Larry Page, il CEO che sapeva troppo

Gli azionisti di Google sul piede di guerra: i vertici avrebbero sempre saputo dell'illecito derivante dalle inserzioni farmaceutiche su AdWords. Violando così il rapporto fiduciario con gli shareholder

Roma – Tempi duri per il nuovo CEO di Google Larry Page. Un’azionista del colosso di Mountain View ha avviato una causa legale presso una corte di San José, accusando gli stessi vertici di BigG di aver facilitato l’importazione illecita di medicine canadesi nel mercato statunitense .

In sostanza, Google avrebbe violato il rapporto fiduciario con i suoi azionisti , in seguito all’ accordo da 500 milioni di dollari con il governo statunitense. Secondo l’accusa – guidata da una donna residente in Pennsylvania – il CEO Larry Page sarebbe stato a conoscenza dell’illecito derivante dalle inserzioni relative a farmacie operative in paesi come appunto il Canada.

Mistero sulle richieste economiche da parte dell’azionista, che ha sottolineato come Google abbia fornito informazioni fuorvianti ai suoi shareholder . La Grande G avrebbe accuratamente evitato di specificare i proventi generati dall’inclusione illecita delle inserzioni all’interno dei meccanismi della piattaforma AdWords.

Sulla consapevolezza dell’illecito da parte di Page si è espresso anche un avvocato del Rhode Island, nell’ambito dell’inchiesta scatenata dal Dipartimento di Giustizia. “Larry Page sapeva cosa stava accadendo – ha spiegato Peter Neronha – e lo sappiamo dai documenti che abbiamo visionato nel corso delle indagini”.

E i vertici di Google l’hanno ribadito ancora una volta: l’azienda di Mountain View non avrebbe mai dovuto implementare le inserzioni farmaceutiche all’interno di AdWords . Mentre un recente articolo del Wall Street Journal ha sottolineato come il regno del nuovo CEO sia stato già contrassegnato da significativi fallimenti.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    30% di pizzo e' troppo!
    Apple impone il suo "pizzo" del 30% e uno dei taglieggiati ha detto "NO". Un buon inizio.
    • MacGeek scrive:
      Re: 30% di pizzo e' troppo!
      - Scritto da: attonito
      Apple impone il suo "pizzo" del 30% e uno dei
      taglieggiati ha detto "NO". Un buon inizio.Indubbiamente per chi ha già una rete commerciale e distributiva alle spalle è tanto.Ma per i piccoli è conveniente (Amazon si beccava il 70%, prima di doversi adeguare al 'modello' Apple. Da noi un normale autore prende <10% del prezzo di copertina, ecc.)Bisogna però riconoscere che con questa tariffa fissa, senza guarda in faccia a nessuno, Apple mette sullo stesso piano i piccoli sviluppatori/editori/autori/artisti e le mega-corporation. E questo è comunque un bene sia per l'utente finale che, appunto, per i piccoli che in altri canali distributivi non avrebbero spazio e/o non guadagnerebbero quasi niente. Anche se comporta far scappare una Financial Times dal suo store ogni tanto.
      • Claudio scrive:
        Re: 30% di pizzo e' troppo!
        Beh c'è da tener presente un fatto fondamentale ovvero:Se io sono Apple e voglio dare al mondo intero il mio dispositivo la mia politica di chiedere il 30% agli editori, o ai grossi produttori di contenuti, non mi danneggia?Le dinamiche di distribuzione di prodotto hanno più influenza, margine, sulle APP o sull'hardware?L'utente medio gradisce di più un'APP a pagamento o gratuita?I margini operativi potrebbero essere compensati da un miglior sistema ADV che implichi una sorta di obbligata esposizione ad un contenuto ADV prima di accedere al contenuto richiesto?I problemi dell'editoria sono molti, in Italia ancora di più per molti motivi, ma di base l'evoluzione del mercato credo si evolverà nella direzione del ADV + contenuti. Il fruitore di qualsiasi tipo di prodotto sarà esposto ad un messaggio ADV se non lo vuole pagherà per avere un prodotto libero da ADV (un po' come per le PAY TV)Ad oggi il mercato viene marcato da tentativi e probabilmente il FT non ha ritenuto vantaggioso cedere una quota pro parte così elevata ad Apple, c'è da considerare che i contenuti di qualità sono molto cari da produrre ed i margini sono molto bassi.La migrazione dalla carta al WEB è cosa molto difficile, in edicola trovi al massimo 400 titoli tra tutto sul web 400milioni in tutte le lingue.Chi vivrà vedrà, di sicuro non è solo un problema di produzione di APP o WEBAPP
        • ruppolo scrive:
          Re: 30% di pizzo e' troppo!
          - Scritto da: Claudio
          L'utente medio gradisce di più un'APP a pagamento
          o
          gratuita?Lo stupido la preferisce gratuita a prescindere, il furbo verifica prima perché è gratuita e poi decide.Il furbo sa che "gratis" è spesso un'esca.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: 30% di pizzo e' troppo!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Claudio

            L'utente medio gradisce di più un'APP a
            pagamento

            o

            gratuita?

