Licenziato per dipendenza da sesso virtuale

James Pacenza non ha digerito il licenziamento di IBM: vuole 5 milioni di dollari di risarcimento e dimostrare che la sua patologia è paragonabile ai disturbi psicologici... moralmente accettati

Roma – James Pacenza è un ex dipendente di IBM che sta portando avanti la sua personale battaglia legale per dimostrare che la dipendenza da sesso è una vera e propria malattia. Lui, nel 2003 è stato licenziato perché pescato a chattare sul canale per adulti di ChatAvenue . In verità un collega aveva fatto la spia mentre era lontano dalla sua postazione; il risultato comunque è che, a un solo anno dalla pensione, l’allora cinquantacinquenne Pacenza si è ritrovato alla porta.

L’ex veterano del Vietnam ha sempre convissuto con la cosiddetta “nevrosi da guerra” ( Disturbo post traumatico da stress ). A suo dire, questo l’ha portato a cadere nella trappola della dipendenza da sesso e da web. Secondo Pacenza, IBM avrebbe dovuto permettergli di seguire un trattamento invece che procedere con un immediato licenziamento.

“È anche discriminatorio (se non manifestamente ingiusto) che il querelante non sia stato trattato con compassione da IBM, quando persone con altri tipi di inabilità psicologiche più gravi – alcolismo, tossicodipendenza o problemi di comportamento – ricevono normalmente pieno supporto”, si legge sulla denuncia depositata in tribunale dall’avvocato di Pacenza.

Insomma, sebbene IBM disponga di una policy corporate che vieti assolutamente l’accesso ai siti per adulti durante il lavoro, Pacenza vuole essere risarcito di ben 5 milioni di dollari. La sua opinione è che l’azienda l’abbia giocata sporca: avrebbe sbirciato nella sua cartella medica in violazione dell’Americans With Disabilities Act e, di fatto, attuato un vero atto di discriminazione sia nei confronti della sua età che delle sue patologie.

IBM ha fatto richiesta di “processo abbreviato” ( Summary judgment ) sostenendo che Pacenza non solo ha violato una norma della policy interna ben conosciuta, ma che ha anche eluso un precedente avvertimento (warning) – cosa che l’ex impiegato nega.

Il caso di “dipendenza da sesso” di Pacenza, secondo gli esperti, è emblematico. Già nel 2000 la National Council on Sexual Addiction and Compulsivity ( NCSAC ) aveva rilevato una crescita esponenziale nell’uso dei siti a contenuto adulto da parte degli utenti internet. Un’attività che l’ultimo studio pubblicato su Perspectives in Psychiatric Care riguarderebbe tra il 5% e il 10% degli utenti.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    licenza legata alla persona...
    secondo me la licenza dei programmi,nei casi di utilizzo casalingo,deve essere legata alla persona e non alla macchina.io in casa ho 4 pc,tutti con linux sopra meno in portatile che haanche windows,se volessi comprare vista per tutte le macchinedovrei accendere un mutuo,mentre se fosse nominativa,non e'il mio caso,ma ci si potrebbe fare un pensiero e sopratutto nonci si indirizzerebbe alla copia pirata.
    • Anonimo scrive:
      Re: licenza legata alla persona...
      - Scritto da:
      secondo me la licenza dei programmi,nei casi di
      utilizzo
      casalingo,
      deve essere legata alla persona e non alla
      macchina.
      io in casa ho 4 pc,tutti con linux sopra meno in
      portatile che
      ha
      anche windows,se volessi comprare vista per tutte
      le
      macchine
      dovrei accendere un mutuo,mentre se fosse
      nominativa,non
      e'
      il mio caso,ma ci si potrebbe fare un pensiero e
      sopratutto
      non
      ci si indirizzerebbe alla copia pirata.si ma quei 4 pc li usi solo esclusivamente tu?in caso diverso con il tuo ragionamento dovresti prendere licenza per ogni persona che li utilizza (volendo mettere vista su tutti)
      • Anonimo scrive:
        Re: licenza legata alla persona...
        -
        si ma quei 4 pc li usi solo esclusivamente tu?

