La firma digitale si verifica sul Web

E' online la prima soluzione italiana che permette di verificare gratuitamente da Internet l'autenticità di un documento firmato digitalmente


Milano – Digitaltrust ha messo a punto Sign?ncrypt verifier , un applicativo accessibile gratuitamente da Internet per poter verificare i file firmati digitalmente.

Digitaltrust ha spiegato che Sign?ncrypt verifier è stato ideato per permettere a chiunque di verificare i file firmati digitalmente senza dover installare alcun software sul proprio PC.
Sviluppato in tecnologia Java, Sign?ncrypt verifier è indipendente dalla piattaforma e quindi fruibile con qualunque sistema operativo.

“Sign?ncrypt verifier – si legge in un comunicato – è facile e veloce da utilizzare, chiunque se ne può servire, in qualunque momento e senza alcun costo, per una rapida verifica dell?autenticità del file arrivato sul proprio indirizzo e-mail”.

Sign?ncrypt verifier è la versione ?light? di Sign?ncrypt, il sistema applicativo per la crittografia e firma elettronica dei documenti digitali sviluppato da Digitaltrust.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    La BCC, questa sconosciuta...
    Dio mio... Gestiscono milioni di domini Manco conoscono l'uso del campo BCC ? Non ci posso credere...Hot
    • Anonimo scrive:
      Re: La BCC, questa sconosciuta...
      - Scritto da: Anonimo
      Dio mio... Gestiscono milioni di domini
      Manco conoscono l'uso del campo BCC ? Non ci
      posso credere...

      HotMi auguro per loro che si sia trattato di un puro errore tecnico.
    • Anonimo scrive:
      Re: La BCC, questa sconosciuta...
      - Scritto da: Anonimo
      Dio mio... Gestiscono milioni di domini
      Manco conoscono l'uso del campo BCC ? Non ci
      posso credere...

      HotBoh... sarà perchè il campo BCC in Outlook Express non è attivato di default :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: La BCC, questa sconosciuta...
      - Scritto da: Anonimo
      Dio mio... Gestiscono milioni di domini
      Manco conoscono l'uso del campo BCC ? Non ci
      posso credere...

      HotBoh... sarà perchè il campo BCC in Outlook Express non è attivato di default :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: La BCC, questa sconosciuta...

        Boh... sarà perchè il campo BCC in Outlook
        Express non è attivato di default :-)L'hai detta giusta.
      • Anonimo scrive:
        Re: La BCC, questa sconosciuta...
        Sembra una cavolata, ma può essere verissimo: hanno messo gli indirizzi nel campo cc e non nel BCCIn fondo basta un click solo....
    • Akiro scrive:
      Re: La BCC, questa sconosciuta...
      io impicherei tutti quelli che non usano il bcc per le mailing list... 8D
    • edc scrive:
      No, no, non ci siamo capiti
      Non hanno fatto ne' un cc ne' un bcc:hanno mandato una mail CONTENENTE una serie di migliaia e migliaia di indirizzi email.Outlook nel tentativo di sottolinearli tutti andava regolarmente in palla...
    • CountZero scrive:
      Re: La BCC, questa sconosciuta...
      - Scritto da: Anonimo
      Dio mio... Gestiscono milioni di domini
      Manco conoscono l'uso del campo BCC ? Non ci
      posso credere...Beh non so voi, ma per mandare qualche migliaio di mail, non penso abbiano utilizzato un client di posta "normale" ma qualcosa un po' piu' specializzatoil Conte
      • Anonimo scrive:
        Re: La BCC, questa sconosciuta...
        - Scritto da: CountZero
        Beh non so voi, ma per mandare qualche
        migliaio di mail, non penso abbiano
        utilizzato un client di posta "normale" ma
        qualcosa un po' piu' specializzatoGuarda che il protocollo SMTP è uno standard de-facto. Puoi utilizzare tutti i programmi che vuoi ma i comandi da inviare al server sono sempre quelli per tutti...Hot
      • Anonimo scrive:
        Re: La BCC, questa sconosciuta...
        - Scritto da: CountZero
        Beh non so voi, ma per mandare qualche
        migliaio di mail, non penso abbiano
        utilizzato un client di posta "normale" ma
        qualcosa un po' piu' specializzatoGuarda che il protocollo SMTP è uno standard de-facto. Puoi utilizzare tutti i programmi che vuoi ma i comandi da inviare al server sono sempre quelli per tutti...Hot
Chiudi i commenti