Le major si muovono contro l'innovazione

Questa la clamorosa denuncia di EFF, che porta alla luce una bozza legislativa americana dai contenuti allarmanti: se passa la legge, i produttori di tecnologia avranno le mani legate sui nuovi dispositivi. Montano le polemiche


Roma – Impedire ad un contenuto digitale, trasmesso ad esempio dalla nuova radio o dalla nuova tv, di passare da un dispositivo all’altro, magari al computer, e fare il giro del mondo grazie ai sistemi di file sharing . Questo il senso di una bozza legislativa presentata al Senato negli USA e che, sostenuta dalle major, potrebbe impedire l’innovazione , relegando le opzioni di ricerca e produzione tecnologica a sistemi blindati e già esistenti. Un attacco diretto al futuro tecnologico ora denunciato con forza da Electronic Frontier Foundation – EFF .

Troppo per essere vero? Legittimo pensarlo fino a quando non si incorre nel testo del documento ( qui in pdf) che impone un nuovo comandamento ai produttori di sistemi elettronici e di elettronica di consumo, ovvero che i futuri prodotti consentano “ai consumatori un utilizzo storicamente esclusivo e rientrante nei limiti di legge”. In altre parole sarebbe legittimo realizzare nuovi dispositivi soltanto se limitati nella loro funzione al “solo scopo previsto”. “Se questa fosse stata legge nel 1970 – scrive EFF – non ci sarebbe mai stato un videoregistratore. Nel 1990, non ci sarebbe stato TiVo. Nel 2000, niente iPod”.

In gioco c’è il fair use , ossia la possibilità di trovare e godere di strumenti dalle nuove possibilità e per i produttori la capacità di inserire nuove funzionalità all’interno dei propri dispositivi. Se la legge passasse, un dispositivo che consentisse anche un solo utilizzo non previsto dalle leggi sul diritto d’autore sarebbe bloccato e non arriverebbe sul mercato .

Fino ad oggi, si è imposta la dottrina inversa, ovvero l’opportunità di introdurre novità tecnologiche e solo in secondo momento verificare se vi sia o meno una violazione nel loro utilizzo. Basta vedere cosa accadde trent’anni fa proprio con i videoregistratori di Sony, i Betamax, che dopo tre gradi di giudizio vennero definitivamente assolti dalla Corte Suprema degli Stati Uniti sebbene il loro utilizzo avesse consentito anche, ma non in modo esclusivo o dominante, finalità illegali.

In sostanza con questa legge, se passerà, si sottrae ai tribunali la definizione del concetto di fair use, un concetto tanto importante quanto complesso, che necessita di analisi e dibattimenti, restituendo al mercato, alla ricerca e all’innovazione una censura automatica e preventiva .

Dietro tutto questo, accusa EFF, ci sono RIAA e MPAA , organizzazioni dell’industria della musica e del cinema impegnate ormai da anni in una battaglia campale che consenta loro di non modificare l’approccio al diritto d’autore neppure con l’avvento dell’era digitale. La difesa dei diritti stellari garantiti dallo status quo sarebbe dietro l’iniziativa legislativa che prevede anche l’introduzione della broadcast flag . Ovvero di uno strumento hardware inserito nei dispositivi di riproduzione dei contenuti che consenta, a chi li trasmette, di controllarne l’uso da parte dei consumatori. Una disposizione, questa, che ricorda da vicino una legge già in discussione alla Camera dei Rappresentanti .

Ma c’è di più. La proposta di legge è retroattiva e renderebbe la broadcast flag una realtà di mercato, così come i regolamenti del Garante delle TLC americano già bocciati in tribunale lo scorso anno.

“La proposta – scrive EFF – prevede una sorta di negoziato tra produttori con un esito già prevedibile: dei regolamenti federali che imporranno sistemi di protezione dei contenuti in tutti i futuri ricevitori di segnali radio e satellitari”. In sostanza, conclude EFF, si consentirebbe la creazione di qualcosa di simile ad un lettore di musicassette, incapace di fare altro.

Un’altra analisi della proposta è disponibile qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • yenaplyskyn scrive:
    Ti fai le pippe????
    Se ti fai le pippe di fronte al monitor sei sicuramente un potenziale TERRORISTA!!!Quindi al bando il porno ed evviva il prono (posto davanti a Bush):)ByEYenA
    • Anonimo scrive:
      Re: Ti fai le pippe????
      - Scritto da: yenaplyskyn
      Se ti fai le pippe di fronte al monitor sei
      sicuramente un potenziale TERRORISTA!!!

      Quindi al bando il porno ed evviva il prono
      (posto davanti a Bush)

      :)

