La SIAE non incassa solo dagli artisti

Lo ricorda un lettore che, dopo le lamentazioni del vertice SIAE per i prelievi previsti dalla Finanziaria, sottolinea la molteplicità delle fonti di finanziamento di cui gode la SIAE

Roma – Scrive Daniele B.: “Leggo con stupore l’articolo La Finanziaria azzoppa la SIAE? . Una frase (del presidente SIAE, ndr.) in particolare mi turba: la SIAE che, al contrario della quasi totalità degli Enti pubblici , non versa in una condizione di dissesto ed anzi, pur senza apporti economici pubblici e sfruttando i soli proventi dei propri associati, ha un eccellente patrimonio ed un ottimo bilancio .

Scusatemi, ma non è così.
I proventi non sono solo quelli dei propri associati, bensì tutto il resto.
Basti pensare alle tasse SIAE applicate sui supporti digitali, sulle esibizioni musicali, teatrali, sulle opere letterarie, sui permessi per la proiezione o comunque visualizzazione di eventi pubblici attraverso mezzi di comunicazione come RADIO e TV.

Possiamo continuare con gli esercenti che vogliono far vedere le partite nei loro bar o che desiderano far suonare dei gruppi musicali. Il sig. Assumma, forse nel tentativo di difendere lo status della SIAE, ha solo ottenuto il risultato di una patetica distorsione della verità.

Credo che non piaccia a nessuno quando qualcuno gli vuole portare via i soldini, figuriamoci alla SIAE.
Parliamoci chiaro.
Se la SIAE chiude, non dispiace a nessuno”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Kirisuto scrive:
    Cos'è che il governo unionista sa...
    ...e noi non sappiamo?Deaglio, probabilmente, è stato troppo ansioso di fornire un "assist" alla maggioranza e in qualcosa ha azzeccato, ma nel suo intento ha toppato clamorosamente, prendendo la classica "buccia di banana".Gli esponenti della maggioranza hanno precipitosamente ribadito che il risultato delle elezioni è corretto, mentre l'opposizione invitava a ricontare le schede bianche.Cosa sa il governo che noi non sappiamo?Che in effetti il voto elettronico è taroccabile, ma non è stato taroccato a favore del Centro-DX come supponeva Deaglio, bensì a favore del Centro-SX?Cosa rischiava di saltar fuori dal riconteggio delle schede bianche voluto a DX e affannosamente negato a SX?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cos'è che il governo unionista sa...
      Se si andasse al riconteggio salterebbe fuori sicuramente una grossa incongruenza e si dovrebbe tornare a breve alle urne e visto come la nuova finanziaria è stata accolta, l'attuale governo difficilmente verrebbe rieletto, quindi è normale che chi è ora al governo si tenga il certo (anche se risicato) invece che avventurarsi in nuove elezioni... Questo non toglie che le elezioni passate siano state abbondantemente taroccate, mi sembra però strano che qualcuno pensi che la coalizione di sinistra si levi così tanti voti di vantaggio per donarli alla coalizione di destra e venire quasi sconfitta, sarebbe molto più logico il contrario (come sembra effettivamente accaduto...)
      • Anonimo scrive:
        Re: Cos'è che il governo unionista sa...
        - Scritto da:
        Se si andasse al riconteggio salterebbe fuori
        sicuramente una grossa incongruenza e si dovrebbe
        tornare a breve alle urne e visto come la nuova
        finanziaria è stata accolta, l'attuale governo
        difficilmente verrebbe rieletto, quindi è normale
        che chi è ora al governo si tenga il certo (anche
        se risicato) invece che avventurarsi in nuove
        elezioni... Questo non toglie che le elezioni
        passate siano state abbondantemente taroccate, mi
        sembra però strano che qualcuno pensi che la
        coalizione di sinistra si levi così tanti voti di
        vantaggio per donarli alla coalizione di destra e
        venire quasi sconfitta, sarebbe molto più logico
        il contrario (come sembra effettivamente
        accaduto...)E se invece si fossero "appropriati" di più schede bianche possibile, ma non fossero bastate a dar loro una maggioranza solida?Magari senza le taroccature l'Unione avrebbe avuto comunque la maggioranza alla Camera, ma, che so, 1 solo seggio di margine al Senato
  • partint2004 scrive:
    GRAVE LA DECISIONE DI AMATO.
    AMATO AZZERA LE POSITIVE ESPERIENZE LOCALI DEL VOTO ON LINE ANCORA UNA VOLTA LA POLITICA CHE NON CONOSCE IL COMPUTER, IMPONE LA STRADA DEL NON-PROGRESS GERONTOCRATICO.MENTRE LE SCHEDE BIANCHE SONO FACILMENTE RAGGIUNGIBILI DALLA PUNTA DI UNA MATITA, IL VOTO ELETTRONICO HA IMPENETRABILI CODICI DEDICATI E SICURI.E PERDENTE LA SOCIETA CHE HA UNA CLASSE POLITICA CHE NON PRATICA LA CULTURA DEL PROPRIO TEMPO E NON CAPISCE CHE, ALFABETIZZARE I CITTADINI ALL USO DEL COMPUTER, E UNA QUESTIONE VITALE ED URGENTE PER COMPETERE SAREBBE ORA DI CHIEDERE ALLA TELEVISIONE PUBBLICA DI SOTTRARRE SPAZIO A PRESENZIALISMI DISEDUCATIVI ED A TRASMISSIONI INCONCLUDENTI PER PUBBLICIZZARE QUOTIDIANAMENTE I VANTAGGI OFFERTI DA INTERNET E DALLA INFORMATIZZAZIONE CAPILLARE DELLE RETI CIVICHE. IL PARLAMENTARE GIULIANO AMATO SI E VANTATO IN TELEVISIONE DI PREFERIRE IL VOTO SU SUPPORTO CARTACEO AL VOTO ON LINE E QUESTA DICHIARAZIONE GERONTOCRATICA, NELLE CLASSIFICHE DEI PAESI IN DECLINO, FARA GUADAGNARE ALL ITALIA ULTERIORI POSIZIONI NEGATIVE.Per la segreteria del partito internettianofrancesco miglino
  • Anonimo scrive:
    Re: Diro' pure uno sfondone ma..
    - Scritto da:
    Sta cosa del voto elettronico taroccbile mi
    sembra un tantino assurda..Non lo è.Guardati il film e capirai perché non lo è.Se non l'hai comprato, visto che ora è stato bloccato e certamente ne sarà impedita la ripubblicazione dalle solite lobby politico-giudiziarie (che siano di sinistra o di destra non conta), scaricalo dai p2p, sono sicuro che Deaglio non ne avrà a male visto che il suo proposito non era certo il lucro ma far riflettere e ragionare quante più persone possibile.
  • superman_8991 scrive:
    sul voto elettronico
    secondo me è solo un modo per falsificare più facilmente i voti-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 novembre 2006 16.25-----------------------------------------------------------
  • ciao8666 scrive:
    OT non condivido
    neanchio il voto elettronico
  • ciao8667 scrive:
    viva
    la democrazia
  • Anonimo scrive:
    Votiamo direttamente le leggi...
    Tramite card e computer si potranno votare direttamente leggi ed emendamenti... per un Italia piu' democratica. (rotfl)
  • sylvaticus scrive:
    Precisazione...
    giusto una precisazione...Le serie A): 10,20,30,40B): 1,2,3,4C): 0.1, 0.2, 0.3, 0.4hanno tutte lo stesso grado di eterogeneità... non è possibile dire cheC è più appiattita di A perchè ha valori che sono compresi in un rangedi 0.3 mentre A è più "diversificata" perchè il range è di 30...Quello che conta nello stabilire quanto una serie sia eterogenea è ilcoefficiente di variazione, che è riportato al valore medio della serie(per la precisazione è 0.52 come è possibile calcolare con qualsiasi macchinetta o foglio di calcolo).Per maggiori info,http://it.wikipedia.org/wiki/Coefficiente_di_variazione
  • Wakko Warner scrive:
    Voto elettronico, la mia idea
    Io credo nel voto elettronico, così come credo anche nel voto via Internet.I mezzi per farlo ci sono, basta solo studiare bene il problema.Ora, immaginiamo una macchinetta che raccoglie i voti dei cittadini attraverso un touchscreen... qual'è il problema principale?Ovviamente che qualcuno possa far sparire voti oppure cambiarli.Come si può risolvere questo problema?Dando ai cittadini un mezzo per verificare _da casa propria_ se il proprio voto è stato ricevuto dal ministero e non è stato modificato.Come si può fare questo?È molto semplice.Si potrebbe dotare tali apparecchi di interfaccia USB o... chessò... secure-digital.L'utente può portarsi la chiavetta USB o la secure-digital da casa, inserirla nella macchinetta prima del voto e far salvare la votazione (o un hash della stessa) firmando il file con la chiave della macchinetta in questione.L'utente potrebbe andare a casa e il giorno successivo inviare tale file via Internet al ministero che ne verificherebbe l'autenticità e sarebbe in grado di identificare tale voto nel suo database tramite un ID unico fornito dalla macchinetta stessa e inserito nel file con il risultato del voto.Se il voto non risultasse presente o non risultasse identico a quello espresso il cittadino potrebbe portare il supporto ai carabinieri e fare denuncia.Il file potrebbe persino venire crittato magari tramite password (chiesta dalla macchinetta) o usando la chiave pubblica che il cittadino ha precedentemente inserito nella chiavetta di modo che non sia possibile per una terza persona che viene in possesso del supporto di sapere cosa è stato votato.Ovviamente non tutti i cittadini userebbero questo metodo (visto che bene o male è tecnico [anche se non ci vedo nulla di così complesso... devi solo inserire un supporto nello slot della macchinetta e poi, se vuoi, verificarne il risultato via internet]) ma sicuramente diversi cittadini lo farebbero (io lo farei di certo per esempio) e questo "controllo a campione" diciamo potrebbe fermare il fenomeno dei brogli in modo totale.Idee? Dubbi? Opinioni?
    • Anonimo scrive:
      Re: Voto elettronico, la mia idea
      - Scritto da: Wakko Warner
      Io credo nel voto elettronico, così come credo
      anche nel voto via
      Internet.
      I mezzi per farlo ci sono, basta solo studiare
      bene il
      problema.

      Ora, immaginiamo una macchinetta che raccoglie i
      voti dei cittadini attraverso un touchscreen...
      qual'è il problema
      principale?
      Ovviamente che qualcuno possa far sparire voti
      oppure
      cambiarli.

      Come si può risolvere questo problema?
      Dando ai cittadini un mezzo per verificare _da
      casa propria_ se il proprio voto è stato ricevuto
      dal ministero e non è stato
      modificato.

      Come si può fare questo?

      È molto semplice.
      Si potrebbe dotare tali apparecchi di interfaccia
      USB o... chessò...
      secure-digital.
      L'utente può portarsi la chiavetta USB o la
      secure-digital da casa, inserirla nella
      macchinetta prima del voto e far salvare la
      votazione (o un hash della stessa) firmando il
      file con la chiave della macchinetta in
      questione.
      L'utente potrebbe andare a casa e il giorno
      successivo inviare tale file via Internet al
      ministero che ne verificherebbe l'autenticità e
      sarebbe in grado di identificare tale voto nel
      suo database tramite un ID unico fornito dalla
      macchinetta stessa e inserito nel file con il
      risultato del
      voto.
      Se il voto non risultasse presente o non
      risultasse identico a quello espresso il
      cittadino potrebbe portare il supporto ai
      carabinieri e fare
      denuncia.

      Il file potrebbe persino venire crittato magari
      tramite password (chiesta dalla macchinetta) o
      usando la chiave pubblica che il cittadino ha
      precedentemente inserito nella chiavetta di modo
      che non sia possibile per una terza persona che
      viene in possesso del supporto di sapere cosa è
      stato
      votato.

      Ovviamente non tutti i cittadini userebbero
      questo metodo (visto che bene o male è tecnico
      [anche se non ci vedo nulla di così complesso...
      devi solo inserire un supporto nello slot della
      macchinetta e poi, se vuoi, verificarne il
      risultato via internet]) ma sicuramente diversi
      cittadini lo farebbero (io lo farei di certo per
      esempio) e questo "controllo a campione" diciamo
      potrebbe fermare il fenomeno dei brogli in modo
      totale.

      Idee? Dubbi? Opinioni?L'italiota medio (la maggioranza) sa solo caricarsi di spyware, dialer e altri schifi navigando per siti porno. Senza contare che gli frega più vedersi il reality o la partita di calcio che verificare che il proprio voto non gli sia stato cambiato (oltre che avere il cellulare più figo del vicino).Meglio restarsene sul voto cartaceo puro :(
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Voto elettronico, la mia idea
        - Scritto da:
        - Scritto da: Wakko Warner

        Io credo nel voto elettronico, così come credo

        anche nel voto via

        Internet.

        I mezzi per farlo ci sono, basta solo studiare

        bene il

        problema.



        Ora, immaginiamo una macchinetta che raccoglie i

        voti dei cittadini attraverso un touchscreen...

        qual'è il problema

        principale?

        Ovviamente che qualcuno possa far sparire voti

        oppure

        cambiarli.



        Come si può risolvere questo problema?

        Dando ai cittadini un mezzo per verificare _da

        casa propria_ se il proprio voto è stato
        ricevuto

        dal ministero e non è stato

        modificato.



        Come si può fare questo?



        È molto semplice.

        Si potrebbe dotare tali apparecchi di
        interfaccia

        USB o... chessò...

        secure-digital.

        L'utente può portarsi la chiavetta USB o la

        secure-digital da casa, inserirla nella

        macchinetta prima del voto e far salvare la

        votazione (o un hash della stessa) firmando il

        file con la chiave della macchinetta in

        questione.

        L'utente potrebbe andare a casa e il giorno

        successivo inviare tale file via Internet al

        ministero che ne verificherebbe l'autenticità e

        sarebbe in grado di identificare tale voto nel

        suo database tramite un ID unico fornito dalla

        macchinetta stessa e inserito nel file con il

        risultato del

        voto.

        Se il voto non risultasse presente o non

        risultasse identico a quello espresso il

        cittadino potrebbe portare il supporto ai

        carabinieri e fare

        denuncia.



        Il file potrebbe persino venire crittato magari

        tramite password (chiesta dalla macchinetta) o

        usando la chiave pubblica che il cittadino ha

        precedentemente inserito nella chiavetta di modo

        che non sia possibile per una terza persona che

        viene in possesso del supporto di sapere cosa è

        stato

        votato.



        Ovviamente non tutti i cittadini userebbero

        questo metodo (visto che bene o male è tecnico

        [anche se non ci vedo nulla di così complesso...

        devi solo inserire un supporto nello slot della

        macchinetta e poi, se vuoi, verificarne il

        risultato via internet]) ma sicuramente diversi

        cittadini lo farebbero (io lo farei di certo per

        esempio) e questo "controllo a campione" diciamo

        potrebbe fermare il fenomeno dei brogli in modo

        totale.



        Idee? Dubbi? Opinioni?


        L'italiota medio (la maggioranza) sa solo
        caricarsi di spyware, dialer e altri schifi
        navigando per siti porno. Senza contare che gli
        frega più vedersi il reality o la partita di
        calcio che verificare che il proprio voto non gli
        sia stato cambiato (oltre che avere il cellulare
        più figo del
        vicino).