        in caso diverso con il tuo ragionamento dovresti
        prendere licenza per ogni persona che li utilizza
        (volendo mettere vista su
        tutti)
        giusta osservazione,la faccio piu' seria,vogliamo metterladal punto di vista,scusate il gioco di parole,di un genitore?madre,padre e due figli.nella migliore delle ipotesi ci sono2 pc,ammettiamo anche che siano stati acquistati a suo tempo con xp sopra.volendo essere rigorosi,un aggiornamentodi queste due macchine costerebbe circa 3/400 giusto??per,in questo caso ms,cosa conviene,una licenza per il capofamigliao due aggiornamenti pirata?ovviamente sto'estremizzando,nessuno impone al genitore di dover aggiornare il so,ma lamia osservazione era per far notare che oltre alla politicadei prezzi,si potevano adottare anche altre soluzioni per faremergere dalla pirateria,situazioni in cui,con un po' di buon senso,le persone avrebbero comprato volentieri il so.
  • Msdead scrive:
    Contro ai contraffatori!?!Ma...
    ...non lo stanno già facendo?Forse mi sono perso qualche capitolo di storia in questi 18 anni di informatica...Inoltre quelli che ti rifilano dei crack o keygen spesso e volentieri ti regalano trojan e virus!La battaglia ai contraffatori c'è da sempre ma i pirati non sono stupidi e sanno nascondersi.In ogni caso qualunque computer venga venduto, qual'è il sistema operativo che c'è?Windows!Microsoft è Microsoft certo ma allora anche Red Hat è Red Hat o Mac OS è Mac OS!Caso strano il software più piratato è quello inerente a Windows, chissà come mai...forse perchè esiste solo Windows praticamente?Il discorso di fondo è sempre e solo uno: le softwarehouse devono venire incontro alle possibilità dei consumatori, poi ovvio c'è chi a cui piace Windows e chi Linux o Mac, il fatto è che qui nessuno può scegliere perchè, diciamolo, sei obbligato per certi versi ad avere Windows, che tu lo voglia o meno.Il fatto è che le softwarehouse fanno quello che vogliono loro e basta, come le major, e dei consumatori se ne strafregano perchè loro comandano e tu devi obbedire e basta.Una dimostrazione?DRM, protezioni e limitazioni, cd originali con (spiacevole)regalo a sorpresa.Noi per ribellarci scarichiamo e compriamo lo stretto necessario.E', e sarà sempre, questo il problema di fondo ma tanto possiamo anche cantare in coro che non serve.Possiamo sperare che si sveglino tutti (quando succede avvisatemi).ps: la Warner vuole acquistare EMI e reimporre il DRM.
    • Anonimo scrive:
      Re: Contro ai contraffatori!?!Ma...

      il fatto è
      che qui nessuno può scegliere perchè, diciamolo,
      sei obbligato per certi versi ad avere Windows,
      che tu lo voglia o meno.Forse in certi casi, ma non nella norma. Io ho solo Linux, a casa e sul lavoro, da anni!D'altra parte in altri casi è quasi obbligatorio avere MacOS X o Linux, quindi?Se la gente avesse meno paura di cambiare o semplicemente sapesse che è possibile...
      • Anonimo scrive:
        Re: Contro ai contraffatori!?!Ma...
        - Scritto da:

        il fatto è

        che qui nessuno può scegliere perchè,

        diciamolo, sei obbligato per certi versi

        ad avere Windows, che tu lo voglia o meno.
        Forse in certi casi, ma non nella norma. Io ho
        solo Linux, a casa e sul lavoro, da anni!Certo anche io, ma quando ho comprato l'ultimo pc ho dovuto farmi dare l'hd a parte per non pagare la tassa windows.
        D'altra parte in altri casi è quasi
        obbligatorio avere MacOS X o Linux, quindi?Peccato che siano lo 0.00001% dei casi, anche perche' quasi tutto il software libero gira anche su windows.
        Se la gente avesse meno paura di cambiare o
        semplicemente sapesse che è possibile...Ecco la frase che raccoglie tutto il problema : se sapesse che e' possibile.
  • Anonimo scrive:
    bravo!
    e diglielo.. e sti pirla della ms poi dicono che vista sta vendendo il 60% in meno di XP e costa il 60% in piu pure...facessero due conti.era gia spropositato il prezzo di xp poi, secondo me. la licenza oem sarebbe infine da vietare, esiste solo per costringere la gente a comprare un pc nuovo..
    • Anonimo scrive:
      Re: bravo!

      e diglielo.. e sti pirla della ms poi dicono che
      vista sta vendendo il 60% in meno di XP e costa
      il 60% in piu pure...facessero due conti.
      era gia spropositato il prezzo di xp poi, secondo
      me. la licenza oem sarebbe infine da vietare,
      esiste solo per costringere la gente a comprare
      un pc nuovo..Qualcuno ti obbliga a comprarli? La scelta c'è.
  • Anonimo scrive:
    Che vuol dire partner di Microsoft?
    In Russia non ci sono PC assemblati? Che cazzata è questa? Nella mia struttura ci sono sia assemblati che pc "di marca" con vari SO. E gli HP Compaq sono venduti anche con SO open simil-dos, rimpiazzabile da Gnu/Linux volendo.Mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che vuol dire partner di Microsoft?
      - Scritto da:
      In Russia non ci sono PC assemblati? Che cazzata
      è questa? Nella mia struttura ci sono sia
      assemblati che pc "di marca" con vari SO. E gli
      HP Compaq sono venduti anche con SO open
      simil-dos, rimpiazzabile da Gnu/Linux
      volendo.
      Mah...Vuol dire che è colpa di MS, pure se non hanno il riscaldamento. Nessuno però si va a leggere i listini degli altri software commerciali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che vuol dire partner di Microsoft?
      Entra in un centro commerciale se ti riesce e conta quanto pc hanno preinstallato windoze e quanti un altro osnon parliamo dei notebook li il windoze preinstallato è obbligatorio
      • Anonimo scrive:
        Re: Che vuol dire partner di Microsoft?
        E' una cavolata. Per scuole, industrie ed enti pubblici non si va in un centro commerciale. Si va per gara pubblica o si sceglie da un grosso assemblatore o multinazionale. Anche se troppo poche, alcune multinazionali rinomate offrono PC senza SO proprietario.Questi ciurlano nel manico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che vuol dire partner di Microsoft?
          - Scritto da:
          E' una cavolata. Per scuole, industrie ed enti
          pubblici non si va in un centro commerciale. Si
          va per gara pubblica o si sceglie da un grosso
          assemblatore o multinazionale. Anche se troppo
          poche, alcune multinazionali rinomate offrono PC
          senza SO
          proprietario. si ma CHI???? perchè non dite mai CHI fa le cose per bene?ok pararsi il culo e non sputtanare i cattivi, ma almeno dare il MERITO AI BUONI si, dai... per favore... altrimenti ci serviamo tutti a poco vicendevolmente, dai...
          • Anonimo scrive:
            Re: Che vuol dire partner di Microsoft?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            E' una cavolata. Per scuole, industrie ed enti

            pubblici non si va in un centro commerciale. Si

            va per gara pubblica o si sceglie da un grosso

            assemblatore o multinazionale. Anche se troppo

            poche, alcune multinazionali rinomate offrono PC

            senza SO

            proprietario.

            si ma CHI????

            perchè non dite mai CHI fa le cose per bene?