      ByE
      YenAQuoto tutto! (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Addiction terapia...
    http://news2000.libero.it/speciali/sp78/pg1.htmlUomini e donne che vivono ossessionati dal sesso e dalle fantasie sessuali: in Italia sono il 6%, secondo una stima dell'Organizzazione mondiale della sanità. Insomma, oltre 3 milioni e 400mila persone che vivono il sesso in modo patologico, proprio come se fosse una droga. Ogni momento della giornata è scandito da pensieri a sfondo erotico, senza stanno male, diventano aggrressivi, soffrono di nausee e vertigini. La Siipac (Società Italiana di Intervento sulle Patologie Compulsive) e il Cedis (Centro di ricerca e trattamento per la dipendenza sessuale) sono due centri specializzati per il trattamento della dipendenza sessuale.Il prof. Cesare Guerreschi, fondatore del Siipac, ha spiegato: «Attualmente il centro ha in cura un centinaio di persone dipendenti dalle chat erotiche, le più invasive a livello di dipendenza, e trenta pazienti sessodipendenti, i più restii a curarsi».
  • Anonimo scrive:
    la tassa che c'è già
    FINANZIARIA: ARRIVA PORNO-TAX, ANCHE SU PRODOTTI INTERNET E alla fine arrivo' la porno-tax. Gia' preannunciata dalla maggioranza, la nuova imposta interessera' la vendita e il noleggio di materiale pornografico, inclusi i prodotti su internet o sulle pay-tv. Secondo quanto prevede un emendamento del relatore, l'Iva sara' del 20%. Nell'emendamento si fa presente che le norme per il versamento, l'accertamento e la riscossione dell'imposta saranno stabilite con decreto del ministro dell'Economia. http://www.kataweb.it/news/index.jsp?s=economia&l=dettaglio&id=1209671
  • Anonimo scrive:
    BASTA PORNOGRAFIA ONLINE!
    Mi sto consumando il fringuello (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: BASTA PORNOGRAFIA ONLINE!
      - Scritto da: Anonimo
      Mi sto consumando il fringuello (rotfl)Fringuello? Allora ti si è già consumato.
  • Anonimo scrive:
    buone notizie per Quaero ?
    Una buona occasione per Quaero, al sicuro dalle mani dell'amministrazione USA ?
  • Anonimo scrive:
    Dottrina!!
    Magari useranno questa dottrina contro il porno e google:http://www.globalsecurity.org/wmd/library/policy/dod/jp3_12fc2.pdf :| :| :| :| :( :( :( : :'( :'( :'(
  • Bruco scrive:
    Cambiate il titolo dell'immagine di LS
    da: IL SOGNO AMERICANOa: IL BISOGNO AMERICANO
  • Anonimo scrive:
    e' il momento di allontanarsi dagli usa
    un browser europero: Operaun OS Europeo: ?? (Linux e' nato in finlandia ma non puo' essere definito europeo)un sistema gps europeo: Galileoun motore di ricerca europeo: Quaerouna moneta europea: l'euro.. continuate voi
    • Sgabbio scrive:
      Re: e' il momento di allontanarsi dagli
      - Scritto da: Anonimo
      un browser europero: Opera
      un OS Europeo: ?? (Linux e' nato in finlandia ma
      non puo' essere definito europeo)
      un sistema gps europeo: Galileo
      un motore di ricerca europeo: Quaero
      una moneta europea: l'euro
      .. continuate voiBhe.... non buttiamo via Firefox... tu dirai che è ammmericano bau bau, ma essendo Open source non ci sono strani pericoli di black door :DCmq preferisco non essere servo di una super potenza delirante.
    • Anonimo scrive:
      Re: e' il momento di allontanarsi dagli
      - Scritto da: Anonimo
      un browser europero: Opera
      un OS Europeo: ?? ZETA. Anche se nato in america (BeOs) è ora sviluppato in germania.http://www.ilmac.net/macopinioni/corte_dei_pirati_2.htmMa io direi di fare ZETA per gli utonti e Linux per gli smanettoni, così siamo contenti tutti.
  • The_GEZ scrive:
    Teorie ed effetto "GIANNIIII !!!"
    Ciao a Tutti ! Certamente più un Governo è intrusivo e più i crimini possono essere risolti facilmente. Hamm ... come dire ... vero, IN TEORIA !Credere a questa affermazione è in pò una manifestazione dell' effetto "GIANNNIIII !!!!!, Ottimismo è la preparazione H della vita !!!".Infatti si assume che il governo "intrusivo" in questione sia assolutamente onesto ed al di spora di ogni sospetto, ipotesi che definirei quantomeno discutinbile.Anche perchè una informazione non ha valore in quanto tale ma per l' interessi di chi la possiede (o la vorrebbe possedere), insomma, per la RIAA, ed i suoi galoppini nel governo, interesserà di più una mia mail in cui illustro il progetto di uttare giù un paio di palazzoni o quella in cui mi accordo con un mio amico per scambiarci un pò di MP3 rippati dai nostri CD ?Un governo intrusivo, è un governo che può fare meglio i suoi porci comodi alla facciazza della gente, ma non sarà mai un governo più "sicuro".
  • puffetta scrive:
    Che rebus sta privacy..
    Leggo:?L'obiettivo dell'amministrazione Bush è quello di raccogliere il maggior numero di informazioni riguardanti la pornografia online ..?Sicuramente non si riferisce al censimento dei siti porno...E poi qui:?Il Governo ha più volte confermato che non si tratterebbe di un'operazione di raccolta di dati personali, ma solo di un mezzo per creare una base dati ..?Cioè un software che puo raccogliere dati ma che non li raccoglie perchè li vuole prendere direttamente da Google?Bah ...Intanto, non solo si creano precedenti che possono scoppiare a catena nei paesi servilisti, ma stabilire i limiti da non superare sulla privacy diventa un rebus da risolvere in nome dell'antiterrorrismo, dell'antipirateria, dell'antipedofilia e dell'antidemocrazia. E siccome violare le norme alla faccia della democrazia è diventato un diritto sacrosanto per conto del dio denaro di Bush, la cosa è molto seria :@
  • Anonimo scrive:
    Per la redazione
    State già tentando di nascondervi? :) "filtri anti-pronografia"
    • la redazione scrive:
      Re: Per la redazione
      - Scritto da: Anonimo
      State già tentando di nascondervi? :) "filtri
      anti-pronografia"Ci abbiamo provato ;)Grazie !!! ;)
  • Anonimo scrive:
    Terrorismo?
    Dall'articolo:"Gli americani vogliono che sia fatto tutto ciò che è in nostro potere per prevenire attacchi terroristici", ha dichiarato il portavoce della Casa Bianca, Scott McClellan. "Mah, l'unica cosa che mi viene da pensare in relazione ai siti porno è che ci siano terroristi che attaccano a colpi di pugnette...
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo?
      - Scritto da: Anonimo(...)
      Mah, l'unica cosa che mi viene da pensare in
      relazione ai siti porno è che ci siano terroristi
      che attaccano a colpi di pugnette...heh, il terrorismo ora ce lo buttano dentro sempre, serve per giustificare qualsiasi cosa. e' facile fare leva sulla paura. ;(D.
  • Anonimo scrive:
    Internet Porn: Worse Than Crack?
    Internet Porn: Worse Than Crack?By Ryan Singel Ryan Singel 2004-11-22 19:03:00.0Internet pornography is the new crack cocaine, leading to addiction, misogyny, pedophilia, boob jobs and erectile dysfunction, according to clinicians and researchers testifying before a Senate committee Thursday. Witnesses before the Senate Commerce Committee's Science, Technology and Space Subcommittee spared no superlative in their description of the negative effects of pornography. Mary Anne Layden, co-director of the Sexual Trauma and Psychopathology Program at the University of Pennsylvania's Center for Cognitive Therapy, called porn the "most concerning thing to psychological health that I know of existing today.""The internet is a perfect drug delivery system because you are anonymous, aroused and have role models for these behaviors," Layden said. "To have drug pumped into your house 24/7, free, and children know how to use it better than grown-ups know how to use it -- it's a perfect delivery system if we want to have a whole generation of young addicts who will never have the drug out of their mind." Pornography addicts have a more difficult time recovering from their addiction than cocaine addicts, since coke users can get the drug out of their system, but pornographic images stay in the brain forever, Layden said.http://www.wired.com/news/technology/0,1282,65772,00.html
    • Giambo scrive:
      Re: Internet Porn: Worse Than Crack?
      - Scritto da: Anonimo
      Internet Porn: Worse Than Crack?Mi ricorda tanto quegli "studi" commissionati alla fine degli anni 50 in USA che dimostravano gli effetti catastrofici dell'uso della cannabis.Violenza, incesti, suicidio, pazzia ... Il tutto se ti facevi una "canna" !Bah, 'sti americani ... nazione di bigotti ...
      • Anonimo scrive:
        Re: bigotteria o problema reale?
        Forse non è solo bigotteria. Il fatturato dell'industria del porno enorme e viene ottenuto sfruttando in modo legale e trasparente lo stesso tipo di persone che resta vittima del racket della prostituzione (rispetto alla tipo di sfruttamento si vedano le statistiche sulle cause di morte delle pornostar). C'è quindi qualche ragione perché i governi si interessino del problema per regolarlo. Ma se venisse anche dimostrato che l'uso di questo tipo di intrattenimento genere dipendenza su persone predisposte (come del resto lo genera il gioco d'azzardo, l'alcol, i farmaci) o sui minori, è possibile che vengano approvate leggi restrittive. Del resto per la pedopornografia già si è fatto.
        • Sgabbio scrive:
          Re: bigotteria o problema reale?
          in pratica dici che la pornografia e peggiore delle pedofilia... mamma mia che bigotto...... ma tutti i tirapiedi della munizzi sono finiti qui?
          • Anonimo scrive:
            Re: bigotteria o problema reale?
            - Scritto da: Sgabbio
            in pratica dici che la pornografia e peggiore
            delle pedofilia...Ma che dici? Ovvio che no, vuole solo direche ciò che si è fatto per l'una cosa si può fare anche per l'altra. Del restol'Italia ha appena messo una tassa...
          • Sgabbio scrive:
            Re: bigotteria o problema reale?
            si "su robe che istigano alla violenza e alla perversione"
          • Anonimo scrive:
            Re: bigotteria o problema reale?
            - Scritto da: Sgabbio
            si "su robe che istigano alla violenza e alla
            perversione" Sì, ma quelli delle tasse sono abituatiad interpretare le leggi a svantaggiodi chi paga, e quindi faranno pagare tutti...
        • Anonimo scrive:
          Re: bigotteria o problema reale?
          - Scritto da: Anonimo
          Forse non è solo bigotteria. Il fatturato
          dell'industria del porno enorme e viene ottenuto
          sfruttando in modo legale e trasparente lo stesso
          tipo di persone che resta vittima del racket
          della prostituzione (rispetto alla tipo di
          sfruttamento si vedano le statistiche sulle cause
          di morte delle pornostar). C'è quindi qualche
          ragione perché i governi si interessino del
          problema per regolarlo. Ma se venisse anche
          dimostrato che l'uso di questo tipo di
          intrattenimento genere dipendenza su persone
          predisposte (come del resto lo genera il gioco
          d'azzardo, l'alcol, i farmaci) o sui minori, è
          possibile che vengano approvate leggi
          restrittive. Del resto per la pedopornografia già
          si è fatto.in parole povere, non posso andare a mignotte e manco farmi le pippe... praticamente devo morire gonfio... che mondo m?rd@.... :| :| :|
          • Anonimo scrive:
            Re: bigotteria o problema reale?
            - Scritto da: Anonimo
            in parole povere, non posso andare a mignotte e
            manco farmi le pippe... praticamente devo morire
            gonfio... che mondo m?rd@....Ma no, stai tranquillo, potrai sempre fare quello che vuoi...Solo che se qualcuno dimostrerà che il meccanismofisiologico della dipendenza del porno è altrettanto fortedi quello della cocaina, allora ci potranno essere restrizioni legali alla produzione di questo tipo di intrattenimento, che produce profitti enormiper pochi sfruttatori (logico che loro siano contrari alle restrizioni...).Del resto anche il gioco d'azzardo ha delle limitazioni in quasi tutti i paesi democratici, e nessuno ha niente da dire.
          • Anonimo scrive:
            Re: bigotteria o problema reale?

