte per scrivere certe leggi stronzata?
    • lorenz olivier scrive:
      Re: Ma questi rimangono svegli di notte ?
      Loro no, ma i loro portaborse precari senza contratto e senza contributi si!E son loro che lavorano, come quelli che hanno scritto il libro alla Carfagna!
  • TriPietro scrive:
    Vogliono Imbavagliare Internet
    Il loro vero e unico scopo è quello di mettere sotto il loro controllo Internet per ridurla a succursale di Arcore o del minculpop come fatto con i giornali e con le televisione che ogni giorno propinano merda e falsa informazione funzionale al P2ista Berlusconi o al Veltrusconi.Che la piantino e lascino in pace Internet questi fannulloni incapaci mantenuti perennemente a nosgtro libro paga. Hanno stufato con questi continui attacchi alla Rete mascherati "a fin di bene..."
  • Andrea scrive:
    W la rete!
    "Rete non ha bisogno delle tue leggi. Non ha bisogno di nessuna nuova legge. E' in buona salute"
  • Conchiglia Conchiglia scrive:
    IL MONDO È IN GUERRA CONTRO DIO E SE '
    Lettera di ConchigliaIL MONDO È IN GUERRA CONTRO DIO E CONTRO SE STESSO SIAMO IN PIENA EMERGENZA DI GUERRA TOTALE E PLANETARIA E LE FORZE ARMATE RECLUTANO I MILITARI CHE DOVRANNO COMBATTERE PER DIFENDERE I VARI PAESI.CHIEDO AL MONDO DI RIFLETTERE SU QUELLO A CUI VA INCONTRO.VA INCONTRO AL DISASTRO TOTALE VA INCONTRO AD UN OLOCAUSTO PEGGIORE DEL PRECEDENTE,VA INCONTRO ALLA MORTE DELL'ANIMA POICHÉ CHI UCCIDE È UCCISORE DI SE STESSO.NESSUNA GUERRA È NEI PENSIERI DI DIO- PRESTO SARÀ SMASCHERATO LUOMO INIQUO, « LANTICRISTO », SIATE SALDI NELLA FEDE E TENETEVI PRONTI. - AL LARGO, IL MARE È IN TEMPESTA, NON INGANNI CHE ORA SEMBRA CALMO. TUTTO A UN TRATTO SI ALZERANNO LE ONDE E ALLORA NON CI SARÀ PIÙ RIPARO, POICHÉ I FLUTTI TREMENDI SOMMERGERANNO PERSONE E COSE.- IL VENTO SI ALZA PRIMA DELLA BUFERA. NON VEDETE ALLORIZZONTE I VENTI DI GUERRA? QUANTI MORTI VOLETE VEDERE PER CAPIRE CHE NON È QUESTO IL MOMENTO DI ABBASSARE LA GUARDIA?- GLI ORRORI AUMENTANO OVUNQUE, NON AVETE ANCORA CAMBIATO LE LEGGI DI MORTE CHE CAUSANO ANCHE LA MORTE DELLE ANIME VOSTRE. TUTTO QUELLO CHE AVETE APPROVATO VA CONTRO LA LEGGE DIVINA, - LA PIAGA PIÙ TERRIBILE È QUELLA DELLABORTO. NON UCCIDETE GLI INDIFESI ED INNOCENTI FIGLI DI DIO.- NON MALTRATTATE, I SUOI PICCOLI FIGLI, NON ABUSATE, DEI SUOI PICCOLI FIGLI, SARANNO LORO I VOSTRI GIUDICI NEL MOMENTO FINALE E LORO AVRANNO GAUDIO E GIOIA IMMENSA PER IL MARTIRIO SUBÌTO. - NON STATE A GUARDARE LO SCEMPIO CHE ACCADE NEL MONDO SENZA FARE NULLA. RIBELLATEVI ALLE LEGGI INIQUE, DIMOSTRATE IL VOSTRO DISAPPUNTO MORALE. SCIOPERATE PER LA VITA E NON PER UN PUGNO DI DENARO.- COMBATTETE CON LE ARMI SANTE, IL ROSARIO E LE SCRITTURE, E NON DIMENTICATE DI AVERE SEMPRE CARITÀ.- USATE LA SPERANZA CHE DIO VI HA DATO PER AFFRONTARE LE COSE PIÙ DIFFICILI E AFFIDATEVI SEMPRE AL PADRE SANTO CHE TUTTO ACCORDA NELLA PREGHIERA SINCERA.- DIO ELARGISCE OGNI GRAZIA PER AIUTARE TUTTI I SUOI FIGLI.NON CAPITE CHE È LUI IL PADRE BUONO E VI VUOLE TUTTI SALVI PRESSO DI SÉ?- RITUALIZZATE OGNI COSA CHE FATE, ONORATE DIO CON UNA PREGHIERA SPECIALE, INGINOCCHIATEVI ANCHE A CASA VOSTRA, POICHÉ IN CHIESA NON LO FATE PIÙ. CHINATE IL CAPO AD OGNI GLORIA, POICHÉ LA GLORIA DI DIO È IMMENSA.- CERCATE BRAVI SACERDOTI, PENTITEVI, CONFESSATEVI, INGINOCCHIATEVI, PREGATE E SUPPLICATE IL PERDONO DI TUTTE LE VOSTRE MANCANZE.- ASCOLTATE E METTETE IN PRATICA CIÒ CHE DICE PAPA BENEDETTO XVI. SAPPIATE CHE GIOVANNI PAOLO II STIMAVA E AMAVA MOLTO QUESTO PAPA E GLI HA PASSATO LE CONSEGNE E SONO TANTE, GRAVI E GREVI.- IL MONDO È GIUNTO AL CAPOLINEA, DA LÌ ORA DOVRÀ RIPRENDERE LA STRADA. O SCEGLIERÀ LA PACE E MOLTE COSE SI ATTENUERANNO PER MISERICORDIA DI DIO PADRE, O SCEGLIERÀ LA GUERRA, E OGNI COSA ANDRÀ PERDUTA.- ORA CHE LUOMO SI È RIBELLATO A SE STESSO NE VEDRETE I RISULTATI.ECCO CHE ALLORA SARÀ IL TURNO DELLA NATURA, ESSA SI STA GIÀ MODIFICANDO SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI MA ANCORA DI PIÙ FARÀ, POICHÉ LA MADRE TERRA, NON INTENDE NUTRIRE PIÙ LUOMO INIQUO CHE LA OLTRAGGIA IN CONTINUO.