            ok pararsi il culo e non sputtanare i cattivi, ma
            almeno dare il MERITO AI BUONI si, dai... per
            favore... altrimenti ci serviamo tutti a poco
            vicendevolmente,
            dai...Ve lo dico io, non lo fa nessuno!!!Nemmeno IBM.Ma la verità è un'altra: è dal 2000 che lo zio bill in quell'azienda non conta più uno stracazzo di niente: è tutto in mano a 4 mafiosi ebrei (di cui Ballmer è il capocomico), in combutta con questa amministrazione cialtrona e corrotta.Gratta via M$ e salta fuori NSA.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che vuol dire partner di Microsoft?
      - Scritto da:
      In Russia non ci sono PC assemblati? Che cazzata
      è questa? Nella mia struttura ci sono sia
      assemblati che pc "di marca" con vari SO. E gli
      HP Compaq sono venduti anche con SO open
      simil-dos, rimpiazzabile da Gnu/Linux
      volendo.
      Mah...i portatili?
  • marcel scrive:
    Viva Milovantsev!
    Propongo a "mortadella" di nominare Ministro per l'innovazione scientifica Milovantsev.Lui ha capito l'essenza del problema pirateria e potrà contrastare sia BSA sia zio Bill...Altro che pannicelli caldi: bisogna dire pane al pane e vio al vino!Per acquistare il software originale Vista più Office 2003 DEVO SPENDERE 1000 EURO circa, cioè quanto costa un PC: è incredibile ma vero.Ma nessuno dei nostri politici se ne frega. Pensano a manifestare contro gli USA per la base di Vicenza (che dà pane a tanti nostri connazionali) ma non si preoccupano di manifestare contro chi ci succhia il sangue o mette in campo tutte le sue forze per farlo (per fortuna che fra di noi si sono "tipi svegli" a cui va il ringraizamento di tutti [zio Bill compreso] per la diffusione ed utilizzazione del software aggiornato.DOBBIAMO AVERE IL CORAGGIO D'INSORGERE E DI DIRE LA VERITA' NELLA SPERANZA CHE IL BUON SENSO PREVALGA.
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva Milovantsev!

      Per acquistare il software originale Vista più
      Office 2003 DEVO SPENDERE 1000 EURO circa, cioè
      quanto costa un PC: è incredibile ma
      vero.Chi ti obbliga a comprare Vista?
      Pensano a manifestare contro gli USA per la base
      di Vicenza (che dà pane a tanti nostri
      connazionali)Non andare fuori tema, con un'argomentazione peraltro assurda! Come se solo i soldi fossero la cosa importante in una questione simile, che ha ben altri risvolti!
      • marcel scrive:
        Re: Viva Milovantsev!
        Nessuno mi obbliga ad acquistare Vista, è vero. Ma prova ad acquistare un PC senza Vista preinstallato. Se trovi qualcuno che te lo dà vuol dire che te lo fa pagare ma te lo disinstalla (salvo che non si tratti di un server...).Se dico una stupidaggine usami la cortesia di segnalarmi il rivenditore che vende hardware senza Vista preinstallato. In questo caso se abiti o se passi dalla Puglia scrivimi all'indirizzo privato marcello.favale@alice.it e sarò felice di offrirti una pizza.Non lo troverai, MAI.Il senso della notizia a cui facevo riferimento è proprio questa constatazione di una situazione di mercato praticamente monopolista.Questo cerchio si romperà quando, per esempio, IBM venderà hardware con preinstallato Linux.La battuta sulla base di Vicenza era fuori luogo, rileggendo quello che avevo scritto: ti chiedo scusa.
  • Anonimo scrive:
    Russian Schools to Switch to Linux
    http://www.mosnews.com/news/2007/02/07/linuxschool.shtml
  • Anonimo scrive:
    Basta col windowz pre-installato
    Basta col winzozz pre-installato !L'Antitrust imponga ai colossi dell'hardware di vendere i nuovi PC senza OS preinstallato oppure, per venire incontro a chi desidera un PC già pronto al primo avvio, con la doppia opzione Windowz o Linuz.Dopo voglio vedere quanto davvero si diffonde windowz in certi contesti ... se davvero il 90% degli utenti usa per scelta consapevole IE o semplicemente non sa che esistono Opera, Firefox ecc ...
    • Angelone scrive:
      Re: Basta col windowz pre-installato
      Dovrebbero inserire di base un sistema operativo gratuito e pagando il giusto un bel cd che installa automaticamente il sistema operativo MS SOLO SE desiderato.I computers costerebbero di meno e chi non ha voglia di roba microsoft non è obbligata a comprarla!
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta col windowz pre-installato

