La robopillola transformer è realtà

Non si tratta di ingerire più parti di un razzo vettore, ma di unire tra loro gli sforzi di più congegni. Che si collegano tra loro, collaborano, riprendono, analizzano e scrutano

Roma – L’attività dei ricercatori sul perfezionamento e la sinergia nelle pillole ingeribili non si ferma: l’ultimo progetto, risultato dell’unione degli sforzi di più paesi, darà luce ad una sorta di pillola-serpente . Ogni suo “stadio” avrà un compito specifico e specializzato : uno eseguirà riprese, un altro fornirà energia, un altro ancora eseguirà biopsie ed analisi, e via discorrendo.

L’idea viene da Italia , Francia, Svizzera e Spagna: riunite sotto l’egida dell’ ARES ( Assembling Reconfigurable Endoluminal Surgical system ), stanno mettendo a punto un metodo per connettere a volontà le diverse robopillole tra loro: lo faranno attraverso la forza magnetica .

“Invece di avere una singola capsula, proponiamo un approccio modulare dove ogni elemento ha diverse funzionalità”, racconta Zoltan Nagy, ricercatore dell’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia (ETH) e membro del progetto ARES. “Prima di poter parlare di micro-automi così complessi nello stomaco, dovevamo risolvere un problema fondamentale: quello dell’ autoassemblaggio . E sembra che in questo modo ci si riesca bene”, spiega il luminare.

Il gruppo ha deciso di impiegare dei magneti in quanto non occorre alcuna energia addizionale per ottenere il legame tra i “pezzi”. Nel ricercare il miglior design , gli scienziati si sono serviti di uno stomaco in plastica (vedi figura). Hanno svolto 50 diversi test con 12 combinazioni diverse di assemblaggio dei “moduli”, con diversi tipi di magneti e rispettivi posizionamenti, arrivando ad una affidabilità di tenuta del 90 per cento .

Secondo Metin Sitti, scienziato impegnato presso la Carnegie Mellon University con le pillole che si aggrappano ai tessuti , la tecnica evita l’aumento del volume delle robopillole all’aumentare delle funzionalità. Ed anche sotto il profilo medico la novità incontra il favore degli esperti: “Cose come queste, ingeribili, auto-assemblanti e controllate a distanza sarebbero un grande passo avanti”, dice Joseph Murray, gastroenterologo della Mayo Clinic, il cui unico timore è costituito dai magneti, sulla cui sicurezza è convinto occorra ancora lavorare.

Il gruppo di studio presenterà questa settimana in Francia i dettagli del progetto sui moduli auto-assemblanti, presso la Conferenza Internazionale sui Sistemi e Robot Intelligenti .

