La danza Electric Slide protetta dal DMCA

Il suo inventore passa alle vie legali per spazzare dalla rete tutti i video che, a suo dire, infrangono il copyright dei famosi passi di ballo e la ritraggono, sia mai, eseguita male

Roma – Dopo Viacom e le 100mila clip cancellate da GoogleTube , un nuovo caso di diffida a mezzo DMCA infiamma la rete: Richard Silver , che ha registrato il copyright del ballo Electric Slide nel 2004, ha intenzione di far rimuovere tutti i video in cui sconosciuti o celebrità eseguono i passi di danza senza autorizzazione e senza sganciare un centesimo al proprietario della coreografia originaria.

Come riportato in una delle pagine web riconducibili a Silver, “Electric Slide” è stata per la prima volta coreografata nel 1976, e da allora è stata eseguita sulle piste di ballo, in diverse pellicole cinematografiche, nei filmini amatoriali e ora naturalmente su YouTube. Facendo ricorso alle famigerate takedown notice messe a disposizione dalla legislazione americana in rafforzamento della difesa del copyright, “Ric” Silver intende far rimuovere i materiali video che non rispettano la coreografia originale .

Cominciando naturalmente da YouTube, ma non limitandosi al portalone del video sharing: identiche diffide sono già state ricevute da Kyle Machulis, ingegnere in forza a Linden Lab , e dallo staff del talk-show americano The Ellen DeGeneres Show . In quest’ultimo caso, stando a quanto Silver dichiara sul suo sito web , il coreografo avrebbe soltanto cercato di difendersi da una causa legale intentatagli per conto dello show in risposta ai suoi tentativi di ottenere il compenso dovuto per lo sfruttamento della coreografia del ballo mandato in onda nel febbraio 2006.

Silver, a quanto scrive cnet , non è attualmente raggiungibile via mail o telefono; la stessa linea di silenzio ha deciso di seguire The DeGeneres Show, i cui rappresentanti declinano ogni commento sulla faccenda. Ma è possibile, si chiedono in molti, utilizzare gli strumenti legali messi a disposizione dal vituperato DMCA per rinforzare il copyright di alcuni passi di danza? Secondo Jason Schultz, consulente legale in forze alla EFF , assolutamente sì .

“Puoi mettere il copyright alle coreografie per i balli”, sostiene Schultz, “e poi decidere di far rispettare il suddetto copyright contro chiunque esegua pubblicamente tali balli”. Piuttosto dubbia è invece la pretesa di costringere i content provider alla rimozione di piccole clip multimediali da pochi secondi , secondo il legale, come ce ne sono tante (e contro cui presumibilmente Ric Silver ha deciso di intervenire) sul social network di YouTube. In quel caso, è molto probabile il fallimento di un’ipotetica causa.

Ma l’ingegnere Kyle Machulis, che ha trasferito il video su un altro portale, non ha intenzione di cedere tanto facilmente: le pretese di Silver sono assurde , a suo dire, e la teoria del “ballerino” secondo cui il copyright si applica solo ad uno spezzone video dell’insegnante originale del ballo non ha senso. Stessa linea seguita da un blogger, tale Rob Lathan, ulteriore destinatario delle diffide di Silver : lui non ci sta a farsi cancellare il video su YouTube della sua esecuzione di Electric Slide al Today Show del canale televisivo americano NBC.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ci basiamo sulla fatica ora ???
    "Dal 2000, l'uomo sarebbe riuscito a procurarsi in questo modo 750.000 dollari di guadagno, senza la minima fatica se non quella di masterizzare i dischi. Le denunce di alcuni utenti ad Adobe e Microsoft, dopo essersi accorti di aver ricevuto numeri seriali contraffatti insieme all'acquisto, ha fatto scattare le indagini, e ha infine segnato la conclusione della losca carriera del pirata di software."ma come ora andiamo anche a paragonare la fatica di un "lavoro" ? bè se vogliamo parlare di faticare allor aparliamo della siae, chissà quanta fatica faranno a far entrare i soldi nelle loro banche SOLO GUARDANDO FUORI DALLA FINESTRA... no perchè diciamocela per bene, cosa fanno loro? cosa producono ?? neanche i cd / dvd si devon ostampare... a si giusto forse si stancano a cercare gente che scarica il suo piccolo mp3 in rete.... ma andate a zappaer và!!
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: ci basiamo sulla fatica ora ???
      Sgrammaticato e con toni sbagliati, quasi quasi ti modero :pLa SIAE, d'accordo, sono mangiapane a tradimento, ma uno che guadagna col software programmato da altri sono in galera deve stare. E' un criminale, punto. Il P2P c'entra veramente poco, in questa faccenda.....
  • Anonimo scrive:
    Non scrivete fesserie per piacere...
    La criminalita' (ovvero la disonesta' a fini di lucro) paga eccome !Perche' :-Chi crea worm/codice maligno si fa pubblicita' presso le aziende di sicurezza, e poi viene puntialmente assunto.Anzi, piu' fa danni e piu' il worm e' tosto, e migliore e' il contratto spuntato.-Chi ha le botnet fa milioni di euro, quei 75.000 di multa che leggo sono briciole in confronto ai soldi che si possono fregare alle aziende, senza contare che la restituzione non avverra' mai, visto che aprire un conto all'estero sicuro e protetto e' facilissimo.-Chi fa spam prende un sacco di soldi.Gli spammer sono migliaia e ne beccano uno o due all'anno (quando li beccano...)-Chi vende materiale contraffatto fa soldi a palate, che puntualmente non restituisce.Anzi, spesso entra in giri sempre piu' larghi dove virtualmente e' inattaccabile perche' dirige invece di scaricare/masterizzare/vendere personalmente.In Italia e' certamente cosi', all'estero pure (america, romania, giappone, russia per citare alcune nazioni che con la pirateria vanno praticamente a braccetto, nonostante tutte le leggi e "gli esempi punitivi" che scattano ogni morte di Papa).Non date retta a chi si fa pubblicita' con un paio di arresti l'anno ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non scrivete fesserie per piacere...
      - Scritto da:
      La criminalita' (ovvero la disonesta' a fini di
      lucro) paga eccome
      !

