La PS3 è sotto controllo?

Il firmware 3.56 della console Sony secondo alcuni osservatori includerebbe anche un rootkit, pensato per monitorare le console a distanza e tagliare fuori dal network quelle sbloccate

Roma – Sono bastate meno di 24 ore per superare la sicurezza del nuovo firmware riparatore distribuito da Sony, ma sembra che l’aggiornamento 3.56 dedicato alla PlayStation 3 includesse anche un inaspettato “cavallo di Troia”. Gli utenti della community hacker che hanno scavato in profondità parlano di un rootkit in grado di eseguire codice remoto al login sul PSN.

Con una manciata di righe di codice, collegate all’account PlayStation Network, l’azienda nipponica si sarebbe assicurata la possibilità di dare una sbirciatina extra all’interno delle console degli utenti collegati, rilevare la presenza di un custom firmware o l’installazione di software fatto in casa. Del resto, al punto 3 dell’accordo di licenza per la console Sony si legge espressamente che SCE potrà sempre introdurre “impostazioni e funzionalità modificate in grado di bloccare l’accesso a contenuti illegali o non autorizzati”.

Stando a queste voci da forum, tutte da confermare, da questo momento Sony potrebbe quindi decidere di individuare e tagliare fuori dall’accesso online tutte le console modificate. Una misura estrema, pensata per arginare i grattacapi di una situazione ormai compromessa, che ha già sollevato diverse polemiche tra i videogiocatori.

Nel 2006 la casa discografica Sony BGM fu costretta da una class action a fermare la distribuzione dei CD musicali contenenti la famigerata tecnologia. In quel caso, il rootkit invadente installato sul computer poteva essere anche sfruttato da un malintenzionato per eseguire codice dannoso, ma una console “originale” non dovrebbe poter accettare codice senza firma.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zurgamang scrive:
    chiedi chiedi e non dai mai
    tu chiedi chiedi e non dai maimi domandi di dare quello che non saima rimandi a domani i dividendi mieiE rimando ti mando dove rimarrai (cit. Frankie Hi Nrg Mc)
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Eh no, non basta
    Adesso ogni cittadino tirato in ballo deve avere un risarcimento pagato direttamente dalla Mick Haig Productions, più tutte le spese legali, e il risarcimento deve essere almeno 10 volte quello che il cittadino avrebbe dovuto pagare in caso di condanna per violazione di copyright.Se questo comporterà il fallimento, che ben venga, anzi che serva da monito a tutti quegli estorsori della domenica.Sì, si chiama ESTORSIONE.Ed è un atteggiamento MAFIOSO.
    • umby scrive:
      Re: Eh no, non basta
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      Sì, si chiama ESTORSIONE.

      Ed è un atteggiamento MAFIOSO.Scusa, ma quale parte della parola "copyright" non significa MAFIA?
    • zurgamang scrive:
      Re: Eh no, non basta
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      Adesso ogni cittadino tirato in ballo deve avere
      un risarcimento pagato direttamente dalla Mick
      Haig Productions, più tutte le spese legali, e il
      risarcimento deve essere almeno 10 volte quello
      che il cittadino avrebbe dovuto pagare in caso di
      condanna per violazione di
      copyright.

      Se questo comporterà il fallimento, che ben
      venga, anzi che serva da monito a tutti quegli
      estorsori della
      domenica.

      Sì, si chiama ESTORSIONE.