            Lo stupido la preferisce gratuita a prescindere,
            il furbo verifica prima perché è gratuita e poi
            decide.Il decerebrato, invece, sceglie quella con il marchio della mela a prescindere.
          • Risposta al commento scrive:
            Re: 30% di pizzo e' troppo!
            sono proprio un pollo, allora.io pago solo per qualcosa che posso "mettermi in tasca",o comunque gestire liberamente:un pc, una tv, uno smartphone.e più posso smanettarci e più sono contento.se repubblica mobile mi blocca i contenuti(odiose le preview) passo alla visualizzazione completa e amen.almeno finché fornirà gratuitamente la versione web(che poi manco tanto: c'è la pubblicità).p.s.: ok, pago anche per alcuni servizi e utenze di cui non posso fare a meno (come le bollette telefoniche)...non venitemi a dire che non posso mettere in tascala fornitura di gas o di elettricità, ok?
          • TheOriginalFanboy scrive:
            Re: 30% di pizzo e' troppo!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Claudio

            L'utente medio gradisce di più un'APP a
            pagamento

            o

            gratuita?

            Lo stupido la preferisce gratuita a prescindere,
            il furbo verifica prima perché è gratuita e poi
            decide.
            Il furbo sa che "gratis" è spesso un'esca.su android le app (le stesse che su aifon sono a pagamento) sono spesso gratis, ma piene di pubblicità di modelle russe...serietà: questa sconosciuta
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: 30% di pizzo e' troppo!
            Cioè, tu paghi per NON vedere le foto di donne nude? Adesso le ho sentite tutte.
  • uno qualsiasi scrive:
    Il modello a pagamento...
    ... sta già cadendo a pezzi.Gli editori vedevano in iPad la salvezza, ma si illudevano. Il modello che usavano per la carta è <b
    morto </b
    , non ha senso rianimare un cadavere.
    • Bad Sapper scrive:
      Re: Il modello a pagamento...
      - Scritto da: uno qualsiasi
      ... sta già cadendo a pezzi.

      Gli editori vedevano in iPad la salvezza, ma si
      illudevano. Il modello che usavano per la carta è
      <b
      morto </b
      , non ha senso
      rianimare un
      cadavere.Penso che non sia un problema del modello a pagamento, pernso sia un problema dell'editoria in generale.La cronaca è real time e te la giochi al volo, perché quando vai a comprare il giornale alla mattina è già vecchia. Gli approfondimenti presumono che dall'altra parte ci sia pagato per ragionare, con spirito critico e che sia bravo a scrivere, di solito è esattamente il contrario e online nei blog trovi approfondimenti molto più interessanti.Tolti gli apporofondimenti culturali, i programmi del cinema di provincia e quattro notizie sportive ammuffite, restano i necrologi e la pubblicità.
      • FinalCut scrive:
        Re: Il modello a pagamento...
        - Scritto da: Bad Sapper
        - Scritto da: uno qualsiasi

        ... sta già cadendo a pezzi.

        Penso che non sia un problema del modello a
        pagamento, pernso sia un problema dell'editoria
        in
        generale.

        La cronaca è real time e te la giochi al volo,
        perché quando vai a comprare il giornale alla
        mattina è già vecchia.


        Gli approfondimenti presumono che dall'altra
        parte ci sia pagato per ragionare, con spirito
        critico e che sia bravo a scrivere, di solito è
        esattamente il contrario e online nei blog trovi
        approfondimenti molto più
        interessanti.

        Tolti gli apporofondimenti culturali, i programmi
        del cinema di provincia e quattro notizie
        sportive ammuffite, restano i necrologi e la
        pubblicità.Wow, l'unico commento con un poco di cervello di tutto l'articolo...(apple)(linux)
        • Fiber scrive:
          Re: Il modello a pagamento...
          - Scritto da: FinalCut
          - Scritto da: Bad Sapper

          - Scritto da: uno qualsiasi


          ... sta già cadendo a pezzi.