- OGNI GIORNO, IN OGNI ANGOLO DELLA TERRA, AVVENGONO DISASTRI ENORMI CHE LINFORMAZIONE OCCULTA SISTEMATICAMENTE, ESEGUENDO ORDINI PROVENIENTI DAI POTENTI. LE COSE DETTE ACCADRANNO IN UN ISTANTE E NESSUNO POTRÀ FARE NULLA PER RIMEDIARE AI DANNI. - SARETE SPETTATORI E CONTEMPORANEAMENTE ATTORI INERMI, DI UNO SPETTACOLO ORRENDO MAI ACCADUTO NELLA STORIA DELLA TERRA, ANCORA PIÙ GRAVE DEL DILUVIO UNIVERSALE E TUTTO CIÒ È ORMAI INEVITABILE. - LE VOSTRE VITE E LE VOSTRE ANIME, IN DIO,SONO AL SICURO. NON ALLONTANATEVI E NON SEGUITE CHI VI INVITERÀ A CAMBIARE PERCORSO. RICORDATE CHE LA TELEVISIONE È BUGIARDA, LA STAMPA È BUGIARDA. DOVETE FORTIFICARVI NELLO SPIRITO ED ESERCITARVI AD AFFRONTARE DEI SACRIFICI. - LA VOSTRA VOLONTÀ DI FARE SARÀ DETERMINANTE PER RIUSCIRE A SUPERARE OGNI DIFFICOLTÀ. SIETE COME DEI SOLDATI CHE STANNO PER ESSERE ASSALTATI DAL NEMICO. QUESTE SONO ISTRUZIONI UTILI PER AFFRONTARE LA BATTAGLIA. VI DO' CONSIGLI E SUGGERIMENTI PREZIOSI CHE DOVETE INTERIORIZZARE BENE, POICHÉ NEL TUMULTO DELLO SCONTRO, CI SARÀ CAOS E CONFUSIONE E NON CI SARÀ TEMPO PER RIFLETTERE E MEDITARE. - DOVETE ALLENARVI ORA, ALTRIMENTI NON SARETE PRONTI PER AFFRONTARE LA GUERRA TERRIBILE CHE VEDE IL MALE CHE VUOL SCONFIGGERE IL BENE. - QUESTO È LATTO FINALE E VI VIENE TACIUTO DA CHI DOVREBBE AVVERTIRVI POICHÉ ORMAI NON CÈ PIÙ TEMPO NÉ PER ORGANIZZARSI, NÉ PER FUGGIRE, POICHÉ OGNI LUOGO DELLA TERRA È SOTTO IL POTERE DI SATANA.- GLI ATTI ESTERIORI DI PENITENZA A NULLA VALGONO SE NON SI CONTRISTA IL VOSTRO CUORE, INGINOCCHIATE IL CUORE, QUINDI, AVANTI A DIO.- LA RAGIONE E LA FEDE DEVONO ESSERE I BASTONI SU CUI APPOGGIARVI. SE USATE SOLO LA RAGIONE VI MANCHERÀ UN SOSTEGNO IMPORTANTE E ZOPPICHERETE, CADRETE E NON POTRETE RIALZARVI. - AVVERRÀ UNA INVOLUZIONE TECNOLOGICA E MOLTO DEL NOSTRO SAPERE ANDRÀ PERDUTO. RIMARRANNO TRACCE DI MEMORIA E PER CONTRO CI SARÀ UNA EVOLUZIONE SPIRITUALE DELLUOMO CHE SI RIAPPROPRIERÀ DI ALCUNE CONOSCENZE PERDUTE RIGUARDO ALLA NATURA E ALLA TERRA CHE GLI PROCURERÀ NUTRIMENTO. - IL PERIODO DI CAMBIAMENTO È PROSSIMO POICHÉ È DA SALVARE IL SALVABILE. RICORDATE CHE SATANA ATTRAVERSO I SUOI SEGUACI, STA CERCANDO PROPRIO VOI, PER DISTRUGGERVI. TUTTI GLI ALTRI SONO GIÀ SUOI E LO SERVONO.- VEDRETE DA VOI QUEL CHE SARÀ: SARÀ TANTA ACQUA, FUOCO E GUERRA. SARÀ TANTA FAME, CARESTIA E PESTILENZE. SARÀ ARIA MORTALE, SOLO AL RESPIRO. SARÀ FREDDO INTENSO, FINO A MORIRNE. SE DIO NON ABBREVIASSE QUESTI EVENTI IMMINENTI, NESSUNO SCAMPEREBBE AL DISASTRO.- SCOSTATEVI DA OGNI SITUAZIONE AMBIGUA E PROVOCATORIA POICHÉ È MEGLIO EVITARE SATANA CHE AFFRONTARLO. LUI È FORTE E VOI SIETE TROPPO DEBOLI POICHÉ NON VI SIETE PREPARATI PER TEMPO. RICONCILIATEVI CON DIO E CON VOI STESSI, RICORDATE CHE GESÙ È IN VOI, NON DOVRETE CERCARLO LONTANO. IN OGNI LUOGO VOI SARETE GESÙ È CON VOI.- NON MESCOLATEVI CON CHI NON HA COMPRESO CHE OGGI PIÙ CHE MAI, MANIFESTARE NELLE PIAZZE È CONTROPRODUCENTE E MOLTO PERICOLOSO.- RIPETO, IL DEMONIO NON VA MAI PROVOCATO EGLI NON ASPETTA ALTRO CHE COGLIERE LE PROVOCAZIONI E FARVI CADERE, POICHÉ SIETE TROPPO DEBOLI NELLA VOSTRA FEDE PER SOSTENERE LA LOTTA. RICORDATEVI CHE IL DEMONIO FUGGE AL SUONO DELLAVE MARIA E DEL PADRE NOSTRO.- I PECCATI RENDONO DEBOLI E NESSUNO È SENZA PECCATO, MEDITATE QUINDI PRIMA DI SCAGLIARE UNA QUALSIASI PIETRA.- STATE ATTENTI, OGNI ISTANTE VI È PREZIOSO PER GUADAGNARE ALTRI FRATELLI CHE ANCORA SONO LONTANO DA DIO. DATE LORO IL VOSTRO AIUTO SPIRITUALE E MATERIALE E PARLATE DELLIMMINENTE RITORNO DI GESÙ.- IL GRANDE SCEMPIO CHE È IN ARRIVO NON TUTTI LO VIVRANNO. GESÙ PRENDE I SUOI FIGLI NEL CIELO, LI RAPISCE COL PENSIERO. VOI VEDRETE COME UN CARRO SCENDERE GIÙ VERSO DI VOI, MA QUEL FUOCO NON VI BRUCIA, È LO SPIRITO DEL PADRE. FATE FINTA DI SAPERE COME SI FA A VOLARE,GUARDATE IN ALTO. DOVETE AVERE FEDE E FIDUCIA SMISURATA. MEDITATE NEL PROFONDO DEL VOSTRO CUORE QUESTE PAROLE. www.conchiglia.net
  • Mauri M scrive:
    freedom
    La verita' come tutti sanno e' che la classe politica ha paura, e quest'altra proposta di legge ne e' la conferma.Piu' potere hanno e piu' hanno paura, soltanto perche' invece di comportarsi da persone civili e cercando di governare nell'iteresse del proprio popolo e patria con onesta', ancora una volta si abbassano a quello che in realta' sono cioe' un associazione che ormai delinque su tutti i piani e a tutti i livelli.
