La grande corsa allo smartwatch

Foto di un prototipo Samsung emergono prima della presentazione ufficiale. E si scopre che Google è al lavoro a un orologio touch-androide da più di un anno
Foto di un prototipo Samsung emergono prima della presentazione ufficiale. E si scopre che Google è al lavoro a un orologio touch-androide da più di un anno

La corsa allo smartwatch si sta trasformando in molto più di una mania , e colossi come Samsung (o anche la stessa Google) sono apparentemente già pronti per dettare la via di un nuovo, ricchissimo mercato di gadget consumer – e non solo – per le app da polso.

il prototipo del samsung galaxy gear Il colosso coreano è atteso al debutto ufficiale del suo primo smartwatch, il Galaxy Gear, per questa settimana: ma in anticipo sull’evento ufficiale VentureBeat ha messo le mani su foto e specifiche di quello che viene indicato come un prototipo non rifinito del prodotto finale.

Il Galaxy Gear sarà molto più sottile del dispositivo che compare nelle suddette foto, confermano le fonti, sarà dotato di uno schermo touch OLED con diagonale da 2,5 pollici (3 incluso il case), avrà una CPU SoC ARM dual core a 1,5 GHz (Samsung Exynos 4212) e una GPU Mali-400, avrà fotocamera e microaltoparlanti integrati nel cinturino e farà girare Android 4.3 con la tastiera touch disabilitata.

Lo smartwatch Samsung non avrà un browser e necessiterà del collegamento via Bluetooth o NFC con uno smartphone o altro dispositivo compatibile per la connettività a Internet, mentre la durata della batteria con l’uso “moderato” dovrebbe essere di 24 ore per scendere a 10 con un uso più attivo.

Nella corsa al mercato degli smartwatch Samsung si prepara a giocare un ruolo da apripista, ma l’azienda non sarà certo l’unica a giocare le sue carte in un settore che si prospetta molto promettente – e già parecchio affollato – dal punto di vista del business potenziale.

il prototipo di uno smartwatch wimm È il caso di Google, uno dei “soliti sospetti” il cui brand compare puntualmente a ogni indiscrezione di nuovi gadget per il wearable computing e che secondo GigaOM avrebbe acquisito WIMM Labs un anno fa proprio per gettarsi nella mischia: la società è specializzata appunto in tecnologia per smartwatch, e una volta entrata a far parte delle proprietà di Mountain View il team ha lavorato di concerto con quello di Android a un gadget da polso.

Le aziende si preparano alla commercializzazione dei dispositivi indossabili, mentre gli analisti e i commentatori continuano a dibattere sulle potenzialità del business: il mercato degli smartwatch impatterà sulla crescita degli altri gadget mobile o forse no , garantirà benefici ai consumatori ma anche alle aziende .

Alfonso Maruccia

fonte immagini: Venturebeat , Ars Technica

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 09 2013
Link copiato negli appunti