          Penso che non sia un problema del modello a

          pagamento, pernso sia un problema
          dell'editoria

          in

          generale.



          La cronaca è real time e te la giochi al
          volo,

          perché quando vai a comprare il giornale alla

          mattina è già vecchia.





          Gli approfondimenti presumono che dall'altra

          parte ci sia pagato per ragionare, con
          spirito

          critico e che sia bravo a scrivere, di
          solito
          è

          esattamente il contrario e online nei blog
          trovi

          approfondimenti molto più

          interessanti.



          Tolti gli apporofondimenti culturali, i
          programmi

          del cinema di provincia e quattro notizie

          sportive ammuffite, restano i necrologi e la

          pubblicità.

          Wow, l'unico commento con un poco di cervello di
          tutto
          l'articolo...

          (apple)(linux)leggi che impari se applichi il cervello http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3255557&m=3256470#p3256470
          • FinalCut scrive:
            Re: Il modello a pagamento...
            - Scritto da: Fiber

            leggi che impari se applichi il cervello

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3255557&m=325Ma falla finita, informati meglio prima di parlare...http://www.webnews.it/2011/02/15/apple-apre-agli-abbonamenti-su-app-store/ <i
            E Apple va anche oltre: il 30% sarà dovuto ad Apple soltanto per gli utenti che è la stessa Apple a portare sulla pagina dellabbonamento, mentre nulla sarà dovuto nel caso in cui lutente sia stato catturato dalleditore al di fuori del sistema, tramite siti web o altre formule proprie. </i
            (linux)(apple)
          • Fiber scrive:
            Re: Il modello a pagamento...
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: Fiber



            leggi che impari se applichi il cervello




            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3255557&m=325

            Ma falla finita, informati meglio prima di
            parlare...

            http://www.webnews.it/2011/02/15/apple-apre-agli-a

            <i
            E Apple va anche oltre: il 30% sarà
            dovuto ad Apple soltanto per gli utenti che è la
            stessa Apple a portare sulla pagina
            dellabbonamento, mentre nulla sarà dovuto nel
            caso in cui lutente sia stato catturato
            dalleditore al di fuori del sistema, tramite
            siti web o altre formule proprie. </i



            (linux)(apple)prova a riflettere sul come mai per ogni boiata serve un App fino ad intasare il terminali di App ..anche quando non servirebbero ad un'emerita fava come ti hanno gia' fatto vedere molti altri nei commenti sopra ma si..le app sono piu' comode ... per infarcire il terminale di spazzatura installata e che nel 90% dei casi non servirebbe a nientema i piu' furbi sanno che ad ogni cosa che accade esiste un perche' con sempre i soldi di mezzo (rotfl)anche quest'altro utente ti ha fatto imparare qualcosa oggi http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3255557&m=3256108#p3256108-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 settembre 2011 21.16-----------------------------------------------------------
          • FinalCut scrive:
            Re: Il modello a pagamento...
            - Scritto da: Fiber

            prova a riflettere sul come mai per ogni boiata
            serve un AppNessuno costringe il FT a scrivere una app, l'articolo parla apposta di questo, il FT se ne è andato e adesso farà da solo sul web...Se tutti preferiscono una "app" significa che un vantaggio c'è, ma tu e gli altri ragazzini del forum non arrivate a capirlo...(linux)(apple)
          • hermanhesse scrive:
            Re: Il modello a pagamento...
            Uno sempre attento alle mode come te forse potrebbe capire il perchè, se dimenticasse per un attimo di parlare da fanboy.Vediamo:"Uscito il nuovo sito internet sul uale poter leggere il giornale"...e la gente non lo calcola"uscita la nuova App per leggere il giornale"... tutti a scaricarePerchè va meglio? No, perchè permette a quelli come voi, sempre alla ricerca di un modo per rendersi "popolari", di farsi notare.Credo che questo stato di cose, purtroppo, con l'economia odierna, andrà presto a cambiare...
          • FinalCut scrive:
            Re: Il modello a pagamento...
            - Scritto da: hermanhesse
            Perchè va meglio? No, perchè permette a quelli
            come voi, sempre alla ricerca di un modo per
            rendersi "popolari", di farsi
            notare.Tra le tanti analisi stupide e senza senso che si leggono qua e la, la tua decisamente merita il primo premio...Pessima trollata, potevi impegnarti di più*PLONK*(apple)(linux)
          • Fiber scrive:
            Re: Il modello a pagamento...
            - Scritto da: hermanhesse
            Uno sempre attento alle mode come te forse
            potrebbe capire il perchè, se dimenticasse per un
            attimo di parlare da
            fanboy.