      Basta col winzozz pre-installato !
      L'Antitrust imponga ai colossi dell'hardware di
      vendere i nuovi PC senza OS preinstallato oppure,
      per venire incontro a chi desidera un PC già
      pronto al primo avvio, con la doppia opzione
      Windowz o Linuz.Questa sarebbe una cosa sacrosanta. La gente verrebbe informata dell'esistenza di un'alternativa e verrebbe messa di fronte ai veri costi nascosti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta col windowz pre-installato
        - Scritto da:

        Basta col winzozz pre-installato !

        L'Antitrust imponga ai colossi dell'hardware di

        vendere i nuovi PC senza OS preinstallato
        oppure,

        per venire incontro a chi desidera un PC già

        pronto al primo avvio, con la doppia opzione

        Windowz o Linuz.

        Questa sarebbe una cosa sacrosanta. La gente
        verrebbe informata dell'esistenza di
        un'alternativa e verrebbe messa di fronte ai veri
        costi
        nascosti.L'antitrust USA a tal proposito a gia' calato le braghe anni fa.
  • Anonimo scrive:
    Che usino il software libero!
    I produttori sono liberi di fare i prezzi che vogliono in un mercato libero e concorrenziale. Sta all'utente scegliere se comprare o meno e cosa, visto che esiste la possibilità di scegliere e tra queste scelte c'è anche il software gratuito.Se è vero che i (presumo grossi) produttori di PC sono "obbligati" (ma dove???) a installare Windows, basta rivolgersi ai produttori più piccoli o agli assemblati.In breve: queste uscite russe mi sembrano tutte delle grandi scemenze!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che usino il software libero!
      - Scritto da:
      I produttori sono liberi di fare i prezzi che
      vogliono in un mercato libero e concorrenziale.
      Sta all'utente scegliere se comprare o meno e
      cosa, visto che esiste la possibilità di
      scegliere e tra queste scelte c'è anche il
      software
      gratuito.

      Se è vero che i (presumo grossi) produttori di PC
      sono "obbligati" (ma dove???) a installare
      Windows, basta rivolgersi ai produttori più
      piccoli o agli
      assemblati.

      In breve: queste uscite russe mi sembrano tutte
      delle grandi
      scemenze!Effettivamente Vista a 600 è accessibilissimo ad una famiglia russa, basta non mangiare per un paio d'anni....
      • Anonimo scrive:
        Re: Che usino il software libero!

        Effettivamente Vista a 600 è accessibilissimo ad
        una famiglia russa, basta non mangiare per un
        paio d'anni....Chi ti obbliga a comprarlo? Questo era il punto del mio intervento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che usino il software libero!
      - Scritto da:
      I produttori sono liberi di fare i prezzi che
      vogliono in un mercato libero e concorrenziale.
      Sta all'utente scegliere se comprare o meno e
      cosa, visto che esiste la possibilità di
      scegliere e tra queste scelte c'è anche il
      software
      gratuito.

      Se è vero che i (presumo grossi) produttori di PC
      sono "obbligati" (ma dove???) a installare
      Windows, basta rivolgersi ai produttori più
      piccoli o agli
      assemblati.