        Meglio restarsene sul voto cartaceo puro

        :(Come dicevo, non ha importanza il fatto che anche la maggioranza non si interessi poi di verificare il proprio voto online. Ciò che è importante è che potenzialmente lo si possa fare.Questo, da solo, servirebbe a rendere i brogli impossibili (o quasi) e servirebbe ai cittadini più attenti per poter verificare che il proprio voto non sia stato buttato nel cestino.Che garanzie hai ora che il tuo voto non venga contraffatto? Puoi verificare a distanza di uno, due tre giorni che qualcuno non abbia in qualche modo manomesso il tuo voto o che magari sia stato considerato "nullo" perché lo scrutatore ha ritenuto che il segno della tua matita non fosse ben marcato?Ora non ne hai, non hai la minima possibilità di verificare il tuo voto. Con il mio metodo invece questa possibilità l'avresti... se ti interessa... è ovvio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Voto elettronico, la mia idea
          - Scritto da: Wakko Warner
          Questo, da solo, servirebbe a rendere i brogli
          impossibili (o quasi) e servirebbe ai cittadini
          più attenti per poter verificare che il proprio
          voto non sia stato buttato nel
          cestino.
          Che garanzie hai ora che il tuo voto non venga
          contraffatto? Puoi verificare a distanza di uno,
          due tre giorni che qualcuno non abbia in qualche
          modo manomesso il tuo voto o che magari sia stato
          considerato "nullo" perché lo scrutatore ha
          ritenuto che il segno della tua matita non fosse
          ben
          marcato?
          Ora non ne hai, non hai la minima possibilità di
          verificare il tuo voto. Con il mio metodo invece
          questa possibilità l'avresti... se ti
          interessa... è
          ovvio.Giovane, tutto bello il tuo discorso ma ci sono almeno due ordini di problemi:1) molti italiani hanno una _perfetta_ conoscenza del mezo informatico, infatti non sanno manco dov'è il tasto per accendere il computer o chiudere una parentesi ... (sic)2) se permetti all'elettore di verificare dopo l'assegnazione effettiva del suo voto, non puoi escludere che il boss mafioso XY assista alla verifica comodamente dalla casa della vittima e faccai le sue "interessanti" valutazioni; c'è bisogno che mi spieghi meglio o è tutto chiaro?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            Giovane, tutto bello il tuo discorso ma ci sono
            almeno due ordini di
            problemi:Sentiamoli.
            1) molti italiani hanno una _perfetta_ conoscenza
            del mezo informatico, infatti non sanno manco
            dov'è il tasto per accendere il computer o
            chiudere una parentesi ...
            (sic)Quale parte di "non interessa se la maggioranza non verifica poi il voto" ti è sfuggita?Se ti interessa verificare il voto lo fai e impari come si fa o ti fai aiutare da qualche amico/figlio/parente... se non ti interessa nessuno ti obbliga ad inserire nella macchinetta supporti di nessun tipo.
            2) se permetti all'elettore di verificare dopo
            l'assegnazione effettiva del suo voto, non puoi
            escludere che il boss mafioso XY assista alla
            verifica comodamente dalla casa della vittima e
            faccai le sue "interessanti" valutazioni; c'è
            bisogno che mi spieghi meglio o è tutto
            chiaro?Come dicevo sopra, non è necessario inserire il supporto, è ovvio che in questo modo perdi la possibilità di verifica.Il voto comunque è crittato e può essere aperto solo dalla chiave segreta del ministero (che comunque non può associare il voto a te perché il tuo nome non sta scritto da nessuna parte), dalla password che hai fornito oppure dalla tua chiave segreta se nel supporto era presente la tua chiave pubblica.Il problema che dici è rilevante solo nel caso in cui il boss malavitoso non solo abbia la possibilità di derubarti del supporto, ma possa anche minacciarti per obbligarti a consegnare la password... può certamente capitare in casi isolati, dubito che un boss possa fare questo su larga scala quindi eventualmente perderebbe le elezioni comunque (non credo che una decina di voti su o giù [quelli che può controllare] gli possa far cambiare le cose).Se ti trovi in una situazione simile faresti meglio a cominicare il tuo stato alle forze dell'ordine... di certo con l'omertà e la paura non ne uscirai mai.Comunque ripeto, la verifica NON è obbligatoria, lo fai se ti interessa farlo.Si potrebbe persino fare in modo che la macchinetta chieda due password... una per verificare il voto vero e l'altra per mostrare un voto fasullo a tua scelta.In questo modo, nel caso ti trovassi in situazione di ricatto, potresti consegnare la password e il file che mostrerebbe una votazione del tutto inventata.La mia idea è naturalmente perfezionabile, non ho detto che è perfetta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            ....La chiave del ministero......MU HA HA HA .........ha ha ha ....8 Playstation 3 e 5 ore di computazionetutte in parallelo ed il sofisticatissimo sistema doppia chiave va a farsi benedire, anche perchè alla fine si devono appoggiarea sistemi informatici del parente del cuginodello zio di.Anche Enigma era infallibile.......si è visto....Anche i seriali dei prodotti sonoinfallibili, per questo puntualmenteli si usano gratuitamente dopo che iTSRI ci hanno messo le mani.FAMMI IL PIACERE LASCIA PERDERE CERTE UTOPIEHanno pure craccato il passaporto digitalee gli rfid installati sotto pelle .....La BACK DOOR su i software c'è sempreanche quando sono garantiti.....SEMPRE !!!Vedi X-Box 360 che è il top del TCPAlo hanno già sventrato e tutto perchèc'era un BUG.....E quando si vota di BUG non c'è n'è soloche uno ....... p)
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Ottima argomentazione.Sta di fatto che però dimostra una tua profonda ignoranza in materia.Se tu avessi idea circa ciò di cui parli (ossia un background matematico che va oltre il 2+2=4) sapresti che ciò che hai detto è sciocco e senza nessun significato se non quello di trollare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Lo stesso PGP ha delle falle mostruosee la mia matematica va oltre al 2+2 ese come riferimento mi usi un Truecryptmeglio lasciare perdere, visto che chiva a controllare per fotterti sa benissimoche ci può essere una partizione Hiddenche a seconda della password usata switchatra una Partizione vera e una Fake.Se il software fosse fatto da un computeralla skynet senza pietà ne sentimenti efosse lui stesso inviolabile potrei dartiragione.Ma il software siamo noi uomini che locreiamo e anche se usassimo algoritmiquantici che si basano sull'impossibilitàdi intercettare a metà strada l'informazionenoi grossa Major o Stato ci riserveremmosempre di farci mettere un qualcosa in piùquindi meglio un voto Analogico controllatoda più scrutinatori che un unico box chetutti credono inviolabile ma che di fabbricaha un buco creato appositamente.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            Lo stesso PGP ha delle falle mostruoseROTFL!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Potrei citarti (e non lo faccio semplicemente perché facendolo rieschierei di mettere nei casini delle persone) ben due casi di mia conoscenza in cui le forze dell'ordine (non gli alieni) con i loro cluster NON sono riusciti ad aprire file e dischi crittati PGP.Smettila di sparare cazzate su cose che non conosci.
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Le forze dell'ordine non perdono più di troppo tempo con lo sbarbatello che si cripta l'hd di casa, se sospettassero cose più serie passerebbero il tutto all'fbi con la quale siamo a stretto contatto in italia, per 4 mp3 e du filmini si divertono ad incastrare solo gli allocchi.PS: Potrebbero già fregarli solo perchè nonhanno la licenza di pgp per crittare gli hd ...visto che le funzioni avvanzate richiedono una licenza Enterprise o Professional quindi soloper quello legalmente possono fregare la gente.lascia perdere il pgp che di crittografia asincrona ha solo l'intestazione e non il vero corpo crittato che continua ad ussare una chiave simmetrica e già quì c'è il primo punto debole.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            Le forze dell'ordine non perdono più di troppo
            tempo con lo sbarbatello che si cripta l'hd di
            casa, se sospettassero cose più serie
            passerebbero il tutto all'fbi con la quale siamo
            a stretto contatto in italia, per 4 mp3 e du
            filmini si divertono ad incastrare solo gli
            allocchi.Posso assicurarti che non si tratta di una questione da "sbarbatelli".
            PS: Potrebbero già fregarli solo perchè non
            hanno la licenza di pgp per crittare gli hd ...
            visto che le funzioni avvanzate richiedono una
            licenza Enterprise o Professional quindi
            solo
            per quello legalmente possono fregare la gente.Evidentemente non conosci GnuPG né truecrypt.
            lascia perdere il pgp che di crittografia
            asincrona ha solo l'intestazione e non il vero
            corpo crittato che continua ad ussare una chiave
            simmetrica e già quì c'è il primo punto
            debole.LOL!Poi mi dicono di non trattare gli altri da ignorante.Mentre la crittazione a chiave pubblica/privata può essere decifrata scoprendo un semplice teorema matematico la crittazione simmetrica NON si basa su questa "debolezza".La chiave pubblica/privata in PGP serve infatti UNICAMENTE a scambiarsi la chiave simmetrica necessaria per la decodifica del file.Dimostri di avere solo un'infarinatura molto superficiale di ciò di cui parli se dici che il punto debole di PGP è la chiave simmetrica... il punto debole di PGP è proprio il doversi appoggiare su funzioni difficilmente invertibili che potrebbero diventare improvvisamente "facilmente invertibili" scoprendo un teorema che oggi manca.Cosa che NON capita con le chiavi simmetriche.È ovvio che il cipher della chiave simmetrica e il numeri di bit è fondamentale... ma non è certo il punto debole di PGP.
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Conosco sia GnuPG cui utilizzo purela comodissima plug-in per Thunderbirds sia truecrypt, di cui ho un installazionema alla fine non lo ho mai utilizzato, visto certi bug di riconoscimento disupporti removibili crittati.Iomega Zip e Jaz può capitare che ad untratto non riconosca tutta la sua bellapartizione, talmente simile ad una partizione non formattata che appuntoa volte non vede più il suo bel supporto.Molto meglio Drivecrypt della secustarche non sbaglia un colpo. (PS: si lo si paga)GnuPG non gestisce da solo la crittazione dei volumi, cosa per cui lo fa scartare in partenza.Su PGP e GnuPG che sono in pratica la stessa cosa, non credere che la chiavesimmetrica sia la sua forza, in russiahanno trovato un sistema per inalzare all'ennesima potenza il Brute Force usando l'hard disk come una cache ela velocità si inalza con lo spaziomesso a disposizione e con configurazioniRAID di dimensioni da 20Tera cosa cheper me e te sono un poco proebitive perun governo non è che siano un problema.La chiave simmetrica si abbatte con ilbrute force indipendentemente dall'algoritmousato il quale è contenuto nelle chiavi.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Fatti, non pugnette.È inutile che continui a rigirartela con "ho sentito dire che" e "in russia mio cugggggino ha detto che".
        • Anonimo scrive:
          Re: Voto elettronico, la mia idea
          Prima delle elezioni "Gino lo Strozzino" vieneda te e dice se voti per me sei salvo se votiper Anti Me tuo figlio finisce sul 251esimopilone di cemento della A4 .....Che fighata io voto convinto che gino non possacontrollare, ma grazie al DeVotifier dei TSRI vaa verificare la firma digitale di tutti i votie scopre che....NON HAI VOTATO PER LUITre giorni dopo scopri che oltre a tuo figlioanche tu ti ritrovi nel 252esimo pilone dellaA4.....Morale ..... meglio votare come si è semprefatto, magari sostituendo la "Matita" con unaperforatrice ad X che come risultato è miglioree non come in usa che si è usato HAL9000 peril conteggio ed ora si è in guerra con mezzo globo.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Vedi risposta che ho dato sulla doppia password, una per mostrare la votazione vera e uno per quella falsa. Nessuno sa che hai usato il sistema a doppia password tranne tu... esattamente come succede con truecrypt e gli hidden-volume.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 novembre 2006 16.32-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Voto elettronico, la mia idea

      Idee? Dubbi? Opinioni?Attualmente la gente vota apponendo una X o piu' X su un foglio di carta, e qualche volta capita che ci si sbagli.Tutto quello che introduce complessita' a questa manovra sara' scartato.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Voto elettronico, la mia idea
        - Scritto da:

        Idee? Dubbi? Opinioni?

        Attualmente la gente vota apponendo una X o piu'
        X su un foglio di carta, e qualche volta capita
        che ci si
        sbagli.

        Tutto quello che introduce complessita' a questa
        manovra sara'
        scartato.Le macchinette di voto touchscreen sono state adottate senza problemi negli Stati Uniti, i problemi sono nati perché essendo una macchina è facile taroccarla di modo che i voti non vengano registrati. Con il mio metodo questo problema si risolve e non introduce nessun genere di complessità a meno che tu non pensi che inserire una chiavetta USB nell'apposito connettore sia troppo difficile... azione che comunque non è obbligatoria (la fai solo se poi ti interessa verificare il voto).
        • Anonimo scrive:
          Re: Voto elettronico, la mia idea
          Ancora avanti con sta chiavetta usb ....basterebbe un lettore biometrico di impronta digitale di entrambe i pollici ed il calcolodell'induttività e la chimica del sudore per verificare che tu sei tu molto meno crakkabile.Se mi staccano entrambe i pollici saranno carne morta e varierà pure l'induttività e la reazione sudoripara.UNA CHIAVETTA E E RIMANE UN OGETTO MANOMISSIBILE
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            UNA CHIAVETTA E E RIMANE UN OGETTO MANOMISSIBILETu hai capito tutto vero della mia proposta?
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            A me non interessa la Tua proposta per il fatto che.... non verrà mai presa in considerazione ed ha almeno una decina di punti deboli, sarebbe più sicuro votare da casa tramite il circuito bancario.........se non fosse corrotto pure quello :-D
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            A me non interessa la Tua proposta per il fatto
            che.... non verrà mai presa in considerazione ed
            ha almeno una decina di punti deboli, sarebbe più
            sicuro votare da casa tramite il circuito
            bancario.....

            ....se non fosse corrotto pure quello :-DEvidentemente non sai quello di cui stai parlando, non hai infatti portato una sola motivazione seria a sostegno di questa tua tesi.
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Voto elettronico, la mia idea
      Ah una cosa...se l'operazione di "cliccare su un touchscreen" per l'italiota medio è così complessa... si potrebbe inviare a casa di tutti gli aventi diritto un manualetto che ne spieghi il funzionamento nel dettaglio e magari permettere ai cittadini di eseguire una finta votazione in comune nel giorni precedenti le elezioni con tanto di assistente che ne spieghi il funzionamento.E non ditemi che costa troppo visto che Berlusconi si è premurato di inviarmi un manuale su "come si fa a decidere se stai male o stai fingendo" prima di andare dal medico. :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Voto elettronico, la mia idea
        NON CI SONO PIU' FONDI NEMMENOPER L'ESISTENZA DELLO STATO ..Vorrà dire che faremo una finanziariada 45Miliardi di Euro almeno tuttiavremo una Plug da metterci sul didietro.Perchè non inviare un Quadricore a tuttigli italiani sopra i 18 per poter votaremolto più fattibile...naturalmente manufatti da Amstrad perrimanere in politica di conflitti diinteresse che non ci sono, perchè Paolonon è il fratello ......(rotfl)
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Voto elettronico, la mia idea
          - Scritto da:
          NON CI SONO PIU' FONDI NEMMENO
          PER L'ESISTENZA DELLO STATO ..E allora si chiuda baracca e burattini.
    • tommylnx scrive:
      Re: Voto elettronico, la mia idea
      ...mettiamo il caso che tale sistema venga adottatoio credo che lo stato debba dare a tutti la possibilità di usare questo sistema, fornendo a tutti gli elettori una chiavetta usb (appositamente modificata per non permettere usi diversi rispetto al voto)ma allora quanto ci costerebbero le elezioni???comunque l'idea di fondo sembra buona
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Voto elettronico, la mia idea
        - Scritto da: tommylnx
        ...mettiamo il caso che tale sistema venga
        adottato
        io credo che lo stato debba dare a tutti la
        possibilità di usare questo sistema, fornendo a
        tutti gli elettori una chiavetta usb
        (appositamente modificata per non permettere usi
        diversi rispetto al
        voto)

        ma allora quanto ci costerebbero le elezioni???

        comunque l'idea di fondo sembra buonaNo, se ti interessa verificare il voto vieni _tu_ con la chiavetta. Se non ti interessa non lo fai.Non a tutti poi interessa verificare il voto e una chiavetta USB oramai costa una miseria che praticamente chiunque può permettersi.Comunque ripeto, l'importanza di questo metodo non è che TUTTI possano verificare, ma che _potenzialmente_ tutti possano verificare.Se a me delle elezioni non interessa un tubo... bé... non mi preoccupo di portarmi dietro nulla se non la solita carta di identità.Ciò che è importante in questo metodo è rendere i brogli _difficili_ e soprattutto _rischiosi_.Se una macchinetta è taroccata e l'utente non trova riscontro sul sito del ministero riguardo al suo voto fa denuncia e si può risalire sia al distretto che alla macchinetta e si può indagare chiunque ci abbia per qualche ragione messo mano sopra.
        • tommylnx scrive:
          Re: Voto elettronico, la mia idea
          io credo che nessuno comprerebbe una chiavetta usb per votare, perchè per principio è lo stato che deve formirmi i mezzi per votaree ammesso che uno si porti la chiavetta da casa, con che filesystem dovrebbe essere formattata, che dimensione massima/minima dovrebbe avere... ma soprattutto se ci metto sopra qualche worm-spyware ecc... che invalida tutti i voti della macchinetta la colpa è mia o dello stato?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da: tommylnx
            io credo che nessuno comprerebbe una chiavetta
            usb per votare, perchè per principio è lo stato
            che deve formirmi i mezzi per
            votareInfatti non è obbligatorio. Puoi anche presentarti senza chiavetta, nel qual caso non puoi verificare il voto... esattamente come oggi.
            e ammesso che uno si porti la chiavetta da casa,
            con che filesystem dovrebbe essere formattata,
            che dimensione massima/minima dovrebbe avere...Il file dubito superi i 2KByte.La chiavetta può essere formattata in FAT32, ext2, ext3, reiserfs... linux non fa grosse distinzioni.
            ma soprattutto se ci metto sopra qualche
            worm-spyware ecc... che invalida tutti i voti
            della macchinetta la colpa è mia o dello
            stato? E come sarebbe eseguito questo worm-spyware esattamente?Non metteremo mica l'autoavvio no?
          • tommylnx scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            per esempio modificando il MBR della chiavetta in modo da redirezionare tutto il traffico su un server specifico creato ad-hoc dal truffatore
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Diciamo che è più semplice porre qualcosa tralo slot dove vai votare e la tua chiavetta comeaviene con le truffe bancomat.Modificare un MBR al massimo puoi sputtanare la chiavetta, se il gestore del filesystem non èwindows based sicuramente non lo modifichi con quattro righe di codice in un rbm farlocco un pococome avveniva nei virus per floppy disk.se poi ci aggiungi un Friz Chip che magari verifichi le firme del codice avviabile nonsi potrebbe in teoria intervenire ........ma siamo uomini........e per qualche milione di euro.......tutto si fa....(cylon)
          • tommylnx scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea

            Modificare un MBR al massimo puoi sputtanare la chiavetta....mah e se modificando MBR facessi caricare un linux "embedded" su una partizione nascosta della chiavetta che in automatico mi esegue uno scriptino...per quanto riguarda lo slot tipo truffe bancomat... qui non si parla di catturare dati ma di avere accesso al so della macchinetta-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 novembre 2006 16.58-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Linux dovrebbe essere compilatoper l'hardware che andrà a leggerela tua chiavetta, e dovrà contenereuna firma che ne permetta l'avvio.Per avviare un qualunque softwareo procedura su un sistema non nostroci servono delle prerogative.1) Conoscere la sequenza di BootStrape dipende dall'hardware, non pensateche tutto sia AwardBios based....(rotfl)2) Conoscere il codice che il processoreutilizza, non è tutto PPC/X86/MIPS basedesistono milioni di codici distinti.3) Conoscere qualche falla per l'esecuzioneda supporto esterno, non è che inserendouna usb su una Playstation 2 ti parte ilsoftware, bisogna che ci sia un BUG notodi mezzo.Già conoscere queste tre cose implica che ci devi lavorare in mezzo o che hai avuto minimo un paio di anni la macchina in mano per farci reversing.
          • tommylnx scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea

            1) Conoscere la sequenza di BootStrape dipende dall'hardware, non pensateche tutto sia AwardBios based....(rotfl)
            2) Conoscere il codice che il processoreutilizza, non è tutto PPC/X86/MIPS basedesistono milioni di codici distinti.ok aggiungo pure che bisognerebbe conoscere il sistema operativo della fantomatica macchinetta (e con windows credo sarebbe addirittura più facile cancellare tutti i file sull'hd della macchinetta piuttosto che redirezionare il traffico internet) 3) Conoscere qualche falla per l'esecuzioneda supporto esterno, non è che inserendouna usb su una Playstation 2 ti parte ilsoftware, bisogna che ci sia un BUG notodi mezzo.piuttosto credo che il problema maggiore sia assumere il controllo da root del sistema per far girare route o qualcos'altro
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da: tommylnx

            Modificare un MBR al massimo puoi sputtanare la
            chiavetta.

            ...mah e se modificando MBR facessi caricare un
            linux "embedded" su una partizione nascosta della
            chiavetta che in automatico mi esegue uno
            scriptino...

            per quanto riguarda lo slot tipo truffe
            bancomat... qui non si parla di catturare dati ma
            di avere accesso al so della
            macchinettaMa ti rendi conto che devono verificarsi queste due condizioni perché tutto questo funzioni?1) Deve essere possibile riavviare la macchina del voto da parte del votante2) La macchina deve essere configurata per avviarsi da USBSei d'accordo che sarebbe alquanto stupido permettere questo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            ....o sarebbe stupido non permetterlo....Pensaci.... ;)
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            ....o sarebbe stupido non permetterlo....

