Lettori di tutto il mondo, unitevi!

EFF mette in guardia da Google Book Search. E invita i lettori a ribellarsi: scrivendo a Eric Schmidt

Roma – Temendo la realizzazione di quanto esorcizzato da libri come 1984 o Fahrenheit 451 , Electronic Frontier Foundation (EFF) ha appena fatto appello alla volontà di privacy dei lettori.

Secondo l’associazione non profit statunitense, Google Books rischia di non rispettare i diritti dei lettori digitali. BigG potrebbe infatti creare una lista di tutti i testi consultati online e le informazioni da essa ricavabili potrebbero essere addirittura legate alle altre fornite dai lettori tramite i vari strumenti di Google. Non è ben chiaro quali rischi correrebbe un appassionato di manuali su come costruire bombe molotov ma, in ogni caso, è facile che nasca la paura che i dati sensibili, una volta inseriti in Rete possano essere visualizzati e utilizzati da altri.

Partendo da tali considerazioni e con lo scopo di consentire una maggiore tutela dei lettori online , EFF ha invitato i lettori a inviare una email, attraverso un modulo compilabile sul proprio sito, al CEO di Google Eric Schmidt, pretendendo maggiore privacy.

Con l’idea di creare un virtuale gruppo di pressione, infatti, EFF punta alla realizzazione di alcuni obiettivi precisi, su cui si aspetta convergano gli interessi dei lettori. Una prima garanzia potrebbe derivare dalla possibilità, ancora non contemplata, di sfogliare i cataloghi Book Search senza obbligatoriamente essere registrati al sito. E chi, invece, ha una passione per i romanzi che raccontano come organizzare un golpe, potrebbe sentirsi più tranquillo se Google promettesse di non cedere i suoi dati ad agenzie governative. Un semplice strumento, proposto da EFF potrebbe essere, dunque, la possibilità per i lettori di nascondere la libreria personale e la lista di libri già consultati.

Ma la vera protezione dei dati sarebbe possibile se, e solo se, Google assumesse l’impegno di mantenere separati i dati di Book Search da quelli degli altri servizi, così da evitare la temuta creazione di un dossier individuale. Come ricordato da EFF, in un mondo completamente digitale ogni clic lascia un segno e informazioni normalmente private rischiano di essere diffuse senza protezione alcuna.

Google, dal canto suo, ha già cercato di rassicurare gli utenti. Come si legge sul blog italiano di Google , Mountain View si impegnerà a tutelare la privacy degli utenti, sebbene non sia stato ancora definito con quali modalità.

Sembra proprio che gli amanti della lettura stiano vivendo un brutto periodo. Basti ricordare come Amazon abbia da poco rimosso le copie del libro 1984 di George Orwell, già acquistate dagli utenti, da milioni di lettori Kindle.

Federica Ricca

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • etherodox scrive:
    Maruccia expertise
    ma, appunto, se Maruccia si legge gli articoli originali che non avete tempo, voglia o modo di guardarvi, non vedo ragione di disprezzare quello che scrive. Chi conosce personalmente Fanning e va a cena ogni sabato con Franklin potrebbe utilmente integrare i suoi pezzi su PI con le mOOOlto più importanti discussioni sui massimi sistemi P2P.
  • Akim scrive:
    BASTA MARUCCIA
    Maruccia ,fai tanto il gradasso scrivendo di p2p , sei un poveraccio che scopiazza articoli dall' estero , peraltro su cose che valgono meno di una discussione su una partita di serie D .Confrontati con gente che ha visto nascere i sistemi P2P , che conosce questo mondo molto meglio di te , tu giochi a fare il grande trascinatore delle masse , ma ti ripeto sei un poveraccio scarso di conoscenze. Vergognati Maruccia per la tua scarsita' .Sei un nessuno , un teorico del nulla .
    • krane scrive:
      Re: BASTA MARUCCIA
      - Scritto da: Akim
      Maruccia ,
      fai tanto il gradasso scrivendo di p2p , sei un
      poveraccio
      che scopiazza articoli dall' estero , peraltro su
      cose che valgono meno di una discussione su una
      partita di serie D.
      Confrontati con gente che ha visto nascere i
      sistemi P2P , che conosce questo mondo molto
      meglio di te , tu giochi a fare il grande
      trascinatore delle masse , ma ti ripeto sei un
      poveraccio scarso di conoscenze.Ma soprattutto ???Perche' vieni a leggere i suoi articoli ? Ti piace avere il mal di fegato ? Fai come tutti che leggiamo il titolo e si corre a trollare nei forum (rotfl)(rotfl)(rotfl)(troll2)
      Vergognati Maruccia per la tua scarsita'.
      Sei un nessuno , un teorico del nulla.Ma tu che sicuramente fai di meglio consigliaci invece qualche articolo serio in italiano a riguardo.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: BASTA MARUCCIA
      giornata storta stamattina eh? e allora fatti 'na tisana :-P
  • xloxlos scrive:
    Aumento bolletta
    Ma non basterebbe aumentare di 5 euro la bolletta telefonica e lasciare che le persone scarichino tutto quello ceh vogliono.. le le major e tutti quei vampiri sarebbero contenti ed tutti noi tranquilli.
    • krane scrive:
      Re: Aumento bolletta
      - Scritto da: xloxlos
      Ma non basterebbe aumentare di 5 euro la bolletta
      telefonica e lasciare che le persone scarichino
      tutto quello ceh vogliono.. le le major e tutti
      quei vampiri sarebbero contenti ed tutti noi
      tranquilli.Dici come per l'equo compenso sui supporti ??Quello che paghiamo e non serve a niente ?
  • cicco scrive:
    cosa cambia rispetto a prima ?
    anche se con un algoritmo più preciso un gruppo di aziende disturba un sistema con un comportamento opinabile solo perchè viene usato ANCHE per ledere i propri interessi, mentre i comui cittadini devono affidarsi alla legge e non hanno scampo quando si rivela inefficiente
  • Andreabont scrive:
    Re: basta che Cisco si svegli
    A parte che viola la neutralità della rete (la p2p non è illegale a priori, esiste anche il file sharing legale)E poi produrresti una migrazione di massa verso le darknet... sarebbe un disastro!
  • anonimo scrive:
    per l'autore: UCLA??
    UCLA?? detta anche USC :)
  • fostarood scrive:
    cioé io devo usarlo per farmi male?
    in pratica io devo usare il client farlocco per autoinzularmi?ahahahhahahaha :D
  • msdead scrive:
    PAP uguale?
    Protocollo Andato Perso :DSe cambia protocollo nei software di sharing e sto PAP lo PAPPANO altrove o si aggiungono delle funzionalità nei programmi di sharing di protezione e le cose si complicano.In ogni caso il P2P muove il mercato della connettività e non credo che succederà qualcosa...Più forte la legge francese di questo sistema, con la connessione fuori gioco vai sul sicuro, con questo protocollo no. E' possibile eluderlo.
  • -HCK- scrive:
    Re: E come farebbero a farlo implementare?
    Ma anche no...TUTTI possono dare un' occhiata al codice di linux, TUTTI possono cambiarlo e solo QUALCUNO potrebbe avere interessi a riguardo tentando invano di distribuire quel codice in linux, ma verrebbe devastato in tempo record.La mafia non può attecchire in linux ne in ogni altro sistema o programma open source.
  • me stesso scrive:
    Denunciamoli per inquinamento digitale..
    Eh, se inquineranno la rete di immondizia perchè non denunciarli per inquinamento digitale, praticamente non farebbero che gettare tonnellate di bit-immondizia nella rete. ahahahh.
  • MeX scrive:
    Re: basta che Cisco si svegli
    "invece di praticare prezzi onesti e puntare alla soddisfazione del cliente"credo tu abbia le idee confuso sul modello capitalistico!Il fine é il profitto non soddisfare il cliente!Anzi, meno soddisfazioni dai al cliente e piú "falsi" bisogni crei piú prodotti vendi e piú capitale fai
    • MeX scrive:
      Re: basta che Cisco si svegli
      "per avere molti clienti soddisfatti che tornino a comprare."se sono soddisfatto del mio PC perché devo comprarne uno nuovo ogni anno?Per usare Windows 7 che é piú "sicuro e veloce" ?Se la mia macchina funziona ancora bene... perché devo compare quella nuova?Il capitalismo si basa sul capitale, non sulla soddisfazione delle persone... ti sembra che gli occidentali siano persone soddisfatte?Alla ricerca dell'utlimo gadget che appaghi il loro bisogno di possesso e li faccia apparire migliori del vicino?
      • chojin_a scrive:
        Re: basta che Cisco si svegli
        - Scritto da: MeX
        "per avere molti clienti soddisfatti che tornino
        a
        comprare."

        se sono soddisfatto del mio PC perché devo
        comprarne uno nuovo ogni
        anno?
        Per usare Windows 7 che é piú "sicuro e veloce" ?

        Se la mia macchina funziona ancora bene... perché
        devo compare quella
        nuova?

        Il capitalismo si basa sul capitale, non sulla
        soddisfazione delle persone... ti sembra che gli
        occidentali siano persone
        soddisfatte?

