L'evoluzione genetica del Grande Fratello europeo

Gli spioni americani si beccano ramanzine persino dal Dipartimento di Giustizia, ma il Vecchio Continente non è da meno: l'intercettazione ubiqua sta per diventare consapevole

Roma – Arrivano notizie da far rizzare i capelli al di là e al di qua dell’Atlantico sul fronte incandescente della sorveglianza globale. L’FBI mente al Congresso sulla reale portata delle sue azioni di intercettazione e raccolta dati nel corso di questi ultimi anni, ma l’Europa non se la passa certo meglio: nel nome della sicurezza cresce il suo Grande Fratello Senziente .

L’accusa all’FBI arriva da un esteso rapporto del Dipartimento di Giustizia: in 199 pagine ( qui in PDF) condite con diagrammi e immagini esplicative , l’azione di rastrellamento di informazioni sensibili da parte dei federali viene sezionata in dettaglio, con la conclusione che non solo l’FBI avrebbe abusato di una legge già permissiva di suo, ma avrebbe altresì mentito al Parlamento sulla frequenza delle richieste di dati ai soggetti interessati.

In particolare, l’FBI avrebbe esagerato con la spedizione delle security letter , misure coercitive previste dal Patriot Act (emanato dall’amministrazione Bush dopo gli attentati dell’11 Settembre 2001) con cui gli ispettori federali possono obbligare i provider, le banche, gli istituti di credito, le compagnie telefoniche e altre attività commerciali a comunicare in dettaglio tutti i dati disponibili sui propri sottoscrittori, senza la necessità di autorizzazione da parte di un giudice e con la giustificante del contro-terrorismo e del contro-spionaggio.

Da 8.500 lettere inviate nel 2000 le comunicazioni sono balzate a 39.000 nel 2003, due anni dopo la promulgazione del discusso Patriot Act. Le security letter sono cresciute ancora nel 2004 (circa 56.000), per calare poi parzialmente a 47.000 nel 2005. In compenso, in un rapporto consegnato al Congresso nel 2006, l’FBI ha comunicato la consegna di sole 9.254 notifiche totali per l’anno precedente (contro le suddette 47.000 effettivamente distribuite).

Problemi di pallottoliere nell’FBI a parte, qui da noi le cose vanno in una direzione persino, se possibile, peggiore: il “nostro” Grande Fratello si chiama OSEMINTI , Operational Semantic Intelligence Infrastructure. Per ora se ne sa ben poco, ma ne raccoglie le prime tracce il weblog di Matteo Flora: OSEMINTI è un sistema di sorveglianza distribuita “consapevole”, in grado di “identificare frasi di senso compiuto all’interno di contenuti audio o testuali e di utilizzare la conoscenza estrapolata da questi per imparare e migliorarsi”, secondo quando riportato dal Ministero della Difesa spagnolo.

Sponsorizzato da Spagna, Italia e Francia nell’ambito della European Defense Agency , OSEMINTI rappresenta il prossimo passo dell’evoluzione dei sistemi di sorveglianza a la Carnivore , il GF marcato FBI. Piuttosto che essere un semplice rastrellatore di informazioni, inoltre, OSEMINTI è in grado di farne un’analisi accurata, elaborarne semanticamente i significati e utilizzare quanto appreso per perfezionare la propria intelligenza artificiale.

Dell’intercettatore discreto e intelligente in via di sviluppo per le tre nazioni continentali se n’è cominciato a parlare dopo la pubblicazione di un articolo su El Pais , e proprio nel web spagnolo la questione è maggiormente dibattuta: dal canto suo, riporta Flora, il Ministero della Difesa spagnolo “non afferma né smentisce che OSEMINTI rappresenti il Carnivore europeo, trincerandosi dietro una dichiarazione che di fatto suona come Gli utenti determineranno l’utilizzo della tecnologia non appena questa sarà sufficientemente matura “.

E in Italia? “Possibile che sia io il primo ad accorgermi di un accordo firmato ANCHE da NOI – scrive ancora Flora – e che avrà un impegno economico di oltre due milioni di euro? Possibile che nessuno abbia autorizzato e che nessuno ne abbia parlato pubblicamente?”. Possibile che, in un tempo di scandalo intercettazioni si sia dato il “la” ad un progetto che non solo prevede la loro istituzionalizzazione, ma persino l’infusione di una “matrice pensante” nel sistema in grado di analizzare in maniera ancora più sopraffina e contestualizzata le informazioni catturate ?

Tra tante domande per ora senza risposta, segnaliamo infine un piccolo tentativo di chiarezza sull’apparente schizofrenia che caratterizza i potenti delle società occidentali sulla possibilità del controllo totale della popolazione. Un’animazione, Big Brother State , che si conclude con una celebre frase attribuita a Benjamin Franklin: “Le persone disposte a barattare la propria libertà per una sicurezza temporanea non meritano nessuna delle due e perderanno entrambe”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pippo75 scrive:
    Ha Ragione Yahoo

    Wang è stato condannato al lungo periodo di
    prigionia a causa di quelli che il regime
    pechinese ha definito "articoli sovversivi"
    che l'uomo ha "distribuito in rete".Brutto a dirsi, ma se la legge dice che per chi pubblica articoli sovversivi c'e' il carcere, allora e' cosi'.Ripeto, e' brutto, sono contrario, pero' e' la legge che deve essere rivista.
    Yahoo, come d'altronde molti altri grandi
    nomi della rete, è da tempo accusato di
    collaborazionismo con il regime cineseCollaborare con la PA di un paese e' una cosa giusta, al limite si puo' giudicare piu' o meno positiva questa amministrazione, ma collaborare con essa e' una cosa che dovrebbe essere sempre cosi.
    Le buone intenzioni non hanno però fermato
    il viaggio di Yu Ling, che è decisa a
    costringere Yahoo! a quella che suonerebbe
    come una clamorosa ammissione di colpa,Non vedo colpe, a quanto so e' la legge cinese che obbliga Yahoo a fare questo.Se la legge dice questo, Yahoo si deve adeguare.
    il pagamento dei danniEcco il punto, il capitalismo e' gia' arrivato.Ripeto, sono contrario a questi arresti, sempre se dietro poi non c'e' altro, pero' e' la legge che deve essere cambiata.ciao
  • Anonimo scrive:
    Tibet Libero
    Famo prendere un po' di nervoso agli zerbini della dittatura cinese.Tibet Libero, subito!
    • Kirisuto scrive:
      Re: Tibet Libero
      - Scritto da:
      Famo prendere un po' di nervoso agli zerbini
      della dittatura
      cinese.

      Tibet Libero, subito! TIBET LIBERO! No all'invasione cinese di uno stato libero, pacifico e sovrano!No alle bugie della propaganda imperialista e liberticida degli invasori cinesi!
    • fenrir scrive:
      Re: Tibet Libero
      - Scritto da:
      Famo prendere un po' di nervoso agli zerbini
      della dittatura
      cinese.

      Tibet Libero, subito!Libertà in Tibet!Libertà al Tibet!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tibet Libero
        troppo tardi.ormai ci sono piu' cinesi che tibetani in Tibet.Lhasa poi e' al 70% cinese.i tibetani .. una grande perdita per l'umanita'... come faremo mai senza la loro tecnologia...
        • fenrir scrive:
          Re: Tibet Libero
          - Scritto da:
          troppo tardi.

          ormai ci sono piu' cinesi che tibetani in Tibet.
          Lhasa poi e' al 70% cinese.
          Ah, e secondo te com'è stato ottenuto il risultato? Mi dicono inviando in Tibet colonizzatori cinesi e deportando o uccidendo molti tibetani autoctoni che si opponevano all'invasione.Ma naturalmente c'è chi è dispostoa credere che sia avvenuto per magia, piuttosto che contraddire le versioni ufficiali degli invasori cinesi.
          i tibetani .. una grande perdita per
          l'umanita'... come faremo mai senza la loro
          tecnologia...
          Bell'argomento, applichiamolo in grande, invadiamo, deportiamo e sterminiamo chi osa non avere alta tecnologia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tibet Libero
            se non sai a chi credere basta andare la' di persona cosi' gia' che ci sei ampli i tuoi miseri orizzonti di informatico frustrato e precario.chi si accontenta del "sentito dire" e' giusto che viva nell'ignoranza.io ormai ne ho dette tante e mi sono ampiamente rotto i coglioni.buona notte e addio.Il Detrattore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tibet Libero
            - Scritto da:
            se non sai a chi credere basta andare la' di
            persona cosi' gia' che ci sei ampli i tuoi miseri
            orizzonti di informatico frustrato e
            precario.

            chi si accontenta del "sentito dire" e' giusto
            che viva
            nell'ignoranza.

            io ormai ne ho dette tante e mi sono ampiamente
            rotto i
            coglioni.



            buona notte e addio.
            Il Detrattore.Contento te... senti maaaaa, visto che c'è così tanta libertà, immagino che se la tua mailbox si riempisse di e-mail di dissidenti, tu non ne avresti il minimo nocumento, no?Bene, consideralo fatto! O)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tibet Libero
      - Scritto da:
      Famo prendere un po' di nervoso agli zerbini
      della dittatura
      cinese.

      Tibet Libero, subito!informati: il tibet sta alla cina come 'irlanda del nord sta all'inghilterra: vari governi ciniesi ci si sono succeduti da secoli, c'e' il bilinguismo, inoltre i servi della gleba tibetani (lasciati in pasto agli avvoltoi da moribondi a differenza dei nobili e religiosi) si sono rifiutati di combattere guidati dalla cia organizzata dal fratello dell'allora dalai lama negli anni 50 perche' le loro condizioni erano migliorate perfino sotto i maoisti!tant'e' vero che ANCHE L'ATTUALE DALAI LAMA VUOLE SOLO LIBERTA' RELIGIOSA E NON INDIPENDENZA ma i cinesi purtroppo rifiutano per paura che tali concessioni possano coprire spinte secessioniste pilotate indovina da chipoi naturalmente anch'io sono per la liberta' RELIGIOSA e magari amministrativa del tibetma da li' a pretendere che la cina dia in pasto il tibet a belve ancora piu' voraci, ce ne corre
      • Anonimo scrive:
        Re: Tibet Libero
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Famo prendere un po' di nervoso agli zerbini

        della dittatura

        cinese.



        Tibet Libero, subito!

        informati: il tibet sta alla cina come 'irlanda
        del nord sta all'inghilterra: vari governi
        ciniesi ci si sono succeduti da secoli, c'e' il
        bilinguismo, inoltre i servi della gleba tibetani
        (lasciati in pasto agli avvoltoi da moribondi a
        differenza dei nobili e religiosi) si sono
        rifiutati di combattere guidati dalla cia
        organizzata dal fratello dell'allora dalai lama
        negli anni 50 perche' le loro condizioni erano
        migliorate perfino sotto i
        maoisti!
        tant'e' vero che ANCHE L'ATTUALE DALAI LAMA VUOLE
        SOLO LIBERTA' RELIGIOSA E NON INDIPENDENZA ma i
        cinesi purtroppo rifiutano per paura che tali
        concessioni possano coprire spinte secessioniste
        pilotate indovina da
        chi

        poi naturalmente anch'io sono per la liberta'
        RELIGIOSA e magari amministrativa del
        tibet
        ma da li' a pretendere che la cina dia in pasto
        il tibet a belve ancora piu' voraci, ce ne
        corre

        ...e poi c'era la marmotta che incartava la cioccolata...
  • Anonimo scrive:
    2 cose
    1) i fatti: che il motivo dell'arresto sia la dissidenza lo dice la moglie, ma I FATTI CHI LI CONTROLLA ? se no la moglie di un ladro d'auto potrebbe far causa a un passante che l'ha denunciato per il suo arresto, chi ci dice che nel criticare il regime non abbia detto , che so, "bruciamo i commissariati" ? 2) la moglie di abu omar rapito dalla cia in italia (e poi rilasciato in egitto in quanto estraneo ai fatti contestatigli ) da chi va a chiedere giustizia e risarcimenti ? e gli articoli contro il regime tiranno che limita la sua libertà d'espressione (ricordo che anche le prediche in moschea sono libertà d'espressione) quale articolista di PI glieli scrive ? e i p2pari arrestati nel nordeuropa su denuncia delle major SOLO PER AVER MESSO A DISPOSIZIONE LO STRUMENTO quanti commenti SUL REGIME hanno generato ? in questi casi si dice solo che le multinazionali sono un po' eccessive poi altre osservazioni di minor importanza:intanto una cinese ha i soldi e la libertà per muoversi in occidente, poi voice of america non mi sembra una fonte obiettiva nei confronti della nazione che é la maggior competitrice di quella a cui dice di dare vocepoi non dimenticherei le intrusioni nella politica estera dei nostri amici d'oltreoceano, i quali hanno una legge che impedisce il finanziamento di attività politica dall'estero ma non disdegnano di finanziare loro quella estera con ong dai nomi accattivanti e pretese di esportazione di democrazia e libertà di stampa ma con fondi governativi e intenzioni di provocare separazioni per "dividere e imperare"perchè non leggo MAI negli articoli anche queste considerazioni ?
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 cose
      perche' in occidente di giornalisti filo-cinesi non c'e' piu' nessuno.perfino Blondet parla male della cina...le uniche fonti decenti le trovi in cina ma devi sapere il cinese, c'e' qualcosa sui forums di expats in inglese ma poca roba.in conclusione siete tenuti del tutto all'oscuro e chiunque e' in grado di manipolare l'informazione tanto tutti ci credono e nessuno viene smentire...
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 cose
        - Scritto da:
        perche' in occidente di giornalisti filo-cinesi
        non c'e' piu'
        nessuno.

        perfino Blondet parla male della cina...

        le uniche fonti decenti le trovi in cina ma devi
        sapere il cinese, c'e' qualcosa sui forums di
        expats in inglese ma poca
        roba.

        in conclusione siete tenuti del tutto all'oscuro
        e chiunque e' in grado di manipolare
        l'informazione tanto tutti ci credono e nessuno
        viene
        smentire...
        Povera innocente dittatura cinese, calunniata e vilipesa!
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 cose

          Povera innocente dittatura cinese, calunniata e
          vilipesa!no, fatta soffrire di solitudine facendo credere a tutto il mondo che e' l'unica e che l'occidente e' una democrazia mentre e' solo un regime meno autoritario, per oraeccezionali poi le considerazioni: "in cina non c'e' democrazia perche' c'e' il partito unico"mentre invece dove ce ne sono 2 come in italia chi non vuole le basi a vicenza chi vota ?e in usa o gb chi non vuole la guerra in iraq, chi vota ?
  • ilmusico scrive:
    M non sara' ora di...
    Ma non sara' ora di smetterla di guardare i difetti ( se siano o non siano tali, è un aspetto soggettivo)altrui (Cina e mondo musulmano, per esempio...)?Lo sappiamo bene che in nazioni rette da governi autoritari o 'religiosi' come nel mondo islamico , la libertà fa fatica a...respirare. La Cina, non ha mai conosciuto qualcosa di neppure lontanamente somigliante a quella fata morgana, chiamata Libertà.Né sotto gli imperatori, né nella fase comunista tuttora in corso.Questo non significa avallare una dittatura: è semplicemente impensabile , sostenere regimi dittatoriali. Noi , in Europa , abbiamo avuto nel secolo scorso, Mussolini, Hitler,Stalin (se ci vogliamo aggiungere un altro) e il Generalissimo Franco in Spagna.Dov'era, la Libertà, in quel periodo oscuro? Semplicemente 'in catene'. E per parlare dell'attuale, mi è capitato di fare un'esperienza con un messenger che consente di parlare tramite microfono. Stavo parlando con un Italiano residente a New York City, la cosiddetta Grande Mela ( speriamo che non marcisca...)e notavo che parlava quasi con il timore di essere ascoltato da qualcuno. Infatti , come egli accennava al sistema di vita americano sia politico che sociale , subito veniva inserito una specie di rumore 'bianco' che impediva di dialogare. E lui mi confermo' che questo avveniva ogni volta che si trattavano argomenti non graditi all'apparato politico americano. Ne sono rimasto assai colpito ma, non del tutto meravigliato: la democrazia americana, è tale solo per coloro che sono grandi capitalisti, per la grande maggioranza , non lo è affatto. E ora , abbiamo , forse, un altro argomento sul quale discutere. E il Patriot Act, non è che una ' democratica' conferma di quanto ho scritto.
    • Anonimo scrive:
      Re: M non sara' ora di...
      - Scritto da: ilmusico
      Ma non sara' ora di smetterla di guardare i
      difetti ( se siano o non siano tali, è un aspetto
      soggettivo)altrui (Cina e mondo musulmano, per
      esempio...)?no.
    • Anonimo scrive:
      Re: M non sara' ora di...
      No, bisogna continuare a parlare sia dei nostri difetti che di quelli altrui, tacere significa rendersi complici di chi di quei difetti e vittima, sia da noi che altrove.
  • Anonimo scrive:
    Att ; REDAZIONE !
    cara redazione,io starei attento a scrivere "yahoo accusato di collaborazionismo col REGIME cinese".se per voi operare nel rispetto della legge e' collaborazionismo state usando un linguaggio DEGNO DELLE B.R. e a qualcuno questi toni potrebbero essere sgraditi.chiamare "regime" un paese sovrano dove centinaia di migliaia di aziende straniere operano in assoluta trasparenza e' altrettanto offensivo e dimostra ampiamente quale sia il livello della vostra professionalita'.come italiano in china sono estremamente SCHIFATO dal tono di questi articoli che quasi OGNI GIORNO vengono pubblicati su PI.e chissa perche' non avete mai il coraggio di scrivere le stesse cose sul governo italiano... c'e' gente che reati di OPINIONE in italia va in galera eccome... per 5 o anche per 10 anni, come e' successo al cinese in questione.i nomi li sapete meglio di me, e la cronaca e' piena di esempi "minori" (1-2 anni di galera) ma non per questo meno importanti.liberissimi di spalare letame sui paesi stranieri per scelta editoriale ma cercate almeno di farlo con eleganza.per par condicio, al prossimo articolo del genere che leggo vedro' di informare la stampa cinese sulle vostre "scelte editoriale" e fare del mio meglio perche' il vostro sito sia bannato in cina.almeno allora avrete una notizia vera su cui rompere i coglioni.Il Detrattore
    • Anonimo scrive:
      Re: Att ; REDAZIONE !
      concordo in pieno, saranno anni che su PI leggo solo notizie tipo questa sulla Cina.evidenziando sempre i soliti aspetti : censura , regime, dittatori sfruttatori ecc eccsi e` capito che la Cina non e` molto democratica e libera.ma che pretendete che cambino cosi all improvviso dopo millenni di cultura e storia in cui il potere e` sempre stato nelle mani di pochi, tra re imperatori, , mao deng e terza , quarta generazione comunisti.diamogli tempo , almeno per ora il potere, non era come in iraq o corea del nord dove il potere e` in mano ad un unico dittatore. e poi perche REGIME? negli USA il potere e` in mano ai capitalisti e la cina ai comunisti , si potrebbe dire che gli USA sono un regime capitalista?non ditemi perche la ce la democrazia e tutte le cavolate che volete, tanto nei ultimi 20 anni hanno governato sempre i soliti, bush padre figlio , clinton, magari alle prossime elezioni vince lady clinton. tanto i canditati se lo scelgono nei 2 partiti. a fare i burattini sono tutti bravi. almeno in cina non ti prendono per il culo...te lo dicono in faccia che oggi comanda HU e finche il PIL viaggia sui 10% annui ci restera a lungo.anche se il popolo cinese iniziasse a votare e scegliersi i propri rappresentanti al governo,per ora non cambierebbe molto; i poveri e bisognosi rimaranno tali secondo me... . anzi sarebbero solo 1 miliardo di schede elettorali buttate al cesso(spreco di carta e risorse umane per gestire il tutto (troll)) , magari dopo neanche 6 mesi si rivota perche non ha ottenuto la fiducia lool :p . serviranno almeno altri 20 anni sopratutto quando sara diffuso piu benessere e anche la maggioranza potra anche iniziare a pensare a chi li governa invece della ciotola di riso. magari invece di 1 paese 2 sistemi adotterano l unico stile hongkong e sperando che lo facciano pacificamente.a parte questo, PI posso sapere perche riportate quasi eclusivamente notizie denigratorie sulla cina? ps.anche se ho scritto "quasi esclusivamente" non ho ancora letto un articolo scritto in un tono di apprezzamento di qualcosa , saranno pure brutti bassi cattivi e sporchi questi dittatori cinesi ma possibile che non hanno mai fatto niente di buono per il loro popolo?ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Att ; REDAZIONE !
      - Scritto da:
      cara redazione,

      io starei attento a scrivere "yahoo accusato di
      collaborazionismo col REGIME
      cinese".

      se per voi operare nel rispetto della legge e'
      collaborazionismo state usando un linguaggio
      DEGNO DELLE B.R. e a qualcuno questi toni
      potrebbero essere
      sgraditi.

      chiamare "regime" un paese sovrano dove centinaia
      di migliaia di aziende straniere operano in
      assoluta trasparenza e' altrettanto offensivo e
      dimostra ampiamente quale sia il livello della
      vostra
      professionalita'.

      come italiano in china sono estremamente SCHIFATO
      dal tono di questi articoli che quasi OGNI GIORNO
      vengono pubblicati su
      PI.

      e chissa perche' non avete mai il coraggio di
      scrivere le stesse cose sul governo italiano...


      c'e' gente che reati di OPINIONE in italia va in
      galera eccome... per 5 o anche per 10 anni, come
      e' successo al cinese in
      questione.

      i nomi li sapete meglio di me, e la cronaca e'
      piena di esempi "minori" (1-2 anni di galera) ma
      non per questo meno
      importanti.

      liberissimi di spalare letame sui paesi stranieri
      per scelta editoriale ma cercate almeno di farlo
      con
      eleganza.

      per par condicio, al prossimo articolo del genere
      che leggo vedro' di informare la stampa cinese
      sulle vostre "scelte editoriale" e fare del mio
      meglio perche' il vostro sito sia bannato in
      cina.

      almeno allora avrete una notizia vera su cui
      rompere i
      coglioni.


      Il Detrattore"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana. Ma della prima non sono sicuro". Albert Einstein
    • Anonimo scrive:
      Re: Att ; REDAZIONE !
      - Scritto da:
      per par condicio, al prossimo articolo del genere
      che leggo vedro' di informare la stampa cinese
      sulle vostre "scelte editoriale" e fare del mio
      meglio perche' il vostro sito sia bannato in
      cina.Perfetto.Addio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Att ; REDAZIONE !
      - Scritto da: [...]
      per par condicio, al prossimo articolo del genere
      che leggo vedro' di informare la stampa cinese
      sulle vostre "scelte editoriale" e fare del mio
      meglio perche' il vostro sito sia bannato in
      cina.

      almeno allora avrete una notizia vera su cui
      rompere i
      coglioni.


      Il DetrattoreVuoi forse dire che presto non sarai più in grado di leggere PI e scriverci i tuoi deliranti msg di propaganda?GRAZIE!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Att ; REDAZIONE !
      Ma sei un genio!No, non scherzo, un autentico genio!Ti proporremo per il Nobel!La raccolta di firme è già iniziata e abbiamo ricevuto profondo apprezzamento non solo dalla Cina, ma anche dalla Corea del Nord.
    • Anonimo scrive:
      Re: Att ; REDAZIONE !

      per par condicio, al prossimo articolo del genere
      che leggo vedro' di informare la stampa cinese
      sulle vostre "scelte editoriale" e fare del mio
      meglio perche' il vostro sito sia bannato in
      cina.ci vuoi pure un riso cantonese e degli involtini primavera assieme al ban di PI?
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Att ; REDAZIONE !
      - Scritto da:
      Caro Schiavoni,Scusami mi lasci senza parole.Per fortuna basta leggere la tua imbarazzante risposta. "Le ricordo che il PRIMO dovere del partitocomunista cinese e' appunto la salvaguardia e tuteladel partito stesso e della nazione."Son contento di sapere che la Cina e' cosi' cambiata. Chissa', andro a viverci presto anche io, fondero' un partito, un giornale, e magari mi sposo con qualcuno del mio stesso sesso. A sentir Lei la Cina e' talmente piu' avanti dell'Italia, cosi' libera, gioconda e ricca, e pluralista, che mi chiedo come mai in Italia non abbiamo lo stesso tipo di Repubblica (Popolare! non regime, parolaccia ai ai)c'e' modo e modo per parlare di censure, certo.E' senza dubbio interessante il tono del tuo primo intervento, che da una perfetta idea del tuo modo di intendere il pluralismo, l'informazione e le opinioni altruiDalle intimidazioni alle minacce, alla richiesta di censura ed autocensura.Io ogni giorno mi sveglio sperando che ci siano mentalita' piu aperte della mia. Poi perdo giornate a discutere su chi pensa che Che Guevara era un pacifista, che la Cina sia un paese libero e governato veramente dal popolo, e che magari Gandhi era solo uno sponsor per la Apple.ma in fondo.. It's a wonderful worldma ti invito a riflettere, almeno, su cosa e' veramente il rispetto del prossimo, delle opinioni altrui, etc. Tu magari sei anche a favore della chiusura di siti inneggianti al nazismo. io no. Finche' loro posso dire la loro, io posso dire la mia. Ma scusami, vivi in cina, non c'e' censura. E' solo REGOLAMENTAZIONE.questa me la devo ricordare. Sob.LucaSps - mi auguro vivamente che Lei faccia del suo meglio per far bannare PI in Cina. Se questo e' il suo modo di pensare la Rete, l'informazione e la libera circolazione dei pensieri sicuramente anche PI e' un veleno insostenibile che e' meglio non vedere. La Censura, OPS la regolamentazione, d'altonde e' molto utile, si sa. Evita che la sana, giusta, e vera informazione si confonda con la propaganda disinformante. Ma mi son sempre chiesto, ma non Le chiedo di chiederselo, a che serve zittire qualcuno se hai veramente ragione, e la verita' in tasca?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 marzo 2007 21.37-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Att ; REDAZIONE !
        capisco perfettamente che per voi idealisti digerire la dura realta' non sia semplice ma ricordati che purtroppo alcuni popoli vanno governati col "bastone" altrimenti loro bastoneranno te.la liberta' non crescie sopra gli alberi, e con tutto il rispetto per i cinesi, se gli dai un mignolo qui si prendono il braccio.coi giapponesi e koreani ad esempio questo sarebbe impensabile.ma fidati, se qui usano maniere piu' "virili" hanno i loro OTTIMI motivi.pensare anche solo per un istante che i vostri metodi giacobinisiano la ricetta buona per tutti i gusti e' qualcosa su cui primao poi dovrai gettare la spugna assieme a tutto il circo filosoficoche ti sei autocostruito in testa, sia tu che quelli che citi considerano Guevara un innocuo pacifista.non ci crederai ma tutta questa regolamentazione forse serve piu' a proteggere il mondo dai cinesi che non viceversa...(argomento molto complex, dovresti vivere qui qualche anno per capire a cosa mi riferisco,ma chissa' .. chi cerca trova)il tuo relativismo non portera' a nulla di buono, prima o poi dovrai scontrarti con la verita' e quella e' una sola, elasticae discutibile ma sempre una e trina.non preoccuparti comunque, oggi bannano i siti nazisti domanichissa'... fossi in te mi rileggerei Adam Smith giusto percapire come mai prima vi danno la carota e poi il bastone.fidati, un giorno mi darai ragione, ma sara' troppo tardi.Saluti,Il Detrattore
        • Anonimo scrive:
          Re: Att ; REDAZIONE !
          mi chiedi a cosa serve zittire la propaganda occidentale ?perche vedi, purtroppo la gente raramente ha le capacita' analitiche per ragionare in modo pragmatico senza contare che per farlo bisogna anche avere basi di storia, geografia, economia e conoscere la situazione geo-politica.alla fine della fiera il popolino si fa incantare da urla piu' forte o da chi (lupo) riesce a spacciarsi per agnello, liberatore, e salvatore dei popoli oppressi.non c'e' da andare molto lontano.se in cina usassero i vostri metodi la gente eleggerebbe un berlusconi di turno e sarebbe ben contenta di farsi inchiappettare.vedi tu...d'altronde dare panem et circenses anziche' il bastone e' una tecnica collaudata da millenni.l'unica verita' e' la legge naturale, a quella non si scappa, quindi fidati che prima o poi il prosciutto ti caschera' dagli occhi e vedrai la luce.
    • Anonimo scrive:
      Re: Att ; REDAZIONE !
      Caro Luca, per prima cosa, scusami se mi rivolgo a te in prima persona: non e' permancanza di rispetto, ma un senso di affetto per una persona intelligente.Quello che mi piace di piu' inoltre, e' che non la pensi come me: e' dalconfronto che nascono le idee migliori e le cose nuove, per cui ti ringrazio di questo. Anch'io sono un italiano in Cina, da tanti anni, con moglie e figlio cinese (ovviamente il figlio solo per meta' :) ).Ogni volta che leggo articoli come questo riesco a capire quelli che rispondono al forum e a cui stai controbattendo: in effetti, la prima reazione e' quella di dire: "ma non e' vero! Ma come fanno a dire queste cose, non e' cosi'!".Non ne condivido i toni da guerriglia e l'estremismo che porta il fatto di doversi rinfacciare l'un l'altro i vari errori. Purtroppo quando si parla in questi forum, si tende a sposare una tesi e la si deve difendere a spada tratta fino all'estremo, qualunque essa sia. E questo vale sia da una parte sia dall'altra.Entrambe le fazioni hanno ragione cosi' come hanno torto.Per esempio: C'e' un "regime" in Cina mentre in Italia la democrazia e si vota? Beh, mi sembra che sia gia' stato evidenziato che ne' Prodi ne' Berlusconi piacciono agli italiani e, sebbene si possa votare, non possiamo cambiare le facce.In Italia (o America, e' lo stesso) c'e' la liberta' mentre in Cina sono in catene? Chiunque e' stato in Cina ti sapra' dire che non e' cosi'.Anzi, facciamo un gioco: io dico un quartiere di una citta' ed un orario: a quell'ora mi telefoni sul cellulare dal punto stabilito.Dopo di che ci invertiamo i ruoli. Scommetto che non farei fatica a trovare un posticino "tranquillo" che non entreresti nemmeno col lanciafiamme, e questo in tutte le grandi citta' dei Paesi "liberi". Molte persone sono morte in America solo perche' hanno sbagliato strada e sono entrati nel quartiere sbagliato. (per esempio, tanto per restare in ambito informatico, l'autore del DR-DOS e' morto cosi', ucciso a botte, no?).Ovviamente poi possiamo cambiarci i ruoli, e vedrai che effettivamente sono LIBERO di andare esattamente dove voglio a qualunque ora voglia e non mi succede nulla di nulla. In Cina c'e' la censura? Beh, a me piace ricordare il telefilm che ha prodotto il termine "SPAM": una coppia entra in un ristorante per mangiare tutto tranne la SPAM (la odiano) ed alla fine sono costretti ad ordinarla... non c'e' quindi la censura, ma vige la legge del piu' forte. Spesso la censura serve ad imbavagliare chi sbraita di piu'. Non c'hai mai pensato? E' chiaro che i nostri Paesi si scagliano contro la censura. In un batter d'occhio sapremmo bene come rendere "occidentale" (cioe' moderno, come affermava anche Terzani - che e' stato un grande, in tutti i sensi) tutti.Personalmente non ritengo che la legge del piu' forte sia progresso.Che dire? Hai perfettamente ragione quando parli di censura, diritti umani e tutto il resto. La Cina pero' e' uno stato con una popolazione (stimata) di un miliardo e mezzo di abitanti. Tutti poveri, ma tutti hanno da mangiare. Hanno un'economia che permette loro di far questo.Non e' una cosa da poco, visto che la nostra economia NON E' IN GRADO. In piu', visto il boom che sta vivendo la Cina, non c'e' solo da mangiare per tutti, ma tutti insieme stanno ottenendo tantissime altre cose: ristoranti pieni di gente fino a tardi, automobili (traffico insostenibile), computer, Internet, cellulari e tutto il resto.La democrazia "all'americana" l'hanno gia' provata: la gente era ridotta a mangiare la corteccia degli alberi e le imbottiture dei cuscini, e la corruzione dilagava (con questo non voglio dire che non ci sia ora, ma e' decisamente un'altra cosa).Posso trovare testimoni, se servono.I cinesi hanno la memoria lunga. Anzi, lunghissima. Il partito non solo e' accettato dalla maggior parte della gente: moltissimi sono iscritti ed entusiasti.Per lavoro sono anni che giro lungo tutta la Cina, dal Gansu allo Yunnan, dalla campagna alle grandi (grandissime citta').Vivo nel Liaoning, e le storie che sento dalla gente sono le stesse. Nei ristoranti, sui cruscotti delle macchine, nelle case trovi ancora la foto di Mao. Non sono costretti, la mettono perche' "lui ha fatto la Cina, la mia Patria", "Perche' porta fortuna", "Perche' protegge dagli incidenti", "Perche' ha dato da mangiare a tutti".A tutti questi obietto che ha fatto anche cose brutte, la Rivoluzione Culturale e tutto il resto. Ma questo, per loro, non cambia la situazione.Beh, ho scritto troppo, mi dispiace. Mi piacerebbe dirti ancora tante altre cose, ma non ho nemmeno la possibilita' di sapere se qualcuno le leggera'.Ultimo suggerimento: controlla un pochino le informazioni, come per esempio http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1303190 o quella di venerdi' sulla moneta virtuale, perche' il solo buon senso avrebbe evitato grossi errori.Con rispetto,un tuo lettore
      • Luca Schiavoni scrive:
        Re: Att ; REDAZIONE !
        - Scritto da:
        Caro Luca,
        Per esempio: C'e' un "regime" in Cina mentre in
        Italia la democrazia e si vota? Beh, mi sembra
        che sia gia' stato evidenziato che ne' Prodi ne'
        Berlusconi piacciono agli italiani e, sebbene si
        possa votare, non possiamo cambiare le
        facce.Ecco, fin qui ti leggevo con piacere ed attenzione, ma come si fa a reclamare di fronte a presunte disinformazioni con certi argomenti, scusami?Berlusconi e' stato votato, con una X sulla scheda, da 8 milioni di italiani.Dire che Berlusconi "non piace agli italiani" e' una falsita' storica provata dai fatti (8 milioni di voti diretti sul suo nome e cognome, in cabina elettorale)Stesso vale per Prodi, che e' stato votato insieme alla sua coalizione, con una legge elettorale orrenda (uno schifo, l'ha definita il suo creatore) ma e' stato votato. Da persone, cittadini, che sanno leggere e scrivere (bassa percentuale di analfabetizzazione, ormai)Questo non si può negare. E' un sistema pieno di buchi, di cose fatte male, di governicchi, ma ao.. ci sono strade, luce, acqua (quasi ovunque) etc etc. Ed io e te possiamo formare un partito, fare una raccolta di firme on line per far fare una legge e cambiare qualcosa, andare al parlamento europeo, ao. ao.Quindi Berlusconi, o Prodi, piace alla maggioranza degli italiani che l ha votato, e questa si chiama Democrazia, votazioni, Italia. Nel bene e nel male.A prescindere da come vanno ora le cose il valore intrinseco di questo e' innegabile, e forse ce ne dimentichiamo spesso.
        In Italia (o America, e' lo stesso) c'e' la
        liberta' mentre in Cina sono in catene? Assolutamente no, in Italia ad esempio non c'e' libertà di stampa, e di questo PI si occupa in prima linea da anni, soprattutto e non solo per quel che riguarda il WEB. Ma sinceramente non capisco perche', per sminuire i problemi di un paese, se ne tira in ballo un altro.Trave e pagliuzza? < Chiunque
        e' stato in Cina ti sapra' dire che non e'
        cosi'.Chiunque conosco che e' stato in Cina (per lavoro) mi ha gia' detto abbastanza, grazie ;)
        Tutti poveri, ma tutti hanno da mangiare. < Hanno un'economia che permette loro di far
        questo.
        Non e' una cosa da poco, visto che la nostra
        economia NON E' IN GRADO. Perdonami, ma mi sembra di sentire chi inneggia a Cuba dicendo che non votano perche' stanno bene cosi'. Non penso siano d'accordo i giornalisti dissidenti, e gli omosessuali nelle carceri. Ma d'altronde ci si sente liberi finche' non viene intaccata la propria liberta'. E poi, ao, c'e' pane per tutti, anche se sono tutti poveri.D'altronde se ci fosse gente che muore di fame lo sapresti dalla stampa libera, sicuramente.
        A tutti questi obietto che ha fatto anche cose
        brutte, la Rivoluzione Culturale e tutto il
        resto. Definire "cose brutte" decine di milioni di morti e' sinceramente imbarazzante, scusami. Ma anche qui entra in gioco l'informazione, non sono così sicuro che tutti sappiano bene come funzioni il "sistema" in Cina, ne' che siano cosi' consapevoli delle alternative possibili.Ci sara' pure un motivo per cui continuamente migliaia (taaanti) cinesi emigrano. Vivo vicino a Prato, che e' ormai una colonia cinese con tanto di candidato giovane e rampante in politica con l UDC, nato in italia ma cinese di origine. Saranno pazzi, visto che lasciano il paese del bengodi per venire nella illiberale, e povera, e pericolosa italia governata da cattivoni che non piacciono agli italiani ? :DQui in europa ci fanno due maroni con l Olocausto da cinquant'anni, e del Tibet o di quel che succedeva e succede in Cina non gliene frega quasi niente a nessuno. Come se fosse un altro pianeta, e non la Terra. Scusami , ma ho le mie fonti, ed i miei amici, ed i miei racconti (come tutti). E diffido di chiunque operi censure, e nasconda le notizie.In italia, come in cina, come in Iran, come ovunque si tema la libera circolazione del pensiero.E non posso ritenere libero un paese nel quale non posso essere altrettanto libero di chiunque altro, a prescindere dalla religione, dai gusti sessuali, dall identita' politica, e dal suo modo di vivere.Preferisco essere accoltellato nel Bronx o nei vicoli di Trastevere, morire di malattie a Rebibbia piuttosto che finire in un carcere cinese per quel che sono, che penso, e che voglio dire.Punti di vista ;)LucaS-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 marzo 2007 16.16-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    articolo da cassonetto : ecco perche'
    chi investe in un paese straniero si deve adeguare alle leggi.Yahoo poi non ha questa grande importanza in China visto che il leader e' Baidu.com ...I logs dei server la polizia li ottiene IN PRIMIS proprio nella "democratica" italietta.. devo ricordare ad esempio il caso di Indymedia e di Aruba.it ? senza citare i mille altri precedenti e le nuove leggine approvate ad hoc ?che la moglie vada addirittura in america e' solo per motivi di soldi, spera in una causa milionaria.se il marito ha compiuto reati e' giusto che paghi visto che lo hanno condannato.questo e' l'ennesimo articolo scritto dalla propaganda anti-cinese.ahhh e non pensate che io parli al vento, ho scritto piu' di una volta alla redazione di PI ma mi hanno risposto con strafottenza e arroganza italiota, giusto perche' a loro interessa la professionalita'.Il Detrattore
    • Anonimo scrive:
      Re: articolo da cassonetto : ecco perche'
      quanto ai dissidenti si tratta in primis di persone pagate da stranieri per inventare notizie scomode, non certo di informazione alternativa, e quindi giustamente punite dal governo che ha il dovere di salvaguardare la sua immagine nel mondo sempre piu' insozzata da traditori e infami che si svendono per un piatto di lenticchie.e in italia poi ?mi risulta il "caso Toaff" sia lampante ... o le farsesche puntate di Matrix, o gli show di Giuliano Ferrara... quella si' informazione DOC...questo e' l'ultimo articolo a cui rispondo, PI si merita i lettori che ha.per il resto, consiglio di fare un giro in china di persona e levarsi il prosciutto dagli occhi.quanto alla redazione, si commenta da sola. lasciamoli bollire nel loro brodo italiota.
      • Anonimo scrive:
        Re: articolo da cassonetto : ecco perche'

        quanto ai dissidenti si tratta in primis di
        persone pagate da stranieri per inventare notizieProvalo.
        e in italia poi ?E in Italia cosa? Non c'e' posto perfetto, pero' e' facile essee meglio del governo cinese. Basta poco infatti a comportarsi meglio di una banda di tiranni.
        questo e' l'ultimo articolo a cui rispondo, PI si
        merita i lettori che
        ha.Speriamo.
        per il resto, consiglio di fare un giro in china
        di persona e levarsi il prosciutto dagli
        occhi.Gia' fatto, ragazzo mio, per cui leva le tende, tu e la tua boria.
        • Anonimo scrive:
          Re: articolo da cassonetto : ecco perche
          - Scritto da:
          siete una colonia americana e venite a noi
          a dire che siamo un regime... ma vedi te
          da che pulpito .. paese di mafiosi e ladri
          matricolati... il bue che da' del cornuto
          all'asino tsk !meglio essere mafiosi, ladri, colonia, servi, ... che avere la pena di morte per motivi futili e 10 anni di galera per un blog.Se non te ne rendi conto, problemi tuoi.
        • Anonimo scrive:
          Re: articolo da cassonetto : ecco perche

          siete una colonia americana e venite a noi
          a dire che siamo un regime... ma vedi te
          da che pulpito .. paese di mafiosi e ladri
          matricolati... il bue che da' del cornuto
          all'asino tsk !ma sei un italiano in cina davvero?e come mai non leggi i giornali cinesi? cioe'.. se proprio ti fa cosi orrore l'italia, e noi poveri coloni americani, che ci fai ancora qui a rompere i maroni virtuali?!?! :D stattene li, vai a votare, goditi la tua omosessualita', diventa un prete, apri il tuo blog di critica al tranquillissmo governo cinese eletto dal popolo, fai tutto quello che consente il grande paese libero Cinese.trovi il tempo di venire su questi forum? allora non lavoriallora non sei in cina.:DO.
        • Anonimo scrive:
          Re: articolo da cassonetto : ecco perche
          I casi sono tre:o delirio vivi con la testa infilata sotto la sabbiao sei un servo informatore della polizia cinesenel terzo caso torna pure a denunciare i sovversivi e farli spedire nei laogai, noi non ti tratteniamo oltre.
          • Anonimo scrive:
            Re: articolo da cassonetto : ecco perche
            - Scritto da:
            I casi sono tre:

            o deliri
            o vivi con la testa infilata sotto la sabbia
            o sei un servo informatore della polizia cinese

            nel terzo caso torna pure a denunciare i
            sovversivi e farli spedire nei laogai, noi non ti
            tratteniamo
            oltre.Sono zerbini a libro paga del regime cinese, sono pagati per negare l'evidenza. Almeno, spero che siano pagati, perché se lo fanno gratis, allora sono solo dei poveri illusi. Ma arriverà il giorno che se ne pentiranno. Amaramente, molto amaramente.
          • Anonimo scrive:
            Re: articolo da cassonetto : ecco perche
            eh gia'.molto meglio dare credito ai cowboys che indicano armi di distruzione di massa inesistenti e che attaccano senza preavviso nazioni sovrane per fottere il petrolio.chissa' che un giorno decidano che tocchi a voi.tanto le nuove leggi "anti-terrorismo" in UK entro 1 anno ve le pippate anche in italia, volenti o nolenti.prima vi proibiscono di fumare sigarette al bar, poi vi triplicheranno il prezzo degli alcolici, poi proibiranno i grassi e gli zuccheri, infine privatizzeranno la sanita', e quando uscita per comprare il pane sotto casa una bella telecamera filma tutto 24 ore su 24... telefoni e internet tutto loggato dalla questura... ridete pure ignoranti mo' saranno cazzi vostri.la cina in confronto sara' il paese di bengodi.
          • Anonimo scrive:
            Re: articolo da cassonetto : ecco perche
            - Scritto da:
            eh gia'.

            molto meglio dare credito ai cowboys che indicano
            armi di distruzione di massa inesistenti e che
            attaccano senza preavviso nazioni sovrane per
            fottere il
            petrolio.

            chissa' che un giorno decidano che tocchi a voi.

            tanto le nuove leggi "anti-terrorismo" in UK
            entro 1 anno ve le pippate anche in italia,
            volenti o
            nolenti.

            prima vi proibiscono di fumare sigarette al bar,
            poi vi triplicheranno il prezzo degli alcolici,
            poi proibiranno i grassi e gli zuccheri, infine
            privatizzeranno la sanita', e quando uscita per
            comprare il pane sotto casa una bella telecamera
            filma tutto 24 ore su 24... telefoni e internet
            tutto loggato dalla questura...


            ridete pure ignoranti mo' saranno cazzi vostri.
            la cina in confronto sara' il paese di bengodi.

            Non menare il can per l'aia, i tuoi argomenti sono fallaci, i difetti di un paese non negano quelli di un altro.
          • Anonimo scrive:
            Re: articolo da cassonetto : ecco perche
            - Scritto da:
            Non menare il can per l'aia, i tuoi argomenti
            sono fallaci, i difetti di un paese non negano
            quelli di un
            altro.rincariamo pure, visto Mr. Detrattore parla di cose immaginarie:" i presunti, futuri difetti di un paese non negano quelli attuali di un altro. "
          • Anonimo scrive:
            Re: articolo da cassonetto : ecco perche
            - Scritto da: [...]
            ridete pure ignoranti mo' saranno cazzi vostri.
            la cina in confronto sara' il paese di bengodi.
            Se la Cina è tanto un paese di Bengodi, esigi che ti paghino lo stipendio medio dell'operaio cinese, cosa stai ancora a marcire con i miseri guadagni occidentali?
          • Anonimo scrive:
            Re: articolo da cassonetto : ecco perche
            i difetti altrui contano eccome perche' voi usate come metro la "libera" italia senza accorgere che ogni 6 mesi escono nuove leggi liberticide e nessuno dice un cazzo, tanto l'importante da voi sono le veline e i calciatori e soprattutto il teatrino politico chissefrega delle leggi mancino o mastella o del mandato di cattura europeo ehh ?se uno parla di patria ormai gli danno del fascista.se uno parla di italiani gli danno del razzista.se uno parla di diritto di fumarsi una sigaretta al bar gli danno del drogato.io qui fumo anche in taxi, vedete voi..e ai bambini insegnano l'inno nazionale gia' all'asilo.nelle scuole tutte le mattine c'e' l'alzabandiera e tutti sull'attenti.e questo anche in giappone, korea e molti altri paesi rispettabili.continuate pure a insultare la cina voi con la vostra civilta' decadente e marcia tanto ormai c'e' ben poco da salvare, chi aveva una azienda ha gia' trasferito tutto in romania, chi aveva soldi li ha messi in svizzera, chi come voi non ha un cazzo gli rimane solo da emigrare o prenderlo per l'ennesima volta in culo.questa e' la vostra bella democrazia.divertitevi e non lamentatevi.addio.Il Detrattore
          • Anonimo scrive:
            Re: articolo da cassonetto : ecco perche
            - Scritto da:
            i difetti altrui contano eccome Infatti noi guardiamo i vostri.
            perche' voi usate
            come metro la "libera" italia senza accorgere che
            ogni 6 mesi escono nuove leggi liberticide e
            nessuno dice un cazzocazzata colossale.Tutti si lamentano di ogni legge liberticida.
            tanto l'importante da voi
            sono le veline e i calciatori ti mancano mafia, spaghetti e manodlino e hai fatto cinquina di luoghi comuni.
            se uno parla di patria ormai gli danno del
            fascista.dove? chi? Esempi, grazie!
            se uno parla di italiani gli danno del razzista.dove? chi? Esempi, grazie!
            se uno parla di diritto di fumarsi una sigaretta
            al bar gli danno del
            drogato.dove? chi? Esempi, grazie!Viste le idiozie che stai scrivendo, dubito che fosse solo una sigaretta.
            io qui fumo anche in taxi, vedete voi..bravo. Sei libero.Libero di procurare il cancro a un poveretto che è costretto a farselo venire per sopravvivere.
            e ai bambini insegnano l'inno nazionale gia'
            all'asilo.Hai vinto un sacchetto pieno di merda.
            nelle scuole tutte le mattine c'e' l'alzabandiera
            e tutti
            sull'attenti.che scenetta romantica!
            e questo anche in giappone, korea e molti altri
            paesi
            rispettabili.quindi?
            continuate pure a insultare la cina voi con la
            vostra civilta' decadente e marcia tanto ormai
            c'e' ben poco da salvare, chi aveva una azienda
            ha gia' trasferito tutto in romania, chi aveva
            soldi li ha messi in svizzera, chi come voi non
            ha un cazzo gli rimane solo da emigrare o
            prenderlo per l'ennesima volta in
            culo.a detratto', ma vattelo a pijare tu... va...
            questa e' la vostra bella democrazia.
            divertitevi e non lamentatevi.io mi diverto, e non mi lamento.l'unico che si lamenta sei tu.
            addio.Hai già chiesto la censura di PI ai tuoi padroni?
    • Anonimo scrive:
      Re: articolo da cassonetto : ecco perche'
      - Scritto da:
      chi investe in un paese straniero si deve
      adeguare alle
      leggi.Lo sappiamo. Ma stai sviando il discorso, la notizia e' che una donna denuncia una ditta straniera per la condanna del marito.
      Yahoo poi non ha questa grande importanza in
      China visto che il leader e' Baidu.com
      ...Chi se ne frega della fetta di mercato di Yahoo, di baidu lo sappiamo anche noi, che ti credi. La notizia e' che una donna denuncia una ditta straniera per la condanna del marito.
      I logs dei server la polizia li ottiene IN PRIMIS
      proprio nella "democratica" italietta...E quindi? Yahoo e il governo cinese sono buoni?
      ricordare ad esempio il caso di Indymedia e di
      Aruba.it ? senza citare i mille altri precedenti
      e le nuove leggine approvate ad hoc
      ?Appunto, sono schifezze, qui come i Cina.
      che la moglie vada addirittura in america e' solo
      per motivi di soldi, spera in una causa
      milionaria.Tue illazioni, prendiamole per quello che sono, veleno puro.
      se il marito ha compiuto reati e' giusto che paghi visto che lo hanno
      condannato.Chissa', 10 per reato d'opinione, mi fanno un po' ribrezzo, ma se per te va bene, ok.Comunque la notizia e' che una donna denuncia una ditta straniera per la condanna del marito, non che sia giusta o meno la condanna.Stai ancora sviando il discorso.
      questo e' l'ennesimo articolo scritto dalla
      propaganda anti-cinese.Questo e' l'ennesimo commento del detrattore... che ci stai a fare qui, sei il solito masochista.Ecco cosa ci riesce a dire il masodetrattore in poche frasi:1-critica alla donna che non e' mossa da vero sdegno ma cerca soldi.2-sottointende che la condanna e' giusta (l'hanno condannato...)3-ci segnala con fare da antico latino che le leggi vanno rispettate, ma:4-sapendo che sono leggi e modi di usarle biasimevolissime, anticipa la critica e ci segnali come questo accada anche in Italia, perche' si sa che nel suo magico mondo due torti fanno una ragione.Un momento, frena qui: ci hai detto all'inizio che ci si deve adeguare alle leggi.Allora che ci dici a fare il caso di Indymedia, e' un caso di adeguamento alle legg. Vuoi sviare l'attenzione dalla critica alla Cina? Vuoi dire "tanto lo fanno tutti"?Con queste argomentazioni colpisci i bersagli attorno, cercando di salvare quello che difendi, il governo cinese ovviamente, a cui non va NESSUNA critica. Critichi ed affoghi gli altri, cosi' la tua manica di oligarchi preferita resta a galla: sono persone oneste che fanno rispettare leggi oneste...Ma chi ha fatto simili leggi di m****? Chi le applica in modo autoritario? Chi ha spedito il marito in galera? Sai che ha preso piu' anni di galera di un rapinatore o di uno stupratore?Non ti dico di vergognarti, perche' non ti meriti nemmeno di essere riconsiderato come un essere accettabile.
      ahhh e non pensate che io parli al ventoNo certo, parli al megafono della propaganda di Pechino.Ma trovati un'altra rivista da leggere, se questa ti fa tanto schifo.
  • Anonimo scrive:
    COMUNISMO == LINUX
    e' innagabile
    • Anonimo scrive:
      Re: COMUNISMO == LINUX
      - Scritto da:
      e' innagabileNo, la trollata giusta è "YAHOO AL TAPPETO"
      • Anonimo scrive:
        Re: COMUNISMO == LINUX
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        e' innagabile

        No, la trollata giusta è

        "YAHOO AL TAPPETO"inoltre il corpo del messaggio deve essere "come da titolo" altrimenti che trollata è?
    • Anonimo scrive:
      Re: COMUNISMO == LINUX
      - Scritto da:
      e' innagabileSi sono comunista e uso ubuntu. E allora?
      • Anonimo scrive:
        Re: COMUNISMO == LINUX
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        e' innagabile

        Si sono comunista e uso ubuntu. E allora?Manica di depravati!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: COMUNISMO == LINUX
      cavolo.. sono di destra e uso ubuntu anch'io.Ora che mi hai avvertito formatto subito.E me ne scuso.
      • Anonimo scrive:
        Re: COMUNISMO == LINUX
        - Scritto da:
        cavolo.. sono di destra e uso ubuntu anch'io.
        Ora che mi hai avvertito formatto subito.
        E me ne scuso.Torna all'ordine,subito! Di GPL si muore non lo sapevi?
        • Anonimo scrive:
          Re: COMUNISMO == LINUX
          Mi stai dicendo che la mia non è solo influenza ? (ghost)
          • Anonimo scrive:
            Re: COMUNISMO == LINUX
            - Scritto da:
            Mi stai dicendo che la mia non è solo influenza ?
            (ghost)esatto @^
          • Anonimo scrive:
            Re: COMUNISMO == LINUX
            - Scritto da:
            Mi stai dicendo che la mia non è solo influenza ?
            (ghost)Eh si, ti sei preso la cinese.Se ti puo' consolare, sono anch'io a letto con la cinese. Solo che l'ho sposata :)
Chiudi i commenti