            Vediamo:

            "Uscito il nuovo sito internet sul uale poter
            leggere il
            giornale"
            ...e la gente non lo calcola

            "uscita la nuova App per leggere il giornale"
            ... tutti a scaricare

            Perchè va meglio? No, perchè permette a quelli
            come voi, sempre alla ricerca di un modo per
            rendersi "popolari", di farsi
            notare.

            Credo che questo stato di cose, purtroppo, con
            l'economia odierna, andrà presto a
            cambiare...sbagli , a loro piace solo trovar sempre un modo NUOVO per strusciare la carta di credito sull'App Storenon far confusione: non è moda ..è altro che non scrivo altrimenti bannano il post
  • prova123 scrive:
    Non è che adesso ...
    Apple tira fuori il brevetto del Web? (rotfl)
    • rupalla scrive:
      Re: Non è che adesso ...
      in effetti il primo webserver del cern era basato su nextstep http://en.wikipedia.org/wiki/Web_server#History_of_web_servers
      • prova123 scrive:
        Re: Non è che adesso ...
        però ho trovato per quello che riguarda i brevetti:http://punto-informatico.it/2722848/PI/News/eolas-colpisce-ancora-col-brevetto-del-web.aspx
      • Ego scrive:
        Re: Non è che adesso ...
        - Scritto da: rupalla
        in effetti il primo webserver del cern era basato
        su nextstep
        http://en.wikipedia.org/wiki/Web_server#History_ofnon era basato su nextstep, è solamente stato installato su quella macchina, era indifferente il sistema su cui veniva installato, avrebbe potuto essere anche un pc col dos che non sarebbe cambiato nulla
        • rupalla scrive:
          Re: Non è che adesso ...
          certo ai ragione ma sai a Cupertino vogliono brevettare anche i parallelepipedi con angoli smussati
        • MacGeek scrive:
          Re: Non è che adesso ...
          - Scritto da: Ego
          non era basato su nextstep, è solamente stato
          installato su quella macchina, era indifferente
          il sistema su cui veniva installato, avrebbe
          potuto essere anche un pc col dos che non sarebbe
          cambiato nullaNon credo. Era basato sulle tecnologie NeXT. Cioè sulle sue API.Era incorporato anche un editor web, cosa che poi si è persa nelle implementazioni successive (per limiti tecnici delle altre piattaforme?).
  • bbo scrive:
    perché le app?
    Ci sono voluti anni perché gli applicativi si spostassero dal client al web.Con i browser di ultima generazione, e con le linee dati veloci, quasi non si nota la differenza.Ora poi sono nati gli applicativi per iOS e per Android. Ma perché? Non è meglio puntare tutto sul web?Ovvio che Apple e Google non sono contente: il web è fruibile da tutti, gli applicativi no, quindi applicativi = più guadagno per loro!Anche Microsoft ha avuto lo stesso problema, e non è mai stata felice che gli applicativi si siano spostati sul web, perché il web svaluta l'importanza del sistema operativo che ci sta sotto....!Io punterei sul web......
    • doc scrive:
      Re: perché le app?
      piu' che altro non ha senso cio' che chiede Apple... crede davvero che testate giornalistiche come Il FT cedano il 30% delgli abbonamenti online? e se non sbaglio Apple impone una app per ogni nuova uscita... assurdo.
      • MeX scrive:
        Re: perché le app?
        sbagli.
        • jimmyes scrive:
          Re: perché le app?
          - Scritto da: MeX
          sbagli.ma se oramai apple punta al profitto anche sull'aria che respirate e vuole intascarsi tutto con la tangente per arricchirsi sempre piu' prima che qualcuno le porti via il business e le finisca la pacchia. cosa no?ridicoli
        • Anteprima scrive:
          Re: perché le app?
          Però.... che analisi accurata!Il solito fanboy!
          • ruppolo scrive:
            Re: perché le app?
            - Scritto da: Anteprima
            Però.... che analisi accurata!

            Il solito fanboy!Non serve un'analisi accurata per rispondere "sbagli" alla domanda "se non sbaglio Apple impone una app per ogni nuova uscita... assurdo."
    • Anteprima scrive:
      Re: perché le app?
      Concordo!Dobbiamo continuare a riempire i nostri SP con schifezze varie, quando una cavolo di pagina web standard e fatta bene, fa le stesse identiche cose!!Bha.....
      • ruppolo scrive:
        Re: perché le app?
        - Scritto da: Anteprima
        Concordo!

        Dobbiamo continuare a riempire i nostri SP con
        schifezze varie, quando una cavolo di pagina web
        standard e fatta bene, fa le stesse identiche
        cose!!

        Bha.....Parole di chi non sa nulla.
        • hermanhesse scrive:
          Re: perché le app?
          Smettila di parlare di cose che non conosci, per favore.Stai rovinando il forum.
        • gnammolo scrive:
          Re: perché le app?
          Ha parlato l'esperto webdeveloper! http://validator.w3.org/check?uri=www.ruppolo.com&charset=%28detect+automatically%29&doctype=Inline&group=0Ancora un errore e ti regalano una caramella
          • hermanhesse scrive:
            Re: perché le app?
            Ed è riuscito a fare tutto questo su di una sola pagina.STATICA ! ! ! ! (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL) (ROTFL)
          • gnammolo scrive:
            Re: perché le app?
            il bello è che fra un poco si presenta nel forum e ti dice: beh problemi di visualizzazione?ma di mettere a posto quelle 4 XXXXXXX non se ne parla
          • ruppolo scrive:
            Re: perché le app?
            - Scritto da: gnammolo
            il bello è che fra un poco si presenta nel forum
            e ti dice: beh problemi di
            visualizzazione?
            ma di mettere a posto quelle 4 XXXXXXX non se ne
            parlaOvvio, perché dovrei cambiare qualcosa che funziona?
          • gnammolo scrive:
            Re: perché le app?
            aaaaahhh tra l'latro quando leggerà statica ti dirà che lui le animazioni flash sul suo sito non le vuola
          • ruppolo scrive:
            Re: perché le app?
            - Scritto da: gnammolo
            aaaaahhh tra l'latro quando leggerà statica ti
            dirà che lui le animazioni flash sul suo sito non
            le
            vuolaOvvio che non le voglio, io sono coerente.
          • Funz scrive:
            Re: perché le app?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: gnammolo

            aaaaahhh tra l'latro quando leggerà statica
            ti

            dirà che lui le animazioni flash sul suo
            sito
            non

            le

            vuola

            Ovvio che non le voglio, io sono coerente.Concordo, sei coerente nella tua stupi*dità :p
          • ruppolo scrive:
            Re: perché le app?
            - Scritto da: gnammolo
            Ha parlato l'esperto webdeveloper!
            http://validator.w3.org/check?uri=www.ruppolo.com&
            Ancora un errore e ti regalano una caramellaHo mai detto che sono esperto "webdeveloper"?Ma dimmi, il tuo browser ha qualche difficoltà a renderizzare la mia pagina?E poi vorrei vedere una tua pagina... o sei solo un troll?
    • rupalla scrive:
      Re: perché le app?
      usare app per testate giornalistiche è solo moda non c'è alcuna ragione per farlo. Con HTML 5 e qualche buona libreria Js il gioco è fatto, sviluppi per uno, sviluppi per tutti.Le app rimarranno solo per le funzione che effettivamente richiedono potenza, vedasi giochi, navigatori satellitari, riconoscimento scrittura/vocale ecc.Provatevi questa libreria http://jquerymobile.com/test/ e vederete che è sufficiente per il 90% delle app in circolazione oggi (ovviamente è ridotta all'essenziale, senza grafica, solo per scopo dimostrativo)
      • Bad Sapper scrive:
        Re: perché le app?
        - Scritto da: rupalla
        usare app per testate giornalistiche è solo moda
        non c'è alcuna ragione per farlo. Con HTML 5 e
        qualche buona libreria Js il gioco è fatto,
        sviluppi per uno, sviluppi per
        tutti.
        Le app rimarranno solo per le funzione che
        effettivamente richiedono potenza, vedasi giochi,
        navigatori satellitari, riconoscimento
        scrittura/vocale
        ecc.
        Provatevi questa libreria
        http://jquerymobile.com/test/ e vederete che è
        sufficiente per il 90% delle app in circolazione
        oggi (ovviamente è ridotta all'essenziale, senza
        grafica, solo per scopo
        dimostrativo)Beh, considerato che poi non è che le applicazioni di publishing abbiano molta scelta, o ti danno una app nuova/un update per ogni copia del giornale che è assurdo, o operano nel modo più logico, come fanno quelle di Android, cioè sono degli online/offline browser, potenziati da qualche orpello che fanno capo ad una webview.Basterebbe un link portato sullo schermo principale, con Android è un attimo e hai acXXXXX ad una pagina come ad una qualunque applicazione.
        • ruppolo scrive:
          Re: perché le app?
          - Scritto da: Bad Sapper
          Beh, considerato che poi non è che le
          applicazioni di publishing abbiano molta scelta,
          o ti danno una app nuova/un update per ogni copia
          del giornale che è assurdo, o operano nel modo
          più logico, come fanno quelle di Android, cioè
          sono degli online/offline browser, potenziati da
          qualche orpello che fanno capo ad una
          webview.C'è anche la via di mezzo, quella adottata da Apple: l'app scarica ogni mese (o quello che è) il nuovo numero della rivista/giornale.
          Basterebbe un link portato sullo schermo
          principale, con Android è un attimo e hai acXXXXX
          ad una pagina come ad una qualunque
          applicazione.Io preferisco avere con me dei normali PDF delle riviste/giornali, dove la disponibilità è immediata, la possibilità di ricerca di testi pure, eccetera.
          • gnammolo scrive:
            Re: perché le app?