            Del resto anche il gioco d'azzardo ha delle
            limitazioni in quasi tutti i paesi democratici, e
            nessuno ha niente da dire.il gioco d'azzardo non è una cosa naturale, il sesso si.puoi vivere bene anche senza mai giocare d'azzardo, ma non puoi vivere gonfio... altrimenti prima o poi esplodi, ma questo quel bigotto di Bush sembra non averlo capito.
          • Anonimo scrive:
            Re: bigotteria o problema reale?

            puoi vivere bene anche senza mai giocare
            d'azzardo, ma non puoi vivere gonfio...
            altrimenti prima o poi esplodi, ma questo quel
            bigotto di Bush sembra non averlo capito.beh Bush non ha le palle..^^
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet Porn: Worse Than Crack?

      Pornografia è la rappresentazione del sesso.
      Libertà di espressione vuol dire poter esprimere
      qualunque cosa riguardo a qualunque cosa, e non
      qualunque cosa riguardo a degli argomenti scelti
      dal governo di turnoCi sono e ci saranno sempre limitazioni alla libertà di espressione, e quella forma di limitazione che ti turba tanto c'è già in qualche misura. Anche perché se per rappresentare/esprimereun qualche cosa vengono commessi dei reati, la leggeli persegue e la rappresentazione finisce per essereun documento di prova contro chi quei reati li ha commessi.
    • Garson Poole scrive:
      Porno-dipendenza=grossa cazzata?
      Secondo me siì, assolutamente una boiata.Con questo approccio può risultare che si instauri una dipendenza praticamente da qualsiasi cosa, ergo abbiamo a che fare con una concezione "inconsistente" ,o comunque inutile, di "addiction" e "abuse"
  • Anonimo scrive:
    Totalitarism is cool !!!!!!!!
    Presto faranno passare questa forma di governo, come qualcosa di trendy.Magari la publicizzeranno al Grande Fratello e convinceranno tutti i beoti che lo guardano ad accettarne le regole.Mi immagino già i pantaloni con su scritto: Totalitarism is cool....intanto il mondo va sempre più a rotoli :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Totalitarism is cool !!!!!!!!
      Ormai con la scusa del terrorismo si fa passare per patriota qualunque limitazione della libertà!
    • Anonimo scrive:
      Re: Totalitarism is cool !!!!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Presto faranno passare questa forma di governo,
      come qualcosa di trendy.Magari la publicizzeranno
      al Grande Fratello e convinceranno tutti i beoti
      che lo guardano ad accettarne le regole.Mi
      immagino già i pantaloni con su scritto:
      Totalitarism is cool

      ....intanto il mondo va sempre più a rotoli :@
      :@ :@Effettivamente Orwell è stato un po' troppo campanilistico nello scrivere che la nuova Oceania sarebbe stata la patria del Grande Fratello."..e il Ministero della Pace, che si occupava della guerra..."
  • Anonimo scrive:
    Questa isteria...
    ...verso il sesso sta veramente toccando il fondo.Chissà cosa può succedere se un bambino/ragazzo si vede delle tette o un pisello online... chissà che traumi...Quando ero piccolo e avevo trovato dei fumetti porno di mio zio e me li sono letti (a dire il vero solo poche pagine) non mi facevano né caldo né freddo. Li consideravo spazzatura o comunque un qualcosa che non mi interessava/importava. Se fossi stato un po' più grande magari li avrei anche apprezzati, ma il punto è che ad un bambino non glie ne frega proprio nulla di queste cose. Se le cerca è per pura ed umana curiosità, ma sicuramente non ne rimarrà traumatizzato.I genitori incomincino a fare i *genitori* ed incomincino a trattare anche questi argomenti anziché sperare che lo faccia qualcun'altro in loro vece e delegare l'istruzione dei propri figli a dei filtri online! Il sesso fa parte della vita.Scommetto che è colpa dei pretucoli e delle loro fobie se oggi ci si deve vergognare a raccontare a proprio figlio come nascono i bambini.Io mi sono imparato come nascono i bambini da un'enciclopedia quando ero alle elementari (quarta se ricordo bene) e solo perché mi piaceva imparare. Che facciamo? Banniamo anche le enciclopedie? Non sarebbe stato 100 volte meglio se me lo avessero detto i miei?==================================Modificato dall'autore il 23/01/2006 2.33.25
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa isteria...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...verso il sesso sta veramente toccando il fondo.

      Chissà cosa può succedere se un bambino/ragazzo
      si vede delle tette o un pisello online... chissà
      che traumi...

      Quando ero piccolo e avevo trovato dei fumetti
      porno di mio zio e me li sono letti (a dire il
      vero solo poche pagine) non mi facevano né caldo
      né freddo. Li consideravo spazzatura o comunque
      un qualcosa che non mi interessava/importava.
      Se fossi stato un po' più grande magari li avrei
      anche apprezzati, ma il punto è che ad un bambino
      non glie ne frega proprio nulla di queste cose.
      Se le cerca è per pura ed umana curiosità, ma
      sicuramente non ne rimarrà traumatizzato.

      I genitori incomincino a fare i *genitori* ed
      incomincino a trattare anche questi argomenti
      anziché sperare che lo faccia qualcun'altro in
      loro vece e delegare l'istruzione dei propri
      figli a dei filtri online!
      Il sesso fa parte della vita.

      Scommetto che è colpa dei pretucoli e delle loro
      fobie se oggi ci si deve vergognare a raccontare
      a proprio figlio come nascono i bambini.

      Io mi sono imparato come nascono i bambini da
      un'enciclopedia quando ero alle elementari
      (quarta se ricordo bene) e solo perché mi piaceva
      imparare.
      Che facciamo? Banniamo anche le enciclopedie? Non
      sarebbe stato 100 volte meglio se me lo avessero
      detto i miei?Al rogo le enciclopedie! Fahrenheit 451
    • ishitawa scrive:
      Re: Questa isteria...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...verso il sesso sta veramente toccando il fondo.
      purtroppo temo che questo del sesso sia una scusa per creare un precedente: purtroppo molte persone sono disposte ad accettare limitazioni ingiuste (come queste di cui si discute) pur di rimuovere il sesso dalla reteuna volta passata questa, si potrà passare ai "reati d'opinione"rimanendo sul sesso:- tanto o eliminiamo internet o i siti porno esisteranno così come esistono da sempre prostitute etc, è nell'istinto umano....- più si censura, reprime, condanna e più si avranno comportamenti devianti, vedi i preti pedofilima ricordiamoci che Bush è un beghino della peggior specie e metà america è con lui
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa isteria...
        - Scritto da: ishitawa

        - Scritto da: Wakko Warner

        ...verso il sesso sta veramente toccando il
        fondo.


        purtroppo temo che questo del sesso sia una scusa
        per creare un precedente: purtroppo molte persone
        sono disposte ad accettare limitazioni ingiuste
        (come queste di cui si discute) pur di rimuovere
        il sesso dalla rete

        una volta passata questa, si potrà passare ai
        "reati d'opinione"

        rimanendo sul sesso:
        - tanto o eliminiamo internet o i siti porno
        esisteranno così come esistono da sempre
        prostitute etc, è nell'istinto umano....
        - più si censura, reprime, condanna e più si
        avranno comportamenti devianti, vedi i preti
        pedofili

        ma ricordiamoci che Bush è un beghino della
        peggior specie e metà america è con luirimuovere il porno dalla rete (impossibile) significa:1) calpestare i diritti umani2) distruggere un bel parco di abbonati3) distruggere l'innovazioneè proprio grazie al porno che si sono dovute cercare soluzioni tecnologiche sempre innovative.è anche (sottolineo anche) grazie al porno, sempre + tassato, che le finanziare italiane del nano hanno ancora fondi da buttare nel cesso.inoltre lo trovo culturalmente utile e stimolante e i bigotti che si scandalizzano è bene che restino nella loro chiusura mentale perkè è ciò che si meritano.. magari l'unica cosa che potrebbero fare è nn rompere le scatole al prossimo.
        • ishitawa scrive:
          Re: Questa isteria...

          e i bigotti che si scandalizzano è bene che
          restino nella loro chiusura mentale perkè è ciò
          che si meritano.. magari l'unica cosa che
          potrebbero fare è nn rompere le scatole al
          prossimo.
          purtroppo i bigotti di ogni fede e credo sono fermamente convinti che DEVONO imporre le loro credenze al prossimoqui entriamo in un discorso più ampio: pensamo per un attimo al fatto che solo qui in occidente, per via delel tre grandi religioni monoteiste, c'è questa avversione al sessopensiamo alla morale indiana, o a quella giapponesetutto è relativo
    • fabianope scrive:
      Re: Questa isteria...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...straquoto ed aggiungo:ma il principale problema non doveva essere il terrorismo? eppoi....se echelon & c. con il terrorismo hanno funzionato cosi' bene (sono ironico...do you remember september, 11th?) figuriamoci come funzionerebbero coi pornazzi....byefabianope
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa isteria...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...verso il sesso sta veramente toccando il fondo.già
      Chissà cosa può succedere se un bambino/ragazzo
      si vede delle tette o un pisello online... chissà
      che traumi...su questo credo che ci siano pareri discordanti.io, personalmente, non ho avuto problemi, quando sono venuto a contatto con i giornali porno; eravamo alle elementari, con diversi amici a giocare in una piazzetta di paese; la palla è finita dietro un caspuglio in una aiuola pubblica che si è rivelata essere un nascondiglio per l'ormai storico "LE ORE".ovviamente eravamo tutti"oooh!!!" :-Oma nessuno ha mollato per un solo secondo.molte delle stronzate che ci erano balenate alla mente o che si erano formate per colpa della vaghezza con cui ci era stato descritta la riproduzione, sono svanite in pochi secondi.magari poi ci si diceva "bleaaaaah che schiiiiiiifoooo" quando tra bimbi si parlava di dare un bacio alle ragazze... ma era tutto normale. Sapevamo, e tanto bastava.Anzi, la curiosità ci ha spesso portato a tenere come "un tesoro segreto" quel materiale.Abbiamo poi scoperto che erano già due generazioni a tenere quel posto come "il luogo dei porno".Con una strizzatina d'occhio ci si diceva "ah, lo hai trovato eh?"
      anche apprezzati, ma il punto è che ad un bambino
      non glie ne frega proprio nulla di queste cose.
      Se le cerca è per pura ed umana curiosità, ma
      sicuramente non ne rimarrà traumatizzato.

