L'e-waste in Italia si ricicla

Secondo i dati diffusi da Ecodom, la quantità dei rifiuti gestiti nel 2010 cresce del 17 per cento rispetto all'anno precedente. Ma per Greenpeace la metà dei rivenditori continua a rifiutarsi di ritirare l'usato

Roma – Ecodom, il consorzio italiano di recupero e riciclaggio degli elettrodomestici, diffonde i dati 2010 sulla raccolta dei cosiddetti RAEE , i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Secondo i calcoli , il consorzio avrebbe trattato 89.100 tonnellate tra frigoriferi, condizionatori, lavatrici, lavastoviglie, forni e cappe, pari a oltre il 36 per cento di tutti i RAEE.

Per quanto riguarda i materiali smaltiti, sono state calcolate 58.340 tonnellate di ferro, 1.655 di rame, 2.876 di alluminio, 7.500 di plastica, numeri che, secondo l’analisi conclusiva annuale condotta da Ecodom, avrebbero segnato una crescita del 17 per cento per quanto concerne la quantità di rifiuti gestiti.

Giorgio Arienti, direttore generale di Ecodom, si dichiara soddisfatto dei risultati raggiunti nel 2010, ottenuti, secondo il dirigente, grazie alla collaborazione tra il consorzio, i comuni, gli enti che effettuano la raccolta e gli impianti specializzati nel trattamento dei RAEE. Ma soprattutto, afferma Arienti, il merito è dei cittadini che sempre di più si rendono conto dell’importanza di sostenere il riciclo dei rifiuti elettronici.

Medaglia d’oro per la regione Lombardia , che, sempre secondo i dati Ecodom, risulta essere la regione più virtuosa d’Italia con 13.074 tonnellate di RAEE trattati; seguono Emilia Romagna, Piemonte e Veneto. Maglia nera per Molise e Valle d’Aosta, piazzatesi rispettivamente al penultimo e ultimo posto.

Il consorzio, tuttavia, non lesina suggerimenti per rendere più sistematico il processo di ritiro gratuito dei rifiuti da parte dei negozianti. Secondo Ecodom, infatti, affinché il ritiro “uno contro uno” possa decollare, è necessario un intervento da parte del Ministero dell’Ambiente volto a precisare le normative in materia. Sarebbe urgente, infatti, dare avvio a un efficace sistema di controlli e sanzioni verso tutti i soggetti obbligati.

E contro l’inadempienza nel ritiro gratuito dei prodotti da parte dei negozi appartenenti alle grosse catene di elettronica si scaglia Greenpeace nell’ultima inchiesta tesa a denunciare il mancato rispetto del decreto che regola lo smaltimento dei rifiuti ad alta tecnologia.
Secondo l’organizzazione ambientalista, il 51 per cento dei rivenditori continua a non rispettare il decreto sui RAEE n.65 del 2010, la norma che impone ai negozianti di ritirare l’usato secondo la regola dell'”uno contro uno”. Secondo i responsabili di Greenpeace, l’Italia si troverebbe indietro rispetto agli altri paesi europei nella gestione dei rifiuti elettronici, sebbene la direttiva comunitaria in materia risalga al 2002.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sentinel scrive:
    Bah...
    Bah Si sbrigassero a rendere ufficiali e definitive le specifiche piuttosto che perdere tempo a disegnare strani loghi.
  • ZiK scrive:
    Mi ricorda il logo dei Transformers :)
    http://www.pollsb.com/photos/o/73422-transformers_logo.jpg
  • Grafico di Magic Italy scrive:
    Che brutto!
    Neanche un drop shadow e il riflesso di photoshop?IO ci avrei messo sotto anche una melina, se non era per la Apple col cavolo che html5 sarebbe uscito cosi presto. Saremo ancora con il 4, flash e silverlight.cmq, ciancio alle bande, posso iniziare a programmarci o non c'e' ancora uno straccio di IE che lo supporti?
    • rinco tronco scrive:
      Re: Che brutto!
      - Scritto da: Grafico di Magic Italy
      Neanche un drop shadow e il riflesso di photoshop?Essendo in vettoriale dupito che vi si possa applicare effetti tramite programmi di grafica raster...
      IO ci avrei messo sotto anche una melina, se non
      era per la Apple col cavolo che html5 sarebbe
      uscito cosi presto. Saremo ancora con il 4, flash
      e
      silverlight.Vedi chi ha il compito di produrre gli standard web è il W3C nel cui forum tutti i competitor possono contribuire, indi il merito o il demerito non va ai singoli ma la gruppo; inoltre vorrei ricordare che se non fosse per apple avremmo già lo standard completo di specifiche per i tag audio e video, essendo appunto apple che ha sollevato il polvedrone "thora potrebbe violare brevetti usiamo una tecnologia proprietaria (che in parte controllo facendo parte del mpeg-la group)"
      cmq, ciancio alle bande, posso iniziare a
      programmarci o non c'e' ancora uno straccio di IE
      che lo
      supporti?
      • tommaso vietina scrive:
        Re: Che brutto!
        - Scritto da: rinco tronco
        - Scritto da: Grafico di Magic Italy

        Neanche un drop shadow e il riflesso di
        photoshop?

        Essendo in vettoriale dupito che vi si possa
        applicare effetti tramite programmi di grafica
        raster...


        IO ci avrei messo sotto anche una melina, se non

        era per la Apple col cavolo che html5 sarebbe

        uscito cosi presto. Saremo ancora con il 4,
        flash

        e

        silverlight.