  • ken scrive:
    la legge la interpreta chi la legge
    Che bello stile.Gran bei discorsi sulla liberta', il solito "noi siamo il bene, loro sono il male", e poi la legge perfetta.Quella cioe' che si presta ai cavilli degli avvocati, della difesa o dell'accusa, a seconda di chi e' l'imputato.Un capolavoro, complimenti.
  • francesco feduzi scrive:
    vergogna
    finiranno i questi tempi.i giovani ve la faranno pagare con gli interessi,ci fate schifo puzzoni!
  • antonio gentili scrive:
    non mi piace
    eg. onorevole, almeno credo sia onorevole in quanto eletto in una delle due camere.ho appreso quanto proposto in merito sulle norme relative ai blog, e devo dire che in questo modo si vuole evitare la critica diretta anche da parte di chi ha espresso un voto favorevole a Lei, e francamente non credo sia del tutto ortodosso.essere sottoposto alla critica dei propri elettori penso sia un primo esame per il proprio operato politico. La prego di evitare tale scempio della liberta' individuale anche con possibilita' di aggregazione virtuale. Mi sembra di capire che la nostra liberta' sia gia' molto limitata, avete tagliato fondi a destra e sinistra, non tagliate anche la liberta' di pensiero e di espressione.non credo che si possa fare attraverso una norma, lo dico nel Vostro stesso interesse e nell'interesse di una societa' serena.La ringrazio per l'attenzione e porgo distinti salutiantonio gentili
  • PASQUALE MOLINARI scrive:
    AMMAZZAITALIA
    I BLOG SONO L'UNICA FORMA DI DEMOCRAZIA, L'UNICA VERA VOCE DEL POPOLO..L'UNICA POLITICA CHE OGGI, RAPPRESENTA CONCRETAMENTE IL PENSIERO..GLI IDEALI DI NOI ITALIANI EDOTTI..INFORMATI GRAZIE ALLA RETE ( DOVE L'UNICO FILTRO SIAMO NOI LETTORI).. ITALIANI NON PIU' RAPPRESENTATI DALLA POLITICA DECADENTE E ORMAI ALLO SFASCIO, CHE VOI SIGNORI POLTRONA STATE PORTANDO AVANTI DA ANNI FRECANDOVENE ALTAMENTE DEGLI INTERESSI DELL'ITALIA..E POI IN QUESTO PERIODO DI CRISI GENERALE..DI DISOCCUPAZIONE..DI STIPENDI BASSI..DI FAMIGLIE SEMPRE PIù POVERE..PENSIONI BASSISSIME..MORTI BIANCHE SEMPRE PIù NUMEROSE.. LA SUA PROPOSTA DI LEGGE SIMIL CENSURA CINESE SE NON PEGGIO E' L'ULTIMA COSA A CUI PENSARE..L'ULTIMA.. MI CORREGGA SE SBAGLIO???DI CA QUALCOSA..MI RISPONDA..VERGONGA..VERGOGNA..VERGOGNA..VERGOGNA..TORANTE A FARE POLITICA..QUELLA POLITICA SANA CHE HA DISTINTO IL PERCORSO E LA VITA DI UOMINI ONESTI E DEDITI AL PROPRIO LAVORO..ALL'AMORE VERSO L'ITALIA..ALL'AMORE PER LA PROPRIA TERRA..VERGOGNA!!!!
  • longinous scrive:
    AdSense?
    Io pubblico sul mio blog un banner adsense.Lo faccio così, tanto per fare.Non ne traggo alcun profitto.In tre anni ho fatto su US$ 17,40.tra 10 anni e mezzo, più o meno, quando avrò raggiunto i 100 e mi manderanno l'assegno se ne riparla, per ora girate al largo.
  • Max scrive:
    Scriviamo a Cassinelli
    Vorrei segnalare che l'Onorevole Cassinelli ha scritto un post sul proprio blog "http://robertocassinelli.blogspot.com/", dove dice di inviare le nostre proposte al seguente indirizzo: salvablog@robertocassinelli.itSi prega di essere critici ma anche propositivi.Magari ci sta a sentire. Questo è l'indirizzo:BLOG LIBERI, RETE LIBERA! FACCIAMOCI SENTIRE!ART. 21 COSTITUZIONE ITALIANATutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure...
  • Max scrive:
    Scriviamo a Cassinelli
    Vorrei segnalare che l'Onorevole Cassinelli ha scritto un post sul proprio blog "http://robertocassinelli.blogspot.com/", dove dice di inviare le nostre proposte al seguente indirizzo: salvablog@robertocassinelli.itSi prega di essere critici ma anche propositivi.Magari ci sta a sentire. Questo è l'indirizzo:BLOG LIBERI, RETE LIBERA! FACCIAMOCI SENTIRE!ART. 21 COSTITUZIONE ITALIANATutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure...
    • Mirco Montesi scrive:
      Re: Scriviamo a Cassinelli
      Io gli ho scritto ma nonostante i toni molto civili e pacati il messaggio non è stato pubblicato. Probabilmente il solo dissentire è ritenuto inaccettabile.Mirco Montesi
  • ivano preciso scrive:
    il mercato delle idee...
    se ho letto bene? esiste un mercato delle opinioni!?, ma è possibile che tutto debba essere ridotto a becera merce, anche le nostre opinioni, stiamo in campana, è come la tassa sull' aria che respiriamo.
  • Mauro Telani scrive:
    Ma la registrazione c'è già!
    Non capisco, io quando registro i miei siti devo indicare Nome cognome numero di telefono residenza ecc...Se non ho capito male mi devo registrare 2 volte... e parlano di semplificare la macchina dello stato?Adsense, tradedoubler ecc..mandano i soldi per bonifico, già non sanno quanti soldi mi arrivano?Bhà, spero di aver capito male.Mauro Telaniwww.belarus.it
  • Piero da Savona scrive:
    ma sono dei maniaci?
    possibile che pensino solo a "mettere le mani" del potere sulla Rete?Mai a fare qualcosa di producente per il Paese, che nel frattempo è già morto da un pezzo e nessuno (di loro) se ne è accorto?
    • nessuno scrive:
      Re: ma sono dei maniaci?