      In breve: queste uscite russe mi sembrano tutte
      delle grandi
      scemenze!(rotfl)(rotfl)(rotfl)Si infatti...per una famiglia trovare un pc con So alternativi a win è facilissimo, e poi è altrettanto facile farsi rimborsare i soldi della licenza win se lo si vuole eliminare dall' hard disk per usare un SO diverso. Esiste tantissima libertà di scelta...perchè lamentarsi ?? :D :D :D :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Che usino il software libero!

        Si infatti...per una famiglia trovare un pc con
        So alternativi a win è facilissimo, e poi è
        altrettanto facile farsi rimborsare i soldi della
        licenza win se lo si vuole eliminare dall' hard
        disk per usare un SO diverso. Esiste tantissima
        libertà di scelta...perchè lamentarsi ??Perché così funziona il mercato! Se la Microsoft vende Vista a 600 e la gente lo compra, vuol dire che il prezzo è giusto, almeno in un mercato di concorrenza. Visto che c'è Linux (e non solo!) gratis, la concorrenza esiste!Se sei un ignorante di informatica (niente di male, sia chiaro!), ti rivolgi all'amico più esperto o a un LUG. Non sai che esistono? Colpa tua, che acquisti senza informarti!Concludo dicendo: se in Russia Windows costa troppo, che qualche imprenditore intraprendente cominci a commercializzare PC con Linux, invece di lamentarsi sui prezzi e addirittura giustificare la pirateria!
        • Anonimo scrive:
          Re: Che usino il software libero!
          - Scritto da:

          Si infatti...per una famiglia trovare un pc

          con So alternativi a win è facilissimo, e

          poi è altrettanto facile farsi rimborsare i

          soldi della licenza win se lo si vuole

          eliminare dall' hard disk per usare un SO

          diverso. Esiste tantissima libertà di

          scelta...perchè lamentarsi ??
          Perché così funziona il mercato! Frase errata : ti ricordo che l'attuale funzionamento del mercato e' deviato da un enorme monopolista che e' riuscito a diventare piu' potente della legge antitrust stessa; quindi al massimo puoi dire che Il mercato e' stato deviato e inquinato in modo da essere ridotto cosi'.
          Se la Microsoft vende Vista a 600 e la
          gente lo compra, vuol dire che il prezzo è
          giusto, almeno in un mercato di concorrenza. Quale concorrenza ? Se ci fosse concorrenza non ci sarebbe il preinstallato, l'ignoranza diffusa diffonde windows.
          Visto che c'è Linux (e non solo!) gratis, la
          concorrenza esiste!La concorrenza e' cosi' tanta che tutti gli avversari di Microsoft sono stati comprati o falliti, l'unico superstite concorrenziale e' un SO che a causa della licenza non puo' essere comperato... Tutto normale per te ?
          Se sei un ignorante di informatica (niente di
          male, sia chiaro!), ti rivolgi all'amico più
          esperto o a un LUG. Non sai che esistono?
          Colpa tua, che acquisti senza informarti!
          Concludo dicendo: se in Russia Windows costa
          troppo, che qualche imprenditore
          intraprendente cominci a commercializzare PC
          con Linux, invece di lamentarsi sui prezzi e
          addirittura giustificare la pirateria!Ma in russia la legge non punisce la pirateria, e' tutto legale che problema c'e' ? (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che usino il software libero!

      Se è vero che i (presumo grossi) produttori di PC
      sono "obbligati" (ma dove???) a installare
      Windows, basta rivolgersi ai produttori più
      piccoli o agli
      assemblati.Dove?Ti faccio un esempietto italiano di politiche markettare contro i consumatori: entra un negozio Mediaworld e cerca un PC con cpu AMD.Non ne troverai. Indovina perchè.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che usino il software libero!
        - Scritto da:


        Se è vero che i (presumo grossi) produttori di
        PC

        sono "obbligati" (ma dove???) a installare

        Windows, basta rivolgersi ai produttori più

        piccoli o agli

        assemblati.