            C'è anche la via di mezzo, quella adottata da
            Apple: l'app scarica ogni mese (o quello che è)
            il nuovo numero della
            rivista/giornale.
            non è quella adottata da apple ma quella che gli editori hanno spinto apple ad adottare
          • ruppolo scrive:
            Re: perché le app?
            - Scritto da: gnammolo

            C'è anche la via di mezzo, quella adottata da

            Apple: l'app scarica ogni mese (o quello che
            è)

            il nuovo numero della

            rivista/giornale.



            non è quella adottata da apple ma quella che gli
            editori hanno spinto apple ad
            adottareFa differenza?
      • Pietro scrive:
        Re: perché le app?
        - Scritto da: rupalla
        usare app per testate giornalistiche è solo moda
        non c'è alcuna ragione per farlo. C'é eccome ed ha ragioni puramente di marketing, ogni testata ha la sua app e con quella visualizzi solo quella testata e nessun'altra, alla potenza di raggiungere una determinata testata con un solo touch non rinunceranno mai e nemmeno a quella di avere l'iconcina sul desktop con il nome della testata.
    • MacGeek scrive:
      Re: perché le app?
      - Scritto da: bbo
      Ora poi sono nati gli applicativi per iOS e per
      Android. Ma perché? Non è meglio puntare tutto
      sul web?Beh, ci sono 2 ragioni. 1) Le app native sono meglio2) Sei ad un "tap" di distanza dal contenuto, cioè hai l'iconcina sulla home.Mentre l'1) è quasi rimediabile con un sito scritto bene in HTML5 (QUASI), la 2) dal punto di vista del marketing, è un vantaggio difficilmente rimpiazzabile. Credo si possa mettere un link sulla home di una pagina web, ma sinceramente non l'ho mai fatto, non mi interessa farlo e non so neanche io come si fà (figurarsi una persona "normale").
      • Bad Sapper scrive:
        Re: perché le app?
        - Scritto da: MacGeek
        - Scritto da: bbo

        Ora poi sono nati gli applicativi per iOS e
        per

        Android. Ma perché? Non è meglio puntare
        tutto

        sul web?

        Beh, ci sono 2 ragioni.
        1) Le app native sono meglio
        2) Sei ad un "tap" di distanza dal contenuto,
        cioè hai l'iconcina sulla
        home.

        Mentre l'1) è quasi rimediabile con un sito
        scritto bene in HTML5 (QUASI), la 2) dal punto di
        vista del marketing, è un vantaggio difficilmente
        rimpiazzabile. Credo si possa mettere un link
        sulla home di una pagina web, ma sinceramente non
        l'ho mai fatto, non mi interessa farlo e non so
        neanche io come si fà (figurarsi una persona
        "normale").(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ha ha : "Web Link .. questo sconosciuto "
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: perché le app?
        contenuto non disponibile
        • Mava la scrive:
          Re: perché le app?

          e sto parlando di dispositivi abbastanza 'agili',
          quelli che uso quotidianamente: iPad e GalaxyHa ha ... ma fate la gara a chi la spara più grossa o siete proprio così di natura ?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: perché le app?
            contenuto non disponibile
          • Mava La scrive:
            Re: perché le app?


            Ha ha ... ma fate la gara a chi la spara più

            grossa o siete proprio così di natura

            ?

            (troll) :-oConcordo pienamente, del resto come definiresti chi si dice "abituale utilizzatore di Galaxy" e non sa nemmeno fare un link di una pagina sullo schermo princiupale :http://philwilson.org/blog/2010/01/adding-a-bookmark-to-an-android-home-screenSe non un inutile trollone ?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: perché le app?
            contenuto non disponibile
          • Mava La scrive:
            Re: perché le app?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Un link da fare mano, previa aggiunta dell'url ai
            preferiti.
            COMODOH E VELOCEH

            Forse non hai capito che non si discute il fatto
            che le cose funzionino senza app, ma che non è
            affatto immediato (ovvero comodo) come per
            l'app.Ma tu hai una idea di cosa sia un LINK ? Cioè lo sai che devi farlo solo una volta vero ? Non è che lo devi fare tutte le volte che accedi al giornale, lui punta ad una pagina e tu leggi. Siccome il link è una iconcina per altro sulla schermata principale di che diavolo stai parlando ?
            Ah, aspetto una risposta sull'esempio del widget
            dell'orologio.. vediamo se sei bravo come l'uomo
            ragno oppure schivo che l'uomo di ghiaccio
            :)Ecco appunto come i cavoli a merenda. Un giornale è un prodotto editoriale e ti devi collegare per leggerlo o se lavori offline scaricartelo, un orologio è un programma dinamico che si sovrappone allo schermo e quindi già il ragionamento non ha senso.Ma se anche volessi dargliene, dicendo che ogni volta devi collegarti per vedere l'ora significa che probabilmente non hai mai visto un plasmoide o un google widget, ne hai avere una idea di cosa un linguaggio di scripting.Altro che l'uomo ragno.
        • gnammolo scrive:
          Re: perché le app?
          quante XXXXXXX!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: perché le app?
            contenuto non disponibile
          • gnammolo scrive:
            Re: perché le app?
            vediamo allora di rassumere le tue caxx.teAggiungiamo il fatto che la navigazione su smartphone e tablet, cecchè se ne dica è estremamente penalizzata-dalla scarsa precisione del touch (un dito è ben più grande di un pixel --
            tocca zoomare per avere la precisione di tap)Esistono librerie Js apposite http://jquerymobile.com/test/-dalla scarsa RAM Ultimo dei problemi su macchine recenti con 512mb di ram-dalla pessima gestione del multibrowsing (finestre o tab che siano).Perché? Moltibrowsing why? -dalle pessime performance del rendering (soprattutto nel caso di HTML5)Magari con l'iphone 3g... ma con smartphone attuali non c'è problema soprattutto se si utilizzano apposite librerie Js e si sviluppa il sito nell'ottica mobile/touch-dal fatto che i siti non sono ancora friendly per i dispositivi a touch e/o schermo piccolo.la castroneria del secolo: meglio fare un app quindi! Non sviluppare un sito mobile in html 5 pronto per tutti gli S/O meglio sviluppare 4 o 5 app una per S/O!Ti ripeto lascia perdere! L'agricoltura ha bisogno di braccia!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: perché le app?
            contenuto non disponibile
          • gnammolo scrive:
            Re: perché le app?
            guarda sei un pagliaccio
          • gnammolo scrive:
            Re: perché le app?
            guarda sei un pagliaccio sapevo che era tempo perso...
      • bbo scrive:
        Re: perché le app?
        - Scritto da: MacGeek
        Beh, ci sono 2 ragioni.
        1) Le app native sono meglioAnche le app per Windows erano migliori delle app per il Web.Ma si è lavorato molto per rendere le applicazioni Web comode come quelle native, e dove possibile le applicazioni native sono state soppiantate.
        2) Sei ad un "tap" di distanza dal contenuto,
        cioè hai l'iconcina sulla
        home.un link non fa la stessa cosa?Io preferirei standardizzare di più il Web, dieci anni fa era Microsoft che remava contro (per ovvie ragioni, con il Web conta molto il browser e conta poco il SO) ora sono Apple e Google che mettono ostacoli...
        • FinalCut scrive:
          Re: perché le app?
          - Scritto da: bbo
          e conta poco il SO) ora sono Apple e Google che
          mettono
          ostacoli...Certo che di cose stupide se ne scrivono su questo forum, adesso Google è contro il web e la webapp.... e anche Apple... (quando impone HTML5 contro Flash secondo voi è contro il web?) vediamo se scrivo web app qual'è il secondo link su Googlehttp://www.google.com/search?rls=en&q=web+app(apple)(linux)
      • panda rossa scrive:
        Re: perché le app?
        - Scritto da: MacGeek
        - Scritto da: bbo

        Ora poi sono nati gli applicativi per iOS e
        per

        Android. Ma perché? Non è meglio puntare
        tutto

        sul web?