        Vedi chi ha il compito di produrre gli standard
        web è il W3C nel cui forum tutti i competitor
        possono contribuire, indi il merito o il demerito
        non va ai singoli ma la gruppo; inoltre vorrei
        ricordare che se non fosse per apple avremmo già
        lo standard completo di specifiche per i tag
        audio e video, essendo appunto apple che ha
        sollevato il polvedrone "thora potrebbe violare
        brevetti usiamo una tecnologia proprietaria (che
        in parte controllo facendo parte del mpeg-la
        group)"


        cmq, ciancio alle bande, posso iniziare a

        programmarci o non c'e' ancora uno straccio di
        IE

        che lo

        supporti?Gli effetti di grafica raster sono applicabili al vettoriale (illustrator); ovviamente dopo non è ingrandibile all'infinito senza perdita, ma se fai una cosa grande esempio 3000x3000px è difficile che arrivi al punto da farlo degradare.
        • FDG scrive:
          Re: Che brutto!
          - Scritto da: tommaso vietina
          Gli effetti di grafica raster sono applicabili al
          vettoriale (illustrator); ovviamente dopo non è
          ingrandibile all'infinito senza perdita, ma se
          fai una cosa grande esempio 3000x3000px è
          difficile che arrivi al punto da farlo
          degradare.Mi pare che la scelta del logo sia nella direzione della semplicità perché così più facile da inserire nei contesti più disparati, dall'inserimento come logo nei banner, nei pulsanti, alla possibilità di stampare magliette, e così via. In più il logo così fatto è facile da riprodurre nelle dimensioni ridotte di una fav-ico.
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: Che brutto!
      a dire il vero oggi si tende a lavorare in xhtml e non in html 4
    • Funz scrive:
      Re: Che brutto!
      - Scritto da: Grafico di Magic Italy8/10 per il nick trollesco :D
      Neanche un drop shadow e il riflesso di photoshop?orrore, il riflesso fasullo che mettono dappertutto, pure nei volantini del supermercato con i prezzi sbarrati :D
    • poiuy scrive:
      Re: Che brutto!

      cmq, ciancio alle bande, posso iniziare a programmarci o non c'e' ancora uno straccio di IE che lo supporti?Che ti frega di IE?Comunque http://html5test.com/Chrome per ora è quello che supporta meglio HTML 5, ma è tutto in veloce evoluzione. Se parti a sviluppare ora, quando avrai il prodotto finito HTML 5 sarà ben supportato (anche da IE).
  • cafelab scrive:
    serve un designer?
    presentare in pompa magna una roba così...
  • la redazione si riserva di cancellare scrive:
    Vi supplico
    Se il titolo è "HTML5 ha un logo ufficiale", mi aspetto che ci sia almeno una immagine del logo, no? È la cosa che odio di più di PI. Non ci sono immagini negli articoli in cui servirebbero.
    • FDG scrive:
      Re: Vi supplico
      - Scritto da: la redazione si riserva di cancellare
      Se il titolo è "HTML5 ha un logo ufficiale", mi
      aspetto che ci sia almeno una immagine del logo,
      no? È la cosa che odio di più di PI. Non ci sono
      immagini negli articoli in cui
      servirebbero.C'è il link...
    • krane scrive:
      Re: Vi supplico
      - Scritto da: la redazione si riserva di cancellare
      Se il titolo è "HTML5 ha un logo ufficiale", mi
      aspetto che ci sia almeno una immagine del logo,
      no? È la cosa che odio di più di PI. Non ci sono
      immagini negli articoli in cui servirebbero.Perche' sanno che la gente le blocca con ADBlock in sieme alla pubblicita' (rotfl)
      • Funz scrive:
        Re: Vi supplico
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: la redazione si riserva di
        cancellare

        Se il titolo è "HTML5 ha un logo ufficiale", mi

        aspetto che ci sia almeno una immagine del logo,

        no? È la cosa che odio di più di PI. Non ci sono

        immagini negli articoli in cui servirebbero.

        Perche' sanno che la gente le blocca con ADBlock
        in sieme alla pubblicita'
        (rotfl)Ma non è vero, le vignette del giorno si vedono pure usando AB+A meno che nel furore asetticista e icononoclasta non decidi di eliminare pure quelle ^^
    • Sgabbio scrive:
      Re: Vi supplico
      Infatti è comica: Parlano di certi software e notizie varie, ma non mettono mai una immagine che sia una.... :D
    • ruppolo scrive:
      Re: Vi supplico
      Troppa fatica.
  • Armando scrive:
    brrrr....
    fa quasi schifo... sembra il logo di un detersivo per piatti, non di uno standard che vuole essere rivoluzionario per il web...
    • Si_come_no scrive:
      Re: brrrr....
      - Scritto da: Armando
      fa quasi schifo... sembra il logo di un detersivo
      per piatti, non di uno standard che vuole essere
      rivoluzionario per il
      web...Si la rivoluzione di javascript... evviva
  • keul scrive:
    Bruttino...
    Scusate, ma secondo me è davvero un brutto logo...Ad ogni modo la sostanza della tecnologia non cambia, quindi direi che importa poc, no?
  • kallsu scrive:
    Logo HTML5
    Mi aspettavo qualcosa di più carico.Lecita l'associazione del 5 alla S di Superman, ma quella ALMENO era più carina.
  • Phabio76 scrive:
    A proposito di Open Web...
    Questo articolo del padre fondatore Tim Berners-Lee merita una lettura:http://www.wemedia.it/blog/2011/01/tim-berners-lee-lunga-vita-al-web/
Chiudi i commenti