      - Scritto da: Piero da Savona
      possibile che pensino solo a "mettere le mani"
      del potere sulla
      Rete?
      Mai a fare qualcosa di producente per il Paese,
      che nel frattempo è già morto da un pezzo e
      nessuno (di loro) se ne è
      accorto?chi detiene il quarto (mass media reali) ed il quinto potere (internet) detiene il mondo e ne può essere l'imperatore assoluto...;)
  • libero europeo scrive:
    Non ci posso credere ci riprovano ancora
    Cose da pazzi!!Ci riprovano ancora, magari convinti che in rete ci sia gente che non sa leggere (...non facciamo altro).1. Sanno che il trend dell'informazione si sta spostando pesantemente dalla carta ad internet2. voglio continuare a controllare l'informazione3. stanno trovando un modo per impedire che chiunque possa fare informazione (l'essenza di internet stessa).4. La definizione di blog secondo questo genio politico: un minorenne magari un po' stupido che scrive cazzate e che lo leggono solo i suoi amici, senza guadagnare ovviamente), tutto ciò che esce da questa definizione non può essere pubblicato su internet.LASCIATE STARE INTERNET! L'UNICA COSA CHE ANCORA NON CI FA ANNETTERE CON DIRITTO ALLA COLUMBIA E AL TERZO MONDO.SE POSSO DARE UNA SOLUZIONE MOLTO PIU' SEMPLICE A QUESTI GENI DEI NOSTRI POLITICI "LIBERALI", ECCOLA:IMPEDITE L'UPLOAD DEI DATI, LASCIATE SOLO IL DOWNLOAD COSI' COME AVVIENE PER LA TELEVISIONE E AVETE RISOLTO IL PROBLEMA, PERCHE' DIVERSAMENTE TROVEREMO IL MODO DI NON FARCI FOTTERE DALLA CASTA.VOLETE PROTESTARE A QUESTA VERGOGNA?SPEGNETE LE TELEVISIONI E LASCIATE ACCESO SEMPRE IL PCQueste cose andrebbero denunciate subito alla commissione europea, non è tollerabile che dall'europa dobbiamo ricevere solo doveri e i diritti vengono esercitati solo negli altri stati.
  • xxxxxxxxxx scrive:
    Una bella discussione...
    ...in questi post: In particolare tra un tale "bi biiii" che io conoscobene ma che ora non ha piu' molto tempo perscrivere in modo impegnato sui forum.Non posso che essere d'accordo, sempre piu', con lui.
  • ANONIMO scrive:
    DIRITTO ALL'ANONIMATO-TUTELA PRIVACY
    TUTELIAMO IL DIRITTO ALL'ANONIMATO-LA RETE VA BENE COSI COME è!LIBERA!E IN PRIMO LUOGO VA TUTELATO IL DIRITTO ALL'ANONIMATO-CON L'OBLIGO DI SCHEDARE I BLOG OBLIGANDO A DICHIARARE LA PROPIA IDENTITà,SI CREEREBBERO VERE E PROPIE LISTE DI PROSCRIZIONE DI BLOGGER E FORSE FACENDOLE CIRCOLARE CLANDESTINAMENTE TRA GLI ADDETTI AI SERVER SI POTREBBERO VERIFICARE NELLA MIGLIORE DELLE IPOTESI DELLE DISCRIMINAZIONI E CENSURE E NELLA PEGGIORE SE LE LISTE CADESSERO IN MANI PERICOLOSE I BLOGGER RISCHIEREBBERO LA PROPIA INCOLUMITA PERSONALE.NULLA PUO ESSERE CANCELLATO DALLA RETE E SE LE VOSTRE OPINIONI OGGI NON SONO REATO,POTREBBERO ESSERLO DOMANI!DIPENDE SOLO DAL CASO, PENSATE AL FUTURO!E LE VOSTRE OPINIONI DI OGGI POTREBBERO ESSERE UN PRECEDENTE GIURIDICO DOMANI!SALVIAMO IL DIRITTO ALL'ANONIMATO SU INTERNET!!SALVIAMO IL DIRITTO ALL'ANONIMATO SU INTERNET!!SALVIAMO GLI ULTIMI BRANDELLI DI PRIVACY!SALVIAMO GLI ULTIMI BRANDELLI DI PRIVACY!
    • xxxxxxxxxx scrive:
      Re: DIRITTO ALL'ANONIMATO-TUTELA PRIVACY
      Quoto! Salviamo Pasquino!(Ma scriviamo anche miniuscolo).
    • ANONIMO scrive:
      Re: DIRITTO ALL'ANONIMATO-TUTELA PRIVACY
      ops scusate mi era rimasta incastrata il caps..leggete cosa è successo a questa blogger il cui nominativo personale è finito in una lista che circolava tra gli addetti a determinati server--stava per chiedere la scorta-http://www.ilcircolo.net/lia/963.phphttp://www.ilcircolo.net/lia/page/2?s=sinistra+per+israele
      • ANONIMO scrive:
        Re: DIRITTO ALL'ANONIMATO-TUTELA PRIVACY
        IL NOminativo di questa persona è finito per circolare tra le mailing list additato come nemico e possibile bersaglio da colpire leggete tuta la storia ben descritta in questo bloghttp://www.ilcircolo.net/lia/961.php
  • lexdc scrive:
    legge anti-bloggers? no grazie
    comunque se siamo prodotti editoriali abbiamo gli stessi loro diritti. che facciano pure ...www.lexdc.splinder.com
  • Wil Nonleggerl o scrive:
    Ci siamo
    Un utente, Carlo, mi ha segnalato la notizia.Grazie, il vostro lavoro è prezioso.La rete spaventa il potere.Facciamo in modo che continui a farlo.Wilhttp://nonleggerlo.blogspot.com/
  • Jena Plissken scrive:
    E' un pò come...
    Affidarsi a un servo dello psiconano per una legge che favorisca la libertà d'espressione e un pò come affidarsi a Rocco Siffredi per promuovere la verginità fino al matrimonio :D
  • E.purator scrive:
    Difficile credere ad uno del PDL
    Sapendo che il PDL ha un sacco di pregiudicati/indagati al suo interno e sapendo che il loro "padrone" è uno che concepisce la "libertà" come "quella di farsi i cazzi propri", oltre che ricordare che le nomine politiche non sono più passate per il filtro delle preferenze, viene davvero difficile credere ad uno che si presenta come il "salvatore dei blog".Fra l'altro, come scrive punto informatico, questo DDL ha alcune cose molto pericolose, quindi OCCHI APERTI.