      Perche' :

      -Chi crea worm/codice maligno si fa pubblicita'
      presso le aziende di sicurezza, e poi viene
      puntialmente
      assuntoFrasi da "sentito dire" (o peggio, da "complottista") tipiche di chi non ha la minima idea di come funzioni il settore della sicurezza informativa.
      Anzi, piu' fa danni e piu' il worm e' tosto, e
      migliore e' il contratto
      spuntatoRidicolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non scrivete fesserie per piacere...
      ....e com'e' che era? Ah si, e la marmotta incartava la cioccolata!Smettiamola con questo mito dell'hacker assunto in aziende.....tutte falsita'!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non scrivete fesserie per piacere...
        Kevin Mitnich è stato il più grande hacker di fine secolo!!il suo nick in rete era crow (corvo) ed è riuscito a superare barriere protettive impensabili allora,ma LUI ci riuscì, ovviamente fù anche beccato dalle autorità è nel 2003 (se non ricordo male l'hanno) anno in cui finì il suo arresto condizionato al suo alloggio, ricominciò a smanettare con il suo bel pc e venne assunto per lavorare sulla sicurezza informatica,guadagnando davvero da paura,è stato detto anche sulla rai, ne avevano fatto un reportage abbastanza dettaglaito !!
        • Anonimo scrive:
          Re: Non scrivete fesserie per piacere...
          - Scritto da:
          Kevin Mitnich è stato il più grande hacker di
          fine
          secolo!!
          il suo nick in rete era crow (corvo) ed è
          riuscito a superare barriere protettive
          impensabili allora,ma LUI ci riuscì, ovviamente
          fù anche beccato dalle autorità è nel 2003 (se
          non ricordo male l'hanno) anno in cui finì il suo
          arresto condizionato al suo alloggio, ricominciò
          a smanettare con il suo bel pc e venne assunto
          per lavorare sulla sicurezza
          informatica,guadagnando davvero da paura,è stato
          detto anche sulla rai, ne avevano fatto un
          reportage abbastanza dettaglaito
          !!Ehm... condor, non corvo! (anonimo)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non scrivete fesserie per piacere...
            Crow è corvo...Se poi il nick era condor è un'altra cosa :D
        • driope scrive:
          Re: Non scrivete fesserie per piacere...
          Il suo libro è interessante e ben scrittoTitolo: L'arte dell'ingannoAutore: Kevin D. MitnickEditore: Feltrinelli
        • Anonimo scrive:
          Re: Non scrivete fesserie per piacere...
          - Scritto da:
          Kevin Mitnich è stato il più grande hacker di
          fine
          secolo!!Non esageriamo, adesso. Ce ne sono e ce n'erano come lui o piu' abili di lui, lui e' diventato famoso perche' e' stato uno dei pochi ad avere le conoscenze e l'ardire di sfruttarle per fini illeciti.
          il suo nick in rete era crow (corvo) ed è
          riuscito a superare barriere protettive
          impensabili allora,ma LUI ci riuscì, ovviamente
          fù anche beccato dalle autorità è nel 2003 (se
          non ricordo male l'hanno) anno in cui finì il suo
          arresto condizionato al suo alloggio, ricominciò
          a smanettare con il suo bel pc e venne assunto
          per lavorare sulla sicurezza
          informatica,guadagnando davvero da paura,è stato
          detto anche sulla rai, ne avevano fatto un
          reportage abbastanza dettaglaito
          !!La maggioranza degli "hacker" (che poi sono cracker) e' ben lontana dall'essere come Mitnick.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non scrivete fesserie per piacere...
        - Scritto da:
        ....e com'e' che era?
        Ah si, e la marmotta incartava la cioccolata!

        Smettiamola con questo mito dell'hacker assunto
        in aziende.....tutte
        falsita'!Ma se ci sono pure notizie a riguardo!
        • Anonimo scrive:
          Re: Non scrivete fesserie per piacere...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          ....e com'e' che era?

          Ah si, e la marmotta incartava la cioccolata!



          Smettiamola con questo mito dell'hacker assunto

          in aziende.....tutte

          falsita'!

          Ma se ci sono pure notizie a riguardo!Fammi indovinare, l'hai letto su Repubblica? (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Non scrivete fesserie per piacere...
      - Scritto da:
      Non date retta a chi si fa pubblicita' con un
      paio di arresti l'anno
      ;)
      Un problema talmente sentito, quello dei nuovi
      malware, che ogni azione di contrasto andata a
      buon fine fa sempre notizia.E tu non dire che scrivo fesserie perché so da me quanto la criminalità organizzata regni sovrana ;)
Chiudi i commenti