            Pensaci.... ;)Quale parte di "ci deve essere un certificatore che si prenda la RESPONSABILITÀ diretta di una configurazione corretta della macchina" ti è sfuggita nei miei discorsi?
          • tommylnx scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea

            Ma ti rendi conto che devono verificarsi queste due condizioni perché tutto questo funzioni?1) Deve essere possibile riavviare la macchina del voto da parte del votante2) La macchina deve essere configurata per avviarsi da USB
            Sei d'accordo che sarebbe alquanto stupido permettere questo?non sto parlando di reboot della macchina di voto, ma di boot di un sistema installato sulla partizione nascosta della chiavetta usb, naturalmente conoscendo le routine BIOS e il sistema operativo della macchina, (v. post precedenti)e sfruttando qualche falla all'interno del sistema operativo della macchina del voto diventare amministratore di sistema e cambiare le tabelle di routing...naturalmente tutto ciò dipende dall'hw e dal so della fantomatica macchina del voto
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da: tommylnx

            Ma ti rendi conto che devono verificarsi queste
            due condizioni perché tutto questo
            funzioni?
            1) Deve essere possibile riavviare la macchina
            del voto da parte del
            votante
            2) La macchina deve essere configurata per
            avviarsi da
            USB


            Sei d'accordo che sarebbe alquanto stupido
            permettere
            questo?

            non sto parlando di reboot della macchina di
            voto, ma di boot di un sistema installato sulla
            partizione nascosta della chiavetta usb,
            naturalmente conoscendo le routine BIOS e il
            sistema operativo della macchina, (v. post
            precedenti)
            e sfruttando qualche falla all'interno del
            sistema operativo della macchina del voto
            diventare amministratore di sistema e cambiare le
            tabelle di
            routing

            ...naturalmente tutto ciò dipende dall'hw e dal
            so della fantomatica macchina del
            votoLa macchina non esegue codice a random.Se tu metti un floppy infettato nel MBR su un PC qualsiasi non succederà proprio nulla.Il virus si trasmette quando può essere eseguito e l'unico momento in cui il virus da MBR può essere eseguito è durante il reboot della macchina _se_ tale macchina è configurata per eseguire il boot da supporti esterni.Nessun programma può partire da supporto rimovibile "da solo" a meno che non sia stato impostato l'autostart (come quello di Windows sui CDROM per capirsi) in cui il SO, di sua scelta, esegue il codice presente sul supporto.Come fai a sfruttare falle su un SO se non puoi eseguirci sopra nulla?
          • tommylnx scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea

            Come fai a sfruttare falle su un SO se non puoi eseguirci sopra nulla?come fai a montare plug 'n' play in windows chiavette usb senza eseguirci nulla? in linux lo puoi fare benissimo montando la partizione con un bel umask=111 ma in windows?se modifico il MBR della chiavetta dicendo che il primo settore è quello del boot loader della chiavetta, se poi conosco l'assembler della cpu della macchina di voto, quando inserisco la penna, la macchina va a leggere il MBR e posso far caricare il boot loader in memoria (sempre che sia possibile l'accesso alla memoria) a quel punto parte il boot di linux sulla penna e esegue lo script che deve sfruttare una falla (se c'è) per diventare amministratore di sistema spero di essere stato più chiaro... anche se qui stiamo sempre parlando di cose ipotetiche-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 novembre 2006 18.43-----------------------------------------------------------
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da: tommylnx

            Come fai a sfruttare falle su un SO se non puoi
            eseguirci sopra
            nulla?

            come fai a montare in windows plug 'n' play
            chiavette usb senza eseguirci nulla?Non so in che condizioni sia ridotto Windows ultimamente visto che non lo uso da diversi anni, ma davvero inserendo una chiavetta USB esegue del codice al suo interno? (newbie) E questa oscenità non è disabilitabile?Resta il fatto che è il SO a farlo, non certo l'hardware.
            in linux lo
            puoi fare benissimo montando la partizione con un
            bel umask=111 ma in
            windows?In linux non serve, nessun programma può autoeseguirsi da dispositivo rimovibile, a meno che tu non crei un software apposito che sia preventivamente in esecuzione sulla tua linux-box.
            se modifico il MBR della chiavetta dicendo che il
            primo settore è quello del boot loader della
            chiavetta, se poi conosco l'assembler della cpu
            della macchina di voto, quando inserisco la
            penna, la macchina va a leggere il MBR e posso
            far caricare il boot loader in memoria (sempre
            che sia possibile l'accesso alla memoria) a quel
            punto faccio il boot di linux sulla penna e
            eseguo lo script che deve sfruttare una falla (se
            c'è) per diventare amministratore di sistema


            spero di essere stato più chiaro... anche se qui
            stiamo sempre parlando di cose
            ipoteticheNo, semplicemente non funziona così come dici.L'MBR non è un settore speciale del disco in cui qualunque software ci sia scritto viene eseguito automaticamente.Si tratta solo ed unicamente del primo settore del disco.I virus MBR (quelli del DOS per intendersi) potevano essere eseguiti solo al boot/reboot... se inserisci un floppy con un virus MBR e poi ci fai un DIR non ti infetti... perché né l'hardware né il DOS eseguono automaticamente il codice inserito nell'MBR _tranne_ appunto quando fai un riavvio e _solo_ se nella BIOS hai configurato il tuo PC per farlo.Non c'è nulla di magico nell'MBR di un disco, il codice in esso contenuto può essere eseguito solo se l'hardware o il SO vuole che sia così.E poi... perché dai per scontato che sulle macchinette ci debba per forza essere windows?
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Quando si inserisce un media, che deve essere letto cosa fa un sistema operativo qualunque...1) Legge i primi settori del media Headero un punto predisposto per il riconoscimento.2) Letto l'header lo confronta con i modellipredisposti nell'os e decide il da farsi.La lettura dell'header a seconda del sistemausato può già contenere istruzioni di boote se un sistema ha una falla nella gestionegiusto li si può arbitrariamente eseguire codice solo inserendo un floppy o una chiaveusb o un qualunque media.Lo fa pure windows anche con l'avvio automaticodisabilitato, altrimenti non riconoscerebbe ilmedia inserito senza la sua previa identificazione.Si tratta di un caso estremo, ma in alcuni casiè stato voluto appositamente.C=64 , Amiga, PC con MS-DOS e molti altri casisolo l'inserimento di un media anche non in fase di avvio poteva causare l'esecuzione di applicativi.In Amiga e DOS c'è stato il boom di virus chesi diffondevano in quella maniera, scrivendosisul bootsector dei floppi o sulla traccia 40 dove stava la tabella dei file, e la sola lettura ne causava l'avvio.Naturalmente in un sistema del genere questaopzione andrà bloccata di forza....(rotfl)
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da: tommylnx
            per esempio modificando il MBR della chiavetta in
            modo da redirezionare tutto il traffico su un
            server specifico creato ad-hoc dal
            truffatoreCerto e magari diamo la possibilità al votante di riavviare la macchina che naturalmente sarà configurata in modo da fare il boot da chiavetta USB...Il metodo da te indicato non è applicabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            1) La chiavetta non dovrebbe essere USBma dovrebbe avere un interfaccia diconnessione proprietaria di cui l'utenza non dovrebbe sapere le caratteristiche.2) Il filesistem dovrebbe essere non notoe gestito in Hardware da un hardware non noto.3) tutto l'apparato dovrebbe essere fornitoda un agenzia ex parte ....TUTTO QUESTO NON E' FATTIBILE IN ITALIA
          • painlord2k scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            1) La chiavetta non dovrebbe essere USB
            ma dovrebbe avere un interfaccia di
            connessione proprietaria di cui l'utenza
            non dovrebbe sapere le caratteristiche.Un hardware diffuso decine di milioni di persone e tu credi che non trovino come funziona l'interfaccia?
            2) Il filesistem dovrebbe essere non noto
            e gestito in Hardware da un hardware non noto.Security through obscurity.Non funziona per più di 5 minuti cntro un avversario dedicato.
            3) tutto l'apparato dovrebbe essere fornito
            da un agenzia ex parte ....

            TUTTO QUESTO NON E' FATTIBILE IN ITALIANon è fattibile in nessuna parte del mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Allora ne convieni con me che il vero Trolldella situazione e Wacos visto che da deltroll e fa partire una discussione come perdire che tutti siamo inioranti perchè non sivuole un voto più malleabile che quello sucarta.Un libro dura un intera vita un cd puòdurare ancor meno che la masterizzazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            Allora ne convieni con me che il vero Troll
            della situazione e Wacos visto che da del
            troll e fa partire una discussione come per
            dire che tutti siamo inioranti perchè non si
            vuole un voto più malleabile che quello su
            carta.

            Un libro dura un intera vita un cd può
            durare ancor meno che la masterizzazione.Tu dovresti finire in galera per vilipendio della lingua italiana :s
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            Allora ne convieni con me che il vero Troll
            della situazione e Wacos visto che da del
            troll e fa partire una discussione come per
            dire che tutti siamo inioranti perchè non si
            vuole un voto più malleabile che quello su
            carta.

            Un libro dura un intera vita un cd può
            durare ancor meno che la masterizzazione.Ti do dell'ignorante perché _SEI_ ignorante. Finiscila di sparare cazzate su concetti di cui non sai assolutamente nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            Wacos, l'uomo fa le macchinee queste ubbidiscono all'uomopuoi proporre tutto quello chevuoi che tanto nessuno ascolteràle idee proposte, quindi il sensodel discorso cade da subito.Per quanto sicuro è il sistemala falla si trova, non alle primeelezzioni ma alle seconde si saràgià in dittatura occulta....PS: Lo siamo già in dittaturaocculta, visto che questa sinistrasi comporta come un Estrema Destraanzi, sembra che nulla si muovadalla linea scelta.Si continua ad andare in guerrachiamandole missioni di pace.Si continua ad andare contro ilpopolo dicendo che è per il suobene....La destra voleva liberare i carcerati, ma ci ha pensatola sinistra.dagli pure in mano un voto dovealla fina non puoi nemmeno tangereun pezzo di carta ed il gioco è fatto.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            Wacos,Wakko.
            l'uomo fa le macchine
            e queste ubbidiscono all'uomoMa la matematica non ubbidisce all'uomo.La disponibilità dei sorgenti, sorgenti che possono essere compilati e confrontati con i binari, permette una sicurezza che va ben oltre il ragionevole dubbio.
            puoi proporre tutto quello che
            vuoi che tanto nessuno ascolterà
            le idee proposte, quindi il senso
            del discorso cade da subito.Allora se è già tutto prestabilito che se ne discute a fare?
            Per quanto sicuro è il sistema
            la falla si trova, non alle prime
            elezzioni ma alle seconde si sarà
            già in dittatura occulta....Così come nel sistema attuale.Ci arrendiamo?
            PS: Lo siamo già in dittatura
            occulta, visto che questa sinistra
            si comporta come un Estrema Destra
            anzi, sembra che nulla si muova
            dalla linea scelta.Che non siamo in democrazia concordo, ma è appunto per diventare una democrazia che c'è bisogno di idee e di proposte.
            Si continua ad andare in guerra
            chiamandole missioni di pace.

            Si continua ad andare contro il
            popolo dicendo che è per il suo
            bene....

            La destra voleva liberare i
            carcerati, ma ci ha pensato
            la sinistra.

            dagli pure in mano un voto dove
            alla fina non puoi nemmeno tangere
            un pezzo di carta ed il gioco è fatto.Perché, ora puoi verificare che il tuo voto abbia fatto il suo lavoro? Non mi pare.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            1) La chiavetta non dovrebbe essere USB
            ma dovrebbe avere un interfaccia di
            connessione proprietaria di cui l'utenza
            non dovrebbe sapere le caratteristiche.Perché mai?
            2) Il filesistem dovrebbe essere non noto
            e gestito in Hardware da un hardware non noto.Perché mai?
            3) tutto l'apparato dovrebbe essere fornito
            da un agenzia ex parte ....Perché mai?
            TUTTO QUESTO NON E' FATTIBILE IN ITALIAInvece quello che ho proposto si può realizzare tranquillamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Voto elettronico, la mia idea
      - Onestamente sulla mia chiavetta è comparsa la scritta Cracked by TSRI .....Fatemi il piacere, non esiste sistema infermatico sicuro, per il voto elettronico, altrimenti si potrebbe già eliminare anche tutto l'euro con una smartcard al posto di un portafoglio.Io Voto ANella apparecchiatura di lettura vienescritto che ho votato BMa a casa mi viene inviata una ricevutacon scritto ANessuno potrà assicurarti che il tuo votonon sia stato cambiato, l'unica sarebberoi voti Aperti senza scrutinio segreto e anome e cognome, li e solo li in chiaro sisaprebbe effettivamente se il voto coincide.Nel mucchio se il voto deve rimanere segretonon potrà mai essere verificato, quindi lafregatura rimane.Se da A a B ci inserisci in mezzo un boxnon potrai mai sapere cosa c'è nel box edi conseguenza mai verificare se non cisia stata manomissione.Il brogio è saltato fuori solo perchè ci sono stati 2 controlli distinti se non cifosse stato quell'avvisaglia col cavoloche si starebbe ora a parlare di questo.E poi ci si dovrebbe fidare della piattaforma TCPA dove dentro ad Amico Friz c'è il telecomando del potere...
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Voto elettronico, la mia idea
        - Scritto da:
        - Onestamente sulla mia chiavetta è comparsa la
        scritta Cracked by TSRI
        .....

        Fatemi il piacere, non esiste sistema infermatico
        sicuro, per il voto elettronico, altrimenti si
        potrebbe già eliminare anche tutto l'euro con una
        smartcard al posto di un
        portafoglio.Invece sistemi _ragionevolmente sicuri_ esistono, che tu ci creda o no e si usano ogni qual volta fai una transazione finanziaria online. Si chiamano "crittazione dei dati" e "firma elettronica". Essendo entrambe basate su funzioni matematiche non facilmente invertibili poterle taroccare va ben al di là dell'umanamente possibile.
        Io Voto A

        Nella apparecchiatura di lettura viene
        scritto che ho votato B

        Ma a casa mi viene inviata una ricevuta
        con scritto ANo, a meno che tu non stia pensando che tutto, dalle macchinette fino su su al software di conteggio del ministero fino al sito del ministero stesso non sia tutto taroccato... ma in quel caso, se esiste veramente qualcuno che possa farlo, non credo che il voto "manuale" sia poi tanto più sicuro.Comunque si sta un istante, si pubblicano i sorgenti in opensource, e i binari installati devono essere certificati da qualcuno che se ne prende la responsabilità.Se ci sono dubbi basta prendere il sorgente, ricompilarlo e vedere se il binario installato sulla macchinetta differisce da quello compilato. In tal caso chi ha certificato il tutto finisce in galera.Se nel software ci sono bachi o backdoor, essendo opensource, lo si può sapere.
        Nessuno potrà assicurarti che il tuo voto
        non sia stato cambiato, l'unica sarebbero
        i voti Aperti senza scrutinio segreto e a
        nome e cognome, li e solo li in chiaro si
        saprebbe effettivamente se il voto coincide.Nessuno ti garantisce _ora_ che il tuo voto non sia stato considerato nullo o cestinato. Inoltre anche _ora_ i dati che arrivano dai distretti finiscono dentro ad un PC che fa le dovute somme e presenta i risultati... come mai di questo ti fidi?
        Nel mucchio se il voto deve rimanere segreto
        non potrà mai essere verificato, quindi la
        fregatura rimane.Il mio sistema spiega appunto come un voto può essere al contempo segreto e verificabile.
        Se da A a B ci inserisci in mezzo un box
        non potrai mai sapere cosa c'è nel box e
        di conseguenza mai verificare se non ci
        sia stata manomissione.Come no, l'ho spiegato sopra come si fa.
        Il brogio è saltato fuori solo perchè ci
        sono stati 2 controlli distinti se non ci
        fosse stato quell'avvisaglia col cavolo
        che si starebbe ora a parlare di questo.

        E poi ci si dovrebbe fidare della
        piattaforma TCPA dove dentro ad
        Amico Friz c'è il telecomando del potere...Non è necessario ricorrere al Palladium per fare ciò che ho detto.Comunque l'ho già detto, la mia idea a me pare molto buona, ha i suoi lati da chiarire e certamente può essere migliorata sotto vari aspetti... ma è sicuramente migliore di quello che avviene oggi anche con i voti cartacei su cui non hai nessun controllo... devi infatti fidarti della buona fede degli scrutatori.
        • Anonimo scrive:
          Re: Voto elettronico, la mia idea
          Crittazione dei Dati ....Firma Elettronica .....Una chiave a 16Bit era Insormontabile fino al1985Una a 48Bit fino al 1995una a 128Bit fino al 2005In teoria verso il 2015una a 1024Bit potrebbeessere sicura.....Potrebbe, visto che quello che si sa è circa un quarto di quello che effettivamente si può.in USA sono vietate le Key sotto i 48bit soloperchè le si aprono OnFly ..... quasi senza rendersene conto con il semplice bruteforcecon dei semplici palmarini in dotazione al FBInon pensare che le macchine che hanno in casa siano da meno, già la chiave più grossa di PGPl'FBI te la spatosha in 24 / 48 ore....PS: NON TRATTARE TUTTI COME SE FOSSEROTUTTI IGNORANTI IN MATERIA PERCHE' SAI USARE UN POCO DI TRUECRYPT.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da:
            Crittazione dei Dati ....
            Firma Elettronica .....

            Una chiave a 16Bit era
            Insormontabile fino al
            1985

            Una a 48Bit fino al 1995

            una a 128Bit fino al 2005

            In teoria verso il 2015
            una a 1024Bit potrebbe
            essere sicura.....

            Potrebbe, visto che quello che si sa è circa un
            quarto di quello che effettivamente si
            può.

            in USA sono vietate le Key sotto i 48bit solo
            perchè le si aprono OnFly ..... quasi senza
            rendersene conto con il semplice
            bruteforce
            con dei semplici palmarini in dotazione al FBI
            non pensare che le macchine che hanno in casa
            siano da meno, già la chiave più grossa di
            PGP
            l'FBI te la spatosha in 24 / 48 ore....