      Ed è un atteggiamento MAFIOSO.ti ricordo che in italia questo sistema si chiama "querela" e viene usato pressoché da tutti quando si fanno dichiarazioni di qualsiasi tipo che non siano in linea con il potente di turno, nei giornali.Lo stesso succede per le denuncie di pedofilia (quelle sono il top, perché ammazzano il denunciato quantomeno professionalmente e socialmente, se non si fa fuori da solo, colpevole o meno) et altro: intanto ti arriva il fango, POI SI VEDRA'e con quelli che finiscono in galera e non avevano fatto niente?e quelli che vengono curati male e gli viene rovinata la vita, da finire con un corpo malandato a causa di altre super-autorità che sono certi medici?E quando a scuola (oggi non voglio parlarne: gli alunni fanno quello che gil pare) una volta avevi ragione e le autorità avevano torto? Qual'era il pericolo nel far rispettare il proprio diritto? Sempre e solo la ritorsione.Ci insegnano a bastonate a non alzare la testa.Chi lo fa ha molto, molto, molto più coraggio di quanto non paia.
  • higgybaby scrive:
    Mi puzza....
    citato nel testo c'è un tal Evan Stone avvocato, guarda che strano caso Evan Stone è anche il nome di un famoso XXXXX divo texano protagonista tra le altre cose di Pirates 1 e 2 (se volete rifarvi gli occhi e farvi anche due risate ve li consiglio entrambi), non è che ci stanno a prendere in giro?ciaoigor
  • djechelon scrive:
    Si dice "stralcio"
    "Senza uno STRALCIO di ordinanza".L'associazione italiana per la tutela degli stracci sente il dovere di denunciare questa orribile denigrazione delle nobili pezze da cucina, accostate ad una così sguaiata e pruriginosa vicenda di violazione del diritto d'autore.HAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA :D
    • gomez scrive:
      Re: Si dice "stralcio"
      - Scritto da: djechelon
      "Senza uno STRALCIO di ordinanza".guarda che in ITALIANO "senza uno straccio di" e'assolutamente corretto, vale "senza avere in manoun bel nulla" :-)Mauro
      • Fragy scrive:
        Re: Si dice "stralcio"
        - Scritto da: gomez
        - Scritto da: djechelon

        "Senza uno STRALCIO di ordinanza".

        guarda che in ITALIANO "senza uno straccio di" e'
        assolutamente corretto, vale "senza avere in mano
        un bel nulla" :-)

        MauroNon affaticarti ad insegnare a chi prima parla e poi pensa :-) Anche perché è "stralcio" ad essere sbagliato
        • gomez scrive:
          Re: Si dice "stralcio"
          - Scritto da: Fragy
          - Scritto da: gomez

          - Scritto da: djechelon


          "Senza uno STRALCIO di ordinanza".



          guarda che in ITALIANO "senza uno straccio di"
          e' assolutamente corretto, vale "senza avere in
          mano un bel nulla" :-)



          Mauro

          Non affaticarti ad insegnare a chi prima parla e
          poi pensa :-) Anche perché è "stralcio" ad essere
          sbagliatobeh, "stralcio di" vale "parte tratta da" quindi none' errato in assoluto ma solo in questo contesto, l'estensore dell'articolo intendeva chiaramente sottolineare che gli accusatori si erano mossi senzache nessuna ordinanza fosse stata emessa :-)Mauro
    • maestrina scrive:
      Re: Si dice "stralcio"
      - Scritto da: djechelon
      "Senza uno STRALCIO di ordinanza".

      L'associazione italiana per la tutela degli
      stracci come ogni ignorante sei pure arrogante.è una locuzione comune dire "senza uno straccio di" , come "senza il barlume di" oppure "senza nemmeno l'ombra di".Sei ignorante come un carciofo: lo "stra l cio" si riferisce ad una eventuale parte di qualcosa.Chi ha scritto ha scritto correttamente.
  • fenix872 scrive:
    Corporazioni illegali
    è quello che sono questi detentori dei diritti del copiright! SIAE in primis
    • maestrina scrive:
      Re: Corporazioni illegali
      - Scritto da: fenix872
      è quello che sono questi detentori dei diritti
      del copiright!

      SIAE in primispurtroppo ti sbagli, fatti un giro su wikipedia (o se hai una fonte più autorevole... magari il sito stesso della siae, oppure la gazzetta ufficiale o il codice civile...)
Chiudi i commenti