      I genitori incomincino a fare i *genitori* ed
      incomincino a trattare anche questi argomenti
      anziché sperare che lo faccia qualcun'altro in
      loro vece e delegare l'istruzione dei propri
      figli a dei filtri online!
      Il sesso fa parte della vita.claro, per me è stato chiarificante.Da come mia madre mi aveva descritto la cosa avevo immaginato la zona pubica femminile come una specie di scola-pasta.E la cosa non mi quadrava perchè avevo visto che le bambine non erano tutte un buco ... Non era chiaro. E l'ignoto mi turbava di più... e il senso di "vergogna" legato all'argomento era palpabile.Che grande errore!Scoprire quindi con "crudezza" il sesso (che non è l'amore) è stato molto utile.Naturalmente sarebbe stato più utile che ci fossero state delle bambine per scoprire che la reazione tra noi maschietti era differente... ma lo era poi tanto?Mia cugina aveva un anno più di me, quando a 5 anni mi propose "metti questo qui" ... perchè aveva il suo bravo libro di educazione sessuale.Ovviamente il mio lumachino non aveva idea di che diavolo si stesse parlando e abbiamo certamente continuato a giocare a rincorrerci o a nascondino, e senza alcun trauma successivo.
      Scommetto che è colpa dei pretucoli e delle loro
      fobie se oggi ci si deve vergognare a raccontare
      a proprio figlio come nascono i bambini.sicuramente è una sensazione che si tramanda ; probabilmente anche con linguaggio nonverbale. Tra gli Hawaiani (doc!) pare non ci fosse alcun tipo di problema col sesso; non è una sensazione innata.
      Che facciamo? Banniamo anche le enciclopedie? Non
      sarebbe stato 100 volte meglio se me lo avessero
      detto i miei?Mia madre ci ha provato e non ha capito che non parlando chiaramente mi ero immaginato la donna in un modo assurdo.Per tornare a google e al governo: se chiede solo che tipo di ricerca si fa, SLEGATO dal nome utente, è certamente meno grave, imho.resta il fatto che comunque Google e i motori, quei dati ce li hanno e li tengono e magari li passano ad altre ditte, anche se dicono di tenere alla privacy dei clienti
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa isteria...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...verso il sesso sta veramente toccando il fondo.bhe se consideri che in buona parte delle scuole americane anziche' l'evoluzionismo si insegna il creazionismo e che i rapporti orali sono reato in molti stati degli usa...
    • AndreaMilano scrive:
      Re: Questa isteria...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...verso il sesso sta veramente toccando il fondo.

      Chissà cosa può succedere se un bambino/ragazzo
      si vede delle tette o un pisello online... chissà
      che traumi...mmm secondo me succede come quelli che hanno visto Fujiko con le tette al vento nell'adolescenza. Nulla. Però c'e' da dire che ci sono anche persone facilmente impressionabili, magari nascono conflitti interiori dopo aver visto Rocco Siffredi o peggio Ron Jeremy...
      Quando ero piccolo e avevo trovato dei fumetti
      porno di mio zio e me li sono letti (a dire il
      vero solo poche pagine) non mi facevano né caldo
      né freddo. Li consideravo spazzatura o comunque
      un qualcosa che non mi interessava/importava.
      Se fossi stato un po' più grande magari li avrei
      anche apprezzati, ma il punto è che ad un bambino
      non glie ne frega proprio nulla di queste cose.
      Se le cerca è per pura ed umana curiosità, ma
      sicuramente non ne rimarrà traumatizzato.Perfettamente d'accordo con te ma dovremmo anche impostare la nostra ottica verso persone facilmente soggiocabili. Intendo dire quelle persone che non hanno facoltà intellettiva di valutare ciò che vedono, sentono, leggono e di conseguenza modificano i loro comportamenti in modo non del tutto "naturale".
      I genitori incomincino a fare i *genitori* ed
      incomincino a trattare anche questi argomenti
      anziché sperare che lo faccia qualcun'altro in
      loro vece e delegare l'istruzione dei propri
      figli a dei filtri online! Eh si, se un genitore è così stolto da lasciare il proprio figlio di 10 anni al pc da solo vuol dire che forse una vasectomia sarebbe stata una scelta più saggia di quella di mettere al mondo una prole.
      Il sesso fa parte della vita.Gran vita!
      Scommetto che è colpa dei pretucoli e delle loro
      fobie se oggi ci si deve vergognare a raccontare
      a proprio figlio come nascono i bambini.
      Io mi sono imparato come nascono i bambini da
      un'enciclopedia quando ero alle elementari
      (quarta se ricordo bene) e solo perché mi piaceva
      imparare.
      Che facciamo? Banniamo anche le enciclopedie? Si, cosa buona e giusta.Non
      sarebbe stato 100 volte meglio se me lo avessero
      detto i miei?

      ==================================
      Modificato dall'autore il 23/01/2006 2.33.25
    • Anonimo scrive:
      Re: però il pedoporno è da vietare
      e nessuno ha da ridire su questo. Ma che dire allora del fatto che l'industria del porno prospera grazie al fatto che sfrutta il personale in modo simile al racket della prostituzione? Un film può costare solo 50000 dollari e guadagnarne qualche milione, quindi è chiaro che chi ci guadagna è solo la produzione. Non è un caso che le attrici nelle produzioni europeee vengano per lo più da paesi dell'est dove è difficile trovare lavoro (stessa cosa per le prostitute).
      • Sgabbio scrive:
        Re: però il pedoporno è da vietare
        adesso tutte le pornostar sono mignottone.... certo...certo...... MOIGEEEEEEEEEEEEEEEe
      • Maiale scrive:
        Re: però il pedoporno è da vietare
        - Scritto da: Anonimo
        e nessuno ha da ridire su questo.
        Ma che dire allora del fatto che l'industria del
        porno prospera grazie al fatto che sfrutta il
        personale in modo simile al racket della
        prostituzione?
        Un film può costare solo 50000 dollari e
        guadagnarne qualche milione, quindi è chiaro che
        chi ci guadagna è solo la produzione. Non è un
        caso che le attrici nelle produzioni europeee
        vengano per lo più da paesi dell'est dove è
        difficile trovare lavoro (stessa cosa per le
        prostitute).Tutte le industrie guadagna sui dipendenti non solo quella del porno che è una della tante, sfruttano i pornoattori come le aziende sfruttano i dipendenti.Ci sono poi pornoattori, e sopratutto pornoattrici, che guadagnano in bel pò di soldi (guadagnano di più le donne al contrario di quanto si pensi), i conti i banca di certe pornostar sono milionari in euro, certo è come il modo della moda o i calciatori ne diventa ricco 1 su 10000 ma comunque già un semiprofessionista guadagna ben più di un impiegato.Le maggior marte delle ponoattrici vengono dall'est è perchè non si fanno tanto scrupoli a fare questo lavoro perchè hanno una morale diversa (e a mio avviso più giusta) e come ho letto in un intervista a Rocco Siffredi se fanno questo lavoro non so viste come appestate come succede spesso in Italia.La storia del racket del porno è una roba inventata dal quel prete di Don Benzi (del personaggio non commento per gentile richiesta della redazione).==================================Modificato dall'autore il 23/01/2006 13.14.07
        • Anonimo scrive:
          Re: però il pedoporno è da vietare
          - Scritto da: Maiale
          Le maggior marte delle ponoattrici vengono
          dall'est è perchè non si fanno tanto scrupoli a
          fare questo lavoro perchè hanno una morale
          diversa (e a mio avviso più giusta) e come ho
          letto in un intervista a Rocco Siffredi se fanno
          questo lavoro non sono viste come appestate come
          succede spesso in Italia.Che la morale centri dubito molto: rischiare di prendere l'aids e finire in un girodove la droga è abitualmente utilizzata come aiutinoè un motivo sufficiente per far ritenere chela manovalanza del porno (cioè la maggiorparte di chi compare nelle produzioni dozzinali)sia prigionera di un meccanismo di sfruttamentouguale a quello della prostituzione organizzata.Comunque per farsi un'idea basta visitare il cimitero delle starhttp://pornstar-address-book.com/pornlist/deadpornstars/deadpornstars.htm
          La storia del racket del porno è una roba
          inventata dal quel prete di Don Benzi.Infatti, non si tratta di un racket, è un'industriaben organizzata e perfettamente legale,al contrario dello sfruttamento della prostituzione.Il problema è: perché c'è questa differenzadi trattamento tra due attività così simili?
          • Maiale scrive:
            Re: però il pedoporno è da vietare
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Maiale

            Le maggior marte delle ponoattrici vengono

            dall'est è perchè non si fanno tanto scrupoli a

            fare questo lavoro perchè hanno una morale

            diversa (e a mio avviso più giusta) e come ho

            letto in un intervista a Rocco Siffredi se fanno

            questo lavoro non sono viste come appestate come

            succede spesso in Italia.
            Che la morale centri dubito molto:
            rischiare di prendere l'aids e finire in un giro
            dove la droga è abitualmente utilizzata come
            aiutino
            è un motivo sufficiente per far ritenere che
            la manovalanza del porno (cioè la maggior
            parte di chi compare nelle produzioni dozzinali)
            sia prigionera di un meccanismo di sfruttamento
            uguale a quello della prostituzione organizzata.
            Comunque per farsi un'idea basta visitare il
            cimitero delle star
            http://pornstar-address-book.com/pornlist/deadpornNel mondo dello spettacolo e nelle discoteche circola forse anche più droga e il mondo dell'hard non è un mondo a parte. il rischio del AIDS c'è come farsi un tatuaggio, le case di produzioni prendono serie precauzioni, infatti i morti per AIDS nel mondo del porno serio risalgono a infezioni contratte negli anni 80 dove c'era scarsa conoscenza e prevenzione (vedi il caso John Holmes). Sifferdi ha fatto porno per 20 anni avendo rapporti sessuali non protetti con migliaia doi donne (migliaia indendo migliaia non per dire tanto,beato lui) eppure niente AIDS lo stesso vale per altri attori porno.Se metti il cimitero delle rockstar ci trovi anche più morti per overdose e probabilmente se fai un giro nel cimitero del tuo paese vedrei quanti morti ha fatto l'eroina a causa della "moda" degli anni 80 anche se non erano nello show business.

            La storia del racket del porno è una roba

            inventata dal quel prete di Don Benzi.
            Infatti, non si tratta di un racket, è
            un'industria
            ben organizzata e perfettamente legale,
            al contrario dello sfruttamento della
            prostituzione.
            Il problema è: perché c'è questa differenza
            di trattamento tra due attività così simili?A me lo chiedi? fino ai primi anni 90 ci sono state condanne penali per i pornoattori, anche Cicciolina e Moana hanno avuto guai con la giustizia (Moana ha accumulato condanne fino a 7 anni di carcere).La pornografia in Italia è tollerata in base a una sentenza della corte costituzionale, infatti il primo film porno girato in Italia risale agli anni 80, così come pochi decenni fa si veniva arrestati per un topless in spiaggia.La prostituzione in Italia dovrebbere essere legalizzata sia quella maschile che femminile ognuno dei prprio genitali dovrebbe farci ciò che vuole.Se metti il cimitero delle rockstar ci trovi anche più morti per overdose e probabilmente se fai un giro nel cimitero del tuo paese vedrei quanti morti ha fatto l'eroina a causa della "moda" degli anni 80 anche se non erano nello showbuisness==================================Modificato dall'autore il 23/01/2006 16.17.04
          • Anonimo scrive:
            Re: però il pedoporno è da vietare

            La prostituzione in Italia dovrebbere essere
            legalizzata sia quella maschile che femminile
            ognuno dei prprio genitali dovrebbe farci ciò che
            vuole.Infatti, è legale prostituirsi, ma non sfruttare la prostituzione altrui, nè ridurre in schiavitù persone in stato di bisogno per sfruttarle sessualmente.
          • Maiale scrive:
            Re: però il pedoporno è da vietare
            - Scritto da: Anonimo

            La prostituzione in Italia dovrebbere essere

            legalizzata sia quella maschile che femminile

            ognuno dei prprio genitali dovrebbe farci ciò
            che

            vuole.
            Infatti, è legale prostituirsi, ma non sfruttare
            la prostituzione altrui, nè ridurre in schiavitù
            persone in stato di bisogno per sfruttarle
            sessualmente.Ma è illegale l'adescamento, prova a chiedere a una prostituta anche italiana se i carabinieri non gli rompono le palle sia che lavorini in strada che in camera.Lo sfruttamento della prostituzione è una cazzata anche un datore di lavoro guadagna su un dipendente.Anche uno che ha un locale che affitta a una prostituta è uno sfuttatore anche se non la obbliga a prostituirsi ma perchè trae indirettamente profitto dalla sua attività.Il mestiere di pornoattore andrebbe considerato come un normale rapporto fra datore di lavoro e dipendente o meglio come il rapporto che ha l'attore tradizionale con la sua casa produttrice.PS ho notato solo ora il titolo sul pedo ma che cazzo c'entra il mondo dell'hard con il pedo?==================================Modificato dall'autore il 23/01/2006 16.31.24
          • Anonimo scrive:
            Re: però il pedoporno è da vietare

