Le lenti UE su Virgin Media

Le autorità del Vecchio Continente verificheranno che i tool di deep packet inspection non siano in contrasto con la legge britannica sulle intercettazioni. Ma l'ISP non sembra preoccupato: le identità degli utenti non sarebbero a rischio

Roma – L’Unione Europea si darà da fare, studierà da vicino il tool CView, sviluppato lo scorso anno dal provider britannico Virgin Media insieme a Detica . Le autorità del Vecchio Continente provvederanno a verificare che lo scandaglio del P2P voluto dall’ISP d’Albione non infranga le leggi britanniche , in particolare il Regulation of Investigatory Powers Act (RIPA) che vieta attualmente l’intercettazione delle comunicazioni al di là dell’ambito di impiego dei dati così ottenuti.

L’impiego di tecniche di deep packet inspection da parte di CView aveva scatenato le ire dell’organizzazione non profit Privacy International , sin dai primi anni 90 attiva nella tutela della privacy dei cittadini contro l’operato di governi e aziende. O, in questo caso, di ISP come Virgin Media.

“La Commissione conferma il suo impegno nella tutela della privacy e della sicurezza delle comunicazioni elettroniche – ha dichiarato un portavoce dell’Unione Europea – e intende assicurarsi che il futuro sviluppo delle tecnologie avvenga in conformità alle leggi europee. Questo caso verrà quindi analizzato da vicino”.

Sembra che Virgin Media non abbia contattato le autorità europee, né che abbia informato i suoi clienti delle immediate attività di scrutinio della Commissione. Sin dal primo annuncio di CView, l’ISP britannico aveva parlato di misurazioni atte a studiare le pratiche di file sharing del 40 per cento circa della sua utenza. Il tool CView, in pratica, servirebbe soltanto a catturare ciò che di illegale viene fatto sui canali P2P, senza identificare eventuali responsabili .

Per Privacy International , al contrario, si tratterebbe di un vero e proprio strumento di sorveglianza massiva, in rotta evidente con la legge britannica che criminalizza le intercettazioni delle comunicazioni, al di là dell’uso che verrebbe fatto dei dati. L’organizzazione ha sottolineato come le caratteristiche previste di CView siano molto simili a quelle di Phorm , intrufolatasi in rete con l’avallo dei provider per effettuare sul campo operazioni di behavioral advertising .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Google e privacy
    Uso pesantemente Google reader, quindi sono quasi sempre loggato a Google, e tutte le mie ricerche sono collegate al mio account. Ho disabilitato tutte le impostazioni di privacy che potevo sulla loro interfaccia, ma non mi faccio illusioni, registrano tutto quello che leggo e ricerco.Diciamo che è un compromesso tra le funzionalità e la privacy, almeno so esattamente quello che gli lascio vedere, e non comprende buona parte dei miei dati sensibili... diciamo che potrebbero intuire che sono un linaro e che non mi piace berlusconi :pgmail lo uso giusto come mail acchiappaspam per le registrazioni ai siti.Dimenticavo: mi vendico bloccando tutti i vari google-analytics, adsense e tutta la pubblicità :p-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 gennaio 2010 17.10-----------------------------------------------------------
  • attonito scrive:
    la lenta trasformazione di Google
    La storia era bella: due ragazzotti, un garage, dei pc usati ed una idea vincente.E fu cosi' che in poco tempo i due si trasformarono in miliardari, ma sempre con jeans e maglietta, il vicino di casa che "aveva fatto i soldi" ma che ti salutava lo stesso ogni volta che ti incontrava."don't be evil" era il motto.Poi sono arrivati i soldi - quelli veri - gli investitori, le giacche e le cravatte.E il motto - ufficiosamente - si trasformo' in "do money, don't care how" e la favola bella fini', il buon pastore si era trasformato in uno lupo tra lupi e noi siamo rimasti le pecore....
    • MeX scrive:
      Re: la lenta trasformazione di Google
      [img]http://www.alfonsocamplone.it/2000before/la%20volpe%20e%20luva%2070x100%202000.jpg[/img]
  • Enjoy with Us scrive:
    Google deve stare attenta!
    Questi "errori" sono troppo frequenti, se si giocano la fiducia degli utenti addio Chrome... tra l'altro è uno dei principali motivi per cui evito di utilizzarlo!
    • coglio cogliere scrive:
      Re: Google deve stare attenta!
      i miei motivi sono due:- privacy violata- chiamarlo browser, ma dai, konqueror, seamonkey, kmeleon, lynx esistono da anni e sono piu stasbili, solamente perche lo abbia fatto google sto Chrome diventa famoso, ma va la
    • ephestione scrive:
      Re: Google deve stare attenta!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Questi "errori" sono troppo frequenti, se si
      giocano la fiducia degli utenti addio Chrome...
      tra l'altro è uno dei principali motivi per cui
      evito di
      utilizzarlo!La mia fiducia se la sono giocata con l'ultima perla di dichiarazione fatta da Schmidt, che sorprendentemente non ha neppure ancora smentito...
      • oscar scrive:
        Re: Google deve stare attenta!
        - Scritto da: ephestione
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Questi "errori" sono troppo frequenti, se si

        giocano la fiducia degli utenti addio Chrome...

        tra l'altro è uno dei principali motivi per cui

        evito di

        utilizzarlo!

        La mia fiducia se la sono giocata con l'ultima
        perla di dichiarazione fatta da Schmidt, che
        sorprendentemente non ha neppure ancora
        smentito...quoto
      • oscar scrive:
        Re: Google deve stare attenta!
        - Scritto da: ephestione
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Questi "errori" sono troppo frequenti, se si

        giocano la fiducia degli utenti addio Chrome...

        tra l'altro è uno dei principali motivi per cui

        evito di

        utilizzarlo!

        La mia fiducia se la sono giocata con l'ultima
        perla di dichiarazione fatta da Schmidt, che
        sorprendentemente non ha neppure ancora
        smentito...quoto
      • Vindicator scrive:
        Re: Google deve stare attenta!
        x2pian piano dismetterò anche l'utilizzo di google mail.
        • ephestione scrive:
          Re: Google deve stare attenta!
          gmx.com dovrebbe essere un'alternativa... tutto quello che ti serve però è effettuare un trasferimento il più "chirurgico" possibile... e non è semplice
          • CCC scrive:
            Re: Google deve stare attenta!
            - Scritto da: ephestione
            gmx.com dovrebbe essere un'alternativa... ci andrei molto cauto a considerare un servizio che ti fa fare logun "via" facebook come una "alternativa"....
Chiudi i commenti