La trasparenza non dipende da Wikipedia

Le modifiche si affollavano sugli articoli dedicati a due politici dell'Arkansas. A tutelare la loro reputazione erano degli impiegati statali. Ma un giudice ha deciso che nessuno dovrà sapere nulla
Le modifiche si affollavano sugli articoli dedicati a due politici dell'Arkansas. A tutelare la loro reputazione erano degli impiegati statali. Ma un giudice ha deciso che nessuno dovrà sapere nulla

Esistono gli strumenti per verificare l’affidabilità di Wikipedia, esiste il modo di assicurarsi che non sorgano conflitti di interessi tra coloro che edificano gli articoli dell’enciclopedia libera e gli oggetti degli articoli. Ma la trasparenza offerta dalla rete si scontra con la cortina impenetrabile che le autorità fanno calare sugli eventi.

Wikipedia è uno strumento che politici e spin doctor tengono costantemente sotto controllo: gli articoli sono un termometro della società civile connessa, gli articoli possono scatenare scandali e adombrare reputazioni, possono portare alla luce verità ignote ai più. Per questo motivo molti di coloro che vengono chiamati in causa dei wikipediani agiscono per rettificare, aggiustare gli articoli , conquistarsi l’ultimo edit.

Anche in Arkansas il mondo politico ha condotto la propria battaglia contro Wikipedia, brandendo le armi di Wikipedia: negli scorsi anni fervevano le modifiche sulle pagine dedicate al governatore Mike Beebe e all’ex governatore Mike Huckabee . L’uno tacciato di omosessualità, l’altro accusato di utilizzare l’aereo messo a disposizione dall’amministrazione per trastullarsi in impegni personali, le affermazioni che i wikipediani componevano riguardo ai due politici venivano prontamente rimosse .

La contingenza aveva insospettito due reporter di Associated Press : impugnato Wikiscanner , che ha consentito di confrontare gli indirizzi IP degli autori delle modifiche con database pubblici, era emerso che a epurare la pagine dei due politici erano persone che operavano da computer ospitati in uffici della pubblica amministrazione . La legge dell’Arkansas vieta di utilizzare le risorse della pubblica amministrazione per scopi politici, ma la frenetica attività di propaganda condotta dagli impiegati statali sembrava essere giustificata dall’urgenza: era il momento del cambio al vertice e la reputazione del successore di Huckabee avrebbe dovuto risultare intonsa.

I giornalisti di AP avevano chiesto di poter conoscere l’esatta localizzazione dei cinque computer da cui sono state effettuate le modifiche per dimostrare che, grazie anche al supporto delle tecnologie, ciascun cittadino avrebbe potuto esercitare il proprio diritto a vivere in una società più trasparente. Ma le autorità non hanno accolto la richiesta formulata sulla base del Freedom Of Information Act ( FOIA ): il giudice Marion Humphrey ha rifiutato di rivelare le informazioni “per ragioni di sicurezza”.

La difesa ha mostrato al giudice che con una semplice ricerca online è possibile ottenere liste complete di indirizzi IP delle strutture statali, ha tentato di spiegare che i malintenzionati non hanno bisogno delle informazioni che la corte avrebbe dovuto rendere accessibili alla società civile. Il capo del dipartimento informatico della pubblica amministrazione ha convinto il giudice del fatto che diffondere pubblicamente la localizzazione degli IP aprirebbe “vaste falle” nella sicurezza a favore dei malintenzionati.

Gaia Bottà

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 12 2008
Link copiato negli appunti