            Lo sfruttamento della prostituzione è una cazzata
            anche un datore di lavoro guadagna su un
            dipendente.
            Anche uno che ha un locale che affitta a una
            prostituta è uno sfuttatore anche se non la
            obbliga a prostituirsi ma perchè trae
            indirettamente profitto dalla sua attività.Qualunque imprenditore sfrutta i suoi operai(e se la legge glielo permettesse li ridurrebbe in schiavitù).Però è un fatto innegabile che il 90% delle donneche si prostituiscono in strada lo fanno perché sono state catturate all'estero con vari metodi. Certo, ci sono anche le puttane per vocazione, ma costano molto più care e non battono sui viali.. Le altre sono praticamente in stato di schiavitù.Per quanto riguarda l'hard il problema è molto simile.
          • Maiale scrive:
            Re: però il pedoporno è da vietare

            Qualunque imprenditore sfrutta i suoi operai
            (e se la legge glielo permettesse li ridurrebbe
            in schiavitù).
            Però è un fatto innegabile che il 90% delle donne
            che si prostituiscono in strada lo fanno perché
            sono state catturate all'estero con vari metodi.Fonte ? Don Benzi ? Emilio Fede ? MOIGE ?
            Certo, ci sono anche le puttane per vocazione, ma
            costano molto più care e non battono sui viali..
            Le altre sono praticamente in stato di schiavitù.
            Per quanto riguarda l'hard il problema è molto
            simile.Non credo proprio, ad esempio Schicchi ho sotto contratto svariate pornostar di entrambi i sessi e ha l'alito sul collo dei moralisti pronti a denunciarlo per ogni minima sospetta infrazione, non rischierebbe, non è fesso.Poi basta vedere quanta gente c'è quando fanno i provini per l'hard, è più difficile entrare nel grande fratello che nella scuderie Schicchi.C'è gente che fa hard amatoriale e questi chi li costringe e vendere il video che si è fatto da solo ?Le donne fanno hard per i soldi anche senza arrivare all'hard si guadagna bene una volta ho chiesto a una spogliarellista di un night, che non si prostituiva faceva lo spettacolo classicoquanto guadagnava, non mi ha risposto di preciso ma mi ha detto che erano belle cifre.
          • Anonimo scrive:
            Re: però il pedoporno è da vietare

            PS ho notato solo ora il titolo sul pedo ma che
            cazzo c'entra il mondo dell'hard con il pedo?Penso che il thread sia nato mettendo a confronto un divieto già esistente (quello per il pedoporno) con uno che potrebbe affermarsi in futuro se il trend di diffusione della pornografia dovesse continuare con i tassi attuali.
          • Anonimo scrive:
            Re: però il pedoporno è da vietare

            Penso che il thread sia nato mettendo a confronto
            un divieto già esistente (quello per il
            pedoporno) con uno che potrebbe affermarsi in
            futuro se il trend di diffusione della
            pornografia dovesse continuare con i tassi
            attuali.Che credo sia attorno ai 20.000 siti al giorno!!Ci si impegnasse così anche per le cose serie!
          • Anonimo scrive:
            Re: però il pedoporno è da vietare
            - Scritto da: Anonimo
            Penso che il thread sia nato mettendo a confronto
            un divieto già esistente (quello per il
            pedoporno) con uno che potrebbe affermarsi in
            futuro se il trend di diffusione della
            pornografia dovesse continuare con i tassi
            attuali.Sinceramente non capisco dove tu possa aver visto il confronto con il pedoporno nel mio post.
          • Anonimo scrive:
            Re: però il pedoporno è da vietare
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Anonimo

            Penso che il thread sia nato mettendo a
            confronto

            un divieto già esistente (quello per il

            pedoporno) con uno che potrebbe affermarsi in

            futuro se il trend di diffusione della

            pornografia dovesse continuare con i tassi

            attuali.

            Sinceramente non capisco dove tu possa aver visto
            il confronto con il pedoporno nel mio post.Si chiama condizionamento classico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa isteria...
      - Scritto da: Wakko Warner
      Ho in effetti "dimenticato" di dire (in realtà
      l'ho dimenticato di proposito: non ritenevo
      necessario specificarlo) che i fumetti che ho
      visto all'epoca (ed ero molto piccolo) erano di
      tipo CBT (ossia proprio del tipo che tu citi qui
      sopra) e ti garantisco che non ne sono rimasto
      minimamente impressionato.
      Non capivo che cosa ci fosse di interessante in
      quelle pagine, non capivo perché a quella gente
      piaceva fare quello che facevano, anzi... pensavo
      fosse un qualche fumetto horror, né più né meno
      dei tanti horror che mi sono visto da bambino (e
      per giunta un horror senza un minimo di storia,
      senza un minimo di suspance, senza alcunché di
      interessante).
      Sono andato a chiedere a mia mamma che mi ha
      detto che erano tutte stupidaggini e come tali
      sono state catalogate e buttate nel
      dimenticatoio.
      Non mi sono sognato di notte quelle scene.
      Non ho fatto la pipì a letto per questo.
      Non ho avuto traumi di alcun tipo.Non sono d'accordo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa isteria...

      Ho in effetti "dimenticato" di dire (in realtà
      l'ho dimenticato di proposito: non ritenevo
      necessario specificarlo) che i fumetti che ho
      visto all'epoca (ed ero molto piccolo) erano di
      tipo CBT (ossia proprio del tipo che tu citi qui
      sopra) e ti garantisco che non ne sono rimasto
      minimamente impressionato.Vabbeh!! Se prendi te come "metro di misura" per il resto del mondo allora non ci sono problemi.Comunque quello che puoi trovare in rete non me lo puoi paragonare ai fumetti (fumetti!!) dello zio!
  • Anonimo scrive:
    Benjamin Franklin disse ...
    "Chi e' pronto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita ne' la liberta' ne' la sicurezza" - Benjamin FranklinTrollMaster S.
    • Anonimo scrive:
      Re: Benjamin Franklin disse ...
      - Scritto da: Anonimo

      "Chi e' pronto a dar via le proprie liberta'
      fondamentali per comprarsi briciole di temporanea
      sicurezza non merita ne' la liberta' ne' la
      sicurezza" - Benjamin Franklin