        Alla ricerca dell'utlimo gadget che appaghi il
        loro bisogno di possesso e li faccia apparire
        migliori del
        vicino?1) Tu puoi essere soddisfatto di quello che hai ma c'è chi desidera di meglio2) Se si hanno i soldi si cambia anche l'auto ogni 6 mesi per prendere il modello nuovo che ha delle caratteristiche superioriHai un'idea distorta del concetto di capitalismo. Non mi meraviglia.
        • MeX scrive:
          Re: basta che Cisco si svegli

          1) Tu puoi essere soddisfatto di quello che hai
          ma c'è chi desidera di
          meglioti contraddici da solo al punto 2 :)
          2) Se si hanno i soldi si cambia anche l'auto
          ogni 6 mesi per prendere il modello nuovo che ha
          delle caratteristiche
          superiorie ogni sei mesi sfornano macchine con "caratteristiche superiori" tali da giustificarne l'acquisto perchè migliorano la tua qualità di vita?O sono "caratteristiche superiori" scritte sulle pubblicità che ti fanno sentire più figo del tuo vicino?
          Hai un'idea distorta del concetto di capitalismo.
          Non mi
          meraviglia.detta così resta una tua opinione.Argomenta.
    • The_GEZ scrive:
      Re: basta che Cisco si svegli
      Ciao chojin_a !
      Sei tu che hai le idee confuse. Il vero
      capitalismo ha come base la soddisfazione del
      cliente e praticare i prezzi più bassi possibile
      per avere molti clienti soddisfatti che tornino a
      comprare.Poche idee .. ma confuse ...Certo che voi altri non sapete proprio più dove andare absttere la testa ...Il capitalismo che pensa al consumatore ... che boiata monumentale ....
    • il petomane scrive:
      Re: basta che Cisco si svegli
      HAAHHAHAAHHAHAHAcioè, tu stai affermando che dopo il 68 a capo delle banche sono stati posti 68ini?no ma sei XXXXXXXXXX?gli uomini dietro alle banche sono gli stessi dai templari.1 9 6 8ahahahahahahaha
  • Guido Scorza scrive:
    Occhio alla privacy
    Un'idea tanto semplice quanto devastante sotto il profilo privacy: http://www.guidoscorza.it/?p=964
    • MeX scrive:
      Re: Occhio alla privacy
      ma che razzate scrivi:"Nessun atto o provvedimento giudiziario o amministrativo che implichi una valutazione del comportamento umano può essere fondato unicamente su un trattamento automatizzato di dati personali volto a definire il profilo o la personalità dellinteressato"quindi un pacchetto é un "dato personale volto a definire il profilo o la personalità dellinteressato" ?
      • Lancetta scrive:
        Re: Occhio alla privacy
        - Scritto da: MeX
        ma che razzate scrivi:
        "Nessun atto o provvedimento giudiziario o
        amministrativo che implichi una valutazione del
        comportamento umano può essere fondato unicamente
        su un trattamento automatizzato di dati personali
        volto a definire il profilo o la personalità
        dellinteressato"

        quindi un pacchetto é un "dato personale volto a
        definire il profilo o la personalità
        dellinteressato"
        ?La butto lì in soldoni e mooolto alla buona: forse perchè dovrebbe, "spiando" i pacchetti per dare la valutazione, (dell'essere un pirata o meno)il sistema (automatizzato quindi) in questione tracciarti? Almeno credo che questo sia il senso...Saluti.
  • Gymer scrive:
    Re: basta che Cisco si svegli
    chissene e tutti dicono che il sistema funziona alla grandesì certo poi l'indiacom senza filtri viaggia invece 1k-volte + veloce di noi e in europa daremo via il XXXX
  • del viero scrive:
    chi devo denunciare?
    se non ho capito male, l'articolo non e' molto chiaro,si va a riempire la banda di pacchetti senza senso....bello! un bel modo per diminuire il traffico.Cmq e' solo un concept per un programma di p2p a pagamentonon per eliminare le reti gia esistenti.
  • Naruto scrive:
    Lol
    tanto non lo metteranno mai.E comunque anche se lo implementano, riuscirebbero a trovare il modo per saltare questa protezione. Come tutte le altre cose. Si, poi vagli a spiegare alle compagnie telefoniche che gli utenti non si abbonano più perchè hanno bloccato il p2p. Gia me lo immagino, poracci quelli che hanno solo pensato di creare questa cosa.
  • Pierino il lupo scrive:
    Re: basta che Cisco si svegli
    - Scritto da: krane
    Spiega spiega come fa il sistema a distinguere
    tra un pacchetto che fa parte di una mail
    criptata, una sessione in ssh o un pacchetto di
    un p2p criptato.Cisco ci riesce. Tele2 ne è la conferma visto che li usa abbondantemente. E gli altri servizi di base funzionano benino (Tele2 non è mai andato bene).
    • krane scrive:
      Re: basta che Cisco si svegli
      - Scritto da: Pierino il lupo
      - Scritto da: krane

      Spiega spiega come fa il sistema a distinguere

      tra un pacchetto che fa parte di una mail

      criptata, una sessione in ssh o un pacchetto di

      un p2p criptato.
      Cisco ci riesce. Tele2 ne è la conferma visto che
      li usa abbondantemente. E gli altri servizi di
      base funzionano benino (Tele2 non è mai andato
      bene).Cisco ferma i pacchetti offuscati di Amule o Torrent, non quelli criptati come quelli di Ant o Gnunet, a meno che mi dimostri il contrario.
      • Andry scrive:
        Re: basta che Cisco si svegli
        Semplicemente riconosce il protocollo e non il contenuto. Ti posso inviare un milione di email criptate, ma il protocollo di pop/smtp e' sempre quello. Una volta che riconosco che stati inviando o ricevendo una mail, il sistema la blocca ignorando il suo contenuto. Tele2 fa semplicemente questo. I dati sulle varie piattaforme p2p viaggiano si in maniera criptata , ma utilizzando un ben preciso sistema di comunicazione , anche se il suo contenuto e' criptato.
        • -HCK- scrive:
          Re: basta che Cisco si svegli
          E che ne dici di un bel tunnel HTTP? Vorranno filtrare HTTP? Possiamo anche chiudere internet! XD
        • krane scrive:
          Re: basta che Cisco si svegli
          - Scritto da: Andry
          Semplicemente riconosce il protocollo e non il
          contenuto. Ti posso inviare un milione di email
          criptate, ma il protocollo di pop/smtp e' sempre
          quello. Una volta che riconosco che stati
          inviando o ricevendo una mail, il sistema la
          blocca ignorando il suo contenuto. Tele2 fa
          semplicemente questo. I dati sulle varie
          piattaforme p2p viaggiano si in maniera criptata
          , ma utilizzando un ben preciso sistema di
          comunicazione , anche se il suo contenuto e'
          criptato.Infatti GnuNet nasconde i pacchetti in vari protocolli.www.gnunet.org
      • Pierino il lupo scrive:
        Re: basta che Cisco si svegli
        - Scritto da: krane
        Veramente io ti continuo a chiedere risposte
        tecniche e tu mi parli di filtri che i tecnomanti
        di Cisco dovrebbero automagigamente un giorno far
        comparire.Leggi la risposta di Andry e se la capisci ti renderai conto di quanto non hai capito nulla di come funzionano i filtri sui router cisco.
        • krane scrive:
          Re: basta che Cisco si svegli
          - Scritto da: Pierino il lupo
          - Scritto da: krane

          Veramente io ti continuo a chiedere risposte

          tecniche e tu mi parli di filtri che i

          tecnomanti di Cisco dovrebbero automagigamente

          un giorno far comparire.
          Leggi la risposta di Andry e se la capisci ti
          renderai conto di quanto non hai capito nulla di
          come funzionano i filtri sui router cisco.Ce ne ha messo di tempo, finalmente una risposta decente da parte di Andry, ed per questo che Gnunet e' in grado di utilizzare piu' protocolli nascondendovi i pacchetti : http://gnunet.org/
  • rolly scrive:
    pap o papi
    oltre il sistema pap , per il download illegale di musica pare ci sia in programma anche il sistema papi per i film spinti....
  • Matx scrive:
    Re: basta che Cisco si svegli
    Guarda che cisco ha già inventato da un pezzo i filtri p2p che dici te, mi sembra addirittura che i filtri che usa tele2 sono i cisco
  • again scrive:
    Re: arte e cultura non sono merce
    - Scritto da: enjoy this
    e debbono esser fruibili da TUTTI. ecco.. vedi.. c'è una divergenza propio alla base..dillo a XXXXXXX, o a qualsiasi altro pittore che "arte e cultura non sono merce" ti ridono dietro...secondo te perchè le ragazzine vogliono fare le cantanti?per allietare il mondo e rendere fruibili a tutto il mondo la loro voce?no per fare quattrini.. e daltronde che c'è di male?tu sei liberissimo di pensarla in altro modo, di creare arte e di metterla a disposizione di tutti liberamente. ma consentimi altri sono altrettanto liberissimi di farsi pagare per quello che creano, che è il motivo principale direi il 99% per cui musica, film etc vengono creati..e poichè se tizio ha creato qualcosa che a te piace.. e tizio vuol farti pagare per usufruire della tua creazione...tizio è pienamente intitolato a farlo.. se tu usufruisci della sua opera intellettuale senza pagarlo.. diciamolo a chiare lettere...sei un LADRO., e le leggi della tua nazione, (suppongo che tu sia italiano) confermano ciò.again.....
    • Bisius scrive:
      Re: arte e cultura non sono merce
      Aver aperto questo commento corrisponde ad aver comprato un prodotto coperto da (C).Attendo i vostri soldi
      • pippO scrive:
        Re: arte e cultura non sono merce
        Aver aperto questo commento corrisponde
        ad aver comprato un prodotto coperto da
        (C).

        Attendo i vostri soldiAspetta e spera io l'ho letto con il mulo... :D
      • MeX scrive:
        Re: arte e cultura non sono merce
        e quando compri una pesca al supermercato sei certo che sará buona?Quando compri una rivista sei certo che il suo contenuto ti allieterá al 100%?Quando vai in un ristorante sei sicuro che apprezzerai tutto dall'aperitivo al dolce?
  • Vampire scrive:
    PAP vs p2p
    Se non puoi combatterli unisciti a loro!Per evitare che il p2p faccia morire di fame tutti la soluzione è (penso) una sola:Devi dare un'opera che il povero pirata non possa riprodurre nella sua completezza a casa Un Film al cinema 10 contro Un Film a casa gratisUn concerto dal vivo 25 contro Un album sullo stereo gratispurtroppo per i videogiochi sta cosa non funziona...anche se un lan-party è meglio che da soli davanti al pcCon un minimo di intelligenza si arriva alla conclusione che quello che siamo disposti a pagare non è solo il contenuto ma come questo viene proposto cioè il contenitore, il servizio che accompagna il contenuto.Se vado a un concerto dei metallica torno dolorante e immerso nel sudore ma contento e appagato dai 25 spesi. se mi scarico il cd più che sentirlo in macchina la mattina andando al lavoro non faccio.Se vogliono guadagnare che investano nei 'contenitori' e non scassino più di tanto la minc?!a, anche al pirata piace fruire pienamente dell' opera intellettuale e la paga anche! a casa tua rimane solo la fruizione sterileche si potrebbe anche NON far pagare ,non penso sia un danno così insopportabile e magari un pacco di artisti che vivono di rendite su canzoni da 50anni lascerebbero i soldini a chi ne ha bisogno e li merita!Bha per me sto p2p non fa altro che nobilitare chi sa produrre opere degne di essere chiamate tali.Il resto è solo Fuffa.
    • Nedanfor scrive:
      Re: PAP vs p2p
      Aggiungo una cosa: spesso il problema non è il concerto dal vivo quanto l'album... In Italia si trovano album degli anni '80 a 20 euro tondi tondi. Per comprarli o mi faccio spedire un carico da siti come Amazon (in genere a metà con gli amici per tagliare le spese di spedizione), cosa che non sempre è possibile, o pago 20 euro una cosa che posso pagarne... 7, 8? Per la musica è quello il problema. Senza contare che io sto ancora aspettando un album degli Elvenking (che sono anche italiani, nda) dal mio rivenditore, ed incredibilmente dopo 2 anni e 6 mesi non gli è ancora arrivato. Appena ho tempo di passarci lo disdico l'ordine, se non se n'è già dimenticato lui...
  • lufo88 scrive:
    Ottima cosa, invece
    Questo protocollo può essere utile per implementare la famosa tassa sul p2p.Così SOLO chi ha pagato potrà effettivamente scambiare i dati sul circuito con protocollo PAP, mentre chi non paga è fuori.Non mi sembra un uso sbagliato. Che ne pensate?L'unico problema che rimarrebbe sarebbe che se uno che ha pagato la tassa scarica col p2p normale è un macello...
    • Andreabont scrive:
      Re: Ottima cosa, invece
      L'idea è buona, ma come sempre le idee dei politici non vanno di apri passo con la struttura della rete....E non è lo SPAM la soluzione alla pirateria...Bisogna combattere la pirateria sia moralmente sia tramite servizi legali alternativi che ascoltino l'utente (e meno le lobby)E poi mi dici come convinci gli utenti a usare un client che li monitora e li esclude appena sgarrano???
  • Andreabont scrive:
    Re: arte e cultura non sono merce
    La'arte è una cosa non fondamentale, quindi non sono d'accordo.Per la cultura invece condivido pienamente, ma è giusto comunque retribuire chi fa il lavoro di mettere insieme le informazioni che tu stai leggendo.Per questo nasce wikipedia, basata sulla filosofia open: l'alternativa all'illegalità c'è sempre, basta solo volerla vedere.-----------
  • Polemik scrive:
    Il mezzo migliore
    Il mezzo migliore per bloccare il P2P sono i filtri Cisco a livello di provider, come fa Tele2 nell'orario diurno. Se le major pagassero i provider per mettere i filtri avrebbero molte più probabilità di riuscire a fermare il file sharing illegale.Per fortuna però l'utente ha sempre il coltello dalla parte del manico: non si scarica? Allora passa ad altro provider o, al limite, disdice l'abbonamento flat ADSL!No P2P, no party! :D
    • Andreabont scrive:
      Re: Il mezzo migliore
      I filtri si bypassano e, come tu dici, l'abbonamento si cambia...Non è nemmeno questo il metodo corretto per combattere la pirateria, anche perchè così colpisci anche il file sharing legale.
    • Guybrush scrive:
      Re: Il mezzo migliore
      - Scritto da: Polemik
      Il mezzo migliore per bloccare il P2P sono i
      filtri Cisco a livello di provider, come fa Tele2
      nell'orario diurno.Per rallentare o se preferisci per spostare il traffico P2P verso altri sistemi.
      Se le major pagassero i[...]
      illegale.I provider non accetterebbero mai.
      Per fortuna però l'utente ha sempre il coltello
      dalla parte del manico: non si scarica? Allora
      passa ad altro provider o, al limite, disdice
      l'abbonamento flat
      ADSL!Proprio cosi' e se tutti si comportassero allo stesso modo ecco che le reti "condominiali" diventerebbero improvvisamente piu' aperte.E la notizia delle micro SD con wifi integrato dovrebbe far riflettere.-- GT
  • Andreabont scrive:
    Fallito in partenza
    Non è lo SPAM il metodo corretto per combattere la pirateria, anche perchè ci vanno di mezzo gli utenti onesti che usano il p2p in modo legale (e sono tanti)E poi è da tempo che le reti p2p si sono mobilitate per escludere dalla reti gli SPAMMER selvaggi....
  • Guybrush scrive:
    Considerazioni di ordine giuridico
    Realizzo una rete di scambi di dati P2P basata su... boh? Torrent? Diciamo torrent.Faccio in modo che non si scambi materiale protetto, o almeno cerco di vigilare in tal senso e di dare riscontro di questa attivita', faccio in modo che gli autori siano compensati... insomma tiro su il mio bel giro d'affari piu' o meno redditizio.Bene.Un concorrente decide di usare il PCPTPCPIP2PFS (PAP per gli amici) per danneggiare il mio business e far crescere il suo.A questo punto o non si puo' piu' parlare di protocollo come mezzo per la violazione della legge, oppure il PAP diventa illegale.Cosi' se il pap diventa illegale scattano le class action degli utenti inferociti, se diventa illegale l'utilizzo... scattano le class action contro le major per le azioni legali intraprese al fine di affossare le piattaforme di sharing: perche' non e' lo strumento ad essere illecito, ma il fine perseguito.Dulcis in fundo: iniettare pacchetti "avvelenati" in una rete P2P e' utile quanto combattere la malaria con l'aspirina. -- GT
  • ruppolo scrive:
    Re: E come farebbero a farlo implementare?
    Vedi cosa succede a buttare tutti i soldi nel impianto home theatre? Che poi non ti rimangono gli spiccioli per comprare i film, e devi ridurti a piratarli.
    • attonito scrive:
      Re: E come farebbero a farlo implementare?
      - Scritto da: ruppolo
      Vedi cosa succede a buttare tutti i soldi nel
      impianto home theatre? Che poi non ti rimangono
      gli spiccioli per comprare i film, e devi ridurti
      a piratarli.non accendo la tv da circa 3 settimane: sto di un bene.....
    • MeX scrive:
      Re: E come farebbero a farlo implementare?
      ma lui non andava dal DVD rental sotto casa sua che costava 30cent affitare un DVD? :)
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: E come farebbero a farlo implementare?
        - Scritto da: MeX
        ma lui non andava dal DVD rental sotto casa sua
        che costava 30cent affitare un DVD?
        :)Infatti! Ma l'uso del mulo comunque torna utile.
  • mavaffanzum scrive:
    da pirata la vedo notizia positiva
    è evoluzione della specie.uno ha tirato un sasso e uno ha fatto su uno scudo, pistola e giubbotto antiproiettile, missili e antimissili sempre più sofisticati. Ma se il secondo evolve è solo perché non ha altra scelta, non può starsene comodo sul divano sennò il primo se lo mangia.siccome nel mondo informatico la tendenza è che comunque il pirata vince e l'autorità se la piglia in XXXX, le loro mossette ci porteranno probabilmente a sistemi di sharing sempre più avanzati, veloci, sicuri. tanto meglio.e se anche dovessero vincere i cattivi, quello che farò non sarà impiegarmi lo stipendio in cd originali. tornerò a registrarmi le cassettine dalla radio dopo aver disdetto l'abbonamento ad internet.
    • MeX scrive:
      Re: da pirata la vedo notizia positiva
      il punto é che se chi produce in contenuti non ritrova un modello di business remunerativo, sulla tua rete ultra veloce di scambierai contenuti del tenore dei LOLCATS su Youtube ;)
      • enjoy this scrive:
        Re: da pirata la vedo notizia positiva
        nah, sbagli di grosso. il parto di arte è pulsione, necessità, piacere. l'artista non può mica farne a meno :) se l'artista smette perché non si sta arricchendo e va a fare il pasticcere, non era un artista.ti consiglio la mostra sugli impressionisti russi che sta a Como a Villa Olmo. La guida ti parlerà di Pavel Filonov, che s'è indebitato per dipingere e non ha mai accettato di vendere un singolo quadro, faticando letteralmente a mangiare. Ma resterai meravigliato dalla sua produzione.Certo poi capisco che magari tu pensi più a giovanotti e a spiderman. Eh, che ti devo dire.... sarò intollerante ma se sparissero non ne sentirei la mancanza.
        • MeX scrive:
          Re: da pirata la vedo notizia positiva
          capisco il tuo punto di vista... peró per fare un film non basta l'impulso artistico... anche per fare un quadro, ti serve una tela, dei colori e una galleria per mostrarlo...Se una galleria non avesse alcun ritorno economico nel mostrare quadri tu non vedresti quadri, o ne vedresti molti pochi o di dubbia qualitá alle fiere di paese... capisci che intendo?
          • Guybrush scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva
            - Scritto da: MeX
            capisco il tuo punto di vista... peró per fare un
            film non basta l'impulso artistico... anche per
            fare un quadro, ti serve una tela, dei colori e
            una galleria per
            mostrarlo...

            Se una galleria non avesse alcun ritorno
            economico nel mostrare quadri tu non vedresti
            quadri, o ne vedresti molti pochi o di dubbia
            qualitá alle fiere di paese... capisci che
            intendo?Non potevi spiegare meglio di cosi', ma hai dimenticato un aspetto: molti galleristi (per rimanere nel tuo esempio) si sono messi in testa che i quadri debbano essere per forza esposti nelle loro gallerie e in nessun altra. Il PAP e' l'ennesimo tentativo di vincolare la diffusione delle opere d'arte al loro lavoro che, nell'epoca in cui viviamo, è sempre meno necessario.Non e' l'artista ad essere di troppo, e' l'editore: colui che un tempo faceva in modo che l'artista fosse conosciuto e che, di fatto, ne decretava il sucXXXXX o la rovina a giocare il ruolo del fossile vivente.Il P2P e' andato ad intaccare questo elemento del meccanismo, non e' tanto una questione di vendite quanto di sucXXXXX: una band sconosciuta che si presenta da un editore, pure che e' talentuosa, ricevera' un contratto del tipo "tu paghi tutte le spese, io mi prendo il 90%" (con le opportune modifiche per evitare il patto leonino), una band che si presenta con un nutrito numero di fan conosciuti grazie alla rete e alla diffusione dei loro concerti e della loro arte, be' sa gia' quanto puo' chiedere e se mandare al diavolo l'editore. Una band che si comporta cosi' e' ancora gestibile, se tutte le band e gli artisti in genere (non limitiamoci alla sola Euterpe!) cominciano a comportarsi cosi'... eh, son dolori: significa dover rinunciare ad una grossa fetta di utili.-- GT
          • MeX scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva
            l'editore peró non é solo colui che mangia sopra gli artisti... un bravo editore é colui che tra tanta "marmaglia" trova e seleziona gli artisti / prodotti migliori e attraverso un distributore lo fa arrivare a piú gente possibile!Quanti gruppi c'erano contemporanei ai Beatles? quante band rock con chitarra basso batteria e cantante?Ora di materiale ce n'é pure di piú, perhcé é piú facile "produrre" musica, grafica (arte se vuoi), foto... ...Peró, se non hai molto tempo, cosí "molto" che diventa un lavoro, come fai a trovare le cose che hanno piú valore?Puoi lasciare al giudizio popolare e guardare i video musicali Youtube piú famosi... o cercare video piú interessanti su www.vimeo.com... ma spesso, trovi "buone idee" cose "potenzialmente" ottime... ma senza un "progetto" editoriale e "pensato" alle spalle... insomma... degli "entusiasti" ma sono cavalli che corrono nella prateria... ci vuole sempre qualcuno capace di ferrarli e sellarlie aggiungo... che lavorando 6 anni in una casa discografica, ne ho visti a centinaia di ragazzi, band con ottime potenzialitá... ma grazie al lavoro dei produttori in studio, dei PR, del produttore artistico etc... li ho visti crescere, decuplicare le loro potenzialitá... oppure... soccombere... non riuscire a mettere la musica al primo posto, vuoi per l'universitá, il lavoro, i genitori... insomma... ridurre la produzione aritistica all'artista é un concetto molto "astratto" e molto distante dalla realtá-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 luglio 2009 11.20-----------------------------------------------------------
          • ullala scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva
            - Scritto da: MeX
            l'editore peró non é solo colui che mangia sopra
            gli artisti... un bravo editore é colui che tra
            tanta "marmaglia" (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Sei un genio!I "bravo editore"!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ascolta questa ...C'era una volta.... un re!diranno..... ecc.ecc.Le favole sono favole!Il "bravo editore" si chiama Major del piffero e sforna britney e XXXXXte simili!A caro prezzo e con un modello di business che non sta in piedi se non su ricatti e lobbies!il "bravo editore".,...... maddai!
          • MeX scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva
            bravo, aspetto di vederti suonare dal vivo in qualche stadio o vedere il tuo film al cinema!Ciao chiacchierone! :)
          • MeX scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva
            http://it.wikipedia.org/wiki/Editoriatoh
          • Guybrush scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva
            - Scritto da: MeX
            l'editore peró non é solo colui che mangia sopra[...]
            cantante?Sempre troppi... t'ha detto sfortuna: penso di essere uno dei pochi che considera i beatles degli strimpellatori di bassa lega (so' gusti, che ci vuoi fare?), ma comprendo perfettamente dove vuoi arrivare... certo e' che con tante band a disposizione :D :D :D
            Ora di materiale ce n'é pure di piú, perché é piú
            facile "produrre" musica, grafica (arte se vuoi),
            foto...
            ...Tu la vedi come "e' piu' facile" io come "più possibilità di realizzare opere migliori": se una macchina mi semplifica una operazione, sento l'obbligo di sfruttare al massimo la nuova possibilita' che ho a disposizione, invece che lavorare meno.
            Peró, se non hai molto tempo, cosí "molto" che
            diventa un lavoro, come fai a trovare le cose che
            hanno piú
            valore?Studio, rendo migliore me stesso (o almeno ci provo) e mi sforzo di capire quello che vedo e ascolto. Nel mio piccolo faccio musica e studio la chitarra. Come musicista non sono granche', ma studiare musica mi permette se non altro di apprezzare quello che suonano gli altri. Apprezzare o, talvolta, frullare fuori dalla finestra :D
            Puoi lasciare al giudizio popolare e guardare i[...]
            sellarliNon e' per cattiveria, ma non e' quel che ho visto in giro dove la prassi vede l'editore percepire un compenso dalla band per stampare e distribuire un certo numero di copie, poi se le vendite vanno bene si puo' andare avanti, se no arrivederci e grazie.
            e aggiungo... che lavorando 6 anni in una casa
            discografica, ne ho visti a centinaia di ragazzi,[...]
            realtáPiu' che altro di Joahn Sebastian Back non ne nascono tutti i giorni, idem per i Mozart o i Freddie Mercury (ti spiace se salto a pie' pari John Lennon e metto i Queen accanto a Mozart e JSB?), quindi dovete lavorare con quello che avete a disposizione, un po' come un allenatore fa con gli atleti della sua palestra. Un editore che agisce cosi' e' una persona illuminata, che favorisce nel miglior modo possibile la diffusione della cultura, ma temo... sia solo l'eccezione che conferma una regola ben piu' triste.Grazie per il tempo che hai dedicato a rispondere :)-- GT
          • Carlo scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva
            - Scritto da: MeX
            l'editore peró non é solo colui che mangia sopra
            gli artisti... un bravo editore é colui che tra
            tanta "marmaglia" trova e seleziona gli artisti /
            prodotti migliori e attraverso un distributore lo
            fa arrivare a piú gente
            possibile!Chi sia l'artista miglior (per me) lo decido io, visto che la rete me lo fa conoscere direttamente e senza bisogno di intermediari.Intermediari che, invece di prendere atto della loro ormai paleseobsolescenza, vogliono trovare il modo di rimanere a tutti icosti indispensabili, come quando stampare/incidere/riprodurrerichiedeva macchinari costosi ed investimenti notevoli.Quell'epoca è finita, e prima se ne convicono e meglio è.Cerca in rete "The Red Flag Act", leggitelo e riflettici.
          • MeX scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva
            CarloIl giorno che un gruppo di 18enni senza intermediari diventa il gruppo più famoso del pianeta e organizza tour mondiali organizzandosi su Facebook, ti scriverò una mail con una sola frase:"hai ragione te"
          • pippO scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva

            Carlo

            Il giorno che un gruppo di 18enni senza
            intermediari diventa il gruppo più famoso del
            pianeta e organizza tour mondiali organizzandosi
            su Facebook, ti scriverò una mail con una sola
            frase:
            "hai ragione te"Una gliela mando anch'io ;)... Temo che dovrà aspettare parecchio :D
          • soulista scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva
            - Scritto da: MeX
            capisco il tuo punto di vista... peró per fare un
            film non basta l'impulso artistico... anche per
            fare un quadro, ti serve una tela, dei colori e
            una galleria per
            mostrarlo...

            Se una galleria non avesse alcun ritorno
            economico nel mostrare quadri tu non vedresti
            quadri, o ne vedresti molti pochi o di dubbia
            qualitá alle fiere di paese... capisci che
            intendo?l'arte dovrebbe essere "donationware"
          • MeX scrive:
            Re: da pirata la vedo notizia positiva
            dillo all'artista che dipinge/suona/scrive 14 ore al giorno che se vuole mangiare deve trovarsi un lavoro in ufficio e dedicarsi al suo "hobby" solo quando ha tempo...
        • chojin_a scrive:
          Re: da pirata la vedo notizia positiva
          - Scritto da: enjoy this
          nah, sbagli di grosso. il parto di arte è
          pulsione, necessità, piacere. l'artista non può
          mica farne a meno :) se l'artista smette perché
          non si sta arricchendo e va a fare il pasticcere,
          non era un
          artista.
          ti consiglio la mostra sugli impressionisti russi
          che sta a Como a Villa Olmo. La guida ti parlerà
          di Pavel Filonov, che s'è indebitato per
          dipingere e non ha mai accettato di vendere un
          singolo quadro, faticando letteralmente a
          mangiare. Ma resterai meravigliato dalla sua
          produzione.
          Certo poi capisco che magari tu pensi più a
          giovanotti e a spiderman. Eh, che ti devo
          dire.... sarò intollerante ma se sparissero non
          ne sentirei la
          mancanza.Sì, vabbè. Svegliati che è il 2009. Il 1968 è passato da tempo.
      • anonimo scrive:
        Re: da pirata la vedo notizia positiva
        - Scritto da: MeX
        il punto é che se chi produce in contenuti non
        ritrova un modello di business remunerativo,
        sulla tua rete ultra veloce di scambierai
        contenuti del tenore dei LOLCATS su Youtube
        ;)Il punto è che qui c'è gente che fa questi discorsi di scudo e controscudo come se fosse lei a creare le contromisure tecniche. Sono gli stessi che quando Pirate Bay vende buttano giù XXXXX su quelli che sino a ieri erano i loro idoli.A cosa serve questa gente? A niente. Sono solo dei parassiti che trovano scuse su scuse per scaricare gratis.
    • Valeren scrive:
      Re: da pirata la vedo notizia positiva
      Tendenzialmente giusto ma non hai notato una parte.Questo protocollo esige che sia tu a sceglierlo ed a utilizzarlo.Nel tuo esempio, Uomo1 ha preparato la forca e propone a Uomo2 di metterci la testa.
  • pippO scrive:
    Re: arte e cultura non sono merce

    e debbono esser fruibili da TUTTI. il p2p com'è
    stato fino ad oggi è perfetto primo perché
    chiunque puo accedere all'arte e alla cultura,
    secondo perché non ho ancora avuto notizia di
    musicisti registi e attori alla canna del
    gas.Per esempio: vai a suonare il violino in metro, "artista" e poi vieni a dirci quanto guadagni :D
    Per fare un esempio che calza alla perfezione, a
    Milano il venerdì dopo le 16 musei e mostre sono
    aggratis. In questo modo proprio tutti possono
    fruirne, anche chi non può permettersi 10 euro di
    biglietto. Che c'è di così atroce?Che lo stai pagando con le tue tasse? :D
    E XXXXX, capisco il dirigente siae che teme di
    dover andare a lavorare. Ma all'utente medio di
    PI cosa rode? Se anche altri possono accedere a
    quello che magari lui compra TUTTO originale, a
    lui che danno ne viene? Sente il suo elitarismo,
    la sua esclusività messa a
    repentaglio?Il danno è che se l'artista mi muore di fame, non produce più NIENTE!Grazie a voi scrocconi del razzo :D
    • culturalibe ra scrive:
      Re: arte e cultura non sono merce
      Chi lucra più di tutti sulla cosiddetta pirateria sono i providers, in quanto senza P2P non avrebbero la possibilità di stipulare tutti i contratti flat. Pochissimi sarebbero interessati a stare connessi tutto il giorno per navigare su internet. Il P2P è il core business dei provider, quindi i produttori di contenuti dovrebbero richiedere al loro un forfait sui diritti. I quali non dovrebbero permettersi di aumentare i canoni, pena la rescissione del contratto da parte degli utenti.
      • Giurato scrive:
        Re: arte e cultura non sono merce
        Mamma mia ...
      • pippO scrive:
        Re: arte e cultura non sono merce

        Chi lucra più di tutti sulla cosiddetta pirateria
        sono i providers, in quanto senza P2P non
        avrebbero la possibilità di stipulare tutti i
        contratti flat. Pochissimi sarebbero interessati
        a stare connessi tutto il giorno per navigare su
        internet. Il P2P è il core business dei provider,
        quindi i produttori di contenuti dovrebbero
        richiedere al loro un forfait sui diritti. I
        quali non dovrebbero permettersi di aumentare i
        canoni, pena la rescissione del contratto da
        parte degli
        utenti.Pago già ABBASTANZA per vedere contenuti legali.NON ho intenzione di pagare anche per gli scrocconi!!! :D
    • Giurato scrive:
      Re: arte e cultura non sono merce

      Il danno è che se l'artista mi muore di fame, non
      produce più
      NIENTE!
      Grazie a voi scrocconi del razzo :DQuoto alla grande.Sta gente che scrocca di continuo non ha mai prodotto na beata fava.Scrivere software, comporre musica, scrivere un libro costa fatica. Informatevi sulla percentuale bassissima di scrittori che vivono di quello. Produrre "arte" è costoso e per pochi. Un lusso.
      • pippO scrive:
        Re: arte e cultura non sono merce


        Il danno è che se l'artista mi muore di fame,
        non

        produce più

        NIENTE!

        Grazie a voi scrocconi del razzo :D

        Quoto alla grande.
        Sta gente che scrocca di continuo non ha mai
        prodotto na beata
        fava.
        Scrivere software, comporre musica, scrivere un
        libro costa fatica.No, no, loro pensano che l'artista viva di musica e si nutra di gloria :DNon si rendono conto che per suonare decentemente un pianoforte, devi studiare quanto un medico, per poi guadagnare quanto un barbone... :'(
        • ullala scrive:
          Re: arte e cultura non sono merce
          - Scritto da: pippO


          Il danno è che se l'artista mi muore di fame,

          non


          produce più


          NIENTE!


          Grazie a voi scrocconi del razzo :D



          Quoto alla grande.

          Sta gente che scrocca di continuo non ha mai

          prodotto na beata

          fava.

          Scrivere software, comporre musica, scrivere un

          libro costa fatica.
          No, no, loro pensano che l'artista viva di musica
          e si nutra di gloria
          :D
          Non si rendono conto che per suonare decentemente
          un pianoforte, devi studiare quanto un medico,
          per poi guadagnare quanto un barbone...
          :'(Hai ragione!Infatti Michelangelo (artista quasi al livello di Carta) era a suo tempo un umo ricco perchè gli versavano i "diritti di autore" (siae e company) se non fosse stato cosi sarebbe morto di fame...... :D(rotfl) :D :p...o no?
          • pippO scrive:
            Re: arte e cultura non sono merce

            Hai ragione!
            Infatti Michelangelo (artista quasi al livello di
            Carta) era a suo tempo un umo ricco perchè gli
            versavano i "diritti di autore" (siae e company)
            se non fosse stato cosi sarebbe morto di
            fame......
            Certo la cappella sistina l'ha dipinta per passatempo, non perchè PAGATO da papa Giulio II...Quanta ignoranza :D
    • -HCK- scrive:
      Re: arte e cultura non sono merce
      Già...se solo la gente si rendesse conto...Sono consapevole del fatto che ci sono le major in mezzo a succhiare il sangue, ma se i consumatori vogliono musica, l' artista deve essere in grado di produrla. Esempio stupido e personale: io suono in una band, per registrare un pezzo si pagano centinaia di euro. Commercializzare un CD è un investimento vero e proprio, c' è tanta fatica dietro a quella musica.Personalmente non sono contro il P2P perchè penso che la gente che scarica non sia quella che avrebbe comprato il CD, e sono contro gli eccessi idioti di quelli che diventano "Star".Ma non bisogna neanche esagerare nell' altro senso: il costo dell' arte c' è, a patto che la qualità debba essere alta.
      • pippO scrive:
        Re: arte e cultura non sono merce

        Già...se solo la gente si rendesse conto...Sono
        consapevole del fatto che ci sono le major in
        mezzo a succhiare il sangue, ma se i consumatori
        vogliono musica, l' artista deve essere in grado
        di produrla. Esempio stupido e personale: io
        suono in una band, per registrare un pezzo si
        pagano centinaia di euro. Commercializzare un CD
        è un investimento vero e proprio, c' è tanta
        fatica dietro a quella
        musica.
        Come ti capisco...
  • MeX scrive:
    l'unica idea buona é...
    capire che per contrastare la pirateria bisogna proporre un modello di business "sostenibile"Certo, la pirateria ci sará sempre e comunque! ottenere le cose gratis é una cosa imbattibile :)Peró, se si decidessero a distribuire legalmente a prezzi contenuti film e serial in tutto il mondo, giá molti sarebbero magari disposti a pagarsi 1, 2 per l'affitto di un film o 0.50 per un episodio di un serial senza aspettare che il torrent abbia seeds veloci o rischiare di scaricare l'ultimo oscar in lingua originale ukraina con sottotitoli in svedese...Insomma, ora come ora la pirateria spadroneggia perché oltre ad essere economicamente conveniente lo é anche a livello di fruizione!Molto piú comodo scaricarmi il torrent dell'ultimo episodio di Lost, piuttosto che aspettare che tra 6 mesi venga trasmesso dalla TV all'ora e nel giorno che hanno deciso loroLo hanno capito con il DRM nella musica, lo capiscano anche con film e videogiochi! (per i videogiochi vedo benissimo il modello di business di onlive!)
    • fred scrive:
      Re: l'unica idea buona é...
      Ieri sono andato in cerca di un paio di giochi da aquistare anche online per scoprire che mentre oltreoceano sono in svendita a 10$ e qui a noi risultano ancora a prezzi ufficiali intorno ai 40-44 euro, e la versione download online costa appena 3-5 euro in meno della retail (quella completa di box e cd/dvd etc) , e si parla di giochi che erano di punta nel 2005...A questo punto il ricorrere alle rete p2p mi sembra l'unica alternativa....
      • MeX scrive:
        Re: l'unica idea buona é...
        diciamo che non é che sei "giustificato" a farlo, perché chi produce é libero di scegliere come e quanto farti pagare... il punto é che la tentazione é cosí "forte" che diventa difficile resistere!Se lo avessi trovato a pagamento a 8 magari lo avresti comprato, peró devi sempre e comunque resistere alla tentazione di avere la stessa cosa gratis, e gli 8 li usi in pizzeria per il vino e limoncello...Il punto é che almeno, forse, ti sentiresti un po' piú in colpa... cosí appunto ti senti pure nel giusto, visto il diverso trattamento.Appunto se lo vendessero a 10$ in tutto il mondo, ci sarebbe sempre e comunque chi lo "pirata" ma secondo me, almeno un po' ci guadagnerebbero da chi decide di metter mano al portafogli
        • fred scrive:
          Re: l'unica idea buona é...
          Non e' il sentirsi in colpa, posso prenderlo via p2p come posso farne a meno in fondo l'ho gia' giocato e mi piaceva; volevo collezionare l'originale ma i prezzi non sono scesi.
          • MeX scrive:
            Re: l'unica idea buona é...
            - Scritto da: fred
            Non e' il sentirsi in colpa, posso prenderlo via
            p2p come posso farne a meno in fondo l'ho gia'
            giocato e mi piaceva; volevo collezionare
            l'originale ma i prezzi non sono
            scesi.l'hai giá "giocato" o l'avevi giá "comprato" ?Ovviamente il business model delle "special edition" o "special box" é piú vecchio del t-rex comunque :)
          • miomio scrive:
            Re: l'unica idea buona é...
            probabilmente già giocato...che equivale a già scaricato...ma come dici te ciò non vuol dire che non lo comprerei...ho gia visto (scaricato) molti film ma non per questo non ci tengo ad averli originali a casa con la loro bella copertina...ho già sentito (scaricato) cd di molti artisti che ritengo tali (e dico artisti) e mi pare giusto ricompensarli (anche se dubito che vedano qualcosa di tangibile da quanto pago io) e per questo quando posso compro i cd originali....ho tantissimi mp3 ma ho anche due/tre raccoglitori a torre pieni zeppi di cd originali...quelli che meritano ovvio, eppure già li ho in mp3...
          • MeX scrive:
            Re: l'unica idea buona é...
            si peró non puoi andare in 10 ristoranti senza pagare il conto perché ci hai giá mangiato, e pagare solo quelli che "se lo meritano" :)Con i contenuti "digitali" puoi farlo e ce ne approfittiamo :)
          • pippO scrive:
            Re: l'unica idea buona é...

            si peró non puoi andare in 10 ristoranti senza
            pagare il conto perché ci hai giá mangiato, e
            pagare solo quelli che "se lo meritano"
            :)

            Con i contenuti "digitali" puoi farlo e ce ne
            approfittiamo
            :)Azz per una volta sono d'accordo con te ;)
          • fred scrive:
            Re: l'unica idea buona é...
            - Scritto da: MeX
            si peró non puoi andare in 10 ristoranti senza
            pagare il conto perché....non ci torni piu', vai a cercarne uno miglire; pero' in questo caso se il prodotto e' uno solo e la distribuzione fa cartello allora e' una fregatura.
          • MeX scrive:
            Re: l'unica idea buona é...
            siamo nel 2009 e hai infinite possibilità di ascoltare brani, vedere trailers, provare demo e shareware... dai...
      • Utente 77 scrive:
        Re: l'unica idea buona é...
        Mi permetto di segnalarVi Play.com. Ottimi prezzi, nessuna spesa aggiuntiva per la spedizione e nel giro di una settimana hai il tuo pacco a casa. Unica pecca (per quanto mi riguarda) qua in Italia si appoggiano, per forza di cose, alle Poste Italiane. Se, come me, avete un postino che lascia davanti al cancello il pacco senza neanche cercare di farlo passare sotto lo stesso, o di infilarlo nella cassetta della posta, fatevelo recapitare in ufficio.- Scritto da: fred
        Ieri sono andato in cerca di un paio di giochi da
        aquistare anche online per scoprire che mentre
        oltreoceano sono in svendita a 10$ e qui a noi
        risultano ancora a prezzi ufficiali intorno ai
        40-44 euro, e la versione download online costa
        appena 3-5 euro in meno della retail (quella
        completa di box e cd/dvd etc) , e si parla di
        giochi che erano di punta nel
        2005...
        A questo punto il ricorrere alle rete p2p mi
        sembra l'unica
        alternativa....
    • ruppolo scrive:
      Re: l'unica idea buona é...
      Concordo i toto.Da parte mia posso dire che avevo smesso di comprare CD perché pagare 20 euro per 1 o 2 brani brani (si, nella maggior parte dei casi mi piace solo 1 brano di un album) era decisamente troppo. Il giorno stesso che aprì iTunes Music Store (allora si chiamava così) iniziai a comprare quei singoli brani a 99 centesimi, un prezzo decisamente abbordabile. E così ho continuato. E sono doppiamente soddisfatto perché l'intelligenza aggiunta nello store mi permette di scoprire musica che mi piace e che non avrei mai scoperto in altro modo. Oggi compro solo musica che mi piace veramente, compro più musica e spendo meno di prima. Il CD l'ho eliminato del tutto, nel senso che tutta la musica sta nel iPod.Per quanto riguarda i film, trovo il prezzo dei DVD esoso, anche pensando alla qualità infima se paragonata anche solo con l'half-HD. Per cui ho smesso da anni di comprarli. Sono passato a Sky Cinema e poi ho mollato anche quello, troppi soldi per roba vecchia e mandata in onda quando vogliono loro.Per cui ora, in attesa che le major cinematografiche si sveglino, vado al cinema una volta la settimana, nel giorno feriale in cui il biglietto costa molto meno (visto che un giorno vale l'altro).Il giorno che si potranno avere i film (a noleggio, l'acquisto non mi interessa, è tanto se lo stesso DVD lo guardo 2 volte nella mia vita) in HD (anche half) a 99 centesimi o al massimo a 1,99, e in concomitanza con l'uscita al cinema, non dopo 1 anno, quel giorno comprerò un "tv" da 50" e smetterò di andare al cinema.E la TV classica? Per me è morta e sepolta. Questo mese è stata accesa ieri sera per vedere un DVD prestato.
      • pippO scrive:
        Re: l'unica idea buona é...

        Concordo i toto.

        E la TV classica? Per me è morta e sepolta.
        Questo mese è stata accesa ieri sera per vedere
        un DVD
        prestato.Hei, a parte il santino di Giobs sul comodino abbiamo un sacco di cose in comune ;)
    • Nedanfor scrive:
      Re: l'unica idea buona é...
      Quoto, e aggiungo: 5-10 euro per un album (i prezzi in UK e USA, più o meno) taglierebbero altre grandi fette di pirateria. O meglio, uno prima scaricherebbe e poi comprerebbe l'album. 2 o 3 euro per il cinema ci farebbe tornare la gente (anche se per 5 euro me lo vedo ugualmente volentieri... Ma per 5 euro devo andare a Roma, da me un cinema orrendo costa 7-8 euro). Se i videogiochi costassero... 15-20 euro l'esigenza di piratarli non ci sarebbe più. Idem per i libri, se avessero tutti un prezzo decente. Si tratta di diminuire la speculazione su ogni copia del prodotto, le entrate alla fine IMHO aumenterebbero. Ma è troppo gustosa la prospettiva di speculare su ogni prodotto, eliminare ogni forma di 'concorrenza' illecita e via. (Come se potessero impedire ad un amico di prestarmi un CD, un libro, un videogioco...)
      • MeX scrive:
        Re: l'unica idea buona é...
        mah non é solo question di "speculazione" é anche questione di modelli di business.Ora si é in concorrenza con un sistema che fornisce il tuo stesso prodotto comodamente e a prezzo ZEROBisognerá "rinunciare" alla stampa "fisica" di film e musica e videogiochi, e buttarsi sul digitale!Peró va fatto a livello globale e con tempi "immediati"Esce l'album / film / videogioco in tutto il mondo a prezzi "armonizzati" e non 5$ in USA 20 in EU
        • fred scrive:
          Re: l'unica idea buona é...

          Bisognerá "rinunciare" alla stampa "fisica" di
          film e musica e videogiochi, e buttarsi sul digitale!ma sei i prezzi sono quelli proposti da Steam allora tantovale aggiungere 3-4 euro e prendersi il retail; il fatto che il prezzo sia quasi allineato e' una truffa poiche' vengono eliminate un sacco di spese fra distribuzione, packaging e ricarichi vari; probabilmente il prezzo reale dovrebbe essere compreso fra 1/3 e la meta' rispetto alla retail.
          • MeX scrive:
            Re: l'unica idea buona é...
            per vendere online hai pur sempre bisogno di un "distributore" che poi non siano dei camion che portano roba nei negozi ma una server farm...Inoltre, mi sembra che il costo della musica digitale sia MOLTO inferiore a quella stampata
      • Guybrush scrive:
        Re: l'unica idea buona é...
        - Scritto da: Nedanfor
        Quoto, e aggiungo: 5-10 euro per un album (i[...]
        (Come se potessero impedire ad un amico di
        prestarmi un CD, un libro, un
        videogioco...)Sui videogiochi ci stanno riuscendo: content delivery.Scarichi il gioco in console, pagandolo con carta di credito.Poi che fai? Presti la console all'amico? Oppure pirati il gioco per duplicarlo dall'hard disk interno ad una schedina digitale?-- GT
    • The_GEZ scrive:
      Re: l'unica idea buona é...
      Ciao MeX !
      Peró, se si decidessero a distribuire legalmente
      a prezzi contenuti film e serial in tutto il
      mondo, giá molti sarebbero magari disposti a
      pagarsi 1, 2 per l'affitto di un film o 0.50Ed infatti :http://tinyurl.com/mwvygf600.000 download dall 8 Luglio tra versione PS3 ed Xbox360 ed è in arrivo la versione PC ... il prezzo ? 15$ !!Nooo .... ma non è vero che il mezzo migliore per combattere la pirateria sia l' abbassamento dei prezzi ... nooo ... queste cose le dicono i COMUNISTI !
  • Funz scrive:
    Re: arte e cultura non sono merce
    Quoto, chi chiama "prodotto" l'arte che vende merita solo di fallire.
  • attonito scrive:
    Dai dati forniti dagli autori....
    "Dai dati forniti dagli autori, inoltre, l'effetto dei pacchetti avvelenati sugli scambi condotti via BitTorrent risulta poco meno che risibile."E quindi questo PAP non serve ad un BIIIIPP e l'articolo pure.
  • Valeren scrive:
    Re: E come farebbero a farlo implementare?
    Ho notato solo io che stanno tirando fuori idee una più idiota dell'altra?Prima tutti a puntare sul download a pagamento, convinti che avrebbero avuto una marea di abbonamenti.Ora questi col circuito protetto che ti corrompe i dati.Ma io per quale ragione, secondo loro, dovrei aderire?E' questo che mi sfugge!(Oddio, un'idea ce l'ho: PHB è a capo di tutto :D )
  • xloxlos scrive:
    Protocollo anti p2p
    Ma le industrie non capiscono che c'è sempre un'alternativa e se non c'è la si crea?e poi.. creano tutti questi sistemi per colpire i privati.. la maggior parte che non riesce ad arrivare alla fine del mese.. ma vogliono proprio distruggerci la vita per un artista se tale si può definire che vive nel lusso?ma come credono che riusciamo a pagare le multe che danno a chi viene beccato con file piratati? tanto vale mandarci alla sedia elettrica?e queste multe così elevate, non distruggono la dignità dell'essere umano che magari deve anche mantenere la propria famiglia? in questo caso non c'è nessuno che pensa che sia distrutto e disintegrato l'uomo? no, tutti più preoccupati dell'artista o del povero animale maltrattato..p.s. sia chiaro non dico di non punire chi maltratta gli animali, anzi è assai giusto anche questo, ma dico che ci deve essere equilibrio tra tutto..
  • Hufis scrive:
    PAP
    (Swiss post) Porta a Portaex corriere italiano comprato dalla swiss post, le poste francesiuhm.... cosa c'entra col p2p ? si pensa forse a preparare la strada ad una piattaforma di sharing fisico ? con scambio fisico di hd tramite ? dietro pagamento di un abbonamento ?uhm...
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: PAP
      - Scritto da: Hufis
      (Swiss post) Porta a Porta
      ex corriere italiano comprato dalla swiss post,
      le poste
      francesi