  • Ross Cont scrive:
    A rischio anche i blog collettivi
    Vedo che le mie osservazioni estemporanee su facebook sono condivise dai vostri esperti. Tra l'altro con il riferimento al concetto di espressione dell'opinione PROPRIA E PERSONALE sarebbero sottoposti a registrazione i blog collettivi. Devo aggiungere tuttavia che sia pubblicamente sia sulla messaggeria di facebook, Roberto Cassinelli si è mostrato molto disponibile ad apportare dei correttivi ed è innegabile che la mentalità di questo testo sia diametralmente opposta a quella del DDL Levi.
    • CCC scrive:
      Re: A rischio anche i blog collettivi
      - Scritto da: Ross Cont
      Vedo che le mie osservazioni estemporanee su
      facebook sono condivise dai vostri esperti. Tra
      l'altro con il riferimento al concetto di
      espressione dell'opinione PROPRIA E PERSONALE
      sarebbero sottoposti a registrazione i blog
      collettivi. Devo aggiungere tuttavia che sia
      pubblicamente sia sulla messaggeria di facebook,
      Roberto Cassinelli si è mostrato molto
      disponibile ad apportare dei correttivi ed è
      innegabile che la mentalità di questo testo sia
      diametralmente opposta a quella del DDL
      Levi.NO!è esattamente la stessa mentalità di controllo: regolamentare ciò che NON deve essere regolamentato
    • Ross Cont scrive:
      Re: A rischio anche i blog collettivi
      Ok allora teniamoci l'attuale limbo normativo nel quale i blogger rischiano di essere condannati per stampa clandestina in base alle interpretazioni da parte della magistratura di una legge che oggettivamente c'è ed è vigente ed applicabile. Sei comunque in errore, il testo di legge non va nel senso di regolamentare, bensì di sottrarre alla regolamentazione siti e blog. Il punto è piuttosto la formulazione non esaustiva, il che dipende non già da una volontà di creare legacci bensì da una scarsa conoscenza del web che peraltro è comune a tanti in Parlamento. Anche di questo dobbiamo non solo prendere atto ma cercare di farci carico appunto come stiamo facendo sul gruppo di facebook fornendo suggerimenti, evidenziando casistiche di siti che risulterebbero sottratti a quella che non è una regolamentazione bensì una tutela. Poi possiamo anche continuare ad appellarci alla dichiarazione di indipendenza del cyberspazio ma omettiamo di considerare un piccolo particolare: sarà pure il nostro mondo questo, un mondo che non ha sovrani da noi eletti, ma in questo nostro mondo noi ci riferiamo agli avvenimenti ed ai personaggi del mondo reale. Nel mondo reale se dai del coglione e del ladro al tuo fruttivendolo in presenza di terzi, il tuo fruttivendolo ha facoltà di querelarti. Non vedo perchè non debba accadere altrettanto su internet. Libertà di opinione e di pensiero non è libertà di offesa ed insulto. Pensare che i blogger e gli internauti in genere possano sottrarsi all'applicabilità di qualsiasi legge è pura utopia.
      • krane scrive:
        Re: A rischio anche i blog collettivi
        - Scritto da: Ross Cont
        Nel mondo reale se dai del coglione
        e del ladro al tuo fruttivendolo in presenza di
        terzi, il tuo fruttivendolo ha facoltà di
        querelarti. Non vedo perchè non debba accadere
        altrettanto su internet. Infatti accade, la gente si denuncia per diffamazione nei forum ad esempio, qual e' il problema ?Anonimizzarsi su internet non e' piu' facile che nel mondo reale quando fai intervenire la legge.
        Libertà di opinione e di
        pensiero non è libertà di offesa ed insulto.
        Pensare che i blogger e gli internauti in genere
        possano sottrarsi all'applicabilità di qualsiasi
        legge è pura utopia.
  • pinucciu scrive:
    alla solita maniera....
    ti dicono che ti risolvono un problema... e di nascosto te lo introducono... (in tutti i sensi)è la tecnica dei "fessi e contenti"
    • tardi per fare il log scrive:
      Re: alla solita maniera....
      "saddisfati e stupidi"eh...tanto la bonta di un azione si valuta dai risultati...XD[pori noi]
  • Free BSD scrive:
    voglio il finanziamento pubblico
    Quasi quasi... mi apro un blog.. lo iscrivo come prodotto editoriale.. richiedo i finanziamenti.. e poi vivo di rendita... mi sembra l'unica soluzione logica.
    • Giambo scrive:
      Re: voglio il finanziamento pubblico
      - Scritto da: Free BSD
      Quasi quasi... mi apro un blog.. lo iscrivo come
      prodotto editoriale.. richiedo i finanziamenti..
      e poi vivo di rendita... mi sembra l'unica
      soluzione
      logica.Hmmm ... Perche' fermarsi a un blog ? Aprine 10, 100, 1000 !!E poi con i finanziamenti compera Alitalia :)
      • FuSioNmAn scrive:
        Re: voglio il finanziamento pubblico
        - Scritto da: Giambo
        E poi con i finanziamenti compera Alitalia :)Certo così li butti subito nel cesso :)
  • Responsabil e scrive:
    Responsabilità dei commenti
    Ma in base a questa proposta di legge, la testata giornalistica (ossia il piccolo blog amatoriale con banner) sarà anche responsabile delle stupidaggini che scrivono i visitatori? Ad esempio come penserebbe di muoversi Punto Informatico, che ha un forum infestato da troll e flame e su questo ho l'impressione che costruisca un bel po' di traffico?
    • fred scrive:
      Re: Responsabilità dei commenti
      esattamente come e' successo con altri blog, vengono sequestrati.Nel ventennio accadde la stessa cosa con i giornali che non collaboravano, bastava una notizia contestata, picchiavano l'intera redazione e fermavano il giornale.Preparatevi, fra poco tocca a noi.