        Dove?
        Ti faccio un esempietto italiano di politiche
        markettare contro i consumatori: entra un negozio
        Mediaworld e cerca un PC con cpu
        AMD.

        Non ne troverai. Indovina perchè.
        Non conosco il caso MediaWorld ma pensa ad una cosa: se tu vuoi fare le scarpe da ginnastica ti costerebbe di più farne 100 uguali o 10 x 10 tipi diversi?Le offerte delle grandi catene spesso sono convenienti perchè uniformate, tutto qua.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che usino il software libero!
          - Scritto da:
          - Scritto da:


          Se è vero che i (presumo grossi) produttori di

          PC


          sono "obbligati" (ma dove???) a installare


          Windows, basta rivolgersi ai produttori più


          piccoli o agli


          assemblati.



          Dove?

          Ti faccio un esempietto italiano di politiche

          markettare contro i consumatori: entra un
          negozio

          Mediaworld e cerca un PC con cpu

          AMD.



          Non ne troverai. Indovina perchè.



          Non conosco il caso MediaWorld ma pensa ad una
          cosa: se tu vuoi fare le scarpe da ginnastica ti
          costerebbe di più farne 100 uguali o 10 x 10 tipi
          diversi?
          Le offerte delle grandi catene spesso sono
          convenienti perchè uniformate, tutto
          qua.Le grandi catene comprano licenze a volume da microsoft, se poi non le installano microsoft le minaccia e le ricatta, e' risaputo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che usino il software libero!
        - Scritto da:


        Se è vero che i (presumo grossi) produttori di
        PC

        sono "obbligati" (ma dove???) a installare

        Windows, basta rivolgersi ai produttori più

        piccoli o agli

        assemblati.

        Dove?
        Ti faccio un esempietto italiano di politiche
        markettare contro i consumatori: entra un negozio
        Mediaworld e cerca un PC con cpu
        AMD.

        Non ne troverai. Indovina perchè.
        Da Mediaworld vicino da me c'era quell' enorme (e IMHO orribile) notebook della toshiba, con processore AMD. Ovviamente il problema sussiste.
  • Anonimo scrive:
    voglio i politici russi
    e già la 5° o 6° dichiarazione che dimostra intelligenzadal commento di Putin per il processo al professore accusato di pirateria (Ridicolo!) a questo.in italia quei leccaculo che ci ritroviamo avrebbero detto:Berlusconi: gli italiani hanno 2 telefonini a testa, potrebbero vendersene uno per pagare le licenzeProdi (in 35 minuti): la... pirateria.... è... un... male... e... noi.... DOBBIAMO.... fare... di... tutto... per... eliminarla...
    • Anonimo scrive:
      Re: voglio i politici russi
      ... trasferisciti in Russia se ambisci ad avere la loro classe dirgente... una delle più corrotte del pianeta...
      • Anonimo scrive:
        Re: voglio i politici russi
        ...dopo la nostra...
      • Anonimo scrive:
        Re: voglio i politici russi
        - Scritto da:
        ... trasferisciti in Russia se ambisci ad avere
        la loro classe dirgente... una delle più corrotte
        del
        pianeta...Faranno testa a testa con la nostra, che quanto a corruzione è in grado di insegnare al mondo....
      • Anonimo scrive:
        Re: voglio i politici russi
        - Scritto da:
        ... trasferisciti in Russia se ambisci ad avere
        la loro classe dirgente... una delle più corrotte
        del
        pianeta...Ma la nostra pappa e ciccia con il Vaticano, non è da meno !
    • Anonimo scrive:
      Re: voglio i politici russi
      Guarda che sono gli stessi che quando raggiungerai dei risultati te li esproprieranno, pagandoteli due lire e se non accetterai finirai in un simpaticissimo gulag
      • Anonimo scrive:
        Re: voglio i politici russi
        - Scritto da:
        Guarda che sono gli stessi che quando
        raggiungerai dei risultati te li esproprieranno,
        pagandoteli due lire e se non accetterai finirai
        in un simpaticissimo gulagPer il software e' facile : basta metterlo sotto licenza libera cosi' c'e' poco da espropriare. (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: voglio i politici russi
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Guarda che sono gli stessi che quando