      uhm.... cosa c'entra col p2p ? si pensa forse a
      preparare la strada ad una piattaforma di sharing
      fisico ? con scambio fisico di hd tramite ?
      dietro pagamento di un abbonamento
      ?
      uhm...Peggio il PAP, come il CHAP è un protocollo già esistente per autentificazione. Queste teste di c***o stanno usando un acronimo di un protocollo esistente da sempre.
    • Funz scrive:
      Re: PAP
      - Scritto da: Hufis
      (Swiss post) Porta a Porta
      ex corriere italiano comprato dalla swiss post,
      le poste
      francesiForse si riferisce al PAP test (tampone vaginale), imposto a chi usa il loro protocollo.Se l'utente è uomo si può immaginare dove verrà effettuato il tampone :p
    • toby scrive:
      Re: PAP
      Della Swiss Post francese o della Deutsche Post Belga?:)..ops, mi è scappata la battuta :D
  • Ray scrive:
    Re: E come farebbero a farlo implementare?
    Forse non avete capito se NON userete il cliente che possiede questi meccanismi non riuscirete a scaricare perchè ci sarà qualcuno (che non è un software sul vostro PC) che vi iniettera della mer.a tra i pacchetti che si scambieranno i vostri client in modo tale che i download o upload falliscano.
    • The_GEZ scrive:
      Re: E come farebbero a farlo implementare?
      Ciao Ray !
      Forse non avete capito se NON userete il cliente
      che possiede questi meccanismi non riuscirete a
      scaricare perchè ci sarà qualcuno (che non è un
      software sul vostro PC) che vi iniettera della
      mer.a tra i pacchetti che si scambieranno i
      vostri client in modo tale che i download o
      upload
      falliscano.E chi è che "inietterebbe" questa XXXXX, in un sistema serverless ?
      • acno scrive:
        Re: E come farebbero a farlo implementare?
        Il sistema serve a distribuire contenuti leciti e evitare che i non autorizzati possano scaricarli. In sostanza servirebbe per vendere sul P2P senza essere derubati.
        • Genoveffo il terribile scrive:
          Re: E come farebbero a farlo implementare?
          - Scritto da: acno
          Il sistema serve a distribuire contenuti leciti e
          evitare che i non autorizzati possano scaricarli.
          In sostanza servirebbe per vendere sul P2P senza
          essere
          derubati.Voglio vederla una rete P2P SENZA client che scaricano ...magari distribuita.
      • Avalon scrive:
        Re: E come farebbero a farlo implementare?
        1) Nessuno si mette ad usare di propria volontà un martello per schiacciarsi gli zebedei,2)gli unici che potrebbero infilare della "XXXXX" nello scambio di files tra 2 utenti in P2P sono i provider però... ve lo immaginate la potenza di calcolo per eseguire un Deep Packet Inspection su tutte le connessioni? Per caso mettono un CRY su tutti i mux nelle centrali telefoniche? 3) come fanno a decidere se un pacchetto è roba pirata o pulita? E se per sbaglio mi crettano una cosa pulita? Se accade ad un utente finale se ne potrebbero anche XXXXXXX delle proteste ma se accade ad esempio su scambi dati tra centri servizi e utenti remoti di qualche multinazionale (esempio... la quasi totalità degli impianti self service petrolifero usano connessioni telefoniche internet per scambi dati, aggiornamenti fw, liste nere, transazioni e spessissimo... usano normalissime connessioni... non VPN)? Sai che divertimento per la categoria degli avvocati...
    • Valeren scrive:
      Re: E come farebbero a farlo implementare?
      Forse non ti è chiaro: per essere ricomosciuto come peer valido devi esserci un controllo, ed è chiaramente a livello di client - come puoi farlo, altrimenti, in una rete serverless?Quindi mi puoi corrompere i download *solo* se io accedo col *tuo* client al *tuo* protocollo.Si, ma aspettami eh...!
  • Marhis scrive:
    Eh??
    Un sistema con "proattivo" nel nome è già fallito in partenza.
  • msdead scrive:
    Re: Fallito in partenza
    Mi associo e aggiungo che comunque ci vuole un client installato e difficilmente l'utente lo installerà...e comunque la pirateria arriverà anche lì con la distruzione delle misure per assicurarsi i pagamenti.Non ammazza proprio nulla, piuttosto si è creato un possibile mercato a mezzo P2P, ma non un sistema che ammazza il P2P esistente.
    • MaestroX scrive:
      Re: Fallito in partenza
      A quanto pare non è palese solo a me che questo progetto è destinato a fallire all'istante.E sono anche convinto che qualcuno ci ha fatto pure dei soldi facendosi finanziare dalle major per questa str*****
      • scorpioprise scrive:
        Re: Fallito in partenza
        permettimi di correggerti: di prendere le major per i fondelli...E' palese ed ovvio che un metodo di blocco introdotto tramite un sistema che è esterno al protocollo di rete non può funzionare se non con tutti i client che negoziano quel protocollo.... gli altri si basano su quello precedente e fine della storia...
  • Nopiracy scrive:
    Spero che i pirati si estinguano
    Così si smetterà di scaricare Photoshop anche per togliere gli occhi rossi dalle foto. Resterà confinato alla nicchia di professionisti per cui è fatto e potranno avere spazio altre alternative e compromessi. E questo non vale solo per Photoshop!
    • olonese scrive:
      Re: Spero che i pirati si estinguano
      e tu vorresti guadagnare sugli occhi rossi delle foto?non aggiungo altro
      • MegaJock scrive:
        Re: Spero che i pirati si estinguano
        Se non sei capace di togliere gli occhi rossi con Faststone (che è gratuito) non meriti di vivere.
        • attonito scrive:
          Re: Spero che i pirati si estinguano
          - Scritto da: MegaJock
          Se non sei capace di togliere gli occhi rossi con
          Faststone (che è gratuito) non meriti di vivere.Addirittura! Ma si, gassiamoli tutti!(Mi sa che devi rivedere un po' la scala dei valori.)
          • Pax scrive:
            Re: Spero che i pirati si estinguano
            usare un programma professionale a scopo personale non è reato, per cui l'sempio di photoshop per togliere gli occhi rossi è solo uno spreco di risorse, ma non è nulla di piratesco
          • culturalibe ra scrive:
            Re: Spero che i pirati si estinguano
            tanto per fare un esempio: se non ci fossero state tutte le copie pirata di Office in giro, che hanno permesso a tutti di familiarizzare in privato con il pacchetto più diffuso, la "cara" Microsoft non avrebbe avuto il business d'oro che ha con professionisti e aziende che sono obbligati ad acquistare le licenze a prezzi esorbitanti.
          • Nedanfor scrive:
            Re: Spero che i pirati si estinguano
            È illegale utilizzare un programma senza possederne la licenza. Sia il 'programma' un Sistema Operativo, sia Paint, sia Photoshop, sia quello che ti pare.
        • di passaggio. .. scrive:
          Re: Spero che i pirati si estinguano
          - Scritto da: MegaJock
          Se non sei capace di togliere gli occhi rossi con
          Faststone (che è gratuito) non meriti di
          vivere.se non sai scattare una foto senza farli venire gli occhi rossi, meglio che rinunci proprio ad usare una fotocamera ;)
    • yenaplyskyn scrive:
      Re: Spero che i pirati si estinguano
      due domande:1) secondo te chi scarica photoshop solo per togliere gli occhi rossi pensi che lo comprerebbe e pensi quindi che crea un danno inimmaginabile?2) lo sai che ci sono un mare di software liberi che fanno un mare di cose e che forse chi pirata e/o ne trae beneficio è proprio il professionista?
    • msdead scrive:
      Re: Spero che i pirati si estinguano
      Giusto! Esiste l'open source a cui tutti si stanno avvicinando, cui stanno nascendo tutte le alternative ai software commerciali e prima o poi, i software commerciali stessi moriranno sotto la scure legale dei software aperti, liberi e gratuiti perchè gli altri hanno dei costi esorbitanti e alcuni vanno molto male e costano una follia.Tutte le misure repressive non faranno altro che far morire ancora di più i prodotti commerciali.Quando l'industria lo capirà sarà troppo tardi, con lei anche i governi che tanto sono abbagliati da questa dottrina sarkozy e dalle associazioni a difesa del diritto d'autore, che sono pronti a tutto senza il minimo rispetto per l'utenza.L'utenza ha sempre la possibilità di scegliere e sceglierà ciò che conviene e tutto il resto morirà per inadeguatezza ai tempi di oggi, della rete, della mancata riforma del diritto d'autore e dei mercati digitali.ùRingrazino solo che c'è il P2P che diffonde i contenuti e lì fa conoscere, usare e che a volte spinge molti all'acquisto se il prodotto merita questa fiducia e si vuole ringraziare gli autori dando loro un compenso.
    • Ray scrive:
      Re: Spero che i pirati si estinguano
      Perchè sei ancora uno di quelli che scarica Photoshop quando ci sono prodotti uguali che emulano volendo anche i menu simili a Photoshop a gratis vedi GIMP.
      • 1977 scrive:
        Re: Spero che i pirati si estinguano
        - Scritto da: Ray
        Perchè sei ancora uno di quelli che scarica
        Photoshop quando ci sono prodotti uguali che
        emulano volendo anche i menu simili a Photoshop a
        gratis vedi
        GIMP.Certo, UGUALI.
        • morbo scrive:
          Re: Spero che i pirati si estinguano
          - Scritto da: 1977
          - Scritto da: Ray

          Perchè sei ancora uno di quelli che scarica

          Photoshop quando ci sono prodotti uguali che

          emulano volendo anche i menu simili a Photoshop
          a

          gratis vedi

          GIMP.

          Certo, UGUALI.dal punto di vista di chi toglie gli occhi rossi sono assolutamente IDENTICI.
          • chojin_a scrive:
            Re: Spero che i pirati si estinguano
            - Scritto da: morbo
            - Scritto da: 1977

            - Scritto da: Ray


            Perchè sei ancora uno di quelli che scarica


            Photoshop quando ci sono prodotti uguali che


            emulano volendo anche i menu simili a
            Photoshop

            a


            gratis vedi


            GIMP.



            Certo, UGUALI.

            dal punto di vista di chi toglie gli occhi rossi
            sono assolutamente
            IDENTICI.Ma nemmeno. Gli algoritmi implementati e la GUI per applicare lo strumento/filtro sono ben diversi.
    • Doctorwho scrive:
      Re: Spero che i pirati si estinguano
      E' ancora mattina e non c'è tanto caldo. Mi sa che hai la febbre. Misurala e cautelati! E non assumere troppo yogurth: ti inacidisce il carattere!
    • Funz scrive:
      Re: Spero che i pirati si estinguano
      - Scritto da: Nopiracy
      Così si smetterà di scaricare Photoshop anche
      per togliere gli occhi rossi dalle foto. Resterà
      confinato alla nicchia di professionisti per cui
      è fatto e potranno avere spazio altre alternative
      e compromessi. E questo non vale solo per
      Photoshop!Ammesso e non conXXXXX che riescano a cancellare il P2P, credi che chi vuole piratarsi PS (o qualunque altra cosa) non ci riesca lo stesso?Si tornerebbe come ai vecchi tempi a scambiare i dischetti (o le pennette USB, o gli HD portatili da vari tera).Forse sei giovane, e non hai mai visto girare i pacchi di floppy con su l'ultima versione di Autocad...
      • W.O.P.R. scrive:
        Re: Spero che i pirati si estinguano
        Ahhh, i mitici CD Twilight... qualcuno se li ricorda?
      • Utente 77 scrive:
        Re: Spero che i pirati si estinguano
        - Scritto da: Funz
        Forse sei giovane, e non hai mai visto girare i
        pacchi di floppy con su l'ultima versione di
        Autocad...Ricordo ancora quella volta che ho visto l'installer di Win 95 su n dischetti floppy da 3,5 pollici: paura XD
        • Funz scrive:
          Re: Spero che i pirati si estinguano
          - Scritto da: Utente 77
          - Scritto da: Funz

          Forse sei giovane, e non hai mai visto girare i

          pacchi di floppy con su l'ultima versione di

          Autocad...
          Ricordo ancora quella volta che ho visto
          l'installer di Win 95 su n dischetti floppy da
          3,5 pollici: paura
          XDPuntualmente arrivavi al decimo ed era illeggibile :D
    • Lepaca scrive:
      Re: Spero che i pirati si estinguano
      Come si tolgono gli occhi rossi con photoshop? :)
      • MegaJock scrive:
        Re: Spero che i pirati si estinguano
        - Scritto da: Lepaca
        Come si tolgono gli occhi rossi con photoshop? :)Con il cucchiaio, come nella vita di tutti i giorni.
      • Funz scrive:
        Re: Spero che i pirati si estinguano
        - Scritto da: Lepaca
        Come si tolgono gli occhi rossi con photoshop? :)sudo apt-get install gimp
  • Zozzone scrive:
    Tanto non compro una mazza
    Finché avrete soldi da spendere in queste idee e progetti inutili vorrà dire che di soldi ne avete più di me.Ergo NON compro quello che non posso permettermi.
  • pclinux scrive:
    Spero che ci sia tanta gente come me
    così vedremo presto i fautori del peer to peer a pagamento a chiedere l'elemosina davanti alle chiese.Per me il file sharing potrebbe anche non esistere che sia legale o illegale.
    • Jack scrive:
      Re: Spero che ci sia tanta gente come me
      - Scritto da: pclinux
      Per me il file sharing potrebbe anche non
      esistere che sia legale o
      illegale.nessuno te lo ha chiesto
      • MeMedesimo scrive:
        Re: Spero che ci sia tanta gente come me
        - Scritto da: Jack
        - Scritto da: pclinux


