La faccia tosta di Facebook

Il prefisso Face si fregia del rango di marchio registrato

Roma – Dopo aver perseguito legalmente i concorrenti ritenuti assonanti con il suo nome, Facebook ha ora ottenuto dall’Ufficio Marchi e Brevetti statunitense l’approvazione della domanda di registrazione della parola “Face” utilizzata come prefisso per indicare qualcosa nella categoria merceologica che comprende anche i siti Internet.

Il social network ha sempre cercato protezione per il suo nome: inteso complessivamente ma anche nelle assonanze create dai due affissi. Per questo ha perseguito con livore sia i siti che utilizzano la parola “Book”, sia quelli che iniziano con “Face”. E per questo termine ha ora ottenuto il riconoscimento di marchio registrato dall’USTPO .

Nella domanda di registrazione, peraltro, Facebook è subentrato a Faceparty.com da cui aveva comprato i diritti e si è trovata come principale oppositore Aaron Greenspan, ex compagno di classe di Zuckerberg che cercava di rivendicare diritti sulla fondazione del social network.

Per ufficializzare la registrazione del marchio ora Facebook non dovrà far altro che pagare entro tre mesi le tasse dovute e sottoscrivere i “termini di utilizzo” utilizzando la parola “in situazioni commerciali”. A quel punto, allora, potrebbero esserci problemi anche per il Facetime di Apple.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Aesse scrive:
    Un piccolo dettaglio
    Non mi pare un dettaglio irrilevante il fatto che l'illecito di cui si parla e' stato commesso da un'azienda (TomorrowNow) che e' stata successivamente acquistata da SAP solo successivamente. SAP non ha mai commesso direttamente i fatti di cui si parla; tuttavia si e' accollata (giustamente) la responsabilita' delle azioni commesse dai dipendenti TomorrowNow prima che SAP acquisisse quell'azienda. Che SAP ha deciso di chiudere non appena si e' scoperto l'illecito.Come mai questi fatti sono sembrati irrilevanti a chi ha scritto l'articolo?
  • Sebastiano Veniero scrive:
    Ma il cognome è proprio quello?
    Ma cosa hanno rubato in concreto?e poi...Il cognome del co-presidente di Oracle è proprio quello che avete scritto? (troll)
    • SSS scrive:
      Re: Ma il cognome è proprio quello?
      - Scritto da: Sebastiano Veniero
      Ma cosa hanno rubato in concreto?

      e poi...

      Il cognome del co-presidente di Oracle è proprio
      quello che avete scritto?
      (troll)Oracle è e rimane una delle 3 cattivone dell'informatica, per me se il gruppo "MAO" cessasse le proprie attività oggi sarebbe un giorno di gaudio
      • Sebastiano Veniero scrive:
        Re: Ma il cognome è proprio quello?
        - Scritto da: SSS
        - Scritto da: Sebastiano Veniero

        Ma cosa hanno rubato in concreto?



        e poi...



        Il cognome del co-presidente di Oracle è proprio

        quello che avete scritto?

        (troll)

        Oracle è e rimane una delle 3 cattivone
        dell'informatica, per me se il gruppo "MAO"
        cessasse le proprie attività oggi sarebbe un
        giorno di
        gaudioCertamente, sarebbe un giorno di gloria per tutti gli informatici che vivono del proprio lavoro e non di attività di lobbing...
  • gnugnolo scrive:
    PI non IP
    "e solo perché SAP non è stata in grado di generare quel livello di valore dalle IP sottratte a Oracle, non significa che non dovrebbe pagare in pieno per la sua infrazione".Visto che quel "IP" sta per Intellectual Properties, in italiano diventa proprietà intellettuali e quindi PI... o no????
    • Sherpya scrive:
      Re: PI non IP
      ma che si so fregati?
      • devil64 scrive:
        Re: PI non IP
        - Scritto da: Sherpya
        ma che si so fregati?Le foto del Bunga-Bunga......(rotfl)Scusami il trollaggio ma me la sono vista servita su un piatto d'argento...Saluti
      • MacBoy scrive:
        Re: PI non IP
        - Scritto da: Sherpya
        ma che si so fregati?Per quello che ho capito ha semplicemente usato software Oracle piratato.un po' come fanno tutti...1 miliardo di multa di sembra UN ATTIMO eccessivo...
        • panda rossa scrive:
          Re: PI non IP
          - Scritto da: MacBoy
          - Scritto da: Sherpya

          ma che si so fregati?

          Per quello che ho capito ha semplicemente usato
          software Oracle
          piratato.
          un po' come fanno tutti...
          1 miliardo di multa di sembra UN ATTIMO
          eccessivo...Non e' poi tanto eccessivo: si parla di dollari.Non credo che facciano il cambio 2:1 (2 euro per un dollaro) come avviene normalmente per i prodotti apple venduti in europa.
        • Izio scrive:
          Re: PI non IP
          - Scritto da: MacBoy
          - Scritto da: Sherpya

          ma che si so fregati?

          Per quello che ho capito ha semplicemente usato
          software Oracle
          piratato.
          un po' come fanno tutti...
          1 miliardo di multa di sembra UN ATTIMO
          eccessivo...Guarda caso, la giuria è americana mentre il condannato è tedesco. Impossibile provarlo, ma sono convinto che se fosse stata SAP ad accusare Oracle, quest'ultima l'avrebbe fatta franca, o alla peggio avrebbe dovuto pagare una multa minima.
        • Gezer scrive:
          Re: PI non IP
          Sbagliato, hanno rubato IP oracle. Algoritmi ed idee ottenuti accedendo a documentazione riservata oracle, a cui avevano acXXXXX sotto NDA (non disclosure agreement)!non stiamo parlando di violazioni di brevetti ma di vero e proprio furtoPer semplificare e' come se la tua azienda fosse in possesso dei codici sorgenti o documentazione interna Microsoft e la utilizzasse per creare un suo SO.
          • bollito scrive:
            Re: PI non IP

            Per semplificare e' come se la tua azienda fosse
            in possesso dei codici sorgenti o documentazione
            interna Microsoft e la utilizzasse per creare un
            suo
            SO.Bisognerebbe essere dei pazzi scatenati per farlo.
          • Callisto Software scrive:
            Re: PI non IP
            se sono sotto DNA... a quei livelli è pure poco un miliardo
          • Valeren scrive:
            Re: PI non IP
            Il DNA ce l'hanno di sicuro.Il problema è che avevano anche un NDA ;)
        • nome e cognome scrive:
          Re: PI non IP
          - Scritto da: MacBoy
          - Scritto da: Sherpya

          ma che si so fregati?

          Per quello che ho capito ha semplicemente usato
          software Oracle
          piratato.
          un po' come fanno tutti...
          1 miliardo di multa di sembra UN ATTIMO
          eccessivo...Se ho capito bene la società TomorrowNow ha sempre fornito servizi, manutenzione e upgrade per Peoplesoft, di conseguenza usando gli accessi dei clienti era in grado di scaricare il software (patch e documentazione). Il problema è che hanno rivenduto software (patch) e documentazione (manualistica) a clienti che non ne avrebbero avuto diritto.Un po' come se chi ha l'acXXXXX MSDN si mettesse a rivendere licenze windows...
Chiudi i commenti