Lenovo e Intel per il supercomputer VSC-4

Lenovo e Intel collaborano per aggiornare il supercomputer Vienna Scientific Cluster-4, il più potente operativo nel paese europeo.
Lenovo e Intel collaborano per aggiornare il supercomputer Vienna Scientific Cluster-4, il più potente operativo nel paese europeo.

Partnership annunciata tra Lenovo e Intel per il nuovo supercomputer più potente al momento operativo in Austria: il Vienna Scientific Cluster-4. L’infrastruttura HPC si basa su server ThinkSystem forniti dal gruppo cinese e su processori Xeon Scalable di seconda generazione, mettendo le proprie capacità al servizio di centinaia di progetti di ricerca e istruzione in tutto il paese finalizzati a meteorologia, scienza dei materiali, chimica quantistica e genetica.

Rinnovato il supercomputer Vienna Scientific Cluster-4

Analisi di Big Data e applicazioni di machine learning saranno altri due ambiti d’azione per il futuro di VSC-4. La collaborazione confermata oggi permetterà di renderlo adatto anche a soddisfare richieste sempre più diversificate e di ampia portata toccando ambiti non tradizionali come biotecnologia, scienze sociali e discipline umanistiche, studio dell’impatto dei cambiamenti climatici su fiumi e aree alluvionate, interazione delle molecole prodotte dalla farmacologie con le proteine del corpo umano e persino simulazioni di ciò che è avvenuto nell’universo subito dopo il Big Bang.

Il supercomputer Vienna Scientific Cluster-4

Il nuovo VSC-4 è il primo supercomputer in Austria a rompere la barriera del petaflops (PFLOPS) in Austria, raggiungendo un picco di prestazioni pari a 3,7 PFLOPS (2,7 PFLOPS in funzionamento continuo). Al suo interno trovano posto 790 server Lenovo ThinkSystem SD650 con tecnologia Direct Water-Cooling di terza generazione e processori Intel Xeon Scalable di seconda generazione per un totale di 37.920 core.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti