L'Europa investe milioni per le reti 5G

L'Unione annuncia finanziamenti per accelerare lo sviluppo delle tecnologie di connessione wireless di prossima generazione. Il Vecchio Continente deve tornare a dettare il passo della ricerca, dice Neelie Kroes

Roma – L’Europa si è fatta “soffiare” la leadership nel campo delle comunicazioni 4G/LTE, ma per il prossimo passo dell’evoluzione tecnologica il Vecchio Continente dovrà ridiventare un protagonista assoluto. Ci sono già i soldi, annuncia il vicepresidente della Commissione Europea e responsabile dell’Agenda Digitale Neelie Kroes.

Intervenendo al Mobile World Congress di Barcelona, Kroes parla di 50 milioni di euro di fondi comunitari dedicati alla ricerca nel campo delle reti 5G: la tecnologia di connettività wireless “next-gen” dovrà essere pronta per il 2020, dice Kroes, e dovrà contribuire a creare posti di lavoro “europei” oltre che riportare in primo piano il lavoro di ricerca&sviluppo della UE.

Per il 5G le aziende private uniranno (stanno di fatto già unendo) le forze con l’accademia e gli istituti di ricerca nell’ambito di svariati progetti nell’ambito della connettività di prossima generazione. I protagonisti coinvolti comprendono i grandi operatori di rete (British Telecom, Deutsche Telekom, Telecom Italia e altri), i maggiori produttori di dispositivi di rete (Nokia, Siemens, Ericsson), SAP e BMW.

La disponibilità di una rete ultra-veloce, affidabile e ubiqua è indispensabile, ha sostenuto Kroes durante il suo intervento in quel di Barcelona, perché l’ultimo gingillo mobile alla moda è assolutamente inutile senza una infrastruttura in grado di sostenere l’esigenza di connettività pervasiva degli utenti.

Uno dei progetti finanziati con i fondi comunitari è METIS ( Mobile and wireless communications Enablers for Twenty-twenty Information Society ), iniziativa che tra i suoi obiettivi tecnologici comprende la definizione di un sistema in grado di gestire un volume di dati mobile 1.000 volte superiore a quello attuale, un numero di dispositivi connessi dalle 10 alle 100 volte superiore, una latenza 5 volte inferiore, una batteria con la durata 10 volte superiore nelle comunicazioni MtM ( machine-to-machine ).

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • DuDe scrive:
    Ma solo io non ho capito perche'?
    La CEO ha deciso che la gente deve stare in sede? Scarsa produttivita'? mentalita' delle ferriere di fine 800? sfizio personale? Io personalmente sono a favore del lavoro da casa, specie in settori come quello informatico dove OGGI puoi fare davvero quasi tutto da casa, ma quello che non puoi fare riguarda situazioni di emergenza o cose fisiche come montare un server dentro un rack e cablarlo, se parliamo di sviluppo, marketing e quant'altro, si puo' fare tranquillamente da casa con un risparmio in termini di locali dell azienda, meno gente locali piu' piccoli, risorse, meno elettricita', meno auto in giro per la citta', meno stress da traffico, insomma sembra che questa signora non abbia compreso le reali potenzialita' dei mezzi informatici.
    • Trollollero scrive:
      Re: Ma solo io non ho capito perche'?
      - Scritto da: DuDe
      La CEO ha deciso che la gente deve stare in sede?
      Scarsa produttivita'? mentalita' delle ferriere
      di fine 800? sfizio personale?

      Io personalmente sono a favore del lavoro da
      casa, specie in settori come quello informatico
      dove OGGI puoi fare davvero quasi tutto da casa,
      ma quello che non puoi fare riguarda situazioni
      di emergenza o cose fisiche come montare un
      server dentro un rack e cablarlo, se parliamo di
      sviluppo, marketing e quant'altro, si puo' fare
      tranquillamente da casa con un risparmio in
      termini di locali dell azienda, meno gente locali
      piu' piccoli, risorse, meno elettricita', meno
      auto in giro per la citta', meno stress da
      traffico, insomma sembra che questa signora non
      abbia compreso le reali potenzialita' dei mezzi
      informatici.Porto la mia personale esperienza: server di test a 150km dalla sede, server di produzione idem, SVN di sviluppo a 110 km, telefono VOIP perennemente connesso per chiedere roba all'altra meta' del team di sviluppo (a 150km di distanza)= telelavoro DE FACTO.Ora, per quale motivo io devo smazzarmi tutti i santi giorni 3 ore di viaggio tra andare e tornare, impegnando complessivamente piu' di 12 ore per farmi otto ore di lavoro, quando potrei fare le stesse identiche cose dal divano di casa garantendo, a parita' di orari, 10 ore di lavoro effettivo ?
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Ma solo io non ho capito perche'?
      - Scritto da: DuDe
      La CEO ha deciso che la gente deve stare in sede?
      Scarsa produttivita'? mentalita' delle ferriere
      di fine 800? sfizio personale?Prima bisogna capire perché c'è ancora gente che si collega a Yahoo.
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: Ma solo io non ho capito perche'?
      - Scritto da: DuDe
      La CEO ha deciso che la gente deve stare in sede?
      Scarsa produttivita'? mentalita' delle ferriere
      di fine 800? sfizio personale?

      Io personalmente sono a favore del lavoro da
      casa, specie in settori come quello informatico
      dove OGGI puoi fare davvero quasi tutto da casa,
      ma quello che non puoi fare riguarda situazioni
      di emergenza o cose fisiche come montare un
      server dentro un rack e cablarlo, se parliamo di
      sviluppo, marketing e quant'altro, si puo' fare
      tranquillamente da casa con un risparmio in
      termini di locali dell azienda, meno gente locali
      piu' piccoli, risorse, meno elettricita', meno
      auto in giro per la citta', meno stress da
      traffico, insomma sembra che questa signora non
      abbia compreso le reali potenzialita' dei mezzi
      informatici.potrebbe essere che si sia valutata la maggior produttività del lavoro tradizionale rispetto il telelavoro per yahoo.Potrebbe essere che yahoo debba trovare un modo gentile di sfoltire il personale.
  • Dottor Stranamore scrive:
    Il traffico ringrazia
    Mi sembra una scelta assolutamente idiota quella di volere TUTTI i lavoratori in azienda, quando in precedenza avevano creato una realtà fatta di telelavoratori. Basterebbe chiedere di lavorare in sede solo ad alcune categorie che beneficerebbero del contatto diretto, ma non a tutti. Purtroppo hanno messo una CEO bionda e questo è il meglio che può fare poverina.Un'azienda che lavora su Internet vuole utilizzare metodi tradizionali. Grazie a lei ci saranno strade intasate e dipendenti XXXXXXXti perché avevano basato la loro vita sul telelavoro a Yahoo.
    • Il Genio scrive:
      Re: Il traffico ringrazia
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      Mi sembra una scelta assolutamente idiota quella
      di volere TUTTI i lavoratori in azienda, quando
      in precedenza avevano creato una realtà fatta di
      telelavoratori.

      Basterebbe chiedere di lavorare in sede solo ad
      alcune categorie che beneficerebbero del contatto
      diretto, ma non a tutti.

      Purtroppo hanno messo una CEO bionda e questo è
      il meglio che può fare
      poverina.
      Un'azienda che lavora su Internet vuole
      utilizzare metodi tradizionali. Grazie a lei ci
      saranno strade intasate e dipendenti XXXXXXXti
      perché avevano basato la loro vita sul telelavoro
      a
      Yahoo.il padre di un mio compagno fa il telelavoro e vi assicuro che con la moglie rompipalle che si ritrova non raggiungerà mai la concentrazione che si raggiunge in un ufficio. MIO padre ha lavorato a como, lecco, milano, torino, poi ancora milano, bologna e bari (3gg a bologna, 2gg a bari e la settimana successiva l'inverso), napoli e ora è dirigente a milano. NOi siamo sempre rimasti a milano. Per andare a napoli si svegliava alle 4 del lunedì e tornava a casa alle 22:30 del venerdì. Nessuno si dovrebbe lamentare di fare meno di un ora di macchina per andare in ufficio!
      • Anonimo scrive:
        Re: Il traffico ringrazia
        Nessuno si dovrebbe lamentare... E che balle, non solo ti diamo lavoro pure vuoi lo stipendio!!! Gente ingrata e populista!
      • mcmcmcmcmc scrive:
        Re: Il traffico ringrazia
        - Scritto da: Il Genio
        il padre di un mio compagno fa il telelavoro e vi
        assicuro che con la moglie rompipalle che si
        ritrova non raggiungerà mai la concentrazione che
        si raggiunge in un ufficio.una solida statistica!Il telelavoro deve essere possibile se i rilsultati conseguiti dal dipendente sono validi, moglie XXXXXXXXXX o amante focosa che sia. I risultati sono positivi? Puoi continuare a telelavorare. I risultati sono negativi? Torna pure in ufficio.

        MIO padre ha lavorato a como, lecco, milano,
        torino, poi ancora milano, bologna e bari (3gg a
        bologna, 2gg a bari e la settimana successiva
        l'inverso), napoli e ora è dirigente a milano.
        NOi siamo sempre rimasti a milano. Per andare a
        napoli si svegliava alle 4 del lunedì e tornava a
        casa alle 22:30 del venerdì. Nessuno si dovrebbe
        lamentare di fare meno di un ora di macchina per
        andare in
        ufficio!nessuna lamentela, ma la giusta pretesa di poter migliorare il proprio lavoro.Il telelavoro potrebbe portare benefici in diverse situazioni, sia al dipendente che al datore che alla collettività. Un esempio? Per la collettività meno macchine in giro (hai presente i mezzi pubblici in Italia? 1 auto 1 persona). Per il datore dovrebbero esserci incentivi e potrebbe provare a gestire meglio le risorse. Per il lavoratore, 1 ora in meno di macchina si traducono direttamente in un bel risparmio (carburante, usura, ...) e maggior comodità.Io spero che il telelavoro prenda piede, pur sapendo che non è adatto a tutte le situazioni.
        • Izio01 scrive:
          Re: Il traffico ringrazia
          - Scritto da: mcmcmcmcmc

          (...)

          Io spero che il telelavoro prenda piede, pur
          sapendo che non è adatto a tutte le
          situazioni.Quoto tutto quello che hai scritto, razionale e non partigiano per l'una o per l'altra parte.
    • hp fiasco scrive:
      Re: Il traffico ringrazia
      non per difendere un ceo anche se bionda, ma la "poverina" è entrata con le azioni yahoo a 16 dollari , dopo un anno le azioni sono a 21 dollari!un valore assolutamente non paragonabile a quelli di apple o google o microsoft o chi vuoi tu ... ma penso che gli dia il supporto degli azionisti, quindi la ceo
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Il traffico ringrazia
        - Scritto da: hp fiasco
        non per difendere un ceo anche se bionda, ma la
        "poverina" è entrata con le azioni yahoo a 16
        dollari , dopo un anno le azioni sono a 21
        dollari!
        un valore assolutamente non paragonabile a quelli
        di apple o google o microsoft o chi vuoi tu ...
        ma penso che gli dia il supporto degli azionisti,
        quindi la
        ceoNon cambierà niente. Questa è come quel CEO della Pepsi che poi è passato ad Apple. Non è un caso che Apple senza Steve Jobs a momenti falliva. E Microsoft senza Gates non ne azzecchi una (dal punto di vista del mercato). I CEO con il master nel taschino come questa qua arrivano e fanno un po' di mosse per far contenti gli azionisti, ma l'azienda non la salvano.
        • Paolo T. scrive:
          Re: Il traffico ringrazia

          Non cambierà niente. Questa è come quel CEO della
          Pepsi che poi è passato ad Apple. Non è un caso
          che Apple senza Steve Jobs a momenti falliva.Veramente, la Apple sotto Sculley evitò il fallimento, tornò ad essere leader in molti settori e fece soldi a palate. Senza contare l'introduzione di nuovi settori industriali, come il multimediale, il portatile come lo conosciamo oggi e il precursore del tablet. I problemi sono arrivati dopo.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Il traffico ringrazia
            - Scritto da: Paolo T.
            Veramente, la Apple sotto Sculley evitò il
            fallimento, tornò ad essere leader in molti
            settori e fece soldi a palate. (rotfl)Sculley Says Apple Made `Wrong Choice' in Making Him CEOhttp://www.bloomberg.com/video/63921388-sculley-says-apple-made-wrong-choice-in-making-him-ceo.html
          • Paolo T. scrive:
            Re: Il traffico ringrazia
            Congratulazioni per essere riuscito a sintetizzare una lunghissima (ed interessantissima) intervista in un titolo ad effetto! Naturalmente, nell'intervista Sculley parla sia dei meriti di Jobs, che dei propri. Vale assolutamente la pena ascoltarla, ma attenzione al rischio che possa liquefarti il cervello!
    • Lorenzo scrive:
      Re: Il traffico ringrazia
      mi sa di scusa per sfoltire chi effettivamente non puo' andare al lavoro oppure chi trovera' una alternativa accettabile , recupero di liquidita' senza contraccolpo in borsa ( verso l'alto verso il basso chi lo sa ? ) che si avrebbe se si licenziasse una quota del personale, ammesso e non conXXXXX che questo personale sia davvero in piu' .
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Il traffico ringrazia
        - Scritto da: Lorenzo
        mi sa di scusa per sfoltire chi effettivamente
        non puo' andare al lavoro oppure chi trovera' una
        alternativa accettabileGuarda che in america ti licenziano quando vogliono, non hanno bisogno di scuse.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Il traffico ringrazia

      Basterebbe chiedere di lavorare in sede solo ad
      alcune categorie che beneficerebbero del contatto
      diretto, ma non a tutti.E come giustifichi la discriminazione? Pensa ad un ufficio italiano, l'IT lavora da casa, il marketing costretto ad andare in ufficio o viceversa ... due giorni dopo: sciopero.Il telelavoro dovrebbe essere garantito a tutti ma con criterio; in Yahoo come in molte società IT americane c'è gente che in ufficio non si presenta mai. Quando lavoravo in US mi è capitato di incontrare colleghi solo alle cene di progetto e devo ammettere, in alcuni casi non si capiva assolutamente cosa facessero.Comunque io lavoro da casa spesso, inutile girarci intorno: la produttività è bassa...soprattutto se ci sono figli / moglie / cane / vicini rompipalle. Ma se si fa di venerdì in generale va bene; la realtà è che nonostante l'esplosione della tecnologia lavoriamo ancora 5/7gx8h come negli anni 60 quando la posta interna richiedeva due giorni per arrivare a destinazione e commettere un errore voleva dire ribattere il documento. Probabilmente in molte realtà basterebbero 4 giorni pieni per ottenere il lavoro necessario ...
      • krane scrive:
        Re: Il traffico ringrazia
        - Scritto da: nome e cognome
        Comunque io lavoro da casa spesso, inutile
        girarci intorno: la produttività è
        bassa...soprattutto se ci sono figli / moglie /
        cane / vicini rompipalle. Ma se si fa di venerdì
        in generale va bene; la realtà è che nonostante
        l'esplosione della tecnologia lavoriamo ancora
        5/7gx8h come negli anni 60 quando la posta
        interna richiedeva due giorni per arrivare a
        destinazione e commettere un errore voleva dire
        ribattere il documento. Probabilmente in molte
        realtà basterebbero 4 giorni pieni per ottenere
        il lavoro necessario
        ...Quoto e straquoto, la tecnologia toglie lavoro non lo aumenta, sciocco e' pensare il contrario.
        • DuDe scrive:
          Re: Il traffico ringrazia
          - Scritto da: krane
          Quoto e straquoto, la tecnologia toglie lavoro
          non lo aumenta, sciocco e' pensare il
          contrario.via i pc e torniamo alle macchine da scrivere????
          • krane scrive:
            Re: Il traffico ringrazia
            - Scritto da: DuDe
            - Scritto da: krane

            Quoto e straquoto, la tecnologia

            toglie lavoro non lo aumenta, sciocco

            e' pensare il contrario.
            via i pc e torniamo alle macchine da scrivere????Leggi il commento a cui ho risposto...
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Il traffico ringrazia
          - Scritto da: krane
          Quoto e straquoto, la tecnologia toglie lavoro
          non lo aumenta, sciocco e' pensare il
          contrario.Ma no la tecnologia aumenta i posti! Infatti in questi anni fatti di Internet, informatica, robotica il tasso di disoccupazione in occidente si è quasi azzerato.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Il traffico ringrazia
        - Scritto da: nome e cognome
        Il telelavoro dovrebbe essere garantito a tutti
        ma con criterio; in Yahoo come in molte società
        IT americane c'è gente che in ufficio non si
        presenta mai. Come ho detto prima il telelavoro non va bene per tutte le situazioni e non va bene per tutti. Ma non è che se uno ha la produttività bassa, allora è così per tutti. Così come ci sono gli studenti che a casa si distraggono facilmente, ci sono quelli che invece si danno da fare.
      • Izio01 scrive:
        Re: Il traffico ringrazia
        - Scritto da: nome e cognome

        Basterebbe chiedere di lavorare in sede solo
        ad

        alcune categorie che beneficerebbero del
        contatto

        diretto, ma non a tutti.

        E come giustifichi la discriminazione? Pensa ad
        un ufficio italiano, l'IT lavora da casa, il
        marketing costretto ad andare in ufficio o
        viceversa ... due giorni dopo:
        sciopero.
        Chi fa il sistemista presso i clienti, è in giro tutti i giorni in macchina per ore. Chi fa help desk è sempre qui. Nessuno sciopera.
Chiudi i commenti