            PS: NON TRATTARE TUTTI COME SE FOSSERO
            TUTTI IGNORANTI IN MATERIA PERCHE' SAI
            USARE UN POCO DI TRUECRYPT.Io parlo di quello che _CONOSCO_.Vedo inoltre che stai facendo confusione fra chiave simmetrica e pubblica/privata.Una chiave pubblica/privata a 1024 bit oggi NON è considerata sicura dagli esperti del settore.Io tratto da IGNORANTE chi IGNORANTE si dimostra.
    • ciao8665 scrive:
      Re: Voto elettronico, la mia idea
      disquoto
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Voto elettronico, la mia idea
        - Scritto da: ciao8665
        disquotoPotresti indicare su quali basi non ritieni questa idea possibile?
    • painlord2k scrive:
      Re: Voto elettronico, la mia idea
      - Scritto da: Wakko Warner
      Io credo nel voto elettronico, così come credo
      anche nel voto via Internet.
      I mezzi per farlo ci sono, basta solo studiare
      bene il problema.Hai ragione, ma dove sbagli è di voler fare tutto usando solo strumenti elettronici.Il sistema descritto nell'altro thread, dove si sosteneva l'uso di schede stampate dalla macchina al momento della votazione è molto più sicuro.L'errore in quel thread è supporre che serva registrare due volte il voto (quando si stampa, in modo elettronico, e quando di inserisce la scheda stampata nell'urna).Basta la scheda stampata su carta.In banca, come Snider fa notare, sono abituati a contare pezzi di carta (dicesi banconote); e normalmente gli errori sono trascurabili.La scheda si ripone nell'urna, una volta stampata, e al termine delle votazioni si estraggono tutte le schede dall'urna e si infilano in uno scanner, che le può contare in pochi minuti o secondi.Le schede, in questo modo, possono essere ricontate centinaia di volte, senza essere consumate. Essendo stampate sono chiaramente leggibili da esseri umani e macchine. L'elettore può verificare che il suo voto sia stato stampato correttamente. Inoltre, usando una macchina, la stampa impedisce di vedere la calligrafia o altro; questo aumenta l'anonimità del voto.Volendo essere paranoici, prima delle elezioni si potrebbe caricare le macchine con inchiostro particolare, fatto apposta e quindi difficile da procurarsi per effettuare dei brogli. Idem per la carta, che potrebbe benissimo essere prodotta esclusivamente per le elezioni e distribuita in fogli contati e codificati; per garantire che non ci sia modo di risalire, attraverso il codice al votante, si possono mescolare i fogli come si fa con le carte da gioco (esistono macchine che fanno proprio quello, nei casinò).Si può usare la carta di identità elettronica per accedere al seggio e votare, così si tiene sotto controllo il numero di persone che accede, i tempi di accesso, etc. Niente documento valido, niente voto.Questo, tra l'altro, permetterebbe di piazzare i seggi negli uffici del comune, quindi se c'è un problema di documenti, si può darne subito uno nuovo.Un'altra cosa da considerare, è che non c'è motivo di tenere aperti i seggi solo per un giorno, quando è possibile con le macchine, aprire i seggi in anticipo di una o due settimane e permettere alla gente di votare con comodo (cosa che si fa negli USA tranquillamente).Votare via internet, d'altro canto, la vedo molto più complessa. Si, è comodo, facile, etc.Ma si perde il controllo dell'infrastruttura.Chi perde le votazioni, che modo ha di garantirsi che le votazioni stesse erano giuste e regolari?A questo punto molto meglio votare per posta: basta fare come sopra, e spedire il voto in busta chiusa e sigillata al seggio di competenza attraverso i mezzi previsti.Un modo per limitare i brogli elettorali, però, potrebbe essere quello di far pagare la gente per votare. @^Si, lo so, sono un eretico.Ma se ad ogni elettore costasse 10 euro votare (10 euro un voto - il valore potrebbe essere differente, anche maggiore) e dopo aver riposto la scheda ricevesse un assegno non trasferibile con il suo nome e cognome per avere indietro 10 euro dal comune di appartenenza.Se si compiono dei brogli, si deve far saltare fuori 10 euro * ogni voto taroccato. Questo limiterebbe di molto la possibilità di giocare con le schede non votate (facendo votare morti e assenti). Per non dire che, come diceva Falcone, "i soldi lasciano sempre una traccia".
      • tommylnx scrive:
        Re: Voto elettronico, la mia idea

        Hai ragione, ma dove sbagli è di voler fare tutto usando solo strumenti elettronici.Wakko ha proposto questo sistema solo come deterrente dei brogli, e non ha detto che tutti devono votare con questo sistema, anche se secondo me lo stato dovrebbe fornire le chiavette usb a tutti preventivamente per evitare usi impropri portandosi le chiavette da casa (v. miei post precedenti)
        L'errore in quel thread è supporre che serva registrare due volte il voto (quando si stampa, in modo elettronico, e quando di inserisce la scheda stampata nell'urna).Basta la scheda stampata su carta.si ma se io mi tengo la scheda stampata come una ricevuta e poi non posso, a posteriori controllare il voto, è inutile
        Le schede, in questo modo, possono essere ricontate centinaia di volte, senza essere consumate. Essendo stampate sono chiaramente leggibili da esseri umani e macchine. L'elettore può verificare che il suo voto sia stato stampato correttamente. Inoltre, usando una macchina, la stampa impedisce di vedere la calligrafia o altro; questo aumenta l'anonimità del voto.il problema non è contare le schede ma evitare che un tot. numero di schede cambi voto
        Questo, tra l'altro, permetterebbe di piazzare i seggi negli uffici del comune, quindi se c'è un problema di documenti, si può darne subito uno nuovo.si e quanti uffici del comune servirebbo per esempio... a ROMA!
        Votare via internet, d'altro canto, la vedo molto più complessa. Si, è comodo, facile, etc.Ma si perde il controllo dell'infrastruttura.Chi perde le votazioni, che modo ha di garantirsi che le votazioni stesse erano giuste e regolari?A questo punto molto meglio votare per posta: basta fare come sopra, e spedire il voto in busta chiusa e sigillata al seggio di competenza attraverso i mezzi previsti.quoto
        Un modo per limitare i brogli elettorali, però, potrebbe essere quello di far pagare la gente per votare. @^Si, lo so, sono un eretico.Ma se ad ogni elettore costasse 10 euro votare (10 euro un voto - il valore potrebbe essere differente, anche maggiore) e dopo aver riposto la scheda ricevesse un assegno non trasferibile con il suo nome e cognome per avere indietro 10 euro dal comune di appartenenza.Se si compiono dei brogli, si deve far saltare fuori 10 euro * ogni voto taroccato. Questo limiterebbe di molto la possibilità di giocare con le schede non votate (facendo votare morti e assenti). Per non dire che, come diceva Falcone, "i soldi lasciano sempre una traccia".alcune precisazioni:1) si comprano voti con molti più soldi altro che 10 euro, basta che guardi tutti i soldi spesi in campagna elettorale 2) far votare i morti non è l'unico broglio possibile3) hai idea di quanto costerebbe questo sistema in commissioni bancarie?Saluti-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 novembre 2006 17.49-----------------------------------------------------------
        • painlord2k scrive:
          Re: Voto elettronico, la mia idea
          - Scritto da: tommylnx

          Hai ragione, ma dove sbagli è di voler fare
          tutto usando solo strumenti elettronici.
          Wakko ha proposto questo sistema solo come
          deterrente dei brogli, e non ha detto che tutti
          devono votare con questo sistema, anche se
          secondo me lo stato dovrebbe fornire le chiavette
          usb a tutti preventivamente per evitare usi
          impropri portandosi le chiavette da casa (v. miei
          post precedenti)Il deterrente ai brogli non è solo il fatto di poter verificare il proprio voto; anche perché se tu lo puoi verificare, anche altri possono verificarlo e quindi puoi essere ricattato o forzato a votare come vogliono altri.Tieni conto che un seggio, di norma ha 3-400 votanti, ad oggi. Se mi interessa verificare il voto di poche persone lo si può fare. Sopratutto se il loro voto è fondamentale, come in elezioni locali e in seggi uninominali, dove il margine di vittoria può essere piccolo.Il deterrente ai brogli non sta solo o principalmente nella sorveglianza (quello che Wakko propone), ma nella sicurezza. Il sistema deve essere difficile da imbrogliare. ATTENTO, non impossibile, ma difficile.Inoltre, il sistema che propone Wakko non ha nessuna utilità, dato che non permette di provare che il voto è stato alterato. Tu sai il tuo, gli altri sanno il loro. Ma nessuno può assicurare che chi lamenta brogli dica la verità o si ricordi esattamente quello che ha fatto.

          L'errore in quel thread è supporre che serva

          registrare due volte il voto (quando si

          stampa, in modo elettronico, e quando di

          inserisce la scheda stampata nell'urna).

          Basta la scheda stampata su carta.
          si ma se io mi tengo la scheda stampata come una
          ricevuta e poi non posso, a posteriori
          controllare il voto, è inutileNon tieni la scheda, la riponi nell'urna come si fa adesso. Quindi il voto espresso nella scheda stampata lo puoi verificare prima di metterlo nell'urna (quindi sai cosa deve venire conteggiato). Se sbagli, ripeti la stampa.La garanzia che il tuo voto sia contato non l'hai verificando a posteriori (a boui scappati), ma precedentemente, sapendo che la scheda che hai votato è perfettamente leggibile, che è stata messa nell'urna, che è stata stampata su carta e con inchiostro speciali, anti-contraffazione, che per accedere alla votazione devi mostrare un documento valido, etc.Le macchine per votare e contare i voti sono solo uno dei modi di alterare il risultato di una votazione.
          il problema non è contare le schede ma evitare
          che un tot. numero di schede cambi
          votoDato che con il mio sistema sei tu che metti la tua scheda, dopo aver verificato che la stampa è stata fatta correttamente, nell'urna, è difficile che possa essere "corretta" nel tragitto tra il seggio e la macchina per contarle. L'unico modo è di sostituirle completamente. E qui interviene il mio suggerimento su carta e inchiostro speciali, e magari anche una forma strana del foglio o della scheda che richieda una stampante apposita.Tieni conto che il broglio deve essere fatto in tempi piuttosto ristretti per avere successo e deve essere fatto di nascosto.Quindi più è difficile procurarsi i mezzi (carta, inchiostro, stampanti, etc.) e più rendi complesso, lento usarli per quello scopo, più è improbabile che un imbroglio sia tentato (troppo rischio di essere scoperti, troppo costoso riuscire a taroccare solo pochi voti).Ad esempio, marcare il dito di chi ha votato non sarebbe una brutta cosa da fare (di modo che non può andare da altre parti, con documenti falsi, a votare di nuovo).

          Questo, tra l'altro, permetterebbe di piazzare
          i seggi negli uffici del comune, quindi se c'è un
          problema di documenti, si può darne subito uno
          nuovo.

          si e quanti uffici del comune servirebbo per
          esempio... a ROMA!Quelli che ci sono bastano e avanzano.Se vuoi gli dedichi una stanza con una postazione ogni metro. Non c'è nessun motivo per cui dovrebbero occupare più spazio di un bancomat o devono per forza essere infilati nelle scuole.
          1) si comprano voti con molti più soldi altro che
          10 euro, basta che guardi tutti i soldi spesi in
          campagna elettoraleInfatti, ho fatto un esempio di prezzo.Si può anche metterlo a 100 euro e lo si potrebbe mettere in detrazione alle tasse.Magari si spendono 100 euro per voto e si ricevono 125 euro di detrazione.Dopo tutto, votare è un diritto ma anche un dovere e i doveri vanno retribuiti.Uno può anche imbrogliare, ma non sarebbe in grado di recuperare i soldi.
          2) l'unico broglio possibile non è quello di far votare i mortiMa è uno dei tanti e dei favoriti.
          3) hai idea di quanto costerebbe questo sistema in commissioni bancarie?Hai presente cosa sta cercando di fare questo governo con la finanziaria?Una o due transazioni in più all'anno non mi paiono una spesa esagerata.Il governo vuole obbligare ad usare carta di credito o assegni o bancomat per tutte le transazioni al di sopra di 200 euro. Cosa ti costa questo di commissioni bancarie?
          • Anonimo scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Finalmente qualcosa di serioe non solo teorie Criptiche dalibro 1984.Con il sistema a schede stampatein seggio quindi vidimate almomento si ha un doppio canale.Conteggio Elettronico piùConteggio Fisico e questodarebbe l'effettivo dato didiscrepanza.Se l'emettitore di schedesegna 101 schede di cui50 per partito A51 per partito Be al conteggio a posteriori sono50 per partito A65 per partito BSi sa subito che c'è statoil broglio.Per l'incentivo di andare a votarebasterebbe semplicemente eliminarela possibilità di ricorsi legalia chi non vota, molto semplice.Nella vita si possono sempre avere rogne legali ....Non voti regolarmente e nn partecipiai referendum, scatta la percentualesopra il 15% di assenza si perde ildiritto di fare ricorsi di qualunquetipo, ti ciucci la sentenza che hai.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Voto elettronico, la mia idea
        - Scritto da: painlord2k
        Hai ragione, ma dove sbagli è di voler fare tutto
        usando solo strumenti
        elettronici.Perché? Se posso verificare il mio voto da casa e sapere che è stato conteggiato qual'è il problema esattamente?
        • painlord2k scrive:
          Re: Voto elettronico, la mia idea
          - Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da: painlord2k

          Hai ragione, ma dove sbagli è di voler fare
          tutto

          usando solo strumenti

          elettronici.
          Perché? Se posso verificare il mio voto da casa e
          sapere che è stato conteggiato qual'è il problema
          esattamente?Cosa fai se non è stato conteggiato o registrato correttamente?Non hai modo di dimostrare che c'è stata una manomissione e se lo avessi il voto non sarebbe più segreto.E se il voto non è segreto, tanto vale fare le elezioni con nome e cognome scritto sulla scheda.Il fatto che tu sappia che il tuo voto è stato manomesso non è la cosa più importante delle elezioni. Esistono tanti altri modi per alterare il risultato, non solo imbrogliando sui voti espressi dagli elettori.Molto più importante è rendere il sistema di voto difficile da alterare durante le lelezioni, invece di creare sistemi che dopo il voto correggano gli errori.Tu hai inventato un sistema di sorveglianza (prendi gli errori dopo che sono avvenuti), che ha i suoi meriti; il mio è un sistema di sicurezza (rende difficile sbagliare).Di solito è meglio preveire che curare.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da: painlord2k
            Cosa fai se non è stato conteggiato o registrato
            correttamente?È molto semplice: denuncia dai carabinieri. Il file è firmato dal ministero quindi non può essere manomesso.
            Non hai modo di dimostrare che c'è stata una
            manomissione e se lo avessi il voto non sarebbe
            più
            segreto.Stai pur sicuro che se il mio voto non fosse contato la segretezza del voto sarebbe l'ultimo dei miei problemi... comunque immagino esistano soluzioni anche per questo.
            E se il voto non è segreto, tanto vale fare le
            elezioni con nome e cognome scritto sulla
            scheda.No, perché non sarebbe più segreto solo al momento della contestazione. Sta a te poi decidere cosa è più importante: che i tuoi vicini non sappiano che hai votato per la mortadella o per il nanetto oppure che la democrazia faccia il suo corso senza intoppi.
            Il fatto che tu sappia che il tuo voto è stato
            manomesso non è la cosa più importante delle
            elezioni. Esistono tanti altri modi per alterare
            il risultato, non solo imbrogliando sui voti
            espressi dagli
            elettori.Bé, il mio metodo risolve _questo_ di problema. Altri metodi per risolvere eventuali altri problemi sono i benvenuti, non ho detto che con il mio metodo si cura il cancro.Per esempio, chi ti garantisce che _ora_ il tuo voto sia effettivamente conteggiato?Puoi verificarlo in qualche modo?
            Molto più importante è rendere il sistema di voto
            difficile da alterare durante le lelezioni,
            invece di creare sistemi che dopo il voto
            correggano gli
            errori.E cosa c'è di più difficile di alterare di qualcosa che può persino essere verificato?
            Tu hai inventato un sistema di sorveglianza
            (prendi gli errori dopo che sono avvenuti), che
            ha i suoi meriti; il mio è un sistema di
            sicurezza (rende difficile
            sbagliare).

            Di solito è meglio preveire che curare.Bene, troviamo una via di mezzo... io sarei molto interessato a poter verificare che il voto che ho espresso sia arrivato a destinazione senza essere alterato... oggi non lo posso fare.
          • painlord2k scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: painlord2k

            Non hai modo di dimostrare che c'è stata una

            manomissione e se lo avessi il voto non sarebbe

            più segreto.
            Stai pur sicuro che se il mio voto non fosse
            contato la segretezza del voto sarebbe l'ultimo
            dei miei problemi... comunque immagino esistano
            soluzioni anche per questo.

            E se il voto non è segreto, tanto vale fare le

            elezioni con nome e cognome scritto sulla

            scheda.
            No, perché non sarebbe più segreto solo al
            momento della contestazione. Sta a te poi
            decidere cosa è più importante: che i tuoi vicini
            non sappiano che hai votato per la mortadella o
            per il nanetto oppure che la democrazia faccia il
            suo corso senza intoppi.Più che la democrazia, la libertà è importante.Il voto libero significa che posso votare chi voglio senza temere conseguenze di nessun genere. Se esponessi o dovessi esporre il mio voto al pubblico per contestarlo sarei costretto anche a valutare le conseguenze delle mie azioni.Il voto è segreto proprio perché io potrei, per quieto vivere, dare sempre ragione ai miei vicini o ai miei familiari (nei paesi islamici è comune che il marito si presenti a votare per la moglie, anche se è vietato). Figurati se il marito può controllare se la moglie ha votato per il partito della Shaaria invece che per quello dell'Amore.Oppure potrei lavorare per una coop rossa e voler votare Berlusconi (perché le coop rosse mi stanno sulle scatole). Credi davvero che se mi accorgessi che il mio voto è stato taroccato farei qualche cosa? Metterei a rischio il lavoro, la famiglie, etc.?Uno deve essere in grado di votare e nessuno deve essere in grado di provare che cosa ha votato.Hai mai notato che gli elettori DC e adesso FI (o in generale Polo) agli exit poll sono sempre meno che nei risultati ufficiali (anche se gli exit poll, probabilmente compensano in qualche modo)?Perché quegli elettori di solito negano di aver votato in quel modo, perché spesso sono oggetto di abuso verbale (e qualche volta fisico) da parte di altri con idee politiche differenti.
            Bé, il mio metodo risolve _questo_ di problema.Ma ne introduce altri.Nel cambio non ci si guadagna proprio.
            Per esempio, chi ti garantisce che _ora_ il tuo
            voto sia effettivamente conteggiato?
            Puoi verificarlo in qualche modo?Personalmente no.Ma ti affidi al fatto che gli scrutatori e i rappresentanti di seggio dei vari partiti si controllino a vicenda (dato che hanno interessi contrastanti) e quindi nessuno possa imbrogliare facilmente.Il problema nasce quando non ci sono abbastanza rappresentati di partito per controllare ogni seggio o colludono tra di loro.

            Molto più importante è rendere il sistema di
            voto

            difficile da alterare durante le lelezioni,

            invece di creare sistemi che dopo il voto

            correggano gli

            errori.