        Per me il file sharing potrebbe anche non

        esistere che sia legale o

        illegale.

        nessuno te lo ha chiestoJack sei lo stesso Videotecaro che sul loro forum si chiama col tuo stesso nick che da tre anni a questa parte, ogni 3 mesi dice di avere fonti certe che arriva l'"ONDA" contro la pirateria? Fai troppo ridere per quanto sei ridicolo.
    • Andreabont scrive:
      Re: Spero che ci sia tanta gente come me
      E dove le prendi le distribuzioni linux senza intasare i server???Il file sharing legale è molto utile....
  • -HCK- scrive:
    Riuscirà Tom a uccidere Jerry?
    No. Jerry alla fine la farà franca e Tom si attaccherà al c**zo. Ma non si arrenderà, è continuerà instancabile a tentare di distruggere il topastro fastidioso.Sostituite a Jerry il P2P libero e a Tom le tecnologie di filtraggio del traffico e avrete la risposta, il risultato di quest' eterno conflitto che vedrà i sistemi P2P aggiornarsi e vanificare gli sforzi di Tom ancora una volta.
    • Bastard Inside scrive:
      Re: Riuscirà Tom a uccidere Jerry?
      Paragone inappropriato, Tom è molto più simpatico di SIAE, MPAA e mafie varie :-P
      • -HCK- scrive:
        Re: Riuscirà Tom a uccidere Jerry?
        Già, Tom è uno dei miei preferiti :D tuttavia i fallimentari esiti delle sue imprese rispecchiano abbastanza gli scarsissimi risultati dei filtri anti-P2P ;)
      • soulista scrive:
        Re: Riuscirà Tom a uccidere Jerry?
        - Scritto da: Bastard Inside
        Paragone inappropriato, Tom è molto più simpatico
        di SIAE, MPAA e mafie varie
        :-PQuoto... tuttalpiù che nei cartoni animati H&B quelli che vincono sempre stanno un po' sulle balle (Roadrunner, Tweety... escluso Jerry che non vince SEMPRE):-D
    • Ironico scrive:
      Re: Riuscirà Tom a uccidere Jerry?
      - Scritto da: -HCK-
      Sostituite a Jerry il P2P libero e a Tom le
      tecnologie di filtraggio del traffico e avrete la
      risposta.....Meno male che me l'hai spiegato se no non ci sarei mai arrivato sa solo...
      • -HCK- scrive:
        Re: Riuscirà Tom a uccidere Jerry?
        Sono contento di aver fatto del bene per la comunità sisi. Chissà perchè c' è sui laser c' è scritto di non puntarli agli occhi e sui cellulari c' è scritto di non buttarli in acqua ;)
        • Mario P scrive:
          Re: Riuscirà Tom a uccidere Jerry?
          devono essere amici tuoi
          • -HCK- scrive:
            Re: Riuscirà Tom a uccidere Jerry?
            Semplicemente, c' è gente che oggi si è connessa ad internet per la prima volta e non ha la minima idea di quanto a lungo si sia disputata questa sfida del P2P contro le suddette tecnologie. Ovviamente il post non è indirizzato a chi sa già tutto a riguardo, come me, te e Ironico, ma a chi l' ha appena saputo.E poi, a chi da fastidio se rendo i miei post più comprensibili? Al contrario di chi se ne esce con una nerdata che il 5% dei lettori capirebbero, io almeno spiego meglio quello che scrivo, in modo che il post sembri meno scollato dal topic.Stay trolling.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 luglio 2009 17.09----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 luglio 2009 17.11-----------------------------------------------------------
  • Caccola scrive:
    Si ma....
    non basterebbe un sistema di criptaggio dati per rendere inutilizzare il protocollo PAP ???
    • Bastard Inside scrive:
      Re: Si ma....
      - Scritto da: Caccola
      non basterebbe un sistema di criptaggio dati per
      rendere inutilizzare il protocollo PAP
      ???Anche senza, Azureus (e penso anche altri client torrent) ha diversi sistemi di filtraggio, contro chi invia troppi pacchetti corrotti e contro gli indirizzi IP collegati alle major e ai loro lacchè, per esempio.
      • zazz scrive:
        Re: Si ma....
        Peer Guardian is your friend
      • Genoveffo il terribile scrive:
        Re: Si ma....
        - Scritto da: Bastard Inside
        - Scritto da: Caccola

        non basterebbe un sistema di criptaggio dati per

        rendere inutilizzare il protocollo PAP

        ???
        Anche senza, Azureus (e penso anche altri client
        torrent) ha diversi sistemi di filtraggio, contro
        chi invia troppi pacchetti corrotti e contro gli
        indirizzi IP collegati alle major e ai loro
        lacchè, per
        esempio.Già, per farlo secco basta un filtro che esamini i pacchetti ricevuti e scarti l'ip con troppi errori .... e tanti saluti !
      • fred scrive:
        Re: Si ma....
        Non e' l'unico, tutti i grossi client sembrano avere queste capacita', basta guardare i log estesi e si noteranno gli ip che vengono bloccati per invio eccessivo di pacchetti corrotti.
    • Valeren scrive:
      Re: Si ma....
      Basta non usare i client che lo supporteranno.Più semplice di così...
      • Be&O scrive:
        Re: Si ma....
        Il protocollo PAP si implementa a livello di Client,ma risulta devastante anche a livello di rete implementata, mi spiego meglio, il PAP è applicabile alle reti già esistenti e ed è l'utente a scegliere il client, ma i client PAP se usati, bombarderannotutti i client Non-PAP con materiale "Inlecito",mandandogli pacchetti Grezzi con CRC/HASH correttoil che comprometterà il download anche da chi non usa PAP, in pratica chi usa client con questo nuovo protocollo non fa altro che fare gli spammer verso i client non pap con materiale inlecito, andando a fare a gratis il lavoro delle Major, e sgravando ilcarico dei server di queste ultime.Unica difesa, un sistema Attivo che facciail Blacklist degli utenti PAP, implementabile facilmente sequesti non fanno spoof della loro ID.
  • L337 H4x0r scrive:
    Non avevo dubbi...
    ...che con BT funzionasse meno bene, basta confrontare quanto sono diffusi i fake sul mulo rispetto a torrent.
    • Lallo scrive:
      Re: Non avevo dubbi...
      - Scritto da: L337 H4x0r
      ...che con BT funzionasse meno bene, basta
      confrontare quanto sono diffusi i fake sul mulo
      rispetto a
      torrent.mah... la diffusione di fake sul mulo IMHO indica semplicemente che il mulo possiede una funzione di ricerca serverless, cosa che BT non ha. Inutile dire che su un tracker i fake non durano molto, mentre col mulo ti basta indicizzare un fake sul tuo HDD ed eccolo lì, sparato in rete. Poi, cosa c'entri tutto questo con il protocollo PAP, no saprei :-)
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Non avevo dubbi...
      - Scritto da: L337 H4x0r
      ...che con BT funzionasse meno bene, basta
      confrontare quanto sono diffusi i fake sul mulo
      rispetto a
      torrent.Certo, intanto ti chiudono la baia, mininova, minacciano i gestori dei server per farsi consegnare gli IP degli utenti ecc... molto più sicuro il mulo!
      • fred scrive:
        Re: Non avevo dubbi...
        Fra poco i client bittorrent funzioneranno tutti in dht senza appoggiarsi ai trackers , e in futuro invece dei torrent saranno diffusi i magnet links che essendo stringhe ascii possono essere incluse in messaggi e documenti di testo semplice, allora si arrivera' ad un sistema simile al mulo.per conoscenza il magnet link serve al client bittorrent per reperire autonomamente il torrent corrispondente attraverso la stessa rete p2p di bittorrent, a prelevarlo ed avviarlo localmente.
    • fred scrive:
      Re: Non avevo dubbi...
      Vi ricordo, sul mulo quando mettete a scaricare dei files aspettate che raccolga una lista di peers (da pochi secondo a qualche minuto) poi chiedete le propieta' dei files ed esaminatene le informazioni, sopratutto i nomi alternativi; in questo modo li sgamate subito.
      • Valeren scrive:
        Re: Non avevo dubbi...
        Due click?Nah, troppo difficile :D
        • krane scrive:
          Re: Non avevo dubbi...
          - Scritto da: Valeren
          Due click?
          Nah, troppo difficile :DInfatti, poi vuoi mettere quanto XXXXX ti trovi da guardare mentre aspetti che arrivino i file non fake (rotfl)(rotfl)
          • Lord Kap scrive:
            Re: Non avevo dubbi...
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Valeren

            Due click? Nah, troppo difficile :D
            Infatti, poi vuoi mettere quanto XXXXX ti trovi
            da guardare mentre aspetti che arrivino i file
            non fakeDiciamo che è un premio di consolazione! :D-- Saluti, Kap
          • soulista scrive:
            Re: Non avevo dubbi...
            - Scritto da: Lord Kap
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Valeren


            Due click? Nah, troppo difficile :D

            Infatti, poi vuoi mettere quanto XXXXX ti trovi

            da guardare mentre aspetti che arrivino i file

            non fake

            Diciamo che è un premio di consolazione! :D

            --
            Saluti, KapDipende dai gusti!:-P
          • Lord Kap scrive:
            Re: Non avevo dubbi...
            - Scritto da: soulista
            - Scritto da: Lord Kap

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: Valeren



            Due click? Nah, troppo difficile :D


            Infatti, poi vuoi mettere quanto XXXXX ti trovi


            da guardare mentre aspetti che arrivino i file


            non fake

            Diciamo che è un premio di consolazione! :D
            Dipende dai gusti! :-PIn effetti... ;)-- Saluti, Kap
Chiudi i commenti