Marco Valerio Principato

fonte immagini

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • asdasd scrive:
    ma tanto stallman...
    ma tanto stallman non ha mai visto un programmatore fare la fame...
    • anonimo scrive:
      Re: ma tanto stallman...
      - Scritto da: asdasd
      ma tanto stallman non ha mai visto un
      programmatore fare la
      fame...Veramente io gli ho sentito dire dalle sue labbra che non gliene frega niente se fanno la fame o no.
      • Robba scrive:
        Re: ma tanto stallman...
        Io cmq spero che a casa vadano prima i famosi project manager, director manager, manager delle risorse umane...Dai che vedrei volentieri una picchiata per loro la cui utilità e ancora da capire rispetto il sempre sottovalutato personale it nudo e cruso(programmatori, sistemisti ecc...)
        • precisatore scrive:
          Re: ma tanto stallman...
          quoto, straquoto, riquoto
        • asdasd scrive:
          Re: ma tanto stallman...
          quelli sono interni... salti prima tu fornitore... al limite a loro fanno le proposte come alitalia!!non esistono dirigenti tra i "tecnici" che sono visti come operai e quindi saltano subito loro, poi per i pesci grossi si vedra'
      • asdasd scrive:
        Re: ma tanto stallman...
        intanto passa per un genio... ma di cosa poi?
        • Andrea scrive:
          Re: ma tanto stallman...
          Beata ignoranza...
        • Bastard Inside scrive:
          Re: ma tanto stallman...
          - Scritto da: asdasd
          intanto passa per un genio... ma di cosa poi?Anche se non mi sta particolarmente simpatico, di cose ne ha fatte, sia progetti da lui condotti personalmente, sia l'enorme lavoro di raccolta e coordinamento della suite GNU, che fornisce un'insieme di strumenti utili o addirittura indispensabili a tutte le distro linux, oltre che ad altri SO meno diffusi e ad essere usata anche sotto altri SO, sia UNIX-like che non, in alternativa ad altri tool disponibili. Se vogliamo, l'unico insuccesso di GNU e Stallman, è stato che il più diffuso SO basato su SW GNU è Linux, che ha un kernel nato e sviluppato al di fuori di GNU, anziché il loro HURD.
      • 0verture scrive:
        Re: ma tanto stallman...
        Se ha detto veramente una cosa del genere merita di finire pestato a sangue.
      • 0verture scrive:
        Re: ma tanto stallman...
        Se ha detto veramente una cosa del genere merita tutto il male del mondo lui ed il suo progetto del free software.Sto barbone, sto burino si ricordi solo bene che il software non cresce sugli alberi ma viene creato da qualcuno che se non è totalmente imbecille si aspetta di portare la pagnotta a casa a fine mese.I programmatori possono morire di fame ? Allora niente programmatori ! Niente programmatori ? Fine del software libero !Creare software è un lavoro duro che va retribuito non una via per salvare l'umanità.
      • 0verture scrive:
        Re: ma tanto stallman...
        Se ha veramente detto una cosa del genere merita di veder fallito il suo progetto.Si ricordi bene questo individuo che il software è il prodotto della mente di qualcuno che se non è imbecille (come chi censura) o fanatico (come chi segnala) si aspetta di vedersi retribuito per i propri sforzi.Se così non è, cambia mestiere e quel giorno il software finisce di esistere perchè gli appassionati e gli hobbisti, come oggi giocano a fare i grandi programmatori, domani possono dedicarsi alla ceramica e non è così che si mantiene in vita un programma.
    • Bastard Inside scrive:
      Re: ma tanto stallman...
      - Scritto da: asdasd
      ma tanto stallman non ha mai visto un
      programmatore fare la
      fame...Neanch'io. Malpagati in Italia sì, ma anche da noi, se vogliamo vedere qualcuno alla fame, cerchiamo piuttosto nei call center...
  • z f k scrive:
    "valle del silicio"?!?
    ma quando mai!"silicon" si traduce "silicone", come c'insegnano fior fiore di film, telefilm, libri e quant'altro.Tanti traduttori NON possono essersi sbagliati _tutti_!Riguardo la controtendenza delle assunzioni di MS, beh, la cosa e' facile da spiegare: da una parte devono correggere i bug di msvista, dall'altra devono accelerare lo sviluppo del suo sostituto e come c'insegna "il mito del mese-uomo", quello che dieci sviluppatori fanno in un anno, 120 lo faranno in un mese (http://en.wikipedia.org/wiki/The_Mythical_Man-Month).CYAP.S.: per venire incontro alle limitate facolta' ironiche di qualcuno, chiarisco che il tono di questo post e' ironico :D
    • Login Password scrive:
      Re: "valle del silicio"?!?
      Già, la valle del silicone, il valhalla degli idraulici :D
    • hey scrive:
      Re: "valle del silicio"?!?
      e vai a spiegare ai giornalisti perchè CIA è pronunciata all'italiana e FBI all'inglese... :D
      • ursprung scrive:
        Re: "valle del silicio"?!?
        - Scritto da: hey
        e vai a spiegare ai giornalisti perchè CIA è
        pronunciata all'italiana e FBI all'inglese...
        :DCacophony is the answer.
      • Joliet Jake scrive:
        Re: "valle del silicio"?!?
        - Scritto da: hey
        e vai a spiegare ai giornalisti perchè CIA è
        pronunciata all'italiana e FBI all'inglese...
        :DGeniale! Non ci avevo mai fatto caso...Però sarebbe molto più fico se facessero il contrario: "Hanno sguinzagliato tutti gli agenti "siaiei" e "ffbì" sulle tracce del pericoloso malvivente" :D
    • 0verture scrive:
      Re: "valle del silicio"?!?
      Li assumessero anche per pulire i bagni, ma non era microsoft quella che era ad un passo dal fallimento a causa dell'onnipotenza di un certo volatile ?Mi sa che sono in tanti che vorrebbero fallire così vedi alitalia...
      • BSD_like scrive:
        Re: "valle del silicio"?!?
        L'art. dice bene che in M$ le nuove assunzioni sono dovute ai nuovi servizi/acquisizioni dovuti alla diversificazione di interessi che M$ ha messo in atto e non alla mera parte IT (o.s. & derivati).M$ stà diventando una piovra silenziosamente.
        • 0verture scrive:
          Re: "valle del silicio"?!?

          M$ stà diventando una piovra silenziosamente.Mi sto giusto rigiocando doom 3. Pensi che questa piovra sia fatta della stessa materia infestante che vedo nella base di marte ?
        • fox82i scrive:
          Re: "valle del silicio"?!?
          - Scritto da: BSD_like
          L'art. dice bene che in M$ le nuove assunzioni
          sono dovute ai nuovi servizi/acquisizioni dovuti
          alla diversificazione di interessi che M$ ha
          messo in atto e non alla mera parte IT (o.s. &
          derivati).
          M$ stà diventando una piovra silenziosamente.Già investire ora per recuperare domani, mi pare ovvio da parte di una società a scopo di lucro e con riserve di soldini...M$ è sempre stata una piovra, come G$ in questo periodo! Ed aggiungo anche A$...
    • Diego scrive:
      Re: "valle del silicio"?!?
      E' corretto, è il silicio. Da Wikipedia: Silicon (pronounced /ˈsɪlɪkən/ or /ˈsɪlɪkɒn/, Latin: silicium) is the chemical element that has the symbol Si and atomic number 14.
      • The_GEZ scrive:
        Re: "valle del silicio"?!?
        Ciao Diego !
        E' corretto, è il silicio. Da Wikipedia: Silicon
        (pronounced /ˈsɪlɪkən/ or
        /ˈsɪlɪkɒn/, Latin: silicium)
        is the chemical element that has the symbol Si
        and atomic number
        14. C.V.D. :-(
      • ursprung scrive:
        Re: "valle del silicio"?!?
        - Scritto da: Diego
        E' corretto, è il silicio. Da Wikipedia: Silicon
        (pronounced /ˈsɪlɪkən/ or
        /ˈsɪlɪkɒn/, Latin: silicium)
        is the chemical element that has the symbol Si
        and atomic number
        14.Ironia portami viaaaaa...
    • Bash scrive:
      Re: "valle del silicio"?!?
      - Scritto da: z f k

      Riguardo la controtendenza delle assunzioni di
      MS, beh, la cosa e' facile da spiegare: da una
      parte devono correggere i bug di msvista,
      dall'altra devono accelerare lo sviluppo del suo
      sostituto Guarda che la M$ mica assume programmatori o tecnici.Tutti i nuovi assunti sono per marketing e ufficio legale.
Chiudi i commenti