            E cosa c'è di più difficile di alterare di
            qualcosa che può persino essere
            verificato?Un assegno cartaceo può benissimo essere alterato e controllato a posteriori; ma se uno riesce ad intascare il malloppo e a sparire, il danno è fatto.Aspetta e spera che lo prendano, lo processino, etc.Tu hai detto che in caso scoprissi una irregolarità sul tuo voto, faresti una denuncia.Quanto tempo impiega una singola denuncia a passare al vaglio dei magistrati e a essere risolta?Potresti aver alterato la ricevuta di voto nella tua chiavetta USB?Chi ha il potere di firma al Ministero potrebbe alterare le registrazioni?Moltiplica tutto per i pochi voti per cui questa elezione è stata vinta o persa (20.000).Quando è che sarebbero risolte tutte le dispute in tribunale?Intanto, al governo ci lasciamo chi c'era prima, chi le ha vinte (forse fraudolentemente) o chi altro?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Voto elettronico, la mia idea
            - Scritto da: painlord2k
            Più che la democrazia, la libertà è importante.Si vero.
            Il voto libero significa che posso votare chi
            voglio senza temere conseguenze di nessun genere.
            Se esponessi o dovessi esporre il mio voto al
            pubblico per contestarlo sarei costretto anche a
            valutare le conseguenze delle mie
            azioni.Nessuno ti obbliga a contestarlo... è una cosa che _puoi_ fare, non che _devi_.
            Il voto è segreto proprio perché io potrei, per
            quieto vivere, dare sempre ragione ai miei vicini
            o ai miei familiari (nei paesi islamici è comune
            che il marito si presenti a votare per la moglie,
            anche se è vietato). Figurati se il marito può
            controllare se la moglie ha votato per il partito
            della Shaaria invece che per quello
            dell'Amore.In tal caso applichi il sistema a doppia password già spiegato in questo stesso thread.In pratica con una password vedi il voto _reale_ che hai dato, con l'altra il voto finto da mostrare a tuo marito.Nessuno, a parte il ministero, può dire quale dei due sia il voto reale, né che ci sono due voti.
            Oppure potrei lavorare per una coop rossa e voler
            votare Berlusconi (perché le coop rosse mi stanno
            sulle scatole). Credi davvero che se mi
            accorgessi che il mio voto è stato taroccato
            farei qualche cosa? Metterei a rischio il lavoro,
            la famiglie,
            etc.?Come dicevo, puoi farlo, _se vuoi_.Il rischio che comunque qualcuno denunci il broglio è alto... io per esempio non avrei paura di dire per chi ho espresso il mio voto... anche se votassi per il così detto "partito dei pedofili", inoltre... oltre alle forze dell'ordine, non è necessario che lo sappia nessun altro.
            Uno deve essere in grado di votare e nessuno deve
            essere in grado di provare che cosa ha
            votato.E nessuno infatti lo può fare, a meno che tu non lo voglia.
            Hai mai notato che gli elettori DC e adesso FI (o
            in generale Polo) agli exit poll sono sempre meno
            che nei risultati ufficiali (anche se gli exit
            poll, probabilmente compensano in qualche
            modo)?Possono continuare a farlo.
            Perché quegli elettori di solito negano di aver
            votato in quel modo, perché spesso sono oggetto
            di abuso verbale (e qualche volta fisico) da
            parte di altri con idee politiche
            differenti.Possono continuare a mantenere il loro voto segreto. Nessuno li obbliga né a denunciare il broglio né a portarsi a casa la prova del voto (e se lo fanno con il metodo a doppia password risolvi il problema).
            Ma ne introduce altri.
            Nel cambio non ci si guadagna proprio.Altri che credo di aver già risolto. Ci si guadagna molto invece, ossia che chiunque falsifichi i voti può essere scoperto... questo deterrente è più che sufficente per impedire i brogli.

            Per esempio, chi ti garantisce che _ora_ il tuo

            voto sia effettivamente conteggiato?

            Puoi verificarlo in qualche modo?

            Personalmente no.
            Ma ti affidi al fatto che gli scrutatori e i
            rappresentanti di seggio dei vari partiti si
            controllino a vicenda (dato che hanno interessi
            contrastanti) e quindi nessuno possa imbrogliare
            facilmente.Eppure in queste votazioni qualcuno sembra aver imbrogliato... come è possibile se i rappresentanti di seggio si controllano a vicenda?
            Il problema nasce quando non ci sono abbastanza
            rappresentati di partito per controllare ogni
            seggio o colludono tra di
            loro.Cosa che può capitare... visto che fra l'altro diventare rappresentanti di seggio è qualcosa che non viene scelta a caso... quindi i seggi possono tranquillamente essere formati solo da "prescelti" con un compito ben preciso.
            Tu hai detto che in caso scoprissi una
            irregolarità sul tuo voto, faresti una
            denuncia.
            Quanto tempo impiega una singola denuncia a
            passare al vaglio dei magistrati e a essere
            risolta?Impiega quello che deve impiegare, sta di fatto che se ci fossero molte segnalazioni di brogli questo sarebbe sufficente a far cadere il governo (ci vorrebbero magari leggi e regole in proposito).
            Potresti aver alterato la ricevuta di voto nella
            tua chiavetta
            USB?Io non potrei certo.
            Chi ha il potere di firma al Ministero potrebbe
            alterare le
            registrazioni?A che pro? Io so benissimo quello che ho votato, se arrivo a casa e nella chiavetta c'è scritto qualcos'altro posso comunque fare denuncia e far sequestrare la macchinetta per delle verifiche.Naturalmente la macchinetta dovrebbe essere dotata di sigilli che ne impediscano l'apertura senza essere scoperti.Comunque mi pare che stai ipotizzando livelli di corruzione tali che a questo punto qualsiasi genere di voto sarebbe soltanto una presa in giro... le schede cartacee si possono far sparire... per esempio (chessò... un incendio... oppure ristampare).
            Moltiplica tutto per i pochi voti per cui questa
            elezione è stata vinta o persa
            (20.000).
            Quando è che sarebbero risolte tutte le dispute
            in
            tribunale?

            Intanto, al governo ci lasciamo chi c'era prima,
            chi le ha vinte (forse fraudolentemente) o chi
            altro?Ci servono leggi al riguardo che poco però hanno a che fare con la tecnologia impiegata. Io sto parlando di tecnologia, non di legge.
    • Anonimo scrive:
      Re: Appunto LA TUA !

      Io credo nel voto elettronico, così come credo
      anche nel voto via Internet.Il pishing già avviene con i sistemi bancari via Internet, pensa con il voto, e non penso la gente acquisterà "Norton Voto Sicuro 2008"
      I mezzi per farlo ci sono, basta solo studiare bene il problema.Ci sono ma vanno influenzare il PIL quindi ad acrescere la finanziaria 2008
      Ora, immaginiamo una macchinetta che raccoglie
      i voti dei cittadini attraverso un
      touchscreen... qual'è il problema principale?La macchinetta stessa è il problema, troppo insicura, prodotta da i soliti noti.
      Ovviamente che qualcuno possa far sparire voti
      oppure cambiarli.questo OK !(idea)
      Come si può risolvere questo problema?
      Dando ai cittadini un mezzo per verificare _da
      casa propria_ se il proprio voto è stato
      ricevuto dal ministero e non è stato
      modificato.
      Come si può fare questo?
      È molto semplice.
      Si potrebbe dotare tali apparecchi di
      interfaccia USB o... chessò... secure-digital.
      L'utente può portarsi la chiavetta USB o la
      secure-digital da casa, inserirla nella
      macchinetta prima del voto e far salvare la
      votazione (o un hash della stessa) firmando il
      file con la chiave della macchinetta in
      questione.A questo punto c'è la prima vera falla di anonimato, si sa chi e per cosa ha votato, segnato in una macchina connessa ad una reteche lo pubblica in un apposito registro, consultabile da chiunque abbia il potere di farlo... Vedi Telecom ed Intercettazioni con il 30% degli italiani spiati e registrati.
      L'utente potrebbe andare a casa e il giorno
      successivo inviare tale file via Internet al
      ministero che ne verificherebbe l'autenticità e
      sarebbe in grado di identificare tale voto nel
      suo database tramite un ID unico fornito dalla
      macchinetta stessa e inserito nel file con il
      risultato del voto.Ora si ne siamo certi IP ora del controlloe pure la telecom sa per chi hai votato, visto che controlla il traffico e Cisco gli da pure una mano.
      Se il voto non risultasse presente o non
      risultasse identico a quello espresso il
      cittadino potrebbe portare il supporto ai
      carabinieri e fare denuncia.Mica stupidi chi farà il broglio in un sistema del genere, avranno fatto pure un sistema che ti risponda in realtime....si hai votato come hai votato tu.... e quando gli chiederai, si va bene ma per cosa ho votato.... per quello che hai voluto tu... (cylon)
      Il file potrebbe persino venire crittato magari
      tramite password (chiesta dalla macchinetta) o
      usando la chiave pubblica che il cittadino ha
      precedentemente inserito nella chiavetta di
      modo che non sia possibile per una terza
      persona che viene in possesso del supporto di
      sapere cosa è stato votato.Quì è tutto da ridiscutere, detta così fa perfino ridere..... (ghost)
      Ovviamente non tutti i cittadini userebbero
      questo metodo (visto che bene o male è tecnico
      [anche se non ci vedo nulla di così
      complesso... devi solo inserire un supporto
      nello slot della macchinetta e poi, se vuoi,
      verificarne il risultato via internet]) ma
      sicuramente diversi cittadini lo farebbero (io
      lo farei di certo per esempio) e questo
      "controllo a campione" diciamo potrebbe fermare
      il fenomeno dei brogli in modo totale.una cosa va applicata a tutti o non va applicataquesta sembra più la proposta per non invogliare a votare anche quei pochi che votano.....Idee? Dubbi? Opinioni?Anche se ti diciamo le idee tu ne sai di piùquindi vada per la USB ma 2.0 ti prtego non hotempo da perdere quando voto.Proporrei anche un aiuto a votare in cabina elettorale in modo di avere un testimone del proprio voto o quando andrai a contestarlo potrebbero non crederti.Meglio il sistema con stampa al momento e con inchiostro al Polonio tagliato con il Cesio ed il Cobalto per dargli quel colore blu non riproducibile, e che la stampante sia LAZERcon la Z che fa più figho !!!
    • danieleMM scrive:
      Re: Voto elettronico, la mia idea
      io modificherei leggermente la tua ideala carta d'identità elettronica è una cosa di cui si parla da moltissimo tempo..ebbene... crearla e renderla obbligatoria per tutti..rilasciare a tutti i cittadini una firma digitale certificata, con l'obbligo di rinnovarla periodicamente (esattamente come le attuali carte d'identità)tale carta ha a tutti gli effetti il valore di firmainvece che la chiavetta usb si usa quella.. devono averla tuttiuna volta votato si può accedere online con la stessa carta per verificare il proprio votoaffinchè tutto questo sia possibile dev'essere:utilizzato un sistema completamente aperto che possa essere consultabile da chiunque e messo in rete perché chi vuole possa scaricarlo ed analizzarlo, sia come software che come protocolli utilizzati per le comunicazioniper chi mi dicesse: il cittadino medio non si ricorda il pin della propria carta d'identità o non riesce a far cose più complesse di una X rispondo che a mio avviso forse una persona del genere è un bene se non vota :) molto IHMO ovviamente..fatta eccezione per chi ha disfunzioni fisiche e non riesce a fare una X per tali motivi... in questo caso la tecnologia aiuta sicuramente e diventa + facile che fare la Xsinceramente mi fido di più di un sistema del genere che di un gruppo di persone che conta le schede...anche perché ho la certezza che ci sono seggi che truccano i voti, ce ne sono di tutti gli schieramenti e quindi si controbilanciano abbastanza.. ma li truccano comunqueper facilitare il tutto è anche possibile inviare un'email criptata a tutti i cittadini che possano visualizzare esclusivamente con la carta d'identità e il loro pin che indichi il loro voto.. (passivo anzichè attivo)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2006 02.02-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Voto elettronico, la mia idea
        - Scritto da: danieleMM
        io modificherei leggermente la tua idea
        la carta d'identità elettronica è una cosa
        di cui si parla da moltissimo tempo..
        ebbene... crearla e renderla obbligatoria per
        tutti..
        rilasciare a tutti i cittadini una firma
        digitale certificata, con l'obbligo di
        rinnovarla periodicamente (esattamente
        come le attuali carte d'identità)
        tale carta ha a tutti gli effetti il valore di
        firma
        invece che la chiavetta usb si usa quella..
        devono averla tutti
        una volta votato si può accedere online con la
        stessa carta per verificare il proprio votoCosicche' tu possa dimostrare a chi ti ha pagato per votare che hai votato esattamente quello che voleva lui; mi piace, chissa' quali sono i voti per cui ti danno piu' soldi attualmente.Ti sei mica mai chiesto perche' il voto e' anonimo ???
        affinchè tutto questo sia possibile
        dev'essere:

        utilizzato un sistema completamente aperto
        che possa essere consultabile da chiunque
        e messo in rete perché chi vuole possa
        scaricarlo ed analizzarlo, sia come
        software che come protocolli utilizzati
        per le comunicazioni
        per chi mi dicesse: il cittadino medio non si
        ricorda il pin della propria carta d'identità o
        non riesce a far cose più complesse di una X
        rispondo che a mio avviso forse una persona del
        genere è un bene se non vota :) molto IHMO
        ovviamente..

        fatta eccezione per chi ha disfunzioni fisiche e
        non riesce a fare una X per tali motivi... in
        questo caso la tecnologia aiuta sicuramente e
        diventa + facile che fare la
        X

        sinceramente mi fido di più di un sistema del
        genere che di un gruppo di persone che conta le
        schede...

        anche perché ho la certezza che ci sono seggi che
        truccano i voti, ce ne sono di tutti gli
        schieramenti e quindi si controbilanciano
        abbastanza.. ma li truccano
        comunque

        per facilitare il tutto è anche possibile inviare
        un'email criptata a tutti i cittadini che possano
        visualizzare esclusivamente con la carta
        d'identità e il loro pin che indichi il loro
        voto.. (passivo anzichè
        attivo)Meglio, do' direttamente l'indirizzo della persona che mi pagava per votare qualcuno cosi' lui ha la prova direttamente senza che mi debba sbattere oltre.
        • danieleMM scrive:
          Re: Voto elettronico, la mia idea

          Cosicche' tu possa dimostrare a chi ti ha pagato
          per votare che hai votato esattamente quello che
          voleva lui; mi piace, chissa' quali sono i voti
          per cui ti danno piu' soldi
          attualmente.mah.. dubito fortemente che si mettano a pagare milioni di persone per votarli1) non hanno la certezza che lo facciano2) più voti cercan di comprere e + rischiano di essere denunciati3) conviene di più comprare molte sedi elettorali perchè trucchiono le schede nulle o quelle dubbie, se proprio devono4) se son furbi invece che pagare ogni sede (che è un rischio) pagano poca gente perchè scelga per le sedi scrutinanti schierati tutti dalla stessa parte
          Ti sei mica mai chiesto perche' il voto e'
          anonimo
          ???perché si voleva mettere evitare situazioni in cui qualcuno può essere intimidito a votare in un certo modo.e se non è così perché non lo spieghi tu?
          Meglio, do' direttamente l'indirizzo della
          persona che mi pagava per votare qualcuno cosi'
          lui ha la prova direttamente senza che mi debba
          sbattere
          oltre.hai le prove che i politici si mettono a cercare gente da pagare perchè li votino ovviamente....se lo fanno non lo fanno sul singolo ma su personaggi importanti (la chiesa è l'esempio + calzante)
  • Anonimo scrive:
    bene!
    continuerò a guadagnare soldi facendo lo scrutatore... i vostri soldi! MUHAHAAH
    • Anonimo scrive:
      Re: bene!
      - Scritto da:
      continuerò a guadagnare soldi facendo lo
      scrutatore... i vostri soldi!
      MUHAHAAHPiù che altro sono loro che ridono, visto che miseria di soldi ti prendi ... lascia perdere va ...Ringraziamo quei simpaticoni di D'Alema e Berlusconi, che hanno tagliato gli aumenti periodici due volte
  • Anonimo scrive:
    Re: Diro' pure uno sfondone ma..
    sta di fatto che:1) le macchine sono compromissibili da personale interno (è quello che è avvenuto ripetutamente in USA)2) in italia è stato usato scrutinio elettronico senza carattere di ufficialità3) quello che contava alla fine - per legge - era la scheda cartacea.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diro' pure uno sfondone ma..
      e allora andiamo avanti con le schede cartacee e le matite che non scrivono :(
      • The_GEZ scrive:
        Re: Diro' pure uno sfondone ma..
        Ciao Anonimo !
        e allora andiamo avanti con le schede cartacee e
        le matite che non scrivono ????Le matite che non scrivono ????Mettiamola così ... prima di entrare nel seggio fai un test drive scrivendo su un pezzo di carta, in caso di system failure , ovvero la matita non scrive informi l' administrator , il presidente del seggio di avviare subito un disaster recovery e fai temperare la matita.
        • Anonimo scrive:
          Re: Diro' pure uno sfondone ma..
          - Scritto da: The_GEZ
          Ciao Anonimo !


          e allora andiamo avanti con le schede cartacee e

          le matite che non scrivono

          ????
          Le matite che non scrivono ????
          Mettiamola così ... prima di entrare nel seggio
          fai un test drive scrivendo su un pezzo di
          carta, in caso di system failure , ovvero
          la matita non scrive informi l'
          administrator , il presidente del seggio di
          avviare subito un disaster recovery e fai
          temperare la
          matita.
          ricordo ancora la prima volta che andai a votare:nel momento di fare la crocetta (ovviamente) la punta -che era già rotta- si sfilò...uscii con la matita e la punta nelle mani, non appena mi videro rimaseroO_Oera un bel guaio!non ho mai capito xkè.ha, e quella matita, si cancella.provare per credere!altro che voto elettronico: basta una gomma per barare!(che repubblica delle banane!!!!!)
  • Anonimo scrive:
    Un altro passo indietro
    L'ennesimo passo indietro di questo governo.Dopo il blocco di tutte le riforme del governo precedente rischiamo di dover rinunciare a qualsiasi forma di progresso e innovazione.Poveri noi...SìGlobal
  • Anonimo scrive:
    Veramente Al Gore aveva vinto.
    Che io sappia.
  • Anonimo scrive:
    DEAGLIO LIBERO
    DEAGLIO LIBERO GIORNALISMO LIBERO LIBERTA' DI PAROLALIBERTA' DI ESPRESSIONEFASCISTI IN GABBIA
    • Anonimo scrive:
      Re: DEAGLIO LIBERO
      Guarda che i giudici che lo indagano sono di sinistra.Ma non hai tutti i torti, i nuovi fascisti sono quelli della sinistra bolscevica, violenta, intollerante, razzista, arrogante. «10, 100, 1000 Nassiryah», «Israele Stato canaglia», «Palestina libera, Palestina rossa». Si ragazzo mio, tu non lo sai ma sei un fascista. Come ci si trova nella melma mefitica della tua mente bacata?
      • Anonimo scrive:
        Re: DEAGLIO LIBERO
        - Scritto da:
        Guarda che i giudici che lo indagano sono di
        sinistra.
        Ma non hai tutti i torti, i nuovi fascisti sono
        quelli della sinistra bolscevica, violenta,
        intollerante, razzista, arrogante. «10, 100, 1000
        Nassiryah», «Israele Stato canaglia», «Palestina
        libera, Palestina rossa». Si ragazzo mio, tu non
        lo sai ma sei un fascista. Come ci si trova nella
        melma mefitica della tua mente
        bacata?ma va a cagher
  • MandarX scrive:
    ...
    La firma elettronica può essere truccata e taroccata: rinunciamo quindi ai benefici dell'evoluzione tecnologica e ci affidiamo al conteggio manuale, che è meno facile da taroccare parole sante!!!!
  • Anonimo scrive:
    Altra dimostrazione di miopìa! A ROMA!!!
    Come al solito questo Governo ha un'ottima soluzione ad ogni problema (vero o presunto)!Andiamo a Roma sabato per fargli capire che se ne devono andare! INCOMPETENTI!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Altra dimostrazione di miopìa! A ROM
      Io sabato me ne sto a casa...vacci te a Roma a manifestare per un leader corrotto e colluso con la mafia
    • Anonimo scrive:
      Re: Altra dimostrazione di miopìa! A ROM
      - Scritto da:
      Come al solito questo Governo ha un'ottima
      soluzione ad ogni problema (vero o
      presunto)!

      Andiamo a Roma sabato per fargli capire che se ne
      devono andare!
      INCOMPETENTI!!!!Perchè vuoi il voto elettronico? Ecco il solito forz-italiota di destra miope che vorrebbe uno stato in grado di taroccare voti senza lasciar traccia, proprio in linea col suo padroncino nano.Ora zitto e a cuccia.
  • aghost scrive:
    Perché non torniamo al pallottoliere?
    Non si perde occasione per farci ridere dietro dal mondo intero. La settima potenza industriale del pianeta non si fida del voto elettronico e torna al sistema manuale. E' fantastico, noi andiamo indietro come i gamberi invece che andare avanti.Ma allora perché fidarsi degli insidiosi computer, e non tornare al caro vecchio (e sicuro) pallottoliere?Grazie Amato! Del resto cosa ci si può aspettare da un baro di professione come lui che, quand'era presidente del consiglio scippò gli italiani, di notte e come un borseggiatore di strada, del 6x1000 dai conti correnti?Vergogna!http://aghost.wordpress.com/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 novembre 2006 09.23-----------------------------------------------------------
    • miomao scrive:
      Re: Perché non torniamo al pallottoliere

      Non si perde occasione per farci ridere dietro
      dal mondo intero. La settima potenza industriale
      del pianeta non si fida del voto elettronico e
      torna al sistema manuale. E' fantastico, noi
      andiamo indietro come i gamberi invece che andare
      avanti.[cut]E' successa la stessa cosa in diversi stati USA ed in altri il sistema è stato corretto aggiungendo la prova cartacea.Non mi sembra che gli USA siano un paese retrogrado.Semplicemente il computer non è lo strumento adatto per votare.Mentre è molto utile come sostituto del pallottoliere.
    • Anonimo scrive:
      Se serve, torniamo pure al pallottoliere
      ...il voto elettronico1 - suscita perplessità in buona parte dei non-esperti di informatica, quindi crea sfiducia2 - si presta meglio del voto tradizionale a "taroccamenti" se tutte le fasi non sono condotte in maniera piu' che regolare (cio' presuppone un livello di competenza diffuso e abbastanza alto)Perche' allora questa fretta di applicarlo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché non torniamo al pallottoliere?
      - Scritto da: aghost
      Non si perde occasione per farci ridere dietro
      dal mondo intero. La settima potenza industriale
      del pianeta non si fida del voto elettronico e
      torna al sistema manuale. E' fantastico, noi
      andiamo indietro come i gamberi invece che andare
      avanti.

      Ma allora perché fidarsi degli insidiosi
      computer, e non tornare al caro vecchio (e
      sicuro)
      pallottoliere?
      che possibilita' da' all'opposizione (qualunque essa sia ) di controllare il normale svolgimento del voto?Adesso basta avere i rappresentanti nei seggi.
  • Angelone scrive:
    Ennesima dimostrazione di ignoranza
    Il problema è la corruzione non il voto elettronico.Esattamente come il bullismo: penalizzare il MEZZO anzichè le INTENZIONI.
    • The_GEZ scrive:
      Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
      Ciao Angelone !
      Il problema è la corruzione non il voto
      elettronico.
      Esattamente come il bullismo: penalizzare il
      MEZZO anzichè le
      INTENZIONI.Mi hai anticipato, è esattamente quello che volevo scrivere io, ma io amplierei ulteriormente la cosa.Io non farei distinzione tra "mezzo" ed "intenzioni" ma allargherei la definizione a "problemi" e "soluzioni", ovvero in Italia se c'è un problema non si prova nemmeno a cercare di risolverlo (perché comporterebbe scelte "scomode" o semplicemente perché troppo complicato e non si vogliono fastidi) ma si adatta la situazione al problema.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
      Se il mezzo favorisce le intenzioni anche il mezzo va attentamente valutato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
        In questo caso il mezzo non aiuta, infatti, se implementata correttamente, la firma elettronica non è falsificabile, al contrario del voto cartaceo, facilmente falsificabile, anche in fase di valutazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
          - Scritto da:
          In questo caso il mezzo non aiuta, infatti, se
          implementata correttamente, la firma elettronica
          non è falsificabile, al contrario del voto
          cartaceo, facilmente falsificabile, anche in fase
          di
          valutazione.Si come no...oggi ogni sistema di sicurezza elettronico è bucabile e non avendo la verifica sul cartaceo una manipolazione non potresti individuarla.Il voto cartaceo su grossi numeri è molto più sicuro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
          magari useresti pure windows come OS
        • Anonimo scrive:
          Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
          - Scritto da:
          In questo caso il mezzo non aiuta, infatti, se
          implementata correttamente, la firma elettronica
          non è falsificabile, al contrario del voto
          cartaceo,Ma il voto non puoi firmarlo! DEVE ESSERE SEGRETO... ma è così difficile da capire?
      • Alucard scrive:
        Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
        - Scritto da:
        Se il mezzo favorisce le intenzioni anche il
        mezzo va attentamente
        valutato.Leviamo di mezzo i soldi perché la gente ci compra armi, alcol, droghe e prostitute.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
          - Scritto da: Alucard

          - Scritto da:

          Se il mezzo favorisce le intenzioni anche il

          mezzo va attentamente

          valutato.
          Leviamo di mezzo i soldi perché la gente ci
          compra armi, alcol, droghe e
          prostitute.Qualcosa di più attinente ? :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
          - Scritto da: Alucard

          - Scritto da:

          Se il mezzo favorisce le intenzioni anche il

          mezzo va attentamente

          valutato.
          Leviamo di mezzo i soldi perché la gente ci
          compra armi, alcol, droghe e
          prostitute.non e' una brutta idea, immagina di pagare tutto con la carta di credito
    • arlon scrive:
      Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
      In questo caso, non sono d'accordo.Il voto elettronico è più facilmente falsificabile sui grandi numeri (a monte), e dei "controllori" (chi controlla loro?) mi fido meno di zero.
    • no berluska scrive:
      Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
      - Scritto da: Angelone
      Il problema è la corruzione non il voto
      elettronico.

      Esattamente come il bullismo: penalizzare il
      MEZZO anzichè le
      INTENZIONI.Se il MEZZO è fallace, certo:http://luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1431http://youtube.com/watch?v=uz_N6p-CqyIhttp://youtube.com/watch?v=4UvEuqYyDoE 8)
      • Angelone scrive:
        Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
        - Scritto da: no berluska

        - Scritto da: Angelone

        Il problema è la corruzione non il voto

        elettronico.



        Esattamente come il bullismo: penalizzare il

        MEZZO anzichè le

        INTENZIONI.



        Se il MEZZO è fallace, certo:


        http://luogocomune.net/site/modules/news/article.p

        http://youtube.com/watch?v=uz_N6p-CqyI

        http://youtube.com/watch?v=4UvEuqYyDoE

        8)Qualsiasi... e ripeto QUALSIASI mezzo umano è fallace. So solo che se votassi da casa allo stato costerebbe di meno.Il problema ripeto è la corruzione, non il mezzo. Non venirmi a dire che prima di oggi non ci sono mai stati casi di schede falsificate!Fosse per me i politici dopo un paio di anni dovrebbero cambiare lavoro lasciando spazio a persone giovani. A che servono certe mummie in parlamento che non sanno nemmeno come si accende un computer?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
      L'ennesimo passo indietro di questo governo.Dopo il blocco di tutte le riforme del governo precedente rischiamo di dover rinunciare a qualsiasi forma di progresso e innovazione.Poveri noi...SìGlobal
      • Anonimo scrive:
        Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
        - Scritto da:
        L'ennesimo passo indietro di questo governo.
        Dopo il blocco di tutte le riforme del governo
        precedente rischiamo di dover rinunciare a
        qualsiasi forma di progresso e
        innovazione.
        Poveri noi...

        SìGlobalriforme? quali riforme ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ennesima dimostrazione di ignoranza
          La riforma delle Pensioni, ora di nuovo sotto esame, che dovrebbe partire nel 2008. Forse insufficiente.La riforma dei tributi, in cui possono entrare anche i comuni nel combattere l'evasione fiscale (ovviamente ricavandone percentuali). Parte nel 2008 e entra a regime nel 2015.Ci sono state altre riforme di minore importanza.Ma tutte hanno un nodo in comune.Sono spalmate negli anni, e soprattutto riguardano legislature ed esecutivi futuri: chiaro l'intento di non perderci in popolarità. Quest'ultima è un'accusa mossa dall'Ulivo al gov. Berlusconi.Ora si comincierà a verificare ciò: dovranno far entrare loro a regime quelle riforme e perderci in voti.
  • pierob scrive:
    bene!
    è interessante leggere cosa scrive Bruce Schneier su CRYPTO-GRAM del 15 novembre 2006 su"Tecnologia e sicurezza del voto elettronicoAncora sulle macchine per il voto elettronicoLimprecisione intrinseca del votoLa necessità di funzionari elettorali professionali"ved. URL: http://www.schneier.com/crypto-gram-0611.htmlsaluti Piero--------------Sara costoso ricontare ma vista l'anomalia statistica sulle schede bianche sarebbe meglio ricontare. Inzialmente su un campione rappresentavo delle sezioni e dopo, in caso di dubbio, su tutte.Aggiunta: Certo che il signor Pisanu affidando il conteggio cosidetto "elettronico" ad una azienda in cui c'era anche il figlio non ha fatto una bella figura. Miserie umane e politici piccoli piccoli.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 novembre 2006 07.38-----------------------------------------------------------
    • jkx scrive:
      RICONTARE?
      il riconteggio mi sembra un'assurdità inutile. Basterebbe pubblicare i risultati di tutti i seggi, comune per comune, sezione per sezione. 2 pagine sul sito del Ministeroe tutti gli italiani potrebbero controllare di persona.(idea letta qui su PI qualche gg fa)
  • jkx scrive:
    La SOLUZIONE è solo UNA...
    La soluzione è solo una, non ci sono altre alternative:Questa che dercriverò è sicuramente la sola ed unica soluzione applicabile, oggi e nei secoli a venire, in quanto la "roba" digitale non è mai, e non sarà mai esente da possibilità di contraffazione, alterazione o manomissione data la sua natura "inconsistente".Quindi le apparecchiature informatiche potranno servire solo ad un primo conteggio veloce, che dovrà essere poi confermato dal conteggio manuale successivo, che potrà essere però fatto con più calma, precisione e più velocemente (e ora spiego perchè).Allora, cominciamo dall'inizio:L'applicazione di sistemi informatici per le votazioni serve a:- votare- contareDurante l'operazione di voto si preme un bottone e, dopo le molteplici conferme di sicurezza, la macchina fa 2 operazioni:- registrazione del voto in digitale- stampa della scheda elettorale con la preferenza applicata.Il votante poi mette nell'urna quanto stampato dalla macchina e CONTROLLATO da se stesso.Finite le elezioni, tutte le macchine di voto comunicheranno i dati al ministero: con la semplice connessione internet presente nelle scuole, con wimax prestato dai militari, con un cellulare umts... boh come meglio si crede, tanto se qualcuno prova a falsare qualcosa lo si scoprirebbe il giorno dopo.In pochi secondi dalla chiusura delle urne si saprebbe già il risultato.E lo spoglio delle schede per la CONFERMA UFFICIALE potrebbe partire come sempre nei tempi previsti, ma CON PIU' CALMA, sempre entro il giorno successivo, ma senza i soliti litigi, senza le schede nulle, bianche e fette di mortadella: perchè in questo modo O VOTI, O NON VOTI .Non ci sarebbero più schede ambigue, in quanto ciò che stampa la macchina è preciso e univoco.E se si chiede conferma 4 volte prima di stampare e di memorizzare il voto, nessuno potrà dire di aver sbagliato (se sbaglia cavoli suoi, al massimo non consegna la scheda stampata... ma questi son particolari) LO SPOGLIO MANUALE CI DOVRA' SEPRE ESSERE.Io pur essendo una persona che utilizza strumenti informatici da ormai 10 anni, non mi fiderò mai e poi mai della loro sicurezza.Metti crittazioni, sorgenti pubbliche dei sistemi, canali protetti, sistemi da premio nobel... MA NON SARANNO MAI SICURI AL 100%La democrazia non può essere affidata ad un computer.Al massimo il computer può evitare qualsiasi tipo di discussione, velocizzando e aiutando moltissimo il momento dello spoglio manuale.Quanto ho brevemente esposto, è secondo me l'unica soluzione applicabile se vogliamo parlare di voto elettronico.E non stiamo a guardare cosa diavolo fanno negli USA.siete d'accordo?trovate dei punti deboli in questo metodo?fatemi sapere
    • Anonimo scrive:
      Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
      infatti, in brasile si usa un sistema simile, funziona da anni ed e' velocissimo...ovviamente si rischia che chi vince sia il VERO vincitore e non e', temo, tanto facile fare dei brogli elettorali come avviene da noi.
      • jkx scrive:
        Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
        - Scritto da:
        infatti, in brasile si usa un sistema simile,
        funziona da anni ed e'
        velocissimo...non sapevo del brasile...tnx ora approfondisco
    • falcone scrive:
      Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
      - Scritto da: jkx
      [...] tutte le macchine di voto
      comunicheranno i dati al ministero: con la
      semplice connessione internet presente nelle
      scuole, con wimax prestato dai militari, con un
      cellulare umts... boh come meglio si crede, tanto
      se qualcuno prova a falsare qualcosa lo si
      scoprirebbe il giorno
      dopo.
      [...]ATTENTO. Anche stavolta Berlusconi ha tentato di bloccare gli scrutini, per poi gestire COL SUO GOVERNO il riconteggio dei voti, con Pisanu ministro! Ancora un'altra volta ringraziamo Ciampi che l'ha bloccato!Anche con la tua ipotesi, una volta annunciato un vincitore farlocco, magari proprio per il sospetto di brogli, il governo in carica può restare in sella per gestire LUI i controlli.Spendiamo tanti soldi per cose inutili (per esempio le 19 automobili, di cui 16 blindate, con 29 agenti di scorta che B. ha assegnato a se stesso dopo che aveva già perso le elezioni), che possiamo accettare di spendere un po' di più per avere più sicurezza, e aspettare qualche ora per avere i risultati.
      • jkx scrive:
        Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
        - Scritto da: falcone...
        che
        possiamo accettare di spendere un po' di più per
        avere più sicurezza, e aspettare qualche ora per
        avere i
        risultati.quindi non ho capito, preferiresti che tutto rimanesse manuale?
    • miomao scrive:
      Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
      [cut]
      venire, in quanto la "roba" digitale non è
      mai, e non sarà mai esente da possibilità di
      contraffazione, alterazione o manomissione
      data la sua natura
      "inconsistente".[cut]Purtroppo sei uno dei pochi che lo capiscono.Un altro fortunatamente è Amato o chi per lui.
    • Anonimo scrive:
      Re: La SOLUZIONE è solo UNA...

      siete d'accordo?
      trovate dei punti deboli in questo metodo?

      fatemi sapereDa sempre appoggio questa idea. Solamente alcuni appunti.a) La scheda DEVE essere stampata dalla macchinetta (altrimenti sai schede rovescie o altro?) mentre la registrazione del votante no, deve essere "alla vecchia" registrata a mano nel seggio. b) deve esserci un allineamento perfetto tra la scheda cartacea e il voto elettronico pena infinite discussioni. e qui c'è un grosso problema. Dopo la conferma e la stampa cartacea sul foglio elettorale c'è il tragitto tra la macchinetta e l'urna. E qui può succedere di tutto. Se tizio ci ripensa, e decide di voler annullare la sua scheda, e la strappa o peggio, c'è un disallineamento. Sarebbe necessario annullare sulla macchinetta il voto appena espresso, ma se i presidenti di seggio potessero farlo sarebbe pericoloso. La soluzione sarebbe quella che la stampa va a finire direttamente nell'urna, senza poter essere toccato. Ma in questo modo l'utente non può controllare se la macchinetta ha stampato correttamente.La soluzione è che dopo stampato, il foglio passi in un "tunnel" di vetro, dove l'utente controlla la correttezza della stampa. Se la stampa non è corretta, o ci ha ripensato, schiaccia un tasto e annulla. in questo caso la scheda viene distrutta automaticamente dalla macchina stessa. Se confermato la scheda prosegue il tragitto verso l'urna sigillata.Se annullato, il tizio può rivotare oppure no. Se non rivota, la macchinetta tiene conto dei "non voti".d) Se la scheda è "illeggibile" o altro, può chiedere l'intervento del presidente di seggio che contatterà un tecnico per riparare la macchientta. Le operazioni di voto non si possono spostare da un seggio ad un'altro, pena il problema di registrazione della persona al voto. Basterebbe ridurre il numero di seggi aumentando il numero di macchinette per ogni seggio. Almeno se una macchinetta si rompre non interrompe il voto ma lo rallenta e basta.e) Lo scrutinio deve verificare che i votanti, devono essere la somma delle schede più i "non voti". Poi conteggiare i voti (non dovrebbero esserci contestazioni su voti dubbi, in questo caso - ma deve esserci la possibilità di votare scheda bianca)Il costo del dispositivo, e il numero di persone che comunque devono essere presenti probabilmente farebbe più conveniente votare ancora alla vecchia. Non è la morte aspettare qualche ora in più per il risultato... Sicuramente sarebbe più preciso, ma broglietto di qui, broglietto di là, supponendo che nei totali dei seggi ci sia un'orientamento politico medio simile a quello nazionale, il totale dei brogli dovrebbe variare il risultato singolo, ma tenere immutato il totale nazionale, e quindi il voto sarebbe democraticamente corretto. Io punto ancora sul voto manuale....
      • Anonimo scrive:
        Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
        - Scritto da:
        Io punto ancora sul voto manuale....Il vero problema del voto e conteggio manuale è nella lentezza e nel costo.Il chè impedirà sempre più una frequente consultazione dei cittadini per decidere su aspetti importanti della loro vita.Per es. si limiteranno i ricorsi ai referundum a causa degli eccessivi costi.Col voto elettronico sarebbe più facile immaginare un più frequente ricorso a forme di consultazione popolare per decidere su temi rilevanti o abrogare leggi particolarmente controverse.Il vero problema a mio avviso è che se uan società democratica tende a spaccarsi, come sembra quella italiana tenda a fare, tra 2 o più schieramenti, non ci sarà voto democratico che tenga per prender decisioni e farla funzionare: nè elettronico nè manuale.
      • jkx scrive:
        Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
        - Scritto da: ...
        a) La scheda DEVE essere stampata dalla
        macchinetta (altrimenti sai schede rovescie o
        altro?) mentre la registrazione del votante no,
        deve essere "alla vecchia" registrata a mano nel
        seggio.Ma è indifferente... Si, forse per l'anonimato, è meglio non si potrebbero fare incroci di dati...
        b) deve esserci un allineamento perfetto tra la
        scheda cartacea e il voto elettronico pena
        infinite discussioni. e qui c'è un grosso
        problema. Dopo la conferma e la stampa cartacea
        sul foglio elettorale c'è il tragitto tra la
        macchinetta e l'urna. E qui può succedere di
        tutto. Se tizio ci ripensa, e decide di voler
        annullare la sua scheda, e la strappa o peggio,
        c'è un disallineamento. Sarebbe necessario
        annullare sulla macchinetta il voto appena
        espresso, ma se i presidenti di seggio potessero
        farlo sarebbe pericoloso. La soluzione sarebbe
        quella che la stampa va a finire direttamente
        nell'urna, senza poter essere toccato. Ma in
        questo modo l'utente non può controllare se la
        macchinetta ha stampato
        correttamente.
        La soluzione è che dopo stampato, il foglio passi
        in un "tunnel" di vetro, dove l'utente controlla
        la correttezza della stampa. Se la stampa non è
        corretta, o ci ha ripensato, schiaccia un tasto e
        annulla. in questo caso la scheda viene distrutta
        automaticamente dalla macchina stessa. Se
        confermato la scheda prosegue il tragitto verso
        l'urna
        sigillata.
        Se annullato, il tizio può rivotare oppure no. Se
        non rivota, la macchinetta tiene conto dei "non
        voti".è troppo complicato e secondo me inutile.Il voto legittimo ed ufficiale rimane quello cartaceo stampato dalla macchinetta.Se per qualsiasi motivo non finisce nell'urna, chissenefrega. Si segna che Mr.X non ha votato.O meglio. Basta fare un sistema che il voto venga memorizzato definitivamente solo quando la scheda viene inserita nell'urna (con un chippino RFID per esempio).Deve essere semplice e trasparente...
    • swamiji65 scrive:
      Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
      - Scritto da: jkx
      La soluzione è solo una, non ci sono altre
      alternative:Condivido pienamente ed e' esattamente cio' che illustravo ad un amico, e poiche' mi sembra cosi' ovvia e naturale, non riesco a capire perche' ci mettano tanto ad applicarla.Comunque non escludo la possibilita' che ci siano altre soluzioni altrettanto valide che non mi vengono in mente. Di certo questa e' sicura, affidabile ed addirittura potrebbe essere anche un sistema per evitare imbrogli... (ma forse e' per questo che nessuno la propone, fa comodo a tutti i malintenzionati avere un sistema 'fallibile', sia a dx che a sx*).Del resto perche' la sx non desidera smascherare i brogli della dx, che in effetti, e senza deaglio, sembrano cosi' palesi?Ma veramente per il bene pubblico? Per difendere il sistema democratico?E cioe' il sistema democratico si difenderebbe occultando imbrogli per non mettere alla luce i difetti stessi del sistema??? Mah!?!swamiji65p.s.: Che fine hanno fatto le schede (a favore di F.I.) trovate gettate lungo la strada?E chi le ha gettate? Qualcuno di sx per eliminare voti alla dx o qualcuno di dx che aveva preso schede bianche e le stava portando da qualche parte, poi magari prima di un posto di blocco le ha gettate nella spazzatura?L'unica cosa che si puo' affermare e' che a nessuno piace la verita'! * si fa per dire sinistra, questo termine indica solo il gruppo che si oppone alla destra, ma di ideologia ha veramente poco. Si tratta di un'altra destra mascherata da sinistra.
    • Anonimo scrive:
      Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
      - Scritto da: jkx
      trovate dei punti deboli in questo metodo?Si, parecchi.Andiamo con ordine.
      la "roba" digitale non è mai, e non sarà mai
      esente da possibilità di contraffazione,
      alterazione o manomissioneAnche la roba "fisica", non solo quella "digitale".In entrambi i casi, poi, vale lo stesso principio che per scoprire una contraffazione serve un esperto, e non è detto che ci si riesca.
      Quindi le apparecchiature informatiche
      potranno servire solo ad un primo conteggio
      veloce, che dovrà essere poi confermato dal
      conteggio manuale successivo, che potrà
      essere però fatto con più calma, precisione
      e più velocemente (e ora spiego perchè).Quindi dici che il dato cartaceo sarebbe quello validante?O, meglio, l'unico importante ai fini del risultato elettorale?
      L'applicazione di sistemi informatici per le
      votazioni serve a:

      - votare
      - contareOk.
      meglio si crede, tanto se qualcuno prova a
      falsare qualcosa lo si scoprirebbe il giorno
      dopo.Sicuro?E come, con un governo in carica responsabile di brogli?Perché sarebbe il governo in carica a fare i controlli...
      In pochi secondi dalla chiusura delle urne
      si saprebbe già il risultato.Ma è così importante?
      E lo spoglio delle schede per la CONFERMA
      UFFICIALEOk, il voto cartaceo è proprio quello validante.
      senza le schede nulle, bianche e fette di
      mortadella: perchè in questo modo O VOTI,
      O NON VOTI.Calma.Un eventuale sistema informatico non deve diminuire la mia libertà: se io voglio votare bianca o nulla, il sistema me lo deve poter permettere.Contrariamente a quello che si pensa normalmente, sia le schede bianche che quelle nulla hanno un significato ben preciso all'interno di una votazione, le nulle aumentano il totale dei votanti ai fini del calcolo delle percentuali (o del raggiungimento del quorum, in caso di referendum) ma non vengono assegnate a nessuno, le bianche hanno lo stesso effetto ma vengono distribuite su ogni partito in base ai risultati ottenuti da quel partito (e questo può portare al superamento di eventuali quorum di sbarramento).E, last but not least, sia le bianche che le nulle hanno un significato politico ben preciso .Idem le fette di mortadella dentro alla scheda, con la scritta "Vi siete mangiati tutto, mangiatevi anche questa".Pure queste hanno un significato politico ben preciso.Quindi, qualsiasi tipo di voto elettronico deve mantenere queste caratteristiche, e non deve limitare la mia libertà.
      LO SPOGLIO MANUALE CI DOVRA' SEPRE ESSERE.Abbiamo capito che il dato cartaceo deve essere quello validante.Ora, se il risultato delle elezioni deve dipendere dal dato cartaceo, perché dovremmo introdurre un sistema di questo tipo?Per risparmiare tempo?Citando un personaggio della nostra storia, me ne frego del risparmio di tempo, non mi interessa nulla avere risultati contestabilissimi in poco tempo!Carta, matita copiativa e le procedure italiane di spoglio dei risultati, pochi lo sanno ma a livello internazionale il sistema di voto italiano è considerato uno dei più sicuri, per il fatto che quando il voto è già su carta, difficilmente si riescono a fare brogli.I brogli avvengono prima (voto di scambio tramite il controllo di preferenze multiple concordate precedentemente, schede rubate e consegnate già compilate all'elettore, che deve portare fuori una scheda bianca a conferma del voto, da compilare nuovamente per esser consegnata ad un nuovo elettore, ecc...).E buona parte di questo tipo di brogli non è eliminabile con il voto elettronico.
      • jkx scrive:
        Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
        - Scritto da:
        - Scritto da: jkx



        trovate dei punti deboli in questo metodo?

        Si, parecchi.


        Andiamo con ordine.



        la "roba" digitale non è mai, e non sarà mai

        esente da possibilità di contraffazione,

        alterazione o manomissione

        Anche la roba "fisica", non solo quella
        "digitale".
        In entrambi i casi, poi, vale lo stesso principio
        che per scoprire una contraffazione serve un
        esperto, e non è detto che ci si
        riesca.
        Il digitale complica le cose in quanto non è concepibile per moltissima gente.E' molto più facile (nell'atto pratico) copiare un dvd che aprire un lucchetto.


        Quindi le apparecchiature informatiche

        potranno servire solo ad un primo conteggio

        veloce, che dovrà essere poi confermato dal

        conteggio manuale successivo, che potrà

        essere però fatto con più calma, precisione

        e più velocemente (e ora spiego perchè).

        Quindi dici che il dato cartaceo sarebbe quello
        validante?
        O, meglio, l'unico importante ai fini del
        risultato
        elettorale?
        SI


        L'applicazione di sistemi informatici per le

        votazioni serve a:



        - votare

        - contare

        Ok.



        meglio si crede, tanto se qualcuno prova a

        falsare qualcosa lo si scoprirebbe il giorno

        dopo.

        Sicuro?
        E come, con un governo in carica responsabile di
        brogli?
        Perché sarebbe il governo in carica a fare i
        controlli...
        Chiunque può chiedere di entrare nel sistema di spoglio elettorale... basta fare domanda.


        In pochi secondi dalla chiusura delle urne

        si saprebbe già il risultato.

        Ma è così importante?
        Si.Avere un doppio riscontro è sempre meglio.


        E lo spoglio delle schede per la CONFERMA

        UFFICIALE

        Ok, il voto cartaceo è proprio quello validante.



        senza le schede nulle, bianche e fette di

        mortadella: perchè in questo modo O VOTI,

        O NON VOTI.

        Calma.
        Un eventuale sistema informatico non deve
        diminuire la mia libertà: se io voglio
        votare bianca o nulla, il sistema me lo deve
        poter
        permettere.
        Contrariamente a quello che si pensa normalmente,
        sia le schede bianche che quelle nulla hanno un
        significato ben preciso all'interno di una
        votazione, le nulle aumentano il totale dei
        votanti ai fini del calcolo delle percentuali (o
        del raggiungimento del quorum, in caso di
        referendum) ma non vengono assegnate a nessuno,
        le bianche hanno lo stesso effetto ma vengono
        distribuite su ogni partito in base ai risultati
        ottenuti da quel partito (e questo può portare al
        superamento di eventuali quorum di
        sbarramento).

        E, last but not least, sia le bianche che le
        nulle hanno un significato politico ben
        preciso .

        Idem le fette di mortadella dentro alla scheda,
        con la scritta "Vi siete mangiati tutto,
        mangiatevi anche
        questa".
        Pure queste hanno un significato politico ben
        preciso.


        Quindi, qualsiasi tipo di voto elettronico
        deve mantenere queste caratteristiche, e
        non deve limitare la mia
        libertà.
        No ma se sono bianche, nulle, valide c'è una bella differenza, quindi, dato checi sono sempre inutili e lunghe dispute tra le parti che prendono parte allo spoglio, sarebbe meglio evitare i casi dubbi.Se proprio vogliono gli anarchici, ci mettiamo anche il pulsante "scheda bianca" "scheda nulla" e "fetta di mortadella".Basta che poi non si discuta una volta imbucato il voto nell'urna.


        LO SPOGLIO MANUALE CI DOVRA' SEPRE ESSERE.

        Abbiamo capito che il dato cartaceo deve essere
        quello
        validante.


        Ora, se il risultato delle elezioni deve
        dipendere dal dato cartaceo, perché
        dovremmo introdurre un sistema di questo
        tipo?

        Per risparmiare tempo?

        Citando un personaggio della nostra storia, me
        ne frego del risparmio di tempo, non mi
        interessa nulla avere risultati contestabilissimi
        in poco
        tempo!
        ripeto che serve per avere un doppio riscontro e per avere schede con il significato univoco.E' solo questo che accellerebbe la fase di spoglio.
        Carta, matita copiativa e le procedure
        italiane di spoglio dei risultati, pochi
        lo sanno ma a livello internazionale il sistema
        di voto italiano è considerato uno dei più
        sicuri, per il fatto che quando il voto è
        già su carta, difficilmente si riescono a
        fare
        brogli.

        I brogli avvengono prima (voto di scambio tramite
        il controllo di preferenze multiple concordate
        precedentemente, schede rubate e consegnate già
        compilate all'elettore, che deve portare fuori
        una scheda bianca a conferma del voto, da
        compilare nuovamente per esser consegnata ad un
        nuovo elettore,
        ecc...).

        E buona parte di questo tipo di brogli non
        è eliminabile con il voto
        elettronico.
        Scusa ma come si fa a rubare delle schede bianche su cui poi dovrà essere stampato il voto , e la machina che lo ha stampato (naturalmente gli ID delle macchine verrebbero generati casualmente nel momento dell'apertura delle elezioni)Secondo me si eviterebbero alcuni spiacevoli inconvenienti, senza provocarne altri, in quanto la tecnica di spoglio manuale non verrebbe intaccata.Unico inconveniente è che si potrebbe solo speculare in borsa sul risultato provvisorio (quello elettronico) di un'elezione...
    • Anonimo scrive:
      Re: La SOLUZIONE è solo UNA...
      - Scritto da: jkx
      La soluzione è solo una, non ci sono altre
      alternative:

      Questa che dercriverò è sicuramente la sola ed
      unica soluzione applicabile, oggi e nei secoli a
      venire, in quanto la "roba" digitale non è
      mai, e non sarà mai esente da possibilità di
      contraffazione, alterazione o manomissione
      data la sua natura
      "inconsistente".

      Quindi le apparecchiature informatiche potranno
      servire solo ad un primo conteggio veloce, che
      dovrà essere poi confermato dal conteggio manuale
      successivo, che potrà essere però fatto con più
      calma, precisione e più velocemente (e ora spiego
      perchè).

      Allora, cominciamo dall'inizio:

      L'applicazione di sistemi informatici per le
      votazioni serve
      a:

      - votare
      - contare

      Durante l'operazione di voto si preme un bottone
      e, dopo le molteplici conferme di sicurezza, la
      macchina fa 2
      operazioni:
      - registrazione del voto in digitale
      - stampa della scheda elettorale con la
      preferenza
      applicata.

      Il votante poi mette nell'urna quanto stampato
      dalla macchina e CONTROLLATO da se
      stesso.


      Finite le elezioni, tutte le macchine di voto
      comunicheranno i dati al ministero: con la
      semplice connessione internet presente nelle
      scuole, con wimax prestato dai militari, con un
      cellulare umts... boh come meglio si crede, tanto
      se qualcuno prova a falsare qualcosa lo si
      scoprirebbe il giorno
      dopo.


      In pochi secondi dalla chiusura delle urne si
      saprebbe già il
      risultato.

      E lo spoglio delle schede per la CONFERMA
      UFFICIALE potrebbe partire come sempre nei tempi
      previsti, ma CON PIU' CALMA, sempre entro il
      giorno successivo, ma senza i soliti litigi,
      senza le schede nulle, bianche e fette di
      mortadella: perchè in questo modo O VOTI, O
      NON
      VOTI .
      Non ci sarebbero più schede ambigue, in quanto
      ciò che stampa la macchina è preciso e
      univoco.
      E se si chiede conferma 4 volte prima di stampare
      e di memorizzare il voto, nessuno potrà dire di
      aver sbagliato (se sbaglia cavoli suoi, al
      massimo non consegna la scheda stampata... ma
      questi son particolari)



      LO SPOGLIO MANUALE CI DOVRA' SEPRE ESSERE.

      Io pur essendo una persona che utilizza strumenti
      informatici da ormai 10 anni, non mi fiderò mai e
      poi mai della loro
      sicurezza.
      Metti crittazioni, sorgenti pubbliche dei
      sistemi, canali protetti, sistemi da premio
      nobel... MA NON SARANNO MAI SICURI AL
      100%

      La democrazia non può essere affidata ad un
      computer.

      Al massimo il computer può evitare qualsiasi tipo
      di discussione, velocizzando e aiutando
      moltissimo il momento dello spoglio
      manuale.



      Quanto ho brevemente esposto, è secondo me
      l'unica soluzione applicabile se vogliamo parlare
      di voto
      elettronico.