          raggiungerai dei risultati te li esproprieranno,

          pagandoteli due lire e se non accetterai finirai

          in un simpaticissimo gulag

          Per il software e' facile : basta metterlo sotto
          licenza libera cosi' c'e' poco da espropriare.
          (rotfl)Che genialata.. eh? Con la storia dell'open vi si è fritto del tutto il cervello. Ma quando capirete che l'opensource fa guadagnare alle multinazionali come specchietto per le allodole per speculare una barca di miliardi di euro/dollari in assistenza e servizi terzi e basta?
          • Anonimo scrive:
            Re: voglio i politici russi
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Guarda che sono gli stessi che quando


            raggiungerai dei risultati te li
            esproprieranno,


            pagandoteli due lire e se non accetterai
            finirai


            in un simpaticissimo gulag



            Per il software e' facile : basta metterlo sotto

            licenza libera cosi' c'e' poco da espropriare.

            (rotfl)

            Che genialata.. eh? Con la storia dell'open vi si
            è fritto del tutto il cervello. Ma quando
            capirete che l'opensource fa guadagnare alle
            multinazionali come specchietto per le allodole
            per speculare una barca di miliardi di
            euro/dollari in assistenza e servizi terzi e
            basta?E allora? Mentre secondo te va bene installare la merda made in M$, pagare miliardi di dollari ad un imbecille capace solo di urlare e saltare su un palco come una scimmia drogata e credere che il mondo sia pieno di farfalline colorate?E prendere, di conseguenza, uno stipendio inferiore alla paghetta che prendeva mio nonno quando andava all'asilo, visto che i soldi vanno tutti nelle licenze? Waaaaawh!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: voglio i politici russi
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Guarda che sono gli stessi che quando



            raggiungerai dei risultati te li

            esproprieranno,



            pagandoteli due lire e se non accetterai

            finirai



            in un simpaticissimo gulag





            Per il software e' facile : basta metterlo
            sotto


            licenza libera cosi' c'e' poco da espropriare.


            (rotfl)



            Che genialata.. eh? Con la storia dell'open vi
            si

            è fritto del tutto il cervello. Ma quando

            capirete che l'opensource fa guadagnare alle

            multinazionali come specchietto per le allodole

            per speculare una barca di miliardi di

            euro/dollari in assistenza e servizi terzi e

            basta?
            E allora? Mentre secondo te va bene installare la
            merda made in M$, pagare miliardi di dollari ad
            un imbecille capace solo di urlare e saltare su
            un palco come una scimmia drogata e credere che
            il mondo sia pieno di farfalline
            colorate?
            E prendere, di conseguenza, uno stipendio
            inferiore alla paghetta che prendeva mio nonno
            quando andava all'asilo, visto che i soldi vanno
            tutti nelle licenze?
            Waaaaawh!!!!!Lo stipendio di chi?In ogni caso Closed Source e Microsoft non coincidono mica!Quello a cui hai risposto ha fatto un discorso ben più generale.
          • Anonimo scrive:
            Re: voglio i politici russi

            Ma quando
            capirete che l'opensource fa guadagnare alle
            multinazionali come specchietto per le allodole
            per speculare una barca di miliardi di
            euro/dollari in assistenza e servizi terzi e
            basta?Ma cosa dici! Il software libero (ben diverso dall'Open Source) fa vivere piccole, medie e sì, anche grandi aziende! Il software libero è un patrimonio collettivo, ci vuole tanto a capirlo?
Chiudi i commenti