    • nessuno scrive:
      Re: Responsabilità dei commenti
      - Scritto da: Responsabil e
      Ma in base a questa proposta di legge, la testata
      giornalistica (ossia il piccolo blog amatoriale
      con banner) sarà anche responsabile delle
      stupidaggini che scrivono i visitatori? Ad
      esempio come penserebbe di muoversi Punto
      Informatico, che ha un forum infestato da troll e
      flame e su questo ho l'impressione che costruisca
      un bel po' di
      traffico?a dire il vero gli amministratori sono sempre responsabili di ciò che gli utenti scrivono nel proprio sito, questo a prescindere.Solo che le responsabilità sono limitate al fatto che se vedono qualcosa che non va contro la legge devono eliminarlo, ma non sono responsabili penalmente per colpa di uno che ha scritto scemate sul forum/commentario/ eccetera eccetera.Perchè la colpa sui reati a livello penale o civile è personale e non può essere nemmeno ereditaria (debiti a parte, quelli passano anche in eredità).Però potrebbe esserci un concorso in reato se l'amministratore sa perfettamente cosa succede nel suo blog, commentario, forum, sito comunità e non pone rimedio anzi aiuta i malfattore a continuare la loro opera.Scusate se sono stretto oggi a scrivere ma sono di fretta...:Pbuona serata a tutti
  • Francesco DAmbrosio scrive:
    Cassinelli in filo dirtto su Facebook
    Cassinelli sta partecipando alla discussione sulla bacheca e con i membri del gruppo Salva i Blog su Facebook.Partecipate!http://www.facebook.com/group.php?gid=32540852267
  • piotr scrive:
    la registrazione va eliminata tout court
    La registrazione va eliminata per tutte le pubblicazioni, non serve a nulla, la discussione sul fatto se vada estesa al web e' un girare a vuoto su un problema inesistente, e rimarca solo la velleita' dei politici di regolamentare ogni cosa esistente anche quando inutile o impossibile, creando solo problemi ulteriori.Fra l'altro la registrazione delle testate, come l'ordine dei giornalisti, e' palesemente incostituzionale, in quanto limita il diritto alla libera stampa.Se perdiamo tempo a discutere di queste cazzate, come paese non andremo mai da nessuna parte, i veri problemi resteranno sempre li'.
    • Paolo scrive:
      Re: la registrazione va eliminata tout court
      D'accordo al 100%!!!
    • CCC scrive:
      Re: la registrazione va eliminata tout court
      - Scritto da: piotr
      La registrazione va eliminata per tutte le
      pubblicazioni, non serve a nulla, la discussione
      sul fatto se vada estesa al web e' un girare a
      vuoto su un problema inesistente, e rimarca solo
      la velleita' dei politici di regolamentare ogni
      cosa esistente anche quando inutile o
      impossibile, creando solo problemi
      ulteriori.
      Fra l'altro la registrazione delle testate, come
      l'ordine dei giornalisti, e' palesemente
      incostituzionale, in quanto limita il diritto
      alla libera
      stampa.
      Se perdiamo tempo a discutere di queste cazzate,
      come paese non andremo mai da nessuna parte, i
      veri problemi resteranno sempre
      li'.PAROLA PER PAROLA, CONCORDO CON TE!
  • Napolux scrive:
    Speriamo
    La strada sembra quella giusta. Speriamo tutto vada per il verso giusto.Certo è, che se dovrò registrare il mio blog come testata giornalistica o similare, per pura questione di principio, cercherò IN OGNI MODO di accedere ai finanziamenti pubblici riservati alle testate giornalistiche.Visto che vogliono far 30, io farò 31 :)
    • Paolo scrive:
      Re: Speriamo
      - Scritto da: Napolux
      La strada sembra quella giusta. Speriamo tutto
      vada per il verso
      giusto.In che senso la strada sembra quella giusta? A me sembra una cazzata di proposta di legge!
    • fred scrive:
      Re: Speriamo

      Certo è, che se dovrò registrare il mio blog come
      testata giornalistica o similare, per pura
      questione di principio, cercherò IN OGNI MODO di
      accedere ai finanziamenti pubblici riservati alle
      testate giornalistiche.serve la firma di un senatore o di un deputato (oppure due a seconda del tipo di finanziamento), quindi sei tagliato fuori in partenza.E tutti i senatori e deutati sono gia' impegnati in questo senso; si taglia sulla scuola e sugli altri servizi ma su questi sprechi e altri mille schifezze non si fa nulla; hanno fatto fuori la scuola con i talgi ma il ponte dello stretto si fara', cosi' funziona il paese.
  • blackarrow scrive:
    li fregheremo con le loro leggi
    infatti basterà creare il "partito della rete" portare un rappresentante in senato ed in parlamento e quando scopriranno che dovranno dare anche a noi i finanziamenti per l'editoria, facendo i conti per quanti siamo, non gli rimane che o finanziarci o togliere le sovvenzioni a tutti. Ora visto che togliere le sovvenzioni all'editoria non gli conviene e finanziarci tutti diverrebbe troppo oneroso, l'unica risorsa senza rimissione per loro, non rimane come alternativa che ritirare la legge che vuole mettere il bavaglio alla rete.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: li fregheremo con le loro leggi
      contenuto non disponibile
    • fred scrive:
      Re: li fregheremo con le loro leggi
      Sbarramento al 4% e liste bloccate!Non esiste possibilita' di mandare in parlamento qualcuno che non vogliano, allo stato attuale scordati una posibilita' del genere, il nostro sistema e' strutturato per mandare al comando solo chi e' gia al comando e l'eta' media della nostra gerontocrazia aumenta esattamentei al pari del tempo che passa (ovvero c'e' sempre la stessa gente al comando che invecchia).Fortunatamente la natura fa il suo corso e creperanno tutti per l'eta' prima di me, ma non ho la minima idea di chi gli succedera', la paura e' che prima di crepare ci facciano terra bruciata intorno e mettano i loro figli (probabilmente anche piu' inetti).
      • orange scrive:
        Re: li fregheremo con le loro leggi

        "Fortunatamente la natura fa il suo corso e
        creperanno tutti per l'eta' prima di me"Questo pensiero è sbagliato: Nessuno di noi, anche se ha 20 anni ha fatto un contratto con il Padre Eterno per rimanere sulla terra fino a 99 anni. Chi decide quando dobbiamo andarcene, e a che età, sta molto al di sopra della nostra misera esistenza su questa valle di lacrime. L'essere umano su questa cosa conta meno di zero.
        • fred scrive:
          Re: li fregheremo con le loro leggi
          Lo so che e' sbagliato, ma che altro ci rimane?
        • utente medio scrive:
          Re: li fregheremo con le loro leggi
          Ma statisticamente ha ragione (mi gratto mentre scrivo), nel senso che è moooooooolto più facile che crepino prima questi politici ultrasettantenni che io che ne ho 25.
    • Guru Meditation scrive:
      Re: li fregheremo con le loro leggi
      Diranno che il finanziamento ai giornali viene erogato per coprire il costo della carta.Per le pubblicazioni online non c'è bisogno di carta, quindi niente finanziamento.E' difficile rubare ai ladri.....
    • Sathack scrive:
      Re: li fregheremo con le loro leggi
      @blackfrecciacavolo sai che hai ragione? Proviamo ad iscriverci all'albo, stendere una bozza e richiedere i finanziamenti?
    • md1969 scrive:
      Re: li fregheremo con le loro leggi
      - Scritto da: blackarrow
      infatti basterà creare il "partito della rete"
      portare un rappresentante in senato ed in
      parlamento e quando scopriranno che dovranno dare
      anche a noi i finanziamenti per l'editoria,
      facendo i conti per quanti siamo, non gli rimane
      che o finanziarci o togliere le sovvenzioni a
      tutti. Ora visto che togliere le sovvenzioni
      all'editoria non gli conviene e finanziarci tutti
      diverrebbe troppo oneroso, l'unica risorsa senza
      rimissione per loro, non rimane come alternativa
      che ritirare la legge che vuole mettere il
      bavaglio alla
      rete.