      TrollMaster S.E aggiungiamo per chi non lo sapesse che oltra ad inventare il parafulmine era stato uno dei padri fondatori degli USA....
      • Anonimo scrive:
        Re: Benjamin Franklin disse ...
        - Scritto da: Anonimo
        E aggiungiamo per chi non lo sapesse che oltra ad
        inventare il parafulmine era stato uno dei padri
        fondatori degli USA....Si, me lo ricordo, era anche nel gioco Day of the Tentacle della Lucasarts. Era lì con il suo bravo acquilone in attesa che si scatenasse un temporale per essere colpito da un fulmine http://www.mobygames.com/game/dos/day-of-the-tentacle/screenshots/gameShotId,14656/mentre nella villa c'erano i suoi colleghi che scrivevano la Costituzione degli USAhttp://www.mobygames.com/game/dos/day-of-the-tentacle/screenshots/gameShotId,7574/(Si noti a destra, alla finestra, G. Washington) :) ==================================Modificato dall'autore il 23/01/2006 2.43.45
    • Anonimo scrive:
      Re: Benjamin Franklin disse ...
      - Scritto da: Anonimo

      "Chi e' pronto a dar via le proprie liberta'
      fondamentali per comprarsi briciole di temporanea
      sicurezza non merita ne' la liberta' ne' la
      sicurezza" - Benjamin Franklin

      TrollMaster S.
      E aveva proprio ragione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Benjamin Franklin disse ...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        "Chi e' pronto a dar via le proprie liberta'

        fondamentali per comprarsi briciole di
        temporanea

        sicurezza non merita ne' la liberta' ne' la

        sicurezza" - Benjamin Franklin



        TrollMaster S.


        E aveva proprio ragione.Straquoto in pieno !
  • Anonimo scrive:
    il web deve cambiare
    I contenuti sul web hanno ancora un vincolo molto forte ... sono indicizzati dai motori di ricerca.Fino ad ora ci siamo serviti di questi motori, e ce ne serviremo ancora per un bel po di tempo.ma non si puo' andare più avanti di così, questi sono degli strumenti troppo controllabili ...e come sempre ... chi controlla l'accesso alle informazioni ... controlla le informazioni stesse.Soluzioni ?http://it.wikipedia.org/wiki/Web_semanticoad esempio
    • Anonimo scrive:
      Re: il web deve cambiare
      In un mondo perfetto... forse sì- Scritto da: Anonimo

      I contenuti sul web hanno ancora un vincolo molto
      forte ... sono indicizzati dai motori di ricerca.

      Fino ad ora ci siamo serviti di questi motori, e
      ce ne serviremo ancora per un bel po di tempo.
      ma non si puo' andare più avanti di così, questi
      sono degli strumenti troppo controllabili ...e
      come sempre ... chi controlla l'accesso alle
      informazioni ... controlla le informazioni
      stesse.

      Soluzioni ?
      http://it.wikipedia.org/wiki/Web_semantico
      ad esempio

  • Anonimo scrive:
    Oh no!!!
    Cioè ormai siamo in un'era dove la censura è all'ordine del giorno e nessuno ha pensato a censurare gli scalmanati del grande fratello che strillano e berciano in tv? che pazzo mondo! barbara d'urso aiutaci tu!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Oh no!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Cioè ormai siamo in un'era dove la censura è
      all'ordine del giorno e nessuno ha pensato a
      censurare gli scalmanati del grande fratello che
      strillano e berciano in tv? che pazzo mondo!
      barbara d'urso aiutaci tu!!!Ma infatti quella è "pornografia" di regime, quindi va bene!
  • Anonimo scrive:
    Quoto!!!
    "Certamente più un Governo è intrusivo e più i crimini possono essere risolti facilmente. Ma la nostra società è fondata sul fatto che non vogliamo dare al Governo tutto questo potere". puffa
    • Anonimo scrive:
      Re: Quoto!!!
      - Scritto da: Anonimo
      "Certamente più un Governo è intrusivo e più i
      crimini possono essere risolti facilmente. Ma la
      nostra società è fondata sul fatto che non
      vogliamo dare al Governo tutto questo potere".


      puffaVieni di là.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quoto!!!
      - Scritto da: Anonimo
      "Certamente più un Governo è intrusivo e più i
      crimini possono essere risolti facilmente. Ma la
      nostra società è fondata sul fatto che non
      vogliamo dare al Governo tutto questo potere".


      puffaDavvero?? e i crimini fatti dal Governo? (vedi intercettazioni non autorizzate...)
  • Anonimo scrive:
    Solita Paturnia made in USA
    Quando la smetteranno con la scusa della prevenzione degli attacchi terroristici?? Incominciano ad essere noiosi... almeno si rinnovassero un pò!
  • Anonimo scrive:
    Si più guerre e meno porno !
    Ma allora preferisco ci sia anche il porno in rete ! :D
  • Anonimo scrive:
    Parolina magica
    "prevenire attacchi terroristici"
  • Anonimo scrive:
    e steve jobs intanto
    promuove l'iporn e il macsex
    • Anonimo scrive:
      Re: e steve jobs intanto
      finchè lo zio bill non tira fuori l'ottava versione di VISTAwindows.VISTA.SEX.edition_tutto.vero.imperdibile_da.paura.iso

      http://promo.resetmultimedia.com- Scritto da: Anonimo
      promuove l'iporn e il macsex
      • Anonimo scrive:
        Re: e steve jobs intanto
        - Scritto da: Anonimo
        finchè lo zio bill non tira fuori l'ottava
        versione di VISTA

        windows.VISTA.SEX.edition_tutto.vero.imperdibile_d



        http://promo.resetmultimedia.com

        - Scritto da: Anonimo

        promuove l'iporn e il macsexAh, è per questo che gli storici BSOD dovrebbero diventare rossi, da blu che sono stati finora?
      • Anonimo scrive:
        drive digitali
        - Scritto da: Anonimo
        finchè lo zio bill non tira fuori l'ottava
        versione di VISTA

        windows.VISTA.SEX.edition_tutto.vero.imperdibile_dserviranno pero' dei driver certificati per fa funzionare il tuo vecckio vibr4tore usb....
    • Anonimo scrive:
      Re: e steve jobs intanto
      - Scritto da: Anonimo
      promuove l'iporn e il macsexPensavo che dicessi la notizia del giorno: vende la Pixar a Disney e diventa il manager più importante di quest'ultima.
      • Giambo scrive:
        Re: e steve jobs intanto
        - Scritto da: Anonimo
        Pensavo che dicessi la notizia del giorno: vende
        la Pixar a Disney e diventa il manager più
        importante di quest'ultima.OT per OT: Povera Pixar, chissa' che fine fara' in mano Disney :-(Miyazaki, salvaci tu !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: e steve jobs intanto
          - Scritto da: Giambo

          - Scritto da: Anonimo


          Pensavo che dicessi la notizia del giorno: vende

          la Pixar a Disney e diventa il manager più

          importante di quest'ultima.

          OT per OT: Povera Pixar, chissa' che fine fara'
          in mano Disney :-(Non credo cambi molto, i film li faceva insieme alla disney, la Pixar si occupava del lato tecnico. E poi se Steve Jobs diventa il boss di Disney alla fine è più quest'ultima a cambiare.
Chiudi i commenti