      E non stiamo a guardare cosa diavolo fanno negli
      USA.


      siete d'accordo?
      trovate dei punti deboli in questo metodo?

      fatemi sapere
      perfetto, peccato che i buoni sistemi non piacciano agli intrallazzoni, e guarda caso al governo ce ne sono molti.
  • Anonimo scrive:
    Problema della tecnologia
    Se è immune a manomissioni esterne risulta poco trasparente per votanti e osservatori, se invece è trasparente può essere vulnerabile a modifiche sistematiche del voto
  • Brontoleus scrive:
    Ancora contro la libertà di espressione
    Ennesimo articolo del codice penale (volutamente scritto in minuscolo) contro la Libertà di Espressione sancita dall'Articolo 21 della Costituzione Italiana.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora contro la libertà di espressi
      - Scritto da: Brontoleus
      Ennesimo articolo del codice penale (volutamente
      scritto in minuscolo) contro la Libertà di
      Espressione sancita dall'Articolo 21 della
      Costituzione
      Italiana.la Costrizione italiana vorrai dire molto meglio le tavole della legge di Mosè
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora contro la libertà di espressi
      - Scritto da: Brontoleus
      Ennesimo articolo del codice penale (volutamente
      scritto in minuscolo) contro la Libertà di
      Espressione sancita dall'Articolo 21 della
      Costituzione
      Italiana.se non sbaglio il 656 è retaggio del Codice Roccohttp://punto-informatico.it/f/ms.aspx?m_id=1475313&m_rid=0
      • Brontoleus scrive:
        Re: Ancora contro la libertà di espressi
        - Scritto da:
        se non sbaglio il 656 è retaggio del Codice
        Rocco
        http://punto-informatico.it/f/ms.aspx?m_id=1475313Infatti gran parte del codice penale in vigore è nato durante il ventennio fascista dell'Italia monarchica, cioè un periodo ripudiato dall'Italia repubblicana figlia della Resistenza e che scrive a chiare lettere sia che l'Italia è Repubblica e non monarchia, sia che è vietata la ricostituzione del partito fascista.Di conseguenza qualunque cosa creata in quel periodo andava abrogata di netto con la nascita del nuovo Stato... ma purtroppo i padri della Resistenza hanno preferito evitare di ripartire da zero (cancellando TUTTI i reati d'opinione come avrebbe voluto la Costituzione, TUTTI nessuno escluso).
        • Anonimo scrive:
          Re: Ancora contro la libertà di espressi
          Ma c'e' ancora qualcuno tra di voi che crede, onestamente, nella buona fede dei politici d'oggi ?Le leggi ci sono e restano per un motivo semplice : vogliono fare (e fanno) come gli pare.Sempre.Inutile incazzarsi, ormai l'andazzo e' questo e l'unico modo per sbloccare le cose sarebbe quello di eliminare fisicamente sia le leggi inique (ripartendo da zero, con norme semplici e alla portata del cittadino) sia eliminare (con esilio, fisicamente con la ghigliottina) i personaggi corrotti della nostra politica, della magistratura, delle lobby, etc..etc..Insomma, il 50% della popolazione fancazzista che abbiamo in Italia.
  • Anonimo scrive:
    I soliti comunisti
    Italia paese di comunistibasta emigro e vado all'estero dove cè la vera democrazia
    • Anonimo scrive:
      Re: I soliti comunisti
      - Scritto da: dove cè
      • Anonimo scrive:
        Re: I soliti comunisti
        di certo non a Cuba, paesi dell'est, Cina, Corea del Nord etc.etc...ma tho che coincidenza...paesi comunisti!
        • Anonimo scrive:
          Re: I soliti comunisti
          Dove voi vediate tutti questi comunisti in Italia è davvero un mistero. Quelli che ritenete comunisti sono quelli che magari hanno le aziende o i panfili in Sardegna. Ma se lo dice 'lui'... sono tutti comunisti. Comunque secondo me è giusto bloccare il voto elettronico, purtroppo i dati elettronici sono ancora troppo facilmente manipolabili.
          • Anonimo scrive:
            Re: I soliti comunisti
            - Scritto da:
            Dove voi vediate tutti questi comunisti in Italia
            è davvero un mistero. Quelli che ritenete
            comunisti sono quelli che magari hanno le aziende
            o i panfili in Sardegna. Ma se lo dice 'lui'...
            sono tutti comunisti.Infatti i comunisti sono notoriamente dei grandi ipocriti. Ci sono un sacco di comunisti che posseggono una ditta e magari con dipendenti pagati in nero, ma loro distinguone sempre molto bene i principi ai quali dicono di ispirarsi da quello che realmente gli conviene.
    • Anonimo scrive:
      Re: I soliti comunisti
      ti consiglio l'iraq, lì l'hanno esportata da poco, è fresca fresca e godibile, ma magari prima fà testamento se hai qualcosa da lasciare, pulcioso :D
    • Anonimo scrive:
      Re: I soliti comunisti

      Italia paese di comunisti
      basta emigro e vado all'estero dove cè la vera
      democraziai soliti troll che promettono sempre di togliersi dalle scatole ma non lo fanno mai, purtroppo ah , piccola nota informativa, democrazia NON vuol dire che ha diritto di esistere solo quello che piace a te e NON vuol dire che ognuno può fare quello che gli pareper esempio nella nostra (pur imperfetta) democrazia i comunisti avrebbero diritto di esistere, di votare, di essere rappresentati senza tentativi di delegittimazione mentre gli evasori fiscali e i mafiosi no, ma purtroppo si verifica il contrario
    • Angelone scrive:
      Re: I soliti comunisti
      - Scritto da:
      Italia paese di comunisti
      basta emigro e vado all'estero dove cè la vera
      democraziae sopratutto non mangiano i bambini!(troll)
  • Anonimo scrive:
    Il film dei Deaglio è servito a qualcosa
    Dopo l' uscita del film, peraltro introvabile nelle edicole perchè andato a ruba, lo si trova solo scaricandolo con buon vecchio mulo,......il Governo improvvisamente ha deciso di stoppare la sperimentazione del voto elettronico e cacciarlo in soffitta per sempre.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il film dei Deaglio è servito a qual
      Pensavo fosse servito a far guadagnare Deaglio
      • Anonimo scrive:
        Re: Il film dei Deaglio è servito a qual
        soliti miscredenti! Deaglio ha detto la verità!!! Come Michael Moore...e come Dan Brown....e come Loredana Bertè...ormai basta essere famosi o fare il giornalista che ogni minchiat* che si dice, il gregge dei pecoroni subito ci abboccano...e gridano allo scandalo! ma com'è che giornalisti di destra che fanno ste cose non si sentono mai?? non so, magari un bel DVD su: "Il perchè se Berlusconi mette la bandana in testa ne parlano pure all'estero, mentre se Prodi gioca con le bance (UNIPOL) la notizia viene infossata il giorno dopo" ah già..la sinistra è moralmente superiore...
        • jkx scrive:
          15 € ??!!??
          ha detto cose interessanti...che abbia detto la verità è da vedere, e non credo che lo sappia nemmeno lui.Ha detto cose su cui è importante ragionare. Ma prenderle per oro colato...Intanto lo fa pagare 15 ... alla faccia sua. Se volesse veramente raggiungere ed informare TUTTI gli italiani, avrebbe dovuto distribuirlo quasi gratis su DVD e gratis su internet .Costa come un film!Ma lo avete visto? E' un unico montaggio di pezzi di repertorio presi qua e là e qualche intervista (6 o 7 al massimo).Questo per 15 ???Ma che Mission hai, Deaglio?Non ti vergogni un pochino?... solo un pochino...Comunque la sua parte, il video l'ha fatta.La gente parla di questi problemi...magari un po' traviata... ma l'importante è che se ne parli.E di questo bisogna riconoscere i meriti a Deaglio.Ma 15 ...!!!!I soldi se li è fatti sicuramente...e ora li spenderà in avvocati...ah forse è per quello che lo vende a 15! Aveva previsto possibili querele...(ci ho pensato solo ora!)buona giornata a tutti!___________________________________ps. comunque poteva firmarsi "Agente Italiano 2"e restare anonimo...gloria?credibilità?boh...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 novembre 2006 07.52-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Il film dei Deaglio è servito a qual
      - Scritto da:
      Dopo l' uscita del film, peraltro introvabile
      nelle edicole perchè andato a ruba, lo si trova
      solo scaricandolo con buon vecchio mulo,......il
      Governo improvvisamente ha deciso di stoppare la
      sperimentazione del voto elettronico e cacciarlo
      in soffitta per
      sempre.Deaglio ha sparato una marea di stronzate punto
      • Anonimo scrive:
        Re: Il film dei Deaglio è servito a qual
        l'importante è parlare di questi temi.cosa si dice al riguardo ha poca importanza.filosofia prima di agire(anche secondo me non è oro colato... ma merda colata, forse no)ciau
    • Anonimo scrive:
      Re: Il film dei Deaglio è servito a qual
      è impossibile che le schede nulle siano 2% in tutta italia da corleone a como!il voto è stato manomesso!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il film dei Deaglio è servito a qual
      Beh su questo non c'è dubbio.Cioè tu pensa ... tutti i sondaggi preelettorali davano 5 punti di scarto ( tutti allo stesso modo ), gli exit pool davano 5 punti di scarto (come i sondaggi), l'84% degli elettori ha votato, le schede bianche sono state pochissime ( perché l'elettore è stupido e se gli dai una scheda semplice vota meglio ) e la scheda era facilissima da modificare (in quanto indistinguibile).Tu capisci che di fronte a questa marea di coincidenze qualcuno poteva avere il dubbio.Se invece arriva uno che parte dall'affermazione assurda che il voto elettronico sia stato falsato e tutti sanno che in Italia il voto elettronico non conta ancora, permette ai magistrati di fugare definitivamente tale dubbio.No ?!?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il film dei Deaglio è servito a qual
        - Scritto da:
        Beh su questo non c'è dubbio.

        Cioè tu pensa ... tutti i sondaggi preelettorali
        davano 5 punti di scarto ( tutti allo stesso modo
        ), gli exit pool davano 5 punti di scarto (come i
        sondaggi), l'84% degli elettori ha votato, le
        schede bianche sono state pochissime ( perché
        l'elettore è stupido e se gli dai una scheda
        semplice vota meglio ) e la scheda era
        facilissima da modificare (in quanto
        indistinguibile).

        Tu capisci che di fronte a questa marea di
        coincidenze qualcuno poteva avere il
        dubbio.

        Se invece arriva uno che parte dall'affermazione
        assurda che il voto elettronico sia stato falsato
        e tutti sanno che in Italia il voto elettronico
        non conta ancora, permette ai magistrati di
        fugare definitivamente tale
        dubbio.

        No ?!?
        Perché allora non ricontano tutti i voti?Guarda caso è proprio il Mortazza a non volerlo....
        • Anonimo scrive:
          Re: Il film dei Deaglio è servito a qual

          Perché allora non ricontano tutti i voti?
          Guarda caso è proprio il Mortazza a non
          volerlo....Devo dire che negli ultimi anni la capacità di comprensione della lingua italiana e la coscienza storica sono alquanto scemate (inteso come verbo e non come sostantivo).Per quanto riguarda la coscienza storica la situazione è ancora più incredibile, uno può mandare i giovani del suo partito a ricontare le schede anche dieci volte, poi uscirsene dopo 6 mesi dicendo che non sono state ricontate e trova ancora qualcuno che gli crede.Incredibile questo paese.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il film dei Deaglio è servito a qual
            - Scritto da:


            Perché allora non ricontano tutti i voti?

            Guarda caso è proprio il Mortazza a non

            volerlo....

            Devo dire che negli ultimi anni la capacità di
            comprensione della lingua italiana e la coscienza
            storica sono alquanto scemate (inteso come verbo
            e non come
            sostantivo).

            Per quanto riguarda la coscienza storica la
            situazione è ancora più incredibile, uno può
            mandare i giovani del suo partito a ricontare le
            schede anche dieci volte, poi uscirsene dopo 6
            mesi dicendo che non sono state ricontate e trova
            ancora qualcuno che gli
            crede.

            Incredibile questo paese.
            proprio vero: gli Itagliani sono stati tutti r*nc*gli*niti con eccellente maestria, negli ultimi anni...IMHO la tv ne è principale artefice!fino a qualche anno fa, gente con tali conflitti di interessi non l'avrebbero mai ammessa neanche nell'atrio del parlamento...ora la gente nemmeno si ricorda della quantità di problemi legali...bah, tempo perso, ora arriva il solito trollone...che paese delle banane!
  • Anonimo scrive:
    puara della tecnologia?
    A quanto pare qualcuno comincia a spaventarsi ancor prima di giungere ad una conclusione su quello che veramente è accaduto. Qualcuno sembra abbia colto al balzo l'occasione per eliminare un sistema che è difficile da "corrompere/abbindolare/comprare".Questa mossa è un passo in dietro.
    • Anonimo scrive:
      Re: puara della tecnologia?
      puara ?hahahahahahahahahahahROTFL ROTFL
    • Anonimo scrive:
      Re: puara della tecnologia?
      - Scritto da:
      Qualcuno sembra
      abbia colto al balzo l'occasione per eliminare un
      sistema che è difficile da
      "corrompere/abbindolare/comprare".Difficile da corrompere/abbindolare/comprare???È MOLTO, MOLTO più facile taroccare una votazione mediata da macchine il cui funzionamento non è trasparente al votante.Il voto è una di quelle cose per le quali l'informatica non può essere d'aiuto.Che l'abbiano eliminato per il motivo o per il motivo sbagliato poco importa, meglio così. Amen.
    • Anonimo scrive:
      Re: puara della tecnologia?

      Qualcuno sembra
      abbia colto al balzo l'occasione per eliminare un
      sistema che è difficile da
      "corrompere/abbindolare/comprare".
      Questa mossa è un passo in dietro.
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Negli Stati Uniti alcuni seggi elettronici hanno trasmesso più voti dei votanti.... fai tu. :D :D :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: puara della tecnologia?
        Qui da noi invece scrutatori e presidenti (non di certo in lombardia e veneto) quando vedevano una scheda bianca ci mettevano sopra una bella X sopra al Partito (con la maiuscola)....molto più facile taroccare i verbali e le schede a manina...
        • Anonimo scrive:
          Re: puara della tecnologia?
          - Scritto da:
          Qui da noi invece scrutatori e presidenti (non di
          certo in lombardia e veneto) quando vedevano una
          scheda bianca ci mettevano sopra una bella X
          sopra al Partito (con la maiuscola)....molto più
          facile taroccare i verbali e le schede a
          manina...guarda cojone che per questa affermazione qualcuno potrebbe volere il tuo IP, l'hai detta grossa...
          • Anonimo scrive:
            Re: puara della tecnologia?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Qui da noi invece scrutatori e presidenti (non
            di

            certo in lombardia e veneto) quando vedevano una

            scheda bianca ci mettevano sopra una bella X

            sopra al Partito (con la maiuscola)....molto più

            facile taroccare i verbali e le schede a

            manina...


            guarda cojone che per questa affermazione
            qualcuno potrebbe volere il tuo IP, l'hai detta
            grossa...Hanno chiesto l'IP a Berlusconi? (newbie)
          • Anonimo scrive:
            Re: puara della tecnologia?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Qui da noi invece scrutatori e presidenti (non

            di


            certo in lombardia e veneto) quando vedevano
            una


            scheda bianca ci mettevano sopra una bella X


            sopra al Partito (con la maiuscola)....molto
            più


            facile taroccare i verbali e le schede a


            manina...





            guarda cojone che per questa affermazione

            qualcuno potrebbe volere il tuo IP, l'hai detta

            grossa...

            Hanno chiesto l'IP a Berlusconi? (newbie)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)I Parlamentari con l'immunità possono dire quello che vogliono... Se non sei un parlamentare ci andrei piano con certe affermazioni, non è un caso se anche i giornali del cavaliere le riportano come opinioni sue, sai non si sa mai qualche presidente di seggio o qualche scrutatore potrebbe sentirsi diffamato.
        • Anonimo scrive:
          Re: puara della tecnologia?
          - Scritto da:
          Qui da noi invece scrutatori e presidenti (non di
          certo in lombardia e veneto) quando vedevano una
          scheda bianca ci mettevano sopra una bella X
          sopra al Partito (con la maiuscola)....molto più
          facile taroccare i verbali e le schede a
          manina...certo, con gli scrutatori degli altri partiti che stavano a guardare senza protestare e con i presidenti che in qualità di pubblici ufficiali si esponevano a problemi penalima trollare con un po' di buon senso no eh ?
          • Anonimo scrive:
            Re: puara della tecnologia?

            certo, con gli scrutatori degli altri partiti che
            stavano a guardare senza protestare e con i
            presidenti che in qualità di pubblici ufficiali
            si esponevano a problemi
            penaliNon è così semplice. I seggi sono tanti, gli osservatori pochi e non è possibile controllare tutti i seggi tutto il tempo.E' scontata invece la reazione dei soliti rossi: screditare (sei un troll), e rivolgersi alla magistratura.
        • Anonimo scrive:
          Re: puara della tecnologia?
          - Scritto da:
          Qui da noi invece scrutatori e presidenti (non di
          certo in lombardia e veneto) quando vedevano una
          scheda bianca ci mettevano sopra una bella X
          sopra al Partito (con la maiuscola)....molto più
          facile taroccare i verbali e le schede a
          manina...Sai è un reato e sarebbe il caso tu andassi a denunciarlo se sai di casi del genere dal momento che altrimenti è favoreggiamento... se invece è l'n-sima trollata sei pregato, alle prossime elezioni, d'andare a guardarti le operazioni di scrutinio che sono pubbliche.
        • Anonimo scrive:
          Re: puara della tecnologia?
          - Scritto da:
          Qui da noi invece scrutatori e presidenti (non di
          certo in lombardia e veneto) quando vedevano una
          scheda bianca ci mettevano sopra una bella X
          sopra al Partito (con la maiuscola)....molto più
          facile taroccare i verbali e le schede a
          manina...Non diciamo cagate. Il voto elettronico è ultra-taroccabile da chi comanda. Punto.E' uno dei pochi casi in cui i computer fanno male all'uomo.
          • Anonimo scrive:
            Re: puara della tecnologia?
            - Scritto da:
            L'opzione 4: Questo è molto difficile da
            risolvere; purtroppo una delle pecche ...ma
            non è un problema informatico...Ultimamente a questo riguardo si puo' fare qualcosa a livello informatico; ovviamente si parla si trusted e di pacchetti TCP criptati.C'e' bisogno di 3 entita' che non siano in contatto tra loro : tutti vengono loggati per ogni operazione a livello di singolo pacchetto.Nessuno puo' guardare i propri log, ma solo quelli degli altri soggetti, i log sono criptati e si puo' risalire ad ogni singola operazione fatta da un altro soggetto.Non posso dirvi di piu', e' bello complicato ma anche molto sicuro.
          • Anonimo scrive:
            Re: puara della tecnologia?
            è interessante, hai qualche link a riguardo?
          • Anonimo scrive:
            Re: puara della tecnologia?
            - Scritto da:

            Ho quotato queste righe ma mi riferisco a chi è
            convinto che non sia possibile votare
            online.Hai scritto una spataffiata di testo parlando della sicurezza della macchina del voto quando il problema sta da tutt'altra parte... ovvero la VERIFICABILITA' del voto....e purtroppo la combinata verificabilità+segretezza+macchina non trasparente è inattuabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: puara della tecnologia?
            cosa intendi per verificabilità?In attesa di una tua risposta ti faccio notare che l'obiettivo di quello che ho scritto nella spataffiata è A) ridurre i costiB)aumentare la velocità del processo delle elezioni(si ricollega alla riduzione di costi)C) ridurre la taroccabilità
    • Anonimo scrive:
      Re: puara della tecnologia?

      Qualcuno sembra abbia colto al balzo l'occasione
      per eliminare un sistema che è difficile da
      "corrompere/abbindolare/comprare".si come no, una chiavetta usb inespugnabile trasportata nella tasca di un pantalone blindato...
      • Anonimo scrive:
        Re: puara della tecnologia?
        - Scritto da:

        Qualcuno sembra abbia colto al balzo l'occasione

        per eliminare un sistema che è difficile da

        "corrompere/abbindolare/comprare".



        si come no, una chiavetta usb inespugnabile
        trasportata nella tasca di un pantalone
        blindato...Se fosse fatta seriamente la chiavetta sarebbe crittata e firmata digitalmente, quindi anche se la rubi te ne fai nulla
        • Anonimo scrive:
          Re: puara della tecnologia?
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Qualcuno sembra abbia colto al balzo
          l'occasione


          per eliminare un sistema che è difficile da


          "corrompere/abbindolare/comprare".







          si come no, una chiavetta usb inespugnabile

          trasportata nella tasca di un pantalone

          blindato...

          Se fosse fatta seriamente la chiavetta sarebbe
          crittata e firmata digitalmente, quindi anche se
          la rubi te ne fai
          nullail problema è che più che rubata verrebbe riscritta e proprio da chi ha la chiave crittografica
Chiudi i commenti