  • Raito scrive:
    Qualcosa per Adsense & co?
    Una proposta migliorativa potrebbe riguardare i ricavi riportati da un sito. Ci sono migliaia di piccoli blogger che, utilizzando Adsense e programmi simili, guadagnano poche decine di euro l'anno. Potrebbe essere utile fare chiarezza su tale punto: si tratta di persone che producono un minimo di ricchezza, e quindi sarebbe una cosa positiva. Si potrebbe fare chiarezza e stabilire che quei piccoli guadagni possono essere inseriti in una semplice dichiarazione dei redditi, senza dover sottostare ad insensati (per coloro che, ripeto, guadagnano poche decine di euro l'anno) obblighi, come la registrazione di partita IVA e gabelle correlate.Sarebbe un enorme passo avanti per la rete italiana, si darebbe un impulso all'IT (visto che magari da quelle piccole esperienze potrebbero nascere delle imprese vere e proprie, magari addirittura contente di sottostare agli obblighi di cui sopra) e anche le casse dello Stato ci guadagnerebbero dall'emersione di tutti coloro che, probabilmente percependo come iniqui gli obblighi burocratici per quei pochi spiccioli che guadagnano, non dichiarano quanto incassano.Credete sia una proposta sensata?
    • trullo scrive:
      Re: Qualcosa per Adsense & co?
      si e io l'ho proposto al mio parlamentare, fate anche voi la stessa cosa trovatevi gli eletti nella vostra regione e fatevi sentirehttp://www.camera.it/deputatism/240/documentoxml.asp
    • Sanghino scrive:
      Re: Qualcosa per Adsense & co?
      - Scritto da: Raito
      Credete sia una proposta sensata?Sei un mito !!! E' un secolo che cerco di far passare questo concetto semplicissimo. Un piccolo blogger che tira su qualche decina di euro l'anno (magari neanche bastano a pagarsi il servizio di hosting) dovrebbe poter aver gli strumenti per indicare quei ricavi nella propria dichiarazione dei redditi, senza andare a scomodare concetti del tipo "fare impresa". Ovvio, dovranno essere stabiliti dei limiti ragionevoli, per esempio potrebbe essere fatto uno studio per stabilire quale possa essere un limite giusto superato il quale è pensabile obbligare le persone a fare le registrazioni varie ... anche se, vedendo quello che accade normalmente nelle dinamiche dei blog, chi è riuscito ad emergere ci ha pensato da solo a diventare impresa.Sai qul'è il punto ? E' che si dovrebbero avere incentivi e non bastonate. Ogni blogger che riuscisse a tramutare la propria passione in un lavoro potrebbe essere anche un'opportunità per altri (redazione, tecnici, grafici, programmatori, ecc).A me pare semplice come concetto ....
      • lupoalberto scrive:
        Re: Qualcosa per Adsense & co?
        Ci dovrebbero essere limiti anche in basso per quanto riguarda i possibili guadagni.Nel senso che se uno ricava con i suo/suoi siti poche decine di euro all'anno in totale ritengo inutile il doverli dichiarare.Altrimenti bisognerebbe anche dare la possibilità di detrarre le spese sostenute per l'acquisto dello spazio, varie ed eventuali relative al mantenimento e alla pubblicazione del sito.
        • Wolf01 scrive:
          Re: Qualcosa per Adsense & co?
          e così fu che i bambini iniziarono a dichiarare la mancia mensile dei nonni, perchè fa ricchezza.Se io guadagnassi meno di 500 al mese non li dichiarerei, perchè se così fosse pagherei più tasse di quello che resterebbe (tipo il 20% dello stipendio che se ne va in tasse), perchè tanto non sarà mai al netto dei guadagni, si paga sempre al lordo dei ricavi, e poi le spese? -_-'''
          • Raito scrive:
            Re: Qualcosa per Adsense & co?
            Ciò non toglie che in quel caso tu stia evadendo, e che, se fanno accertamenti, sono comunque bastonate. Ora, c'è gente che dice che occorre avviare un'azienda (il che, per poche decine di euro è insensato) altri dicono che basta dichiarare fra gli altri redditi, altri ancora incitano all'evasione.Le leggi servono a fare chiarezza: si stabilisca che chi guadagna da un sito internet fino a una certa soglia deve dichiarare e pagare tasse in percentuale che vanno da 0% a X%, senza altri orpelli burocratici che strangolano chi vuole creare ricchezza, seppure piccola.
          • trullo scrive:
            Re: Qualcosa per Adsense & co?
            ora come ora per essere in regola con adsense bisogna avere la partita iva perche' sono guadagni che si configurano come lavoro di impresa e continuativi
    • anonimo scrive:
      Re: Qualcosa per Adsense & co?
      - Scritto da: Raito
      Una proposta migliorativa potrebbe riguardare i
      ricavi riportati da un sito. Ci sono migliaia di
      piccoli blogger che, utilizzando Adsense e
      programmi simili, guadagnano poche decine di euro
      l'anno. Potrebbe essere utile fare chiarezza su
      tale punto:In effetti da noi c'è una situazione pazzesca. Per i blog che guadagnano qualche euro con adsense alcuni dicono che ci vuole la partita IVA, altri no. All'estero è tutto chiaro e semplice.
  • Marco Marcoaldi scrive:
    E intanto io trasloco tutto in Germania
    3° Server migrato in 2 giorni !!!!L'italia è il paese delle banane !Leggi idiote, "professionisti" idioti, e via dicendo !Le uniche persone in gamba che conosco sono quei piccoli hoster nazionali che oltre a saper fare il proprio lavoro riescono a cogliere quanta merda ci sia nel nostro paese !Siamo peggio della corea del nord !!!RIBADISCO : PEGGIO !!!!