        Beh, ci sono 2 ragioni.
        1) Le app native sono meglioOpinabile.Il sito potrebbe cambiare qualcosa e l'app non essere aggiornata.
        2) Sei ad un "tap" di distanza dal contenuto,
        cioè hai l'iconcina sulla
        home.Anche se mi faccio l'icona del bookmark del browser sono ad un tap di distanza dal contenuto, anzi, in alcuni casi potrei farmi l'icona dello script di acXXXXX, che mi autentica in automatico e in tal caso con un tap sarei gia' un passo oltre quello dell'app.
        Mentre l'1) è quasi rimediabile con un sito
        scritto bene in HTML5 (QUASI), la 2) dal punto di
        vista del marketing, è un vantaggio difficilmente
        rimpiazzabile. Credo si possa mettere un link
        sulla home di una pagina web, ma sinceramente non
        l'ho mai fatto, non mi interessa farlo e non so
        neanche io come si fà (figurarsi una persona
        "normale").Prendi l'icona della barra degli indirizzi e la trascini dove ti pare.Tra i bookmark come sul desktop, come da qualche parte nel file system.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: perché le app?
          contenuto non disponibile
          • Mava La scrive:
            Re: perché le app?


            edit:
            partendo da 'scelte rapide' si può aggiungere un
            link, ma non mi pare tenga conto del favicon
            (forse ho problemi di refresh,
            boh...)Ma hai provato a premere per qualche secondo sulla HOME del Galaxy e vedere cosa dice il menù ?C'è una voce con scritto : "Add to Home Screen"Ecco lì scegli shortcut-bookmarks e poi stai a vedere quello che succede.Poi magari prova anche con l'iPAD se con l'iPAD non si può fare allora puoi cercare di convincerti che non si può fare nemmeno con Android.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: perché le app?
            contenuto non disponibile
          • gnammolo scrive:
            Re: perché le app?
            http://www.youtube.com/watch?hl=en&v=iWA1hEEnYL0&gl=US
          • Mava La scrive:
            Re: perché le app?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Mava La





            edit:


            partendo da 'scelte rapide' si può

            aggiungere

            un


            link, ma non mi pare tenga conto del
            favicon


            (forse ho problemi di refresh,


            boh...)



            Ma hai provato a premere per qualche secondo

            sulla HOME del Galaxy e vedere cosa dice il
            menù

            ?

            secondo te 'scelte rapide' come fa a comparire,
            trollino da due
            soldi?
            Ho chiesto lumi sul fatto ched Panda Rossa ha
            parlato di trascinare l'icona dalla barra degli
            indirizzi e questo non funziona (almeno nel mio
            setup), trollino da due
            soldi.

            Plonk, trollino da due soldi.Questo non gioca a tuo favore sai ? Perché se io trollino da due soldi prendo il mio tablet Android, tengo il dito sulla home page per due secondi mi appare "ADD TO HOME SCREEN" e la prima voce è SHORTCUTS, da lì seconda voce BOOKMARK e poi seleziono quello che mi interessa, anche il Financial Times.Tu invece che sei un espertone "abituale utilizzatore di Galaxy", invece non ci riesci. C'è anche sto tizio su youtube che fa la stessa cosa con un DROID ...http://www.youtube.com/watch?v=5UPRCbk774Uma probabilmente lui ha sette lauree in informatica perché a quanto pare è veramente una cosa difficilissima. PS : se ci metti un link con l'iconcina di identità, lui te la usa come icona sulla home, così anche "gli abituali utilizzatori" non corrono il rischio di fare confusione.
      • frank681 scrive:
        Re: perché le app?
        Scusa eh, ma le app per le riviste sono delle emerite cavolate. Prova la webapp del FT e te ne accorgi subito. Le app vanno bene per altre cose (giochi, navigatore e programmini vari). Te lo dico da possessore di iphone.
        • MacGeek scrive:
          Re: perché le app?
          - Scritto da: frank681
          Scusa eh, ma le app per le riviste sono delle
          emerite cavolate. Prova la webapp del FT e te ne
          accorgi subito. Le app vanno bene per altre cose
          (giochi, navigatore e programmini vari). Te lo
          dico da possessore di
          iphone.Vero, è fatta proprio bene. C'è anche il suggerimento su come aggiungerla all'home screen e la possibilità di leggerla offline.Comunque concordo che per giornali, riviste e simili le WebApp, se fatte bene come quella del FT, sono la soluzione migliore.
  • bato scrive:
    forza ft
    forza ft!
Chiudi i commenti