    • Marco Marcoaldi scrive:
      Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
      PING www.j3njy.it (78.46.83.245) 56(84) bytes of data.--- www.j3njy.it ping statistics ---[root@ferrini ~]# whois 78.46.83.245[Interrogando whois.arin.net][Redirezione verso whois.ripe.net:43][Interrogando whois.ripe.net][whois.ripe.net]% This is the RIPE Whois query server #1.% The objects are in RPSL format.%% Rights restricted by copyright.% See http://www.ripe.net/db/copyright.html% Note: This output has been filtered.% To receive output for a database update, use the "-B" flag.% Information related to '78.46.0.0 - 78.47.255.255'inetnum: 78.46.0.0 - 78.47.255.255netname: DE-HETZNER-20070416org: ORG-HOA1-RIPEdescr: Hetzner Online AGcountry: DEadmin-c: HOAC1-RIPEtech-c: HOAC1-RIPEstatus: ALLOCATED PAmnt-by: RIPE-NCC-HM-MNTmnt-lower: HOS-GUNmnt-routes: HOS-GUNmnt-domains: HOS-GUNsource: RIPE # Filteredorganisation: ORG-HOA1-RIPEorg-name: Hetzner Online AGorg-type: LIRaddress: Hetzner Online AG Attn. Martin Hetzner Stuttgarter Str. 1 91710 Gunzenhausen Germany
      • trullo scrive:
        Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
        se il sito/blog lo tieni in italiano, se tu sei italiano, se commetti un eventuale reato in italia anche se il server ce l'hai in patagonia il culo te lo fanno lo stesso
        • Confermo scrive:
          Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
          Confermo quello che ha scritto trullo. Per non aver problemi in Germania devi trasferirti pure tu.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
            contenuto non disponibile
          • pride scrive:
            Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
            - Scritto da: Confermo
            Per non
            aver problemi in Germania devi trasferirti pure
            tu.E ci faresti pure un gran favore. Non ne posso più di persone che si lamentano di quello che c'è che non va ed invece di cambiarlo trovano le scappatoie. Se l'Italia ti fa schifo vai in Germania e restaci, oppure rimani e smettei di lamentarti. Grazie!
          • advange scrive:
            Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
            Hai dimenticato di aggiungere "allineati alle posizioni del governo, zitto e crepa senza dare fastidio".Che tristezza!
      • Giambo scrive:
        Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
        - Scritto da: Marco MarcoaldiGrande Hetzner 8) !Sono contentissimo del loro servizio, mi ricordo che nel 2006 in fretta e furia mi misero in piedi un server il 23 Dicembre :o !! A trovare qualcuno che lavori un giorno prima della vigilia ;) !!
    • Mare Salato scrive:
      Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
      Hai traslocato ma ti rendi conto che questa gente che fa queste leggi carogna ha anche il potere di bloccarti l'IP anche se fosse nella Fossa delle Marianne?
      • Home J S scrive:
        Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
        OpenDNS, salvaci tu!
      • pabloski scrive:
        Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
        bah fino ad oggi non sono nemmeno riusciti a filtrare decentemente i nomi di dominioper i casinò, basta che levi il www davanti e puoi accedervi senza problemiper quanto riguarda l'IP, non lo possono sequestrare, ma filtrare...solo che così facendo rischiano di filtrare mezzo mondo e ovviamente anche siti innocentit'immagini che un bel giorno non è più possibile dall'Italia accedere al sito BMW solo perchè hanno filtrato la subnet? credo che la Merkel s'incazzerebbe parecchiose proprio vogliono combattere contro Internet allora dovranno prima dotarsi di un governo mondiale e forse poi se ne potrà riparlare
    • antonio scrive:
      Re: E intanto io trasloco tutto in Germania
      Ciao ho già fatto la stessa cosa, ho portato tutto in Francia... libertè fraternitè egalitè... altrochè!!!
  • unamico scrive:
    censura
    fatto sta che l'orientamento politico è "non fare domande alle autorità", "obbedisci", "non criticare", "avete perso quindi....", va bene così, va tutto bene, siamo in democrazia, berlusconi è sincero ed emilio fede imparziale. Tranquilli. Ora arriva il salvatore dei blogger. E' tutto risolto. Basta crederci acriticamente. Io intanto, per la mia sicurezza (che ci devo pensare da solo senza aspettare le pseudo soluzioni di questi dipendenti mantenuti), emigro su server stranieri e uso il mio diritto alla privacy. Da lì posso esprimere le mie idee e le mie opinioni. Mi spiace solo che siamo tutti ognuno per conto proprio a curare il proprio orticello (o quello che ne rimane). Sembra che pian piano la libertà sia diventata materia da barattare e non più un diritto inalienabile. Ce la stanno togliendo silenziosamente, tra l'indifferenza dei più. Ad ogni modo, cosa possiamo fare? Passare parola. Se ci si tiene informati è più difficile che ci prendano per il c*lo. un abbraccio a tutti
    • fred scrive:
      Re: censura

      va bene
      così, va tutto bene, siamo in democrazia,
      berlusconi è sincero ed emilio fede imparziale.anche quella di Puntin e' una democrazia e il partito stesso sostiene che i loro giornali sono liberi.Ora tocca alla Rai, poi ai giornali (PI compreso), poi tocca alla corte e alla costituzione e diventeremo una democrazia come quella di Putin.
      Tranquilli. Ora arriva il salvatore dei blogger.
      E' tutto risolto. Basta crederci acriticamente.
      emigro su server stranieri e uso il mio diritto alla
      privacy.Abbiamo Cisco che prepara ottimi sistemi di censura e li fornisce a parecchie nazioni tristemente note.
      Ad ogni modo, cosa possiamo fare? Passare parola.
      Se ci si tiene informati è più difficile che ci
      prendano per il c*lo.l'informazione oggi e' al 90% la tv e noi no ncontiamo un cazz, come dimostra il fatto che la legge viene presentata e ripresentata periodicamente (come la salvamanager e quella momentaneamente sospesa per far sgonfiare la notizia ma che prima o poi passerano).Da qualunque parte mi giro vedo che siamo destinati a perdere.
  • Den Lord Troll scrive:
    due ? no....
    ....l'unico insieme fuori-posto è situato a Sud delle Alpi per qualche errore passato: Смерть решает все проблемы. Нет человека — нет проблем
    • Darkat scrive:
      Re: due ? no....
      perchè lo hai scritto in russo? è una frase famosa? O.o comunque non si risolvono così i problemi di certo e non capisco nemmeno cosa centri con l'articolo...a quale gruppo ti riferisci?
      • The M scrive:
        Re: due ? no....
        - Scritto da: Darkat
        perchè lo hai scritto in russo? è una frase
        famosa? O.oSì, credo ci sia scritto "A chi piace la figa tiri una Riga" (intesa come la città lettone, da cui il cirillico).
        • Darkat scrive:
          Re: due ? no....
          se va bè -.- so cosa c'è scritto(e non quello), ho detto solo che non c'entra un cavolo con l'articolo...
    • Nickmio scrive:
      Re: due ? no....
      - Scritto da: Den Lord Troll
      ....l'unico insieme fuori-posto è situato a Sud
      delle Alpi per qualche errore passato:
      Смерть
      решает
      все
      проблем&Sò chi sei, ti ho sgamato! Acora con le scritte in cirillico!MUAHAHAHAHAHAHAHAH!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: due ? no....
      La morte risolve tutti i problemi. Nessun uomo nessun problema...
Chiudi i commenti